42417–42432 di 68366 risultati

Il Crociato in Egitto

This is a reproduction of a book published before 1923. This book may have occasional imperfections such as missing or blurred pages, poor pictures, errant marks, etc. that were either part of the original artifact, or were introduced by the scanning process. We believe this work is culturally important, and despite the imperfections, have elected to bring it back into print as part of our continuing commitment to the preservation of printed works worldwide. We appreciate your understanding of the imperfections in the preservation process, and hope you enjoy this valuable book.

La crociata delle tenebre: Un’indagine di Dante Alighieri

«*Questo è il Dante che avrei voluto studiare. *»
**Giorgio Faletti**
È il 21 ottobre del 1301. Dante parte alla volta di Roma per dar voce alla sua città presso la Santa Sede. Lo accoglie una città ribollente di tensioni, lotte intestine, complotti. E su tutto l’ombra minacciosa di Castel Sant’Angelo, l’inespugnabile fortezza di papa Bonifacio VIII. Ma un presagio funesto grava sulla sua missione: alcuni cadaveri di giovani donne, scoperti a brevissima distanza di tempo sulle sponde del Tevere, con i segni inconfondibili di mutilazioni rituali. Dante non ha alcun titolo per indagare nella città straniera, ma la sua ansia di giustizia lo spinge a promettere alla madre di una delle vittime di scoprire l’assassino della figlia. Non sa di aver solo sfiorato la palude del male, dove anche la sua anima sarà sul punto di perdersi…

****Giulio Leoni****, romano, è uno degli scrittori italiani di gialli storici e di narrativa del mistero più conosciuti all’estero, grazie anche alla fortunata serie dedicata alle avventure investigative di Dante Alighieri, tradotta in tutti i maggiori Paesi del mondo. Studioso delle avanguardie artistiche, è un appassionato di storia dell’illusionismo e della pop-culture degli anni ’50 e ’60, di cui ricerca e colleziona testimonianze e memorabilia. Elementi che trasporta spesso nei suoi romanzi, dove le trame più imprevedibili e sorprendenti si sviluppano su uno sfondo storico ricostruito con grande precisione, e in cui personaggi reali e finzione narrativa s’intrecciano, dando vita a un teatro delle ombre enigmatico e affascinante. Oltre ai romanzi dedicati alle indagini di Dante, tra i suoi libri ricordiamo **Il testamento del papa** e **L’Occhio di Dio**.
**
### Sinossi
«*Questo è il Dante che avrei voluto studiare. *»
**Giorgio Faletti**
È il 21 ottobre del 1301. Dante parte alla volta di Roma per dar voce alla sua città presso la Santa Sede. Lo accoglie una città ribollente di tensioni, lotte intestine, complotti. E su tutto l’ombra minacciosa di Castel Sant’Angelo, l’inespugnabile fortezza di papa Bonifacio VIII. Ma un presagio funesto grava sulla sua missione: alcuni cadaveri di giovani donne, scoperti a brevissima distanza di tempo sulle sponde del Tevere, con i segni inconfondibili di mutilazioni rituali. Dante non ha alcun titolo per indagare nella città straniera, ma la sua ansia di giustizia lo spinge a promettere alla madre di una delle vittime di scoprire l’assassino della figlia. Non sa di aver solo sfiorato la palude del male, dove anche la sua anima sarà sul punto di perdersi…

****Giulio Leoni****, romano, è uno degli scrittori italiani di gialli storici e di narrativa del mistero più conosciuti all’estero, grazie anche alla fortunata serie dedicata alle avventure investigative di Dante Alighieri, tradotta in tutti i maggiori Paesi del mondo. Studioso delle avanguardie artistiche, è un appassionato di storia dell’illusionismo e della pop-culture degli anni ’50 e ’60, di cui ricerca e colleziona testimonianze e memorabilia. Elementi che trasporta spesso nei suoi romanzi, dove le trame più imprevedibili e sorprendenti si sviluppano su uno sfondo storico ricostruito con grande precisione, e in cui personaggi reali e finzione narrativa s’intrecciano, dando vita a un teatro delle ombre enigmatico e affascinante. Oltre ai romanzi dedicati alle indagini di Dante, tra i suoi libri ricordiamo **Il testamento del papa** e **L’Occhio di Dio**.

La Croce Nera

La Grande Crociata è finita ormai da tempo, o almeno così pensa Duncan, il figlio di Murdo, finché il suo anziano zio Torf-Einar fa ritorno dalla Terra Santa, portando con sé racconti incredibili su tesori che superano qualsiasi immaginazione. Anche se grazie a Murdo la Lancia di Ferro era stata sottratta agli infedeli e consegnata all’imperatore, c’è un’altra reliquia, persino più preziosa, che è scomparsa misteriosamente. Si tratta della Croce Nera, uno dei frammenti della Vera Croce, il cui potere ha assicurato ai crociati una serie di vittorie. Duncan decide di affrontare il viaggio verso Bisanzio. Arrivato in Terra Santa, scoprirà che il destino di tutto l’Occidente è nelle mani dei misteriosi cavalieri templari.

Croce del Sud

Una strage, percepita con chiarezza nel suo nefasto profilarsi, scuote la sensibilità di tre abili poliziotti. Per sventarla occorre trovare il nesso fra un atto vandalico ai danni della statua del presidente della Confederazione americana Jefferson Davis, un oscuro sabotaggio informatico e il brutale assassionio di un’anziana donna. Con quello che si rivelerà l’incarico più difficile della sua carriera, Judy Hammer, ex comandante della polizia di Charlotte, è giunta a Richmond per mettere ordine nella complessa trama malavitosa della città. Aiutata dal fedele vicecomandante Virginia Weste dal giovane agente Andy Brazil, la Hammer deve però fare i conti con la diffidenza delle autorità locali e sfidare l’attentatore a scoprirsi.

La crisi dell’utopia

Il merito principale dell’opera di Luciano Canfora è di superare ogni sterile distinzione disciplinare. Ciò che rende prezioso e necessario questo libro è la sinergia tra filologia e filosofia, che non si limita a gettare luce su questioni circoscritte relative al rapporto tra Aristofane e Platone, ma è messa al servizio di un interrogativo persistente e attuale: quello che riguarda il ruolo dell’utopia. Se è vero che l’importanza di un libro si misura sul rilievo delle questioni che suscita, il testo di Canfora offre un contributo di primissimo ordine. Umberto Curi, ”Corriere della Sera”
Luciano Canfora rilegge gli ideali di uguaglianza della Repubblica platonica: l’unico modo per contrastare le risorgenti forme di schiavitù. Silvia Ronchey, ”La Stampa”
‘I fallimenti liquidano l’utopia, o l’utopia resta un bisogno morale al di là del naufragio? E la demonizzazione, fin troppo facile, dell’utopia non diviene un alibi per blindare in eterno la conservazione e l’ingiustizia?’
(source: Bol.com)

Crisalide rosa

Che cos’è la vita? Una scalata verso la salvezza da se stessa, risponde Luisa, trentacinquenne più che carina, ragazza che non si sente né donna né bimba, scrittrice o forse scrittora, crisalide che magari, un giorno, sarà farfalla, ma con i suoi tempi e i suoi modi. Vi riuscirà? Non è detto, forse non è così importante il risultato finale, ma la ricerca di sé che Luisa conduce tra amiche e presunti uomini della vita, fra situazioni ai limiti del grottesco e lo scodinzolio del suo pelosissimo cane, riempie il libro di una fresca essenza vitale, questa sì irrinunciabile. Una Bridget Jones all’italiana? Solo in parte, anche se non mancano ossessioni personali, manie e stranezze della vita, e una buona dose di sarcasmo nell’osservarle. Più di Bridget, Luisa rappresenta le eterne ragazze di oggi, dà spessore ai loro pensieri, mette in piazza le ansie e i propositi. In fondo, si può restare crisalidi per tutta la vita, se non si ha la sicurezza di diventare una farfalla speciale.

Criptosfera

A distanza di secoli dalla Diaspora, l’umanità rimasta sulla Terra vive in un pianeta ridisegnato da una tecnologia surreale: o in immense costruzioni come il Castello, che è in realtà la base di un ascensore orbitale, o sotto forma di flusso d’informazioni nella Criptosfera, reincarnandosi a piacimento in una sequenza di esistenze virtuali. Ma sulla Terra incombe ora la grave minaccia dell’Invasione: una misteriosa nube di polvere cosmica che può spazzar via il sistema solare. L’unica speranza è di mettersi in contatto con la grande Torre, i cui livelli superiori sbucano addirittura fuori dall’atmosfera, e forse ospitano l’unico possibile sistema di difesa. Ma chi conosce la strada per arrivarci? Gadfium, la scienziata, in attesa di un enigmatico messaggio dalla Pianura dei Massi Sdrucciolanti, oppure il Conte Sessine, assassinato per l’ottava volta e in procinto di iniziare la sua prima esistenza nello spazio virtuale della Cripta? O forse Bascule il Furfante, pronto a scalare la Torre per aprire la via all’Asura, il misterioso emissario inviato dalla Criptosfera per riscoprire i segreti di una tecnologia dimenticata? Se Iain M. Banks ci aveva abituati a prospettive inedite e grandi emozioni, questo nuovo romanzo è la conferma del suo straordinario talento.

La cripta dei cappuccini

Nel 1938, mentre la Germania nazista annuncia l’annessione dell’Austria, Joseph Roth, esule a Parigi, termina la scrittura della Cripta dei cappuccini, il suo ultimo capolavoro. Il tracollo definitivo della patria, al quale assiste sgomento, gli fa comporre tasselli di questo mosaico intenso e doloroso, che esplora l’inabissarsi di quel mondo danubiano in cui coesistevano l’impero absburgico e la civiltà ebraica dell’Europa orientale. Così la storia della famiglia Trotta, già narrata nella Marcia di Radetzky, di cui questo romanzo rappresenta il seguito, si snoda attraverso le vicende di Francesco Ferdinando, che, travolto dai propri fallimenti, guarda alla vecchia monarchia in cerca di tracce e di verità che giovino al destino dei sopravvissuti. Ma l’esito sarà drammatico, carico di trepidante amarezza davanti al baratro da cui l’Europa e le libertà democratiche stanno per essere inghiottite.
(source: Bol.com)

Crimini gemelli

Paul e Geena Bradley erano i raggianti genitori adottivi di due gemelle, Angela e Rachel. Sedici anni dopo, la loro famiglia è un groviglio di menzogne, insoddisfazioni e sensi di colpa. Una delle due bambine, Angela, è stata riportata all’orfanotrofìo per un gesto di violenza feroce contro la sorella; l’altra, Rachel, ormai ventunenne, tornata dal college per le vacanze di Natale, è distante e inspiegabilmente ostile nei confronti dei genitori. Nell’atmosfera cupa e piovosa di Seattle, si affollano altri minacciosi segnali premonitori, mentre gli eventi precipitano e le festività natalizie assumono i contorni di un angosciante dramma familiare.

Il criminale

Il maestro del thriller italiano è tornato Un ragazzo in fuga si innamora di Zoe: diventeranno la coppia più ricercata d’Italia Consiglio Spada, detto “Sbrego”, finisce nei guai il giorno stesso in cui lascia l’istituto minorile. Per nulla intenzionato a tornare dalla sua famiglia di giostrai, inizia a condurre una vita randagia, ma i problemi non tardano ad arrivare: coinvolto suo malgrado in una rapina, è costretto a scappare e da quel momento gli capita di tutto. Dopo un incontro fortuito in treno, finisce in una comunità hippy nei boschi della Toscana. Impara a cacciare con l’arco e a vivere senza luce, acqua, gas. Abbandonata la comune, raggiunge Genova ed entra in un piccolo giro di malavita, ma dopo una rapina andata male, deve darsi di nuovo alla fuga. La sua vita cambia improvvisamente quando incontra Zoe, una ragazza affascinante, imprevedibile e contraddittoria che nasconde un passato inquietante. L’amore tra i due giovani allo sbando si consuma tra giacigli improvvisati, alberghi, furti e inseguimenti. Finché Sbrego e Zoe non diventano la coppia più ricercata d’Italia. Ma l’escalation di violenza di cui sono protagonisti non potrà che finire in tragedia… Dal finalista al Premio Strega Il maestro del thriller è tornato Due ragazzi in fuga, tra rapine, malavita e sparatorie, diventano la coppia più ricercata nell’Italia oscura degli anni Ottanta Hanno scritto dei suoi libri: «Lugli è uno dei migliori cronisti-segugi al lavoro a Roma.» Corrado Augias «Lugli ha fiato narrativo, ha tenuta, appassiona.» Giovanni Pacchiano, Il Sole 24 ore «Con l’istinto del grande cronista, Massimo Lugli ha trasformato in romanzo il mondo di “mafia capitale”.» il Venerdì «La scrittura di Massimo Lugli è un viaggio nel lato più oscuro della città, un corpo a corpo sui marciapiedi di Roma violenta.» la Repubblica Massimo LugliGiornalista di «la Repubblica», si è occupato di cronaca nera come inviato speciale per 40 anni. Ha scritto Roma Maledetta e per la Newton Compton La legge di Lupo solitario, L’Istinto del Lupo, finalista al Premio Strega, Il Carezzevole, L’adepto, Il guardiano, Gioco perverso, Ossessione proibita, La strada dei delitti, Nelmondodimezzo. Il romanzo di Mafia capitale, Stazione omicidi. Vittima numero 1, Vittima numero 2 e Vittima numero 3, e nella collana LIVE La lama del rasoio. Suoi racconti sono contenuti nelle antologie Estate in giallo, Giallo Natale, Delitti di Ferragosto, Delitti di Capodanno e Delitti in vacanza. Cintura nera di karate e istruttore di tai ki kung, pratica fin da bambino le arti marziali di cui parla nei suoi romanzi.

La creuza degli ulivi

Terza indagine per Bacci Pagano: alle prese con l’omicidio di una donna, porterà a galla un’amara verità.
Agosto 2001: è trascorso meno di un mese dai tragici fatti del G8 di Genova e Bacci Pagano è rimasto da solo in città. Il nostro detective senza mutande ritrova Valeria, una vecchia conoscenza, quando a Sant’Ilario, sulle alture di Nervi, una giovane amica di Mara, fidanzata dell’investigatore, viene trovata morta, affogata nella vasca da bagno della sua casa nella crosa degli ulivi. Assoldato dalla moglie di un noto cardiochirurgo, amante della ragazza assassinata, il ratto dei carruggi si ritrova coinvolto nell’indagine. Sullo sfondo sempre Genova con i suoi scenari assolati e gonfi d’umidità, attraversata dalla vecchia Vespa del detective, dal centro storico a Castelletto, dalla Sant’Ilario cantata da De André al mare di Pieve Ligure.

(source: Bol.com)

Crepuscolo sulla città

Catastrofi sociali, politiche, economiche stanno portando velocemente il mondo verso un futuro che solo ottimisticamente possiamo considerare incerto e imprevedibile. In realtà le previsioni sono fin troppo facili, i pronostici fin troppo sicuri. Lo scopo di questo romanzo, ambientato nel “futuro prossimo” degli Stati Uniti, non è dunque di sorprenderci e neppure di terrorizzarci. L’autore si propone piuttosto di “ambientarci all’idea” ; di suggerirci “nuovi modi di vita” ; di facilitare insomma per quanto umanamente possibile il nostro adattamento alle tragedie che ci attendono.
Copertina di Karel Thole

Crepuscolo di un mondo

In un futuro così lontano che persino il profilo dei continenti è mutato e dove il sole è un gigante rosso e morente che dardeggia in un cielo di un blu intenso, i remoti discendenti dell’umanità vagano fra le città in rovina e le vestigia di civiltà scomparse da millenni. Nuove razze si sono evolute e, fra di esse, nuove creature mai viste finora; la scienza sembra svanita nel nulla e la magia ha ripreso il dominio su di un mondo al crepuscolo, come già era accaduto agli albori della Terra. E in questo scenario indimenticabile dove aleggia un’atmosfera piena di suoni, luci, colori alieni e misteriosi, con forme di vita strane e meravigliose come neppure in sogno potrebbero apparirci, si compie il destino e l’avventura di personaggi indimenticabili: Turjan di Mijr che cerca il segreto per creare la vita intelligente, Pandelume, il mago che vive nel magico eden di Embelyon, T’sais, la bellissima donna che egli ha creato, Mazirian il Mago e il suo giardino di piante semi-senzienti, Cugel l’Astuto con il suo fantastico viaggio in una terra crudele e remota, abitata da strane genti e mostri insidiosi, e Guyal di Sfere, un giovane affamato di conoscenza che vuole visitare il famoso Museo dell’Uomo, dove fra i reperti di un passato dimenticato e le menti sepolte nella polvere potrà forse trovare una risposta ai suoi quesiti.
Il ciclo della Terra Morente è un miracolo narrativo irripetibile, il grande classico che ha rivelato il talento di Jack Vance e che rimane a tutt’oggi la sua opera più famosa e imitata.

Il crepuscolo dei vampiri

Lady Gardella lotta contro le forze del male, ma stavolta dovrà vedersela con il più spietato dei nemici: se stessaDall’autrice del bestseller Cacciatori di vampiriPrecipitata tra le ombre dei non-vivi in seguito al morso del Maestro Vampiro Beauregard, Victoria Gardella, fiera cacciatrice delle diaboliche creature della notte, si oppone al destino che la vorrebbe feroce vampiro. Il suo animo predisposto al bene lotta contro il sangue nemico che ormai le scorre nelle vene, e che vuole mutare la sua natura… Ma un’altra lotta si combatte dentro di lei, quella tra l’irresistibile attrazione per Sebastian, discendente di Beauregard, ormai divenuto anch’egli cacciatore di vampiri, e l’amore per Max, cacciatore da sempre, che ha rinunciato ai suoi poteri per sfuggire al giogo della malefica regina Lilith. Intanto a Londra il male dilaga, e ormai neanche la luce del giorno può fermare la ferocia dei vampiri. Su Lady Gardella si addensano terribili sospetti e presto anche la polizia busserà alla sua porta. «I fan di Colleen Gleason avranno pane – o sangue – per i loro denti, e molti altri colpi di scena li attendono.»Publishers Weekly«Sexy, terrificante e sorprendente!».J.R. Ward, autore di Lover Revealed«Deliziosamente oscuro e avvincente.»Chicago Tribune«Ricco di scene mozzafiato e soffuso di sensualità: con i suoi continui colpi di scena, il libro della Gleason vi lascerà sospesi, in trepida attesa dell’episodio successivo.»Romantic TimesColleen Gleasonscrive per passione sin da quando era bambina. È sposata e ha tre figli. Il suo sito internet è www.colleengleason.com. Dall’idea di ambientare nell’Inghilterra di inizio Ottocento le storie di un’eroina ammazzavampiri come Buffy (la protagonista della serie TV preferita da Colleen) è nata la saga dei Gardella, di cui Cacciatori di Vampiri è il primo libro. La serie prosegue con La condanna del vampiro, La rivolta dei vampiri, Il crepuscolo dei vampiri e Il bacio del vampiro, tutti editi dalla Newton Compton.

Creature Oniriche

Creature d’ombra cercano la luce, nel luogo in cui finisce la realtà e cominciano i sogni.
Un uomo perde la sua ombra, un altro decide di morire, una donna si risveglia in una stanza buia,
uno scrittore cerca se stesso, sogni ricorrenti si materializzano: questi sono solo alcuni dei personaggi e degli elementi contenuti in “Creature Oniriche”. Storie diverse che fanno parte di un’unica narrazione che si snoda tra circostanze che possono rivelarsi o diventare iperrealistiche, surreali o grottesche. Un percorso oscuro per scoprire cosa si nasconde nel buio, chi o che cosa sono le Creature Oniriche, e cosa accade quando esse entrano in contatto con il mondo reale.
**
### Sinossi
Creature d’ombra cercano la luce, nel luogo in cui finisce la realtà e cominciano i sogni.
Un uomo perde la sua ombra, un altro decide di morire, una donna si risveglia in una stanza buia,
uno scrittore cerca se stesso, sogni ricorrenti si materializzano: questi sono solo alcuni dei personaggi e degli elementi contenuti in “Creature Oniriche”. Storie diverse che fanno parte di un’unica narrazione che si snoda tra circostanze che possono rivelarsi o diventare iperrealistiche, surreali o grottesche. Un percorso oscuro per scoprire cosa si nasconde nel buio, chi o che cosa sono le Creature Oniriche, e cosa accade quando esse entrano in contatto con il mondo reale.