42305–42320 di 72034 risultati

Verrà la morte e avrà i tuoi occhi

Le poesie di Verrà la morte non attingono alla vena epica di Lavorare stanca. Dall’oggettivazione narrativa fanno ritorno al soggettivismo lirico, ma trascendono l’antico limite della confessione e dello sfogo nella sottile sapienza d’un linguaggio poetico che si fa numero, immagine, valore musicale.
(source: Bol.com)

Veronika decide di morire

Il giorno 11 novembre del 1997 Veronika, ventiquattro anni, slovena, capisce di non voler più vivere e assume una forte dose di sonniferi. Salvata per caso, si risveglia tra le mura dell’ospedale psichiatrico di Villete, con il cuore stanco e sofferente per il veleno che lei gli ha somministrato. In pochi giorni a Villete Veronika scopre un universo di cui non sospettava l’esistenza. Conosce Mari, Zedka, Eduard, persone che la gente “normale” considera folli, e soprattutto incontra il dottor Igor, che attraverso una serie di colloqui cerca di eliminare dall’organismo di Veronika l’Amargura, l’Amarezza che la intossica privandola del desiderio di vivere. Veronika spalanca così le porte di un nuovo mondo, un mondo che, attraversato con la consapevolezza della morte, la spinge, sorprendentemente, alla consapevolezza della vita. Fino alla conquista del dono più prezioso: sapere vivere ogni giorno come un miracolo. In questo straordinario romanzo, nella storia della giovane Veronika, Paulo Coelho riversa la sua personale esperienza, i ricordi di tre anni consecutivi di ricovero in un ospedale psichiatrico, dove lo scrittore venne rinchiuso solo perché considerato “diverso”. E riesce ancora una volta a mostrare al lettore come il miracoloso e inafferrabile dono della serenità possa essere conquistato in qualsiasi luogo, anche in quelli apparentemente più improbabili. Perché il dono della serenità è nascosto nel cuore di ciascuno di noi.

La verità

**La risposta tedesca alla *Ragazza del treno***
Da ormai sette anni, Sarah vive sola con il suo bambino: dopo essere partito per un viaggio d’affari in Sud America, suo marito Philipp è scomparso, precipitando Sarah in un incubo. Fino a quando, improvvisamente, viene annunciato il ritorno di Philipp, lasciato libero dopo essere stato per sette anni nelle mani di una banda di rapitori. La notizia diventa un caso mediatico. Sarah è incredula e frastornata, e si prepara ad accogliere il marito. Ma quando il portello dell’aereo che dovrebbe restituire Philipp alla sua famiglia si apre, accade l’impensabile: a scendere la scaletta non è Philipp. È un uomo che Sarah non ha mai visto prima. Che cos’è successo? Chi è questo estraneo che si spaccia per Philipp? E, soprattutto, che intenzioni ha? Se dello sconosciuto Sarah non sa nulla, lui invece sembra sapere tutto di lei, e la minaccia. Se si azzarderà ad aprire bocca denunciandolo alla polizia, perderà ogni cosa: suo marito, suo figlio, la sua stessa vita.
Uno psicothriller elegante e inquietante, *La verità *insinua il dubbio nel lettore pagina dopo pagina, e conferma il grande talento di una delle migliori autrici della nuova generazione.
**
### Sinossi
**La risposta tedesca alla *Ragazza del treno***
Da ormai sette anni, Sarah vive sola con il suo bambino: dopo essere partito per un viaggio d’affari in Sud America, suo marito Philipp è scomparso, precipitando Sarah in un incubo. Fino a quando, improvvisamente, viene annunciato il ritorno di Philipp, lasciato libero dopo essere stato per sette anni nelle mani di una banda di rapitori. La notizia diventa un caso mediatico. Sarah è incredula e frastornata, e si prepara ad accogliere il marito. Ma quando il portello dell’aereo che dovrebbe restituire Philipp alla sua famiglia si apre, accade l’impensabile: a scendere la scaletta non è Philipp. È un uomo che Sarah non ha mai visto prima. Che cos’è successo? Chi è questo estraneo che si spaccia per Philipp? E, soprattutto, che intenzioni ha? Se dello sconosciuto Sarah non sa nulla, lui invece sembra sapere tutto di lei, e la minaccia. Se si azzarderà ad aprire bocca denunciandolo alla polizia, perderà ogni cosa: suo marito, suo figlio, la sua stessa vita.
Uno psicothriller elegante e inquietante, *La verità *insinua il dubbio nel lettore pagina dopo pagina, e conferma il grande talento di una delle migliori autrici della nuova generazione.

La verità sul Codice da Vinci

“Il codice da Vinci” di Dan Brown è stato in vetta alle classifiche dei libri in tutto il mondo per molti mesi e ancora oggi, nonostante i milioni di copie vendute, il suo successo non sembra esaurirsi. L’aspetto sorprendente di questo romanzo è che l’autore ha costruito la trama intessendo vicende frutto della sua fantasia con rivelazioni storiche sconvolgenti che, se confermate, cambierebbero in modo radicale il nostro rapporto con la religione cristiana. In questo libro, Bart D. Ehrman, studioso del cristianesimo delle origini, separa i fatti dalla finzione, la realtà dalla fantasia letteraria, offrendo a quanti vogliono sapere la verità sulle origini del cristianesimo e sulla vita di Gesù, la chiave per decodificare tutti i segreti del libro.

La verità sul caso Rudolf Abel

La mattina del 10 febbraio 1962, James Donovan è in missione sulla Glienicker Brücke, il celebre ponte delle spie che collega Berlino Ovest con l’Est comunista. Al suo fianco c’è Rudolf Abel, la più misteriosa ed efficiente spia del XX secolo, per anni clandestinamente negli Stati Uniti a capo dello spionaggio russo. Dall’altra parte del ponte, i sovietici tengono in ostaggio Francis Powers, il pilota di un U-2 americano abbattuto mentre era in volo segreto sull’URSS: Donovan ha ricevuto dal presidente Kennedy l’incarico di riportarlo in patria a ogni costo. “La verità sul caso Rudolf Abel” ci catapulta nelle drammatiche giornate vissute per realizzare lo scambio di prigionieri, nelle lunghe e pericolose trattative diplomatiche, nei momenti concitati e avventurosi della guerra fredda tra due blocchi con le armi costantemente puntate…
**

La verità sul caso Harry Quebert

Estate 1975. Nola Kellergan, una ragazzina di 15 anni, scompare misteriosamente nella tranquilla cittadina di Aurora, New Hampshire. Le ricerche della polizia non danno alcun esito. Primavera 2008, New York. Marcus Goldman, giovane scrittore di successo, sta vivendo uno dei rischi del suo mestiere: è bloccato, non riesce a scrivere una sola riga del romanzo che da lì a poco dovrebbe consegnare al suo editore. Ma qualcosa di imprevisto accade nella sua vita: il suo amico e professore universitario Harry Quebert, uno degli scrittori più stimati d’America, viene accusato di avere ucciso la giovane Nola Kellergan. Il cadavere della ragazza viene infatti ritrovato nel giardino della villa dello scrittore, a Goose Cove, poco fuori Aurora, sulle rive dell’oceano. Convinto dell’innocenza di Harry Quebert, Marcus Goldman abbandona tutto e va nel New Hampshire per condurre la sua personale inchiesta. Marcus, dopo oltre trent’anni deve dare risposta a una domanda: chi ha ucciso Nola Kellergan? E, naturalmente, deve scrivere un romanzo di grande successo.
**

La verità sul capitalismo. Denaro, morale e mercato

Storicamente, il capitalismo è stato oggetto di una diffusa e radicata ostilità. Eppure, nel corso della sua ormai lunga storia, ha indubbiamente sollevato dalla miseria molti milioni di persone: in Occidente, grazie alla deprecata economia di mercato, il benessere è costantemente cresciuto e, in Oriente, i paesi emergenti hanno conosciuto negli ultimi decenni uno straordinario sviluppo economico che ha finito per trascinare il mondo intero verso una sempre maggiore prosperità. Eppure, nononostante tutto, il capitalismo continua a essere messo in discussione. Ci sono gli insoddisfatti, gli oppositori moderati, i critici radicali e i nemici giurati, in tutte le molteplici declinazioni, ma in genere quando si pensa al capitalismo non si pensa certo a qualcosa di buono. Denaro e morale difficilmente vanno a braccetto nell’immaginario collettivo. John Plender esplora i paradossi e le insidie di questo sistema economico straordinariamente dinamico, e lo fa partendo da lontano, dalle sue origini nella Venezia mercantile medievale, fino alle bolle speculative del XXI secolo, nelle quali siamo tutt’ora immersi. Lungo il viaggio incontriamo tutti i momenti chiave della storia del capitalismo, come ad esempio la strana vicenda della prima bolla finanziaria della storia – quella dei tulipani nell’Olanda del Seicento – le speculazioni nel mondo dell’arte contemporanea, fino alla recentissima crisi dei mutui subprime di cui ancora oggi i mercati mondiali pagano le conseguenze.
**

Verità sepolte

Carl Iverson reca in faccia tutti i segni della vecchiaia, ha la pelle ingiallita dall’ittero e un collo così fine da poter essere afferrato con una mano sola. Tuttavia, al di là dell’età e di una grave malattia, non ha altro in comune con gli ospiti della casa di riposo di Hillview Manor, a Minneapolis. Carl Iverson, infatti, è un mostro, accusato di aver stuprato, ucciso e dato alle fiamme la quattordicenne Crystal Marie Hagen il 29 ottobre 1980. Quando giunge al suo cospetto per intervistarlo, e redigere una breve biografia per il suo corso di inglese all’università, lo studente Joe Talbert scorge un uomo che non ha nulla del pazzo sadico e assassino. Iverson non ha gli occhi freddi e penetranti e l’aspetto spaventoso e disumano del killer, è soltanto un vecchio eroso dal cancro. Secondo il personale della casa di cura non arriverà a Natale, anche perché preferisce avere la testa lucida e non assumere morfina. Joe sarebbe certamente mosso a pietà se, come molti a Hillview Manor, non pensasse alla ragazza che il mostro ha ucciso, a tutto quello che la vittima si è persa: ragazzi, amore, matrimonio, dei bambini. E se non avesse ben chiaro lo scopo per cui si aggira in quell’ospizio: mollare quel ridicolo lavoro di buttafuori in pub di terza categoria; riuscire a laurearsi, e avere finalmente soldi a sufficienza per occuparsi di sua madre – una donna con terribili sbalzi di umore, che cerca di lenire la sua sofferenza interiore con massicce dosi di vodka – e di Jeremy, il fratellino autistico che trascorre pomeriggi interi a guardare i Pirati dei Caraibi. Quel vecchio dai capelli bianchi, lunghi e radi, dagli zigomi sporgenti e dalle fulminee e ciniche osservazioni sulla vita e sugli esseri umani è comunque fermamente intenzionato a spiazzarlo. Quando gli dice che gli fornirà una dichiarazione in articulo mortis – la confessione di un uomo in fin di vita – e gli racconterà tutto di sé, a partire dal Vietnam dove ha imparato a uccidere, fino a quel giorno del 1980, il ragazzo sa che se non lascerà immediatamente quell’ospizio, per tornare a occuparsi della madre e del fratellino, il suo compito di inglese si trasformerà nell’indagine più pericolosa della sua vita. Con un ritmo vertiginoso e ‘un finale perfetto sotto ogni punto di vista’ (Booklist), ‘il debutto magistrale di Allen Eskens’ (Publishers Weekly) è un romanzo sconvolgente che la critica ha collocato tra Mystic River di Dennis Lehane e Il buio oltre la siepe di Harper Lee. La storia di un ragazzo che scopre la chiave d’accesso alle verità sepolte dietro i silenzi della vita quotidiana. ‘Sullo sfondo di un inverno brutale nel Minnesota, Verità sepolte è molto più di un romanzo di suspense. È una storia che tocca il cuore. I personaggi sono reali come i miei vicini di casa, la trama avvincente e la scrittura eccellente’. Suspense Magazine ‘Eskens cattura il lettore e non abbandona più la presa’. Library Journal ‘Niente è più pericoloso che difendere un vecchio condannato per un crimine orribile’. Kirkus Review
(source: Bol.com)

Una verità per il duca

Accusato dodici anni prima di aver ucciso la fidanzata del padre, Mara Lowe, alla vigilia delle nozze, William Harrow, duca di Lamont, noto con il soprannome di Temple, non ha mai più potuto condurre una vita da aristocratico. La sua fama è però cresciuta negli angoli bui della fumosa Londra, grazie al successo dell’Angelo Caduto, il suo casinò. In realtà, Mara Lowe era scomparsa senza lasciare traccia per non essere costretta a sposare il vecchio duca, ma ora è tornata per salvare il fratello dai debiti contratti proprio nel casinò di Temple. E quale palpitante verità potrà ancora rivelare Mara Lowe al cuore del duca?

(source: Bol.com)

Verità o fede debole?

Il ruolo della religione cristiana nel mondo globalizzato e multiculturale, il suo rapporto con la morale, il complesso e delicato confronto tra verità e libertà e tra relativismo e fede, i pericoli e le tensioni di un mondo dove sembrano riaffacciarsi forme di violenza di matrice religiosa. Attorno a questi temi si sta articolando, ormai da qualche anno, anche il dialogo fra due dei più importanti pensatori viventi: l’antropologo francese René Girard e il filosofo italiano Gianni Vattimo. Partendo da presupposti speculativi differenti (l’antropologia cristiana di Girard e la filosofia heideggeriana di Vattimo), le risposte dei due interlocutori sono non di rado contrapposte, ma rimandano anche alla condivisione di alcuni valori, e a un comune atteggiamento di dialogo. Il testo, a cura di Pierpaolo Antonello, presenta al grande pubblico la trascrizione di tre conferenze che hanno visto i due autori confrontarsi sui punti più radicali del loro pensiero.
(source: Bol.com)

La verità di Amelia

‘Non è da lei’. Mentre si fa largo tra i passanti, Kate Baron ripensa incredula alla telefonata che l’ha costretta a lasciare una riunione decisiva per la sua carriera: dopo essere stata scoperta a copiare, sua figlia Amelia è stata sospesa con effetto immediato dal preside della Grace Hall, uno degli istituti privati più esclusivi di New York. ‘Non è da lei’, continua a ripetersi Kate, finché non si trova davanti a una scena sconvolgente. L’ingresso della scuola è bloccato da un cordone di agenti di polizia, vigili del fuoco e paramedici. E la causa è proprio sua figlia. Per la vergogna, Amelia si è suicidata, lanciandosi dal tetto dell’edificio. Col suo mondo ormai in pezzi, Kate si chiude in un bozzolo di dolore e sensi di colpa, ma alcuni giorni dopo la tragedia riceve un inquietante SMS anonimo: ‘Amelia non si è buttata’. Cosa significa? Possibile che la verità sia diversa da quella sostenuta dalle autorità scolastiche? Possibile che ci sia un’altra verità? Kate deve saperlo. Deve raccogliere le forze e scandagliare la vita della figlia, una vita segnata da ombre e segreti di cui lei neppure sospettava l’esistenza. E, a poco a poco, una domanda inizia a tormentarla. Chi era veramente Amelia? Solo trovando la risposta, Kate potrà rendere giustizia alla figlia. Solo così riuscirà a porterà alla luce la verità di Amelia. Diventato un clamoroso caso editoriale negli Stati Uniti grazie al passaparola, questo romanzo affronta il dramma di una madre e la complessità dei rapporti familiari con la tensione dei migliori thriller, ponendo al lettore un interrogativo quanto mai attuale: conosciamo davvero i nostri figli?

(source: Bol.com)

La verità celata: Serie thriller di James Blake

##
## Amazon Top 20 Best Seller Thriller ora disponibile per la prima volta in lingua italiana
Dall’**autore internazionale di Best Sellers Seb Kirby**, LA VERITÀ CELATA è una storia affascinante di crimine, corruzione e complotti. È un libro imperdibile per tutti i fans di Dan Brown, Harlan Coben, Daniel Silva e per tutti coloro che amano i thriller stimolanti ed emozionanti.
**“Un viaggio artistico nel crimine – emozionante e originale”**
Julia Blake è una restauratrice che si occupa di arte classica. La sua specialità è quella di indagare sotto la superficie dei dipinti per scoprire cosa nascondono. Lei è sicura che un buon numero di preziosi dipinti mancanti, ritenuti ‘perduti o distrutti’, siano in realtà stati sovradipinti con un altro lavoro, come metodo per nasconderli. A tale proposito, Julia ha rintracciato a Firenze una collezione di dipinti che sembra molto interessante ed è andata in questa città per cercare di scoprire un capolavoro nascosto e affermarsi nel mondo dell’arte.
**La verità celata** inizia quando James Blake, il marito di Julia, rientra nella loro casa a Londra e scopre che lei è stata uccisa. Che cosa l’aveva riportata a Londra senza preavviso? Perché qualcuno ha commesso questo sconvolgente crimine?
Blake è deciso a trovare i suoi assassini ma ha poco a cui aggrapparsi. Solo l’ultimo messaggio che Julia gli ha inviato dal suo telefono cellulare: ‘Aiutami’ con un allegato che mostra il dipinto di Michelangelo ‘Leda e il cigno’.
Come primo sospettato del delitto, James fugge dall’Inghilterra e si trova a percorrere una strada lastricata di inganni e pericoli attraverso i paesaggi mozzafiato di Venezia e Firenze in un mondo sommerso fatto di crimine, cospirazione e corruzione. Un percorso che lo porterà a scoprire l’assassino e la shockante verità celata dietro il mistero.
## D&R con Seb Kirby
*D: Perché ha voluto scrivere di una persona comune che, improvvisamente, si trova in una situazione in cui deve affrontare un omicidio e la criminalità organizzata?*
La maggior parte delle volte traggo ispirazione da persone ordinarie e piene di difetti, poste in situazioni che le portano al di fuori della loro vita normale. È interessante osservarle mentre lottano contro quelli che, per loro, sembrano essere ostacoli insormontabili. Alla fine, voglio risolvere le cose dalla loro parte. Se volete, potete considerarlo il mio modo per compensarle dei torti subiti. Che cosa fareste, quindi, se voi e la vostra famiglia entraste nel mirino della criminalità organizzata per essere uccisi e aveste solo pochi deboli indizi riguardo il motivo per cui siete stati proprio voi i prescelti?
*D: Perché il crimine nel mondo dell’arte funziona come tema principale della serie?*
Dopo la droga e le armi, i furti d’arte costituiscono il terzo crimine internazionale più diffuso. Secondo una stima, si parla di 6.000 milioni di dollari ogni anno. La criminalità organizzata è dietro molti dei furti d’arte più noti. Le opere d’arte rubate sono utilizzate come mezzo di scambio tra i membri della criminalità organizzata. Mi interesso all’arte da molto tempo. Prima di essere uno scrittore a tempo pieno, gran parte del mio lavoro includeva i metodi utilizzati per restaurare dipinti e sculture. Mi sembrava, quindi, naturale attingere da queste conoscenze per creare il mondo nel quale è immerso James Blake. Scoprire cosa si cela sotto l’opera d’arte e la sua storia è anche un buon veicolo per sviluppare il mistero e la suspense che, con grande impegno, ho cercato di trasmettere nella serie.
*D: Ci dica di più sui luoghi nei quali è ambientata la serie?*
La cospirazione criminale affrontata da James Blake è di portata internazionale. Ne LA VERITÀ CELATA, il primo della serie, gli eventi si svolgono a Londra, Firenze e Venezia.
**
### Sinossi
## Amazon Top 20 Best Seller Thriller ora disponibile per la prima volta in lingua italiana
Dall’**autore internazionale di Best Sellers Seb Kirby**, LA VERITÀ CELATA è una storia affascinante di crimine, corruzione e complotti. È un libro imperdibile per tutti i fans di Dan Brown, Harlan Coben, Daniel Silva e per tutti coloro che amano i thriller stimolanti ed emozionanti.
**“Un viaggio artistico nel crimine – emozionante e originale”**
Julia Blake è una restauratrice che si occupa di arte classica. La sua specialità è quella di indagare sotto la superficie dei dipinti per scoprire cosa nascondono. Lei è sicura che un buon numero di preziosi dipinti mancanti, ritenuti ‘perduti o distrutti’, siano in realtà stati sovradipinti con un altro lavoro, come metodo per nasconderli. A tale proposito, Julia ha rintracciato a Firenze una collezione di dipinti che sembra molto interessante ed è andata in questa città per cercare di scoprire un capolavoro nascosto e affermarsi nel mondo dell’arte.
**La verità celata** inizia quando James Blake, il marito di Julia, rientra nella loro casa a Londra e scopre che lei è stata uccisa. Che cosa l’aveva riportata a Londra senza preavviso? Perché qualcuno ha commesso questo sconvolgente crimine?
Blake è deciso a trovare i suoi assassini ma ha poco a cui aggrapparsi. Solo l’ultimo messaggio che Julia gli ha inviato dal suo telefono cellulare: ‘Aiutami’ con un allegato che mostra il dipinto di Michelangelo ‘Leda e il cigno’.
Come primo sospettato del delitto, James fugge dall’Inghilterra e si trova a percorrere una strada lastricata di inganni e pericoli attraverso i paesaggi mozzafiato di Venezia e Firenze in un mondo sommerso fatto di crimine, cospirazione e corruzione. Un percorso che lo porterà a scoprire l’assassino e la shockante verità celata dietro il mistero.
## D&R con Seb Kirby
*D: Perché ha voluto scrivere di una persona comune che, improvvisamente, si trova in una situazione in cui deve affrontare un omicidio e la criminalità organizzata?*
La maggior parte delle volte traggo ispirazione da persone ordinarie e piene di difetti, poste in situazioni che le portano al di fuori della loro vita normale. È interessante osservarle mentre lottano contro quelli che, per loro, sembrano essere ostacoli insormontabili. Alla fine, voglio risolvere le cose dalla loro parte. Se volete, potete considerarlo il mio modo per compensarle dei torti subiti. Che cosa fareste, quindi, se voi e la vostra famiglia entraste nel mirino della criminalità organizzata per essere uccisi e aveste solo pochi deboli indizi riguardo il motivo per cui siete stati proprio voi i prescelti?
*D: Perché il crimine nel mondo dell’arte funziona come tema principale della serie?*
Dopo la droga e le armi, i furti d’arte costituiscono il terzo crimine internazionale più diffuso. Secondo una stima, si parla di 6.000 milioni di dollari ogni anno. La criminalità organizzata è dietro molti dei furti d’arte più noti. Le opere d’arte rubate sono utilizzate come mezzo di scambio tra i membri della criminalità organizzata. Mi interesso all’arte da molto tempo. Prima di essere uno scrittore a tempo pieno, gran parte del mio lavoro includeva i metodi utilizzati per restaurare dipinti e sculture. Mi sembrava, quindi, naturale attingere da queste conoscenze per creare il mondo nel quale è immerso James Blake. Scoprire cosa si cela sotto l’opera d’arte e la sua storia è anche un buon veicolo per sviluppare il mistero e la suspense che, con grande impegno, ho cercato di trasmettere nella serie.
*D: Ci dica di più sui luoghi nei quali è ambientata la serie?*
La cospirazione criminale affrontata da James Blake è di portata internazionale. Ne LA VERITÀ CELATA, il primo della serie, gli eventi si svolgono a Londra, Firenze e Venezia.
### L’autore
Lo scrittore internazionale di Bestsellers Seb Kirby è l’autore della serie di Thriller che ha come protagonista principale James Blake (LA VERITÀ CELATA, L’OMBRA DELL’INGANNO e SCHEGGE DI ANGOSCIA) e della serie di science fiction thriller con Raymond Bridges (DOPPIO VINCOLO). Egli dice: “Sono stato un avido lettore fin dalla più tenera età, mio nonno gestiva una biblioteca mobile a Birmingham e quando la chiuse i miei genitori ereditarono molti dei libri in essa contenuti. Ne rimasi catturato sin dal primo momento. Ora, come scrittore a tempo pieno, il mio obiettivo è quello di aggiungere le mie storie alla magia delle meravigliose parole e storie che scoprii allora”.

I veri credenti

A ottant’anni da “Gente di Dublino”, O’Connor dipinge un ritratto divertito e partecipe degli irlandesi di oggi. Giovani rockettari, poeti, ragazzi in fuga da un paese represso e per qualcuno troppo avaro. Ciò che li distingue dai coetanei di altre terre e generazioni è il loro carattere di “veri credenti”, la loro dimensione spirituale che fa a pugni con l’ultima moda, con i club “hip-hop” di Soho, meta prediletta di sospirati viaggi a Londra. Goffi e teneri, i personaggi di O’Connor recidono il cordone ombelicale con la propria terra, per andare in cerca di fortuna e scoprire poi che la provvidenza segue logiche bizzarre, talvolta misteriose.
**

Vergine, Violenza, Vendetta

Le figlie di Pehr Tyrsson si svegliarono tardi, quella domenica lontana nel tempo, e si sbrigarono ad andare a messa: purtroppo non arrivarono mai. Dei briganti le aggredirono e le uccisero, per poi vendere i loro vestiti ad una famiglia… senza sapere che era proprio quella di Pehr Tyrsson. La vendetta del padre fu spietata e nel punto dove è stato versato il sangue delle fanciulle è sorta una chiesa attiva ancora oggi. Nel corso dei secoli questa leggenda svedese ha mutato forma ed è servita di ispirazione a ballate, poemi ma soprattutto come base per un celebre film di Ingmar Bergman: “La fontana della vergine”. Ricopiando la sceneggiatura da Bergman, altri quattro film racconteranno la stessa storia di origine medievale: una storia di Vergine, Violenza e Vendetta.

Verdure: Le Migliori Ricette Vegan (Facile E Veloce)

Se avete letto “Come avere più energia e appagamento oggi a 90 anni grazie al veganismo”, hai capito l’importanza di una dieta vegetariana fondamentale come determinante della buona salute.
Molte persone sono consapevoli di questo, ma è difficile cambiare abitudini alimentari.
Per risolvere questo problema è questo libro che vi insegnerà a fare la transizione verso una dieta più sana gradualmente. Personalmente penso che sia un errore passa improvvisamente ad una dieta vegetariana, perché l’esperienza dimostra che i cambiamenti repentini sono di breve durata.
Non dobbiamo rinunciare ai sapori che sono stati con tutti noi la nostra vita e abbiamo anche la possibilità di aggiungere nuovi sapori per i vostri piaceri del palato.
Ridurre di una piccola percentuale del consumo di prodotti animali, senza abbandonare completamente, e ci mette sulla via della salute. Vi sentirete così bene che si va più lontano lungo questa strada non rappresenterà uno sforzo, ma un piacere.
Questo libro è ricette facili e veloci con verdure.