42017–42032 di 74503 risultati

Una lacrima color turchese

Il giorno di Natale, in uno sperduto paesino di montagna sommerso come ogni anno da una fitta coltre di neve, accade un fatto sconvolgente: mentre la gente si dispone a mettere da parte i rancori, cercando di essere più buona almeno per le festività, le statuine di Gesù Bambino scompaiono misteriosamente da tutti i presepi. Le prime ad accorgersene sono tre madri di famiglia che, indignate, accusano i figli del furto. Quando però si sparge la voce che l’inquietante fatto non ha colpito solo quel borgo ma addirittura il mondo intero, la rabbia cede il posto al panico. Cosa può nascondersi dietro a un evento così assurdo e angosciante? L’umanità ha disperatamente bisogno di risposte. Teologi e satanisti, esperti e millantatori si lanciano in teorie e ipotesi. Non si arrendono di fronte a nulla, l’importante è individuare un colpevole. Ma la ricerca sembra essere destinata a non avere fine. Eppure basterebbe sottrarsi alla frenesia e riflettere per un momento in silenzio per rendersi conto che quel mistero ci coinvolge tutti. Se solo avessimo il coraggio di guardare dentro ai nostri cuori e interrogare le nostre coscienze…
**
### Sinossi
Il giorno di Natale, in uno sperduto paesino di montagna sommerso come ogni anno da una fitta coltre di neve, accade un fatto sconvolgente: mentre la gente si dispone a mettere da parte i rancori, cercando di essere più buona almeno per le festività, le statuine di Gesù Bambino scompaiono misteriosamente da tutti i presepi. Le prime ad accorgersene sono tre madri di famiglia che, indignate, accusano i figli del furto. Quando però si sparge la voce che l’inquietante fatto non ha colpito solo quel borgo ma addirittura il mondo intero, la rabbia cede il posto al panico. Cosa può nascondersi dietro a un evento così assurdo e angosciante? L’umanità ha disperatamente bisogno di risposte. Teologi e satanisti, esperti e millantatori si lanciano in teorie e ipotesi. Non si arrendono di fronte a nulla, l’importante è individuare un colpevole. Ma la ricerca sembra essere destinata a non avere fine. Eppure basterebbe sottrarsi alla frenesia e riflettere per un momento in silenzio per rendersi conto che quel mistero ci coinvolge tutti. Se solo avessimo il coraggio di guardare dentro ai nostri cuori e interrogare le nostre coscienze…
### Dalla quarta di copertina
Finita la funzione, i fedeli uscirono sul sagrato invaso dalla neve. Cominciò così la ronda delle strette di mano e degli auguri e dei sorrisi compiaciuti. Il tutto condito dai “Buon Natale” di circostanza che fiorivano su bocche contorte da un’ipocrisia così palese che cadeva in basso, forando la neve come fiocchi di piombo. Dall’interno della chiesa, attraverso le porte aperte, il Bambin Gesù osservava. Se qualcuno fosse entrato per adorarlo, si sarebbe accorto che quel piccolo non rideva. 

Lacci

Che cosa lasciamo, quando lasciamo qualcuno? Una casa, una famiglia, il passato, un’idea di futuro, la nostra peggiore fotografia impressa a fuoco negli occhi di chi abbiamo amato. Passiamo la vita a spaccare vasi e incollare cocci illudendoci di essere nuovi di zecca. E cerchiamo di non guardare troppo indietro, perché il tempo dei bilanci è un tempo vano, ridicolo e struggente. Domenico Starnone ha scritto un libro intensissimo e vero. Il racconto a tre voci delle forze sotterranee che tengono in vita i matrimoni anche dopo l’amore. «Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie». Si apre cosí la lettera che Vanda scrive al marito che se n’è andato di casa, lasciandola in preda a una tempesta di rabbia impotente e domande che non trovano risposta. Si sono sposati giovani all’inizio degli anni Sessanta, per desiderio di indipendenza, ma poi attorno a loro il mondo è cambiato, e ritrovarsi a trent’anni con una famiglia a carico è diventato un segno di arretratezza piú che di autonomia. Perciò adesso lui se ne sta a Roma, innamorato della grazia lieve di una sconosciuta con cui i giorni sono sempre gioiosi, e lei a Napoli con i figli, a misurare l’estensione del silenzio e il crescere dell’estraneità. Che cosa siamo disposti a sacrificare, pur di non sentirci in trappola? E che cosa perdiamo, quando scegliamo di tornare sui nostri passi? Perché niente è piú radicale dell’abbandono, ma niente è piú tenace di quei lacci invisibili che legano le persone le une alle altre. E a volte basta un gesto minimo per far riaffiorare quello che abbiamo provato a mettere da parte. Domenico Starnone ci regala una storia emozionante e fortissima, il racconto magistrale di una fuga, di un ritorno, di tutti i fallimenti, quelli che ci sembrano insuperabili e quelli che ci fanno compagnia per una vita intera.

Il labirinto dei libri segreti

Un cimitero maledetto.Un enigma secolare.Un’unica domanda:Chi è davvero Jacqueline?Agosto 2001. Jacqueline Morceau, una giovane pittrice americana, è a Parigi per esporre i suoi quadri. Ma il promettente soggiorno nella ville lumière si trasforma presto in un incubo: davanti ai suoi occhi, sul sagrato della cattedrale di Notre-Dame, uno sconosciuto si toglie la vita. Accusata di omicidio e costretta a nascondersi per sfuggire alla polizia, Jacqueline trova rifugio nel cuore della città, in un’antica casa che sembra nascondere inquietanti segreti. Incalzata dal commissario Danielle Genesse e guidata da strani personaggi – un clochard dall’odore di birra e gelsomino, un cavaliere con un gufo sulla spalla, un uomo quasi cieco che sembra conoscere molte cose – Jacqueline segue le tracce di una verità che si fa sempre più angosciante: quello che è accaduto ha a che fare, in qualche modo, con il suo passato… Un vero e proprio labirinto da percorrere, che la porterà negli angoli più remoti di Parigi, fino al cimitero di Père-Lachaise: quale mistero aleggia sulle tombe dei celebri personaggi lì sepolti? Che cosa lega tra loro le anime di Jim Morrison, Fryderyk Chopin, Oscar Wilde, Maria Callas, Giuliano l’Apostata, Maria Walewska, Allan Kardec, Caterina de’ Medici e le oscure profezie di Nostradamus? L’enigma è custodito in due antichissimi libri. E l’unica chiave per risolverlo potrebbe essere proprio lei, Jacqueline.Paolo Di RedaIl labirinto dei libri segreti è il suo terzo romanzo, dopo Ricordare non basta e Prove generali per scomparire. Ha inoltre partecipato all’antologia Roma per le strade con il racconto A finestre aperte e scritto due sceneggiature per il cinema con il regista Gian Paolo Cugno (Salvatore. Questa è la vita e La bella società). Ha collaborato alla sceneggiatura di Sleeping around. Diletto in letto, del regista Marco Carniti.Flavia Ermeteslaureata in Biologia molecolare e Farmacia, ha lavorato nel campo della ricerca e del giornalismo scientifico. È stata anche autrice TV e da molti anni si occupa di cinema e audiovisivi, coltivando sempre, in prima persona, il suo amore per l’arte, la danza, il teatro e la scrittura, senza mai rinunciare all’impegno per la difesa dei diritti degli animali e l’ecologia. È vicepresidente dell’associazione animalista Pet Village, che soccorre e accoglie animali maltrattati e abbandonati, ed è stata autrice di una trasmissione TV sui diritti animali, Animalife. Dipinge da sempre e suoi quadri sono stati esposti in mostre collettive e personali.

Labirinto d’ossa: Un’avventura della Sigma Force

«*I libri della Sigma Force sono il massimo della letteratura di intrattenimento.*»
**The New York Times**
«*Rollins è il migliore a rendere credibili avventure incredibili, che ti lasciano sempre con il desiderio di leggerne un’altra.*»
**Publishers Weekly**
«*Lo scettro del re dei romanzi d’avventura è in mano a James Rollins.*»
**The Huffington Post**
«*Prendete il meglio di Michael Chrichton e di Clive Cussler e otterrete James Rollins.*»
**Associated Pres**
**IL DESTINO DELL’UMANITÀ
È UN SEGRETO TRACCIATO COL SANGUE**
**Roma, 1669**
Un messaggero imperiale consegna nelle mani di un sacerdote una mappa e una scheggia d’osso. Poi si suicida.
Quale terribile segreto muore con lui?
**Croazia, oggi**
Un terremoto riporta alla luce un sistema di grotte sconosciuto.
Una squadra di archeologi si avventura in quel labirinto e fa una scoperta inquietante, ma poi rimane intrappolata da una frana.
È un incidente o un sabotaggio?
**Parigi, oggi**
Gray Pierce, agente della Sigma, è in vacanza quando gli viene ordinato di partire immediatamente in aiuto degli archeologi in trappola.
Ma ben presto capisce che la posta in gioco è molto più alta…
**Roma, 1669. ** Un soldato s’inchina al cospetto di padre Athanasius Kircher, uno dei più autorevoli sapienti del mondo. Gli consegna una mappa, una scheggia d’osso e un messaggio. Poi si suicida. Perché nessuno possa estorcergli con l’inganno o la tortura il suo terribile segreto.
**Croazia, oggi.** Quando la paleoantropologa Lena Crandall s’inoltra in un complesso di grotte appena riportate alla luce da un terremoto, capisce di essere di fronte a una scoperta eccezionale: alcune elaboratissime pitture rupestri che raffigurano uomini e animali minacciati da enormi sagome inquietanti. Chi – o cosa – sono quelle figure? Prima di riuscire a porsi altre domande, però, un nuovo sisma fa tremare la terra, imprigionando lei e il suo gruppo nell’oscurità.
**Parigi, oggi.** A Gray Pierce non capita spesso di potersi prendere una vacanza. E infatti viene subito richiamato in servizio dalla Sigma Force per soccorrere il team della dottoressa Crandall. Ma quella missione di salvataggio si trasformerà ben presto in una sfida mortale contro un nemico sfuggente e antichissimo, che rischia di essere oltre le sue possibilità. Perché se Gray non riuscirà a fermare quella forza distruttrice, la vita sulla Terra potrebbe cambiare per sempre. O finire nel silenzio…
**
### Sinossi
«*I libri della Sigma Force sono il massimo della letteratura di intrattenimento.*»
**The New York Times**
«*Rollins è il migliore a rendere credibili avventure incredibili, che ti lasciano sempre con il desiderio di leggerne un’altra.*»
**Publishers Weekly**
«*Lo scettro del re dei romanzi d’avventura è in mano a James Rollins.*»
**The Huffington Post**
«*Prendete il meglio di Michael Chrichton e di Clive Cussler e otterrete James Rollins.*»
**Associated Pres**
**IL DESTINO DELL’UMANITÀ
È UN SEGRETO TRACCIATO COL SANGUE**
**Roma, 1669**
Un messaggero imperiale consegna nelle mani di un sacerdote una mappa e una scheggia d’osso. Poi si suicida.
Quale terribile segreto muore con lui?
**Croazia, oggi**
Un terremoto riporta alla luce un sistema di grotte sconosciuto.
Una squadra di archeologi si avventura in quel labirinto e fa una scoperta inquietante, ma poi rimane intrappolata da una frana.
È un incidente o un sabotaggio?
**Parigi, oggi**
Gray Pierce, agente della Sigma, è in vacanza quando gli viene ordinato di partire immediatamente in aiuto degli archeologi in trappola.
Ma ben presto capisce che la posta in gioco è molto più alta…
**Roma, 1669. ** Un soldato s’inchina al cospetto di padre Athanasius Kircher, uno dei più autorevoli sapienti del mondo. Gli consegna una mappa, una scheggia d’osso e un messaggio. Poi si suicida. Perché nessuno possa estorcergli con l’inganno o la tortura il suo terribile segreto.
**Croazia, oggi.** Quando la paleoantropologa Lena Crandall s’inoltra in un complesso di grotte appena riportate alla luce da un terremoto, capisce di essere di fronte a una scoperta eccezionale: alcune elaboratissime pitture rupestri che raffigurano uomini e animali minacciati da enormi sagome inquietanti. Chi – o cosa – sono quelle figure? Prima di riuscire a porsi altre domande, però, un nuovo sisma fa tremare la terra, imprigionando lei e il suo gruppo nell’oscurità.
**Parigi, oggi.** A Gray Pierce non capita spesso di potersi prendere una vacanza. E infatti viene subito richiamato in servizio dalla Sigma Force per soccorrere il team della dottoressa Crandall. Ma quella missione di salvataggio si trasformerà ben presto in una sfida mortale contro un nemico sfuggente e antichissimo, che rischia di essere oltre le sue possibilità. Perché se Gray non riuscirà a fermare quella forza distruttrice, la vita sulla Terra potrebbe cambiare per sempre. O finire nel silenzio…

Labirinto d’ossa

Roma, 1669. Un soldato s’inchina al ospetto di padre Athanasius Kircher, uno dei più autorevoli sapienti del mondo. Gli consegna una mappa, una scheggia d’osso e un messaggio. Poi si suicida. Perché nessuno possa estorcergli con l’inganno o la tortura il suo terribile segreto. Croazia, oggi. Quando la paleoantropologa Lena Crandall s’inoltra in un complesso di grotte appena riportate alla luce da un terremoto, capisce di essere di fronte a una scoperta eccezionale: alcune elaboratissime pitture rupestri che raffigurano uomini e animali minacciati da enormi sagome inquietanti. Chi – o cosa – sono quelle figure? Prima di riuscire a porsi altre domande, però, un nuovo sisma fa tremare la terra, imprigionando lei e il suo gruppo nell’oscurità. Parigi, oggi. A Gray Pierce non capita spesso di potersi prendere una vacanza. E infatti viene subito richiamato in servizio dalla Sigma Force per soccorrere il team della dottoressa Crandall. Ma quella missione di salvataggio si trasformerà ben presto in una sfida mortale contro un nemico sfuggente e antichissimo, che rischia di essere oltre le sue possibilità. Perché se Gray non riuscirà a fermare quella forza distruttrice, la vita sulla Terra potrebbe cambiare per sempre. O finire nel silenzio…

Labirinto blu

La sera in cui trova il cadavere del figlio sulla soglia di casa, l’agente dell’FBI Aloysius Pendergast non ha idea di chi possa celarsi dietro quell’omicidio. Sa soltanto che il messaggio è diretto senza dubbio a lui. Per cercare il suo nemico, Pendergast si concentra sulla gemma rarissima rinvenuta nello stomaco della vittima durante l’autopsia; ma nei luoghi bui della miniera abbandonata dove la pista lo conduce sarà obbligato a fare i conti con un sinistro segreto di famiglia che credeva sepolto. È dunque la vendetta a perseguitarlo? Nella fitta trama in cui l’abile aguzzino stringe Pendergast, sembra intrecciarsi anche l’omicidio di un tecnico di laboratorio del Museo di Storia Naturale sul quale sta indagando il suo amico Vincent D’Agosta, tenente della polizia di New York. E mentre l’agente dell’FBI comincia a soccombere al peso del passato e la sua mente è trascinata in un mondo onirico da incubo, il compito di scoprire quale sia la connessione tra la gemma e i resti umani sui quali stava lavorando il tecnico del museo toccherà alla sua prediletta Constance e alla scienziata Margo. Ma l’enigma non potrà dirsi risolto finché l’ultimo e più importante elemento non avrà preso posto sulla scacchiera. Invischiato in un complotto crudelmente geniale, Pendergast giungerà a verità che mai avrebbe immaginato.

La Verità (George e Harvey Vol. 2) (Italian Edition)

“La verità” è il secondo racconto breve di Ashley John e la seconda parte della serie “George & Harvey”. Questa che leggerete è la seconda edizione, completamente revisionata e con nuovi contenuti.
Dopo lo straziante confronto con il fratello, Harvey cerca di raccogliere i cocci della sua vita ma non riesce a capire in che modo Leo e George possano inserirsi nei suoi piani.
Quando poi la moglie di George torna a casa, dopo aver trascorso del tempo lontana per assistere la madre in fin di vita, l’uomo deve prendere una decisione. Deve scegliere tra Paula e il suo giovane amante, mentre Harvey deve decidere tra una proposta arrivata del tutto inaspettata da parte del fratello e George. Riuscirà finalmente Harvey a stare con l’uomo che ama? Troverà alla fine la famiglia a cui tanto anela? George avrà il coraggio di fare la cosa giusta seguendo il suo cuore o continuerà a fare a pezzi quello di Harvey?
**

La Rosa dei Venti

Oltre diecimila copie scaricate dall’uscita (7 luglio 2014) ad oggi, grazie infinite!

Contiene tutti e tre i Volumi (Nel mio Mondo-L’oceano tra noi-Oltre).

Laureen Venier: ventidue anni, vive in Riviera del Brenta (Venezia) portando sulle spalle il peso della fabbrica di mobili ereditata dal padre, scomparso in un incidente dalle dinamiche poco chiare. Fabbrica gravata da una grossa ipoteca a causa di un prestito molto gravoso contratto con un misterioso amico.

Miguel De Marchi Duartes: ventinove anni, è il figlio naturale di uno spietato imprenditore, di origini italiane. Fino all’adolescenza, è cresciuto tra i rochos di Caracas, Venezuela. Alla morte del figlio legittimo, il padre lo riconosce per motivi di opportunità e lo strappa alla sua famiglia adottiva. Dovrà imparare tutto di quel nuovo mondo e ben presto il padre, verso il quale egli prova grosso rancore, lo metterà a capo di un impero.
Laureen si trova a chiedergli aiuto in un tentativo disperato per evitare che la fabbrica, ormai sull’orlo della rovina, venga rasa al suolo per fabbricarvi un ipermercato. Ignara crede di rivolgersi al segretario di De Marchi senior, ma…..

**

La luce che muore

ll passato di un agente dell’FBI è un libro sempre aperto. Nella memoria di Brigid Quinn, ex agente dell’FBI esperta in reati sessuali, si agitano ricordi che vorrebbe cancellare per sempre: è per questo che ha deciso di lasciare il lavoro prima del tempo, sperando di non dover mai più vedere le cose che ha visto, e ha provato a rifarsi una vita a Tucson. Lì, apparentemente, la sua vita scorre tranquilla, con il marito, una coppia di carlini e la sensazione di essersi lasciata il peggio alle spalle. Ma per un’agente dell’FBI il passato non passa mai del tutto. E infatti, ben presto torna a bussare alla sua porta, nelle sembianze di Floyd Lynch, un uomo che si dichiara colpevole di un vecchio omicidio – quello che ha segnato per sempre la carriera, e la vita, di Brigid. Per lei potrebbe essere la fine del suo peggior incubo, ma l’agente che si occupa ora del caso, Laura Coleman, non crede alla confessione di Floyd. Brigid si trova così nuovamente coinvolta: non può tirarsi indietro, perché è disposta a qualsiasi cosa pur di scoprire la verità. Un debutto acclamatissimo, tradotto in undici lingue, finalista all’Edgar Award e al Macavity Award nella categoria miglior esordio, con una protagonista straordinaria: con La luce che muore Becky Masterman si afferma come una delle voci più originali e di maggior successo del thriller contemporaneo. «Un thriller rovente… La Masterman riesce a spiazzare il lettore in un modo straordinario.» The New York Times

La favola di Eros e Psiche

“С’еranо una volta in una citta un re e una regina, che avevano tre figlie bellissime…” Cotnincia cost, nel piu classico dei modi “La favola di Eros e Psiche”, una lunga digressione narrativa contenuta in uno dei primi “romanzi” della letteratura occidentale, le Metamorfosi, composto nel II secolo d.C. L’autore e Lucio Apuleio, rampollo di una facoltosa famiglia romana della Numidia. L’episodio di Eros e Psiche rappresenta forse il momento di piu alta ispirazione poetica delle Metamorfosi, carico di significati e simboli religiosi e filosofici. Di certo la vicenda della fanciulla sposa di Amore, capace di suscitare la gelosia di Venere e un imperdibile capolavoro che ha avuto straordinaria influenza sulla letteratura e nella storia dell’arte dei secoli successivi.

L’eternità rubata

Una mattina di Marzo gli occhi di Elisa sfiorano per un istante di troppo quelli di Stefano, un cantautore sconosciuto della provincia di Napoli, destinato a scombussolare il cuore della donna. I due non potrebbero essere più diversi… Lui, un ragazzo semplice e malinconico, senza lavoro e libero; lei, ricca, prigioniera delle sue scelte e sposata a un uomo prepotente e pericoloso. Questa è la storia di due fragili e inseparabili anime. In un luogo come Casandrino, quando l’amore accade, viene visto come un demone da esorcizzare. I due si innamorano, si straziano la pelle e l’anima, sfidano la malvagità di persone corrotte e senza pietà alcuna, sfidano se stessi e l’eternità. L’eternità rubata.

L’anno dei dominatori

Anno 2010: la Terra si trova in un momento fortemente critico della sua evoluzione, quando uno sbarco alieno sembra riportare la speranza. Gli extraterrestri offrono la tecnologia necessaria a risolvere i problemi del pianeta, e in cambio chiedono solo di poter usare il materiale enzimatico e biochimico proveniente dalle creature terrestri. Cosa c’è dietro tutto questo? Il compito di scoprirlo spetta ad Anna Sharman, agente dei Servizi segreti, che seguendo i fili del mistero si troverà catapultata nel cuore di un’oscura vicenda di sangue, droga, magia nera e reincarnazione che affonda le sue radici negli inquietanti episodi avvenuti nei boschi norvegesi durante l’invasione nazista.

L’anitra selvatica

Un nuovo indirizzo appare con L’anitra selvatica (1884), che mette in scena dei marginali e dove anche il simbolo – l’anatra selvatica chiusa in un casolare – ha qualche cosa di spento. Ibsen è corroso dal dubbio: si chiede se vale la pena di esigere la verità a qualsiasi prezzo restando liberi.
**
### Sinossi
Un nuovo indirizzo appare con L’anitra selvatica (1884), che mette in scena dei marginali e dove anche il simbolo – l’anatra selvatica chiusa in un casolare – ha qualche cosa di spento. Ibsen è corroso dal dubbio: si chiede se vale la pena di esigere la verità a qualsiasi prezzo restando liberi.

L’angelo della finestra d’Occidente

Nell’”Angelo della finestra d’Occidente” Meyrink inscena la biografia di un alchimista realmente vissuto – quel John Dee che fu matematico e cultore di discipline ermetiche, magiche e astrologiche sotto il regno di Elisabetta I d’Inghilterra –, ma in modo da evocare gli stadi di un vero e proprio processo alchemico in cui morte e rinascita sono momenti progressivi per accedere all’autentica conoscenza. Così, quando John Dee si ridesta nell’ultimo discendente della sua stirpe, il barone Müller, intorno a costui riappaiono le forze e i personaggi che, già secoli prima, avevano aiutato o ostacolato l’antenato nella ricerca della Pietra filosofale. In un fatale gioco di sdoppiamenti il barone Müller rivive l’arresto di John Dee nella Torre di Londra, la liberazione ad opera di un’Elisabetta non ancora regina, gli esperimenti condotti insieme a Edward Kelley (emissario in terra dell’angelo della finestra d’Occidente), la fuga dall’Inghilterra e l’ospitalità dell’imperatore Rodolfo in Boemia. Ma la via alchemica può compiersi solo attraverso la conquista della «donna occulta», la Regina dei filosofi. Che non sarà Elisabetta, posseduta per violenza d’incantesimo da John Dee, né la principessa Assja Chotokalungin, dai gialli occhi di pantera, bramata fino all’odio dal barone Müller, ma un’ulteriore, ancor più misteriosa figura.

L.A. tattoo

Los Angeles: Elvis Cole riceve la telefonata che aspettava sin dell’infanzia. La polizia ha trovato in un vicolo un uomo ferito a morte e completamente tatuato che, prima di morire, è riuscito a pronunciare le sue ultime parole: “Sto cercando mio figlio, Elvis Cole”. Da sempre ossessionato dalla figura del padre, su cui sa poco o niente, Elvis si rivolge alle uniche persone che possono aiutarlo: l’enigmatico amico Joe Pike e la tagliente detective Carol Starkey. Insieme i tre si lanciano in un’indagine che arriverà a far luce sull’identità dell’uomo morto e sul suo terribile segreto. Ma ancora non sospettano di aver risvegliato un mostro che dormiva: un killer spietato, uno psicopatico convinto che Cole gli stia dando la caccia…

Kobane calling

Tre viaggi nel corso di un anno. Turchia, Iraq, Siria, per documentare la vita della resistenza curda in una delle zone calde meno spiegate dai media mainstream. Zerocalcare realizza un lungo racconto, a tratti intimo, a tratti corale, nel quale l’esistenza degli abitanti del Rojava (una regione il cui nome non si sente mai ai telegiornali) emerge come un baluardo di estrema speranza per tutta l’umanità.
**