41777–41792 di 65579 risultati

Rose

The Fowlers Sisters Una nuova serie dall’autrice bestseller del New York Times Le tre sorelle Fowler stanno arrivando Si dice che per il figlio minore sia tutto più facile, ma è una bugia. Diversamente dalle mie sorelle non sarò mai notata per i miei successi. Lavoro sodo alla Fleur Cosmetics e non conto niente. Ma da quando ho messo al collo quel meraviglioso diamante le cose sono cambiate: stavolta è il mio turno di dire di no a mio padre, di risaltare sulle mie sorelle e di prendermi l’uomo che desidero. Quello che per la prima volta mi fa sentire libera. Monica MurphyÈ autrice di diversi romanzi, bestseller del «New York Times» e di «USA Today». Oltre all’acclamata serie One Week Girlfriend (Non dirmi un’altra bugia, Dammi un’altra possibilità, Promettimi che mi amerai, Resta per sempre con me, disponibili anche nel volume unico Segrete Bugie), la Newton Compton ha pubblicato con successo anche la Private Club Series (Non posso fare a meno di te, Ti odierò fino ad amarti, La risposta è amore e Scommettiamo che sarà per sempre?). Con Il mio sogno proibito inizia una nuova saga, la Reverie Series, incentrata sull’amore di Nick e Reverie Hale.

Una rosa per Emily

L’arte di Faulkner fu grandissima non solo in vasti e dilaganti romanzi come Luce d’agosto o ”Assalonne, Assalonne!”, ma anche in certi racconti brevi e asciutti, di memorabile intensità. Storie di donne del profondo Sud, oscillanti fra la nostalgia, la follia e il noir – ritratti in cui è incisa la cifra di uno scrittore di prodigiosa potenza. Questo libro ne raduna tre, ”Una rosa per Emily”, ”Miss Zilphia Gant” e ”Adolescenza”, assumendo come titolo quello del più celebre di essi, che per molti è diventato il simbolo della narrativa di Faulkner, ossessivamente legata all’evocazione di un mondo svanito, quale appare a uno sguardo solitario, celato dietro la scena: ‘Di tanto in tanto la vedevamo a una delle finestre del pianterreno – aveva evidentemente chiuso il piano superiore della casa –, simile al busto scolpito di un idolo in una nicchia, che ci guardava oppure non ci guardava, era impossibile dirlo. Così passò da una generazione all’altra, amabile, ineluttabile, impervia, tranquilla e perversa’.
(source: Bol.com)

La Rosa del Mondo

Dall’alba del mondo, Elda era stata governata da tre divinità, nelle cui mani risiedeva l’equilibrio di ogni cosa. I popoli e le creature di Elda vivevano in pace grazie alla Donna, all’Uomo e alla Bestia. Ma l’armonia era stata spezzata dall’avidità e dalla lascivia di Rahe, il più grande mago mai esistito, che aveva imprigionato l’Uomo e aveva rapito le altre due; e la magia aveva cominciato a tornare nel mondo solo quando Virelai, l’apprendista di Rahe, era fuggito portando con sé la Rosa del Mondo. La dea, libera dopo i lunghi anni vissuti con il mago, è ora sposata con il re delle Isole del Nord, Ravn Asharson; ma le navi dell’impero del Sud, sotto la folle guida di Tycho Issian, puntano verso Halbo, portando una guerra che molti chiamano ‘sacra’. E mentre Katla Aransen, rapita dai predoni, viene rinchiusa nel bordello del Signore di Forent, Saro Vingo, segregato nei sotterranei della Città Eterna per volere del perverso fratello, è costretto dalla sua sovrannaturale empatia a vivere il dolore di chiunque lo sfiori.
Ma gli dèi si stanno risvegliando, e nella lotta per liberarsi e fare ritorno su Elda cambieranno per sempre l’aspetto del mondo.

La rosa del drago

Nell’Inghilterra medievale una donna misteriosa legge il destino nelle fiamme.
Ogni sua predizione è la promessa di un amore.
Figlia illegittima di un nobiluomo, la bellissima Shayla ha passato in convento la maggior parte della sua vita. Dopo la morte del padre, e prima che possa farsi suora, lo zio lord Seraphin manda un gruppo di mercenari a prenderla: progetta di offrirla in dono a Enrico Plantageneto, giovane re d’Inghilterra, per ingraziarselo. Al corrente delle sue cattive intenzioni, la fedele e anziana serva Fia aiuta Shayla a scappare. Ma durante la fuga il cavallo si imbizzarrisce, e Shayla sarebbe perduta se non fosse per l’intervento audace di un misterioso cavaliere. Il suo nome è Benjamin, noto in tutto il regno come il Drago di Kingsden. Un drago determinato a tenere per sé la meravigliosa fanciulla che il destino gli ha fatto incontrare.
**
### Sinossi
Nell’Inghilterra medievale una donna misteriosa legge il destino nelle fiamme.
Ogni sua predizione è la promessa di un amore.
Figlia illegittima di un nobiluomo, la bellissima Shayla ha passato in convento la maggior parte della sua vita. Dopo la morte del padre, e prima che possa farsi suora, lo zio lord Seraphin manda un gruppo di mercenari a prenderla: progetta di offrirla in dono a Enrico Plantageneto, giovane re d’Inghilterra, per ingraziarselo. Al corrente delle sue cattive intenzioni, la fedele e anziana serva Fia aiuta Shayla a scappare. Ma durante la fuga il cavallo si imbizzarrisce, e Shayla sarebbe perduta se non fosse per l’intervento audace di un misterioso cavaliere. Il suo nome è Benjamin, noto in tutto il regno come il Drago di Kingsden. Un drago determinato a tenere per sé la meravigliosa fanciulla che il destino gli ha fatto incontrare.

La Rosa D’Oro

L’Inghilterra dei Tudor, dalla fine della guerra delle Due Rose ai fasti della corte di Elisabetta I, rivive attraverso le avventure dell’enigmatico sir Thomas, detto Lupo dei Cavendish, e dei suoi discendenti. Inghilterra, 1530 – Lady Kat Fitzhugh, già vedova due volte, si vede imporre dal re Enrico VIII un terzo marito ed è costretta ad accettarlo nel proprio castello in veste di corteggiatore. Lui, Sir Brandon Cavendish, noto rubacuori e padre di due bambini avuti da donne diverse, arriva a Bodiam controvoglia, ma si innamora subito della dolcezza e dell’intelligenza dell’affascinante signora del castello. Poco prima del matrimonio, il nipote di Kat, Fenton, cerca di uccidere lo sposo per non perdere l’agognata eredità della zia. Sono ore d’angoscia, tuttavia Brandon non è solo: al suo fianco combattono il fratello Guy e altri prodi cavalieri, mentre a confortare Kat c’è Lady Celeste, la dolce moglie di Guy. Tudors Collection – Vol. 4

La rosa d’oro (eLit)

L’Inghilterra dei Tudor, dalla fine della guerra delle Due Rose ai fasti della corte di Elisabetta I, rivive attraverso le avventure dell’enigmatico sir Thomas, detto Lupo dei Cavendish, e dei suoi discendenti.
Inghilterra, 1530 – Lady Kat Fitzhugh, già vedova due volte, si vede imporre dal re Enrico VIII un terzo marito ed è costretta ad accettarlo nel proprio castello in veste di corteggiatore. Lui, Sir Brandon Cavendish, noto rubacuori e padre di due bambini avuti da donne diverse, arriva a Bodiam controvoglia, ma si innamora subito della dolcezza e dell’intelligenza dell’affascinante signora del castello. Poco prima del matrimonio, il nipote di Kat, Fenton, cerca di uccidere lo sposo per non perdere l’agognata eredità della zia. Sono ore d’angoscia, tuttavia Brandon non è solo: al suo fianco combattono il fratello Guy e altri prodi cavalieri, mentre a confortare Kat c’è Lady Celeste, la dolce moglie di Guy.
Tudors Collection – Vol. 4
**
### Sinossi
L’Inghilterra dei Tudor, dalla fine della guerra delle Due Rose ai fasti della corte di Elisabetta I, rivive attraverso le avventure dell’enigmatico sir Thomas, detto Lupo dei Cavendish, e dei suoi discendenti.
Inghilterra, 1530 – Lady Kat Fitzhugh, già vedova due volte, si vede imporre dal re Enrico VIII un terzo marito ed è costretta ad accettarlo nel proprio castello in veste di corteggiatore. Lui, Sir Brandon Cavendish, noto rubacuori e padre di due bambini avuti da donne diverse, arriva a Bodiam controvoglia, ma si innamora subito della dolcezza e dell’intelligenza dell’affascinante signora del castello. Poco prima del matrimonio, il nipote di Kat, Fenton, cerca di uccidere lo sposo per non perdere l’agognata eredità della zia. Sono ore d’angoscia, tuttavia Brandon non è solo: al suo fianco combattono il fratello Guy e altri prodi cavalieri, mentre a confortare Kat c’è Lady Celeste, la dolce moglie di Guy.
Tudors Collection – Vol. 4

La rosa d’Irlanda

Irlanda, 1593 – Mentre si trova nel bel mezzo di una sortita per liberare dal Castello di Dublino e dalle guardie inglesi il figlio del suo signore, l’aitante Devlin Fitzhugh viene catturato dopo aver salvato la vita ad Alyssa, una bellissima fanciulla inglese che stava per essere uccisa da un soldato. Lei lo aiuta a evadere dalla prigione e fugge con lui. Devlin, dal canto suo, è sempre stato un guerriero solitario, vincolato solo dalla fedeltà giurata al suo signore. Ma ora il destino gli ha recato una figlia che non aveva mai visto prima e l’amore per la nobile fanciulla inglese. Purtroppo tutto ciò non porta con sé solo gioia ma fa anche nascere invidie e gelosie. L’amore fra Alyssa e Devlin è però troppo forte perché possa soccombere e, dopo traversie di ogni sorta, i due innamorati coroneranno il loro sogno d’amore.
**
### Sinossi
Irlanda, 1593 – Mentre si trova nel bel mezzo di una sortita per liberare dal Castello di Dublino e dalle guardie inglesi il figlio del suo signore, l’aitante Devlin Fitzhugh viene catturato dopo aver salvato la vita ad Alyssa, una bellissima fanciulla inglese che stava per essere uccisa da un soldato. Lei lo aiuta a evadere dalla prigione e fugge con lui. Devlin, dal canto suo, è sempre stato un guerriero solitario, vincolato solo dalla fedeltà giurata al suo signore. Ma ora il destino gli ha recato una figlia che non aveva mai visto prima e l’amore per la nobile fanciulla inglese. Purtroppo tutto ciò non porta con sé solo gioia ma fa anche nascere invidie e gelosie. L’amore fra Alyssa e Devlin è però troppo forte perché possa soccombere e, dopo traversie di ogni sorta, i due innamorati coroneranno il loro sogno d’amore.

La rondine, il gatto, la rosa, la morte

Martina e Monica Kammerle, madre e figlia, condividono uno squallido appartamento e un enigmatico amante, loro unico legame con il mondo esterno. Martina, affetta da sindrome bipolare, ha creato il deserto intorno a sé con i suoi imprevedibili sbalzi d’umore; Monica, inseguita ovunque dalle dicerie sui comportamenti bizzarri della madre, fatica a stabilire legami con gli altri adolescenti. E così, quando le due scompaiono, i poliziotti della squadra omicidi si ritrovano a brancolare nel buio, senza il minimo appiglio. Nessun indizio, nessuna pista concreta. Nessuno, nemmeno tra i vicini e i famigliari, che sembri davvero sapere qualcosa delle due donne. Anche il loro amante non è altro che un’immagine sfocata impossibile da identificare.
E così, ancora una volta, l’ex commissario Van Veeteren sarà costretto a lasciare la libreria antiquaria in cui lavora per venire in soccorso all’affascinante Ewa Moreno, alla neoarrivata Irene Sammelmerk e agli altri suoi colleghi, ingaggiando una sfida a distanza con l’assassino. A spingerlo è il rimorso per essersi lasciato sfuggire l’unico potenziale testimone del caso, ma anche la certezza che ogni criminale, perfino il più attento a non lasciare tracce, ha i propri punti deboli: un vezzo traditore, un’esitazione fatale, un minuscolo dettaglio riemerso dal passato.

La rondine fuggita dal paradiso

Hyok vive nel villaggio di Unsong, in Corea del Nord. È un ragazzino sveglio e vivace, un piccolo scavezzacollo che fa la vita di tutti i suoi coetanei: va a scuola, canta le canzoncine della propaganda di regime, viene obbligato a presenziare alle esecuzioni pubbliche, lavora, assiste alle più maniacali forme di repressione, viene punito per ogni cosa, anche per la sua passione per il disegno. Eppure non c’è dubbio, quello che l’onnipresente Kim-il-Sung, “Il Cervello Perfetto”, “Il Sole”, ha creato per loro è “Il Paradiso”: lo ripete senza sosta la radio, bloccata sui programmi di Radio Pyongyang, lo ripetono a scuola i maestri e gli altoparlanti nelle piazze. Intanto, Hyok fa la fame. La sua classe si è dimezzata a causa della mortalità da denutrizione. Si mangia quello che si può e più spesso quello che non si dovrebbe: corteccia di pino bollita, erba, funghi tossici, a volte ratti. Il Paradiso ormai trabocca di “rondini”, di bambini che cercano per terra briciole e chicchi di riso. Fino al giorno in cui, con la sua famiglia, Hyok non decide di scappare. Via, lungo il confine, verso un mondo sconosciuto che gli avevano insegnato a temere e disprezzare, in fuga dal Paradiso. Per conquistarsi quel che resta dell’infanzia. Per trovare davvero una vita.

Romanzo russo

**Fiutando i futuri supplizi** , scrisse il poeta Mandel’stam negli anni Trenta, prima di scomparire nelle galere staliniane. Quel verso, rivelatosi allora tragicamente profetico, rischia di esserlo ancor oggi? C’è da chiederselo quando osserviamo dall’esterno le cose di Russia, cercando disperatamente di capirci qualcosa, e col sospetto di non riuscirci granché, come da secoli capita agli occidentali. Ecco, allora, perché uno scrittore italiano puó scrivere un “Romanzo Russo”: per ripercorrere gli anni cruciali in cui l’Unione Sovietica sprofondava, la mafia russa cominciava ad allargare i suoi tentacoli, mentre alla periferia dell’Impero l’Islam sostituiva il marxismo come ideologia capace di mobilitare le masse, e le raffiche dei kalashnikov coprivano il suono dell’Internazionale. Ma il romanzo racconta anche la lotta di chi, con le armi dell’intelligenza, resiste alla corrente e continua a cercare la verità, anche quando alle vecchie menzogne si sostituiscono le nuove: Tanja, la storica, e Nazar, il giudice, le cui indagini in apparenza così diverse sono destinate imprevedibilmente ad intrecciarsi e influenzarsi a vicenda. Sullo sfondo, ad alimentare la moltitudine dei personaggi e la lingua stessa del narratore, la grande letteratura russa dell’Otto e del Novecento, a cui “Romanzo Russo” vuol essere anche un appassionato atto d’omaggio. ( Alessandro Barbero)

Romanzo rosa

Un libro originale e divertente che ha la freschezza di una rosa.
Anzi, di un rosa.
***
Olimpia fa la bibliotecaria, è un’amante del cappuccino al bar, e la vera passione – la passione che tutto travolge – l’ha provata solo per tre giorni, nel 1977. Paola è avvocato, si è lasciata un matrimonio alle spalle e indossa vistosi giubbotti da aviatore. Nicola, invece, è un tipo che non si fa notare: brunetto, sui trenta, è anche carino, ma bisogna guardarlo sette o otto volte per accorgersi di lui. Manuela, poi, ha quarant’anni ed è disoccupata, ma investe i cento euro di un Gratta e Vinci per partecipare al corso in cui tutti questi personaggi s’incrociano: Come scrivere un romanzo rosa in una settimana, che Leonora Forneris, insegnante spinosa e scrittrice di fama, tiene al Circolo dei Lettori. Con la ricetta giusta e i trucchi del mestiere per confezionare, lezione dopo lezione, pagina dopo pagina, giorno per giorno, un Melody di sicuro successo.
Tra passioni di carta e flirt reali, marmellate alle arance amare e misteriose limousine, uomini che amano i cani e donne che amano i gatti, Stefania Bertola ci trasporta con ironia e intelligenza in un universo dalle tinte pastello, creando un romanzo che sa di rosa. In ogni senso.
(source: Bol.com)

Il romanzo di Ramses: La battaglia di Quadesh

Il viaggio di Ramses come custode del destino dell’Egitto non è iniziato che da poco tempo, ma sembra che i suoi nemici siano sempre più intenzionati a soverchiarlo. In una lotta che si preannuncia impari, perché tali e tanti sono gli avversari che, anche nell’ombra, lo ostacolano…

Il Romanzo Di Excalibur Il Tradimento

Si scopre che in realtà Mordred non è morto e che è stato artefice di loschi complotti. I capi di Britannia decidono quindi di togliergli il governo del paese affidandolo ad Artù. Costui manda Derfel a liberare Ginevra, ritenuta ostaggio di Lancillotto, ma la donna si è in realtà alleata all’usurpatore, al quale pensa di portare aiuto grazie ai poteri dei Tesori della Britannia, dei quali si è impadronita. Artù si sente un uomo finito e, anche se trova la forza di ripudiare la moglie in nome dell’onore e di imprigionarla nell’Isola di Cristallo, non è in grado di fermare l’imminente offensiva dei sassoni. Perciò Merlino, tornato in possesso dei Tesori, prepara un rito propiziatorio nel corso del quale Nimue tenta di sacrificare agli dei i figli di Mordred e Artù. I due riescono a impedirlo, guadagnandosi l’odio eterno della sacerdotessa. Artù, ripudiata Ginevra, sposa la principessa irlandese Argante. Intanto sono riprese le ostilità con i sassoni. Derfel, in viaggio con le truppe e con Ginevra, viene accerchiato dai nemici in un’antica fortezza, il Monte Baddon…