41569–41584 di 65579 risultati

La semplice verità

Dopo venticinque anni trascorsi nel carcere militare di Fort Jackson, Rufus Harms riceve una lettera sconvolgente. E scopre che l’omicidio per cui venne condannato (l’assassinio di una bambina in una base militare) venne commesso sotto l’effetto di una potentissima droga iniettatagli da qualcuno che poi aveva deciso di sacrificarlo, facendolo rinchiudere per sempre in carcere. Rufus decide così di presentare un appello alla Corte Suprema, ma quella che ne segue è una terribile serie di delitti: tutti coloro che hanno a che fare con la sua domanda di riesame muoiono, a partire dal cancelliere della corte, Michael Fiske. Anche Rufus sfugge per un soffio all’assassinio, mentre intorno a lui si fa terra bruciata. Allora decide di evadere e di far valere contro un oscuro e spietato complotto la sua sola arma: la verità. Con lui si schiera il fratello di Michael Fiske – John – avvocato ed ex poliziotto. Insieme sveleranno un’incredibile ragnatela di poteri occulti, coperture, misteri. Fino ad arrivare a un’agghiacciante scoperta…

Il seme perduto

Afra è invasa dalle forze di Sakumer e la malefica Soth lancia la sua Ombra per eliminare tutti gli afran da un’inespugnabile fortezza che racchiude l’unico potere in grado di sconfiggerla.
Con l’aiuto del malefico potere di Soth l’esercito di Sakumer invade Afra. Derbeer, Elias e Mihai continuano il viaggio verso la capitale per portare a termine la loro missione. Elias non sa che la sua amata regina Harjdia è in pericolo di vita. In un crescendo di azione e intrighi, tutto converge verso la fortezza di Sarkvendal, dove si decideranno le sorti del mondo. Là troverà rifugio il Seme Perduto, colui che distruggerà Soth. Inizia una lotta contro il tempo e Derbeer dovrà giocare bene tutte le sue carte. Per la salvezza dei suoi amici più cari e quella dell’intero Universo.
(source: Bol.com)

Il seme inquieto

Ambientato in un’Inghilterra futura del XXI secolo, prima in una Londra di grattacieli che ha assorbito le città limitrofe e poi nelle primitive campagne circostanti, *Il seme inquieto* descrive una società autoritaria e militarista che per combattere l’aumento della popolazione e la scarsità di cibo scoraggia il matrimonio, la procreazione e i piaceri della carne, costringendo uomini e donne a bizzarre forme di travestimento e di dissimulazione. In fuga da una passività che cancella ogni realizzazione personale, i personaggi del romanzo scoprono realtà nuove, dall’orrore del cannibalismo organizzato a rituali neopagani di fertilità, lungo un itinerario di ricerca e maturazione che alterna momenti da “vaudeville” a situazioni drammatiche, eroiche, picaresche.

Il seme del male

La moglie di un senatore muore in circostanze misteriose. Il caso viene archiviato come suicidio, ma il marito è convinto che qualcuno l’abbia assassinata. Altri invece sostengono che a uccidere la donna siano stati gli spettri che infestano la casa, le vittime del serial killer che un tempo vi abitava. Jackson Crow, incaricato di far luce sull’accaduto, non esclude a priori nessuna possibilità, ma è convinto che i responsabili siano assolutamente vivi. Angela Hawkins, invece, è certa che i fantasmi esistano… perché può vederli. E sa anche che quell’affascinante e in apparenza freddo detective nasconde qualcosa nel profondo di quegli straordinari occhi blu, qualcosa che lei è decisa a svelare. E mentre l’attrazione tra loro si fa irresistibile, dalle indagini emerge un quadro agghiacciante, in cui si intrecciano passato e presente, menzogne e verità. E una rete di efferati crimini e meschini giochi di potere che metteranno in pericolo le loro vite… e le loro anime.
**
### Sinossi
La moglie di un senatore muore in circostanze misteriose. Il caso viene archiviato come suicidio, ma il marito è convinto che qualcuno l’abbia assassinata. Altri invece sostengono che a uccidere la donna siano stati gli spettri che infestano la casa, le vittime del serial killer che un tempo vi abitava. Jackson Crow, incaricato di far luce sull’accaduto, non esclude a priori nessuna possibilità, ma è convinto che i responsabili siano assolutamente vivi. Angela Hawkins, invece, è certa che i fantasmi esistano… perché può vederli. E sa anche che quell’affascinante e in apparenza freddo detective nasconde qualcosa nel profondo di quegli straordinari occhi blu, qualcosa che lei è decisa a svelare. E mentre l’attrazione tra loro si fa irresistibile, dalle indagini emerge un quadro agghiacciante, in cui si intrecciano passato e presente, menzogne e verità. E una rete di efferati crimini e meschini giochi di potere che metteranno in pericolo le loro vite… e le loro anime.

Semaforo giallo

Bertha Cool e Donald Lam! La formidabile coppia di investigatori privati che il nostro pubblico ha imparato ad amare ritorna in una nuova avvincente avventura. Donald Lam, quel testone, non ne ha voluto sapere di farsi esentare dal servizio militare. Veste fieramente la divisa di marinaio e ne è molto orgoglioso. Bertha deve cavarsela da sola: è certa di riuscire, anzi, è convinta di poter dimostrare a Donald che, in fondo, si può benissimo fare a meno di lui. All’angolo della strada c’è un cieco. Quando Josephine Dell, una graziosa ragazza, viene investita da un’auto, il mendicante si preoccupa di avere sue notizie e incarica Bertha di ritrovargli la ragazza tanto gentile che spesso si è fermata a parlare con lui. Semplicissimo! dice. Bertha. E da quel momento la sua esistenza è sconvolta da una ridda di assicuratori, di giovani intraprendenti quanto disonesti, di testamenti falsi, di testimonianze dubbie. Poi un uomo viene ucciso. Bertha ne scopre il cadavere e la bellicosa reticenza della socia di Donald Lam, manda in bestia il sergente Sellers della polizia di Los Angeles. Bertha finisce in galera. Niente paura! Arriva la Marina! Donald Lam, autentico “marine”, salva la situazione e consegna alla giustizia i colpevoli di una macchinazione che vi farà battere più forte il cuore.

La selva oscura

Edizione speciale digitale: contiene un testo extra sul misterioso male di Dante Un autore tormentato dai versi di Dante, il cui segreto insegue da tutta la vita. Un amore che diventa ossessione, e lo spinge ad attraversare l’Europa sulle tracce del Poeta. In un remoto borgo dell’Alta Baviera, dopo anni di studi e riletture febbrili, sente il bisogno di raccontare: scrive dei thriller, scopre il successo e il grande pubblico. Ma l’ossessione continua. E lui decide di alzare la posta, lanciandosi nella sfida più difficile che un autore possa affrontare: riscrivere il più grande capolavoro della nostra letteratura, presentandolo ai lettori come un romanzo contemporaneo. Una sfida che attraversa sette secoli, un’avventura nella vita dell’uomo Dante e nei misteri della sua opera, che continua ad affascinare per la sua straordinaria modernità. Con l’energia e la raffinatezza di un narratore esperto, Francesco Fioretti ci conduce nell’Inferno dantesco come nel viaggio più incredibile di tutti i tempi, un viaggio che ha per destinazione il Male assoluto. Girone dopo girone, cerchio dopo cerchio, l’Inferno si dischiude con i suoi enigmi e le sue profondità, in un’ambiziosa operazione letteraria che racconta il Capolavoro dantesco mostrandolo ai lettori di oggi in tutta la sua spettacolare potenza.
(source: Bol.com)

Sei tu il mio destino

“L’amore non bussa, non chiede permesso.
L’amore ti entra dentro con prepotenza, ti sommerge completamente.”
Lia è una ragazza di 15 anni già matura per la sua giovane età e con la testa sulle spalle. Vive in un paesino che le sta stretto ed è spesso incompresa dai coetanei e dai suoi familiari, che quasi non si accorgono di lei e dei suoi desideri. È nell’estate al termine del suo secondo anno di superiori che la sua vita cambia, grazie alla realizzazione di un suo sogno nel cassetto e ad un incontro inaspettato.
Cam, un ragazzo di 24 anni, si trova per caso nella comitiva di amici che frequenta Lia. Ha un carattere solare, sempre gioioso e con la voglia di scherzare, non è superficiale come tutti gli altri ragazzi della sua età e ha uno sguardo talmente affascinante da ammaliare la giovane Lia, irrimediabilmente.
Tra loro due nasce subito un legame speciale, difficile da definire, che viene messo alla prova dalle tante differenze che cercano di avere la meglio su questo tenero primo amore.
Ma quale ruolo gioca il destino nella vita dei nostri due protagonisti? Forse nessuno, e tutto è solo opera del caso, ma se c’è davvero una ragione che li ha spinti l’uno tra le braccia dell’altro?
E se quel qualcuno fosse sempre stato lì ad aspettarti?
ROMANZO ROSA TRATTO DA UNA STORIA VERA
**
### Sinossi
“L’amore non bussa, non chiede permesso.
L’amore ti entra dentro con prepotenza, ti sommerge completamente.”
Lia è una ragazza di 15 anni già matura per la sua giovane età e con la testa sulle spalle. Vive in un paesino che le sta stretto ed è spesso incompresa dai coetanei e dai suoi familiari, che quasi non si accorgono di lei e dei suoi desideri. È nell’estate al termine del suo secondo anno di superiori che la sua vita cambia, grazie alla realizzazione di un suo sogno nel cassetto e ad un incontro inaspettato.
Cam, un ragazzo di 24 anni, si trova per caso nella comitiva di amici che frequenta Lia. Ha un carattere solare, sempre gioioso e con la voglia di scherzare, non è superficiale come tutti gli altri ragazzi della sua età e ha uno sguardo talmente affascinante da ammaliare la giovane Lia, irrimediabilmente.
Tra loro due nasce subito un legame speciale, difficile da definire, che viene messo alla prova dalle tante differenze che cercano di avere la meglio su questo tenero primo amore.
Ma quale ruolo gioca il destino nella vita dei nostri due protagonisti? Forse nessuno, e tutto è solo opera del caso, ma se c’è davvero una ragione che li ha spinti l’uno tra le braccia dell’altro?
E se quel qualcuno fosse sempre stato lì ad aspettarti?
ROMANZO ROSA TRATTO DA UNA STORIA VERA

SEI Tu

Non può perderlo, anche se la gelosia la sta uccidendo. Luce non riesce più a gestire l’amore per Efrem e i sentimenti contrastanti che prova. Vorrebbe vivere per lui, essere la donna che lui desidera, ma d’altra parte smania per dimostrargli di poter emergere da sola. La paura di ferirlo, però, le fa commettere errori che potrebbero mettere fine al loro rapporto.
Efrem la desidera, non riesce a smettere di pensare a come Luce potrebbe comportarsi lontana da lui. Tradirlo? Pensare a un altro? La vede allontanarsi e impazzisce, vorrebbe respirare la stessa aria di lei costantemente. La voglia di sesso lo domina, il desiderio di controllare e possedere Luce è l’ossessione da cui non è in grado e non può liberarsi.
**Lo spin-off “Sei tu” della trilogia Essenze mostra come l’amore a volte può giocare dei tiri mancini quando è incontrollabile e passionale, ma la soluzione di tutto rimane sempre il cuore, anche quando questo è oscuro e terribilmente erotico.**
*«Stai parlando, comunichi con me, mi fai sentire donna, mi fai sentire importante. È un miracolo» sussurrò, mentre la sua lingua passava sulle mie labbra, come per un nuovo assaggio di mela.
Non pensavo fosse così importante per lei. Le accarezzai distrattamente la guancia e tornai a pensare che la vita era stata dura con me, ma alla fine mi aveva regalato Luce. Poggiai la fronte sulla sua in un impeto di tenerezza e le sussurrai a bassa voce: «Grazie.»
«Non c’è di che, signor Rossini.»*
**Avvertimenti: *Scene forti ed esplicite, adatte a un pubblico adulto*. Non per tutte le sensibilità. **
Contatto autrice, profilo Facebook: [https://www.facebook.com/marta.rei.58…](https://www.facebook.com/marta.rei.58?fref=ts)
Profilo autore: [https://www.facebook.com/Marta.Rei.ro…](https://www.facebook.com/Marta.Rei.romanzi)
Email: [email protected]

Sei sempre stato tu

Lucrezia ha ventiquattro anni, e ama la vita notturna. Soprattutto da quando, dopo la brutta fine della sua storia d’amore, un po’ per gioco, un po’ per vendetta, ha iniziato a uscire con le amiche in cerca di avventure e flirt di una sola notte. ‘Niente legami, niente dolore’ è il loro motto. La strategia sembra funzionare e Lucrezia ha collezionato un numero sufficiente di conquiste da poter considerare del tutto guarite le sue ferite, anche se nessuna l’ha mai soddisfatta pienamente. Finché non incontra Fabrizio: sexy, affascinante e arrogante quanto basta. In quella torrida sera sulla spiaggia, lui è destinato a diventare la preda di Lucrezia. Ma, al risveglio, dopo una notte di passione, le cose non vanno come previsto. Perché Fabrizio non ha intenzione di farsi scaricare come un giocattolo qualsiasi ed è disposto a tutto, persino a tenerla prigioniera nel suo appartamento, pur di farle ammettere che quella notte è stata speciale, e il sesso con lui è stato il migliore della sua vita. Lucrezia però è testarda e orgogliosa e, nonostante sia molto attratta da quel ragazzo misterioso, non cederà facilmente. Tra frecciatine maliziose e colpi bassi, inizia così un provocante ed erotico braccio di ferro in cui ognuno vuole ottenere qualcosa dall’altro. Ma, quando l’amore ci mette lo zampino anche la ragazza più caparbia e il ragazzo più arrogante sono destinati a capitolare. Entra anche tu in Sperling Privé: la collana di e-book hot di Sperling & Kupfer.
(source: Bol.com)

Sei pezzi meno facili

Incoraggiati dallo strepitoso successo dei *Sei pezzi facili*, i curatori hanno invano passato al setaccio le *Lectures on Physics* nella speranza di trovare altri «pezzi» dello stesso tipo. In compenso si sono imbattuti in una folta serie di testi di livello leggermente superiore – «meno facili», ma non al punto da non essere accessibili anche a studenti alle prime armi. Il frutto di quella selezione è il presente volume, il cui filo conduttore è una teoria tanto popolare quanto poco capita: la teoria della relatività di Einstein. Seguire una lezione di Feynman richiede una costante allerta, per evitare di cadere nei trabocchetti che egli tende di continuo. Come ha scritto il grande fisico Freeman Dyson, il suo fare burlesco e giocoso cela infatti uno stile dialogico degno di un filosofo antico. Un esempio illuminante ci è qui offerto dall’illustrazione della simmetria, un concetto astratto che insieme a quello di «eleganza matematica» ricorre di continuo nella fisica teorica e a cui Feynman attribuisce un significato preciso. Se comunicassimo via radio con un extraterrestre, quale *esperimento* potremmo suggerirgli, senza nominare le parole «destra» o «sinistra», per dargli modo di stabilire da che parte batte il cuore umano? Con lo stesso spirito, Feynman sa far luce sulle proprietà dello spazio-tempo e della sua curvatura – non semplici artifizi matematici, ma ingredienti fondamentali dell’universo in cui viviamo.

Sei la mia vita

Un’auto lascia Roma di primo mattino. Alla guida, c’è un affermato regista. Sul sedile accanto, l’uomo che da molti anni ama di un amore sconfinato. Dove stanno andando? Mentre la città si allontana e la strada comincia a inerpicarsi dentro e fuori dai boschi, il regista decide di narrare al compagno silenzioso il suo mondo «prima di lui»: «La mia vita è la tua e ora te la racconterò, perché domani sarà solo nostra». Inizia così un viaggio avanti e indietro nel tempo: i primi anni in Italia, dove era giunto dalla Turchia non ancora diciottenne con il sogno di studiare e fare cinema, le persone che hanno lasciato il segno, gli amici, gli amori, le speranze, le delusioni, i successi. Storie che conducono ad altre storie, popolate da figure indimenticabili e bizzarre: una trans egocentrica sul viale del tramonto, un principe cleptomane, un centralinista con il rimpianto della recitazione, una cassiera tradita dalle congiunzioni astrali, una bellissima ragazza dallo spirito inquieto. E poi, raffinati intellettuali, inguaribili romantiche, noti cinefili, amanti respinti e madri niente affatto banali. Sullo sfondo, il palazzo di via Ostiense dove tutto accade, crocevia di solitudini diverse, ma anche di intense amicizie e travolgenti passioni. Il palazzo che nel tempo si è trasformato, conservando però intatti i suoi più intimi segreti. E, soprattutto, la città di Roma, come nessuno l’ha mai raccontata. Gli anni Settanta-Ottanta e la contagiosa atmosfera di libertà senza freni, le lunghe estati nel segno della trasgressione, il femminismo, la progressiva presa di coscienza di sé della comunità gay, la solidarietà che cementa i legami, gli incontri folgoranti con alcuni protagonisti del cinema italiano, le stagioni, i luoghi e le voci di un passato ormai perduto per sempre. Tante storie, esilaranti eppure commoventi, che compongono «la Storia» di un’esistenza che si annulla in un’altra come estremo dono d’amore. Un Amore che non si arrende, un sentimento assoluto capace di resistere a qualsiasi prova. Con sguardo irresistibile, lieve e toccante al tempo stesso, al suo secondo libro Ferzan Ozpetek, il regista che più di ogni altro sa parlare di sentimenti, ci rivela un mondo sospeso tra lacrime e risate, fiction e realtà, fino all’epilogo, struggente e inaspettato. Un mondo che pare fatto della stessa materia dei suoi film. E che, pagina dopo pagina, ci incanta e ci colpisce. Proprio come la vita.
**
### Sinossi
Un’auto lascia Roma di primo mattino. Alla guida, c’è un affermato regista. Sul sedile accanto, l’uomo che da molti anni ama di un amore sconfinato. Dove stanno andando? Mentre la città si allontana e la strada comincia a inerpicarsi dentro e fuori dai boschi, il regista decide di narrare al compagno silenzioso il suo mondo «prima di lui»: «La mia vita è la tua e ora te la racconterò, perché domani sarà solo nostra». Inizia così un viaggio avanti e indietro nel tempo: i primi anni in Italia, dove era giunto dalla Turchia non ancora diciottenne con il sogno di studiare e fare cinema, le persone che hanno lasciato il segno, gli amici, gli amori, le speranze, le delusioni, i successi. Storie che conducono ad altre storie, popolate da figure indimenticabili e bizzarre: una trans egocentrica sul viale del tramonto, un principe cleptomane, un centralinista con il rimpianto della recitazione, una cassiera tradita dalle congiunzioni astrali, una bellissima ragazza dallo spirito inquieto. E poi, raffinati intellettuali, inguaribili romantiche, noti cinefili, amanti respinti e madri niente affatto banali. Sullo sfondo, il palazzo di via Ostiense dove tutto accade, crocevia di solitudini diverse, ma anche di intense amicizie e travolgenti passioni. Il palazzo che nel tempo si è trasformato, conservando però intatti i suoi più intimi segreti. E, soprattutto, la città di Roma, come nessuno l’ha mai raccontata. Gli anni Settanta-Ottanta e la contagiosa atmosfera di libertà senza freni, le lunghe estati nel segno della trasgressione, il femminismo, la progressiva presa di coscienza di sé della comunità gay, la solidarietà che cementa i legami, gli incontri folgoranti con alcuni protagonisti del cinema italiano, le stagioni, i luoghi e le voci di un passato ormai perduto per sempre. Tante storie, esilaranti eppure commoventi, che compongono «la Storia» di un’esistenza che si annulla in un’altra come estremo dono d’amore. Un Amore che non si arrende, un sentimento assoluto capace di resistere a qualsiasi prova. Con sguardo irresistibile, lieve e toccante al tempo stesso, al suo secondo libro Ferzan Ozpetek, il regista che più di ogni altro sa parlare di sentimenti, ci rivela un mondo sospeso tra lacrime e risate, fiction e realtà, fino all’epilogo, struggente e inaspettato. Un mondo che pare fatto della stessa materia dei suoi film. E che, pagina dopo pagina, ci incanta e ci colpisce. Proprio come la vita.
### Dalla seconda/terza di copertina
Ferzan Ozpetek, Ferzan Ozpetek, regista e sceneggiatore, è nato a Istanbul, ma dal 1976 vive a Roma. Nel 1997 esordisce con Il bagno turco (Hamam), cui seguono Harem Suaré, Le fate ignoranti, La finestra di fronte, Cuore sacro, Saturno contro, Un giorno perfetto, Mine vaganti, Magnifica presenza, Allacciate le cinture. Ha inoltre diretto Aida (2011) e Traviata (2012). Ha vinto i più importanti premi e riconoscimenti cinematografici e nel 2008 il MoMa di New York gli ha dedicato una retrospettiva. Nel 2013 ha pubblicato il suo primo libro, il bestseller Rosso Istanbul.

Sei come sei

Sul treno per Roma c’è una ragazzina. Sola e in fuga, dopo un violento litigio con i compagni di classe. Fiera e orgogliosa, Eva legge tanti libri e ha il dono di saper raccontare storie: ha appena undici anni, ma già conosce il dolore e l’abbandono. Giose è stato una meteora della musica punk-rock degli anni Ottanta, poi si è innamorato di Christian, giovane professore di latino: Eva è la loro figlia. Padre esuberante e affettuoso, ha rinunciato a cantare per starle accanto, ma la morte improvvisa di Christian ha mandato in frantumi la loro famiglia. Giose non è stato ritenuto un tutore adeguato, e si è rintanato in un casale sugli Appennini. Eva è stata affidata allo zio e si è trasferita a Milano. Non si vedono da tempo. Non hanno mai smesso di cercarsi. Con Giose, Eva risalirà l’Italia in un viaggio nel quale scoprirà molto su se stessa, sui suoi due padri, sui sentimenti che uniscono le persone al di là dei ruoli e delle leggi, e sulla storia meravigliosa cui deve la vita. Drammatico e divertente, veloce come un romanzo d’avventura, “Sei come sei” narra con grazia, commozione e tenerezza l’amore tra un padre e una figlia, diversi da tutti e a tutti uguali, in cui ciascuno di noi potrà riconoscersi.
**

Sei casi per Petra Delicado

Sei inchieste vecchia maniera, senza risparmio per le suole delle scarpe; frugando nei barrio di Barcellona; mimetizzandosi negli ambienti cittadini, luccicanti o miserabili; entrando nella discrezione delle case e nei segreti dei caratteri che le abitano.
Protagonisti assoluti Petra Delicado, dura e femminista ispettrice della polizia di Barcellona, e Fermín Garzón, il suo vice panciuto e tradizionalista. La coppia irresistibile del poliziesco iberico, che anima la serie dei celebri romanzi e i telefilm di grande successo. Petra e Fermín, antitetici in tutto e appassionatamente amici, sembrano impersonare i due volti della Spagna eterna. Ragion per cui, battibeccano su tutto, sulle inchieste in corso ma anche e soprattutto sul mondo intero. Inscenando una commedia dentro il poliziesco, un divertimento nella asprezza del noir, che ha fatto della loro creatrice, Alicia Giménez-Bartlett, il simbolo del giallo latino.
Questi sei racconti, scritti in tempi diversi, sono stati pubblicati per la prima volta in altrettante raccolte a tema di autori vari.

IL SEGRETO. Prima di te

“Mentre Tristán piange la morte dell’adorata Pepa, la vita riprende lentamente il suo corso al villaggio di Puente Viejo. Emilia, che di Pepa è stata la migliore amica, è ora molto occupata a mandare avanti la locanda e finisce per trascurare la figlia María, che trascorre così la maggior parte dell’infanzia nella villa della nobile Francisca Montenegro, ben contenta – da parte sua – di farsi carico dell’educazione della fanciulla. María cresce quindi nel lusso. Ma non è felice: un episodio oscuro ha lasciato un’ombra nella sua anima e la ragazza sente che non potrà mai amare nessuno. Fino al giorno in cui nella sua vita entra Gonzalo: un giovane diacono dal passato misterioso che, dopo travagliate vicissitudini, è tornato al paese in cerca delle proprie origini. Per i due ragazzi sarà l’incontro del destino, tale da cambiare in maniera ineluttabile il corso della loro esistenza. Sedici anni separano gli eventi narrati dalla prima stagione de “”Il Segreto”” da quelli che vedremo nella seconda: solo questo romanzo offre ai fan della serie tv la possibilità di sapere cosa accade in quell’arco di tempo, svelando in esclusiva i retroscena che precedono gli episodi ancora inediti – ma già attesissimi – in Italia. Un’occasione unica, una lettura imperdibile. ”
**
### Sinossi
“Mentre Tristán piange la morte dell’adorata Pepa, la vita riprende lentamente il suo corso al villaggio di Puente Viejo. Emilia, che di Pepa è stata la migliore amica, è ora molto occupata a mandare avanti la locanda e finisce per trascurare la figlia María, che trascorre così la maggior parte dell’infanzia nella villa della nobile Francisca Montenegro, ben contenta – da parte sua – di farsi carico dell’educazione della fanciulla. María cresce quindi nel lusso. Ma non è felice: un episodio oscuro ha lasciato un’ombra nella sua anima e la ragazza sente che non potrà mai amare nessuno. Fino al giorno in cui nella sua vita entra Gonzalo: un giovane diacono dal passato misterioso che, dopo travagliate vicissitudini, è tornato al paese in cerca delle proprie origini. Per i due ragazzi sarà l’incontro del destino, tale da cambiare in maniera ineluttabile il corso della loro esistenza. Sedici anni separano gli eventi narrati dalla prima stagione de “”Il Segreto”” da quelli che vedremo nella seconda: solo questo romanzo offre ai fan della serie tv la possibilità di sapere cosa accade in quell’arco di tempo, svelando in esclusiva i retroscena che precedono gli episodi ancora inediti – ma già attesissimi – in Italia. Un’occasione unica, una lettura imperdibile. ”

Segreto Mortale

John Sherlock Holmes sta ripensando ad una avventura vissuta da suo padre, Il Segno dei Quattro, quando gli capita che un notaio gli affida di risolvere un caso simile.

Serie I Gialli Pulp Magazine

I pulp magazine, o pulp fiction, erano delle riviste di prezzo economico contenenti racconti che ebbero molto successo tra il 1920 e il 1950. Il nome pulp deriva dalla carta con cui venivano stampate queste riviste, ottenuta dalla polpa dell’albero e quindi di qualità più scadente rispetto a quella ottenuta dal resto del tronco. Oltre ad essere più ruvida e spessa, aveva anche la caratteristica di ingiallire in breve tempo. Anche se molti rispettavano gli scrittori che scrivevano per i pulp, questi giornali sono stati ricordati principalmente per le loro storie sfacciate, violente e qualche volta oscene, e per le loro copertine sexy o raccapriccianti. Le copertine, in particolare, erano famose per i disegni di ragazze seminude, in genere in attesa di essere salvate dall’eroe di turno.

Malgrado molti credano che il campo della pulp fiction fosse limitato alla gangster-story, il filone del pulp non si limitava a queste tipologia di storie. Le riviste pulp spesso contenevano un’ampia varietà di generi, tra cui il poliziesco, il fantascientifico, il fantasy, il western, l’erotico, l’horror e il noir. (Fonte Wikipedia)

Sulla scia di quella tipologia di racconti, a volte un po’ ingenui, ma per questo affascinanti è sorta questa serie a cui hanno aderito autori quali Adelaide Byrne [con i personaggi di Kit Masterson (La Setta degli Assassini, La Lettera Misteriosa), Herlock Homes, Maschera Bianca (L’Oro della Banca d’Italia, Gli Avvoltoi, La Beffa di Maschera Bianca, La Pagoda della Morte) Gabriele D’Annunzio con Le sue Indagini Segrete (Le Due Rivali, Il Vampiro di Dusseldorf, L’Arma Invisibile, L’Attrice, La Signora dalla Mannaia, La Stella a Sei Punte, La Notte del Mistero, L’Inganno, La Pendola della Vita e della Morte, Il Talismano del Cavaliere Templare, Passi di Morte per Eleonora Danieli, Passi di Morte sulla Neve, La Danzatrice Nuda, Il Mistero della Torre), La Contessa De Winter (La Burla della Contessa De Winter, La Statua della Madonna)], Bruce Wayne [con i suoi romanzi di avventura su cui spiccano protagonisti come Jolanda, La Figlia del Corsaro Nero, Buffalo Bill (La Notte dei Serpenti, La Trappola di Calamity Jane, Aquila Bianca – Il Capo Apache), Kit Carson (Giuramento di Morte, L’Agguato delle Frecce, Juanita) e Texas Miller con Fortino Belphegor], Hank Monk [con il personaggio di Giovanni Belzoni (La Dama Rossa uccide tre volte)] e per ultimi Arthur Dayle e Curt Matul, con il loro personaggio John Sherlock Holmes, il figlio di Sherlock Holmes.

Trattasi di storie tra le quaranta e 60 pagine, nella maggior parte dei casi, in cui gli autori cercano di mescolare sapientemente l’atmosfera e il modo di vivere dei primi anni del 900, con l’avventura, l’indagine poliziesca e un pizzico di erotismo.
(source: Bol.com)

Segreto Mortale

John Sherlock Holmes sta ripensando ad una avventura vissuta da suo padre, Il Segno dei Quattro, quando gli capita che un notaio gli affida di risolvere un caso simile.
**