41457–41472 di 62912 risultati

L’emporio degli incanti

Nell’Emporio degli Incanti, ciò che può essere merce da rigattiere per una persona può diventare un tesoro magico per un’altraI Gale possono cambiare il mondo con i loro incantesimi, e amano tenere questo potere all’interno della famiglia; alcuni potrebbero definirli come delle streghe, e questa potrebbe anche essere una definizione accurata, se si è disposti ad avere un minimo di flessibilità riguardo al significato del termine “strega”. Comunque, nessuno potrebbe mai negare che la magia popolare funzioni, se utilizzata da loro.Poi un giorno Alysha Catherine Gale eredita dalla nonna una bottega di rigattiere a Calgary. Soltanto al suo arrivo a Calgary, Alysha si rende conto che la clientela della sua bottega, l’Emporio degli incanti, è costituita da creature magiche, e che ciò che potrebbe essere “merce da rigattiere” per una persona, può costituire per un’altra un vero tesoro magico.

Empirismo eretico

In Empirismo eretico Pier Paolo Pasolini raccoglie nel 1972 i suoi interventi critici e polemici intorno a tre nuclei tematici fondamentali: la lingua, la letteratura e il cinema. Si tratta dunque dell’officina in cui Pasolini riflette sulla propria attività artistica e nel contempo affina i propri strumenti espressivi di poeta, di romanziere e di regista cinematografico. Scritti tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio del decennio successivo, questi articoli e saggi sono il frutto dell’impegno estetico, sociale e politico – nel senso più alto e ampio del termine – di Pasolini, e mettono in luce il suo ruolo in un periodo ricco di novità, fermenti e contrasti. E, con le sue prese di posizione spesso provocatorie, Empirismo eretico (qui accompagnato da una prefazione di Guido Fink) diventa la testimonianza di una appassionata, generosa e impervia ricerca della verità.
(source: Bol.com)

Le emozioni ferite

Questo libro è indirizzato alla ricerca delle emozioni perdute: le emozioni che curano e quelle che, nel dolore e nella follia, anelano a essere riconosciute; le emozioni che, gracili e segrete, si colgono nella gioia e nel silenzio; le emozioni che si intravedono nella luce degli occhi e nei vasti quartieri della memoria; le emozioni che sono matrici di poesia. Sono emozioni che questo testo intende fare riemergere nella loro verità psicologica e umana, e nell’importanza che esse hanno per la conoscenza di sé e per lo svolgimento di relazioni interpersonali dotate di senso. Sono emozioni che fanno parte della vita normale e della vita psicopatologica..
(source: Bol.com)

Emozioni distruttive

Con la meditazione i monaci buddhisti riescono a raggiungere uno stato di serena felicità. E ci assicurano che è una condizione che tutti possono sperimentare. Ma come? Per rispondere a questa domanda un gruppo di psicologi, filosofi e neuroscienziati occidentali guidati da Daniel Goleman – il profeta della cosiddetta ”intelligenza emotiva” – si è confrontato con il Dalai Lama. Dal loro incontro è scaturita una sola risposta: liberarsi dai ”veleni della mente” (rabbia, desiderio, illusione) è la chiave delle felicità. Così se da un lato il Dalai Lama ci spiega come trasformare le emozioni negative in sentimenti positivi, dall’altro Goleman ci mostra, con rigorosi metodi scientifici, come la pratica della meditazione possa rimuovere le cause delle nostre peggiori pulsioni. Insieme i due autori ci invitano a gettare uno sguardo colmo di speranza sul lato più oscuro della nostra mente per renderlo limpido e luminoso.
(source: Bol.com)

L’emozione delle cose

In questo romanzo, la scrittrice messicana recupera scampoli di vita dei suoi avi e tesse la storia della sua famiglia intorno a un oscuro segreto: il silenzio del padre che combatté in Italia durante la Seconda guerra mondiale e tornò in Messico dopo diversi anni che rimasero sepolti per sempre nella sua memoria. L’autrice spalanca i ricordi sulla madre, su un’infanzia idilliaca e una giovinezza sfrontata, camminando in punta di piedi sui sentieri intimi dell’affetto, della maternità, della famiglia, e gettando luce sull’allegria e la bellezza delle piccole cose.
**

Emergenza d’amore

Quando l’amore è nell’aria, il destino non può fare altro che assecondarlo. Per questo il ST PIRAN’S HOSPITAL è un luogo magico dove tutto può succedere.
Dopo anni di incomprensioni, tradimenti, speranze, adesso per Kate Althorp sembra davvero giunto il momento di chiudere la sua difficile relazione con Nick Tremayne. Per questo gli ha consegnato la sua lettera di dimissioni dal St Piran’s Hospital. Ma Nick è di tutt’altro parere ed è convinto che Kate sia la sua anima gemella. Anche se il destino non è stato dalla loro parte lui è lì per dimostrarle di essere cambiato e di essere disposto a tutto per proteggere la sua famiglia.
(source: Bol.com)

Emerald (La Saga dei Chase Vol. 2)

Inghilterra e Scozia, 1667
Jason Chase, Marchese di Cainewood, è deciso a consegnare alla giustizia un criminale quando incontra uno sfortunato ragazzo scozzese. Quando il ragazzo si rivela essere una bella ragazza scozzese, si rende conto che deve trattarsi della famigerata cacciatrice di taglie, Emerald MacCallum. Convinto che stiano entrambi dando la caccia allo stesso uomo e che la vita della donna potrebbe essere in pericolo, Jason decide di tenere Emerald accanto a sé…
Secondo Caithren Leslie, è meglio stare il più possibile alla larga dall’attraente ma dispotico inglese. Caithren sta cercando il suo capriccioso fratello, ma Jason non permetterà che una cosuccia come la verità interferisca con la sua assurda convinzione che lei abbia assunto una falsa identità. Consapevole dei rischi del viaggio, Cait, sia pure riluttante, accetta la sua protezione. Finché, cioè, non comincia a sospettare che la sfiducia potrebbe non essere l’unico sentimento tra di loro… e che la loro ricerca di giustizia potrebbe rivelarsi una ricerca dell’amore…
**
### Sinossi
Inghilterra e Scozia, 1667
Jason Chase, Marchese di Cainewood, è deciso a consegnare alla giustizia un criminale quando incontra uno sfortunato ragazzo scozzese. Quando il ragazzo si rivela essere una bella ragazza scozzese, si rende conto che deve trattarsi della famigerata cacciatrice di taglie, Emerald MacCallum. Convinto che stiano entrambi dando la caccia allo stesso uomo e che la vita della donna potrebbe essere in pericolo, Jason decide di tenere Emerald accanto a sé…
Secondo Caithren Leslie, è meglio stare il più possibile alla larga dall’attraente ma dispotico inglese. Caithren sta cercando il suo capriccioso fratello, ma Jason non permetterà che una cosuccia come la verità interferisca con la sua assurda convinzione che lei abbia assunto una falsa identità. Consapevole dei rischi del viaggio, Cait, sia pure riluttante, accetta la sua protezione. Finché, cioè, non comincia a sospettare che la sfiducia potrebbe non essere l’unico sentimento tra di loro… e che la loro ricerca di giustizia potrebbe rivelarsi una ricerca dell’amore…

Embargo

L’Avana, 1988. Ariel Lands, militante rivoluzionario, donnaiolo con un passato di analista di Borsa, tira a campare tra un lavoro noioso e una storia di sesso con una dentista. Un giorno viene avvicinato da un suo vecchio compagno d’armi, ora persona influente, che gli propone di tornare in azione per aiutare le disastrate finanze del suo paese: deve trasferirsi a Merida, in Messico, e,fingendosi cittadino costaricano per aggirare l’embargo statunitense, tornare a occuparsi di analisi finanziarie per una società cubana. Ariel accetta senza pensarci due volte, e giunto in Messico inizia subito a ottenere buoni risultati. Un giorno, sulla spiaggia, incontra la bellissima Virginia Radin e tra i due nasce una bollente storia d’amore. Ma in realtà Virginia è un’agente dell’agenzia americana antidroga, la DEA, incaricata di prendere contatto con Ariel: la società-facciata per cui I’uomo lavora, infatti, ha molti narcotrafficanti nel consiglio d’amministrazione. Sconvolto da quanto viene a sapere, dalle ovvie connivenze del suo partito, Ariel si accorge che il mondo su cui aveva basato la propria esistenza non è altro che un gioco di specchi deformanti, dove l’amore e I’amicizia si confondono con l’intrigo e il tradimento, e dove non basta essere innocenti per rimanere puri.

Emanuela Orlandi: la verità. Dai Lupi Grigi alla banda della Magliana

A un quarto di secolo di distanza, il mistero della scomparsa della quindicenne Emanuela Orlandi continua a registrare periodiche riesplosioni a base di “rivelazioni”, “certezze” e “supertestimoni” che rivelano immancabilmente il loro vero volto: depistaggi, falsi scoop e false speranze. In occasione del 25esimo anniversario della scomparsa sono dilagati gli ormai famosi manifesti recanti il volto sorridente di Emanuela e il battage sulle rivelazioni dell’ultima supertestimone in ordine di tempo. Quella Sabrina Minardi che essendo stata a suo tempo l’amante di Enrico “Renatino” De Pedis, boss della banda della Magliana, si presta molto bene a un rilancio ancora più intrigante e denso di misteri, cioè a un altro “Romanzo criminale” arricchito da una tomba da principe della Chiesa per un principe del crimine. De Pedis dorme infatti il suo sonno eterno in una cripta della basilica romana contigua alla scuola di musica frequentata da Emanuela, dalla quale è stata vista uscire poco prima di sparire per sempre. In questo libro il giornalista Pino Nicotri ha condotto in modo serrato l’analisi non più rinviabile dei fatti, passando al setaccio tutti gli elementi della vicenda e il torbido contesto in cui si è svolta, compresi i giochi condotti dai servizi segreti della Germania comunista. Il vuoto assoluto di verità nel gioco di specchi tra Vaticano e “rapitori” lascia spazio alle messinscene più varie, fino alle frottole e imprecisioni veicolate da trasmissioni televisive e giornali.
**

Elogio della pirateria. Dal Corsaro Nero agli hacker, dieci storie di ribellioni creative

Chi sono i pirati? Gli “eroi” come il Corsaro Nero per cui facevamo il tifo da piccoli, oppure soggetti che -ci dicono da grandi- sono sovversivi perché condividono musica e software? Questo libro racconta dieci storie di “eretici postmoderni” che si oppongono al dio-profitto: dai pirati dell’etere agli hacker americani da cui è nato l’open source, dai pirati della salute contro i brevetti sui farmaci ai writer urbani: dieci pratiche per salvare la nostra cultura da una precoce morte cerebrale.
**

Elogio della fuga

L’amore, la libertà, la vita quotidiana e la felicità nel pensiero di uno dei maggiori biologi viventi. Una serie di riflessioni originali e controcorrente sulla fuga, intesa come via di scampo per allontanarsi dalle costrizioni della vita sociale e come mezzo per scoprire le proprie radici più originali e creative.
**

Elogio della depressione

Lo sfarinamento dei legami sociali e familiari cosí come le ferite inferte dalla depressione, che segnano un numero crescente di individui, sono i sintomi contemporanei della fragilità. Eppure proprio la fragilità ci indica i valori che danno un senso all’esistenza. Come emerge dal dialogo tra un maestro della psichiatria e un eclettico sociologo, riconoscersi fragili, insicuri, malinconici, è la premessa per ritrovare quello slancio comunitario rigeneratore che solo ci mette in contatto con noi stessi e con il mondo aperto degli altri.

(source: Bol.com)

Elogio del crimine

Questo testo, scritto da Marx fra il 1860 e il 1862 è stato solitamente aggiunto dai curatori alla “Teoria del plusvalore” nel quarto volume de “Il “Capitale”. Il ragionamento è semplice: così come il filosofo produce idee e il poeta versi, il criminale, non solo produce crimini, ma tutto un apparato importantissimo ed essenziale alla società: il criminale è infatti l’origine del diritto penale e del professore di diritto penale, dell’apparato poliziesco e giudiziario, del sentimento morale e tragico, dei trattati e dei legislatori.
**

L’elmo di Don Chisciotte: contro la mitologia della creatività

Creatività è sapere che la maggior parte dei problemi non ha una soluzione sola; sapere che la maggior parte delle soluzioni del problema ammette più di un modo per arrivarci; sapere che non c’è un modo univoco per scegliere il più opportuno fra i percorsi che promettono di portarci a una soluzione … Un po’ somaro, un po’ mago, il creativo è Don Chisciotte, el Ingenioso Hidalgo che vede un bacile da barbiere e lo promuove a elmo.
**