41297–41312 di 64539 risultati

Perry Mason e il marito introvabile

Stephanie Olger, fanciulla di bell’aspetto e belle speranze, vuole trasferirsi da San Francisco a Los Angeles: nei suoi sogni, il mondo patinato del cinema. A corto di soldi, Stephanie fa l’autostop e accetta un passaggio da un uomo in smoking alla guida di una lussuosa automobile, in puro stile hollywoodiano. Da quel momento la sua vita diventa un film. Peccato che sia il film sbagliato: l’auto finisce sul bordo di un precipizio e Stephanie piomba nel buio. Al suo risveglio, dell’uomo misterioso non resta traccia e un’accusa penale grava su di lei. La sua unica via d’uscita? Perry Mason.

Perry Mason e il cupido sbadato

Una eredità che potrebbe cambiare destinazione, a seconda delle circostanze, un piatto di gamberi avvelenati, un barattolo di arsenico, i quattro nipoti di un milionario desideroso di convolare a nozze con una piacente vedova il cui marito è morto in circostanze tutt’altro che chiare: ecco gli elementi che spiccano in questo nuovo rompicapo di tipica marca gardneriana. La piacente vedova che si chiama Selma Anson, si rivolge a Perry Mason perché, dice, è ossessionata da un tizio che la segue come la sua ombra. Con la solita efficienza, Paul Drake, l’investigatore, scopre non solo l’identità del pedinatore, ma anche quella di chi l’ha incaricato di sorvegliare la donna. A questo punto, Selma tira i remi in barca e tenta di indurre Perry a disinteressarsi del suo caso. Ma l’avvocato è già sulla pista come il cacciatore, e non molla.

Le perle del drago verde

Dopo una giovinezza felice a Shanghai, il sogno delle sorelle May e Pearl Chin è finito a Los Angeles, dove entrambe sono destinate a un matrimonio combinato. Nella Chinatown della città, le loro due famiglie crescono Joy, che a diciannove anni scopre per caso e con dolore di non essere figlia di Pearl, come ha sempre creduto, bensì di May e del suo grande amore di gioventù, il pittore cinese Z.G. È il 1957 e nulla sarà più come prima per Joy, che decide di partire per conoscere il Paese al quale sente di appartenere e soprattutto il suo vero padre. Ma il mondo che l’attende è la Cina maoista del Grande Balzo in Avanti, un mondo in cui gli individui non contano nulla, piegati dal potere e dalle sue richieste spietate. Anche il padre naturale di Joy è osteggiato dal nuovo regime in quanto artista ed è costretto a partire per la campagna dove dovrà ‘imparare dalla vita reale’. Nel suo cieco entusiasmo, Joy decide di seguirlo e in un villaggio sperduto nel cuore della Cina conosce un giovane contadino di cui si innamora perdutamente. Ma Joy ha due madri che l’attendono e che sono disposte a tutto pur di riportarla a casa…
(source: Bol.com)

La perla

Sulla perla trovata in fondo al mare un pescatore messicano ha costruito il sogno di una vita migliore, il riscatto dalla miseria e dalla fatica. L’inquietudine e le passioni suscitate da questo fugace tocco della fortuna sconvolgono la sua vita, quella di sua moglie e del suo bambino. Contro la violenza non basta più l’amore di Juana, né la solidarieta di alcuni poveri pescatori che si accontenteranno di poter vedere la fortuna da vicino. Dalla grande fantastica avventura, Kino e i suoi torneranno alla fatica di tutti i giorni senza nemmeno quell’unico bene che la vita aveva loro dato: la pace con se stessi.

Il pericolo e il piacere (I Romanzi Passione)

Si mette davvero male per Colin Eversea, seduttore impenitente e ribaldo incallito. Famigerato per la sua capacità di tirarsi fuori da qualsiasi guaio, questa volta la fortuna gli ha voltato le spalle. Ironia della sorte, l’affascinante Colin sale al patibolo per un crimine che non ha commesso. Ma a pochi passi dalla forca qualcuno gli infila un sacco in testa e, nel caos generale, lo trascina via. Opera del più inaspettato dei rapitori: la splendida Madeleine Greenway, filibustiera per tutte le stagioni. Colin potrebbe essere caduto dalla padella nella brace, ma qualcuno cerca di uccidere Madeleine e i due decidono di unire le forze per scoprire chi sta tramando contro di loro. Senza immaginare di imboccare, al tempo stesso, la strada della passione.
**
### Sinossi
Si mette davvero male per Colin Eversea, seduttore impenitente e ribaldo incallito. Famigerato per la sua capacità di tirarsi fuori da qualsiasi guaio, questa volta la fortuna gli ha voltato le spalle. Ironia della sorte, l’affascinante Colin sale al patibolo per un crimine che non ha commesso. Ma a pochi passi dalla forca qualcuno gli infila un sacco in testa e, nel caos generale, lo trascina via. Opera del più inaspettato dei rapitori: la splendida Madeleine Greenway, filibustiera per tutte le stagioni. Colin potrebbe essere caduto dalla padella nella brace, ma qualcuno cerca di uccidere Madeleine e i due decidono di unire le forze per scoprire chi sta tramando contro di loro. Senza immaginare di imboccare, al tempo stesso, la strada della passione.

Perfetta per te

**PER CHI HA AMATO I «CONTRATTI» E LE «SFUMATURE»**.
Lui è perfetto: alto, bello, ricco e di successo. E allora perché mai dovrebbe rivolgersi a un’agenzia di dating? Laura non ne ha proprio idea, ma visto che le hanno appena stroncato una promettente carriera nel marketing cerca disperatamente di mettere a frutto il suo innato talento nel giudicare le persone per coronare i sogni d’amore altrui. Ma quando incontra il suo primo – e molto promettente – cliente, si chiede in che pasticcio è andata a ficcarsi. Blake, dal canto suo, sa esattamente il tipo di donna che vuole, e che è esattamente l’opposto di Laura. Lei è indubbiamente brillante e innegabilmente sexy, ma è troppo indipendente per un uomo come lui. Certo, ogni volta che si vedono scatta qualcosa, anche Laura lo sente e l’idea di cercargli candidate adatte al ruolo di moglie diventa sempre meno attraente, a mano a mano che aumenta l’attrazione fra loro due…
**
### Sinossi
**PER CHI HA AMATO I «CONTRATTI» E LE «SFUMATURE»**.
Lui è perfetto: alto, bello, ricco e di successo. E allora perché mai dovrebbe rivolgersi a un’agenzia di dating? Laura non ne ha proprio idea, ma visto che le hanno appena stroncato una promettente carriera nel marketing cerca disperatamente di mettere a frutto il suo innato talento nel giudicare le persone per coronare i sogni d’amore altrui. Ma quando incontra il suo primo – e molto promettente – cliente, si chiede in che pasticcio è andata a ficcarsi. Blake, dal canto suo, sa esattamente il tipo di donna che vuole, e che è esattamente l’opposto di Laura. Lei è indubbiamente brillante e innegabilmente sexy, ma è troppo indipendente per un uomo come lui. Certo, ogni volta che si vedono scatta qualcosa, anche Laura lo sente e l’idea di cercargli candidate adatte al ruolo di moglie diventa sempre meno attraente, a mano a mano che aumenta l’attrazione fra loro due…

Perduti tra le pagine

Una classe d’asilo in visita al Salone del libro di Torino. Una baby-sitter romena appassionata di letteratura. Due coppie di genitori più o meno affannate, più o meno in crisi, più o meno felici nella giungla quotidiana, tra la routine del lavoro e le distrazioni del cuore. E, soprattutto, due bambini: Leone, che si chiama così per davvero, e Orso, che avrebbe un nome meno ”feroce” ma non vuole essere da meno del suo amico. Leone e Orso non si conoscono fino a quando, proprio nella stessa mattina di caos e di carta, non si perdono entrambi tra gli stand della Fiera. E mentre le maestre, la tata e i genitori si mettono a cercarli tra i corridoi del Lingotto in un crescendo di preoccupazione, ai due dispersi si aggiunge Giulia, la fidanzatina di Orso. Questo bel ”terzetto di evasi”, ignorando i richiami, come in una meravigliosa avventura esplora i padiglioni e va alla scoperta delle sorprese che si nascondono tra le pagine dei libri, anche quelli dei grandi, anche quelli ”senza figure”. Perché i libri, a differenza degli adulti, non hanno mai fretta, non cambiano discorso nelle situazioni delicate, giocano con la fantasia e trovano le parole per ogni emozione. Una favola delicata e divertente che ci racconta quanto fitta è la trama che unisce la vita alla letteratura, quanto la poesia di una pagina può cambiare il senso della nostra piccola grande storia.
(source: Bol.com)

Perdido Street Station

È tempo di rivolte e rivoluzioni, conflitti e intrighi. New Crobuzon sta cadendo a pezzi. Da un lato la guerra contro l’arcana, oscura città-stato di Tesh, dall’altro i ribelli che si aggirano per le strade portando la metropoli sull’orlo della rovina. Nel mezzo dei disordini, una misteriosa figura mascherata incita a una nuova forma di ribellione, mentre tradimenti e violenze si manifestano in luoghi inconsueti. Per sfuggire al caos e alla repressione, un piccolo gruppo di rinnegati è fuggito dalla città e ha attraversato terre straniere, alla ricerca di una speranza perduta, di una leggenda immortale. Così, nelle tragiche ore in cui sangue e orrore dilagano a New Crobuzon, si diffonde una voce: sta giungendo il momento del Concilio di Ferro. Fondendo con crescente maturità e padronanza registro immaginifico e riflessione politica, Miéville aggiunge un nuovo, fondamentale capitolo al ciclo dedicato a New Crobuzon, confermandosi autore di punta della nuova letteratura fantastica di lingua inglese.
**

Perché Yellow non correrà

«Tuzzi è il miglior autore di gialli di qualità attualmente al lavoro»
**Corrado Augias, Il Venerdì – la Repubblica**
«Delizioso giallo. Con il suo punto di forza nella suggestione dei toni»
**Leopoldo Fabiani, la Repubblica**
«Un bel giallo che ricorda Scerbanenco»
**Massimo Romano, ttL – La Stampa**
Chi ha ucciso – due colpi di pistola alla testa – lo sconosciuto trovato cadavere nei bagni dell’ippodromo, la sera di domenica 13 aprile 1980, a Milano? La vittima, già dagli abiti, appare appartenere a un mondo ben diverso da quello del senzatetto – il barbone, el barbùn, come si diceva in quegli anni – ucciso negli stessi giorni con spietata ferocia nel sottobosco umano di squallore e disperazione che vegeta ai margini della Stazione Centrale.
E infatti, i primi passi dell’inchiesta, condotta con determinazione dal commissario Norberto Melis, portano tutti in una ben precisa direzione: i giorni confusi successivi all’8 settembre 1943, con le stragi, le devastazioni e le razzie di opere d’arte compiute dai nazisti nella lenta ritirata verso nord.
E il senzatetto? Altra mano? Altra inchiesta? Ma è proprio tutto come sembra? O il passato, e la preziosa biblioteca magico-alchemica trafugata nei giorni lontani della seconda guerra mondiale, non sono che una pista apparente? In una Milano che porta ancora sulla pelle le cicatrici dei cupi anni di piombo, mentre la primavera sembra coincidere con una pioggia uggiosa, e l’assassino colpisce ancora, senza pietà, con l’aiuto di tutti i suoi uomini Melis riuscirà a dipanare il filo rosso sangue che lega tra loro queste morti.
(source: Bol.com)

Perché sei mia! (I Romanzi Oro)

Non può davvero sposarlo. Alla sola vista dell’anziano lord Clifton la giovane Madeline rabbrividisce di ribrezzo! E pur di non sottostare alla decisione dei suoi genitori, Madeline è disposta a tutto. Fugge così a Londra, con l’intento di diventare l’amante dell’attore e seduttore più famoso del momento: Logan Scott, il proprietario del Capital Theatre. Indurito dai tradimenti subiti, Logan non ha però alcuna intenzione di farsi coinvolgere in una relazione e la respinge. Ma Maddie è innocente, solare, bella, appassionata ed è impossibile resisterle

(source: Bol.com)

Perché sei mia!

Piuttosto che essere costretta a sposare un vecchio e depravato lord, lady Madeline Matthews è disposta a tutto, anche a sacrificare la propria reputazione. Perciò fugge a Londra, con l’unico intento di diventare l’amante dell’attore e seduttore più famoso del momento: Logan Scott. Indurito dai tradimenti subiti nel passato, Logan non ha però alcuna intenzione di farsi coinvolgere in una relazione da quella giovane innocente, e la respinge. Ma Maddie è solare, bella, appassionata, ed è impossibile resisterle. Anche se per Logan abbandonarsi a quell’amore significherebbe far correre nuovi rischi a un cuore già ferito…

Perché leggere i classici

I classici sono libri che quanto pi&ugrave si crede di conoscerli per sentito dire, tanto pi&ugrave quando si leggono davvero si trovano nuovi, inaspettati, inediti… &egrave classico ci&ograve che tende a relegare l’attualit&agrave al rango di rumore di fondo, ma nello stesso tempo di questo rumore di fondo non pu&ograve fare a meno. (Italo Calvino)

Perché il mio cane fa così? L’analisi comportamentale per i cani dalla A alla Z

Il volume spiega il comportamento dei cani in forma di piccolo dizionario dalla A alla Z; dai motivi per i quali si comportano in un certo modo a come risolvere situazioni spiacevoli o pericolose. John Fisher, inglese, medicoveterinario, è stato il fondatore dell’APBC (Association of Pet Behaviour Counsellors), l’Associazione consulenti comportamentalisti per animali domestici che ha migliaia di soci in tutto il mondo, Italia compresa. Prima della sua morte avvenuta il 18 febbraio 1997 pubblicò in Gran Bretagna diversi libri sull’argomento e più in generale sui cani, come “Think Dog”.

Perché dollari?

‘*Il commissario Bordelli, un antieroe disilluso ma assolutamente autentico nelle ragioni del suo esistere. Un uomo che riconosci come vero e che non è facile dimenticare.*’
Andrea Camilleri

‘*Ci piace, il commissario Bordelli, per quel clima nostalgico da ‘come eravamo’, per un’attenzione, che ci ricorda i libri di Pratolini, all’esistenza e ai ritratti della gente comune… un poliziotto che ha qualcosa di chandleriano.*’
Giovanni Pacchiano

‘*C’è un nuovo sceriffo in città. Il commissario Bordelli, con la sua sanguigna umanità tutta italiana e tutta toscana, si inserisce oggi nella grande tradizione dei De Vincenzi e dei Duca Lamberti: poliziotti complessi e tormentati che raccontano un’Italia ingenua e cattiva che ancora non sapeva di essere così noir.*’
Carlo Lucarelli

‘*…Una tormentata figura di investigatore e un’Italia meno cinica ma non meno cattiva di oggi.*’
Il Venerdì di Repubblica – Corrado Augias

‘*Il commissario Bordelli, magnetico e malinconico come un eroe di Chandler.*’
la Repubblica

1957, un novembre più malinconico del solito: il commissario Bordelli, la testa piena di immagini di donne amate e perdute, deve affrontare il suo caso più singolare e sorprendente. Più che un’indagine, un’avventura ai limiti della legalità. Una lettera anonima lo attira sulle colline intorno a Firenze e Bordelli si ritrova coinvolto in un oscuro intrigo, di cui è difficile decifrare i contorni. Una sfida strana, forte, che lo costringerà a trovare soluzioni fino a quel momento per lui impensabili… Sullo sfondo, il ritratto di un’Italia ambigua, di luoghi in cui vivere sembra semplice purché non si abbia il coraggio, o la necessità, di guardare oltre l’apparenza delle cose. Diversi i protagonisti delle altre storie. Un torturatore fascista responsabile di note efferatezze viene riconosciuto e inseguito per le strade di Firenze; un impiegato modello subisce un’assurda accusa di furto e finisce per essere travolto dagli ingranaggi di una giustizia sempre meno giusta; e, più vicino ai nostri anni, un poliziotto e un giovane spacciatore instaurano un rapporto duro e commovente, con un intenso finale su una spiaggia solitaria, di fronte al mare. Quattro racconti noir dove Marco Vichi continua a scavare nella memoria della storia più recente, così spesso citata e, invece, troppe volte dimenticata.

Scopri tutti i romanzi e i racconti del** commissario Bordelli:**

Il commissario Bordelli
Una brutta faccenda
Il nuovo venuto Morte a Firenze
La forza del destino
Fantasmi del passato
Perché dollari?
Morto due volte

E la nuova attesissima indagine nata dalla penna di **Marco Vichi**:

Nel più bel sogno

Disponibile in **preorder **e in vendita dal **16 novembre 2017**.
(source: Bol.com)