40961–40976 di 74503 risultati

La ragazza dai due volti

Leah Mills vive una vita da fuggitiva – inseguita dal ricordo di un avvenimento terribile del suo passato. Conduce un’esistenza in disparte, sola e senza amici, finché non incontra Julian e per la prima volta intravede la possibilità di un futuro normale. Fino a quando, nel quattordicesimo anniversario di quel giorno maledetto, riceve un biglietto inquietante e misterioso. Qualcuno conosce la verità su quanto è successo. Qualcuno che non smetterà di tormentarla fino a quando non sarà riuscito a distruggere la vita che Leah si è creata. Ma Leah è davvero quella che sembra? Oppure si merita tutto ciò che le sta succedendo? Tutti hanno dei segreti. Ma alcuni sono mortali.

La ragazza con la gonna in fiamme

Il libro di esordio di Aimee Bender, autrice de “L’inconfondibile tristezza della torta al limone”, è una raccolta di racconti che usa la dimensione surreale e fantastica, a volte fiabesca, per rappresentare in maniera originale l’amore, il tradimento, il desiderio sessuale, le dinamiche familiari, l’amicizia. Dietro un uomo che torna dalla guerra senza labbra, una donna che partorisce misteriosamente la propria madre, un folletto che si innamora di una sirena nei corridoi di un liceo americano – dietro l’ereditiera o la bibliotecaria che cercano di esorcizzare il dolore con il sesso, dietro il delinquente ossessionato dalla propria bruttezza – c’è in fondo ognuno di noi, con la sua solitudine, le sue paure e le sue infinite possibilità di redenzione.

La ragazza con la bicicletta rossa

**Non riuscirete a dimenticare questa ragazzina e la sua bicicletta rossa.
** È l’inverno del 1943 ad Amsterdam. Mentre i cieli europei sono sempre più offuscati dal fumo delle bombe, Hanneke percorre ogni giorno, con la sua vecchia bicicletta rossa, le strade della città occupata. Ma non lo fa per gioco, come ci si aspetterebbe da una ragazzina della sua età.
Hanneke è una “trovatrice”, incaricata di scovare al mercato nero beni ormai introvabili: caffè, tavolette di cioccolato, calze di nylon, piccoli pezzetti di felicità perduta. Li consegna porta a porta, e lo fa per soldi, solo per quello: non c’è tempo per essere buoni in un mondo ormai svuotato di ogni cosa. Perché Hanneke, in questa guerra, ha perso tutto. Ha perso Bas, il ragazzo che le ha dato il primo bacio, e ha perso i propri sogni. O almeno così crede. Finché un giorno una delle sue clienti, la signora Janssen, la supplica di aiutarla, e questa volta non si tratta di candele o zucchero. Si tratta di ritrovare qualcuno: la piccola Mirjam, una ragazzina ebrea che l’anziana signora nascondeva in casa sua¿ Hanneke, contro ogni buon senso, decide di cercarla. E di ritrovare, con Mirjam, quella parte di sé che stava quasi per lasciar andare, la parte di sé in grado di sperare, di sognare, e di vivere.
Un romanzo di lancinante bellezza, che ricorda classici del genere come *Storia di una ladra di libri* e *Il bambino con il pigiama a righe*, e racconta la città di Anna Frank e la forza di chi, come Hanneke, ha cercato di sconfiggere l’orrore con il più piccolo, e grande, dei gesti.
**
### Sinossi
**Non riuscirete a dimenticare questa ragazzina e la sua bicicletta rossa.
** È l’inverno del 1943 ad Amsterdam. Mentre i cieli europei sono sempre più offuscati dal fumo delle bombe, Hanneke percorre ogni giorno, con la sua vecchia bicicletta rossa, le strade della città occupata. Ma non lo fa per gioco, come ci si aspetterebbe da una ragazzina della sua età.
Hanneke è una “trovatrice”, incaricata di scovare al mercato nero beni ormai introvabili: caffè, tavolette di cioccolato, calze di nylon, piccoli pezzetti di felicità perduta. Li consegna porta a porta, e lo fa per soldi, solo per quello: non c’è tempo per essere buoni in un mondo ormai svuotato di ogni cosa. Perché Hanneke, in questa guerra, ha perso tutto. Ha perso Bas, il ragazzo che le ha dato il primo bacio, e ha perso i propri sogni. O almeno così crede. Finché un giorno una delle sue clienti, la signora Janssen, la supplica di aiutarla, e questa volta non si tratta di candele o zucchero. Si tratta di ritrovare qualcuno: la piccola Mirjam, una ragazzina ebrea che l’anziana signora nascondeva in casa sua¿ Hanneke, contro ogni buon senso, decide di cercarla. E di ritrovare, con Mirjam, quella parte di sé che stava quasi per lasciar andare, la parte di sé in grado di sperare, di sognare, e di vivere.
Un romanzo di lancinante bellezza, che ricorda classici del genere come *Storia di una ladra di libri* e *Il bambino con il pigiama a righe*, e racconta la città di Anna Frank e la forza di chi, come Hanneke, ha cercato di sconfiggere l’orrore con il più piccolo, e grande, dei gesti.

La ragazza che leggeva nei cuori

New York, anni Venti, i famosi Roaring Twenties: Anna ha sedici anni e fin da bambina aiuta la madre, una famosa medium, negli spettacoli. Ma, contrariamente a sua madre che è un’abile attrice, Anna ha veramente il dono di “sentire” le emozioni altrui e di predire il futuro. E in questo futuro vede sua madre in pericolo: le sue visioni si fanno sempre più intense e spaventose, al punto che Anna decide di esplorare fino in fondo questa parte di sé che aveva sempre negato. Così, quando Cole, un ragazzo misterioso, si trasferisce in un appartamento vicino e introduce Anna a una società segreta che studia proprio persone come lei, Anna si trova costretta a confrontarsi con il suo passato e con le certezze della sua vita. Ma Anna è anche una sedicenne come tante altre, con i suoi istinti ribelli, i suoi capricci e la sua rabbia esplosiva. E, come tutte le ragazze della sua età, anche lei è alla ricerca dell’amore e dell’affermazione di se stessa. Riusciranno le sue abilità a districare la rete di intrighi in cui, suo malgrado, è caduta? E, soprattutto, la sua sensibilità sarà in grado di farle individuare qual è il suo vero destino? Riuscirà Anna l’illusionista, brava a liberarsi da quasi tutto, a liberarsi dai condizionamenti e a seguire il suo cuore?
**

Radiant Shadows: Sublime oscurità

Le più grandi passioni amorose sono da sempre condannate ad affrontare ostacoli insormontabili e quindi destinate a difficoltà di ogni genere prima di poter trovare compimento. Eppure conoscere i conflitti che impediscono l’amore tra Ani e Devlin significa addentrarsi in un mondo ancora più misterioso e oscuro. Qui l’universo del piccolo popolo, così lontano dagli idilliaci folletti cui ci hanno abituato le fiabe, è governato da regine bellissime e spietate per le quali sedurre o uccidere sono strumenti per uno stesso scopo: dominare. Ecco un intreccio di segreti che serpeggia tra la nostra realtà e una dimensione fantastica in cui l’alternanza tra il giorno e la notte è il frutto dei desideri di un’unica persona, ecco come il capriccio delle fate fa sì che piante solitamente prive di spine possano d’un tratto diventare rovi e graffiare. Ed è qui che la passione amorosa tra Ani e Devlin, tra una ragazza incantevole e ribelle, per metà mortale e per metà essere fatato, e il sicario dell’Alta Corte, sboccerà. Perché i due sono indissolubilmente legati da un destino che li rende allo stesso tempo minaccia e protezione l’uno per l’altra. Ani e Devlin, il cui primo bacio segnerà l’inizio di una catena di avvenimenti di inimmaginabile portata…

I racconti

A cura di Mario LunettaEdizioni integraliIncoraggiato dal genio di James Joyce, e sostenuto da Montale in un momento in cui era ignorato dalla critica, Ettore Schmitz, in arte Italo Svevo, è oggi considerato uno dei più importanti narratori italiani del primo Novecento. Questo volume raccoglie i racconti che scrisse nell’arco della sua intensa attività letteraria, stroncata dal terribile incidente stradale in cui perse la vita il 13 settembre del 1928. Da La tribù (1897) a Il vecchione, rimasto incompiuto e pubblicato postumo, passando per testi come L’assassino di via Belpoggio (1890), La madre (1924), Una burla riuscita (1926), Vino generoso (1927), l’antologia riassume tutte le tematiche che hanno contraddistinto l’opera del grande autore triestino: l’inettitudine e la mediocrità piccolo borghese, i vizi e le nevrosi dell’uomo comune. Un testo fondamentale che svela, tra l’altro, pagina dopo pagina, l’importanza dell’incontro tra l’autore e la psicoanalisi.«La tribù s’era fermata. Aveva trovato in mezzo al deserto un vasto paese ricco d’acqua, di prati e d’alberi, e, involontariamente, senza che nessuno lo proponesse, invece di farvi una delle solite soste fugaci, aveva messo radice in quel paradiso, era stata avvinghiata dalla terra e non aveva più saputo staccarsene.»Italo Svevo(pseudonimo di Ettore Schmitz) nacque a Trieste nel 1861. Fu il primo scrittore italiano a interessarsi alle teorie psicoanalitiche di Freud, che proprio allora cominciavano a diffondersi in Europa. Fu grande amico di Joyce, che lo fece conoscere a livello internazionale, e di Montale, che in Italia ne intuì per primo le eccezionali doti di narratore. Morì nel 1928. Di Svevo, la Newton Compton ha pubblicato La coscienza di Zeno, Senilità, Una vita, I racconti e, nella collana “I Mammut” il volume unico Tutti i romanzi e i racconti.

Racconti ritrovati

Universo fantastico di immagini e di personale mitologia, i Racconti ritrovati segnano l’inizio della creazione fiabesca di J.R.R. Tokien. Vi si trovano, in forma germinale e perciò misteriosa e allusiva, i grandi temi narrativi del cosmo tolkeniano, che accompagneranno poi per decenni la sua straordinaria produzione: la Musica degli Ainur, con la quale il dio supremo dà forma al mondo; i grandi Dèi – gli Ainur appunto – che si innamorano della loro stessa crazione e vi si rifugiano, edificando le dimore leggendarie; la lotta mai conclusa contro Melko, il dio enigmatico e maligno che ha insinuato nell’armonia degli elementi la dissonanza dell’estremo gelo e del fuoco implacabile; l’avvento nel mondo degli Elfi, creature di Ilúvatar, il ‘Padre Celeste’, destinate a tornare nella patria originaria dopo un viaggio denso di sofferenze indicibili… Nella magica Casetta del Gioco Perduto proprio gli Elfi inscenano dinanzi agli occhi di Eriol, il marinaio assetato di avventura e di antiche conoscenze, queste storie del mondo che precedono la nascita del genere umano. E che rivivono nel suo cuore come sogno di una terra fatata, ma sempre reinventata – o ritrovata – grazie alla fiaba. Iniziati tra il 1916 e il 1917, quando l’Autore aveva solo venticinque anni, i Racconti ritrovati, primo volume di una trilogia che racchiude il nucleo fondamentale della mitologia di Tolkien, sono accompagnati nella edizione pubblicata in Italia dal puntuale commento di Christopher Tolkien, il figlio del grande scrittore, commento che offre la chiave di lettura e l’ideale raccordo con gli altri celebri testi del ‘ciclo’ tolkeniano, e in particolare con Il Silmarillion.

I racconti neri del Commissario Berté

NOME: Gigi
COGNOME: Berté
CAPIGLIATURA: già brizzolata
TAGLIA: (troppo) large
PENSIERO: sottile
INTELLIGENZA: spessa
PIANTA PREFERITA: paulonia
PUNTUALITÀ: lombarda
GELOSIA: calabra
VIZIO CHE NON HA PIÙ: fumo
VIZIO CHE HA SEMPRE: mangiare molto
INSOFFERENZA 1: locali affollati
INSOFFERENZA 2: andare per negozi
**STILE **(secondo la Patty): antiquato
**STILE **(secondo la Marzia): classico

La rabbia. Quella quiescente e corrosiva, quella che le menti deviate non riescono a controllare. Cova come brace ardente in donne e uomini all’apparenza normali, e si riaccende improvvisa, liberando il loro istinti repressi e inconfessabili, trasformandoli da vittime in carnefici. La follia esasperata e latente è il tema dei racconti neri, crudi, surreali, eppure possibili scritti dal commissario Gigi Berté: sono il suo tentativo di esorcizzare il male e il suo sinistro fascino, trasformando il reale in creazione letteraria.
La metropoli fa da sfondo a queste situazioni impreviste e violente, forse ne è anche la causa scatenante perché non concede sconti agli ingenui, ai deboli e agli alienati. Chiusi nella loro solitudine interiore, i personaggi di Berté scelgono la via del crimine.

(source: Bol.com)

Racconti di Hogwarts: prodezze e passatempi pericolosi (Pottermore Presents – Italiano)

*Minerva era la dea romana della guerra e della saggezza. William McGonagall è invece considerato il peggior poeta della storia britannica. C’era qualcosa d’irresistibile nel suo cognome, e nell’idea che una donna così intelligente potesse essere una lontana parente di quel poeta un po’ ridicolo. – J.K. Rowling*
Pottermore Presents è una raccolta di brani scritti da J.K. Rowling tratti dagli archivi di Pottermore: brevi letture pubblicate originariamente su pottermore.com e arricchite da nuove, esclusive integrazioni. Questi eBook curati da Pottermore approfondiscono le storie di Harry Potter, svelando le fonti di ispirazione di J.K. Rowling, gli intricati dettagli delle vite dei personaggi e alcune sorprese del mondo magico.
Queste storie di prodezze e passatempi pericolosi tracciano un profilo di due dei personaggi più iconici e coraggiosi del mondo di Harry Potter: Minerva McGonagall e Remus Lupin. J.K. Rowling ci porta anche dietro le quinte della vita di Sybill Trelawney e a incontrare lo spericolato Silvanus Kettleburn, appassionato di creature magiche.
**
### Sinossi
*Minerva era la dea romana della guerra e della saggezza. William McGonagall è invece considerato il peggior poeta della storia britannica. C’era qualcosa d’irresistibile nel suo cognome, e nell’idea che una donna così intelligente potesse essere una lontana parente di quel poeta un po’ ridicolo. – J.K. Rowling*
Pottermore Presents è una raccolta di brani scritti da J.K. Rowling tratti dagli archivi di Pottermore: brevi letture pubblicate originariamente su pottermore.com e arricchite da nuove, esclusive integrazioni. Questi eBook curati da Pottermore approfondiscono le storie di Harry Potter, svelando le fonti di ispirazione di J.K. Rowling, gli intricati dettagli delle vite dei personaggi e alcune sorprese del mondo magico.
Queste storie di prodezze e passatempi pericolosi tracciano un profilo di due dei personaggi più iconici e coraggiosi del mondo di Harry Potter: Minerva McGonagall e Remus Lupin. J.K. Rowling ci porta anche dietro le quinte della vita di Sybill Trelawney e a incontrare lo spericolato Silvanus Kettleburn, appassionato di creature magiche.

Racconti di Hogwarts: potere, politica e poltergeist (Pottermore Presents – Italiano)

*Nessun Primo Ministro Babbano ha mai messo piede nel Ministero della Magia, per ragioni illustrate in modo alquanto succinto dall’ex Ministro Dugald McPhail (in carica dal 1858 al 1865): “I loro poveri cervellini non reggerebbero al colpo”– J.K. Rowling*
Pottermore Presents è una raccolta di brani scritti da J.K. Rowling tratti dagli archivi di Pottermore: brevi letture pubblicate originariamente su pottermore.com e arricchite da nuove, esclusive integrazioni. Questi eBook curati da Pottermore approfondiscono le storie di Harry Potter, svelando le fonti di ispirazione di J.K. Rowling, gli intricati dettagli delle vite dei personaggi e alcune sorprese del mondo magico.
Queste storie di potere, politica e poltergeist aprono uno squarcio sul lato oscuro del mondo magico, svelando le spietate origini della professoressa Umbridge, la storia dei Ministri della Magia e di Azkaban, la prigione dei maghi. Assisteremo perfino agli inizi della carriera di Horace Lumacorno come insegnante di Pozioni di un certo Tom Marvolo Riddle.
**
### Sinossi
*Nessun Primo Ministro Babbano ha mai messo piede nel Ministero della Magia, per ragioni illustrate in modo alquanto succinto dall’ex Ministro Dugald McPhail (in carica dal 1858 al 1865): “I loro poveri cervellini non reggerebbero al colpo”– J.K. Rowling*
Pottermore Presents è una raccolta di brani scritti da J.K. Rowling tratti dagli archivi di Pottermore: brevi letture pubblicate originariamente su pottermore.com e arricchite da nuove, esclusive integrazioni. Questi eBook curati da Pottermore approfondiscono le storie di Harry Potter, svelando le fonti di ispirazione di J.K. Rowling, gli intricati dettagli delle vite dei personaggi e alcune sorprese del mondo magico.
Queste storie di potere, politica e poltergeist aprono uno squarcio sul lato oscuro del mondo magico, svelando le spietate origini della professoressa Umbridge, la storia dei Ministri della Magia e di Azkaban, la prigione dei maghi. Assisteremo perfino agli inizi della carriera di Horace Lumacorno come insegnante di Pozioni di un certo Tom Marvolo Riddle.

Racconti dal web

I racconti di Carmen Covito. Raccolta autoprodotta per e-book.

Il raccomandato

Scritta da uno dei maggiori narratori inglesi, queste celebre detective story è incentrata su una figura eterna che da sempre affligge la vita della gente: il raccomandato. Il giovanotto in questione, Matthew Sharpin, viene imposto dall’alto al povero ispettore Theakston del Reparto investigativo della polizia di Londra, che è dunque costretto ad affidargli un caso. Attraverso i rapporti inviati da Sharpin al suo capo seguiamo le indagini condotte con inutile zelo e soprattutto assistiamo al trionfo della stupidità, perché l’aspirante detective è tanto presuntuoso e arrogante quanto inetto e pasticcione. Non solo il risultato è di una comicità irresistibile, ma rappresenta anche una piccola rivincita per quanti hanno incontrato sulla loro strada uno di questi odiosi personaggi. Il tutto, va detto, risale a oltre un secolo e mezzo fa: questo modernissimo gioiello della letteratura poliziesca fu infatti pubblicato per la prima volta nel 1858. Il raccomandato compare nelle raccolte dei migliori racconti gialli curate da Jorge Luis Borges e Adolfo Bioy Casares (Los Mejores CuentosPoliciales), Dorothy L. Sayers (Great Tales of Detection) ed è stato inserito da Ellery Queen nel Queen’s Quorum.
(source: Bol.com)

Questo amore

«Vorrei aver scritto questo libro molto tempo prima. Avrei imparato a conoscere meglio gli uomini, le donne (soprattutto) e la vita.» Con questo incipit un sorprendente Bruno Vespa avverte il lettore di aver lasciato la crudezza dei fatti per avventurarsi nell’affascinante e insidioso labirinto dei sentimenti. Questo amore è un libro molto diverso dai suoi precedenti best seller. Ma è anche il libro destinato, più di ogni altro, a penetrare nell’animo del lettore e della lettrice. Perché parla di un sentimento che ciascuno di noi ha incontrato almeno una volta nella vita, venendone rapito o deluso, stregato o tormentato. Attraverso le persone che Vespa ha intervistato e le storie che racconta, emerge un ritratto inedito e singolare della società italiana. Ci sono gli adolescenti con le loro sempre più precoci esperienze sessuali e le ragazze ormai nel ruolo di dominatrici. I ricordi del primo batticuore di attrici smaliziate e di politici noti per la loro durezza, che affidano a queste pagine il saluto a una ragazza amata in gioventù. La crisi esistenziale dei trentenni, sentimentalmente sempre più incerti, e lo scalpitare delle loro coetanee che, affermatesi sul lavoro, vogliono un figlio a tutti i costi. E poi, le gelosie che portano le donne a controllare sms e mail dei loro compagni, scoprendone spesso i tradimenti che ricambiano con la stessa moneta. Il desiderio di tenerezza (insoddisfatto) di tante donne che dal partner non vogliono mazzi di fiori, ma che si accorga del cambio di pettinatura. La nuova sessualità delle cinquantenni e delle sessantenni e l’esplosione ormonale degli uomini anziani, grazie a pasticche miracolose il cui uso però è bene tacere. Le storie straordinarie di mamme che fanno l’impossibile per i figli e di padri separati in miseria. Le confidenze di personaggi famosi dello spettacolo che svelano i retroscena dei loro celebri amori. E quelle, raccolte in carcere, di Olindo e Rosa Romano, condannati all’ergastolo per la strage di Erba, che si amano teneramente dal primo incontro e sognano una cella matrimoniale. Un capitolo racconta gli amori gay, un altro il sempre più affollato mondo degli scambi di coppia: secondo gli interessati, il migliore antidoto antidoto all’infedeltà… In quello su amore e politica, Vespa si chiede perché la magistratura – dopo aver fallito i suoi molti attacchi a Berlusconi accusandolo di tutto, dalla corruzione alle stragi mafiose – è riuscita a metterlo all’angolo frugando nella sua più intima debolezza: le donne. E, per finire, l’«amore di Dio»: che cosa resta oggi dell’esempio di san Francesco? Perché i missionari religiosi e laici che l’autore ha incontrato in Kenya hanno rinunciato a ogni benessere materiale riversando sugli ultimi della terra la loro dedizione al Signore? Un libro, insomma, in cui ciascuno di noi può trovare una parte di sé.

Questione di tariffe, commissario Marè

A Roma, in una lussuosa villa sull’Appia antica viene rinvenuto il cadavere dell’industriale Ugo Alani. Uomo colto e raffinato, abituato a ricorrere alla corruzione e al ricatto per i suoi fini, Alani non rifugge le vie d’arricchimento più bieche: dal traffico d’arte a quello di droga, dal mondo delle squillo al riciclaggio di denaro sporco. A risolvere il caso è chiamato il commissario Marè che, con l’aiuto del maresciallo Spinola, si troverà a indagare nella torbida realtà in cui sono coinvolti politici, giornalisti e trafficanti di ogni sorta. In una Roma lontana dai luoghi comuni Quattrucci racconta una storia avvincente con un linguaggio ironico e irriverente.

Questione di pratica (I Romanzi Emozioni)

Payton Kendall e J.D. Jameson sono avvocati dello stesso studio. Femminista convinta, Payton ha lottato per avere successo in una professione dominata dagli uomini. Ricco e presuntuoso, J.D. ha fatto del suo meglio per ignorarla. In pubblico sono inappuntabili. Devono esserlo. Per otto anni si sono tenuti a distanza di sicurezza e si sono tollerati solo per una ragione: riuscire a diventare soci dello studio. Tutto però cambia quando viene chiesto loro di collaborare a un caso importante. Costretti a lavorare gomito a gomito, si scoprono presto invischiati in un’insidiosa attrazione, ma l’offerta a cui più ambiscono verrà fatta a uno solo: la competizione si fa rovente e la battaglia dei sessi ha inizio…