40609–40624 di 65579 risultati

Alieno in croce

La fantascienza di ispirazione teologica vanta esempi illustri, da Clarke a Sheckley e ad Asimov. Vanta però anche, e in numero purtroppo maggiore, esempi noiosissimi. Garantiamo al lettore che la presente avventura teologico-spaziale, scritta in collaborazione da due autori famosi, potrà piacergli o non piacergli, potrà irritarlo o entusiasmarlo, ma tutto in definitiva potrà fare fuorché annoiarlo.
Copertina di Karel Thole

L’alienista

**Su Netflix la serie più attesa dell’anno
Bestseller del New York Times
Un successo internazionale pubblicato in oltre 24 Paesi**
**NEW YORK 1896.** Il reporter John Schuyler Moore riceve la chiamata inaspettata di Laszlo Kreizler – psicologo e “alienista” –, un suo amico di vecchio corso. Il dottore lo prega di raggiungerlo al più presto per assistere al ritrovamento di un cadavere. Il corpo è stato orrendamente mutilato e poi abbandonato nelle vicinanze di un ponte ancora in costruzione. La vista di quel macabro spettacolo fa nascere nei due amici un proposito ambizioso: è possibile creare il profilo psicologico di un assassino basandosi sui dettagli dei suoi delitti? In un’epoca in cui la società considera i criminali geneticamente predisposti, il giornalista e il dottore dovranno fare i conti con poliziotti corrotti, gangster senza scrupoli e varia umanità. Scopriranno, a loro spese, che cercare di infilarsi nella mente contorta di un assassino può significare trovarsi di fronte all’orrore di un passato mai cancellato. Un passato pronto a tornare a galla di nuovo, per uccidere ancora.
**Bestseller internazionale pubblicato in oltre 24 Paesi
Su Netflix la serie TV più attesa dell’anno **
«Un thriller coraggioso, appassionante e imperdibile.»
**Los Angeles Times**
«Una storia con un intreccio che terrà i lettori con il fiato sospeso fino all’ultima pagina.»
**Entertainment Weekly**
«Appassionante, intelligente e divertente.»
**USA Today**
«Tiene i lettori avvinti come pochi altri romanzi.»
**San Francisco Chronicle**
«Avvincente.»
**Newsweek**
**Caleb Carr**
È un autore americano e uno storico militare. Ha scritto in tutto dieci libri, tra cui* L’alienista*, vincitore di numerosi premi e diventato un bestseller internazionale tradotto in oltre 24 Paesi, diventato presto una serie.
**
### Sinossi
**Su Netflix la serie più attesa dell’anno
Bestseller del New York Times
Un successo internazionale pubblicato in oltre 24 Paesi**
**NEW YORK 1896.** Il reporter John Schuyler Moore riceve la chiamata inaspettata di Laszlo Kreizler – psicologo e “alienista” –, un suo amico di vecchio corso. Il dottore lo prega di raggiungerlo al più presto per assistere al ritrovamento di un cadavere. Il corpo è stato orrendamente mutilato e poi abbandonato nelle vicinanze di un ponte ancora in costruzione. La vista di quel macabro spettacolo fa nascere nei due amici un proposito ambizioso: è possibile creare il profilo psicologico di un assassino basandosi sui dettagli dei suoi delitti? In un’epoca in cui la società considera i criminali geneticamente predisposti, il giornalista e il dottore dovranno fare i conti con poliziotti corrotti, gangster senza scrupoli e varia umanità. Scopriranno, a loro spese, che cercare di infilarsi nella mente contorta di un assassino può significare trovarsi di fronte all’orrore di un passato mai cancellato. Un passato pronto a tornare a galla di nuovo, per uccidere ancora.
**Bestseller internazionale pubblicato in oltre 24 Paesi
Su Netflix la serie TV più attesa dell’anno **
«Un thriller coraggioso, appassionante e imperdibile.»
**Los Angeles Times**
«Una storia con un intreccio che terrà i lettori con il fiato sospeso fino all’ultima pagina.»
**Entertainment Weekly**
«Appassionante, intelligente e divertente.»
**USA Today**
«Tiene i lettori avvinti come pochi altri romanzi.»
**San Francisco Chronicle**
«Avvincente.»
**Newsweek**
**Caleb Carr**
È un autore americano e uno storico militare. Ha scritto in tutto dieci libri, tra cui* L’alienista*, vincitore di numerosi premi e diventato un bestseller internazionale tradotto in oltre 24 Paesi, diventato presto una serie.

Alibi di ferro

Autrice del bestseller La ragazza N°9 Un grande thriller Un’indagine degli investigatori Kate Conlan e John Quinn C’è un terribile assassino, detto “il crematore”, che esegue oscuri rituali in un bosco nei pressi di Minneapolis. La cerimonia è sempre la stessa: prima unge le sue vittime, poi dà fuoco ai corpi. Ha già mietuto tre vite, e non si fermerà qui. Una donna è sopravvissuta all’ultima carneficina, ma nessuno riesce a farla parlare. Tanto che Kate Conlan, l’agente dell’FBI incaricata del caso, fatica a capire se la testimone sia una potenziale vittima o sia coinvolta in maniera molto più inquietante. I superiori le stanno addosso perché la prossima vittima potrebbe essere la figlia di Peter Bondurant, un miliardario molto potente. E proprio a causa delle pressioni del facoltoso imprenditore viene convocato l’agente speciale John Quinn. Ma nonostante sia uno tra i più brillanti profiler dell’FBI, John è anche l’ultima persona con cui Kate desidera lavorare, dopo la fine della loro relazione. Non è soltanto il caso più difficile della sua carriera: Kate è anche l’unica in grado di fermare il killer… Autrice numero 1 del New York Times Tradotta in 32 Paesi 40 milioni di copie vendute nel mondo «Un thriller ad alta tensione e una delle coppie di detective meglio riuscite del panorama editoriale.» Leggendaria «La prosa di Tami Hoag è rapida e precisa come un colpo di arte marziale, e il ritmo è ad alta tensione. Questo romanzo è il suo capolavoro.» Booklist «Senza dubbio una delle più grandi scrittrici di suspense.» Chicago Tribune «Tami Hoag dimostra una volta ancora come abbia fatto a diventare uno dei nomi più rilevanti nel panorama del thriller. In sostanza: non c’è gara.» People «Ti viene voglia di chiudere la porta a chiave mentre leggi!» Minneapolis Star Tribune «Una lettura da notte in bianco.» The Detroit News Tami HoagVive in Florida ed è autrice di decine di bestseller. I suoi romanzi sono tradotti in più di 30 Paesi e hanno venduto 40 milioni di copie in tutto il mondo. Con la Newton Compton ha pubblicato La ragazza N°9, Indizio N°1, Vittima senza nome e Alibi di ferro.

Algoritmi e strutture di dati

L’algoritmica è quella branca dell’informatica che riguarda la definizione e la progettazione degli algoritmi, l’analisi della loro correttezza ed efficienza, la dimostrazione delle loro limitazioni e complessità e lo studio dei dati da essi elaborati. “Algoritmi e strutture di dati”, grazie all’accurato lavoro degli autori, alla loro pluriennale esperienza didattica e scientifica e alla rigorosa ed esauriente trattazione della materia, si pone come il punto di riferimento dell’algoritmica. Il ricco apparato didattico (fatto di numerosissimi teoremi dimostrati, di una folta serie di esercizi e di molti esempi svolti che completano e integrano ogni capitolo) e la funzionale veste grafica, infine, permettono agli studenti una verifica costante del livello del proprio studio.

Alghe. Una commedia d’amore e d’erba

La famiglia Tate dell’isola Tate vive di alghe. Emily Tate ha grandi idee per rinnovare l’azienda, e un cervello fatto per gli affari. Quando il cugino John Tate sbarca sull’isola Tate, armato di fascino e progetti, Emily si allea subito con lui. E cominciano i problemi… Età di lettura: da 12 anni.

Aléxandros – 1. Il figlio del sogno

La bellezza del suo viso ci è stata tramandata dallo scultore Lisippo. Le sue imprese le ha raccontate la Storia: un impero sconfinato, dal Danubio all’Indo, difficile da immaginare, impossibile da credere. Ma chi era davvero Alessandro, il giovane re macedone che, nel IV secolo a.C. concepì il disegno della conquista del mondo intero, per poi morire, come Cristo, all’età di trentatré anni? *Il figlio del sogno*, primo capitolo di una saga esaltante e avvincente, ci narra di un uomo che fu considerato un dio, dei suoi sogni ardenti, delle passioni violente che lo consumarono fino a distruggerlo. E ci svela anche una Grecia mai vista, una civiltà che, pur nota, appare oggi sconosciuta e affascinante.
**
### Sinossi
La bellezza del suo viso ci è stata tramandata dallo scultore Lisippo. Le sue imprese le ha raccontate la Storia: un impero sconfinato, dal Danubio all’Indo, difficile da immaginare, impossibile da credere. Ma chi era davvero Alessandro, il giovane re macedone che, nel IV secolo a.C. concepì il disegno della conquista del mondo intero, per poi morire, come Cristo, all’età di trentatré anni? *Il figlio del sogno*, primo capitolo di una saga esaltante e avvincente, ci narra di un uomo che fu considerato un dio, dei suoi sogni ardenti, delle passioni violente che lo consumarono fino a distruggerlo. E ci svela anche una Grecia mai vista, una civiltà che, pur nota, appare oggi sconosciuta e affascinante.

Albert Einstein: Il costruttore di universi

A cento anni dalla scoperta della teoria della relatività, la storia di Albert Einstein, figura grandiosa e complessa di scienziato-umanista, il cui sguardo acuto spaziò dalle profondità della materia all’universo infinito. «Quando, alla fine del 1999, la rivista “Time” scelse la ‘persona del secolo’ da immortalare sull’ultima copertina del Novecento, il nome di Einstein si impose su quello di giganti del calibro di Roosevelt, Churchill, Gandhi. Può sembrare strano che questo riconoscimento sia andato a “un costruttore di universi, non di imperi”, come lo definì George Bernard Shaw. Eppure la scelta fu del tutto appropriata. Nessuno ha incarnato quanto Einstein i due tratti distintivi del secolo appena trascorso: lo straordinario progresso della scienza e la battaglia contro i totalitarismi e per i diritti civili.» La più avvincente introduzione alla vita e alle idee di un genio insofferente di ogni ortodossia. Giulio Giorello Nel 1921 la figlia del matematico Federigo Enriques, Adriana, andò ad accogliere Einstein alla stazione di Bologna. Non conoscendone l’aspetto, cercò di individuarlo tra i viaggiatori di prima e di seconda classe. Quando, da un vagone di terza classe, vide scendere un signore imponente, con un cappello da artista a larghe falde e i capelli che ricadevano sulle orecchie, non ebbe dubbi. «Era lui, non poteva che essere lui. L’impronta del genio era scritta sulla sua fronte». La letteratura su Einstein è sterminata, ma è composta perlopiù da testimonianze classiche, corpose biografie e studi sull’opera scientifica. A cento anni dalla formulazione della teoria generale della relatività,questo libro unisce il racconto della vita del grande fisico all’esposizione della sua scienza e delle sue idee, combinando stile narrativo, fedeltà storica e rigore scientifico.

L’albero di Giuda

L’amore di un giovane intellettuale siciliano per una bella friulana ripercorso – sempre in bilico tra melodramma e opera buffa – quando la vita è già trascorsa, quando gli occhi e il cuore vivono una prospettiva di nostalgia e rimpianto. Un’ironia tagliente e un’intensità quasi poetica cadenzano il ritmo narrativo e colorano per contrasto un romanzo che usa il comico- grottesco e la densità vulcanica della scrittura per raccontare la solitudine come scelta e come destino, la forza e la sensualità della natura, la violenza dei rapporti umani, il decadimento fisico e mentale della vecchiaia.

Un albero al contrario

Un gruppo di ragazzini un po’ folli, dolcissimi e intensamente umani. E la loro vita in una casa molto speciale.Quando varca la soglia della comunità, Ginevra ha solo due grossi sacchi neri. Dentro c’è tutta la sua vita di undicenne: giocattoli, vestiti e quaderni accumulati in anni passati tra istituti e famiglie affidatarie, in cerca di un posto da chiamare “casa”. Adesso non sa cosa aspettarsi: e se i bambini e gli educatori fossero cattivi come li immagina nei suoi incubi? O, peggio, se la mandassero via ancora una volta? Per fortuna, quel mondo bizzarro è pronto a stupirla: c’è la signora Tilde, che le prepara grandi tazze di cioccolata calda; c’è Verde, la compagna di stanza, chiamata così perché ha i capelli tinti di color asparago; c’è Bao Kim che non sa parlare bene, ma ha sempre voglia di ridere e giocare. E poi c’è Agape, bello come una creatura marina, che le stringe la mano quando ne ha bisogno, facendole provare qualcosa di nuovo e speciale. Con loro Ginevra sente di non essere sola: in comunità tutti hanno storie dure alle spalle, ma insieme si fanno coraggio, e quando si ritrovano intorno al tavolo sanno che è a questo, in fondo, che serve una famiglia. Un romanzo toccante e vitale, che insegna a sperare e a non lasciarsi abbattere. Perché anche senza radici si può trovare la forza per crescere.

L’albergo sulla tana dei crotali

Un guasto negli impianti di refrigerazione di un grande albergo californiano provoca una vasta fuga di gas ammoniacali nel sottosuolo. Poco male… se ciò non provocasse a sua volta la vasta fuga dal sottosuolo di qualcosa di molto più velenoso e mortale dell’ammoniaca. Un romanzo di magistrale realismo, ai limiti della profezia ecologica e del più puro terrore.

L’Alba di Avalon

“Il popolo di Avalon porta i suoi crucci, grandi e piccoli, alla sua Signora. Stamane i druidi sono venuti a dirmi che c’è stata una frana nel passaggio che dal loro Tempio conduce alla stanza che contiene la Pietra Omphalos e non sanno come ripararlo. Sono rimasti in pochi, ora, e quasi tutti sono vecchi; molti di coloro che avrebbero potuto rinnovare l’Ordine sono stati uccisi nelle guerre con i sassoni o hanno seguito i monaci che accudiscono la cappella cristiana che si trova sull’altra Avalon. E così sono venuti da me…” (Morgana, tra le protagoniste del libro).

L’alba degli eroi

Protagonista di questa storia è Drizzt Do’Urden, personaggio affascinante e tenebroso, che incarna i più nobili ideali di lealtà, coraggio, rettitudine e amicizia, già noto ai lettori perché protagonista della trilogia degli Elfi Scuri. “L’alba degli eroi”, che costituisce il seguito de “L’eredità” e de “L’assedio delle ombre”, è un’avventura inedita nel mondo del fantastico, popolato di creature strane e a volte orribili e malvagie, che riflettono trasfigurandole le nostre paure più riposte. Un libro fantasy che si rivolge a una fascia di lettori senza limiti di età.
**

Alaska

Stanno accadendo strane cose nel piccolo villaggio di Hilltop, remota località dell’Alaska dove l’inverno è così gelido da ottenebrare le coscienze. Da quando, tre mesi prima, è stata aperta Hanover House, una clinica psichiatrica di massima sicurezza che ospita con finalità scientifiche i più feroci serial killer d’America, nessuno dorme più sonni tranquilli e a nulla servono le rassicurazioni di Evelyn Talbot, la psichiatra trentenne e determinata che dirige l’istituto insieme al collega Fitzpatrick. Soprattutto quando nella neve avviene un macabro ritrovamento: i resti di una donna, orrendamente martoriata. Per il giovane sergente Amarok è la conferma di ciò che ha sempre temuto: portare un branco di efferati assassini a pochi metri dalle loro case e dalle loro famiglie è stata una decisione estremamente pericolosa. Ma la sua fermezza si scontra con il fascino fragile e misterioso di Evelyn, il cui passato nasconde il più nero e atroce degli incubi. E mentre una violenta tormenta di neve si abbatte sul paese rendendo impossibili i collegamenti e le comunicazioni, la psichiatra ha più di un motivo per pensare che quel primo omicidio sia un messaggio destinato proprio a lei e che l’ombra del passato la stia per raggiungere ancora una volta. Da un’autrice bestseller del New York Times, un thriller ad alta tensione carico di atmosfera e di colpi di scena.

Al vento dell’Oceano: Le indagini di Neron Vukcic

«*Abilità da prestigiatore… Tuzzi è un maestro sofisticato, imprevedibile.*»
** «Il Corriere della Sera» – Ranieri Polese**
«*Tuzzi continua a non sbagliare colpi e ci regala un altro magnifi co giallo, una sfolgorante miniatura letteraria. *»
**«Il Fatto Quotidiano» – Fabrizio D’Esposito**
«*Elegante senza essere lezioso, erudito senza essere noioso. C’è ancora qualcuno davvero convinto che il giallo non possa essere ottima letteratura? *»
**IBS – Giampiero Cinque**
«*Un mystery classicheggiante, dove il groviglio di rimandi, sospetti e deduzioni è nobilitato da un costante e vivo gusto per la parola. *»
**«la Repubblica» – Giuliano Aluffi**
Aprile 1926. Sul transatlantico *Pamphylia* Neron Vukcic onora una promessa fatta a sé stesso nel 1914: andare a vivere a New York, la Mela d’Oro del XX secolo. Ma è mai possibile che il delitto non lo segua mentre teso e diffidente naviga verso il Nuovo Mondo? Naturalmente no. E quando in una suite di prima classe Elizabeth Hillman, bella moglie del senatore James R. Hillman, viene sorpresa con la mano sul pugnale piantato nel cuore del banchiere, politico e collezionista Clifford M. Marshall, acerrimo avversario del marito all’interno del Grand Old Party, il capitano della nave deve procedere a un arresto che desta scalpore e scandalo. A Hillman e al fratello dell’accusata non resta che chiedere a Neron Vukcic di smascherare il vero assassino prima che il transatlantico giunga a New York.
Pigro e fedele alla propria pigrizia, Vukcic rifiuta. Ma un senatore e un miliardario americani posseggono argomenti sufficienti a vincere la più ostinata resistenza di un apolide immigrato. Così, con la prospettiva di un pronto rilascio della cittadinanza, di un pingue conto in banca e di una *brownstone house* affacciata su Gramercy Park, Neron Vukcic si mette al lavoro chiudendo il caso e, nello stesso tempo, la trilogia a lui dedicata.
**
### Sinossi
«*Abilità da prestigiatore… Tuzzi è un maestro sofisticato, imprevedibile.*»
** «Il Corriere della Sera» – Ranieri Polese**
«*Tuzzi continua a non sbagliare colpi e ci regala un altro magnifi co giallo, una sfolgorante miniatura letteraria. *»
**«Il Fatto Quotidiano» – Fabrizio D’Esposito**
«*Elegante senza essere lezioso, erudito senza essere noioso. C’è ancora qualcuno davvero convinto che il giallo non possa essere ottima letteratura? *»
**IBS – Giampiero Cinque**
«*Un mystery classicheggiante, dove il groviglio di rimandi, sospetti e deduzioni è nobilitato da un costante e vivo gusto per la parola. *»
**«la Repubblica» – Giuliano Aluffi**
Aprile 1926. Sul transatlantico *Pamphylia* Neron Vukcic onora una promessa fatta a sé stesso nel 1914: andare a vivere a New York, la Mela d’Oro del XX secolo. Ma è mai possibile che il delitto non lo segua mentre teso e diffidente naviga verso il Nuovo Mondo? Naturalmente no. E quando in una suite di prima classe Elizabeth Hillman, bella moglie del senatore James R. Hillman, viene sorpresa con la mano sul pugnale piantato nel cuore del banchiere, politico e collezionista Clifford M. Marshall, acerrimo avversario del marito all’interno del Grand Old Party, il capitano della nave deve procedere a un arresto che desta scalpore e scandalo. A Hillman e al fratello dell’accusata non resta che chiedere a Neron Vukcic di smascherare il vero assassino prima che il transatlantico giunga a New York.
Pigro e fedele alla propria pigrizia, Vukcic rifiuta. Ma un senatore e un miliardario americani posseggono argomenti sufficienti a vincere la più ostinata resistenza di un apolide immigrato. Così, con la prospettiva di un pronto rilascio della cittadinanza, di un pingue conto in banca e di una *brownstone house* affacciata su Gramercy Park, Neron Vukcic si mette al lavoro chiudendo il caso e, nello stesso tempo, la trilogia a lui dedicata.