40561–40576 di 74503 risultati

Stargirl

Immaginate una scuola di provincia in cui tutti i ragazzi si vestono allo stesso modo e fanno le stesse cose, e poi chiedetevi che effetto farebbe, in un posto del genere, l’apparizione di una ragazza vestita nel modo più stravagante, che va in giro con un topo in tasca e un ukulele a tracolla, piange ai funerali degli sconosciuti e sa a memoria i compleanni dell’intera cittadinanza. Resterebbero tutti a bocca aperta, naturalmente, proprio come succede a Leo quando la vede per la prima volta e si chiede se è una svitata, un’esibizionista o tutte e due le cose insieme. Ma Stargirl è semplicemente se stessa: e non è detto che questo sia un vantaggio, in un mondo fatto di persone che vogliono soltanto “adeguarsi”…

Star Wars – Aftermath

La seconda Morte Nera è stata distrutta, l’Imperatore è morto e Darth Vader è stato sconfitto: questi devastanti colpi inferti all’Impero sono stati le più grandi vittorie dell’Alleanza Ribelle. La battaglia per la libertà, però, non è ancora finita.
Mentre l’Impero cerca di riprendersi dalla sconfitta subita nella Battaglia di Endor, l’Alleanza Ribelle – ora chiamata Nuova Repubblica – cavalca l’onda del suo successo in una caccia spietata alle forze nemiche sparpagliate per la galassia, prima che possano radunarsi e contrattaccare. Tuttavia, sul lontano pianeta di Akiva, il nemico si sta già riorganizzando. Durante una solitaria missione di ricognizione, il pilota Wedge Antilles scopre che gli Star Destroyer imperiali si stanno radunando come cacciatori intorno alle loro prede, ma viene catturato prima di riuscire a informare i capi della Nuova Repubblica.
Nel frattempo, sul pianeta, l’ex pilota ribelle Norra Wexley è tornata sul suo mondo natale, stremata dalla guerra, pronta a rivedere suo figlio e a ricominciare a vivere in qualche posto lontano da tutto. Una volta intercettata la richiesta di soccorso di Wedge Antilles, però, Norra capisce che la sua lotta per la libertà non è ancora finita. Quel che non sa è che il nemico è più vicino di quanto non immagini… e che la sua nuova missione sarà tanto pericolosa quanto decisiva.
Decisi a difendere il potere dell’Impero, gli Imperiali sopravvissuti si stanno riunendo su Akiva per un vertice di emergenza e per consolidare le loro forze prima di sferrare un contrattacco. Non hanno ancora fatto i conti con Norra e i suoi nuovi alleati – il suo geniale figlio, un cacciatore di taglie zabrak e uno spietato traditore dell’Impero – che intendono fare tutto quello che è in loro potere per porre fine all’opprimente minaccia dell’Impero una volta per tutte.
**
### Sinossi
La seconda Morte Nera è stata distrutta, l’Imperatore è morto e Darth Vader è stato sconfitto: questi devastanti colpi inferti all’Impero sono stati le più grandi vittorie dell’Alleanza Ribelle. La battaglia per la libertà, però, non è ancora finita.
Mentre l’Impero cerca di riprendersi dalla sconfitta subita nella Battaglia di Endor, l’Alleanza Ribelle – ora chiamata Nuova Repubblica – cavalca l’onda del suo successo in una caccia spietata alle forze nemiche sparpagliate per la galassia, prima che possano radunarsi e contrattaccare. Tuttavia, sul lontano pianeta di Akiva, il nemico si sta già riorganizzando. Durante una solitaria missione di ricognizione, il pilota Wedge Antilles scopre che gli Star Destroyer imperiali si stanno radunando come cacciatori intorno alle loro prede, ma viene catturato prima di riuscire a informare i capi della Nuova Repubblica.
Nel frattempo, sul pianeta, l’ex pilota ribelle Norra Wexley è tornata sul suo mondo natale, stremata dalla guerra, pronta a rivedere suo figlio e a ricominciare a vivere in qualche posto lontano da tutto. Una volta intercettata la richiesta di soccorso di Wedge Antilles, però, Norra capisce che la sua lotta per la libertà non è ancora finita. Quel che non sa è che il nemico è più vicino di quanto non immagini… e che la sua nuova missione sarà tanto pericolosa quanto decisiva.
Decisi a difendere il potere dell’Impero, gli Imperiali sopravvissuti si stanno riunendo su Akiva per un vertice di emergenza e per consolidare le loro forze prima di sferrare un contrattacco. Non hanno ancora fatto i conti con Norra e i suoi nuovi alleati – il suo geniale figlio, un cacciatore di taglie zabrak e uno spietato traditore dell’Impero – che intendono fare tutto quello che è in loro potere per porre fine all’opprimente minaccia dell’Impero una volta per tutte.

Una stanza tutta per sé

Nell’ottobre del 1928 Virginia Woolf viene invitata a tenere due conferenze sul tema “Le donne e il romanzo”. È l’occasione per elaborare in maniera sistematica le sue molte riflessioni su universo femminile e creatività letteraria. Il risultato è questo straordinario saggio, vero e proprio manifesto sulla condizione femminile dalle origini ai giorni nostri, che ripercorre il rapporto donna-scrittura dal punto di vista di una secolare esclusione, attraverso la doppia lente del rigore storico e della passione per la letteratura. Come poteva una donna, si chiede la scrittrice inglese, dedicarsi alla letteratura se non possedeva “denaro e una stanza tutta per sé”? Si snoda così un percorso attraverso la letteratura degli ultimi secoli che, seguendo la simbolica giornata di una scrittrice del nostro tempo, si fa lucida e asciutta riflessione sulla condizione femminile. Un classico della scrittura e del pensiero. Con uno scritto di Marisa Bulgheroni.
**

La stanza segreta dello zar

«Tremendamente appassionante, con personaggi straordinari e una trama mozzafiato. Adrenalina e divertimento allo stato puro.» Clive Cussler«Steve Berry trascina il lettore in un viaggio drammatico alla scoperta di un passato oscuro e inquietante.»James Rollins «Il primo romanzo di Steve Berry. Assolutamente straordinario. Intensità e ritmo serrato!»Stephen Frey«Il genere di thriller che piace a me!» Dan BrownSan Pietroburgo, 1941. È l’ottava meraviglia del mondo e si trova all’interno del Palazzo di Caterina, la residenza estiva degli Zar. Tutti la conoscono come la Camera d’Ambra, perché è interamente rivestita di pannelli d’ambra: sei tonnellate in tutto. Eppure bastano 36 ore a un gruppo selezionato di soldati tedeschi per smontarla, collocarla in 28 casse e spedirla in Germania… dove, alla fine della guerra, scompare. A tutt’oggi, nessuno sa dove sia finita. Atlanta, oggi. Sconvolta dall’improvvisa morte del padre, sopravvissuto agli orrori dell’Olocausto, il giudice Rachel Cutler ha un terribile sospetto: che l’uomo sia stato ucciso perché aveva scoperto qualcosa sul destino della Camera d’Ambra. Possibile che fosse proprio quello il segreto che lo aveva ossessionato per tutta la vita? Decisa a scoprire la verità, Rachel parte per la Germania, dove è sicura di trovare qualche amico del padre in grado di aiutarla. Troverà invece ad attenderla un nido di spie, di killer professionisti e di uomini disposti a tutto pur di mettere mano su quel tesoro d’inestimabile valore…

Stanza numero 10

Nella stanza numero 10 di un hotel nel centro di Göteborg la polizia trova una giovane donna, Paula Ney, impiccata. La tesi del suicidio non convince il commissario Erik Winter, che è già stato lì diciotto anni prima, per indagare sulla scomparsa di un’altra donna, Ellen Börge, che aveva alloggiato in quella stanza senza che il caso sia mai stato risolto. Che ci sia un legame tra i due episodi? Il commissario Winter, alla vigilia di un meritato periodo sabbatico, si trova forse di fronte al suo caso più intricato ma anche alla possibilità donatagli dal destino di scoprire finalmente la verità.Åke Edwardson (Vrigstad, 1953) ha vinto tre volte il premio per il miglior thriller svedese ed è considerato l’erede di Henning Mankell. I suoi romanzi, che hanno venduto oltre cinque milioni di copie nel mondo, sono tradotti in più di venti lingue. Dai libri che hanno come protagonista il commissario Erik Winter è stata tratta una serie televisiva di grande successo.

La stanza delle torture

EDIZIONE SPECIALE: CONTIENE UN ESTRATTO DI VICINO AL CADAVERE Una nuova indagine per il sergente McRae. Il prezzo da pagare non è mai stato così alto… ‘Uno dei migliori thriller in circolazione, nero come la notte e con dialoghi così taglienti che si corre il rischio di restare feriti.’ The Independent Alison McGregor e la figlia Jenny sono le star di Aberdeen: la loro canzone le ha portate dritte alla semifinale del più seguito reality show della Scozia, riempiendo di orgoglio l’intera città. E di certo avrebbero vinto, se qualcuno non le avesse rapite nel cuore della notte per poi chiedere un riscatto attraverso un videomessaggio. Le regole del gioco sono semplici: i cittadini hanno quattordici giorni di tempo per raccogliere il denaro che consentirà alle loro eroine di tornare a casa sane e salve. Se il denaro non sarà sufficiente, Alison e Jenny moriranno; se il messaggio non sarà diffuso dai media, Alison e Jenny moriranno; se l’attenzione del pubblico verrà meno, Alison e Jenny moriranno. L’indagine, affidata al sergente Logan McRae e ai suoi colleghi, si rivela più difficile del previsto e rischia di bloccarsi per mancanza di indizi. Ma mentre la comunità trattiene il respiro sotto gli onnipresenti riflettori, la polizia comincia a ritrovare pezzi del corpo della piccola Jenny. Appare chiaro che la faccenda, nonostante il clamore mediatico che la circonda, è dannatamente seria, perché quando le luci della ribalta colpiscono una città come Aberdeen, le ombre emergono con tutta la loro forza e più nere che mai. Dopo i bestseller Il collezionista di bambini, La casa delle anime morte e Sangue nero, torna il maestro del giallo scozzese. ‘Stuart MacBride ha preso il posto di Ian Rankin nel cuore degli scozzesi (e nostro). Dall’ispettore Rebus al sergente Logan McRae. Dalla stupenda Edimburgo all’orrida Aberdeen. Ma la peculiare bizzarria dei personaggi e dei panorami non solo è rispettata, semmai ne risulta rinvigorita.’ ttL – La Stampa ‘Ruvide come un whisky, le storie del sergente scozzese McRae e dei suoi colleghi, ma ben congegnate.’ Famiglia CristianaStuart MacBrideÈ diventato uno scrittore di successo dopo aver svolto decine di lavori diversi. La Newton Compton ha pubblicato i suoi thriller Il collezionista di bambini (Premio Barry come miglior romanzo d’esordio), Il cacciatore di ossa, La porta dell’inferno, La casa delle anime morte, Il collezionista di occhi, Sangue nero e La stanza delle torture, con protagonista il sergente Logan McRae, oltre a Cartoline dall’inferno. MacBride ha ricevuto nel 2007 il prestigioso premio CWA Dagger in the Library, per l’insieme delle sue opere, e nel 2008 l’ITV Crime Thriller come rivelazione dell’anno. Vive in Scozia con la moglie Fiona.

(source: Bol.com)

La stanza del male: Un’indagine del commissario Jeanette Kihlberg

In tutta la sua carriera, l’ispettore di Polizia Jeanette Kihlberg non ha mai visto niente di simile: il corpo giace semi nascosto in un cespuglio in uno squallido quartiere periferico di Stoccolma. Un ragazzo, una vittima di un omicidio brutale, un cadavere perfettamente mummificato. Jeanette capisce che da sola non può farcela, il suo intuito investigativo non basta per capire quali abissi nasconde la mente che ha concepito questa messa in scena. Chiede aiuto a Sofia Zettelund, psichiatra, esperta di personalità multipla. Al primo omicidio ne seguono altri, tutti con le stesse modalità. Jeanette e Sofia incominciano insieme un viaggio all’inferno, alla ricerca di un serial killer. Tutte e due si pongono le stesse domande: quanto deve soffrire una persona per trasformarsi in un mostro? E quanto stravolgerà la loro vita questa caccia all’uomo, questa guerra contro il tempo e contro la distruzione? Un libro duro e cupo dal ritmo incalzante, un thriller che spicca in un panorama letterario nordico ricco di autori di bestseller come Stieg Larsson e Lars Kepler. Un esordio che è diventato un caso editoriale nel Nord Europa, che ha stupito la critica e che è balzato in vetta alle classifiche. Un romanzo sul male che trasforma la vittima in carnefice, che si insinua nel lettore e che non lo abbandona più…

Stampa 3D: il manuale per hobbisti e maker (Italian Edition)

Gli “atomi sono i nuovi bit”. La profezia di Chris Anderson è ormai realtà. Le stampanti 3D permettono a chiunque di creare oggetti reali a partire da progetti realizzati con software di modellazione tridimensionale. Un mondo affascinante e dalle enormi potenzialità nei settori più diversi: progettazione industriale, medicina, gioielleria e ovunque vi possa portare la vostra immaginazione.
Se gli approcci teorici non fanno per voi, questo è il libro giusto. Rimboccatevi le maniche e seguite le istruzioni dell’autore. Vi troverete a smontare e rimontare componenti meccanici ed elettronici, esplorare i diversi materiali e la loro resa, scegliere e sperimentare i software di modellazione 3D. Capitolo dopo capitolo scoprirete come è fatta e come funziona una stampante 3D. Quindi imparerete a costruirne una tutta vostra e a gestire la fase di modellazione e stampa, fino a ottimizzare gli oggetti realizzati.
**

Staminalia

Commissioni che finanziano i propri membri, bioeticisti che sognano la «morale unica», politiche della ricerca dettate dal Vaticano: Staminalia spiega come un dibattito filosofico, morale e scientifico male impostato abbia provocato in Italia una valanga di scelte sbagliate, irrazionali e dannose. Ci si è perfino inventati una «via italiana per la ricerca sulle staminali» – che avrebbe caratteristiche di superiore eticità perché concentrata solo sulle staminali adulte e non su quelle embrionali derivate dalla blastocisti, da alcuni considerata persona –, un caso esemplare di come non si deve, e non si può, condurre la ricerca scientifica in un paese moderno, che ci ha esposto al ludibrio della comunità internazionale. Armando Massarenti racconta finalmente tutto quello che avreste voluto sapere sulla storia e sui risvolti etici di questo complesso ambito e ci fornisce una guida imperdibile che smaschera i falsi argomenti e svela i retroscena e gli aspetti inediti della ricerca oggi più promettente in campo scientifico. Da segnalare l’ampio capitolo centrale, Tutti pazzi per Yamanaka, dedicato, con largo anticipo, al premio Nobel per la Medicina 2012, lo scopritore delle iPS, le cellule staminali pluripotenti indotte, che hanno rivoluzionato i laboratori di tutto il mondo.

Stai con me in ogni respiro

Chloe e Blake si incontrano, anzi, si scontrano, per caso, una notte. Lui sta fuggendo dalla solitudine e dai propri pensieri. Lei da un tipo che non sembra avere buone intenzioni. Blake la salva e da subito si sente attratto da questa ragazza strana, affamata di vita ma abituata a tenere chiunque a distanza. Eppure, quando sei giovane dovresti afferrare tutto quello che il destino ti offre. Correre incontro al domani, bruciare tappe e traguardi, ubriacarti di emozioni e sogni a occhi aperti. Scoprire e sperimentare ogni cosa che ti circonda, o che hai anche solo sentito nominare. Senza mai fermarti, senza mai smettere di sperare, di desiderare, di crederci… Ma c’è un motivo per cui Chloe non permette a nessuno di avvicinarsi: sulla sua vita c’è un’ombra, una malattia che non lascia scampo. E lei, quando se ne andrà, vuole farlo in punta di piedi, per non ferire nessuno Il giorno in cui incontra Blake non ha la minima idea che quella sarà la loro svolta, l’attimo capace di sconvolgere le loro esistenze e ribaltare le loro prospettive, per sempre. A mano a mano che lo conosce, però, non riesce più a fare a meno di lui. Per Chloe è il momento di trovare la risposta a una domanda pesantissima: esiste un amore capace di dare senso al dolore più grande?
(source: Bol.com)

Le stagioni di Giacomo

Una piccola comunità dell’altipiano di Asiago, nel Veneto, è uscita stremata dalla Grande Guerra: ovunque macerie, povertà, disoccupazione. Chi non emigra all’estero ha davanti a sé come unico lavoro possibile quello del «recuperante»: battere la montagna alla ricerca dei residui bellici da rivendere ai grossisti di metalli per pochi centesimi. Giacomo, il protagonista del romanzo, apprende il mestiere fin da bambino, quando una giornata di recupero significava un concreto aiuto al magro bilancio familiare, o un piccolo svago domenicale: al seguito del padre e nel silenzio dei monti, Giacomo impara a dialogare con i soldati scomparsi, ma anche a conoscere la natura e a decifrarne il linguaggio segreto, ad amare piante e animali. Quello che Rigoni Stern racconta è un mondo ancora integro, dominato da un forte senso della comunità, sapiente nella sua conoscenza e nel rispetto della natura e dei suoi ritmi: una civiltà armoniosa che oggi appare come travolta da un degrado irreversibile. L’autore ce la restituisce con poetica semplicità in un libro che è insieme testimonianza appassionata, narrazione di memoria e «foto di gruppo» di profonda verità umana.

La stagione del sangue: La Squadra Omicidi di Oslo

« **Una trama che non dà tregua** ».
*La Repubblica*
In una bella mattina di sole, sulle sponde del fiordo a sud di Oslo, in una radura tra boschi accesi dai colori autunnali, viene trovato il cadavere di un’adolescente. È nuda, magrissima, distesa su un letto di piume. Intorno a lei una schiera di candele disposte a formare una stella a cinque punte. Non appena si trova davanti questa scena, Holger Munch, il capo dell’unità speciale incaricata di risolvere i delitti più efferati e misteriosi, sa di non avere scelta: dovrà rivolgersi a Mia Krüger.
Mia però è fuori dalla squadra. Nonostante i suoi successi, nonostante sappia orientarsi come nessun altro nei meandri oscuri delle menti criminali, i dirigenti della polizia norvegese continuano a ritenerla troppo instabile per affidarle nuovi casi. Perciò hanno deciso di sospenderla dal servizio e le hanno imposto di rivolgersi a uno psicologo, un provvedimento che l’ha fatta di nuovo sprofondare nell’isolamento e nelle manie autodistruttive da cui era da poco riemersa.
Ma Holger Munch sa che solo Mia può interpretare il rituale di cui è caduta vittima la ragazza e impedire che chi l’ha sacrificata colpisca ancora. E a costo di inimicarsi i suoi superiori, la richiama nella sua squadra.
Inizia così un’incalzante caccia all’uomo, che porterà Mia, Holger e i colleghi a scavare nei segreti inconfessabili di una città apparentemente perfetta, nei traumi di persone sole e abbandonate da tutti, negli abissi della follia e nei recessi più oscuri della rete, mettendo in gioco fino in fondo le proprie carriere, i rapporti personali e persino la vita.
**
### Sinossi
« **Una trama che non dà tregua** ».
*La Repubblica*
In una bella mattina di sole, sulle sponde del fiordo a sud di Oslo, in una radura tra boschi accesi dai colori autunnali, viene trovato il cadavere di un’adolescente. È nuda, magrissima, distesa su un letto di piume. Intorno a lei una schiera di candele disposte a formare una stella a cinque punte. Non appena si trova davanti questa scena, Holger Munch, il capo dell’unità speciale incaricata di risolvere i delitti più efferati e misteriosi, sa di non avere scelta: dovrà rivolgersi a Mia Krüger.
Mia però è fuori dalla squadra. Nonostante i suoi successi, nonostante sappia orientarsi come nessun altro nei meandri oscuri delle menti criminali, i dirigenti della polizia norvegese continuano a ritenerla troppo instabile per affidarle nuovi casi. Perciò hanno deciso di sospenderla dal servizio e le hanno imposto di rivolgersi a uno psicologo, un provvedimento che l’ha fatta di nuovo sprofondare nell’isolamento e nelle manie autodistruttive da cui era da poco riemersa.
Ma Holger Munch sa che solo Mia può interpretare il rituale di cui è caduta vittima la ragazza e impedire che chi l’ha sacrificata colpisca ancora. E a costo di inimicarsi i suoi superiori, la richiama nella sua squadra.
Inizia così un’incalzante caccia all’uomo, che porterà Mia, Holger e i colleghi a scavare nei segreti inconfessabili di una città apparentemente perfetta, nei traumi di persone sole e abbandonate da tutti, negli abissi della follia e nei recessi più oscuri della rete, mettendo in gioco fino in fondo le proprie carriere, i rapporti personali e persino la vita. 

La stagione degli innocenti: La Squadra Omicidi di Oslo

Nel folto di una foresta norvegese immersa nel silenzio, c’è qualcosa di inatteso. Qualcosa di crudele. La giovanissima vittima è impiccata a un albero e ha al collo l’unica traccia lasciata dall’assassino: un cartello con scritto Io viaggio da sola.
La gravità del crimine spinge la polizia di Oslo a riaprire una speciale unità investigativa, la più efficace ma anche la più irregolare, e a richiamare in servizio il veterano Holger Munch. Sovrappeso, divorziato, solitario e appassionato di enigmi, Munch è un uomo all’apparenza gioviale che però dentro di sé nasconde un abisso. Ma è anche il secondo miglior investigatore della polizia norvegese.
Il migliore in assoluto è la sua collaboratrice, Mia Krüger, e Munch sa di aver bisogno di lei per venire a capo di quel terribile enigma. Ma deve riuscire a convincerla a tornare in azione. Mia infatti sta attraversando il momento peggiore della sua vita. Eppure, anche nella più cupa disperazione, niente può fermare le sue capacità di intuizione. È lei a cogliere l’indizio che era sotto gli occhi di tutti e che nessuno ha visto, il segno più terrificante lasciato dal killer. Un segno che non lascia spazio a dubbi: questa vittima è soltanto la prima di una lunga serie.
Solo Mia e Holger possono impedire che la fine dell’inverno diventi una strage di innocenti, soltanto loro possono fermare una mano omicida che presto colpirà vicino… Molto vicino.
**Con un intreccio che non lascia scampo e due protagonisti destinati a entrare nel cuore dei lettori, La stagione degli innocenti ha già conquistato tutta Europa e sta per uscire in 22 Paesi**.
Breve storia di un grande successo internazionale
2013 Il romanzo di Samuel Bjørk esce in Norvegia per una piccola casa editrice. In breve tempo diventa il fenomeno editoriale dell’anno. A fine 2013 esce in Svezia e arriva subito ai primi posti delle classifiche.
I giudizi di librai, blogger, giornalisti, lettori fanno il giro del mondo: «Al pari di Anne Holt e Jo Nesbø.» «Un crime novel dalle spiccate qualità letterarie.» «Personaggi indimenticabili.»
2014 *La stagione degli innocenti* è il romanzo più discusso alla **Fiera del libro di Londra** : in pochi giorni, ben 22 Paesi se ne aggiudicano i diritti di traduzione.
Autunno 2014 Il romanzo esce in Spagna, dove ottiene uno straordinario successo di pubblico e un altissimo gradimento dei lettori in rete (media di 4/5 su Goodreads).
Primavera 2015 L’attesissimo romanzo di Bjørk esce in contemporanea in Inghilterra, in Germania e in Italia. E finalmente anche i lettori italiani conosceranno le vicende dell’investigatore Holger Munch e i tormenti della più brillante delle sue colleghe: Mia Krüger.
**
### Sinossi
Nel folto di una foresta norvegese immersa nel silenzio, c’è qualcosa di inatteso. Qualcosa di crudele. La giovanissima vittima è impiccata a un albero e ha al collo l’unica traccia lasciata dall’assassino: un cartello con scritto Io viaggio da sola.
La gravità del crimine spinge la polizia di Oslo a riaprire una speciale unità investigativa, la più efficace ma anche la più irregolare, e a richiamare in servizio il veterano Holger Munch. Sovrappeso, divorziato, solitario e appassionato di enigmi, Munch è un uomo all’apparenza gioviale che però dentro di sé nasconde un abisso. Ma è anche il secondo miglior investigatore della polizia norvegese.
Il migliore in assoluto è la sua collaboratrice, Mia Krüger, e Munch sa di aver bisogno di lei per venire a capo di quel terribile enigma. Ma deve riuscire a convincerla a tornare in azione. Mia infatti sta attraversando il momento peggiore della sua vita. Eppure, anche nella più cupa disperazione, niente può fermare le sue capacità di intuizione. È lei a cogliere l’indizio che era sotto gli occhi di tutti e che nessuno ha visto, il segno più terrificante lasciato dal killer. Un segno che non lascia spazio a dubbi: questa vittima è soltanto la prima di una lunga serie.
Solo Mia e Holger possono impedire che la fine dell’inverno diventi una strage di innocenti, soltanto loro possono fermare una mano omicida che presto colpirà vicino… Molto vicino.
**Con un intreccio che non lascia scampo e due protagonisti destinati a entrare nel cuore dei lettori, La stagione degli innocenti ha già conquistato tutta Europa e sta per uscire in 22 Paesi**.
Breve storia di un grande successo internazionale
2013 Il romanzo di Samuel Bjørk esce in Norvegia per una piccola casa editrice. In breve tempo diventa il fenomeno editoriale dell’anno. A fine 2013 esce in Svezia e arriva subito ai primi posti delle classifiche.
I giudizi di librai, blogger, giornalisti, lettori fanno il giro del mondo: «Al pari di Anne Holt e Jo Nesbø.» «Un crime novel dalle spiccate qualità letterarie.» «Personaggi indimenticabili.»
2014 *La stagione degli innocenti* è il romanzo più discusso alla **Fiera del libro di Londra** : in pochi giorni, ben 22 Paesi se ne aggiudicano i diritti di traduzione.
Autunno 2014 Il romanzo esce in Spagna, dove ottiene uno straordinario successo di pubblico e un altissimo gradimento dei lettori in rete (media di 4/5 su Goodreads).
Primavera 2015 L’attesissimo romanzo di Bjørk esce in contemporanea in Inghilterra, in Germania e in Italia. E finalmente anche i lettori italiani conosceranno le vicende dell’investigatore Holger Munch e i tormenti della più brillante delle sue colleghe: Mia Krüger.
### Dalla seconda/terza di copertina
Samuel Bjørk è lo pseudonimo di Frode Sander Øien, poliedrico artista norvegese. Autore di pièce teatrali, musicista e cantautore, ha tradotto alcune delle opere di Shakespeare. Vive a Oslo. 

Stabat Mater

È notte, l’orfanotrofio è immerso nel sonno. Tutte le ragazze dormono, tranne una. Si chiama Cecilia, ha sedici anni. Di giorno suona il violino in chiesa, dietro la fitta grata che impedisce ai fedeli di vedere il volto delle giovani musiciste. Di notte si sente perduta nel buio fondale della solitudine più assoluta. Ogni notte Cecilia si alza di nascosto e raggiunge il suo posto segreto: scrive alla persona più intima e più lontana, la madre che l’ha abbandonata. La musica per lei è un’abitudine come tante, un opaco ripetersi di note. Dall’alto del poggiolo sospeso in cui si trova relegata a suonare, pensa “Io non sono affatto sicura che la musica si innalzi, che si elevi. Io credo che la musica cada. Noi la versiamo sulle teste di chi viene ad ascoltarci”. Così passa la vita all’Ospedale della Pietà di Venezia, dove le giovani orfane scoprono le sconfinate possibilità dell’arte eppure vivono rinchiuse, strette entro i limiti del decoro e della rigida suddivisione dei ruoli. Ma un giorno le cose cominciano a cambiare, prima impercettibilmente, poi con forza sempre più incontenibile, quando arriva un nuovo compositore e insegnante di violino. È un giovane sacerdote, ha il naso grosso e i capelli colore del rame. Si chiama Antonio Vivaldi. Grazie al rapporto conflittuale con la sua musica, Cecilia troverà una sua strada nella vita, compiendo un gesto inaspettato di autonomia e insubordinazione.
**

Squarcio

Un uomo e una donna.
Entrambi impegnati nella ricerca della verità. Uno per sete di vendetta, l’altra per voglia di giustizia ed un pizzico di ambizione.
I loro destini saranno costretti ad incrociarsi ora come in passato, come se un filo invisibile ma indissolubile li unisca ad una serie di eventi apparentemente scollegati sullo sfondo di un misterioso intrigo.
L’assassino raggiungerà il suo scopo oppure sarà fermato dal detective?
Un romanzo colorato con le tinte forti del sangue e della passione, raccontato in soggettiva dal punto di vista dei protagonisti in un susseguirsi di azione e flash-back, in cui erotismo e morte danzano a braccetto fino al colpo di scena finale.