40337–40352 di 62912 risultati

Il mattino dei maghi

Romanzo, narrazione fantascientifica, documento su fatti bizzarri e divulgazione di un insegnamento ermetico: * Il mattino dei maghi * é un po’ di tutto questo, e altro ancora. Frutto della collaborazione tra Louis Pauwels, ex occultista ed ex surrealista, e Jacques Bergier, singolare figura di scienziato e mitografo, é – per usare le parole del poeta Sergio Solmi – “una rapsodia della nuova speranza”. In queste pagine infatti i due autori illustrano le convergenze tra le scienze matematiche e umane e il pensiero esoterico sul cosmo, l?energia, la materia, tramandato da alchimisti e taumaturghi. A oltre mezzo secolo dalla sua pubblicazione, * Il mattino dei maghi * resta una lettura di immenso fascino che induce il lettore ad abbandonarsi fiduciosamente al sogno di nuovi scenari possibili.
**

Matteo il conquistatore

Da boy-scout a segretario del Partito democratico. Dalla sconfitta alle primarie del 2012 alla vittoria del 2013. La voglia di vincere di Matteo Renzi, il protagonista della scena politica italiana. Un libro che racconta i risvolti pubblici e privati di un politico che finalmente parla chiaro. Un’inchiesta che svela gli strumenti con cui Matteo Renzi raccoglierà il voto di un elettorato tradizionalmente berlusconiano. La vera storia di un leader che dice al suo elettorato: “ce la facciamo”. Le rivelazioni rilasciate in esclusiva per questo libro: come Renzi rifarà l’Italia da capo a piedi, come riuscirà a trasformare il Partito democratico. Renzi dalla A alla Z: la “rivoluzione” secondo Matteo.
(source: Bol.com)

Il matrimonio di mio fratello

Teo ha trentanove anni, un lavoro sicuro, una macchina aziendale e una ragazza diversa ogni weekend. Sta bene, per il momento la vita gli piace abbastanza. Non come suo fratello Max, più grande di tre anni, che è sempre stato radicale in ogni cosa: nella ribellione ai genitori come nella passione per l’alpinismo che lo ha condotto a imprese estreme, nel costruire una famiglia e fare figli, come è giusto, passati i trenta e anche nel divorziare rovinosamente subito dopo i quaranta… Si sono sempre amati, questi due fratelli, e al tempo stesso non hanno potuto evitare di compiere scelte opposte, quasi speculari, sotto gli occhi spalancati e impotenti della sorella e dei genitori, che nella Bologna dei gloriosi anni Settanta e dei dorati Ottanta erano certi di aver offerto loro tutto ciò che serve per essere felici.
Teo sta rientrando in città per immergersi in uno dei suoi weekend di delizie da single quando i genitori lo chiamano: Max è scomparso, insieme ai suoi bambini.
Così Teo resta alla guida e punta verso le Dolomiti per andare a cercarlo. E, lanciato lungo l’autostrada tra angoscia e speranza, ci racconta tutta la loro vita: dalle gesta di papà Giorgio – dirigente della ditta di motociclette Vortex – e di mamma Adriana – un po’ femminista e un po’ signora italiana vecchio stile – all’epica di un’infanzia felice, dagli anni del liceo all’improvviso momento delle scelte, che per i ragazzi di questa generazione significa trovarsi di fronte un mondo completamente diverso da quello dei padri.
Con profondo divertimento e un po’ di commozione, Enrico Brizzi torna al suo più puro talento narrativo dando vita a una grande epopea, che è insieme la rievocazione di un’Italia che non c’è più ma che conosciamo tanto bene e la storia intima di due fratelli diversissimi: chi dei due si è illuso? Chi ha scelto la strada migliore? Il legame che da sempre li unisce sopravviverà agli anni della maturità? Ma soprattutto: che fine hanno fatto Max, i suoi bambini, e tutti i sogni con cui siamo cresciuti?
**
### Sinossi
Teo ha trentanove anni, un lavoro sicuro, una macchina aziendale e una ragazza diversa ogni weekend. Sta bene, per il momento la vita gli piace abbastanza. Non come suo fratello Max, più grande di tre anni, che è sempre stato radicale in ogni cosa: nella ribellione ai genitori come nella passione per l’alpinismo che lo ha condotto a imprese estreme, nel costruire una famiglia e fare figli, come è giusto, passati i trenta e anche nel divorziare rovinosamente subito dopo i quaranta… Si sono sempre amati, questi due fratelli, e al tempo stesso non hanno potuto evitare di compiere scelte opposte, quasi speculari, sotto gli occhi spalancati e impotenti della sorella e dei genitori, che nella Bologna dei gloriosi anni Settanta e dei dorati Ottanta erano certi di aver offerto loro tutto ciò che serve per essere felici.
Teo sta rientrando in città per immergersi in uno dei suoi weekend di delizie da single quando i genitori lo chiamano: Max è scomparso, insieme ai suoi bambini.
Così Teo resta alla guida e punta verso le Dolomiti per andare a cercarlo. E, lanciato lungo l’autostrada tra angoscia e speranza, ci racconta tutta la loro vita: dalle gesta di papà Giorgio – dirigente della ditta di motociclette Vortex – e di mamma Adriana – un po’ femminista e un po’ signora italiana vecchio stile – all’epica di un’infanzia felice, dagli anni del liceo all’improvviso momento delle scelte, che per i ragazzi di questa generazione significa trovarsi di fronte un mondo completamente diverso da quello dei padri.
Con profondo divertimento e un po’ di commozione, Enrico Brizzi torna al suo più puro talento narrativo dando vita a una grande epopea, che è insieme la rievocazione di un’Italia che non c’è più ma che conosciamo tanto bene e la storia intima di due fratelli diversissimi: chi dei due si è illuso? Chi ha scelto la strada migliore? Il legame che da sempre li unisce sopravviverà agli anni della maturità? Ma soprattutto: che fine hanno fatto Max, i suoi bambini, e tutti i sogni con cui siamo cresciuti?
### Dalla quarta di copertina
Con profondo divertimento e un po’ di commozione, Enrico Brizzi torna al suo più puro talento narrativo dando vita a una grande epopea, che è insieme la rievocazione di un’Italia che non c’è più ma che conosciamo tanto bene e la storia intima di due fratelli diversissimi: chi dei due si è illuso? Chi ha scelto la strada migliore? Il legame che da sempre li unisce sopravviverà agli anni della maturità? Ma soprattutto: che fine hanno fatto Max, i suoi bambini, e tutti i sogni con cui siamo cresciuti?

Un matrimonio degli Hathaway

UN MATRIMONIO DEGLI HATHAWAY ( A Hathaway Wedding ) è un racconto che fa parte della serie “Hathaway”; cronologicamente si colloca immediatamente dopo i fatti descritti da “All’alba sarò tua”, di cui costituisce l’epilogo. Ogni ragazza sogna il giorno delle nozze e spera che nulla turbi la perfezione di una cerimonia progettata con cura amorevole in ogni dettaglio. Ma se la cappella in cui entro poche ore va celebrato il matrimonio è sparita, la marcia nuziale è suonata da un gruppo di zingari e non manca un elefante con manie da protagonista, allora non c’è dubbio: sei a un matrimonio degli Hathaway. In una girandola di romanticismo e di comicità, Win e Merripen cercano di coronare il loro sogno d’amore, circondati da tutti i personaggi che abbiamo imparato a conoscere e ad amare in una delle saghe più riuscite di Lisa Kleypas.

Materada

“Prendere una sberla non fa male in certi casi: si sente di non dovere più niente a nessuno.” Una morale amara quella di Francesco, istriano di Materada, nel momento in cui decide di abbandonare il suo paese, e strappare le radici che lo legano da generazioni a una terra aspra e fertile, ora negata e contesa. Con i trattati del 1954 la zona B dell’Istria, in cui Materada è inclusa, viene assegnata definitivamente alla Jugoslavia anche se è permesso scegliere se restare o passare a Trieste, verso l’Italia: in questo lacerante scenario storico, Tomizza, venticinquenne, ha ambientato il suo primo romanzo. Un’opera epica che attraverso la storia di una famiglia e di una proprietà frodata e inottenibile racconta il destino di un popolo diviso, alla ricerca di una nuova, definitiva identità, tra rancori, odi e vendette sanguinose. Introduzione di Mauro Covacich.
**

Matematica per comuni mortali

La Matematica è alla base di qualsiasi disciplina scientifica e di ogni forma d’arte armoniosa. Il pensiero logico ci abitua al ragionamento e alla precisione del linguaggio. Eppure, molti la considerano erroneamente materia ostica e arida, da cervelloni. Se invece siete tra i comuni mortali che hanno intuito il mondo affascinante che c’è dietro tale disciplina, questo libro stuzzicherà la vostra curiosità e metterà alla prova la vostra intelligenza. Partendo da una raccolta di bizzarre o simmetriche configurazioni numeriche che ci mostrano visivamente l’inaspettata armonia della matematica, Ennio Peres sottopone al lettore quesiti di pura logica, ma anche paradossi e problemi che possono essere risolti ricorrendo al pensiero laterale, giochi di prestigio per intrattenere gli amici e mosse che assicurano la vittoria nei giochi di strategia a due giocatori. Dall’autore dell’annuale cruciverba più difficile del mondo, una lettura perfetta per allenare la mente divertendosi a tutte le età.

(source: Bol.com)

Matematica E Cultura 2006

La collana Matematica e cultura, attraverso un cammino iniziato dieci anni fa, in modo sempre nuovo, sorprendente e affascinante prova a descrivere influenze e legami esistenti tra il mondo della matematica e quello dell aeronautica, della medicina, della biologia, ma anche dell arte, del cinema, del teatro, della letteratura o della storia.

I Mastini Della Guerra

Un piccolo Stato dell’Africa retto da un tiranno sanguinario, la scoperta di un grande giacimento di platino, l’intervento di un capo mercenario cinico e determinato. Thriller avvincente dalla prima all’ultima pagina, *I mastini della guerra* trae spunto dall’esperienza diretta fatta da Forsyth in Biafra, dove ha avuto modo di conoscere profondamente l’ambiente degli ufficiali e dei soldati mercenari, le loro psicologie irregilari, i legami che li tengono avvinti l’uno all’altro o l?odio esasperato e feroce che li separa e li contrappone come nemici irriducibili. Il risultato di tutto ciò è questo libro, un vero e proprio capolavoro del genere.
**
### Sinossi
Un piccolo Stato dell’Africa retto da un tiranno sanguinario, la scoperta di un grande giacimento di platino, l’intervento di un capo mercenario cinico e determinato. Thriller avvincente dalla prima all’ultima pagina, *I mastini della guerra* trae spunto dall’esperienza diretta fatta da Forsyth in Biafra, dove ha avuto modo di conoscere profondamente l’ambiente degli ufficiali e dei soldati mercenari, le loro psicologie irregilari, i legami che li tengono avvinti l’uno all’altro o l?odio esasperato e feroce che li separa e li contrappone come nemici irriducibili. Il risultato di tutto ciò è questo libro, un vero e proprio capolavoro del genere.

Massoni. Società a responsabilità illimitata: La scoperta delle Ur-Lodges

Sedetevi e fate un bel respiro: QUI TROVATE STORIA, NOMI E OBIETTIVI DEI MASSONI AL POTERE in Italia e nel mondo, raccontati da autorevolissimi insider del network massonico internazionale, che per la prima volta aprono gli archivi riservati delle proprie superlogge (Ur-Lodges). LE LISTE CHE LEGGERETE SONO SCONVOLGENTI. Lo sapevate che Angela Merkel e Vladimir Putin sono stati iniziati alla stessa Ur-Lodge, la Golden Eurasia? E che l’Isis è manipolato da superfratelli assolutamente indifferenti all’Islam? Da Barack Obama a Xi Jimping, da Mario Draghi a Giorgio Napolitano, da Christine Lagarde a Pier Carlo Padoan, passando per Gandhi, Reagan, Mandela, Agnelli, Clinton e Blair, ecco i grembiulini che hanno segnato la storia del Novecento e dei primi anni Duemila. UNA BATTAGLIA PER LA DEMOCRAZIA. Tra le Ur-Lodges neoaristocratiche, che vogliono restaurare il potere degli oligarchi, e quelle progressiste, fedeli al motto Liberté égalité Fraternité, è in corso una guerra feroce. L’ultimo atto è già iniziato, come rivela Magaldi per la prima volta, con la rottura della PAX MASSONICA stilata nel 1981: il patto UNITED FREEMASONS FOR GLOBALIZATION. UNA RILETTURA ESPLOSIVA del Novecento nei suoi momenti più drammatici – la guerra fredda, gli omicidi dei fratelli Kennedy e di M.L. King, gli attentati a Reagan e a Wojtyla – arrivando fino al massacro dell’11 settembre 2001 e all’avanzata dell’Isis in questi giorni. MASSONI SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ ILLIMITATA. LA SCOPERTA DELLE UR-LODGES è il primo volume di una trilogia che offre un’inedita radiografia del potere.
**
### Sinossi
Sedetevi e fate un bel respiro: QUI TROVATE STORIA, NOMI E OBIETTIVI DEI MASSONI AL POTERE in Italia e nel mondo, raccontati da autorevolissimi insider del network massonico internazionale, che per la prima volta aprono gli archivi riservati delle proprie superlogge (Ur-Lodges). LE LISTE CHE LEGGERETE SONO SCONVOLGENTI. Lo sapevate che Angela Merkel e Vladimir Putin sono stati iniziati alla stessa Ur-Lodge, la Golden Eurasia? E che l’Isis è manipolato da superfratelli assolutamente indifferenti all’Islam? Da Barack Obama a Xi Jimping, da Mario Draghi a Giorgio Napolitano, da Christine Lagarde a Pier Carlo Padoan, passando per Gandhi, Reagan, Mandela, Agnelli, Clinton e Blair, ecco i grembiulini che hanno segnato la storia del Novecento e dei primi anni Duemila. UNA BATTAGLIA PER LA DEMOCRAZIA. Tra le Ur-Lodges neoaristocratiche, che vogliono restaurare il potere degli oligarchi, e quelle progressiste, fedeli al motto Liberté égalité Fraternité, è in corso una guerra feroce. L’ultimo atto è già iniziato, come rivela Magaldi per la prima volta, con la rottura della PAX MASSONICA stilata nel 1981: il patto UNITED FREEMASONS FOR GLOBALIZATION. UNA RILETTURA ESPLOSIVA del Novecento nei suoi momenti più drammatici – la guerra fredda, gli omicidi dei fratelli Kennedy e di M.L. King, gli attentati a Reagan e a Wojtyla – arrivando fino al massacro dell’11 settembre 2001 e all’avanzata dell’Isis in questi giorni. MASSONI SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ ILLIMITATA. LA SCOPERTA DELLE UR-LODGES è il primo volume di una trilogia che offre un’inedita radiografia del potere.

Le maschere della notte

Nel giardino di un villino nella periferia chic di Bruges una bambina ritrova uno scheletro umano. Il commissario Van In viene incaricato di svolgere le indagini; lo affianca la sua Hannelore, che da lui aspetta un figlio ma sembra non riuscire a stare a riposo neppure un attimo. Si scopre così come, anni prima, la casa in cui la piccola abita ospitasse un bordello di lusso, il Love, frequentato dai notabili della zona; l’esame dello scheletro rivela intanto che la vittima si era sottoposta a un intervento di chirurgia plastica. L’inchiesta giunge a un’ulteriore svolta quando la giovane poliziotta Carine Neels decide di voler provare a tutti i costi le proprie capacità investigative, alle quali il commissario non rimarrà a lungo indifferente: tanto più che la collega è giovane e graziosa… Al centro della terza inchiesta di Pieter Van In si accampano le miserie e i fragili splendori del bel mondo belga: giochi sessuali ai limiti del lecito, corruzione politica, compromissione delle forze dell’ordine, pedofilia, prostituzione. Uno dei migliori romanzi della serie, sostenuto da una scrittura ironica e graffiante e da un intrigo, come un presagio, degli orribili fatti di sangue che, anni dopo, funesteranno il Belgio, conducendolo più volte ai “disonori” della cronaca.

(source: Bol.com)

Le maschere del potere

Il Mondo dell’Arcobaleno è caratterizzato da una particolare realtà sociale: i Regni Uniti. Cioè tre regni che, dopo essere stati sempre in guerra fra loro, hanno trovato un accordo ed una convivenza comune in nome di una superiore visione dei comuni interessi. Si sono suddivisi così i compiti, o meglio le aree d’intervento sul piano pratico e sul piano dei valori: il regno di Rodaire, guidato da Vostra Saggezza, custodisce la sacralità, si occupa di compiti eminentemente religiosi; il regno di Rodrom, guidato da Vostra Autorità, è il potere militare, è formato da guerrieri e vigila sulla sicurezza collettiva; infine il regno di Nahor, guidato da Vostra Ricchezza, si occupa del sostentamento comune, formato com’è di mercanti e contadini.
**

La Maschera

Adam Fischer non crede nelle seconde opportunità. Quando il suo amante, Charlie, gli spezza il cuore lasciandolo per inseguire la sua carriera musicale a Los Angeles, si convince che la vita ha in serbo per lui nient’altro che avventure senza senso. Finché il destino non spinge Penn Shields tra le sue braccia. Penn è un giovane e talentuoso stilista che ha appena finito il college e ottenuto il lavoro dei suoi sogni, ovvero quello di assistente al guardaroba al teatro Queen Victoria, dove Adam si esibisce in un popolare musical. È anche il fratello di Charlie. L’ultima cosa che Penn vorrebbe è seguire le orme di suo fratello, soprattutto perché non si parlano da anni. Nonostante questo, l’attrazione che prova nei confronti di Adam aumenta ogni giorno e, ben presto, tentare di resistere si rivela inutile. Mentre Adam e Penn imparano a conoscersi più intimamente, entrambi si rendono conto che le prime impressioni possono essere ingannevoli e che, talvolta, possono portare con sé una seconda opportunità. **80 000 parole** I personaggi di Adam e Penn erano già apparsi in Ballando (West End #1), ma “La Maschera” può essere letto come un romanzo autoconclusivo.
**

Un marziano a Roma

A distanza di pochissimi mesi dal clamoroso epilogo del suo mandato, Ignazio Marino ha scritto la sua verità. Un racconto, duro e senza censure, che rivela le resistenze che ha trovato e svela quelle che alla fine lo hanno eliminato; l’analisi, punto per punto, di una stagione del governo di Roma che voleva marcare un cambiamento assoluto; il ricordo, commosso e grato, di tutti coloro (cittadini e assessori) che hanno partecipato insieme a lui a questa avventura e lo hanno sostenuto fino in fondo. La sua visione di una città che può uscire dalla palude e presentarsi al mondo come grande capitale europea proiettata nel futuro.
Il sogno spezzato della sua amministrazione, da quando strappò la guida di Roma a Gianni Alemanno, fino alle firme da un notaio dei consiglieri del Pd con alcuni della destra, che insieme ne determinarono la caduta. Una vicenda che ha tenuto banco per mesi su tutti i media nazionali e internazionali, in un crescendo di attenzione che ha reso il sindaco Marino una delle figure pubbliche più riconoscibili e dibattute. Eppure, non è mai stato semplice incasellarlo in una definizione: un sindaco fuori posto, non capito da tutti i romani e accoltellato dal suo stesso partito? O un sindaco onesto, assediato dal sistema di potere di Mafia Capitale, sostenuto dai cittadini e tradito clamorosamente da chi lo doveva difendere?
Un sognatore ingenuo, un puro e duro, un tecnico, un politico, un marziano a Roma? In un racconto serrato, pieno di dettagli sulla vita e l’amministrazione della capitale, Marino disegna un ritratto esplosivo, ma niente affatto scandalistico, della politica romana e non solo. Forse per la prima volta un sindaco racconta in dettaglio la complessità e l’urgenza delle decisioni quotidiane, la pressione delle influenze dietro le quinte, le difficoltà di far comprendere e accettare il cambiamento, i rapporti di forza, i meccanismi non meritocratici, che ha cercato di cambiare, alla base di tante nomine.
Senza paura di fare nomi e cognomi.
“Sono sempre stato un testardo. E i testardi possono vincere o perdere ma non riescono a galleggiare: emergono o affondano.”
**
### Sinossi
A distanza di pochissimi mesi dal clamoroso epilogo del suo mandato, Ignazio Marino ha scritto la sua verità. Un racconto, duro e senza censure, che rivela le resistenze che ha trovato e svela quelle che alla fine lo hanno eliminato; l’analisi, punto per punto, di una stagione del governo di Roma che voleva marcare un cambiamento assoluto; il ricordo, commosso e grato, di tutti coloro (cittadini e assessori) che hanno partecipato insieme a lui a questa avventura e lo hanno sostenuto fino in fondo. La sua visione di una città che può uscire dalla palude e presentarsi al mondo come grande capitale europea proiettata nel futuro.
Il sogno spezzato della sua amministrazione, da quando strappò la guida di Roma a Gianni Alemanno, fino alle firme da un notaio dei consiglieri del Pd con alcuni della destra, che insieme ne determinarono la caduta. Una vicenda che ha tenuto banco per mesi su tutti i media nazionali e internazionali, in un crescendo di attenzione che ha reso il sindaco Marino una delle figure pubbliche più riconoscibili e dibattute. Eppure, non è mai stato semplice incasellarlo in una definizione: un sindaco fuori posto, non capito da tutti i romani e accoltellato dal suo stesso partito? O un sindaco onesto, assediato dal sistema di potere di Mafia Capitale, sostenuto dai cittadini e tradito clamorosamente da chi lo doveva difendere?
Un sognatore ingenuo, un puro e duro, un tecnico, un politico, un marziano a Roma? In un racconto serrato, pieno di dettagli sulla vita e l’amministrazione della capitale, Marino disegna un ritratto esplosivo, ma niente affatto scandalistico, della politica romana e non solo. Forse per la prima volta un sindaco racconta in dettaglio la complessità e l’urgenza delle decisioni quotidiane, la pressione delle influenze dietro le quinte, le difficoltà di far comprendere e accettare il cambiamento, i rapporti di forza, i meccanismi non meritocratici, che ha cercato di cambiare, alla base di tante nomine.
Senza paura di fare nomi e cognomi.
“Sono sempre stato un testardo. E i testardi possono vincere o perdere ma non riescono a galleggiare: emergono o affondano.”

Marte più

Dopo che gli Yankee hanno fallito, i Cinesi sono riusciti nell’impresa di terraformare Marte, obbligando milioni di tibetani a compiere il massacrante e pericoloso lavoro di trasformare le sabbie del pianeta rosso in un paradiso naturale. Ma cinque secoli più tardi il programma di *terraforming* si è arrestato e Marte è di nuovo in agonia.
L’Imperatore di Marte (in realtà un’intelligenza artificiale) è stato convinto a rifugiarsi nel vasto universo virtuale creato e dominato dal potente gruppo del Consensus, lasciando la popolazione nel caos e nella ribellione.
Wei Lee, figlio di una coppia di diplomatici svaniti nelle colonie anarchiche della cintura degli asteroidi, ultimo rifugio degli esseri umani liberi, vaga sul pianeta alla ricerca del destino dei genitori, ma quando salva l’anarchica Mbele naufragata sul pianeta, è l’inizio di una spettacolare vicenda che in realtà segue un piano concepito ancor prima della sua nascita. Con l’aiuto di un virus che trasforma e acuisce i suoi sensi, la sua odissea si compie attraverso uno sperduto monastero tibetano governato da un computer, fantastiche città, immense paludi e sconfinati oceani di sabbia, fino alla vetta del più grande vulcano del sistema solare, e ancora oltre, in un universo tascabile che neppure i suoi creatori riescono a controllare…
Epico e grandioso, **Marte più** consacra Paul J. McAuley tra i migliori autori oggi sulla scena, reinventando la tradizione epico-avventurosa che da Burroughs a Clarke ha fatto di Marte lo scenario prediletto dalla fantascienza.