40209–40224 di 63547 risultati

Il poliziotto che ride

Secondo il parere del maestro del giallo nordico Henning Mankell: “Chi scrive dopo questi romanzi, si ispira a loro, in un modo o nell’altro”. “Loro” sono i coniugi Maj Sjöwall e Per Wahlöö che in dieci anni, dal 1965 al 1975, hanno composto il “Decalogo dell’Ispettore Martin Beck”, ovvero i dieci romanzi, uno per anno con le inchieste della squadra omicidi di Stoccolma. In Beck c’è assai poco della maniera maigrettiana, o di qualunque maniera, e del metodo-non metodico del commissario di Simenon. E non perché Beck non abbia una personalità, o perché il lettore non sia portato a simpatizzare con lui ma perché al contrario possiede una personalità variegata, cangiante col tempo, fatta di io diversi, come lo sono le personalità vere. In questo romanzo, una Stoccolma “calda”, dove la polizia è impegnata ad arginare le proteste antiamericane per la guerra in Vietnam è sconvolta da una strage: i nove passeggeri di un autobus vengono uccisi a colpi di mitra. Tra le vittime c’è anche un sovrintendente che è il più giovane collaboratore di Martin Beck. Il poliziotto è rimasto coinvolto casualmente o era proprio lui nel mirino del folle omicida? Di quale caso si stava occupando? Cosa ci faceva su quell’autobus visto che non risultava in servizio? Sembra che nessuno dei colleghi o dei familiari sappia rispondere a questi interrogativi.
**

La politica della paura

Dopo “l’età dell’ansia”, il nuovo secolo è attraversato da un sentimento di incertezza ancora più profondo. Su questo oggi prolifera una vera e propria politica della paura, che alimentata dalla complicità dei media fabbrica di volta in volta nuovi pericoli – il terrorista, il no-tav, l’internauta, il rom – per distogliere la nostra attenzione da rischi ben più reali e indebolire le capacità critiche e di pensiero. Serge Quadruppani delinea con precisione un “impero” in continuo movimento, sempre alla ricerca di nuovi nemici da sconfiggere, mettendoci in guardia dalle distorsioni della “macchina terroristica”. Prefazione di Wu Ming 1.
**

Poker di donne: La sesta indagine del commissario Martini

“Un giallo alla Christie con un investigatore pragmatico e attento alle sfumature, ambientato in una terra suggestiva e nebbiosa, dove nobiltà di modi e miseria d’animo convivono e spesso si confondono. Oltre al piacere di conoscere, per me siciliano purosangue, un commissario piemontese doc, provo piacere anche alla vista. Vero è che in commercio si trovano per lo più libri scritti con caratteri mediamente accettabili, ma è proprio questo il punto: perché subire un prodotto che è solo medio e non pretendere invece ciò che è ottimo per la nostra vista?” Roberto Mistretta
In una villa patrizia, un ricco finanziere viene trovato ferito nel parco. Qualcuno gli ha sparato alla schiena. Si decide di affidare il caso al commissario Andrea Martini, da poco rientrato da Parigi con al seguito un’avvenente amica giornalista, Giselle. Il commissario scopre intrighi e misteri che culmineranno in un nuovo omicidio…
* A questo punto direi che abbiamo tutti gli elementi per risolvere la faccenda, – osservò Ferrando. – Ormai si tratta solamente di ricostruire la storia assieme ai protagonisti… sarebbe più esatto dire… le protagoniste. Questo caso è popolato di donne e quasi tutte avevano motivi di rancore verso Ghezzi. Sarà un bello spettacolo vederle tutte insieme.
Martini annuì…

Poirot si annoia

Non si pu&ograve certo dire che Hercule Poirot abbia dei gusti molto tradizionali, quello che il piccolo investigatore belga apprezza maggiormente nella vita &egrave trovarsi di fronte a un complicato delitto, mentre la cosa che pi&ugrave lo contraria &egrave l’inattivit&agrave. Cos&igrave, quando la signorina Lemon, la sua fedelissima segretaria, si lascia sfuggire che la sorella &egrave assillata da una inspiegabile serie di furti di oggetti senza valore che avvengono nel pensionato per studenti stranieri che dirige, Poirot si butta a capofitto anche in quella che potrebbe sembrare un’indagine ben poco interessante. Ma forse il celebre detective ha notato subito qualcosa fuori posto, qualcosa di misterioso che sembra preludere a ben pi&ugrave gravi crimini. Scritto nel 1955, quando ormai la Christie era gi&agrave assurta a fama internazionale, questo romanzo della maturit&agrave rivela in pieno la straordinaria inventiva della sua autrice.

Poi, la seduzione

Finalmente in ebook la celebre saga degli Huxtable, cinque inediti digitali della regina del Regency Romance!
Jasper Finley, barone di Montford, con le donne non ha mai fallito. Almeno fino a quando non si imbatte in Katherine Huxtable. Fin troppo sicuro di poterla sedurre, Jasper deve presto ricredersi. Non solo viene respinto senza mezzi termini, ma è anche costretto a starla a sentire mentre, con parole di fuoco, demolisce il suo stile di vita e i suoi comportamenti. Insomma, una sconfitta bruciante. Ma tre anni dopo, incontrandola di nuovo a Londra, Jasper si rende conto che la sensuale Katherine lo ha davvero stregato. E questa volta non può concedersi alcun errore
‘Personaggi meravigliosi; una storia adorabile piena di pathos, sensualità e humor’ – Betty Cox
‘Uno dei più incantevoli romance di Mary Balogh.’ – A Romance Review

(source: Bol.com)

I Poeti Morti Non Scrivono Gialli

Un’opaca sera di febbraio, l’editore Karl Petersén raggiunge impaziente il porto di Helsingborg. Nella ventiquattrore una bottiglia di champagne e un contratto per il poeta Jan Y. Nilsson, a cui ha chiesto di scrivere un giallo, sicuro bestseller già venduto ai più prestigiosi editori d’Europa. Ma il poeta accetterà di firmare? Si piegherà alle basse leggi di quel mercato che, con la sua ricerca di una poesia alta ed essenziale, ha sempre snobbato? La risposta è definitiva: Petersén trova Jan Y. impiccato a bordo del peschereccio in cui viveva. Si è suicidato? Il commissario Barck non ha dubbi: i poeti si uccidono, non vengono uccisi. Eppure i motivi per farlo fuori non mancano, a cominciare dal lauto compenso che Jan Y. avrebbe presto incassato e dal materiale scottante sugli squali della finanza che il suo romanzo era pronto a denunciare. Nell’età dell’oro dei thriller, Björn Larsson scrive “una specie di giallo” che è un gioco letterario di raffinata ironia e autoironia, per indagare l’essenza stessa della scrittura e della vocazione artistica. In una sferzante satira di un mondo editoriale all’isterica ricerca del prossimo successo, solo un “poliziotto-poeta” è in grado di scoprire le associazioni nascoste, di rivelare l’inatteso, di afferrare le verità che si celano dietro le apparenze.
**

Poesie ultime e ritrovate

Il volume raccoglie per la prima volta integralmente la produzione poetica di Mario Luzi nel suo ultimo, vitalissimo decennio (1994-2005). Sotto specie umana (1999), Dottrina dell’estremo principiante (2004) e le poesie edite postume (Lasciami, non trattenermi, 2009) prende forma un percorso vasto e articolato che si snoda tra occasione politica, istanze meditative, tensione religiosa, senso del paesaggio e dell’uomo, in una mirabile sintesi espressiva dall’andamento spesso travolgente. Alle pagine più note e celebrate si affiancano alcune preziose rarità, che testimoniano i luoghi più intimi e nascosti del laboratorio del poeta e della sua ‘crea-zione incessante’: dagli esordi giovanili ai versi d’occasione, attraverso dodici inediti assoluti e le due antologie Parole pellegrine (2001) e Poesie ritrovate (2003), la raccolta permette di scoprire in continuità l’ultimo straordinario tratto dell’opera luziana, alla ricerca di nuove prospettive e tragitti di lettura. La raccolta comprende 44 componimenti tra giovanili, non ripresi e inediti, oltre alle raccolte Sotto specie umana (1999); Parole pellegrine (2001); Poesie ritrovate (2003); Dottrina dell’estremo principiante (2004); Lasciami, non trattenermi (2009).

(source: Bol.com)

Poesie scelte e aforismi sull’amore

Contiene una selezione tratta dall’opera poetica di Hermann Hesse e una raccolta di aforismi sull’amore. *****Hermann Hesse nasce a Calw nel Wüttemberg nel 1877. Dopo i primi romanzi di tradizione romantica (Peter Camenzind e Sotto la ruota, 1906), un viaggio in India crea le premesse dell’incontro con la spiritualità orientale, testimoniato in Siddhartha (1922). A causa del suo fragile equilibrio nervoso, Hesse entra in contatto con la psicanalisi di Jung, esperienza che lascerà tracce nei successivi romanzi (Demian, Il lupo nella steppa, 1927), mentre più sereni e raffinati saranno gli ultimi libri: Narciso e Boccadoro (1930) e Il gioco delle perle di vetro (1943). Nel 1946 riceve il Premio Nobel per la letteratura. Muore a Montagnola presso Lugano nel 1962. Nel 1977 sono state pubblicate postume le Poesie.La sua opera è stata tradotta in 40 lingue e 12 dialetti indiani e ancora oggi continua ad affascinare intere generazioni di lettori in tutto il mondo.*****Di Hermann Hesse nelle edizioni Nemo Editrice: “Le metamorfosi di Piktor. Una fiaba d’amore” con le illustrazioni originali dell’autore.
**
### Sinossi
Contiene una selezione tratta dall’opera poetica di Hermann Hesse e una raccolta di aforismi sull’amore. *****Hermann Hesse nasce a Calw nel Wüttemberg nel 1877. Dopo i primi romanzi di tradizione romantica (Peter Camenzind e Sotto la ruota, 1906), un viaggio in India crea le premesse dell’incontro con la spiritualità orientale, testimoniato in Siddhartha (1922). A causa del suo fragile equilibrio nervoso, Hesse entra in contatto con la psicanalisi di Jung, esperienza che lascerà tracce nei successivi romanzi (Demian, Il lupo nella steppa, 1927), mentre più sereni e raffinati saranno gli ultimi libri: Narciso e Boccadoro (1930) e Il gioco delle perle di vetro (1943). Nel 1946 riceve il Premio Nobel per la letteratura. Muore a Montagnola presso Lugano nel 1962. Nel 1977 sono state pubblicate postume le Poesie.La sua opera è stata tradotta in 40 lingue e 12 dialetti indiani e ancora oggi continua ad affascinare intere generazioni di lettori in tutto il mondo.*****Di Hermann Hesse nelle edizioni Nemo Editrice: “Le metamorfosi di Piktor. Una fiaba d’amore” con le illustrazioni originali dell’autore.

Poesie d’amore

Cura e traduzione di Girolamo MancusoMotivo dominante delle poesie qui presentate è l’amarezza di un’incolmabile solitudine causata in Tagore dalla perdita prematura della moglie e di due figli. Il desiderio di una riunione con le persone amate in seno all’Eterno origina una lirica tutta tesa alla riproduzione di una realtà ultraterrena sentita come madre e conforto, riparo nei confronti di una dolorosa condizione esistenziale da fuggire. In un’epoca dominata da tragici conflitti il culto di Tagore per la poesia appare un’alternativa di fede, per recuperare una più profonda, sentimentale, infinita dimensione del vivere come amore.’Credo che mi fermerò stupitose c’incontreremo in un’altra vita,camminando alla luce d’un mondo remoto.Riconoscerò allora quegli occhi bruni, come le stelle del mattino,ma sentirò che sono appartenutia qualche obliato cielo vespertinodi una nostra vita precedente…’ Rabindranath Tagoreè stato il poeta e filosofo indiano che ha fatto conoscere e apprezzare in Occidente la grande spiritualità del suo Paese. Nato nel 1861 da una famiglia nobile, a sedici anni fu inviato a studiare in Inghilterra, dove rimase tre anni. Già famosissimo in India, la sua notorietà si diffuse in Europa nel 1913, quando pubblicò, tradotte in inglese da lui stesso, le due raccolte di versi Gitanjali e Il Giardiniere. Subito apprezzato dai grandi poeti come W. B. Yeats e Ezra Pound, fu insignito in quello stesso anno del premio Nobel per la letteratura. Di Tagore la Newton Compton ha pubblicato Poesie d’amore e Poesie. Gitanjali – Il giardiniere.
(source: Bol.com)

Poco Dopo La Mezzanotte Ora Di Monaco:Romanzi Erotici M/M (Brad in Vacanza Vol. 7)

Questo breve racconto è l’ultimo episodio di una serie erotica M/M. Brad è uno straniero misterioso che noi possiamo conoscere solo attraverso gli occhi dei diversi uomini che incontra quando è in vacanza. Ogni volta ha storie brevi ma molto appassionate, e lascia i suoi amanti perplessi circa le sue motivazioni e suoi obiettivi. Brad rimane sempre un enigma per loro. E voi? Sarete in grado di decifrarlo? Questo racconto contiene scene di sesso esplicito e se ne sconsiglia la lettura ai minori di 18 anni.
**
### Sinossi
Questo breve racconto è l’ultimo episodio di una serie erotica M/M. Brad è uno straniero misterioso che noi possiamo conoscere solo attraverso gli occhi dei diversi uomini che incontra quando è in vacanza. Ogni volta ha storie brevi ma molto appassionate, e lascia i suoi amanti perplessi circa le sue motivazioni e suoi obiettivi. Brad rimane sempre un enigma per loro. E voi? Sarete in grado di decifrarlo? Questo racconto contiene scene di sesso esplicito e se ne sconsiglia la lettura ai minori di 18 anni.

Player one

Il mondo è un brutto posto. Wade ha diciotto anni e trascorre le sue giornate in un universo virtuale chiamato OASIS, dove si fa amicizia, ci si innamora – si fa ciò che ormai è impossibile fare nel mondo reale, oppresso da guerre e carestie. Ma un giorno James Halliday, geniale creatore di OASIS, muore senza eredi. L’unico modo per salvare OASIS da una spietata multinazionale è metterlo in palio tra i suoi abitanti: a ereditarlo sarà il vincitore della più incredibile gara mai immaginata. Wade risolve quasi per caso il primo enigma, diventando di colpo, insieme ad alcuni amici, l’unica speranza dell’umanità. Sarà solo la prima di tante prove: recitare a memoria le battute di Wargames, penetrare nella Tyrell Corporation di Blade Runner, giocare la partita perfetta a Pac-Man, sfidare giganteschi robot giapponesi e così via, in una strabiliante rassegna di missioni di ogni tipo, ambientate nell’immaginario pop degli anni ’80, a cui OASIS è ispirato. Un romanzo da leggere tutto d’un fiato, un nuovo classico dell’avventura che presto diventerà un megafilm prodotto da Warner Bros.