40049–40064 di 62912 risultati

Neve di primavera

La storia è ambientata in Giappone dopo la guerra russo-giapponese, negli anni che precedono la prima guerra mondiale, e il contesto è quello dell’alta società, convenzionale e tradizionalista ma attratta anche dalla moderna civiltà anglo-occidentale. Tutti sono ossessionati dal decoro, dal rispetto delle apparenze e dalla conformità a regole antiche, nonostante l’ipocrisia di fondo, in una realtà che sta rapidamente mutando. Protagonista principale è il giovane Kiyoaki Matsugae, appartenente a una famiglia di Samurai, figlio di marchesi, ma cresciuto nella più aristocratica casa dei conti Ayakura, vicina alla corte imperiale, dove ha ricevuto un’educazione estremamente elitaria. Trascorre così pubertà e adolescenza al fianco della figlia dei conti, Satoko, di due anni maggiore di lui. Kiyoaki ha ora diciott’anni, frequenta la Scuola dei Pari, e ha per amico Honda Shigekuni, un ragazzo concreto e positivo, più maturo e consapevole di lui. Satoko ha vent’anni ma ancora non ha accettato un pretendente, essendo segretamente innamorata di Kiyoaki, che è un bellissimo giovane, di gusti raffinati e tratti aggraziati. Per indole ed educazione è malinconico e sensibile, orgoglioso e capriccioso, emotivo e instabile, tutto sentimento e privo di volontà, ignaro ancora del proprio desiderio sessuale e quindi infantile nel giocare con l’affetto di Satoko. L’amore tra i due in ogni caso sboccia, in circostanze a loro sfavorevoli, e li trascina in una passione senza vie d’uscita, che li travolgerà entrambi. Honda intanto assiste come muto testimone ai mille moti contraddittori del cuore e alle sfumature dei sentimenti dell’amico che per la prima volta si trova a gestire emozioni di cui non ha esperienza, affrontando pure l’incomprensione di una società adulta ostile.

Nevada connection. Le indagini di Neal Carey

Tutti lo credevano morto, ma Neal Carey è tornato. Ad attenderlo una missione da infiltrato e il Nevada. Terra di vacche, cowboy e solitudine, ma anche di un manipolo di violenti e fanatici. Cody McCall è scomparso. Ha due anni, ed è stato suo padre a rapirlo. Gli Amici di Famiglia hanno accettato di ritrovarlo per conto della madre e hanno affidato l’incarico a Neal Carey, il loro uomo migliore. Sulle tracce del piccolo, Neal si ritrova cosi a passare dalle scintillanti colline di Hollywood alle desolate Terre Alte del Nevada: sei mesi di neve, tre di fango e tre di polvere che taglia la pelle. La base perfetta per una milizia di fanatici razzisti, i Figli di Seth. Suprematisti bianchi che spargono odio e violenza in attesa dello scontro finale con quella società corrotta che tanto disprezzano. Harley McCall, il padre di Cody, era uno di loro. Se vuole ritrovare il bambino, sperando sia ancora vivo, Neal deve entrare nell’organizzazione, conquistare la fiducia del capo, diventare uno di loro. Nulla di più facile.
**

Net Force. Sfida di astronavi

Una competizione con altri popoli dell’universo, dotati di una propria flotta di astronavi virtuali. Una grande opportunità, per i Net Force Explorers, un’occasione unica per conoscere gente che risiede in posti remoti e far conquistare all’agenzia gloria planetaria. L’evento si rivela tuttavia pieno di insidie. Tra le squadre in gara c’è infatti l’Alleanza dei Carpazi, una galassia di dittature che diffonde una propaganda favorevole alla superiorità razziale e al conflitto armato, i cui rappresentanti, pur di impossessarsi di nuove tecnologie, non esitano di fronte al delitto. E’ compito dei ragazzi di Net Force fermarli prima che sia troppo tardi…
**

Net Force. La solitudine del numero uno

Nel 2025 i computer dominano il mondo. E Net Force è una squadra di agenti investigativi che ha il compito di sorvegliare la rete e di proteggerla da qualsiasi attività criminale on-line. Tra essi c’è un gruppo di ragazzi che con i computer sono a volte più abili degli adulti: i Net Force Explorers. La giovane Maj Green ha impiegato un anno a perfezionare il suo evolutissimo simulatore di volo. Ma al suo compagno Roddy L’Officier sono bastati pochi minuti a distruggerlo. Non è la prima volta che Roddy danneggia il software di Net Force. E i Net Force Explorers ne hanno abbastanza. Perciò decidono di isolarlo privandolo di ogni contatto con la rete. Ma Roddy è in gamba, il suo piano è semplice: creare un nuovo ambiente di lavoro, e vendicarsi.

Nessuno tranne te

La sua penna ha classe da vendere Dall’autrice di Non mi piaci ma ti amo E se a un tratto la tua vita cambiasse completamente? Trudy Watts ha tutto quello che ha sempre sognato: un lavoro in banca che le piace, un ragazzo bello e di successo e un appartamento ultramoderno in una delle zone più alla moda di Londra. Non cambierebbe nulla, neanche gli orari impossibili in ufficio. Dopo sei anni dalla sua assunzione, quando ormai sta per arrivare la tanto attesa promozione e anche il suo matrimonio è vicino, ecco che una catastrofe le piomba addosso. Trudy viene trasferita in una sperduta cittadina della Scozia, a gestire una piccola filiale in deficit. L’arrivo è traumatico: detesta tutto e tutti e desidera solo scappare via. Finché compare lui, Ethan, l’affascinante proprietario di un pub, che si diverte non poco a punzecchiarla. Ed è proprio lì, in quel pub, che la sua vita improvvisamente cambierà… ‘Se cominciate questo romanzo affamate della sua grande ironia, le sue battute acute e irriverenti, i sospiri, le risate, l’irritazione… insomma tutta la gamma di emozioni assicurate dal marchio Bertod, allora avete trovato pane per i vostri denti.’ ‘Cinque stelle sono troppo poche per un libro che è un vero gioiellino. Intelligente, ironico, divertente, per nulla banale, scritto benissimo e molto, molto spassoso.’ N.B. Questo volume comprende Tutto ma non il mio tailleur e il prequel Nessuno tranne te (finora pubblicato solo in ebook) Cecile BertodHa trent’anni, è una restauratrice archeologica e vive a Napoli. Tra un restauro e l’altro, ama leggere. Ha iniziato a scrivere con un fantasy, poi ha proseguito con il rosa. Nutre una certa avversione per i nerd, le cene alla romana e la piastra per i capelli. La Newton Compton ha già pubblicato, con notevole successo, Non mi piaci ma ti amo (tradotto anche in lingua inglese) e Tutto ma non il mio tailleur.

(source: Bol.com)

Nessuno al mondo

In una terra dominata dagli uomini, una ragazza viene costretta al matrimonio all’età di quindici anni dai maschi di famiglia. Siamo nella Libia degli anni Settanta, Gheddafi ha preso il potere e soffoca nel sangue i tentativi di ribellione dell’opposizione democratica. Dal matrimonio combinato tra Faraj e Najwa nasce Suleiman, e la madre da quel momento è per tutti soltanto Um Suleiman. Una giovanissima madre lasciata troppo sola dal marito, sempre lontano da casa per misteriosi viaggi d’affari, e che in sua assenza si abbandona all’oblio di una segreta medicina. Nell’estate del 1979 l’equilibrio fragile del mondo di Suleiman riceve un colpo definitivo. Il regime della grande Rivoluzione di Settembre intende schiacciare gli ispiratori della rivolta studentesca. Un vicino di casa viene arrestato e le assenze del padre di Suleiman diventano piú inquietanti. La solitudine di Suleiman, lo struggimento di fronte alle pene della madre, il turbamento che lo spinge a mimare i comportamenti piú ambigui e distruttivi sono raccontati da Hisham Matar con apparente semplicità e implacabile nitore.

Nessuna via di fuga

Sam Kelly appartiene al KGI, una squadra speciale composta da lui e i suoi fratelli, impegnata in azioni militari top secret.L’ultima persona che si sarebbe aspettato di trarre in salvo durante una missione è Sophie Lundgren. In passato hanno avuto una breve, intensissima storia, ma poi lei è svanita nel nulla. In realtà Sophie ha passato gli ultimi mesi in fuga, sapendo che qualsiasi errore sarebbe costato la vita a lei e al bambino che porta in grembo, frutto di quella fugace relazione. Sam è stato il suo primo amore, ora è la sua ultima possibilità, e lei è certa che farà qualsiasi cosa per proteggerla. Tuttavia, l’oscuro passato di Sophie è più pericoloso di quanto Sam immagini, e l’unico modo per sopravvivere è affrontarlo e cancellarlo una volta per tutte.Dopo L’ora della verità, il secondo volume della serie KGI, un distillato di pura romantic suspense.

(source: Bol.com)

Nessuna via d’uscita

La primavera è arrivata ma i poliziotti dell’87° Distretto non possono godersela. Prima c’è una ragazza sul cornicione del dodicesimo piano. Poi in un appartamentino invaso dal gas l’esplosione massacra lo sventurato che si trova lì per caso. Ma i due cadaveri in un letto spogliati ma composti, le bottiglie di Whisky vuote, gli indumenti in bell’ordine, il messaggio d’addio scritto a macchina che dovrebbero parlare di suicidio non convincono Steve Carrell e Cotton Hawes. Il loro intuito di poliziotti li spinge ad indagare e trovare indizi è tanto difficile che il primo spiraglio di luce appare soltanto quando i due già si dispongono ad archiviare la pratica nei “casi insoluti”…

Nerofumo e cenere

In un’Inghilterra dickensiana, cupa e corrotta, le persone che compiono atti o hanno pensieri malvagi sono marcate da un segno: il Fumo ne ricopre i corpi rendendo visibile a tutti il loro peccato. L’aristocrazia sembra non produrre Fumo, a riprova della propria virtù, mentre le classi più povere sono avvolte dalla nebbia e dalla cenere.
In un collegio illustre gli studenti vengono educati da insegnanti crudeli che abusano del potere del Fumo e intrecciano strani rapporti con il governo. I ragazzi crescono nel terrore e nel rimorso, e quando vengono condotti per la prima volta a Londra scoprono che la città è immersa nel fumo più cupo, impiccagioni e paura li attendono agli angoli delle strade.
Thomas, che viene da una famiglia povera, è tormentato dalla vergogna di portare in sé un peccato indelebile a causa delle proprie origini. Charlie, il suo migliore amico, decide di invitarlo a passare il Natale dalla ricchissima zia, lady Naylor, per distrarlo dai suoi cattivi pensieri. Ma Thomas ha già visto lady Naylor, non era forse lei la donna che raccoglieva il Fumo dal corpo di un’impiccata nelle strade di Londra?
Thomas, Charlie e la cugina Livia capiscono presto che il Fumo potrebbe essere solo un inganno, un passatempo per dilettare i ricchi o uno strumento di potere. E se tutto quello che viene insegnato a scuola non fosse altro che una bugia?
La facciata immacolata del collegio precipita, e i tre, se vogliono salvarsi la vita, devono scappare. Ma sono del tutto impreparati al mondo fuori. Li aspettano triangoli amorosi, fughe, soffitte piene di lussuosi intrighi e laboratori nascosti, rivoluzionari e polizia segreta, fanatici religiosi e scienziati, madri che adorano i figli e detestano le figlie. Assassini. Inaspettati alleati e traditori insospettabili. Un romanzo che è un tour de force d’immaginazione, avventura e suspense.
**
### Sinossi
In un’Inghilterra dickensiana, cupa e corrotta, le persone che compiono atti o hanno pensieri malvagi sono marcate da un segno: il Fumo ne ricopre i corpi rendendo visibile a tutti il loro peccato. L’aristocrazia sembra non produrre Fumo, a riprova della propria virtù, mentre le classi più povere sono avvolte dalla nebbia e dalla cenere.
In un collegio illustre gli studenti vengono educati da insegnanti crudeli che abusano del potere del Fumo e intrecciano strani rapporti con il governo. I ragazzi crescono nel terrore e nel rimorso, e quando vengono condotti per la prima volta a Londra scoprono che la città è immersa nel fumo più cupo, impiccagioni e paura li attendono agli angoli delle strade.
Thomas, che viene da una famiglia povera, è tormentato dalla vergogna di portare in sé un peccato indelebile a causa delle proprie origini. Charlie, il suo migliore amico, decide di invitarlo a passare il Natale dalla ricchissima zia, lady Naylor, per distrarlo dai suoi cattivi pensieri. Ma Thomas ha già visto lady Naylor, non era forse lei la donna che raccoglieva il Fumo dal corpo di un’impiccata nelle strade di Londra?
Thomas, Charlie e la cugina Livia capiscono presto che il Fumo potrebbe essere solo un inganno, un passatempo per dilettare i ricchi o uno strumento di potere. E se tutto quello che viene insegnato a scuola non fosse altro che una bugia?
La facciata immacolata del collegio precipita, e i tre, se vogliono salvarsi la vita, devono scappare. Ma sono del tutto impreparati al mondo fuori. Li aspettano triangoli amorosi, fughe, soffitte piene di lussuosi intrighi e laboratori nascosti, rivoluzionari e polizia segreta, fanatici religiosi e scienziati, madri che adorano i figli e detestano le figlie. Assassini. Inaspettati alleati e traditori insospettabili. Un romanzo che è un tour de force d’immaginazione, avventura e suspense.

Nero Wolfe sotto il torchio

Questa vicenda nasce da un dissapore tra l’Investigatore–Elefante e il suo braccio destro Archie Goodwin. Quando arriva alla casa di Wolfe un cliente arcimilionario in dollari per affidare ai due «segugi» un incarico di natura delicatissima, Wolfe non ne vuol sapere. E Goodwin una volta tanto riesce a metterlo di fronte al fatto compiuto. Otis Jarrell, l’arcimilionario, è certo che sua nuora spiffera a qualcuno le occasioni per fare dei buoni affari, e questo qualcuno «soffia» le occasioni al capitalista. Potete immaginare di che umore può essere Jarrell, che vuole dai due segugi «una mano». Il giorno, poi, che sui rapporti d’affari per milioni di dollari vengono a posarsi due cadaveri, Nero Wolfe non riesce più a tirarsene fuori e, messo sotto il torchio dal suo spassosissimo braccio destro, è costretto a spremersi le meningi per scodellare una soluzione.

Nero Wolfe e una figlia in cerca di suo padre

Amy ha ventidue anni, è intelligente, graziosa, piena di fascino. Il compito che vuole affidare ad Archie Goodwin è, almeno in apparenza, molto semplice: Amy non ha la più pallida idea di chi sia suo padre, anche se questo padre si è dimostrato tanto generoso da permetterle ora di pagare ben ventimila dollari per assicurarsi i servizi del genio del delitto: Nero Wolfe. Sì, perché di delitto si tratta, e Wolfe lo intuisce immediatamente. La madre di Amy, che secondo le cronache è morta in un incidente automobilistico, è stata in realtà assassinata. Gli indiziati appartengono tutti alla «upper class» di New York: banchieri, produttori televisivi, esperti in pubbliche relazioni e così via. La situazione è tutt’altro che semplice. Anzi, è tanto complessa da indurre il pachidermico Wolfe ad ammettere che ne è rimasta scossa perfino la sua proverbiale flemma. Per colmo d’ironia, il misogino Nero si trova costretto a mandare a una donna un mazzo delle sue preziose orchidee. Ma un assassino vai bene un mazzo di orchidee.

Nero Wolfe e sua figlia

«Signorina, io ho addosso tutto questo grasso per isolare i miei sentimenti. Un paio di volte essi ebbero il sopravvento su di me, e fu allora che decisi d’ingrassare. Se fossi rimasto magro e avessi continuato ad andare in giro, sarei morto da un pezzo. Voi sapete bene che non ho alcuna prova della vostra identità. Voglio dire che ignoro se siete veramente mia figlia.» La ragazza, naturalmente, insiste. È proprio sua figlia, è venuta dalla Jugoslavia in America e ora ha bisogno di lui, il genio degli investigatori privati. Nero Wolfe recalcitra, ma quando la polizia accusa la ragazza di aver commesso un delitto, non se la sente di abbandonarla al proprio destino. Sospetta, però, che quella «figlia» gli nasconda qualcosa di molto pericoloso. Non immagina comunque che la sua stessa vita sia in pericolo e che possa esistere un nemico così temerario da voler espugnare la sua fortezza – la casa di arenaria sulla 35a Strada Ovest per impedirgli di arrivare alla verità.

Nero Wolfe apre la porta al delitto

È l’ultimo romanzo di Stout e riflette il clima cupo dell’America che ha appena scoperto, con lo scandalo Watergate, i loschi maneggi e la corruzione dilagante negli ambienti del potere. Questo giallo vede il ciclopico investigatore alle prese con un caso scottante: una bomba esplode nel suo stesso caseggiato, uccidendo il suo cameriere preferito nel suo ristorante preferito. Quasi un affronto personale; Nero e Archie iniziano ad indagare, senza sapere quale tremendo vaso di Pandora di cospirazioni e bugie stanno per scoperchiare.
**

Nero di Londra

Con le sue nebbie leggendarie, le spettrali banchine del Tamigi e i suoi vicoli bui, da sempre Londra è stata luogo d’elezione per delitti e fatti di sangue. Attingendo alle cronache del tempo e agli atti giudiziari di clamorosi casi di omicidio, Cinzia Tani fa rivivere in queste pagine le gesta efferate di Jack lo Squartatore e degli altri serial killer dell’Otto e del Novecento. Per ognuno ricostruisce la trama e l’ambiente, descrive i protagonisti, racconta i risvolti psicologici ed esamina i moventi. Accanto ai più bestiali criminali, incontriamo tre figure pubbliche coinvolte nei processi più eccellenti del Novecento: Edward Marshall, avvocato di successo; Bernard Spilsbury, il più famoso patologo dell’epoca, e Albert Pierrepoint, ultimo boia inglese. Ciò che ne esce è un libro capace di tenere il lettore con il fiato sospeso, ma anche un inedito spaccato della società inglese attraverso venti storie di fascino e mistero che intrecciano indissolubilmente l’amore e la morte.
(source: Bol.com)

Nero Caravaggio

Affascinante e ironico come Simenon Geniale come Camilleri Le indagini del libraio Ettore Misericordia Ettore Misericordia è il proprietario di una storica libreria di Roma. Autodidatta coltissimo, conosce tutti i segreti della città eterna. È anche un grande appassionato di gialli e un detective dilettante dal formidabile intuito, tanto che l’ispettore Ceratti se ne avvale spesso per i casi sui quali indaga. Perciò non esita a informarlo quando nella basilica di Sant’Agostino, proprio accanto Piazza Navona, viene ritrovato un cadavere davanti a uno dei capolavori del Caravaggio, la Madonna dei Pellegrini. Si tratta di Paolo Moretti, pugnalato alle spalle con uno strumento per incisioni. Misericordia non perde un attimo e si reca sul luogo del crimine insieme al suo amico-collaboratore “Fango”. Ma il caso non è di facile soluzione perché le prove per un’accusa non ci sono. Almeno fino a quando la moderna coppia Holmes-Watson non scoprirà inquietanti particolari che legano i protagonisti della vicenda al Caravaggio. Nella vita del tormentato genio del Seicento si nasconde forse la chiave per far luce sul delitto? Un misterioso delitto si consuma davanti a un’opera del pittore maledetto L’arte può diventare una passione pericolosa… Finalmente anche Roma ha il suo Sherlock Holmes ‘Un giallo con una serie di personaggi tratteggiati e caratterizzati molto bene, una trama che regge, un colpevole e anche alcuni intermezzi comici. E non è cosa da poco.’ Thriller Pages Magazine ‘Ti viene voglia di andare subito a vedere i luoghi della storia, dagli splendori delle chiese barocche all’architettura metafisica dell’Eur, da Trastevere a San Lorenzo.’ ‘Appassionati, ironici e con uno stile diretto, sintetico e completo, mi ricordano i romanzi di Georges Simenon e le storie del suo burbero ispettore Maigret.’ Max e Francesco MoriniFratelli, autori teatrali e televisivi, dirigono da dieci anni l’Accademia del Comico di Roma. Nero Caravaggio nasce dalla volontà di unire il gusto per la leggerezza e la scrittura brillante con due grandi passioni: quella per i romanzi polizieschi e quella per la loro città, Roma.
(source: Bol.com)