3985–4000 di 75864 risultati

L’abito di diamanti

STORIE DEL CREPUSCOLO Vol. 3. Spirito inquieto e tormentato, Vaillant ha una sola cosa in mente: scoprire dove si nasconde suo padre e fargliela pagare per il male che ha causato. Per ottenere l’informazione che gli consentirà di vendicarsi deve solo accettare l’incarico che gli hanno proposto: recuperare il prezioso abito intessuto di diamanti fatati che Lyric Santiago indossava quando è stata rapita. Non appena trova la giovane, però, Vail si rende conto che quella sensuale vampira bionda, con i suo occhi trasparenti come il ghiaccio e il suo corpo da favola, rischia di diventare una distrazione che non può e non vuole permettersi. Eppure lei è la chiave di tutto, lui deve solo convincerla a collaborare. E per raggiungere l’obiettivo decide di usare un sistema molto piacevole, anche se poco convenzionale. Ma la seduzione è un’arma a doppio taglio.
I volumi della serie:
1) Un morso è per sempre
2) La bara di cristallo
3) L’abito di diamanti **
### Sinossi
STORIE DEL CREPUSCOLO Vol. 3. Spirito inquieto e tormentato, Vaillant ha una sola cosa in mente: scoprire dove si nasconde suo padre e fargliela pagare per il male che ha causato. Per ottenere l’informazione che gli consentirà di vendicarsi deve solo accettare l’incarico che gli hanno proposto: recuperare il prezioso abito intessuto di diamanti fatati che Lyric Santiago indossava quando è stata rapita. Non appena trova la giovane, però, Vail si rende conto che quella sensuale vampira bionda, con i suo occhi trasparenti come il ghiaccio e il suo corpo da favola, rischia di diventare una distrazione che non può e non vuole permettersi. Eppure lei è la chiave di tutto, lui deve solo convincerla a collaborare. E per raggiungere l’obiettivo decide di usare un sistema molto piacevole, anche se poco convenzionale. Ma la seduzione è un’arma a doppio taglio.
I volumi della serie:
1) Un morso è per sempre
2) La bara di cristallo
3) L’abito di diamanti

James Bond agente 007

GoldenEye è il nome della tenuta di Ian Fleming nella baia di Oracabessa, Giamaica. In cui ogni anno, tra il 1946 e il ’64,lo scrittore trascorse otto settimane, da gennaio a marzo. Dieci del mattino. Fleming si siede alla scrivania ad angolo, vicino alla finestra. Rumore di tasti di macchina da scrivere: «Fumo, sudore: alle tre del mattino l’odore di un casinò dove si gioca forte è nauseante». Casino Royale prende vita. È il 15 gennaio 1952, nasce James Bond. Che da allora non fu più il nome dell’autore del manuale di ornitologia Birds of the West Indies, ma l’agente segreto con licenza di uccidere, una delle icone più amate della cultura di massa. Compie sessant’anni, portati magnificamente: ma è solo all’inizio degli anni Sessanta, il 5 ottobre del 1962, che nasce il vero e proprio mito pop. Cioè con l’uscita al cinema del primo film, 007 Licenza di uccidere (titolo originale Dr. No), dove James Bond aveva il volto di Sean Connery, forse l’attore con il quale nel nostro immaginario identifichiamo di più l’eroe di Ian Fleming. Quindi voglio festeggiare questo cinquantennio con una raccolta delle sue avventure. Non tutte. Quelle che preferisco! Perché? Ian Fleming scrisse dodici romanzi, più due raccolte di racconti brevi, con protagonista l’agente segreto James Bond, tradotti e pubblicati in Italia sotto vari titoli dalla casa editrice Garzanti. Qui avete: Casino Royale (La benda nera, Casinò Royal), 1953 Live and let Die (Vivi e lascia morire), 1954 Moonraker (Moonraker: il grande slam della morte), 1955 Diamonds are Forever (Una cascata di diamanti), 1956 From Russia with Love (A 007, dalla Russia con amore), 1957 Doctor No (L’impronta del drago, 007 Licenza di uccidere – Il Dottor No), 1958 Goldfinger (Missione Goldfinger), 1959 For your Eyes Only (Solo per i tuoi occhi), 1960 Thunderball (Thunderball Operazione Tuono), 1961 You Only Live Twice (Si vive solo due volte), 1964 The Man with the Golden Gun (L’uomo dalla pistola d’oro), 1965 Octopussy and The Living Daylights (Octopussy), 1966 (postumo) Mancano in questa raccolta: The Spy who Loved Me (La spia che mi amava), 1962 – Perché é un’anomala avventura di James Bond narrata in prima persona da una protagonista femminile ed in cui l’agente segreto ha un ruolo di secondo piano, tanto che inizialmente Fleming voleva firmare il romanzo come Vivienne Michel, il nome della protagonista On Her Majesty’s Secret Service (Servizio Segreto, Al servizio segreto di Sua Maestà), 1963 Ian Fleming – James Bond, Agente 007

Intrigo scolastico

Nick Hornby nel suo ultimo *Shakespeare scriveva per soldi* dedica a Perrotta quasi un capitolo definendolo uno scrittore intelligente e umano con una grande presa sul reale. E scrive: “Il fatto che superato l’iniziale turbamento abbia divorato il libro (…) è indicativo dell’ammirazione che nutro per Perrotta e di quanto mi interessi quel che ha da dire sugli aspetti degli Stati Uniti che qui da noi sconcertano di più. Va da sé che il paragone mi lusinga immensamente: *L’insegnante di astinenza sessuale* è un romanzo intelligente divertente riflessivo e partecipe”. Con *Intrigo scolastico* Perrotta ci riporta nel mondo della scuola e di quella democrazia americana capace a sorpresa di produrre un Barack Obama. Nel liceo di Winwood è tempo di nominare il rappresentante di istituto una forma di democrazia in provetta. Perrotta ci racconta lo scontro tra l’ambiziosa e ambigua Tracy Flick pronta a tutto pur di vincere le elezioni e Paul Warren il popolare atleta del liceo. Lo scontro si farà ancor più intenso con la sorprendente candidatura di Tammy la sorella di Paul outsider nella corsa al voto e nella vita che oltre ai problemi tipici dell’adolescenza fatica a gestire e a vivere la propria omosessualità. Dopo il successo dell’ *Insegnante di astinenza sessuale* Tom Perrotta ci riporta nel mondo della provincia americana che con le sue storie sentimenti e personaggi rappresenta lo specchio di un intero popolo.

Inganni e segreti

**La promessa dei Volakis** 1
*Una ragazza comune senza esperienza di uomini.
Un incredibilmente ricco e affascinante uomo d’affari.
Un matrimonio fatto di segreti.*
Lysander Volakis non si è affidato alla ricchezza della sua famiglia per costruire la propria reputazione. Lui è abituato a fare di testa propria, negli affari come con le donne. Così, quando la sua strada incrocia quella di Tally Spencer, lui sa cosa aspettarsi da quell’incontro. Attrazione, passione, ma niente di più. Non è in cerca di una moglie.
Per Tally, invece, quello per Sander è amore a prima vista, ed entrambi stanno per scoprire che non è così facile dimenticare ciò che è accaduto fra loro.

Incontro Perfetto

3 ROMANZI IN 1 – Un’autrice dalla fama consolidata, capace di creare personaggi convincenti e realistici e storie che coinvolgono il lettore dalla prima all’ultima pagina.
FOLLEMENTE TUA
Ereditiera viziata e sognatrice, Sally MacArthur ha scoperto che il suo ex è scappato insieme alla sorellastra di lei dopo aver rubato un prezioso monile di famiglia. Decide di sistemare le cose, prima che il padre scopra tutto, e per farlo chiede aiuto all’aitante investigatore James Diamond.
L’ANNO CHE VERRA’
Megan gestisce, insieme a un’amica, un ristorante nel Wyoming. Un giorno nel locale si presenta la famosa star Brandon Scott accompagnato del suo sceneggiatore. E per Megan cambia tutto. Tra notti appassionate e fughe improvvise, un sentimento travolgente sorprenderà entrambi.
MIRAGGIO D’AMORE
Perfetto! Deve sposarsi tra cinque giorni e non ha un abito decente. Per questo Susan accetta al volo l’aiuto che Jake, il bellissimo sconosciuto mandato dalla sua madrina con l’abito giusto per lei, vuole offrirle. Il fatto è che Susan vorrebbe da lui anche un altro tipo di aiuto, come un bacio appassionato!

Imparare la musica For Dummies

Una guida indispensabile per ottenere il massimo dalla vostra musica Sia che vogliate diventare musicisti professionisti sia che vi divertiate semplicemente ad ascoltare musica, comprendere la teoria musicale vi aiuterà ad apprezzare i grandi artisti e a capire come comporre pezzi di buon livello. Abilità tecnica, combinazione delle note ed esercizi pratici in abbondanza: in questa guida trovate tutto ciò che vi serve per scrivere la vostra musica.
• Le basi della teoria musicale – scoprite come è nata la teoria musicale e imparate a conoscere le indicazioni di tempo, le pause e il ritmo
• Pentagramma, tonalità e note – imparate ad assemblare le note, a conoscere le scale maggiori e minori, e a capire cosa sono tonalità e armature di chiave, e il circolo delle quinte
• Un passo avanti – scoprite cosa sono gli intervalli e imparate a costruire le progressioni armoniche
• Il groove – iniziate a familiarizzare con le espressioni musicali di tempo e di dinamica, e provate a riconoscere timbri e acustica degli strumenti
• La composizione musicale – imparate a riconoscere i diversi generi musicali, classici e pop, e a capire quali sono i ritmi, le melodie e le armonie più adatte a ciascuno

Illuminismo Estremo

In questo nuovo volume della sua Controstoria, Onfray demolisce il mito di un Illuminismo razionalista e materialista, denunciando il carattere assai moderato o persino retrivo di alcuni fra i suoi più celebrati esponenti, e tracciando inedite demarcazioni fra i «buoni» materialisti e edonisti e i «cattivi» idealisti del secolo dei Lumi. Anche se messi all’Indice dal Sant’Uffizio, Voltaire e in fondo anche Diderot rimangono infatti deisti e antiatei, vincolati in maniera ambigua ai ricatti della trascendenza. Kant? Misogino e per di più razzista, come Diderot e Buffon. Sade? Un protofascista, che predica la sopraffazione, lo sfruttamento e il disgusto del corpo. Rousseau poi, oltre che criptoidealista, è un reazionario luddista, contrario alla scienza e favorevole alla cieca obbedienza e all’ignoranza del popolo. Chi è da salvare sono invece gli esponenti di una corrente minore e storicamente perdente dell’Illuminismo “estremista”: pensatori come Meslier, La Mettrie, Maupertuis, Helvétius, d’Holbach, di cui Onfray scrive: «L’immanenza, la terra, l’aldiquà: l’ateismo; la materia, la scienza, il mondo sensibile, l’universo visibile: il materialismo; la felicità, la voluttà, il piacere, il corpo, la carne: l’edonismo; il bene pubblico, il comunitarismo, il comunismo, il socialismo: la rivoluzione. Ecco i mattoni con cui gli ultrà dei Lumi costruiscono il loro edificio».

Il tormento del marine (Youfeel)

Oltre la paura di amare Ashton Davis non si è ancora rassegnato alla morte della moglie e non riesce a dimenticarla. L’amore che non può più donarle lo rende ancora più deciso a fare di tutto per assicurare il meglio al figlio Chris e per regalare un po’ di pace a sua sorella Bree, reduce da mesi di prigionia nella foresta colombiana. Ma quando Izar, lunghi capelli corvini e carnagione olivastra, bussa alla porta di casa Davis per candidarsi come babysitter di Chris, l’equilibrio che Ash crede di aver raggiunto va in frantumi. Izar e Ash dovranno fare i conti con la prorompente attrazione fisica che c’è tra loro e lottare insieme per proteggere la vita dei loro cari. Nel terzo romanzo della serie Destini Intrecciati, Silvia Carbone e Michela Marrucci ci regalano una storia vibrante e sensuale. Mood: Erotico – YouFeel RELOADED dà nuova vita ai migliori romanzi del self publishing italiano. Un universo di storie digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.

Il topo e suo figlio

Dal banco di un negozio di giocattoli, dove stavano accanto ad amabili elefantesse e foche meccaniche, il topo e suo figlio precipitano in un immondezzaio di periferia. In piedi l’uno di fronte all’altro e con le mani congiunte, essi coltivano nei loro minuscoli corpi di latta il sogno di autoricaricarsi, per sfuggire alla dipendenza dal mondo. Ma la vita li trascinerà in un turbine di avventure terrorizzanti. Circondati da un maestoso e fosco paesaggio di rifiuti, di erbe e di acque, conoscono la schiavitù e il panico. Incontrano battaglie di toporagni, dighe di castori, rapimenti, profezie, duelli. Sfuggono a una compagnia di teatranti, diretta da due corvi, e riflettono sulle sentenze di una tartaruga metafisica in fondo a uno stagno. Dietro a tutto, li segue l’ombra perenne di un feroce persecutore, il Ratto Manny. Davanti agli occhi, trema il miraggio della Casa delle Bambole, che rifulgeva nel negozio dei giocattoli. Questa favola, come sempre le vere favole, incanta i bambini – questi grandi esperti di *suspense* – per dire a tutti cose terribili e meravigliose. Russell Hoban ha soltanto «lasciato che il topo e suo figlio raccontassero la storia che erano stati caricati per raccontare». La loro disperazione, la loro felicità hanno un suono penetrante e primordiale, contrappuntato da qualche sottile interrogativo che ossessiona chiunque ricerchi il segreto dell’autocaricamento. Da quando fu raccontata – era il 1967 –, questa storia è stata accolta fra le più belle dei nostri anni.

Il tip tap del mistero

Trama: Uno strano personaggio, o forse un fantasma, che batte dei colpi attraverso i muri. Un’anziana signorina che vive sola, allevando splendidi gatti persiani. Una Nancy Drew disoccupata, chiamata in causa con le amiche da un urgente appello d’aiuto Mescolate tutti questi ingredienti, aggiungete una buona dose di pericolo, ricoprite il tutto a piene mani con del mistero, ed otterrete una storia vorticosa, nella quale la nostra abile detective, malgrado la bravura e l’esperienza, avrà di che rompersi il capo. In senso figurato, nello scervellarsi a risolvere il mistero E forse anche in senso letterale, perché quel tale che non vuole vederla arrivare a una soluzione, ama troppo le maniere forti.

Il Tennis L’ha Inventato Il Diavolo

Non è solo una battuta. Il tennis l’ha inventato il diavolo è un concetto maledettamente oggettivo, circostanziato e condiviso da chiunque abbia impugnato una racchetta e colpito una pallina. Di fatto, un sinonimo di quanto sia stressante, logorante e abbrutente il tennis. Perché è l’unico sport che «obbliga a giocare contro cinque avversari: il giudice di sedia, il pubblico, i raccattapalle, il campo e me stesso», diceva Goran Ivanišević. «E l’avversario, quello vero?» gli chiedevano. «Anche, ma lui è il meno», rispondeva il croato.Lo sa bene Serena Williams, battuta da una millennial diciannovenne, o Andy Roddick che divenne amico del suo diavolo preferito, un certo Roger Federer. Poi c’è Năstase che interrompe il match con McEnroe e pretende la sostituzione dell’arbitro per ricominciare, e Fognini che a microfoni aperti si lancia in una filippica sessista contro la giudice di sedia.
**Divise in nove gironi infernali, le storie più incredibili, curiose e segrete del tennis, raccontate da Panatta nello stile ironico e autoironico che lo contraddistingue** , vissute da protagonista o da spettatore diretto, per i tanti appassionati del tennis, per sorprendere e incuriosire anche quelli che credono di sapere quasi tutto.

Il tempo tagliato

Nella luce di un giugno radioso e sfacciato, Viola sente crescere il vuoto delle sue giornate. Ha quarantatré anni, e per metà della vita è stata moglie devota di un acclamato direttore d’orchestra e madre di una figlia avuta da giovanissima. Nient’altro, nessuna concessione a se stessa, nessun inciampo, nemmeno ora che, con la morte improvvisa del marito e una figlia ormai adulta, le sue giornate sono scandite dalla solitudine. Il pomeriggio del solstizio d’estate, durante un concerto in memoria del marito, Viola conosce un uomo e qualcosa accade dentro di lei: una breccia nel muro, un’infiltrazione d’acqua nelle crepe, un punto di sutura che si dissolve. Mentre nel chiostro assolato risuonano le note di Bach, un’impacciata Viola in abito da cocktail, il filo di perle al collo e i capelli raccolti, lascia il concerto e fugge in macchina con lui. La tentazione è quella di abbandonarsi, di lasciarsi portare dalla corrente, ma l’autocontrollo è la disciplina in cui Viola eccelle e quello che sta succedendo non è solo sconveniente: è assurdo. Eppure è tardi per tornare indietro, perché il viaggio è iniziato, e con quell’uomo lei sta andando esattamente dove desiderava da tempo: lontano. Lontano da tutto per avvicinarsi alla sua verità, semplice e scandalosa. **

Il taccuino di Bento

Forse non tutti sanno che il filosofo Baruch Spinoza – detto Bento –, uno degli esponenti del razionalismo del XVII, antesignano dell’Illuminismo e sommo conoscitore dell’esegesi biblica, disegnava. Anzi, era intimamente ossessionato dal disegno. Dopo la scomunica e la cacciata dalla comunità ebraica di Amsterdam, si dedicò al disegno con un trasporto così assoluto che, quando non lavorava come tornitore di lenti, si rinchiudeva nel suo studio ad abbozzare figure o paesaggi, a tracciare centinaia di schizzi a matita e a china. Quando morì, i suoi amici recuperarono le sue lettere, i manoscritti, gli appunti, ma non trovarono nessuna traccia dei suoi disegni.
Molti anni dopo, a John Berger viene regalato un vecchio taccuino da disegno e l’autore, mosso da un impulso segreto e convincente, sente che quel libricino è proprio quello di Baruch Spinoza. Inizia così un dialogo a due voci e a quattro mani in cui l’autore e saggista inglese – convinto che nella silenziosa pratica del disegno risieda la chiave per accedere al senso del mondo e delle cose – immagina di rileggere le parole del filosofo olandese, e di osservare il mondo con i suoi occhi.
Il risultato è un libro che, con una prosa limpida e delicata, crea un ponte tra l’Olanda del XVII secolo e il tempo inquieto in cui viviamo. Una mappa stupefacente che aiuta a orientarsi nel nostro incerto presente, a indagare la sostanza profonda delle cose, e la relazione che ci lega a esse.

Il sorriso di Jackrabbit: Un’indagine di Hap & Leonard

Nel giorno delle nozze con la sua amata Brett, mentre arrostisce hot dog per gli ospiti, Hap si vede piombare nel giardino di casa due pentecostali da manuale. Il ragazzo, tatuato, indossa un paio di jeans neri e una maglietta con lo slogan: «Bianco è giusto». La donna porta i capelli raccolti in una crocchia cosí alta da poterci nascondere dentro un frullatore. Sono la madre e il fratello della giovane Jackie Mulhaney, detta Jackrabbit, che da qualche mese sembra scomparsa nel nulla. Nessuno, tantomeno la polizia, vuole cercarla. Gli unici a raccogliere la sfida sono Hap e Leonard, senza immaginare che l’indagine arriverà a condurli nelle stanze segrete di una setta capace di adorare fantomatici uomini lucertola. E di infrangere senza rimorsi il quinto comandamento. Con il sarcasmo folgorante che ha conquistato generazioni di lettori, Lansdale firma una nuova parabola di ordinaria violenza americana. «Leggero e a tratti irresistibilmente comico, Lansdale porta il lettore dentro un mondo avvincente, reale e fantastico. Per arrivare a essere nient’altro che un grande scrittore».
**la Repubblica** **

Il sogno di Noah: Prima parte

Noah, Re dei demoni, è ossessionato da una donna che da qualche tempo gli compare in sogno, risvegliando in lui una forte passione. Con l’aiuto della druida Corinna, scopre che si tratta di Kestra, l’umana destinata a unirsi a lui nell’imprinting e diventare così la sua compagna. Ma quando riesce a raggiungerla, Noah è costretto ad assistere alla sua morte violenta. Devastato dalla perdita, il Re riesce a riportarla in vita solo pagando un prezzo altissimo, per poi scoprire che i problemi sono appena cominciati: Kestra, infatti, ha un passato misterioso, un carattere difficile e una profonda ferita nell’anima che le impedisce di fidarsi del prossimo. Riuscirà Noah a conquistare la sua fiducia e, al tempo stesso, contrastare i nuovi pericoli che minacciano le Creature della Notte?

Il sogno di Noah – seconda parte

Noah, Re dei demoni, ha finalmente accanto a sé la sua compagna predestinata, Kestra. Ma con la festa di Samhain alle porte, è necessario che tra loro vi sia amore vero, per evitare che la passione si tramuti in un’unione forzata e violenta. Un amore che, Noah lo sa bene, Kestra non prova ancora, così come sa che Cygnus e la sua banda di vampiri corrotti approfitteranno della festa per mettere a repentaglio il futuro stesso delle Creature della Notte. Due battaglie decisive attendono perciò il Re dei demoni: quella per salvare il regno e la vita dei suoi cari, e quella per conquistare una volta per tutte il cuore dell’amata Kestra. E in una notte come quella di Samhain, gli esiti sono tutt’altro che certi…