39905–39920 di 65579 risultati

La Chiesa e la mafia. Viaggio dentro le sagrestie di cosa nostra

Sicari in crisi mistica e teologi con la lupara in mano, ecclesiastici infedeli e assassini devoti, padrini che citano il vangelo prima di far uccidere e sacerdoti come padre Puglisi, che muoiono su ordine di Cosa nostra, per non aver tradito quello stesso vangelo. Questo libro racconta la storia del “tenebroso sodalizio” del mafiosi con preti e religiosi. Un’inchiesta sulla mafia sub specie ecclesiae: attraverso i palazzi arcivescovili e le chiese di campagna, tra una festa popolare e la processione di un santo patrono, lungo le chiese della desolata periferia di Palermo e le navate dello splendido duomo normanno di Monreale, Cosa nostra è una confraternita criminale con le sue tradizioni e i suoi segreti. Per il mafioso, battesimi, cresime, matrimoni e ogni altro genere di sacramenti non fanno parte di un cammino di fede ma entrano in un sistema di alleanze e di giochi di potere interni alla consorteria. Le vie delle sagrestie, allora, si intrecciano con quelle dell’eroina e la religione diventa uno strumento funzionale alla morte e al predominio criminale. Il giudice Giovanni Falcone diceva che “entrare a far parte della mafia equivale a convertirsi ad una religione”, e per questo introdursi nelle sagrestie di Cosa nostra equivale a conoscere i dogmi e i riti di questa setta violenta e spietata. Per conoscere la mafia dall’interno. E per affrettarne la sconfitta.
**

La chiesa e la mafia: viaggio dentro le sagrestie di Cosa nostra

Sicari in crisi mistica e teologi con la lupara in mano, ecclesiastici infedeli e assassini devoti, padrini che citano il vangelo prima di far uccidere e sacerdoti come padre Puglisi, che muoiono su ordine di Cosa nostra, per non aver tradito quello stesso vangelo. Questo libro racconta la storia del “tenebroso sodalizio” del mafiosi con preti e religiosi. Un’inchiesta sulla mafia sub specie ecclesiae: attraverso i palazzi arcivescovili e le chiese di campagna, tra una festa popolare e la processione di un santo patrono, lungo le chiese della desolata periferia di Palermo e le navate dello splendido duomo normanno di Monreale, Cosa nostra è una confraternita criminale con le sue tradizioni e i suoi segreti. Per il mafioso, battesimi, cresime, matrimoni e ogni altro genere di sacramenti non fanno parte di un cammino di fede ma entrano in un sistema di alleanze e di giochi di potere interni alla consorteria. Le vie delle sagrestie, allora, si intrecciano con quelle dell’eroina e la religione diventa uno strumento funzionale alla morte e al predominio criminale. Il giudice Giovanni Falcone diceva che “entrare a far parte della mafia equivale a convertirsi ad una religione”, e per questo introdursi nelle sagrestie di Cosa nostra equivale a conoscere i dogmi e i riti di questa setta violenta e spietata. Per conoscere la mafia dall’interno. E per affrettarne la sconfitta.

Chiedi alla luna

Matthew Homes ha nove anni. Adora passare le vacanze al camping con la famiglia e mettersi le scarpe da ginnastica, anche se la mamma d’estate lo obbliga a usare le infradito dato che fa caldo e gli sudano i piedi. Ha un fratello, Simon, di tre anni più grande, anche se tutti si comportano come se fosse più piccolo. Perché Simon è un po’ diverso dalle persone che si incontrano normalmente: frequenta una scuola speciale per via di un disturbo di cui Matt non ricorda mai il nome, ma che si trova nei libri di medicina. Matt e Simon si vogliono bene: Matt adora la faccia tonda e sorridente del fratello, tonda come la luna. Giocano spesso insieme, e Simon segue Matt in tutte le sue avventure. Ma dopo quell’estate, l’estate dell’incidente a Ocean Cove, nulla sarà più come prima. Matt dovrà affrontare un segreto così enorme e terribile da non poterlo confessare a nessuno, spingendolo a chiudersi sempre più in se stesso. E mentre, anno dopo anno, la realtà perderà i suoi confini diventando sempre più estranea e costringendolo a farsi ricoverare in un centro per disturbi mentali, Matt avrà solo un pensiero in cui trovare conforto e grazie al quale ricominciare a lottare: il ricordo della faccia tonda e sorridente di suo fratello, tonda come la luna.

Chicago è sempre Chicago

La reputazione di Mac di Chicago come investigatore di fiducia è filtrata fino agli strati più « elevati » della malavita. Infatti, il suo ultimo cliente è Marco Paul, il drago dei rackets, il quale, in tarda età, si è messo a rigar diritto, non prima di aver spremuto un bel milione di dollari, tondo tondo e in contanti, dalle sue varie imprese. Ora, un po’ malandato in salute vorrebbe che Mac provvedesse a recapitare i denari a sua figlia Paula. Mac si beccherà diecimila dollari per fungere da messaggero, e Paul si riserva di dirgli, nel giro di pochi giorni, dov’è il malloppo. Ma non farà in tempo. Fuori del bar dove i due si sono incontrati, lo aspetta una raffica che lo fulmina senza dargli nemmeno il tempo di stupirsi per ciò che gli sta capitando. Ed ecco Mac con una turba alle costole, poiché tutti, compresa la polizia, sono convinti che i quattrini li abbia lui, o che, almeno, sappia dove sono. Il cliente non c’è più, il compenso è, a dir poco, problematico, ma Mac non può scrollarsi di dosso l’incarico affidatogli, anche se rischia di raggiungere lo sfortunato cliente. E, intanto, si domanda: Esiste davvero quel milione? Dov’è? E soprattutto… vivrà abbastanza a lungo, lui, Mac, per scoprire tutta la verità?

La chiave

La chiave di un cassetto, lasciata cadere apparentemente per caso da un marito ansioso di esplorare nuovi orizzonti sessuali insieme alla moglie, dalla quale è irresistibilmente attratto, conduce la donna su una strada di lussuria e perdizione da cui non riuscirà più ad allontanarsi. La donna scopre infatti, leggendo il diario del marito, i suoi segreti, la sua inarrestabile passione, la necessità di fomentare i suoi istinti sessuali con un gioco ingegnoso ma rischiosissimo, alimentato dalla gelosia. Si fa invischiare in questa rete, in una crescente tensione fatta di amore-odio che coinvolge a poco a poco anche altre persone, come l’amante e la figlia e condurrà infine il protagonista all’autodistruzione. Il significato di questo piccolo gioiello però non sta tanto nella descrizione del folle crescendo erotico che irretiscei personaggi del romanzo quanto, come dice Geno Pampaloni nella prefazione “nel fitto di un labirinto stupefacente che sembra costruito nel corso di accumulazioni secolari entro la psicologia umana, ad avviluppare passioni, errori, proibite delizie, infingimenti.”
**
### Sinossi
La chiave di un cassetto, lasciata cadere apparentemente per caso da un marito ansioso di esplorare nuovi orizzonti sessuali insieme alla moglie, dalla quale è irresistibilmente attratto, conduce la donna su una strada di lussuria e perdizione da cui non riuscirà più ad allontanarsi. La donna scopre infatti, leggendo il diario del marito, i suoi segreti, la sua inarrestabile passione, la necessità di fomentare i suoi istinti sessuali con un gioco ingegnoso ma rischiosissimo, alimentato dalla gelosia. Si fa invischiare in questa rete, in una crescente tensione fatta di amore-odio che coinvolge a poco a poco anche altre persone, come l’amante e la figlia e condurrà infine il protagonista all’autodistruzione. Il significato di questo piccolo gioiello però non sta tanto nella descrizione del folle crescendo erotico che irretiscei personaggi del romanzo quanto, come dice Geno Pampaloni nella prefazione “nel fitto di un labirinto stupefacente che sembra costruito nel corso di accumulazioni secolari entro la psicologia umana, ad avviluppare passioni, errori, proibite delizie, infingimenti.”

La Chiave Suprema. I tesori ritrovati

Questo ebook contiene materiale rarissimo, pubblicato per la prima volta in lingua italiana, che completa lo straordinario metodo creato da Charles Haanel  La Chiave Suprema. Sono vere e proprie “lezioni segrete” scritte da Charles Haanel e rimaste inedite per oltre sessant’anni. Esse proseguono, di ulteriori quattro parti, La Chiave Suprema, approfondendo in maniera straordinariamente analitica, allo stesso tempo razionale, scientifica e spirituale, gli aspetti teorici e metafisici della Legge di Attrazione e dell’azione della mente e del pensiero su noi stessi e sulla realtà che ci circonda. Haanel lo fa, come sua abitudine, con una logica e un’argomentazione stringente e orientando il testo alla diretta pratica del lettore.  L’ebook contiene anche il “Grafico psicologico della Chiave Suprema”. Si tratta di un testo che Charles Haanel scrisse come materiale promozionale per “La Chiave Suprema”. Oltre a essere un’illuminante sintesi del metodo (e un geniale strumento di marketing), il “Grafico” propone un semplice e utilissimo sistema di auto-valutazione che ti fa individuare subito quali sono i lati forti e quelli deboli del tuo carattere e del tuo “stile di vita mentale”. Dell’opera di Charles Haanel presso Area51 Publishing. La Chiave Suprema (ebook). La Chiave Suprema (audiolibro Mp3). La Chiave Suprema (libro cartaceo). La Chiave Suprema Workbook (ebook). La Chiave Suprema Workbook (libro cartaceo). Chimica mentale (ebook). Chimica mentale (audiolibro Mp3). I segreti dello Yoga (ebook) . I segreti dello Yoga (audiolibro Mp3)

La chiave di Sarah

16 luglio del 1942, una notte d’estate come tante altre, a Parigi. La piccola Sarah è a casa con la sua famiglia, quando viene svegliata dall’irruzione della polizia francese e prelevata insieme ai genitori. Ha solo dieci anni, non capisce cosa sta succedendo, ma è atterrita e prima di essere portata via riesce a nascondere il fratello più piccolo in un armadio a muro che chiude a chiave.
Sessant’anni dopo Julia, una giornalista americana che vive a Parigi, deve fare un’inchiesta su quei drammatici fatti e le sue indagini la portano molto più lontano del previsto. Il suo destino si incrocia fatalmente con quello della piccola Sarah, la cui vita è legata alla sua più di quanto lei possa immaginare. Romanzo di forte impatto emotivo, intriso di una verità storica che appassiona e commuove, La chiave di Sarah è un grande bestseller internazionale, un racconto a due voci in cui passato e presente si fondono per svelarci cosa è realmente accaduto in quella tragica estate a Parigi, e fare luce su una vergognosa pagina della Storia.
(source: Bol.com)

La chiave della teosofia

La Chiave della Teosofia è proprio quello che il suo titolo dice: una ‘chiave’ per accedere alla Théos-Sophia o ‘Sapienza di Dio’. Tale scoperta, però, ha un carattere del tutto individuale e richiede una volontà di ricerca e di indagine che coinvolgono l’intelligenza e l’intuizione: lo ‘Spirito’ è universale e ogni uomo, pertanto, non ha uno Spirito, ma è spirito. Così lo studioso (non il ricercatore di erudizione, naturalmente, ma quello che lo è come lo erano i neoplatonici) vedrà che la sua ricerca lo conduce alla conquista della religione individuale (non all’individualismo), cioè alla conquista di sé, in quanto (e questa è la ‘chiave’ di tutto) è soltanto dal di dentro, dall’uomo interiore – il ‘Theos’ – che possono essere date le risposte vitali. La teosofia della Chiave insegna a sostituire l’idea del Dio antropomorfico (una proiezione dell’uomo) con quella della Causa Incausata che non si contrappone a nulla. Questo ‘Dio’ non nasce né muore; tutte le cose vanno e vengono, tra le due sponde del tempo e dell’eternità. Noi, tutte le creature, siamo questa realtà Unica, a tutti i piani o livelli del divenire; e dentro l’uomo sono sopite infinite energie che è possibile suscitare: ma per farlo, occorre imparare e conoscere chi siamo e che rapporti abbiamo con l’Universo in cui viviamo e con gli altri.
**

La chiave dell’inferno: Un’avventura di Cotton Malone

«Steve Berry è il re della suspense. I suoi romanzi non si leggono, si vivono.»James Rollins«Steve Berry ha riscritto i canoni del genere. »The New York TimesUn tesoro nascosto tra le montagneUn segreto bruciato tra le fiamme della guerraUna minaccia che incombe su tutti noi Washington, 1865. Le fiamme infuriano tra i corridoi del neonato Smithsonian Institution. Tutto il personale è stato evacuato, eppure qualcuno è ancora all’interno dell’edificio. Ignorando i preziosi manufatti conservati nelle teche, l’uomo entra nell’ufficio del direttore per prendere un diario e una chiave. Perché da quegli oggetti dipende il futuro degli Stati Uniti…Arkansas, oggi. Il richiamo dell’avventura è stato troppo forte e Cotton Malone ha accettato la proposta dello Smithsonian: seguire le indicazioni riportate su un’antica mappa rinvenuta negli archivi del museo. In breve tempo, Malone scova una vecchia cassa su cui sono stati incisi degli strani simboli ma, proprio mentre si appresta ad aprirla, viene aggredito alle spalle, tramortito e imprigionato. Quale mistero si cela in quella cassa? Chi lo custodisce con tale determinazione? Per scoprirlo, Malone dovrà fare luce su un ordine segreto che, fin dall’epoca della guerra civile, si muove nell’ombra influenzando il destino della nazione. Ciò che Malone non si aspetta, però, è di leggere nell’elenco dei membri fondatori un nome troppo insolito per essere una coincidenza: Cotton… Le avventure di Cotton Malone L’ultima cospirazione Le ceneri di Alessandria L’ombra del leone La tomba di ghiaccio Il tesoro dell’imperatore L’esercito fantasmaIl sigillo dei traditoriLe chiavi del potereLa congiura del silenzioIl patto dei giustiIl giorno del giuramentoLa chiave dell’inferno

La chiave dell’Apocalisse

‘I protagonisti della Sigma Force sono grandiosi come i romanzi di questa serie imperdibile.’
**Publisher Weekly**
‘I libri della Sigma Force sono il massimo della letteratura di intrattenimento.’
**The New York Times**

Un’avventura della Sigma Force Vol. 6
Inghilterra, 1086. Il censimento ordinato da Guglielmo il Conquistatore è stato finalmente portato a termine. La summa di quel lavoro immane è un volume in cui sono elencate tutte le terre e le proprietà del regno. Ma ben presto strane voci cominciano a circolare, e nessuno sa perché due luoghi sono indicati con un’unica, enigmatica parola scritta in inchiostro cremisi: devastato. Circondata da un’aura di mistero, quell’opera monumentale passerà alla storia con un titolo inquietante: Il libro del Giorno del Giudizio.
Oggi. Tre omicidi nell’arco di poche ore. Prima il figlio di un senatore americano che svolgeva attività di volontariato in una fattoria nel Mali; poi un sacerdote, esperto di archeologia e studioso di san Malachia, ucciso da un’esplosione all’interno della basilica di San Pietro; infine un professore di biologia molecolare, trovato morto nel suo laboratorio a Princeton.
Tre vittime connesse da un dettaglio raccapricciante: sui cadaveri è stata impressa a fuoco una croce celtica. E lo scenario che si presenta agli agenti della Sigma si complica ulteriormente quando le indagini del comandante Grayson Pierce rivelano il coinvolgimento di una multinazionale impegnata nella produzione di alimenti geneticamente modificati.
Come mai una ricerca che potrebbe alleviare le sofferenze delle popolazioni africane sembra essere legata a un oscuro flagello che ha colpito l’Inghilterra nel XI secolo e alle visioni di un santo che ha profetizzato la fine del mondo? Per rispondere a questa domanda, Gray dovrà ricostruire le tessere di un mosaico sconcertante e, insieme alle due donne che hanno segnato il suo passato, trovare la chiave per scongiurare un’apocalisse.
(source: Bol.com)

La chiave dell’alchimista

Non capita a tutti di svegliarsi una mattina e scoprire che tuo padre è un mago alchimista. Che alle sue dipendenze lavora una scorbutica gargolla desiderosa di tornare a essere un maestoso leone alato. Che la città dove hai appena traslocato, Venezia, è un labirinto di acqua e di nebbia che nasconde la chiave più preziosa e potente della storia della magia. A Lucilla tutto questo è capitato. Ed è solo l’inizio… Età di lettura: da 12 anni.
**

Chiaroscuro

Federico Principe è un giovane e brillante magistrato di Reggio Calabria. Non ha paura di dire quello che pensa contro la ‘ndrangheta e l’atto d’accusa pronunciato durante un talkshow su una rete TV locale lancia la sua candidatura a sindaco della città. Ma le cose precipitano in fretta: una festa in una villa sul mare, una bella ragazza, una serata di alcol e sesso e poi, nel cuore della notte, uno sparo e un letto insanguinato. Federico è convinto di essere innocente ma la ragazza è in fin di vita. Gli ospiti, fin troppo solleciti, si affrettano a scagionarlo davanti alla polizia: è stato un incidente, dicono, e lui comincia a convincersene. Ma è costretto a fare un passo indietro e trasferirsi a Roma. Chi credeva in lui legge nella sua scelta un tradimento, uguale a quello di suo padre Santo trent’anni prima. A Roma, Federico prova allora a ricominciare: nuove abitudini e prove d’amore, vizi e passioni da sperimentare per non venire risucchiato dalla Procura. Finché, nelle indagini quotidiane sul mondo criminale, ecco riaffiorare i fantasmi del passato. È possibile lasciarsi tutto alle spalle? Sfuggire alle colpe dei padri? E quali sono le colpe dei figli?

La chiamata del daimon

Dal mondo del ‟Processo” a quello del ‟Castello”, Carotenuto percorre l’itinerario kafkiano, accompagnato dal procuratore Josef K., dall’agrimensore K., dal cane-indagatore o dall’insetto-Gregor. Introverso, solitario, affascinato e spaventato dal mondo della relazione, smarrito in una realtà labirintica, privo di un’identità definita, teso verso un inaccessibile e misterioso Altro, Kafka racchiude tra le pieghe della sua esistenza e della sua opera la chiave per comprendere molto dell’umano dolore.LA sua lacerazione, i suoi dubbi, le sue inquietudini, la sua angoscia opprimente delineano un universo in cui la speranza, il richiamo del rinnovamento e della trasformazione, facendo dell’autore boemo il compagno segreto di molti individui.. Tuttavia il viaggio deve essere tentato, benché la meta non venga raggiunta. Analizzando la storia di una difficile individuazione, la lettura di Carotenuto privilegia la ricerca segreta di simmetria, poiché uno dei modi per far parlare un artista è quello di lasciar posto alle corrispondenze interiori che il suo messaggio evoca nell’anima. ”Una lettura acuta e originale dell’opera di Kafka, attraverso i suoi dubbi, le sue inquietudini e angosce; un viaggio nella personalità emblematica dello scrittore boemo in cui molti di noi sapranno riconoscersi. ”

(source: Bol.com)

Chi vuole uccidere Fred il tacchino?

Certe giornate partono talmente storte che solo un miracolo potrebbe raddrizzarle. Anche se è la mattina di Natale, e nella villa della padrona Giulia sul lago d’Orta fervono i preparativi per l’apertura dei regali e l’imminente cenone, Gatto, il fedele micio del vicecommissario Enea Zottìa, è nervoso: cosa ci fanno quelle palline colorate appese allo strano albero accanto alla sua cuccia? Che razza di dispetto è questo, non permettergli di giocarci? Ma soprattutto: chi gli ha nascosto la ciotolina dove ora, appena sveglio, vorrebbe fare colazione? Una seccatura dietro l’altra per Gatto, anche se, deve ammetterlo, la villa è davvero incantevole e la compagnia non è poi così male: Giampaolo, il cane color fango sempre impegnato a rotolarsi nelle pozzanghere, Sappo, il felino più saggio del circondario, con mille cicatrici e avventure da raccontare, e poi Fred, il leggendario Tacchino che per la sua bellezza è diventato animale da compagnia e che dovrebbe partecipare alla serata di festa. Qualcuno però vuole fargli del male, e potrebbe trattarsi proprio di chi ha ordito la sparizione della ciotolina di Gatto. Ma questi sono misteri che solo chi ha nove vite e un coraggio di gran lunga superiore alla propria taglia può risolvere Marco Polillo ci regala una tenera e spassosa storia natalizia che conquisterà il cuore dei lettori con l’irresistibile simpatia dei suoi protagonisti, a quattro (e due!) zampe.

Chi Soffia Sul Fuoco: Un Caso Di Michael Bennett, Negoziatore NYPD

«Un romanzo dal ritmo vertiginoso che vi lascerà senza fiato. Intriso dell’energia e della suspense che costituiscono l’anima delle opere di Patterson, Chi soffia sul fuoco non deluderà i milioni di lettori che lo attendono.»Daily MailFinalmente libero dalle minacce del passato, Michael Bennett può tornare nella sua città: New York. Grazie a lui, infatti, è stata smantellata la rete criminale guidata da Perrine, che aveva costretto Bennett ad allontanarsi dalla città e ad accettare la tutela di un programma di protezione testimoni. Di nuovo nella sua dimensione, Michael si dà da fare collaborando con una nuova unità, ma riceve quasi subito una chiamata allarmante: un tale sostiene di aver visto uomini in abiti costosi compiere una sorta di strano rituale all’interno di un edificio fatiscente. La descrizione dell’uomo, tuttavia, non contiene riferimenti chiari a infrazioni della legge e soprattutto non è sostanziata da prove. Così, in un primo momento, Bennett ignora la telefonata… ma ben presto, in seguito a una scoperta agghiacciante, verrà fatalmente attirato nei meandri di un mondo criminale oscuro e spietato. Un solo passo falso potrebbe significare la sua fine.

Chi perde paga

Il genio è John Rothstein, scrittore osannato dalla critica e amato dal pubblico – reso immortale dal suo personaggio feticcio Jimmy Gold – che però non pubblica più da vent’anni. L’uomo che lo apostrofa è Morris Bellamy, il suo fan più accanito, piombato a casa sua nel cuore della notte, furibondo non solo perché Rothstein ha smesso di scrivere, ma perché ha fatto finire malissimo il suo adorato Jimmy. Bellamy è venuto a rapinarlo, ma soprattutto a vendicarsi. E così, una volta estorta la combinazione della cassaforte al vecchio autore, si libera di lui facendogli saltare l’illustre cervello. Non sa ancora che oltre ai soldi (tantissimi soldi), John Rothstein nasconde un tesoro ben più prezioso: decine di taccuini con gli appunti per un nuovo romanzo. E non sa che passeranno trent’anni prima che possa recuperarli. A quel punto, però, dovrà fare i conti con Bill Hodges, il detective in pensione eroe melanconico di “Mr. Mercedes”, e i suoi inseparabili aiutanti Holly Gibney e Jerome Robinson. Come in “Misery non deve morire”, King mette in scena l’ossessione di un lettore per il suo scrittore, un’ossessione spinta fino al limite della follia e raccontata con ritmo serratissimo. “Chi perde paga” è il secondo romanzo della trilogia iniziata con “Mr. Mercedes”, nel quale l’autore tocca un tema a lui caro, quello del potere della letteratura sulla vita di ogni giorno, nel bene e nel male.
**