39777–39792 di 65579 risultati

Come crescere bambine ribelli e bambini illuminati

La lettura ideal per quei genitori che non vogliono figli perfetti, ma ragazzi sicuri e autonomi, liberi e rispettosi delle regole, empatici e fiduciosi di poter cambiare il mondo, indipendentemente dal fatto di essere femmine o maschi. Cresciute negli anni Settanta, né Allison Vale né Victoria Ralfs pensavano di avere bisogno del femminismo. Ma anni di prepotenze subite al campo giochi, di fughe dagli esibizionisti del quartiere e di battaglie per trovare un equilibrio fra il lavoro e gli impegni di casa le hanno fatte riflettere. Perché è così difficile, per le donne, sentirsi alla pari con i maschi? Perché, ancora oggi, ci sono differenze nel crescere bambine e bambini? In questo libro le autrici hanno raccolto le loro esperienze di madri, educatrici, narratrici e donne per raccontare come sono arrivate a mettere al centro dell’educazione dei figli proprio il femminismo. Un principio che non ha niente a che fare con un atteggiamento rivendicativo o con l’odio per gli uomini, e che racchiude gli insegnamenti più importanti per tutti, femmine o maschi che siano: il rispetto per se stessi e per gli altri; la considerazione per le regole e il coraggio di infrangerle, quando è giusto farlo; l’empatia e l’autostima; l’indipendenza e la capacità di affrontare i fallimenti. Con passione e ironia, attraverso quadri di vita quotidiana, cronache buffe e tenere, confessioni aperte e toccanti, Allison e Victoria mostrano come sopravvivere alle tante prove che i genitori si trovano a sostenere mentre i figli crescono. Senza la pretesa di essere perfetti, di fare in ogni situazione la cosa giusta, ma tenendo sempre presente l’obiettivo di costruire una famiglia intima e sicura, dove ciascuno possa trovare ascolto e uno spazio di libertà, e dove bambine e bambini imparino a capire chi sono e che cosa vogliono e a darsi da fare per ottenerlo.
(source: Bol.com)

Come cade la luce

Il nuovo romanzo dell’autrice di *LA META’ DI NIENTE*

‘*Catherine Dunne scrive di persone comuni, ma nei suoi romanzi la loro vita è straordinaria.’*’
Sunday Tribune

‘*Ha il dono geniale di trasformare vite normali in un racconto irresistibile.*’
The Irish Post

‘*Nessuno sa parlare delle donne come lei. Nessuno sa parlare alle donne come lei.*’
Elle

‘*Appassionante, elegante, necessaria, autentica: la scrittura di Catherine Dunne è tutto questo e molto di più.*’
Roddy Doyle

‘*Sa, come nessun altro, raccontare la vita intima, quotidiana, di una donna e di una famiglia.*’
Isabella Bossi Fedrigotti

Una madre severa e un padre comprensivo, una sorella maggiore ribelle e una sorella minore fin troppo responsabile: ogni luogo comune è ribaltato nella famiglia Emilianides, costretta a lasciare Cipro e a trasferirsi in Irlanda dopo il colpo di Stato del 1974. Perché loro sono così diversi da tutti gli altri? Per il trauma di un’esistenza interrotta, e ricominciata in terra straniera? O per via di Mitros, il secondogenito, segnato da una malattia che lo ha colpito a pochi mesi dalla nascita, mettendolo al centro dell’affetto e delle preoccupazioni della famiglia? Di certo le due ragazze cercano disperatamente una loro normalità: Alexia la insegue nelle fughe dell’adolescenza e poi in un matrimonio affrettato; Melina, al contrario, nel rifiuto di ogni legame. Fino a quando si sente costretta, dalla trama di affetti e mancanze che da sempre avvince la sua famiglia, ad accettare il più sbagliato di tutti. Sembra l’inizio di un destino di solitudine, se non fosse per un dettaglio: il filo teso tra due sorelle non si può spezzare.
Catherine Dunne tesse con delicatezza una nuova, grande storia famigliare, in cui ci troviamo a crescere, amare, illuderci e soffrire assieme a Melina, ad Alexia e ai vividi personaggi che popolano le loro vite, in una Dublino di cielo e acqua. Un romanzo che ci interroga sull’inesorabile verità dei sentimenti.
(source: Bol.com)

Combatti per Roma (eNewton Narrativa)

**La storia di Roma è scritta con la spada
Un grande romanzo storico
Difendi l’impero
Roma ha bisogno del suo eroe**

**Gaio Valerio Verre è appena tornato nell’Urbe dopo la vittoriosa campagna contro Budicca, in Britannia.**
Proprio ora che viene salutato dal popolo come l’eroe di Roma, però, capisce di non essere più l’uomo di un tempo: segnato nel corpo e nell’animo dalla guerra, non ha più nemmeno accanto i suoi antichi affetti. La sorella, infatti, è sul letto di morte per una malattia incurabile e suo padre si è allontanato per sempre dalla città. E nemmeno Roma è come Verre la ricordava: lo scellerato governo di Nerone ha seminato il panico, e chi cerca il potere a tutti costi può facilmente sfruttare le debolezze dell’imperatore per ottenerlo. Si mormora, inoltre, di una nuova minaccia che serpeggia tra le mura capitoline. È una setta religiosa, i seguaci di Cristo che negano la natura divina di Nerone e si dice diffondano sedizione tra il popolo. L’imperatore chiamerà proprio l’eroe di Roma a difenderlo dal presunto gruppo di ribelli e a catturarne il capo, un uomo conosciuto come Pietro. Se fallirà nella sua impresa, Verre pagherà con la propria vita e con quella di 20.000 giudei che vivono in città. Ma anche se avrà successo, il prezzo da pagare sarà ugualmente alto…
**Torna Gaio Valerio Verre, l’Eroe di Roma, in un’avventura piena di intrighi nella Roma di Nerone
Un autore tradotto in 7 Paesi**
«Douglas Jackson darà filo da torcere ai maggiori scrittori di romanzi storici.»
**The Scotsman**
«Douglas Jackson è un maestro nel prendere per mano il lettore e trasportarlo nell’epoca di Caligola, dando vita a un affresco ricco di luci e ombre e creando un intreccio che appassiona e commuove.»
**Manda Scott, autrice di *****Sognando le aquile***
**Douglas Jackson**
Ex giornalista, nutre da sempre una grande passione per la storia romana. Vive in Scozia, con la moglie e tre figli. È autore, tra gli altri, dei romanzi *Il segreto dell’imperatore*, *Morte all’imperatore! *e *L’eroe di Roma*, pubblicati dalla Newton Compton. I suoi libri sono tradotti in 7 Paesi.
**
### Sinossi
**La storia di Roma è scritta con la spada
Un grande romanzo storico
Difendi l’impero
Roma ha bisogno del suo eroe**

**Gaio Valerio Verre è appena tornato nell’Urbe dopo la vittoriosa campagna contro Budicca, in Britannia.**
Proprio ora che viene salutato dal popolo come l’eroe di Roma, però, capisce di non essere più l’uomo di un tempo: segnato nel corpo e nell’animo dalla guerra, non ha più nemmeno accanto i suoi antichi affetti. La sorella, infatti, è sul letto di morte per una malattia incurabile e suo padre si è allontanato per sempre dalla città. E nemmeno Roma è come Verre la ricordava: lo scellerato governo di Nerone ha seminato il panico, e chi cerca il potere a tutti costi può facilmente sfruttare le debolezze dell’imperatore per ottenerlo. Si mormora, inoltre, di una nuova minaccia che serpeggia tra le mura capitoline. È una setta religiosa, i seguaci di Cristo che negano la natura divina di Nerone e si dice diffondano sedizione tra il popolo. L’imperatore chiamerà proprio l’eroe di Roma a difenderlo dal presunto gruppo di ribelli e a catturarne il capo, un uomo conosciuto come Pietro. Se fallirà nella sua impresa, Verre pagherà con la propria vita e con quella di 20.000 giudei che vivono in città. Ma anche se avrà successo, il prezzo da pagare sarà ugualmente alto…
**Torna Gaio Valerio Verre, l’Eroe di Roma, in un’avventura piena di intrighi nella Roma di Nerone
Un autore tradotto in 7 Paesi**
«Douglas Jackson darà filo da torcere ai maggiori scrittori di romanzi storici.»
**The Scotsman**
«Douglas Jackson è un maestro nel prendere per mano il lettore e trasportarlo nell’epoca di Caligola, dando vita a un affresco ricco di luci e ombre e creando un intreccio che appassiona e commuove.»
**Manda Scott, autrice di *****Sognando le aquile***
**Douglas Jackson**
Ex giornalista, nutre da sempre una grande passione per la storia romana. Vive in Scozia, con la moglie e tre figli. È autore, tra gli altri, dei romanzi *Il segreto dell’imperatore*, *Morte all’imperatore! *e *L’eroe di Roma*, pubblicati dalla Newton Compton. I suoi libri sono tradotti in 7 Paesi.

Comandante Ad Auschwitz

Hoss e stato uno dei massimi criminali mai esistiti, ma non era fatto di una sostanza diversa da quella di qualsiasi altro borghese di qualsiasi altro paese; la sua colpa, non scritta nel suo patrimonio genetico ne nel suo esser nato tedesco, sta tutta nel non aver saputo resistere alla pressione che un ambiente violento aveva esercitato su di lui, gia prima della salita di Hitler al potere… Si spandono oggi molte lacrime sulla fine delle ideologie; mi pare che questo libro dimostri in modo esemplare a che cosa possa portare un’ideologia che viene accettata con la radicalita dei tedeschi di Hitler, e degli estremisti in generale. Le ideologie possono essere buone o cattive; e bene conoscerle, confrontarle e cercare di valutarle; e sempre male sposarne una, anche se si ammanta di parole rispettabili quali Patria e Dovere. Primo Levi Prefazione Capitolo I: Infanzia e giovinezza: 1900-1916. Capitolo II: Volontario di guerra: 1916-1918. Capitolo III: Il Corpo volontario e il Fememord. 1919-1923. Capitolo IV: Nel penitenziario brandeburghese: 1924-1928. Capitolo V: Dopo il rilascio. Dagli Artamani alle SS: 1929-1934. Capitolo VI: Il campo Dachau: Blockfuhrer e Rapportfuhrer: 1934-1938. Capitolo VII: Aiutante e Schutzhaftlagerfuhrer nel campo di Sachsenhausen: 1938-1940. Capitolo VIII: Comandante ad Auschwitz: 1940-1943. Capitolo IX: Capo servizio all’Ispettorato dei campi di concentramento Novembre 1943, maggio 1945. Capitolo X: Dopo il crollo: 1945-1947. Appendice I. La soluzione finale della questione ebraica II. Heinrich Himmler, Reichsfuhrer delle SS. III. Eichmann, Obersturmbannfuhrer delle SS e capo della Sezione ebraica IV B4 dell’Alto Comando per la Sicurezza del Reich (RSHA)”
(source: Bol.com)

Il colpo di Royal Street

Serie Bissonet & Cruz, Investigatori Privati, Libro 1

Quando due pregiati quadri risalenti alla Guerra Civile vengono rubati da una famosa galleria di New Orleans, l’investigatore capo della NOPD Montgomery “Beau” Bissonet e il suo collega sono chiamati a risolvere il caso. Nel frattempo, la compagnia assicurativa della galleria ha inviato in città Tollison Cruz affinché conduca un’indagine indipendente, ma non appena l’uomo incontra il detective, le loro personalità entrano in conflitto e lo scontro è inevitabile.

Il furto diventa subito un caso da prima pagina che coinvolge persone importanti. Quando gli viene ordinato di farsi affiancare da Cruz per arrivare più velocemente a un arresto, Bissonet si infuria. Il rapporto tra i due però si incendia quando scoprono di avere più cose in comune di quanto avessero inizialmente pensato.

Con i dissidi temporaneamente superati, Bissonet e Cruz iniziano a collaborare, ma non si limitano a un rapporto professionale. Tutto sembra arrestarsi bruscamente quando Beau scopre che Tollison ha omesso informazioni sul caso e nascosto un passato decisamente discutibile. Ciò che segue è così scottante da competere col caldo sole estivo della Louisiana.
(source: Bol.com)

Un colpo all’altezza del cuore

A Torino, quella mattina, fa un freddo cane e c’è aria di neve. Mentre sta andando a scuola, senza quasi aver tempo di capire cosa accade, la prof Camilla Baudino si ritrova testimone di un brutale regolamento di conti: all’incrocio tra due centralissime vie della città una moto si affianca a un’auto e con un colpo di pistola il centauro uccide il conducente della macchina, per poi sparire nel traffico. Pochi minuti dopo, ad accorrere sulla scena del delitto per dirigere le indagini arriva l’unico poliziotto da cui Camilla avrebbe desiderato tenersi alla larga: il commissario Gaetano Berardi.
Sono trascorsi quasi tre anni da quando Gaetano e Camilla si sono incontrati l’ultima volta, ma il tempo – che a lui ha regalato qualche affascinante ruga in più, mentre a lei la pungente inquietudine per un matrimonio un po’ appannato e le scaramucce con una figlia nella piena adolescenza – sembra non aver sopito del tutto un’attrazione pericolosamente vicina a trasformarsi in amore. Poche ore più tardi, anche la giornata della giovane dottoressa Francesca Gariglio è destinata a prendere una piega inusuale. La polizia rinviene il cadavere di un pensionato, massacrato con una spranga: è un suo ex paziente, uno dei tanti di cui Francesca si prende cura lavorando nelle corsie dell’ospedale di Chivasso, cittadina che fino a quel momento aveva ritenuto sin troppo tranquilla… Ma in effetti tanto tranquillo quello spicchio di pianura nebbiosa non è, se pochi mesi prima la stessa Francesca era convinta di aver assistito a un altro omicidio, del quale però non si è mai riusciti a trovare traccia… Dalla movida dei Murazzi alla provincia sonnacchiosa, tra un marito lontano e un fidanzato distratto, la prof e Francesca si ostineranno a seguire il filo di due indagini sempre più coinvolgenti, fino a correre rischi nient’affatto metaforici. A soccorrerle, solo una tisana dalle virtù miracolose e la loro amicizia: quella tra una donna fatta e una ragazza sulla soglia delle scelte importanti, quell’amicizia ironica e dolce che solo tra due donne può esistere.
Con la sua scrittura piena di sapore e di humour, con il suo sguardo partecipe, mai arreso, sulle vite degli uomini e gli infiniti garbugli del cuore, Margherita Oggero dà vita a un romanzo sul valore e la responsabilità racchiusa in ogni nostro gesto quotidiano e ci regala una nuova, attesissima indagine della ”profia” investigatrice.
(source: Bol.com)

Colpi di coda

La scena è di quelle che tolgono il respiro. Nelle due misere stanze giacciono i cadaveri di quattro giovani maciullati dalle raffiche dei kalashnikov. Sono poco più che ragazzi, probabilmente arabi, senza nome e identità. Il luogo della strage è un piccolo appartamento al quarto piano di un palazzo nel cuore di Genova, appena dietro al vecchio porto. Una tragedia incomprensibile che, secondo il commissario Pertusiello, ricorda ‘il soffio dell’uragano’, l’eco di qualcosa di terribile che viene da lontano. A chiedere a Bacci Pagano di indagare sul massacro e di tirar fuori dai guai Bashir, il giovane inquilino dell’appartamento, è l’imam Abdel Ghaffar, una personalità di primo piano della comunità islamica italiana. L’imam manda Bacci a Lisbona, dove incontra Rodney O’Flaherty, un giornalista freelance esperto di geopolitica e scenari guerra. E l’indagine prende subito una piega pericolosa, che costringe Bacci a mandare la figlia Aglaja e l’ex moglie negli USA, al sicuro… Colpi di coda ha per protagonista un Bacci Pagano inquieto e malinconico, ma sempre determinato a cercare la verità. Il suo impasto di cinismo e idealismo, ironia e sentimento ha già fatto innamorare decine di migliaia di lettori. La nuova indagine lo obbliga a confrontarsi con avversari nuovi, ancora più temibili e potenti. L’esperienza, il coraggio e l’intuito non gli mancano, ma questa volta forse non gli basteranno: nella Genova della borghesia e degli immigrati, degli operai e delle puttane, nel suo porto dai mille traffici misteriosi, si stanno aprendo scenari inediti, più ampi e spaventosi, che impegnano servizi segreti di diversi paesi intorno a un colossale traffico di armi. Perché la Genova che Morchio ama e racconta, incastonata tra il mare e l’Appennino, è anche aperta al mondo e alle sue ombre più oscure: quelle che rendono quasi impossibile la scoperta della verità.
(source: Bol.com)

Il colore trasparente della notte

È un giorno come tanti, tra le strade alberate di una Filadelfia che l’autunno ha tinto d’oro e di rosso. Charlotte sta andando in tribunale, come ogni mattina. Da quando ha lasciato Manhattan per tornare a essere un semplice avvocato d’ufficio, della vita passata si porta dietro una cosa sola: un cuore spezzato. Sono anni che cerca di dimenticare il modo in cui Brian, dopo essersi innamorato di lei mentre studiavano insieme a New York, l’ha lasciata per sposare Danielle. Ma quando lui, quel giorno d’autunno, bussa alla sua porta, ecco che il passato ritorna prepotentemente. Brian vuole qualcosa da lei: ha bisogno delle sue conoscenze in materia di crimini di guerra, del suo intuito e della sua passione per risolvere un caso particolare… Così, Charlotte accetta di difendere Roger Dykmans, anziano milionario di origini tedesche, dall’accusa di aver tradito il fratello Hans, che durante la guerra salvò da morte certa decine di ebrei. Charlotte, indomita e tenace nel perseguire la verità, parte per l’Europa, dove scoprirà che la storia dei due fratelli è molto più di quel che sembra. Nelle loro vite, e in quello che oggi sembra un tradimento, è rimasto nascosto per anni un segreto. Un segreto che ha il volto bellissimo di una donna, ed è tuttora celato in un’antica pendola le cui lancette hanno scandito i passi di una storia d’amore bruciante, destinata a finire in un soffio ma anche a durare per sempre. E mentre Charlotte ripercorre quell?amore del passato arriva anche per lei il momento di ascoltare il cuore. Che, come spesso accade, conosce da tempo la strada giusta.

Il colore della neve

Trixie Stone ha quattordici anni ed è innamorata. È anche una brava studentessa, una ragazzina con molti amici ed è adorata dai genitori. Un’adolescenza «normalmente perfetta» fino a quando un atto di violenza carnale la precipita in un incubo che sconvolge i valori e il ritmo ordinato della sua vita e di chi le sta intorno. Daniel Stone da quattordici anni è un padre modello, un uomo mite e garbato, un apprezzato disegnatore di fumetti e un marito disposto a occuparsi della casa per consentire alla moglie, docente universitaria, di non rinunciare alla carriera accademica. Ma molti anni prima era diverso: cresciuto in un villaggio in Alaska e mai accettato dalla popolazione locale per il colore della sua pelle, Daniel era diventato un ragazzo violento, pericoloso per sé e per gli altri. E ora, la rabbia e le pulsioni che da tempo riusciva a incanalare nei suoi disegni riesplodono di fronte al racconto della figlia, alla storia di un amore che si trasforma in uno stupro, all’impotenza di un padre che la figlia credeva un eroe capace di proteggerla da tutto e da tutti. Nel Colore della neve, Jodi Picoult descrive con la consueta delicatezza e sensibilità il momento in cui un figlio capisce che i genitori non hanno tutte le risposte, e in cui i genitori scoprono che il figlio che hanno davanti non è più il loro bambino, ma una persona, diversa e complicata come tutte le persone. E si chiede se nel corso di una vita si possa cambiare veramente o se tutti gli errori del passato non verranno mai cancellati, e se la vita sia – come nelle storie a fumetti – una lotta eroica per far trionfare il bene sul male, oppure una fatica quotidiana per non farsi sovrastare da forze al di fuori del nostro controllo.

Il colore della magia

In un mondo sorretto da quattro elefanti magici che poggiano sul guscio di una tartaruga gigante, comincia la più stramba, scatenata ed esplosiva delle avventure: il primo libro della saga di Mondo Disco, dove tutto ha inizio.«Uno dei nostri più grandi autori di fantasy, e senza dubbio il più divertente». George R.R. Martin«Nessun altro scrittore nella vita mi ha dato tanto piacere e tanta felicità». A.S. Byatt«Il Mondo Disco è una delle più favolose creazioni di tutta la letteratura». Patrick Ness«Il grande Terry Pratchett, dall’umorismo metafisico, creatore di mondi paralleli vivaci e pieni di energia, dal satirico genio multiforme, che scrive frasi straordinarie». The New York Times

Il colore del mare in tempesta

Intenso e travolgente. Un romanzo che vi ruberà il cuoreOrmai da molti anni Mary vive a Hobart, in Australia, ma ha deciso che trascorrerà gli ultimi giorni della sua vita nella lontanissima Bruny Island, il luogo selvaggio e solitario dove ha passato la giovinezza e dove è stata felice. Il riflesso della luce sull’acqua in movimento, il sussurro del vento, la grande spiaggia di Cloudy Bay: lì Mary si è sentita viva per la prima volta, lì si sente a casa e lì desidera tornare. Anni prima suo marito Jack era il guardiano del faro proprio su quell’isola, ed è lì che sono nati i loro tre figli. Mary vuole riunirsi a Jack e provare la magica sensazione di rivivere gli attimi in cui il loro amore è sbocciato. I tre figli, però, non approvano la sua scelta: Jan preferirebbe vederla al sicuro in una casa vicino a lei e non abbandonata a se stessa in un luogo deserto e inospitale e Gary non vuole prendere posizione rispetto alla scelta della madre. Solo Tom, un uomo schivo e fragile, capisce il senso del suo viaggio… Ma Mary ignora che il passato sta tornando a bussare alla sua porta, riportando alla luce un segreto che quell’isola remota, spazzata dal vento, ha custodito per tanto tempo. Un segreto che ora riemerge in tutta la sua violenza, e che né lei né Tom riusciranno di nuovo a seppellire.Una storia d’amore, un’isola lontana, un faro che nasconde un segretoUn grande successo internazionale, tradotto in cinque paesi Karen Viggersè nata a Melbourne, Australia, ed è cresciuta nei selvaggi Dandenong Ranges. Ha studiato Scienze veterinarie alla Melbourne University e ha conseguito un dottorato alla Australian National University di Canberra. Vive con il marito e i due figli a Canberra, dove si dedica alla scrittura e lavora come veterinario.

Colorado Kid (versione italiana)

Fresca fresca di scuola di giornalismo, la ventenne Stephanie McCann sta facendo uno stage presso il minuscolo quotidiano di un’impervia isoletta del Maine, dove si occupa di picnic parrocchiali, sparizione di gatti e altre amenità. Ma sente che l’esame più importante deve ancora arrivare… E infatti un solitario pomeriggio i due anziani proprietari – nonchè unica forza lavoro – della testata, con il pretesto di raccontarle un vecchio caso di cronaca l’avviluppano nelle spire di una vicenda inspiegabile e intrigante. Una storia del passato che parla di una coppia di tenaci reporter e di un cadavere chiamato Colorado Kid, di una morte che forse era un omicidio, ma senza movente, senza alibi, con tempi impossibili e indizi assurdi. La loro storia. Il loro mistero. Accaduto proprio lì. In venticinque anni, ogni piccola, faticosa scoperta anzichè chiarire i fatti li ha ammantati di oscurità, ogni risposta anzichè esaurire le domande le ha moltiplicate. Perchè? Perchè? Riuscirà Steffi a risolvere l’enigma? E soprattutto, saprà coglierne il vero significato? In un romanzo in cui la potenza narrativa di King fa crescere la tensione a ogni pagina solo sussurrando, il Re scherza con il nero alla maniera di Agatha Christie, Mickey Spillane, Edgar Allan Poe. Ma, soprattutto, alla sua. Da Colorado Kid è stata tratta una serie tv di grande successo, Haven, in corso di programmazione anche in Italia.

La colonna di fuoco

DOPO I PILASTRI DELLA TERRA E MONDO SENZA FINE, LA COLONNA DI FUOCO, IL NUOVO GRANDE ROMANZO DELLA SAGA DI KINGSBRIDGE.
Gennaio 1558, Kingsbridge. Quando il giovane Ned Willard fa ritorno a casa si rende conto che il suo mondo sta per cambiare radicalmente. Solo la vecchia cattedrale sopravvive immutata, testimone di una città lacerata dal conflitto religioso. Tutti i principi di lealtà, amicizia e amore verranno sovvertiti. Figlio di un ricco mercante protestante, Ned vorrebbe sposare Margery Fitzgerald, figlia del sindaco cattolico della città, ma il loro amore non basta a superare le barriere degli opposti schieramenti religiosi. Costretto a lasciare Kingsbridge, Ned viene ingaggiato da Sir William Cecil, il consigliere di Elisabetta Tudor, futura regina di Inghilterra. Dopo la sua incoronazione, la giovane e determinata Elisabetta I vede tutta l’Europa cattolica rivoltarsi contro di lei, prima tra tutti Maria Stuarda, regina di Scozia. Decide per questo di creare una rete di spionaggio per proteggersi dai numerosi attacchi dei nemici decisi a eliminarla e contrastare i tentativi di ribellione e invasione del suo regno. Il giovane Ned diventa così uno degli uomini chiave del primo servizio segreto britannico della storia. Per quasi mezzo secolo il suo amore per Margery sembra condannato, mentre gli estremisti religiosi seminano violenza ovunque. In gioco, allora come oggi, non sono certo le diverse convinzioni religiose, ma gli interessi dei tiranni che vogliono imporre a qualunque costo il loro potere su tutti coloro che credono invece nella tolleranza e nel compromesso. Dopo il successo straordinario de I pilastri della terra e Mondo senza fine, la saga di Kingsbridge che ha appassionato milioni di lettori nel mondo continua con questo magnifico romanzo di spionaggio cinquecentesco, in cui Ken Follett racconta con sapiente maestria la grande Storia attraverso gli intrighi, gli amori e le vendette di decine di personaggi indimenticabili, passando dall’Inghilterra e la Scozia, alla Francia, Spagna e Paesi Bassi. Ambientato in uno dei periodi più turbolenti e rivoluzionari di tutti i tempi, La colonna di fuoco è un romanzo epico sulla libertà, con un forte richiamo all’attualità di oggi.

(source: Bol.com)

I coloni dello spazio

Uno tra i cicli più singolari e affascinanti della fantascienza ‘cosmica’ è quello che Charles Carr, scrittore inglese, ha dedicato all’avventurosa fuga dalla Terra dei sopravvissuti all’olocausto che ha minacciato di annientamento la nostra razza. I coloni dello spazio è il primo dei romanzi di questo abilissimo autore. In questo primo volume, l’autore descrive l’odissea dei coloni dello spazio… il loro incontro con i pericoli dell’infinito, le loro soste su pianeti ostili, le battaglie e le incomprensioni che minano il loro morale durante il viaggio, la speranza di giungere a un’altra stella che possa offrire un pianeta ove iniziare una nuova vita.

Il collezionista ostinato

A 36 anni la vita di Max Perri è un vero disastro. Certo, come avvocato ha un discreto successo, ma di guadagnare non se ne parla. Inoltre è costretto dalla segretaria a una dieta ferrea che consiste suppergiù in germogli di soia e mele verdi, niente a che vedere con il suo sogno proibito: cioccolato fondente e una bella birra ghiacciata. E che dire della sua vita sentimentale? Beh, di quella è meglio non parlare. L’unica vera soddisfazione di Max è l’incredibile collezione di dischi in vinile di gruppi rock degli anni Settanta che è riuscito a mettere insieme negli anni. Quando Linda Vanoli si presenta nel suo studio chiedendogli di rintracciare il padre, Max pensa di trovarsi di fronte a un caso semplice e redditizio, proprio quello di cui avrebbe bisogno. La ragazza, infatti, ha da poco scoperto di essere figlia di quella che aveva sempre considerato sua sorella, Giara, e di un uomo di cui nessuno vuole parlare. Per Max la soluzione è fin troppo facile, anche perché Giara è una sua vecchia conoscenza, ma quando la donna, sul punto di svelargli il suo segreto, muore in un incidente che di casuale non ha proprio nulla, Max comprende che il gioco è molto più pericoloso di quello che pensava.

Il collezionista di Marsiglia

Tutto comincia con un taccuino, 182 fogli a quadretti più alcuni sparsi, dove una calligrafia un po’ infantile, da maestra, ha annotato le ricette del repertorio di famiglia. Mamma le ha raccolte da parenti e amiche, alcune le ha copiate dal Talismano della felicità: in gran parte però arrivano da nonna Armida, e dunque da un Ottocento che in questo modo riesce ancora a trasmettere il suo bagaglio di storia e di sapori. Gli ultimi assaggi di queste Ricette di famiglia arrivano invece dai sushi bar e dagli happy hour che vanno di moda oggi, dove si assaggia ma non si mangia. I pranzi e gli spuntini sono quelli di una famiglia che, generazione dopo generazione, bizzarria dopo bizzarria, attraversa più di un secolo di storia d’Italia, dalle dimore di campagna dove si riunivano le grandi famiglie patriarcali ai bilocali metropolitani che ospitano le nostre inquietudini. Ricette di famiglia è anche una girandola di personaggi indimenticabili: la mamma che si lamenta perché fa tutto lei ma impedisce a chiunque di avvicinarsi ai fornelli; il babbo C’è un patrimonio di inestimabile valore nascosto in una lussuosissima villa di Hollywood Heights. Si tratta di una collezione di vini tra i più pregiati e preziosi che si possano trovare sul mercato: Lafite Rothschild, Latour, Margaux, Figeac, Pétrus. Ogni bottiglia vale migliaia di dollari e Danny Roth, un ricco avvocato, le conserva gelosamente, lontano da occhi indiscreti. Ma un giorno commette un errore e accetta di parlare dei suoi favolosi esemplari al ‘Los Angeles Times’ per un’intervista illustrata. Un peccato di vanità fatale, perché, durante la notte di Natale, qualcuno fa irruzione nella villa e i vini vengono rubati. A indagare sul furto viene assoldato Sam Levitt, un investigatore privato dal passato oscuro e rocambolesco: prima ladro-gentiluomo, poi avvocato. Sam è l’unico in grado di risolvere velocemente questa spinosa questione, proprio grazie ai suoi trascorsi non proprio limpidi. Per localizzare una refurtiva così preziosa le prime ore sono fondamentali. Ecco perché Sam non perde tempo e inizia subito un viaggio che dai filari di viti della California lo porta fino ai vigneti baciati dal caldo sole del Sud della Francia, a Bordeaux, la capitale mondiale del vino. Qui, aiutato dalla bellissima e misteriosa esperta di vini Sophie Costes, si mette sulle tracce di un ricco collezionista di Marsiglia, monsieur Reboul. È solo un caso che l’uomo, l’anno prima, abbia tentato di comprare parecchi dei vini scomparsi? Per scoprirlo Sam e Sophie dovranno addentrarsi nei bui corridoi della cantina di Reboul, anche usando mezzi non del tutto leciti… Dopo il grande successo di Un’ottima annata, Peter Mayle torna nel Sud della Francia per regalarci un giallo gustoso e seducente. Un bouquet perfetto che unisce cibo, vino e avventura e che sicuramente soddisferà anche i palati più esigenti.
(source: Bol.com)