39281–39296 di 65579 risultati

È facile controllare il peso se sai come farlo

Nessun divieto od obbligo, nessun noioso conteggio o esercizio, solo semplici principi per alimentarci in modo sano, sentirci meglio con noi stessi e… perdere definitivamente quei chili di troppo! Raggiungere il giusto peso senza diete, senza il conteggio di calorie, senza privazioni e senza usare la forza di volontà! Grazie al piano alimentare di Allen Carr potrete: mangiare i vostri cibi preferiti, seguire i vostri istinti naturali, risparmiarvi rimorsi e sensi di colpa, godere del gusto dei cibi freschi, evitare problemi digestivi, imparare a rieducare il vostro gusto, lasciarvi guidare dal vostro appetito. Allen Carr applica ai problemi alimentari la stessa logica e buon senso che gli hanno permesso di aiutare milioni di persone in tutto il mondo a smettere di fumare.

E così vorresti fare lo scrittore

*E così vorresti fare lo scrittore* è il libro che tutti quelli che sognano di pubblicare un libro dovrebbero leggere.
«Tu che stai leggendo queste mie righe sappi che nel presente libro userò la parola ‘scrittore’, almeno quando riferita a me, per pura e semplice convenzione, perché si sa che l’Italia pullula di scrittori, e chiunque abbia pubblicato non dico un romanzo o un racconto ma giusto una raccolta di poesie o anche solo una singola poesia si ritiene automaticamente tale. Anzi, di più: perché tra le Alpi e il Lilibeo esistono innumerevoli scrittori convinti di essere tali benché siano inediti, e questo nonostante da alcuni lustri si pubblichi ormai praticamente tutto.»
Questo libro è destinato a un pubblico potenzialmente molto vasto, visto che – com’è noto – in Italia sono più quelli che scrivono che quelli che leggono. Attenzione, però, non si tratta di un manuale di scrittura. In circolazione ce ne sono già, e poi chissà se servono ancora, all’epoca del self-publishing cartaceo e/o digitale. No: *E così vorresti fare lo scrittore* è una sorta di guida a cosa gira intorno al mestiere di scrivere, passando per tutte le tappe che costellano la nascita e poi il consolidamento di uno scrittore: dalla correzione delle bozze al rapporto con l’ufficio stampa, dalla realizzazione della copertina alla costruzione del caso letterario, dalla prima presentazione in pubblico al dorato mondo delle Lettere italiane. Può darsi che ti possa tornare utile il giorno in cui sarai tentato/a di dire, alla tua prima intervista, che l’ispirazione ti arriva direttamente dal Cielo. Perché c’è chi lo dice, e con l’aria di crederci sul serio.

E allora baciami

L’eBook che state per leggere è interattivo. Alla fine del romanzo troverete quindici frasi che l’autore ha scritto per voi. Potrete condividerle su Facebook, Twitter e Tumblr. Ricordiamo che questo eBook è ottimizzato per la fruizione su smartphone e tablet (consigliamo di utilizzare app di lettura come iBooks su dispositivi Apple e Kobo o Kindle sugli altri dispositivi). L’amore, quello vero, quando arriva te ne accorgi. Ti prende dritto al cuore e alla testa, e a quel punto è già troppo tardi: il tempo, la distanza, le tempeste piccole e grandi, non c’è più niente che possa fermarlo. Ed è impossibile da dimenticare. Lo sa bene Leonardo, che l’ha sentito bruciare sulla pelle e ancora non riesce a liberarsi dai ricordi. Da quando Angela se n’è andata ha avuto tante donne, ma nessuna può sperare di prendere il suo posto. L’amore, adesso, Leonardo lo cerca nelle cose semplici: nei sorrisi soddisfatti dei clienti quando ripara le loro auto; nella musica che ascolta sulla sua Duetto d’epoca o nelle serate con gli amici di una vita. E poi c’è Laura, la figlia di diciassette anni, sempre più bella, ma anche terribilmente distante. Lei l’amore lo impara su internet, nelle parole di blogger che sanno sfiorarle il cuore come quel padre così silenzioso non potrebbe mai fare. Se sua mamma è fuggita, si dice, un motivo ci sarà pure. Già, ma quale? E come scoprirlo? La risposta gliela porterà il destino, al termine di un viaggio sorprendente, che per lei significherà trovare il coraggio di amare, per Leonardo la forza di ricominciare a farlo. Perché anche il più piccolo gesto d’amore è un miracolo, ma quel miracolo bisogna desiderarlo insieme.

E a tutti, una buonanotte

In Lezioni di vita, il detective Mac e l’insegnante Tony hanno deciso che una relazione, anche se tenuta nascosta, vale la pena di essere vissuta, nonostante i rischi e le difficoltà.  Ora Tony deve andare a trovare la famiglia per le festività, per cui i due si ritrovano a essere separati.  Sulle spiagge della Florida, Tony riflette sulle gioie e sui problemi della loro vita insieme, mentre Mac, sotto la neve in Minnesota, deve occuparsi di un caso di omicidio che in qualche modo lo tocca da vicino. E la sera, al telefono, cercano di ritrovarsi grazie alle parole.

E a chi resta, arrivederci

Un inedito dialogo tra padre e figlia che diventa un viaggio negli inferni di ieri e di oggi, affollati di personaggi e memorie da salvare.
In ventidue storie, un incontro di generazioni che racconta come è cambiato il nostro Paese.

Loriano e Sabina Macchiavelli, padre e figlia, portano alla luce l’inferno attorno a noi, che non sempre riusciamo a vedere, perché è nascosto, sotterraneo, dimenticato. Lo sguardo è, da una parte, quello di chi ha conosciuto sulla pelle l’atrocità della guerra e la rivede nella sofferenza di oggi; dall’altra, quello di chi cerca nelle storie delle persone che incontra la risposta alle domande piú difficili. L’orrore del secondo conflitto mondiale si riflette nelle guerre che hanno massacrato i Balcani. I sotterranei di Bologna, dove una famiglia clandestina festeggia il Natale con un improbabile cenone, sono bui come la tossicodipendenza in cui finisce una coppia di innamorati. C’è lo strazio delle ruspe che in nome della legalità si trasformano in carri armati per abbattere le baraccopoli, e il ricordo di una famiglia in fuga da una strage nazista. C’è, come in ogni inferno, la solidarietà possibile: il gesto di Sarti Antonio, sergente, che porta da mangiare ai nomadi. C’è, soprattutto, la memoria di ciò che è stato, da difendere contro ogni tentativo di rimozione.
(source: Bol.com)

Dynasty. Ascesa e caduta dei Cesari di Roma

La storia di Roma comincia con uno stupro: è dalla violenza di Marte, dio della guerra, su una giovane vestale, che nascono Romolo e Remo, i fondatori della città. Raccolti e allattati da una lupa, macchiati dall’infamia del fratricidio, i due gemelli iniettano nel corpo dell’impero più grandioso della storia la natura doppia delle loro origini divine e bestiali: grazia e violenza, sensualità e ferocia plasmano un popolo di poeti sublimi, guerrieri sanguinari e condottieri rapiti dalla vertigine del potere. Il lampo giallo, ferino del lupo attraversa lo sguardo di Giulio Cesare davanti ai cadaveri smembrati della guerra civile; luccica in quello di Tiberio mentre osserva i corpi nudi dei giovani nobili romani, avvinghiati in un’orgia per soddisfare i desideri di un imperatore anziano e decaduto; si confonde, negli occhi di Nerone, con le fiamme che divampano radendo al suolo la città. Dynnsty insegue la rapinosa scia d’oro e di sangue della dinastia Giulio-Claudia, penetrando tra i marmi bianchi e i conviti opulenti della dimora dei Cesari. Qui, faide omicide e vortici di lussuria – che non arretrarono neppure di fronte al tabù dell’incesto – non impedivano agli imperatori di esercitare un dominio senza limiti, che si estendeva dalle barbare foreste germaniche ai deserti della Mauretania, portandoli a costruire strade e acquedotti, a offrire alla plebe spettacoli sensazionali e ad ammantarsi di un’aura divina. Da Cesare a Nerone, da Augusto a Caligola, Tom Holland racconta l’ascesa e la caduta dei primi imperatori romani con il ritmo avvincente e fulmineo di una corsa dei carri, e innesta nella puntuale ricostruzione storica la potente fascinazione della materia mitica, guidato dall’idea che solo l’intreccio di realtà e leggenda possa restituire l’immagine di un tem po che esercita ancor oggi una seduzione magnetica.
**

Duri e puri. Aspettando un nuovo 1929

Mentre l’economia italiana sta colando a picco, quale genere di conforto possono offrire le pagine di un libro? Nessuno, tanto meno se l’autore è Eugenio Benetazzo, operatore di borsa indipendente e trader professionista, le cui drammatiche previsioni sul futuro del nostro paese stanno puntualmente trovando conferma nella realtà dei fatti. Ma non sarà la solita tesi rassicurante a tenerci a galla, quanto piuttosto la consapevolezza di come realmente stanno le cose. E su questo Benetazzo non si sbaglia. In quali pericolose acque stiamo navigando? Quali sono gli effettivi rischi che stiamo correndo? Ma, soprattutto, quali strategie ci trarranno in salvo? Paragonando l’Italia all’incauto Titanic, l’autore profetizza l’inabissamento economico del nostro paese: una pesante correzione degli indici azionari, rischio di bolla immobiliare, incognita petrolio, crisi dei mutui, default del dollaro americano e rialzo dei tassi porteranno nei prossimi anni a un crash finanziario paragonabile a quello che investì nel 1929 Stati Uniti ed Europa. E visto che le scialuppe sembrano già tutte riservate, Benetazzo lancia ai lettori un’ultima ancora di salvataggio, offendo in questo saggio informazioni, indicazioni e consigli determinanti per le scelte future di ogni attento risparmiatore.

Dunkirk: La storia vera che ha ispirato il film

DA QUESTO LIBRO, L’OMONIMO FILM VINCITORE DI TRE PREMI OSCAR 2018. LA SPERANZA È UN’ARMA. SOPRAVVIVERE È GIÀ UNA VITTORIA. Maggio 1940. La travolgente avanzata delle truppe tedesche in Belgio e nel nord della Francia costringe le armate anglo-francesi a ripiegare progressivamente verso le coste della Manica, intrappolando oltre 300.000 soldati nel campo trincerato di Dunkerque. L’unica speranza di salvarli è organizzare una massiccia evacuazione via mare utilizzando tutte le imbarcazioni disponibili, dalle enormi unità militari ai pescherecci alle piccole navi da diporto. Autorizzata da Winston Churchill e organizzata in tempi record dall’Ammiragliato britannico, l’Operazione Dynamo si svolse tra il 27 maggio e il 4 giugno, concludendosi con un successo inaspettato che fu salutato come “il miracolo di Dunkerque”. Attraverso i racconti e le testimonianze dei veterani e dei sopravvissuti, Joshua Levine ricostruisce con straordinaria efficacia la storia dei soldati che rimasero per giorni sulla spiaggia, sotto i bombardamenti e il fuoco nemico, senza cibo né munizioni; dei civili che li portarono in salvo su imbarcazioni spesso piccolissime e sovraccariche; degli avieri che rischiarono la vita per far guadagnare del tempo prezioso ai compagni bloccati a terra; di coloro che su quelle spiagge morirono. Comprende un’intervista esclusiva al regista Christopher Nolan.

Duma Key (versione italiana)

Dopo un terribile incidente Edgar Freemantle si trasferisce a Duma Key, un’isoletta incontaminata al largo della Florida. Ripresosi dal trauma, si ritrova con un corpo menomato e una rabbia cieca. Si scopre però pittore, e il suo primo soggetto è la sagoma scura di una nave che si staglia sul mare al tramonto. Ben presto, però, Edgar capisce che i suoi quadri hanno il potere di influenzare la realtà in modo spaventoso. Le curiose suggestioni del paesaggio assumono significati sinistri e i sogni si trasformano in visioni agghiaccianti. È come se qualcosa si stesse servendo di lui per liberarsi. E, mentre la nave nera si avvicina, Edgar conosce l’anziana Elizabeth, che da bambina è stata vittima della medesima possessione… Un romanzo straordinariamente inquietante con il ritmo vorticoso di un thriller.

DUELLOMACCHINA

Una preziosa invenzione terapeutica un congegno psico-elettronico mediante il quale ci si può combattere fino alla morte, ma senza morire; uno strumento di civiltà, di progresso, di pace, che permette lo sfogo regolato degli istinti aggressivi dell’uomo. Questo è la duellomacchina, nelle intenzioni del suo ideatore. Ogni interferenza, manomissione o sabotaggio è impossibile. Tutto è stato previsto perche i duellanti non possano in alcun modo danneggiarsi, quali che siano le armi che hanno scelto, l’odio che li anima. Eppure, a un certo punto, dalle cabine della duellomacchina cominciano a uscire dei veri cadaveri…
Copertina di Karel Thole

Due volte morto

Al tenente Clancy della Polizia di New York – 52° Distretto – non poteva capitare un compito più ostico di quello affidatogli dal suo nemico privato numero uno: il vice-Procuratore Distrettuale Chalmers. Un gangster californiano, di quelli che, se fossero militari, avrebbero la greca sul berretto, vuole recarsi a New York per testimoniare davanti alla Commissione Governativa contro la « Criminalità »… in altre parole, sembra deciso a « cantare ». E Clancy deve proteggerlo affinché nessuno tenti di impedirglielo. Il tenente organizza la protezione del prezioso teste e crede di sapere contro quali forze deve lottare, ma ben presto si troverà a render conto di due omicidi che sono stati commessi, praticamente, sotto il suo naso…

Due teste del tiranno (Le)

La matematica è rivoluzionaria. Attinge alla dimensione della libertà umana per creare mondi diversi e opposti, negando un codice già affermato per strutturarne liberamente un altro. Affermazioni matematiche all’apparenza inutili o sbagliate preannunciano quasi sempre vere e proprie rivoluzioni del pensiero. Il teorema di Bayes, per esempio, da puro gioco intellettuale è diventato un pilastro della diagnostica medica, della scienza forense, delle neuroscienze e nelle ricerche sull’intelligenza artificiale. In un viaggio che dai filosofi greci ci conduce alla Ultimate Machine di Claude Shannon, l’autore ci mostra che la matematica è rivoluzionaria anche in un modo più profondo: ci mette in grado di capire il mondo e di partecipare alla costruzione della società; di sconfiggere il tiranno: quello vero, ma soprattutto quello generato dal nostro stesso pensiero. Tutti possiamo intervenire, decidere se un ragionamento è corretto o meno, e tutti possiamo accedere agli assiomi iniziali e alle regole usate per svilupparli. Nel mondo fantastico dei numeri e dei teoremi non ci sono limiti all’immaginazione e in questo esercizio di fantasia siamo tutti liberi e tutti uguali. Non c’è nulla di controverso. ”Sire”, spiegò ad Alessandro Magno il suo precettore Menecmo, ”in geografia esistono strade per i re e strade per il popolo, ma in geometria c’è un’unica strada per tutti.”
(source: Bol.com)

Due Sicilie

Al crollo dell’Impero austroungarico, anche il suo reggimento di Dragoni chiamato «Due Sicilie» non esiste più: ultimi sopravvissuti sono il colonnello Rochonville, cinque ufficiali e un sottufficiale. Ma uno di loro viene misteriosamente ucciso durante un ricevimento a Vienna. Come se il reggimento esistesse ancora, i vecchi compagni sono pronti a offrire la vita per vendicarlo – e per loro sarà una falcidia. Un romanzo incalzante come un thriller, in cui la trama poliziesca è calata, ha scritto Sciascia, «dentro introspezioni e descrizioni di eccezionale acutezza e delicatezza», assumendo «un che di labirintico, affascinante e insieme vertiginoso».

Due sconosciuti

Louise Stone è una detective della Omicidi nel distretto finanziario di Manhattan, ma la sua vita non è fatta di solo lavoro. Ha anche una figlia quattordicenne che ha cresciuto da sola e… no, niente: la sua vita sentimentale è piatta come l’elettrocardiogramma di un sasso. Finché, durante la soluzione di un caso, non incontra Nicholas Bryant, direttore di un’agenzia di consulenze dal seducente sguardo smeraldino. Nicholas la prende alla sprovvista con una proposta chiara: sesso, senza complicazioni sentimentali. Louise decide di concedersi un pomeriggio con quell’affascinante sconosciuto…–CONTIENE SCENE ESPLICITE – CONSIGLIATO A UN PUBBLICO ADULTO–Nicholas posò un bicchiere di vino rosso sul bancone, davanti a me, e se ne versò uno a sua volta. Aspettò che bevessi un sorso, poi, nel modo più naturale del mondo, si sporse verso di me e mi depose un bacio sul collo.Non so perché scelse proprio il collo, ma in qualche modo fu perfetto anche quello. Se mi avesse baciata sulle labbra l’avrei trovato troppo intimo, se mi avesse baciata sulla guancia sarebbe stato troppo impersonale. Mi baciò sul collo e io sentii un brivido di solleticante piacere partire da quel punto.«Posso scioglierti la treccia?» mi chiese lui.Annuii. Mi passò alle spalle e sganciò il mio fermaglio, per poi consegnarmelo. Sentii le sue dita separare le ciocche che componevano la mia treccia, delicate, e poi scivolare sul mio collo e sulle mie spalle. Sentire le sue mani sulla pelle fu come ricordare qualcosa, qualcosa che forse, con precisione, non avevo mai avuto.Mi slacciò i bottoni della giacca, baciandomi di nuovo sul collo. Me la sfilò e la mise da parte. Sfilò e mise da parte pure la mia fondina ascellare, ma per quella ci mise un po’ di più. A quel punto mi voltai. Non volevo trovarmi nuda con lui ancora alle spalle e ancora vestito. Lo baciai sulle labbra, senza quasi guardare. Un bacio veloce e profondo, dal quale mi ritrassi subito, temendo di essere stata invadente. Nicholas mi accarezzò i capelli e mi tirò di nuovo la testa vicino alla sua. Le nostre labbra si toccarono ancora, le nostre lingue si intrecciarono. Il mio cuore batteva all’impazzata.Non potevo credere a quello che stavo facendo, eppure lo stavo facendo sul serio. L’idea mi faceva girare la testa.

Due occhi azzurri

Elfride Swancourt is the daughter of the Rector of Endelstow, a remote sea-swept parish in Corwall based on St Juliot, where Hardy began A Pair of Blue Eyes during the beginning of his courtship of his first wife, Emma. Blue-eyed and high-spirited, Elfride has little experience of the world beyond, and becomes entangled with two men: the boyish architect, Stephen Smith, and the older literary man, Henry Knight. The former friends become rivals, and Elfride faces an agonizing choice.
Written at a crucial time in Hardy’s life, A Pair of Blue Eyes expresses more directly than any of his novels the events and social forces that made him the writer he was. Elfride’s dilemma mirrors the difficult decision Hardy himself had to make with this novel: to pursue the profession of architecture, where he was established, or literature, where he had yet to make his name. This updated edition contains a new introduction, bibliography, and chronology.