39233–39248 di 68366 risultati

Una stagione selvaggia

Hap ha rinunciato da tempo a salvare il mondo: la sua unica preoccupazione è vivere tranquillo, tra chiacchiere oziose e interminabili bevute con l’inseparabile Leonard. Ma il grande sogno degli anni Sessanta gli è rimasto incollato addosso perché non ha mai dimenticato Trudy, la bionda con cui aveva giocato a fare la rivoluzione. Quando Trudy ricompare nella sua vita, chiedendogli di recuperare il bottino di una rapina in banca, accetta l’incarico finendo però a capofitto in una spirale di violenza alla quale potrà sottrarsi soltanto con l’aiuto di Leonard. Quei soldi fanno gola a molti, e c’è chi è disposto a tutto pur di non dover dividere il malloppo… Lansdale accompagna il lettore tra paludi melmose e palazzi fatiscenti, ormai accerchiati dalla nuova America dei centri commerciali e degli immensi parcheggi di cemento. E già dispensa a piene mani quel misto di umorismo sardonico e sottile nostalgia, di idealismo e disillusione che ha fatto di Hap Collins e Leonard Pine una coppia di detective tra le piú affascinanti e amate degli ultimi anni.

Sta zitto e baciami

Per Vivien Leigh Rochet, nota stella del cinema hollywoodiano, tornare a Charleston ha il gusto dolceamaro del passato, e ora che sua madre è mancata improvvisamente calde lacrime riempiono i suoi occhi. Forse Macy Jane non è stata un genitore perfetto, ma l’ha amata come nessun altro al mondo. Sola nella vecchia casa nella Carolina del Sud, Vivien accetta l’aiuto di Nonnie Whitley-Shuler, la ricca signora per cui la madre lavorava come donna di servizio, per organizzare il funerale e sistemare tutto. E la scopre diversa dai suoi ricordi infantili. Ma forse per Vivien la sorpresa più grande è rivedere Henry, il maggiore dei figli di Nonnie: tra i due scocca subito la scintilla di un amore inestinguibile…

La squadra volante (eNewton Zeroquarantanove)

La Signora della Scala è una vecchia casa abitata da Li Yoseph, un ricettatore e contrabbandiere noto alla polizia, ma abbastanza furbo da non essersi mai fatto incastrare. Il suo passatempo preferito è suonare il violino e osservare il traffico sul fiume. Un giorno, Li Yoseph viene assassinato con un colpo di pistola… e le note del violino continuano a perseguitare l’assassino, quasi che Li Yoseph fosse ritornato dall’aldilà per tormentare il suo uccisore. L’ispettore Bradley di Scotland Yard non esiterà a ricorrere a una serie di trucchi piuttosto eterodossi per far trionfare la legge.
**Edgar Wallace**
nacque nel 1875 a Greenwich (Londra). Cominciò a lavorare giovanissimo; a diciott’anni si arruolò nell’esercito ma nel 1899 riuscì a farsi congedare. Fu corrispondente di guerra per diversi giornali. Ottenne il suo primo successo come scrittore con* I quattro giusti*, nel 1905. Da allora scrisse, in ventisette anni, circa 150 opere narrative e teatrali di successo, nonché la sceneggiatura del celeberrimo *King Kong*. Definito “il re del giallo”, è morto nel 1932.
**
### Sinossi
La Signora della Scala è una vecchia casa abitata da Li Yoseph, un ricettatore e contrabbandiere noto alla polizia, ma abbastanza furbo da non essersi mai fatto incastrare. Il suo passatempo preferito è suonare il violino e osservare il traffico sul fiume. Un giorno, Li Yoseph viene assassinato con un colpo di pistola… e le note del violino continuano a perseguitare l’assassino, quasi che Li Yoseph fosse ritornato dall’aldilà per tormentare il suo uccisore. L’ispettore Bradley di Scotland Yard non esiterà a ricorrere a una serie di trucchi piuttosto eterodossi per far trionfare la legge.
**Edgar Wallace**
nacque nel 1875 a Greenwich (Londra). Cominciò a lavorare giovanissimo; a diciott’anni si arruolò nell’esercito ma nel 1899 riuscì a farsi congedare. Fu corrispondente di guerra per diversi giornali. Ottenne il suo primo successo come scrittore con* I quattro giusti*, nel 1905. Da allora scrisse, in ventisette anni, circa 150 opere narrative e teatrali di successo, nonché la sceneggiatura del celeberrimo *King Kong*. Definito “il re del giallo”, è morto nel 1932.

Spy Games

**Un grande thriller
Tra John Le Carré e John Grisham
Un romanzo di spionaggio irresistibile**
Il giornalista Philip Mangan è costretto a nascondersi da quando gli agenti cinesi hanno scoperto che è una spia del governo britannico. Quando però viene coinvolto in un attacco terroristico e un misterioso cinese gli si avvicina nel cuore della notte fornendogli informazioni sull’attentato, Mangan capisce di essere di nuovo nel mirino e di dover tornare in azione. Da Washington alle polverose strade africane, un potere occulto e impenetrabile sta tramando qualcosa, e ha intenzione di usare Philip come pedina. Per l’agente speciale inizia una corsa contro il tempo per sopravvivere e per scoprire i responsabili…
«Una storia e un mistero eccitanti.»
**Kirkus Reviews**
«La tensione rimane alta per tutto il libro.»
**Los Angeles Review of Books**
**Adam Brookes**
è nato in Canada, ma è cresciuto in Inghilterra, in un paesino vicino a Oxford. Negli anni Ottanta ha studiato il cinese e ha cominciato a lavorare come giornalista. È stato produttore di alcuni programmi radiofonici per la BBC, per cui è stato anche corrispondente dall’Indonesia, dalla Cina e dagli Stati Uniti, dove attualmente vive. Con la Newton Compton ha pubblicato* Il codice segreto di Pechino*, uscito contemporaneamente in Gran Bretagna e negli USA e tradotto in sette Paesi, e *Spy Games*.
**
### Recensione
“A smarter or more exciting mystery likely won’t be released this year.”―****Kirkus* (starred review) on *Spy Games****
“Brookes shows that his impressive debut was no fluke, and readers will look forward to Mangan’s next adventure.”―****Publishers Weekly *on* Spy Games****
“[Adam Brookes] does an excellent job of keeping the action moving and the tension high, making *Spy Games* a difficult book to put down…. Brookes has separated himself from the pack: I’ve read a lot of very good China books by excellent journalists, but I’ve never before stayed up far too late on a work night to finish one, unwilling to go to sleep until I knew how it ended.”―****Los Angeles Review of Books *on* Spy Games****
“A rich, can’t-put-it-down thriller… terrific.”―***Joseph Kanon on *Spy Games****
“The must-read thriller of the year.”―****NPR Books *on* Night Heron ****
“Outstanding.”―****Washington Post *on* Night Heron****
“Pulsing with power and danger.”―****New York Times *on* Night Heron****
### Descrizione del libro
Journalist Philip Mangan throws himself back into the dangerous world of international secrets in the follow-up to the award-nominated, highly acclaimed thriller NIGHT HERON. But this time, no one is to be trusted…

Spudorati: la grande beffa dei costi della politica: false promesse e verità nascoste

I tagli agli stipendi dei parlamentari? Non si fanno. L’abolizione dei vitalizi? A Montecitorio scatta la ribellione. Nessuno lascia, semmai qualcuno raddoppia, come i 200 superprivilegiati che prendono una pensione da ex parlamentare e una da ex consigliere regionale. Le auto blu? In Italia restano 72.000, mentre in tutta la Gran Bretagna sono 195. A uno degli ex giudici della Corte costituzionale hanno provato a toglierla. Risposta: «No, mi serve: viaggiare in treno è un problema». Si capisce. È un problema. Dare meno soldi ai partiti? Non scherziamo. In dieci anni ne hanno ricevuti il 1000 per cento in più. Li chiamano «rimborsi elettorali », in realtà sono una truffa al contribuente. E se la Lega si è potuta permettere investimenti speculativi a Cipro e in Tanzania, la Margherita, anche se morta da almeno tre anni, ha preferito farsi rubare la metà del suo gruzzolo dall’ex tesoriere. Già, ma come faceva ad avere ancora 25 milioni di euro sul conto? Diminuire le spese del Palazzo? Figuriamoci. Mentre gli italiani arrancano per colpa della crisi, gli stipendi dei dipendenti di Palazzo Chigi sono cresciuti del 15,2 per cento in un anno. Eliminare le Province o almeno ridurne gli sprechi? Ma quando mai. La Provincia di Palermo paga 43 ore di straordinario agli spalatori di neve nel mese di luglio e quella di Treviso si è rifatta il look spendendo 500.000 euro solo per le poltrone. Il fatto è che sono spudorati, ma proprio tanto. Li avete sentiti parlare? «Andare in pensione a 50 anni è un mio diritto acquisito.» «15.000 euro al mese? Non mi bastano per sopravvivere. » Con i tagli ai costi della politica si riempiono solo la bocca o, al massimo, il portafoglio. Spudorati. E il risultato è sotto gli occhi di tutti: loro hanno le tasche piene; gli italiani, invece, ne hanno piene le tasche. A questo punto, caro lettore, ti chiederai: perché, dopo Sanguisughe , devo leggere un altro libro che mi farà venire il mal di fegato? La risposta è semplice. Mal di fegato dopo mal di fegato, qualche piccolo risultato è stato ottenuto. E qui si racconta quale. Ma è ancora troppo poco. Ancora troppe persone sguazzano nei privilegi, ancora troppe persone usano i soldi nostri per farsi i comodi loro, ancora troppe persone fingono di fare riforme e, alla fine, ci fregano sempre. Dobbiamo smascherarli, questi spudorati. Perché, se noi smettiamo di crederci, vincono loro. E non possiamo permettercelo.

La sposa segreta

In questo leggibile romanzo Arpino parla di una madre cinquantenne che cerca disperatamente una moglie per il proprio figliolo (di 27 anni) troppo preso dal lavoro per uscire di casa per fare conoscenze. Con questo romanzo lo scrittore interrompe la propria narrazione nera, nella quale i finali risultano senza o con poche speranze per i protagonisti e dove non c’è spazio per gli happy end: invece in questo romanzo si ha una visione positiva e ottimistica della vita (però troppo per i miei gusti…). Nella sua consueta scrittura lineare e ispirata l’autore delinea un accurato ritratto di donna che vive in funzione del figlio e racconta di lucidi e intensi ricordi. Arpino non rinuncia alla sua abituale ironia: in queste pagine si sfoga tratteggiando il ritratto della novantenne zia Fedora, lucida e molto cinica. Da segnalare anche il capitoletto molto malinconico riservato all’incontro tra Nicoletta e “la sua Callas”. Nella prima parte, introduttiva, l’autore si limita a tratteggiare la vita della protagonista, mentre nella seconda la vita di Paola viene stravolta da avvenimenti ed emozioni che non si aspettava e non cercava. Discreta lettura, nel suo complesso, anche se una delle meno ispirate del dimenticato scrittore, dove l’happy end risulta poco credibile e un po’ stucchevole. Nella premessa lo scrittore dice che: “ogni personaggio, ogni episodio – anche marginale o minimo – di questo romanzo sono autentici”.

Sposa per vendetta

“Il suo sguardo è pieno di desiderio e mi fa tremare. Come può odiarmi così tanto e, al contempo, volermi?”
Marinella è una ragazza del Nord, una studentessa universitaria giovane ed emancipata. Nicola è un uomo del Sud, legato alle responsabilità di nobile proprietario terriero, vincolato alle tradizioni; per questo, è intenzionato a far in modo che il nome di famiglia venga tramandato almeno da suo fratello.
Marinella ha dato il suo ultimo esame e finalmente può iniziare le vacanze, raggiungendo gli amici nel Salento da dove prenderanno un traghetto per la Grecia. Viaggia da sola in auto attraversando l’Italia, ma viene coinvolta in un tragico incidente. Quando riemerge dal coma, non ricorda nulla di quella sera, apprende soltanto che, apparentemente, a causa sua un uomo e una donna sono deceduti e con loro il figlio che aspettavano, il futuro conte De Luca. Questo è quello che le dice l’uomo dagli occhi di ghiaccio che non ha mai lasciato il suo capezzale e che ora le chiede di diventare sua moglie e rimediare così alla sua colpa dandogli un erede, dopo di ché sarà libera di andarsene.
Per uno strano gioco del destino, la vita di Marinella si incrocia con quella del conte Nicola De Luca al quale la ragazza si ritrova sposata per vendetta: ma sarà davvero una vendetta o quello che è cominciato come un matrimonio di finzione potrà rivelarsi un amore struggente e passionale?
Avvertenze: contiene scene erotiche ed è liberamente ispirato ai romanzi Harmony anni settanta.
**
### Sinossi
“Il suo sguardo è pieno di desiderio e mi fa tremare. Come può odiarmi così tanto e, al contempo, volermi?”
Marinella è una ragazza del Nord, una studentessa universitaria giovane ed emancipata. Nicola è un uomo del Sud, legato alle responsabilità di nobile proprietario terriero, vincolato alle tradizioni; per questo, è intenzionato a far in modo che il nome di famiglia venga tramandato almeno da suo fratello.
Marinella ha dato il suo ultimo esame e finalmente può iniziare le vacanze, raggiungendo gli amici nel Salento da dove prenderanno un traghetto per la Grecia. Viaggia da sola in auto attraversando l’Italia, ma viene coinvolta in un tragico incidente. Quando riemerge dal coma, non ricorda nulla di quella sera, apprende soltanto che, apparentemente, a causa sua un uomo e una donna sono deceduti e con loro il figlio che aspettavano, il futuro conte De Luca. Questo è quello che le dice l’uomo dagli occhi di ghiaccio che non ha mai lasciato il suo capezzale e che ora le chiede di diventare sua moglie e rimediare così alla sua colpa dandogli un erede, dopo di ché sarà libera di andarsene.
Per uno strano gioco del destino, la vita di Marinella si incrocia con quella del conte Nicola De Luca al quale la ragazza si ritrova sposata per vendetta: ma sarà davvero una vendetta o quello che è cominciato come un matrimonio di finzione potrà rivelarsi un amore struggente e passionale?
Avvertenze: contiene scene erotiche ed è liberamente ispirato ai romanzi Harmony anni settanta.

La sposa imperfetta

**Zoe Cartwright non ricorda nulla del suo passato
ma l’assassino che ha già cercato di ucciderla
è ancora sulle sue tracce
e vuole portare a termine ciò che ha cominciato.**
Zoe Cartwright è una giovane e bellissima donna che ha appena sposato Robert Gray, un famoso neurochirurgo, amico di vecchia data di Nora Cooper.
I due novelli sposi hanno deciso di trascorrere un’estate romantica a Martha’s Vineyard ed è Nora, con la sua agenzia immobiliare, ad aiutarli a scegliere il cottage dei loro sogni.
Tutto sembrerebbe perfetto, ma la verità è che Zoe è stata trovata in fin di vita, otto mesi prima, in un luogo impervio delle Camden Hills, nel Maine, e da allora non ricorda più niente del suo passato.
Perché nessuno, in tutti quei mesi, ha sentito il bisogno di denunciare la sua scomparsa?
Quale terribile verità si nasconde nella vita che non riesce a ricordare?
Zoe farebbe qualsiasi cosa per trovare una risposta a quelle domande che la assillano.
Non sa che il suo passato – e l’uomo che ha tentato di ucciderla – stanno tornando a cercarla.
**

La sposa era vestita di bianco

*Ecco venire la sposa, tutta vestita di luce raggiante e bella, risplende davanti a lui.*
Laurie Moran, la produttrice televisiva che ha inventato il programma Under Suspicion, può ben dirsi soddisfatta: grazie alla sua trasmissione, due omicidi irrisolti hanno trovato un colpevole e il suo successo ha dato nuovo lustro all’emittente per cui lavora. Laurie si sta quindi preparando alla riunione con il suo capo, pronta a presentargli tre cold case da investigare tra i quali scegliere il nuovo soggetto di Under Suspicion. Quando però arriva in ufficio, carica dei dolci della nuova pasticceria francese del Rockefeller Center per i suoi assistenti, ad accoglierla c’è solo il loro imbarazzo. Infatti, i due non sono riusciti a fermare la donna che ha chiesto di incontrarla senza appuntamento e che si è infilata nel suo studio con la forza della convinzione e delle lacrime. Laurie sarebbe decisa a liberarsene, ma la storia che Sandra, la bellissima signora che trova seduta sul suo divano, le racconta, la convince di avere per le mani il suo nuovo caso. Sandra le chiede di cercare la figlia Amanda, sparita cinque anni prima alla vigilia del matrimonio, senza lasciare alcuna traccia. La stampa l’ha ribattezzata la Sposa Fuggitiva, liquidando la sua scomparsa in modo frettoloso. Troppo frettoloso, secondo Sandra, che rivela a Laurie inquietanti dettagli sulla vita di Amanda, riportando alla luce vecchi rancori e gelosie che covavano da tempo sotto la cenere. Tra il testimone, la damigella d’onore e l’ex fidanzato, Laurie dovrà districare una matassa molto complicata.
**
### Recensione
Praise for Mary Higgins Clark:
‘I adore Mary Higgins Clark’ Karin Slaughter
‘Teeming with tantalizing twists, Clark’s crackling tale of identity theft, revenge, and murder is a tempting and thought-provoking thriller’ Booklist
‘Trust Mary Higgins Clark to know what frightens us to death’ New York Times
‘Clark plays out her story like the pro that she is . . . flawless’ Daily Mirror
‘Should come with a warning: start in the evening and you’ll be reading late into the night’ USA Today
### Sinossi
*Ecco venire la sposa, tutta vestita di luce raggiante e bella, risplende davanti a lui.*
Laurie Moran, la produttrice televisiva che ha inventato il programma Under Suspicion, può ben dirsi soddisfatta: grazie alla sua trasmissione, due omicidi irrisolti hanno trovato un colpevole e il suo successo ha dato nuovo lustro all’emittente per cui lavora. Laurie si sta quindi preparando alla riunione con il suo capo, pronta a presentargli tre cold case da investigare tra i quali scegliere il nuovo soggetto di Under Suspicion. Quando però arriva in ufficio, carica dei dolci della nuova pasticceria francese del Rockefeller Center per i suoi assistenti, ad accoglierla c’è solo il loro imbarazzo. Infatti, i due non sono riusciti a fermare la donna che ha chiesto di incontrarla senza appuntamento e che si è infilata nel suo studio con la forza della convinzione e delle lacrime. Laurie sarebbe decisa a liberarsene, ma la storia che Sandra, la bellissima signora che trova seduta sul suo divano, le racconta, la convince di avere per le mani il suo nuovo caso. Sandra le chiede di cercare la figlia Amanda, sparita cinque anni prima alla vigilia del matrimonio, senza lasciare alcuna traccia. La stampa l’ha ribattezzata la Sposa Fuggitiva, liquidando la sua scomparsa in modo frettoloso. Troppo frettoloso, secondo Sandra, che rivela a Laurie inquietanti dettagli sulla vita di Amanda, riportando alla luce vecchi rancori e gelosie che covavano da tempo sotto la cenere. Tra il testimone, la damigella d’onore e l’ex fidanzato, Laurie dovrà districare una matassa molto complicata.

Uno Sporco Gioco

Sei sicura di conoscere l’uomo accanto a te?
Rachel è una giovane ragazza con degli obiettivi nella vita. È ambiziosa, bella e molto impulsiva. Si è appena trasferita a New York, lasciandosi alle spalle un passato che le ha provocato solo sofferenze. Ora è pronta a ricominciare da capo e a realizzare i sogni che fin da piccola ha custodito. Ma il destino non le renderà tutto facile.
Una sera, in compagnia della sua migliore amica, incontrerà gli occhi di un uomo: Robert. Lui è bello, sexy, autoritario, sfacciato e soprattutto è il capo di una delle aziende di moda più importanti di New York.
Robert le cambierà totalmente la vita.
Ma ciò che Rachel non sa è che Robert non è l’uomo che sembra. Ha un passato oscuro, fatto di scelte sbagliate che possono compromettere la propria vita e quella altrui. Come se non bastasse, il passato di Rachel sarà pronto a bussare nuovamente alla sua porta portando la protagonista nella confusione più totale.
Non sarà tutto rose e fiori, Rachel si troverà vittima di un tragico e orribile avvenimento e dovrà lottare con tutte le sue forze per riuscire a raggiungere la felicità tanto attesa.

Sporco baratto

Nel laboratorio di Peenemunde gli scienziati del Terzo Reich hanno esaurito le scorte di diamanti industriali necessari per costruire le V-1 e le V-2. Hanno però scoperto un sistema di pilotaggio in base al quale i loro bombardieri possono volare ad alta quota in tutta sicurezza.Gli Alleati, invece, possiedono una grande quantità di diamanti, ma sono con l’acqua alla gola: i loro aerei da bombardamento non riescono a mantenere la rotta volando a grandi altezze e molti vanno perduti.Ad altissimo livello si fa strada l’idea di uno scambio fra i due paesi: la formula contro i diamanti. Ma qualcuno, insospettabile, opera per impedire che lo sporco baratto abbia luogo.

Gli sporcelli

**«Dahl possiede il rarissimo dono di far scomparire tutto il mondo che sta intorno al lettore»**.
*Goffredo Fofi*
**«Maestro della short story, a lungo considerato solo uno scrittore per ragazzi… iperbolico, beffardo, divertente, la sua massima virtù è dinamica, è la velocità. Ci si accorge di come e quanto la sua consistenza sia un meccanismo perfetto, esplosivo al pari di una bomba»**.
* Franco Cordelli, Corriere della Sera*
**«Roald Dahl parteggia sempre per i bambini e ha creato tanti piccoli personaggi con speciali poteri che si vendicano delle prepotenze degli adulti o li puniscono per le loro cattive azioni»**.
* Donatella Ziliotto*
Se ci guardiamo intorno, possiamo renderci conto che non sono infrequenti le persone brutte, cattive o sporche; ma ci sono anche persone insieme cattive, sporche e brutte, come gli Sporcelli di questo libro di Dahl. Sembrerebbe poco interessante occuparsi di loro, e invece no. Gli Sporcelli hanno un’indole malvagia e fanno scherzi orribili: come quando la signora Sporcelli mise il suo occhio di vetro nel boccale di birra del marito, per fargli sapere che lo teneva sempre sotto controllo! Fortunatamente, gli Sporcelli non sono inesauribili nelle loro trovate, e alla fine, sia pure in modo del tutto involontario, rimangono vittime della loro stessa cattiveria. Di loro non rimarranno che due fagotti di stracci e quattro vecchie e sporche ciabatte.
**
### Sinossi
**«Dahl possiede il rarissimo dono di far scomparire tutto il mondo che sta intorno al lettore»**.
*Goffredo Fofi*
**«Maestro della short story, a lungo considerato solo uno scrittore per ragazzi… iperbolico, beffardo, divertente, la sua massima virtù è dinamica, è la velocità. Ci si accorge di come e quanto la sua consistenza sia un meccanismo perfetto, esplosivo al pari di una bomba»**.
* Franco Cordelli, Corriere della Sera*
**«Roald Dahl parteggia sempre per i bambini e ha creato tanti piccoli personaggi con speciali poteri che si vendicano delle prepotenze degli adulti o li puniscono per le loro cattive azioni»**.
* Donatella Ziliotto*
Se ci guardiamo intorno, possiamo renderci conto che non sono infrequenti le persone brutte, cattive o sporche; ma ci sono anche persone insieme cattive, sporche e brutte, come gli Sporcelli di questo libro di Dahl. Sembrerebbe poco interessante occuparsi di loro, e invece no. Gli Sporcelli hanno un’indole malvagia e fanno scherzi orribili: come quando la signora Sporcelli mise il suo occhio di vetro nel boccale di birra del marito, per fargli sapere che lo teneva sempre sotto controllo! Fortunatamente, gli Sporcelli non sono inesauribili nelle loro trovate, e alla fine, sia pure in modo del tutto involontario, rimangono vittime della loro stessa cattiveria. Di loro non rimarranno che due fagotti di stracci e quattro vecchie e sporche ciabatte.

Splendori e miserie delle cortigiane

Uno dei romanzi più ricchi e tumultuosi della Comédie Humaine, il più realistico e il più fantastico al tempo stesso di quelli scritti da Balzac. Il secondo fatale soggiorno di Lucien de Rubemprè a Parigi, la tragedia della cortigiana Esther, redenta e condannata dall’amore, le spericolate avventure dell’evaso dai mille nomi Vautrin, le lotte tra delinquenza e polizia, la giustizia sottoposta al potere, sono al centro di questo romanzo, costruito come seguito delle “Illusioni perdute”, e incentrato sui temi cari allo scrittore francese: le debolezze umane, la solitudine, l’amore tormentato, la morte. Un romanzo popolare pieno di colpi di scena, travestimenti e cambi di identità, un ‘giallo’ incalzante in cui Balzac sfoga tutta la sua passione per ogni intrigo criminale.
(source: Bol.com)

Lo splendore del nero

”Inchiniamoci all’erede di Platone: Badiou è il più grande filosofo vivente’.’
**Slavoj Žižek**
Chi, durante l’infanzia, non ha fatto l’esperienza spaventosa di avanza­re a tastoni nella notte nera? Alain Badiou, il più celebre filosofo fran­cese, prende le mosse dai giochi infantili nel buio per esaminare, in brevi indimenticabili capitoli, le tante forme che il nero prende nel nostro immaginario e nella nostra cultura: il nero dell’inchiostro sulla carta, e quello delle fascette sui vol­ti nelle riviste pornografiche; il nero dei misteri cosmologici e il nero doloroso del lutto…
In questo libro di straordinaria intensità, il teatro intimo del grande pensatore diviene così occasione per un’esplorazione filosofica fatta di ricordi, di sottili ragionamenti, di improvvise – è il caso di dirlo – illu­minazioni, che coinvolgono la mu­sica, la pittura, la politica, il sesso, la metafisica. Il nero non è mai stato così luminoso.

(source: Bol.com)

Uno splendido disastro: La serie di Uno splendido disastro

Uno splendido disastro è un fenomeno mondiale e la serie che ha portato al successo Jamie McGuire. Sentimenti inconfessabili, lotte interiori, passione proibita: è difficile non diventarne dipendenti. «Jamie McGuire ha iniziato a scalare le classifiche e non si è più fermata.»la RepubblicaJamie McGuire è autrice delle serie:Uno splendido disastro1 – Uno splendido disastro 2 – Il mio disastro sei tu 3 – Un disastro è per sempre 4 – Uno splendido sbaglio 5 – Un indimenticabile disastro 6 – L’amore è un disastro 7 – Il disastro siamo noi 8 – Il disastro perfetto9 – L’ultimo disastroHappenstance1 – Una meravigliosa bugia2 – Un magnifico equivoco3 – Un’incredibile folliaCamicetta immacolata e coda di cavallo. Abby Abernathy sembra la classica ragazza timida e studiosa. Ma in realtà è una ragazza in fuga. In fuga dal suo passato, dalla sua famiglia, da un padre in cui ha smesso di credere. E ora che è arrivata alla Eastern University per il primo anno di università, ha tutta l’intenzione di dimenticare la sua vecchia vita e ricominciare da capo. Travis Maddox di notte guida troppo veloce sulla sua moto, ha una compagna diversa per ogni festa e attacca briga con molta facilità. Dietro di sé ha una scia di adoratrici disposte a tutto per un suo bacio. C’è una definizione per quelli come lui: Travis è il ragazzo sbagliato. Abby lo capisce subito appena i suoi occhi incontrano quelli profondi di lui e sente uno strano nodo allo stomaco: Travis rappresenta tutto ciò da cui ha solennemente giurato di stare lontana. Ma lei no, non ci cadrà come tutte, lei sa quello che deve fare, quel ragazzo porta solo guai. Ma quando, a causa di una scommessa fatta per gioco, i due si ritrovano a dover condividere lo stesso tetto per trenta giorni, Travis dimostra un’inaspettata mistura di dolcezza e passionalità. Solo lui è in grado di leggere fino in fondo all’anima tormentata di Abby e capire cosa si nasconde dietro i suoi silenzi. Solo lui è in grado di dare una casa al cuore sempre in fuga della ragazza. Ma Abby ha troppa paura di affidargli la chiave per il suo ultimo e più profondo segreto…

La Splendente

«Non nascerà mortale più bello di lei» così profetizza Zeus, mutatosi nel cigno che feconda Leda; e così, con la nascita di Elena la Splendente, inizia questo romanzo che racchiude in sé tutto il cosiddetto “Ciclo Troiano”. Storie che arrivano da lontano, da teogonie e miti antichissimi, che cantano il destino comune di dei e uomini per narrare una parabola funesta e accecante: il passaggio dall’età dell’oro a quella del ferro, la fine del tempo degli eroi. Storie che si intrecciano proprio in virtù della bellezza di Elena, la più desiderata, la più contesa e imprendibile. Ma Cesare Sinatti non si limita a riattualizzare i miti, allontana gli dei dal mondo degli uomini e attenua il loro controllo sui destini individuali, intrecciando con sapienza i modi dell’epica a quelli della tragedia (quella antica e quella moderna, da Euripide a Shakespeare), portando prepotentemente in scena l’umanità dei sentimenti e delle passioni dei protagonisti.
Tolti alla fissità del mito, Odisseo, Agamennone, Menelao, Achille e Patroclo, ma anche Epipola, Clitemnestra, Penelope, Palamede e molti altri ancora, emergono da queste pagine con estremo nitore, nutriti della sensibilità di un loro coetaneo di oggi. Nei ventiquattro capitoli che compongono il romanzo – tanti quanti i libri dell’*Iliade* e dell’*Odissea* – Sinatti tesse le loro storie con passione e ricercatezza espressiva, passando dai toni lirici degli amori alla feroce vividezza delle battaglie cruente. Una scrittura di ricchezza sorprendente, una narrazione modernissima che parla la lingua del mito. *La Splendente* ha vinto il premio Calvino, il riconoscimento italiano più prestigioso per le opere prime.