39089–39104 di 65579 risultati

Felicity

Novella
Samuel e Camilla sono due anime solitarie. Un giorno si incontrano in una circostanza inaspettata e particolare, che li porterà a riflessioni profonde per ritrovare quella felicità perduta da tempo. E poi si sa: quando un “quattro zampe” ci mette il muso, inevitabilmente tutto si trasforma…
Copertina: Le muse Grafica
Potete seguire l’autrice sulla sua pagina facebook Daniela Perelli Autrice per caso, sul suo sito web Scrivere con amore o contattarla tramite email [email protected]

La felicità dipende da noi

La vita ha finalmente offerto a Ginevra e Gioele un motivo per essere orgogliosi ed emozionati: una settimana in un meraviglioso villaggio turistico alle Seychelles.
Eppure proprio in questo paradiso terrestre Ginevra, costantemente preoccupata per il fratellino, dovrà affrontare la sua più grande paura.
Solo grazie a sentimenti che sembravano sepolti nel suo animo e all’aiuto di nuovi amici, la ragazza potrà superare anche questa difficoltà e ritrovare, una volta per tutte, la felicità.
Guarda il booktrailer!
[http://bit.ly/2kjaThH](http://bit.ly/2kjaThH)

La felicità arriva quando scegli di cambiare vita

**C’è sempre tempo per un nuovo inizio**
Per il manager Maximilien Vogue la giornata è iniziata con il piede sbagliato. Sta di nuovo litigando con la bella Julie che ora, stanca delle continue discussioni, gli porge un volantino con la presentazione di un corso quanto mai insolito. Un corso tenuto da una donna altrettanto stravagante. Si chiama Romane e di professione combatte l’arroganza sempre più diffusa. È convinta che il mondo sarebbe un posto migliore se tutti praticassimo la gentilezza. Lei sa come insegnarla e offre un biglietto di sola andata per la felicità a chi sceglie di mettersi in gioco. Da buon scettico, Maximilien non crede a una sola parola. Ma poi, un po’ per gioco un po’ per curiosità, decide di iscriversi al corso. Dapprima i consigli di Romane gli sembrano semplici e banali. Eppure, a poco a poco, si accorge che dentro di lui qualcosa sta cambiando. Scopre che basta un piccolo gesto, ogni giorno, per ritrovare il piacere della condivisione e la bellezza della quotidianità: al mattino dedicare almeno un’ora a prendersi cura di un fiore o di un animale domestico; annotare quanti «grazie» riusciamo a dire prima di andare a letto; imparare a riconoscere e accettare gli errori commessi durante la giornata. E si rende conto che non c’è niente di meglio che trascorrere del tempo con gli amici e riprendere la buona vecchia abitudine di stringere la mano per ritrovare rapporti autentici e duraturi. Perché è solo mostrando il nostro lato più sensibile e attento alle esigenze degli altri che possiamo cambiare la nostra vita e raggiungere la felicità. Quella vera che, una volta trovata, non si può più dimenticare.
**Raphaëlle Giordano** ha fatto il suo ingresso trionfale nel panorama letterario internazionale con il bestseller *La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola*, che a pochi giorni dall’uscita ha convinto pubblico, critica e librai ed è diventato un caso editoriale, tuttora in vetta alle classifiche dei libri più venduti. Ora firma, un nuovo straordinario romanzo che ci esorta a non prenderci troppo sul serio e a sfidare anche le certezze per scegliere di ascoltare sempre i nostri desideri più profondi.
**
### Sinossi
**C’è sempre tempo per un nuovo inizio**
Per il manager Maximilien Vogue la giornata è iniziata con il piede sbagliato. Sta di nuovo litigando con la bella Julie che ora, stanca delle continue discussioni, gli porge un volantino con la presentazione di un corso quanto mai insolito. Un corso tenuto da una donna altrettanto stravagante. Si chiama Romane e di professione combatte l’arroganza sempre più diffusa. È convinta che il mondo sarebbe un posto migliore se tutti praticassimo la gentilezza. Lei sa come insegnarla e offre un biglietto di sola andata per la felicità a chi sceglie di mettersi in gioco. Da buon scettico, Maximilien non crede a una sola parola. Ma poi, un po’ per gioco un po’ per curiosità, decide di iscriversi al corso. Dapprima i consigli di Romane gli sembrano semplici e banali. Eppure, a poco a poco, si accorge che dentro di lui qualcosa sta cambiando. Scopre che basta un piccolo gesto, ogni giorno, per ritrovare il piacere della condivisione e la bellezza della quotidianità: al mattino dedicare almeno un’ora a prendersi cura di un fiore o di un animale domestico; annotare quanti «grazie» riusciamo a dire prima di andare a letto; imparare a riconoscere e accettare gli errori commessi durante la giornata. E si rende conto che non c’è niente di meglio che trascorrere del tempo con gli amici e riprendere la buona vecchia abitudine di stringere la mano per ritrovare rapporti autentici e duraturi. Perché è solo mostrando il nostro lato più sensibile e attento alle esigenze degli altri che possiamo cambiare la nostra vita e raggiungere la felicità. Quella vera che, una volta trovata, non si può più dimenticare.
**Raphaëlle Giordano** ha fatto il suo ingresso trionfale nel panorama letterario internazionale con il bestseller *La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola*, che a pochi giorni dall’uscita ha convinto pubblico, critica e librai ed è diventato un caso editoriale, tuttora in vetta alle classifiche dei libri più venduti. Ora firma, un nuovo straordinario romanzo che ci esorta a non prenderci troppo sul serio e a sfidare anche le certezze per scegliere di ascoltare sempre i nostri desideri più profondi.
### Dalla seconda/terza di copertina
«Il nuovo libro di Raphaëlle Giordano è un trionfo.» «LE PARISIEN» «Un romanzo che fa amare la vita.» «MADAME FIGARO» «Un’autrice che con i suoi romanzi ha cambiato l’esistenza di migliaia di persone.» «IO DONNA» «Un romanzo che insegna a sconfiggere i piccoli ostacoli quotidiani per tornare a stare bene con sé stessi.» «ELLE».

La felicità al potere

Da guerrigliero Tupamaro a Presidente della Repubblica dell’Uruguay, passando per 14 anni di carcere sotto la dittatura: la parabola esistenziale di José “Pepe” Mujica è diventata per il mondo intero un’immagine di speranza e felicità. “El Pepe” è l’esempio vivente di come si possa pensare al bene comune senza avere brame di potere e di ricchezza vivendo, anzi, come qualsiasi cittadino della propria nazione. Il libro ospita un’intervista esclusiva rilasciata a Montevideo a Cristina Guarnieri. una biografia autorizzata di Mujica scritta da Massimo Sgroi. nonché i discorsi più importanti e famosi del Presidente, fra cui spicca quello sulla felicità che dà il titolo al libro. Nuova edizione aggiornata con i contributi di Roberto Saviano e Milena Gabanelli.
**

Fedro – testo in italiano

Alcune opere fondamentali nella storia del pensiero occidentale sono state assimilate lentamente, nel corso dei secoli, attraverso una metabolizzazione continua ma lenta. Altre invece hanno cambiato la percezione dei lettori fin dalla loro prima apparizione: è il caso di ‘Fedro’, forse il capolavoro supremo di Platone, che in questo dialogo porta Socrate a insegnare ai propri discepoli l’amore progressivo verso il divino, partendo da quello corporeo. Il grande filosofo illustra poi l’essenza dell’anima umana, che nel suo pensiero è destinata a tornare alle sfere da cui proviene dopo un ciclo indefinito di reincarnazioni. Oltre al dialogo filosofico, è una lettura suggestiva anche per i racconti dei miti che sono entrati nell’immaginario collettivo, come quello del carro alato. L’epica si unisce alla narrativa pura, e potrete leggere questi miti come vere e proprie favole. Se volete conoscere la sorgente del moderno pensiero occidentale, immergervi nelle atmosfere inimitabili del mito, o scoprire qualcosa in più sulla Grecia classica che ha prodotto alcuni tra i filosofi più influenti nella storia dell’umanità, questo è il libro che fa per voi. All’interno – come in tutti i volumi Fermento – gli “Indicatori” per consentire al lettore un agevole viaggio dentro il libro.
(source: Bol.com)

La febbre dei tulipani. La prima grande crisi economica della storia

Nell’Olanda di fine Seicento il tulipano, reso popolare dai turchi ottomani, causò una vera e propria frenesia botanico-finanziaria. I bulbi venivano scambiati con maiali o percore, vino o burro, abiti o letti, gli ibridi più rari e pregiati raggiunsero ben presto quotazioni folli, da capogiro, tanto da valere più di una casa. L’interesse della gente arrivò a non dipendere più dalla loro bellezza, ma dalla nascente consapevolezza che se ne poteva trarre profitto. Cosi, grandi mercanti e umili contadini si fecero contagiare da questa febbre dilagante e il mercato si gonfiò a dismisura fino a crollare nel 1637, come Wall Street nel 1929, determinando “la prima grande crisi speculativa del capitalismo moderno”. La prima bolla economica che preannuncia e anticipa le successive, i tulipani di ieri come le dot.com e come i mutui subprime di oggi, delirio collettivo e prezzi alle stelle: un inarrestabile contagio sociale che porta il sistema al collasso. Mike Dash ripercorre questo caso di isteria collettiva e di speculazione di massa e, attraverso la vicenda di un fiore, svela gli imponderabili meccanismi delle passioni umane che tante volte determinano il nostro destino.

La favorita del principe

Inghilterra, 1887 – Jack St. Lawrence sta vivendo una battaglia interiore senza pari tra la lealtà nei confronti del suo migliore amico, il principe del Galles, e l’attrazione per il corpo sensuale della bella locandiera Mariah Eller. Lei, con i suoi modi eleganti, ha attirato su di sé non solo gli sguardi di Jack, che riesce a pensare solo alle sue curve sinuose, ma anche quelli del principe stesso, di solito interessato a donne rigorosamente maritate. Il problema? Il principe ha ordinato proprio a Jack di trovarle un marito!
**
### Sinossi
Inghilterra, 1887 – Jack St. Lawrence sta vivendo una battaglia interiore senza pari tra la lealtà nei confronti del suo migliore amico, il principe del Galles, e l’attrazione per il corpo sensuale della bella locandiera Mariah Eller. Lei, con i suoi modi eleganti, ha attirato su di sé non solo gli sguardi di Jack, che riesce a pensare solo alle sue curve sinuose, ma anche quelli del principe stesso, di solito interessato a donne rigorosamente maritate. Il problema? Il principe ha ordinato proprio a Jack di trovarle un marito!

Un favoloso appartamento a Parigi

Affascinante come Midnight in Paris Spettacolare come Moulin Rouge Alla timida e romantica April, antiquaria e critico d’arte, viene proposto di andare a Parigi, dove pare ci sia un appartamento abbandonato da oltre settant’anni, pieno di mobili provenienti da tutto il mondo, gioielli preziosi e quadri di inestimabile valore. Su tutti spicca un dipinto, firmato dal pittore italiano Giovanni Boldini: chi è quella donna bellissima avvolta in un sontuoso abito rosa? È Marthe de Florian, la proprietaria dell’appartamento ai tempi della Belle Époque. Incuriosita, April comincia a studiare le carte, i diari e le lettere di Marthe, con l’aiuto del collega francese Luc Thebault. Scoprirà gli amori di una donna determinata a raggiungere il successo, e la sua ambigua carriera dal Le Folies Bergère ai lussi dell’appartamento nel cuore di Parigi, quando riuscì a diventare una delle donne più corteggiate della città, amata e servita dai suoi ricchi spasimanti. E scavando nella storia di Marthe, April troverà l’ispirazione… Un grande successo negli Stati Uniti, un romanzo indimenticabile che continuerà a parlarci anche dopo aver letto l’ultima riga. Un appartamento pieno di tesori e di ricordi La storia dimenticata di una donna e dei suoi amori segreti «I personaggi sono efficaci e indimenticabili, l’autrice è impeccabile nel gestire gli intrecci di due trame, nel far vibrare le somiglianze tra le vite di due donne così distanti. Davvero affascinante.» Library Journal «La Gable è sensazionale nel ritrarre Parigi, sia quando ambienta le scene ai giorni nostri, inquadrando gli avventori di un piccolo cafè, sia quando racconta lo sfoggio di gioielli e pellicce in un bistrò dei primi del Novecento. Viva Un favoloso appartamento a Parigi.» Booklist «Una lettura incantevole.» Historical Novel SocietyMichelle Gableè cresciuta a San Diego, si è laureata al College of William & Mary e vive a Cardiff By the Sea, in California, con il marito, due figlie e un gatto. Si occupa di finanza e dedica tutto il tempo libero alla scrittura. L’idea per Un favoloso appartamento a Parigi, il suo romanzo d’esordio, è nata da una fotografia dell’appartamento parigino di M.me De Florian, arredato con estremo gusto eppure abbandonato per 70 anni.
(source: Bol.com)

Il Favolello ed Tesoretto

Il Favolello è una “breve fiaba” sull’amicizia, in versi settenari rimati a coppie, lo stesso metro del Tesoretto, dedicata da Brunetto Latini al poeta fiorentino Rustico di Filippo. Il Tesoretto sarebbe stato composto contemporaneamente al Le Livre dou Tresor, la nota opera dottrinale del Latini scritta nella lingua d’oil durante l’esilio in Francia (1260-1266). Ledizioni propone la versione digitale in formato epub di quest’opera fuori diritti.

Favole fuorilegge

Le favole sono sempre fuorilegge: basta dire ‘c’era una volta’ per capovolgere la realtà con tutte le sue regole. Queste però lo sono davvero. Dopo averle ascoltate dalla bocca di suo nonno e averle custodite nella memoria, Lilin ce le regala accompagnate dai suoi disegni-tatuaggi, qui piú poetici e potenti che mai. Fiabe spiazzanti, dove i cattivi sono i servitori dello Stato e i lupi hanno molto da insegnare agli uomini. Negli spazi sconfinati di una Siberia mitica e selvaggia, non c’è albero, fiume, animale, che non prenda corpo e voce. L’universo può popolarsi di Madonne armate, sciabole che si fanno giustizia da sole, briganti che rubano l’oro per restituirlo al grande spirito della taiga. È la forza sovversiva della natura che permea ogni cosa e prende il sopravvento sull’ottusità e la prepotenza degli uomini.

Da sempre in Siberia i destini dei grandi imperi si sono intrecciati a quelli degli uomini, componendo un unico tessuto narrativo alla base di molte leggende. Ma la Siberia, nei racconti dei vecchi, è soprattutto un luogo mitico: terra di liberi cacciatori, allevatori e nomadi, fuorilegge e briganti, anarchici per eccellenza, che ripudiano qualsiasi forma di potere che tenda a incatenare l’uomo. Dalle fiabe di Nicolai Lilin emerge un mondo tutto al contrario, dove i concetti di bene e male perdono le loro connotazioni abituali per acquistarne di nuove. Dove un vecchio lupo può insegnare agli uomini il senso del concetto di dignità. Dove l’icona di una Madonna siberiana può animarsi e tirare fuori due pistole per uccidere gli oppressori. Dove i gatti sono gli unici esseri viventi in grado di riconoscere il demonio. Il potere è un sistema corrotto che impone leggi vessatorie. Ricchi mercanti e i loro eserciti privati, emissari dello zar, nobili con vizi inimmaginabili si scontrano con le persone semplici che vivono in armonia con la natura, lottando contro la prepotenza dei tiranni. Sullo sfondo di questa variopinta processione umana si stende un luogo immenso, sconfinato e selvaggio, che lascia nelle anime un segno profondo, indelebile come un tatuaggio, o una ferita.

(source: Bol.com)

Favole del tramonto

“Favole del tramonto” le ha chiamate l’autore, motivando nella nota introduttiva l’incantesimo amaro e ironico da cui provengono. Favole brevi, talora di fulminante brevità tipografica, eppur sempre lunghe concettualmente quanto il tempo che le collega a Esopo e Fedro per ricondurle in ciclico percorso – tappa obbligata, Svevo – al luogo del travaglio ove son nate, nella culla del terzo millennio.Un Camilleri “diverso”? Un Camilleri “segreto”? Non tanto, ci sembra; non tanto, almeno, quanto potrebbe a prima vista apparire. Perché anche queste sorprendenti favole non sono in fondo che indagini – impietose e commosse insieme – sulla condizione dell’uomo, medesimo oggetto delle inchieste di Montalbano. In perfetta simbiosi, questa volta, con le “immagini” geniali di Angelo Canevari che le suggestioni del testo illustrano “plasticamente” (l’avverbio qui congiunge metafora e materia) nella onirica dimensione dell’arte.

Fattore di rischio

Dopo aver eseguito l’autopsia di un uomo morto in uno dei tre ospedali della catena privata Angels Healthcare, Laurie Montgomery – medico legale, già brillante protagonista dei precedenti thriller di Cook – scopre che la vittima è deceduta a causa di un’infezione polmonare fulminante. Confrontando i risultati con altri precedenti, capisce di trovarsi di fronte a un caso più complesso di quanto non avesse pensato. Un caso che fa balenare nella sua mente una parola terribile: pandemia. Le morti per lo stesso tipo di patologia negli ospedali della Angels Healthcare, infatti, sono drammaticamente aumentate negli ultimi tre mesi, e nessuna misura pare in grado di fermare l’epidemia. Spinta dal senso del dovere, e soprattutto dalla preoccupazione per il neomarito Jack Stapleton, che deve subire un’operazione proprio nella struttura ortopedica della Angels, Laurie inizia a indagare per venire a capo del mistero.
**

Il fattore delta

Con un inizio folgorante, Spillane lancia il suo detective Morgan il Razziatore in un’avventura mortale, dove l’attendono una bionda fenomenale (il “fattore delta”), le ombre del passato e un sinistro fortino nei Caraibi, costruito nel 1630 dagli spagnoli per i condannati politici: da quell’imprendibile fortezza di granito, consacrata alla morte e alle più orrende torture, è impossibile evadere.

Fatto per uccidere

A Grad cade la neve quando Sophia, su un binario della stazione ferroviaria, lotta con tre uomini che vogliono sopraffarla. Un treno passa sbuffando vapore – forse per lei è la salvezza! – ma no, rallenta e basta, non si ferma. Quando ormai tutto sembra perduto, la porta di un vagone si apre e due mani sconosciute la traggono a bordo. Sophia è sfuggita ai suoi aggressori, ma chi l’ha salvata? Tjark Vinter sembra un gentiluomo, ma sul suo viso una cicatrice rivela che ha combattuto nella Guerra dei Sospiri, dieci anni prima. Sophia scoprirà presto che la guerra gli ha lasciato ben altre cicatrici, dato che Vinter è uno dei pochi maghi da combattimento rimasti in circolazione, uno dei pochi a padroneggiare arti ormai inutili, in tempo di pace. E quando verrà a sapere che è stato arrestato dovrà ricambiargli il favore e salvargli la vita, perché le autorità vogliono cancellare dal mondo lui e il suo segreto… un’abilità che lo rende una perfetta macchina da guerra, ma che gli impedisce di dimostrarle tutta la passione che prova per lei.

CONTIENE SCENE ESPLICITE – CONSIGLIATO A UN PUBBLICO ADULTO

”Vinter le avvolse una pelliccia attorno alle spalle Sophia si appoggiò dolcemente a lui. Un istante più tardi sentì le sue mani che le massaggiavano i piedi nudi, scaldandoli.
‘Grazie’ sussurrò. Aveva un seno schiacciato contro il suo fianco e trovava la loro vicinanza sempre più stordente.
Sollevò il viso verso quello di lui e vide la sua espressione seria, quasi accigliata.
‘Signora Blomgren…’
‘Mi chiami Sophia’.
Erano così vicini che quando le labbra di lui sfiorarono le sue Sophia quasi non se ne accorse. Quasi, perché il cuore iniziò a batterle nel petto come un forsennato.
‘Mm… Sophia, benissimo. Quindi puoi chiamarmi Tjark. Forse dovremmo andare a letto’.
Lei arrossì violentemente, come fosse una ragazzina alla prima cotta, e Vinter sbatté le palpebre un paio di volte.
‘Intendevo dire ognuno nel suo, è ovvio. Non volevo suggerire…’ Sospirò e la baciò di nuovo. ‘O forse volevo suggerirlo, dopo tutto. Non riesco a fermarmi. Fermami tu, per favore’.
‘Come dovrei fare?’.
‘Potresti dire “smettila”‘.
La baciò ancora, ancora una volta sfiorando appena le sue labbra.
Sophia si allungò verso di lui, premendogli il corpo contro.
‘Sì, smettila, Tjark. Ecco, ora l’ho detto, sei contento?’. Intrecciò le dita alle sue e, continuando a baciarlo, si portò la sua mano al petto. ‘Smettila subito’.
Vinter strinse la morbidezza del suo seno. Il cuore di Sophia sembrava impazzito, e anche il suo corpo. Si inarcò contro di lui, mentre con le labbra gli separava le labbra e assaggiava il suo sapore con la lingua.
‘In effetti non dovrei’ sospirò Vinter, nella sua bocca. La sua mano massaggiava il suo seno in modo così gradevole da darle i brividi, accarezzandola al di sopra della casacca.”

(source: Bol.com)

Fatti furbo, Bugs!

Una piccola cittadina in Texas. Bugs McKenna, un ex detenuto, è appena arrivato in città ed è già imprigionato nel carcere locale. Lo sceriffo Lou Ford gli offre un lavoro come detective al Hanlon’s Hotel. Ma perché? Le cose cominciano a farsi pericolose quando Bugs si innamora di Amy, la ragazza di Lou Ford, e quando il contabile dell’albergo viene trovato morto dopo una caduta dall’ottavo piano. Inoltre, qualcuno comincia a ricattare il povero McKenna.