38977–38992 di 74503 risultati

La città morta

Per Muto la fantastica avventura ha inizio quando il MACK ha estratto a sorte il suo nome tra milioni di altri. Il MACK, un complesso calcolatore elettronico che decide chi deve venir sospeso. Ma cosa significa “venire sospeso” nell’angoscioso mondo di domani? Chi sono i cacciatori? Qual è la vera funzione del MACK e soprattutto cosa rappresenta veramente la Città Morta? Qual è il segreto senza nome che si cela tra le sue mura? Un nuovo affascinante romanzo sociologico di uno dei migliori autori europei di fantascienza, una storia di azione che farà riflettere sul mondo di domani.

La città e i cani

Per lo scrittore peruviano, il momento della crisi avvenne quando il padre, che osteggiava violentemente la sua passione letteraria, decise di affidarlo a un istituto gestito da militari, famoso per la sua durezza: il Collegio Leoncio Prado, a Lima. Racconterà Vargas Llosa: “Per me fu come scoprire l’inferno, ma fu lì che cominciai a scrivere. Fui costretto a coltivare la mia passione in segreto: ma fu per me come uno sfogo alla rivolta che nutrivo contro il Leoncio Prado”. In questo romanzo, che vuole essere una metafora della violenza contemporanea, l’autore torna alla dolorosa esperienza nel collegio.

La città dorme

Peter Alan Nelsen è uno dei registi più potenti e pagati del pianeta e ogni suo capriccio è legge. Quando, dopo anni di indifferenza, decide di ritrovare l’ex moglie Karen e il figlio Toby, abbandonati per inseguire il successo, uno stuolo di assistenti si attiva per ingaggiare il migliore investigatore sulla piazza. Un caso apparentemente facile che si trasforma, però, in un incubo. Rintracciata Karen nel paesino del Connecticut dove si è rifatta una vita e una nuova identità, la donna nega ogni legame con l’ex-marito e sembra spaventata a morte. Toccherà a Cole sventare il ricatto che vincola Karen al silenzio. Prima che il boss mafioso più potente della East Goast lo costringa ad aprire un nuovo ufficio… sul fondo del fiume Hudson.
**

La città dolente

François non ama, e non ne sente il bisogno. Brillante, ricco, elegante, studente modello dell’École Supérieure di Parigi, sta scrivendo una tesi su Dante. Vive una vita perfetta, anche se senza passione.
Ma siamo nel 1941, arriva la guerra, il collaborazionismo, e François è di famiglia ebrea. Per il ragazzo, poco più che ventenne, è il momento di ricevere una particolare e dolorosa ’educazione sentimentale’.
Il 20 agosto François viene preso in un rastrellamento e rinchiuso nel campo di lavoro di Drancy, pallido anticipo delle tappe successive, Auschwitz e Treblinka.
Qui François dovrà imparare a sopravvivere, aggrappandosi alle sue capacità di matematico, ai suoi raffinati modi aristocratici, e specialmente alle sue doti di violinista.
Ma soprattutto vivrà un processo di umanizzazione e disumanizzazione al tempo stesso, che lo porterà a sperimentare tutti i sentimenti nella forma più estrema, anche l’amore.
Anziché fare la tesi su Dante, François si troverà a rivisitare, in chiave moderna, tutti i gironi infernali, fino a un punto che neppure il poeta fiorentino aveva immaginato.
Con una scrittura punteggiata di lampi d’alta poesia, Zimmermann, che ha perso trentasette familiari ad Auschwitz, riesce ancora a dire qualcosa di nuovo sull’olocausto: *La città dolente* è un romanzo, un libro di storia, un’interpretazione del nazismo in sintonia con i film di Visconti e della Cavani.

Città di cenere. Shadowhunters

Clary Fray vorrebbe soltanto che qualcuno le restituisse la sua vecchia, normalissima, vita. Ma non c’è niente di normale nella sua vita se può vedere licantropi, vampiri e altri Nascosti, se sua madre è in un coma magicamente indotto e lei scopre di essere uno Shadowhunter, un cacciatore di demoni. Se Clary si lasciasse il mondo dei Cacciatori alle spalle avrebbe più tempo per Simon (forse più di un amico ormai). Ma è il mondo dei Cacciatori che non è disposto a lasciar andare lei, soprattutto Jace, il suo affascinante, permaloso fratello appena ritrovato. Per Clary l’unico modo di salvare la madre è inseguire Valentine, il cacciatore ribelle, che è probabilmente pazzo, sicuramente malvagio e anche, purtroppo, suo padre. A complicare le cose a New York si moltiplicano gli omicidi dei figli dei Nascosti. E la città diventa sempre più pericolosa, anche per uno Shadowhunter come Clary.
**

La città delle stelle

Nella vetrina di un antiquario Georgia scopre, in mezzo a tanti oggetti impolverati, la statuina di un cavallo alato. Se ne innamora e quando finalmente riesce a risparmiare abbastanza per comprarla, sa che dovrà tenerla lontana dalle grinfie di Russell, l’odioso fratellastro sempre pronto a tormentarla. Ciò che Georgia non sa, invece, è che quel cavallino le permetterà di viaggiare in un altro mondo e in un’altra epoca: nel sedicesimo secolo, a Remora, una città molto simile alla nostra Siena, in cui si corre ogni anno la Stellata, una gara di cavalli attesa con febbrile entusiasmo da tutti gli abitanti. Età di lettura: da 13 anni.
**

La città delle ossa

Per Harry Bosch i casi irrisolti sono ferite aperte. Non importa a quando risalgano, il grido delle vittime che reclamano giustizia è troppo forte perché possa ignorarlo. Questa volta quel grido viene da lontano, ed è l’eco del crimine più atroce e spregevole: l’omicidio di un bambino. I resti della piccola vittima sono venuti alla luce fortuitamente in un bosco di acacie, dove giacevano da vent’anni. Emerse dal suolo scuro, come se avessero atteso con impazienza di essere ritrovate, quelle ossa sono per Bosch il segno di quanto la sua città sia marcia e corrotta. Ora tocca a lui scoprire a chi appartenevano, ricostruire un po’ per volta quella vita spezzata, sfidando l’indifferenza della polizia, già pronta ad archiviare un caso che non ha più linfa, e cercando di tenere a bada il morboso assalto dei media, che sembrano andare a nozze con un caso del genere.
Con l’ostinazione che una vicenda così ignobile gli detta, Bosch annaspa tra indizi contraddittori e lotta contro i suoi eterni fantasmi che risichiano di trascinarlo a fondo. Ma sa anche che quella è l’unica strada da seguire per consegnare il colpevole alla giustizia, facendosi finalmente beffa della sua prolungata impunità.

(source: Bol.com)

La città delle navi

In fuga da New Crobuzon, dove amici e conoscenti di lsaac Dan der Grimnebulin vengono rastrellati dalla milizia, Bellis Coldwine, ex fidanzata dello scienziato rinnegato, si imbarca per Nova Esperium, intenzionata a vivere in quella colonia di frontiera finché la situazione nella metropoli non si sarà risolta. Ma la sua nave viene assaltata dai pirati, gli ufficiali al comando vengono uccisi e i passeggeri, inclusi i prigionieri Rifatti, liberati e accolti come membri paritari della comunità corsara vengono portati ad Armada, una città galleggiante di imbarcazioni sequestrate e riadattate dagli abitanti. A tutti vengono offerti lavoro e alloggio, in quella strana città che accoglie chiunque ma che per motivi di sicurezza è impossibile lasciare.
**

Città delle anime perdute. Shadowhunters

Lilith, madre di tutti i demoni, è stata distrutta. Ma quando gli Shadowhunters arrivano a liberare Jace, che lei teneva prigioniero, trovano soltanto sangue e vetri fracassati. E non è scomparso solo il ragazzo che Clary ama, ma anche quello che odia, suo fratello Sebastian, il figlio di Valentine. Un figlio determinato a riuscire dove il padre ha fallito e pronto a tutto per annientare gli Shadowhunters. La potente magia del Conclave non riesce a localizzare né l’uno né l’altro, ma Jace non può stare lontano da Clary. Quando si ritrovano, però, Clary scopre che il ragazzo non è più la persona di cui si era innamorata: in punto di morte Lilith lo ha legato per sempre a Sebastian, rendendolo un fedele servitore del male. Purtroppo non è possibile uccidere uno senza distruggere anche l’altro. A chi spetterà il compito di preservare il futuro degli Shadowhunters, mentre Clary sprofonda in un’oscura furia che mira a scongiurare a ogni costo la morte di Jace? Amore. Peccato. Salvezza. Morte. Quale prezzo è troppo alto per l’amore? Di chi ci si può fidare, quando peccato e salvezza coincidono? Ma soprattutto: si possono reclamare le anime perdute?

La città dell’oblio

“Passavamo intere giornate a camminare tra le colline di Sainte Victoire. Abbiamo scoperto una casa abbandonata. Facevamo l’amore sul prato lì davanti e poi prendevamo il sole. Ma quando è arrivata l’estate, ho sentito qualcosa incrinarsi. Mathilde era sfuggente, sempre più distratta, ciò che le raccontavo non la interessava più…” Nella cella 318 del carcere di Marsiglia, Gabriel Bove vive con il fantasma della donna che ha ucciso, e che dipinge in una serie di ritratti inquietanti. Da anni non parla con nessuno, e non approfitta neanche dell’ora d’aria. Ralph è uno scrittore fallito che proprio in quel carcere tiene un corso di scrittura creativa. E lì conosce Gabriel, senza sapere ancora che quell’incontro gli cambierà la vita. Attratto da un universo che lo seduce e lo spaventa, Ralph decide che l’unico modo per salvare Bove è farlo scappare. Ma come organizzare l’evasione di una persona che non nutre più alcun interesse per la propria esistenza?
**

La città dei mastini. Le indagini di Mary Lester, ispettore di polizia in Bretagna

Sulla scia dei brillanti successi ottenuti nelle precedenti indagini, stavolta la giovane ispettrice Mary Lester viene mandata nella splendida Saint- Malo. Le viene richiesto di cercare indizi su un decesso avvenuto ben otto mesi prima. Vittima: la giovane e bella moglie di un attempato notaio. Nonostante la polizia locale l’abbia archiviata come morte naturale, il marito pretende che si indaghi più a fondo. Mary comincia così a mettere sottosopra la sonnolenta gendarmeria del posto, seguendo la debole traccia di alcune persone scomparse. È un’antica leggenda quella dei feroci mastini che proteggevano anticamente Saint- Malo, a fornirle una pista che potrebbe condurla a risolvere il mistero.

La città dei libri proibiti

Tra la New York di oggi e la Strasburgo del 1400 si giocano i destini di due uomini e dell’intera umanità. Nick Ash lavora per l’FBI e ha appena ricevuto un’email dalla sua ex fidanzata, Gillian, che contiene una strana carta da gioco medievale e un’urgente richiesta: “Aiutami, stanno arrivando”. Quando Nick cerca di rintracciarla si accorge che la donna è scomparsa, ed è stata vista per l’ultima volta in un piccolo paese tra le montagne tedesche. Non gli resta altro che partire. Volerà in Europa per trovarla, ma durante la ricerca dovrà fare i conti con la storia di un uomo leggendario, Gutenberg, e con un mistero vecchio seicento anni: un segreto che qualcuno sta cercando di preservare, anche a costo di uccidere. Nick seguirà le tracce di un antico manoscritto, cercando di ricostruire, di città in città, un puzzle che si fa sempre più complesso; perché i pezzi di questa storia sono stati celati per troppi secoli. Gillian è la chiave, salvarla è l’unica possibilità per uscirne vivi.

La città degli uomini. Cinque riflessioni in un mondo che cambia

Fausto Bertinotti affronta in questo libro i temi cruciali del mondo contemporaneo: la crisi della democrazia, la globalizzazione e la mobilità sociale, la guerra e il terrorismo, le relazioni fra l’Europa e gli Stati Uniti, la funzione della politica nella nostra società e il suo rapporto con l’etica. Le sue posizioni sono chiare e spesso controcorrente, e la sua critica a molti dei luoghi comuni che si sono imposti negli ultimi anni è radicale. A differenza di quanto spesso si sostiene, da qualche decennio a questa parte il tasso di democrazia si è ridotto in modo significativo. Se negli anni Sessanta e Settanta la partecipazione popolare al potere pubblico ha ricevuto la massima spinta propulsiva, oggi si sono affermate – e vanno affermandosi sempre di più – nuove istituzioni, dalla natura sovranazionale e sottratte al controllo dei cittadini, che influenzano pesantemente la vita di ognuno di noi e che, dietro la maschera di una pretesa neutralità tecnica, sono in realtà controllate da poteri forti.
**

La città degli incubi

Stati Uniti, anni Venti. Un uomo completamente ubriaco giunge in una piccola città fantasma; tra imprenditori criminali e poliziotti corrotti, vede negli occhi di una donna quel lampo di innocenza che gli darà la forza di trovare, per lei e per sé, una via di fuga da quella città-prigione. È il protagonista del primo dei dieci racconti riuniti in questo volume, ambientati in California, dalle strade di San Francisco ai deserti. Dieci spaccati che compongono un quadro preciso della società americana durante gli anni del proibizionismo: un mondo cinico, ostile, corrotto, nel quale spiccano pochi individui disillusi, privi di facili moralismi, ma strenuamente impegnati a lottare contro un male dilagante, capaci, come il Continental Op che proprio in queste pagine muove i primi passi da investigatore, di guardare negli occhi la realtà per quello che è, senza per questo smettere di amarla.
**