37521–37536 di 72034 risultati

Tutta un’altra strage

Sono passati ventisei anni dall’attentato del 2 agosto 1980 in cui morirono 85 persone e ne restarono ferite 200, eppure si ha la sensazione che non sia stata fatta chiarezza. Gli ex terroristi neri Valerio Fioravanti e Francesca Mambro continuano a dichiarare la loro innocenza. A ragione o a torto? Il libro cerca di rispondere a queste domande ripercorrendo le centinaia di migliaia di pagine del processo, riascoltando la parole dei principali protagonisti della vicenda e andando alla scoperta di nuove voci e nuovi documenti. Il risultato è un racconto nel quale si ricostruisce l’esperienza collettiva degli anni Sessanta, Settanta e Ottanta, quando la democrazia italiana fu messa a dura prova dal terrorismo nero e rosso.

Tutta un’altra cosa

IL NUMERO 1500 DI ‘URANIA’
Si festeggia con:
Storie da uomini, romanzo breve di John Kessel vincitore del premio James Tiptree, jr. 2002. In una situazione non meno scottante di La luna è una severa maestra del grande Heinlein (ma più dura e aggiornata), scoprirete cosa significa essere uomini domani. Sulla luna.
Il ranch di Cranwell, un romanzo breve di Giorgio Monicelli. In compagnia del fondatore di ‘Urania’, qui nell’insolita veste di narratore, vivrete un’avventura completa nell’ignoto.
Sei racconti di Fruttero & Lucentini, ormai riscoperti anche come grandi narratori di sf: Dalle due alle tre e mezzo, Domenica alla frontiera, Un modo c’è sempre, L’affare Herzog, Il senso delle proporzioni, Tutta un’altra cosa.
Un racconto di Gianni Montanari, Carne di Stato, e uno di Giuseppe Lippi, Il lago d’inferno.
Inoltre rubriche e informazioni varie.
Indice
John Kessel – Storie da uomini (Stories for Men, 2002)
Giorgio Monicelli – Il ranch di Cranwell
Carlo Fruttero e Franco Lucentini – Dalle due alle tre e mezzo
Carlo Fruttero e Franco Lucentini – Domenica alla frontiera
Carlo Fruttero e Franco Lucentini – Un modo c’è sempre
Carlo Fruttero e Franco Lucentini – L’affare Herzog
Carlo Fruttero e Franco Lucentini – Tutta un’altra cosa.
Gianni Montanari – Carne di Stato
Giuseppe Lippi – Il lago d’inferno
Copertina di Franco Brambilla

Tutta la verità su Alice

Un romanzo straordinario Vincitore del premio Teen Choice Debut Author Tutti sanno che Alice è andata a letto con due ragazzi nella stessa sera, a una festa. E quando Brandon Fitzsimmons – il quarterback della scuola, bello e famoso – muore in un incidente d’auto, viene fuori che mentre guidava stava chattando al cellulare con Alice: lei gli stava mandando messaggi ad alto tasso erotico. A scuola già si diceva che Alice fosse una ragazza facile, una poco di buono, ma dopo la morte di Brandon, la macchina del fango impazzisce. C’è chi sostiene che abbia abortito, chi dice che sia disposta a tutto per un aiuto in matematica, il bagno delle ragazze è costellato di insulti anonimi a lettere cubitali e indelebili. Ma la vita di Alice è davvero quella che tutti pensano di conoscere? Oppure molti proiettano su di lei i loro più torbidi segreti? Jennifer Mathieu riesce a raccontare con dissacrante realismo la vita di una ragazza qualunque, senza aggrapparsi a stereotipi o vecchi clichè. Jennifer Mathieugiornalista e insegnante di inglese, vive in Texas con il marito e il figlio. Tutta la verità su Alice è il suo romanzo d’esordio, con cui ha vinto il Teen Choice Debut Author Award.

Tutta la luce che non vediamo

VINCITORE DEL PREMIO PULITZER 2015 PER LA FICTION È il 1934, a Parigi, quando a Marie-Laure, una bambina di sei anni con i capelli rossi e il viso pieno di lentiggini, viene diagnosticata una malattia degenerativa: sarà cieca per il resto della vita. Ne ha dodici quando i nazisti occupano la città, costringendo lei e il padre a trovare rifugio tra le mura di Saint-Malo, nella casa vicino al mare del prozio. Attraverso le imposte azzurre sempre chiuse, perché così impone la guerra, le arriva fragorosa l’eco delle onde che sbattono contro i bastioni. Qui, Marie-Laure dovrà imparare a sopravvivere a un nuovo tipo di buio. In quello stesso anno, in un orfanotrofio della Germania nazista vive Werner, un ragazzino con i capelli candidi come la neve e una curiosità esuberante per il mondo. Quando per caso mette le mani su una vecchia radio, scopre di avere un talento naturale per costruire e riparare questi strumenti di fondamentale importanza per le tattiche di guerra, un dono che si trasformerà nel suo lasciapassare per accedere all’accademia della Gioventù hitleriana, e poi partire in missione per localizzare i partigiani. Sempre più conscio del costo in vite umane del suo operato, Werner si addentra nel cuore del conflitto. Due mesi dopo il D-Day che ha liberato la Francia, ma non ancora la cittadina fortificata di Saint-Malo, i destini opposti di Werner e Marie-Laure convergono e si sfiorano in una limpida bolla di luce. Lirico, potente, malinconico, squarciato da improvvise speranze, il romanzo di Doerr è un ponte gettato oltre lo smarrimento che accomuna tutti, una delicata partitura che ci sussurra come, contro ogni avversità, viviamo alla ricerca di un gesto luminoso che ci avvicini agli altri.

Tutta colpa dell’angelo. Un’allegra favola di Natale

Siamo in un piccolo villaggio californiano e Lena ruba un pino dal terreno del suo ex marito per farlo diventare un albero di Natale. Ma quando l’ex marito la sorprende, vestito da Babbo Natale e ubriaco, lei accidentalmente lo uccide. La questione si complica perché un ragazzino, che assiste all'”omicidio di Babbo Natale”, esprime il desiderio di riportarlo in vita per non rinunciare ai doni. E il peggio viene quando l’angelo incaricato di realizzare il desiderio resuscita per sbaglio non solo Babbo Natale, ma anche tutti i morti del cimitero, ormai zombie… Una fiaba cattivella per chi si dichiara allergico al Natale.
**

Tutta colpa dell’Amore (E anche di un cupcake)

Sinossi
RACCONTO
Gaia vive a Cefalù e possiede un piccolo negozio di Souvenir, ama la sua vita, il suo ragazzo e il mare. Un giorno, un incontro inaspettato le farà rivedere il suo migliore amico, Stefano, ritornato da un lungo viaggio di lavoro. Il mondo è crudele, Stefano ha avuto un incidente e non ricorda più la loro amicizia, i loro giorni passati a scherzare e divertirsi, i primi litigi e il loro amore. Tutto sembra ormai svanito per sempre. Eppure Gaia non si arrende e tenterà con ogni mezzo di risvegliare in Stefano il ricordo della loro storia d’amore. Un cupcake, un ragazzo smemorato, un amore che rinasce da ricordi sopiti o che semplicemente non si è mai estinto.

Tutta colpa del tè

Credere nell’amore, avere fiducia in questo sentimento pare non essere più possibile per Luisa, innamorata e ingenua, vittima di una situazione e un uomo che le spezzano il cuore. Ma la forza motrice che anima ogni donna, l’amore per un figlio, sarà il suo punto di partenza, e la piccola che darà alla luce riporterà lei stessa alla vita.
Luisa, sedotta e abbandonata, lascerà l’Italia con la piccola Viola al seguito e raggiungerà la sua famiglia, tornando a occuparsi della sua più grande passione: la cucina, lavorando presso l’albergo che i genitori gestiscono a Inverness in Scozia. In un ambito familiare meraviglioso, protetta e sostenuta dai suoi cari, Luisa piano piano risorgerà dalle sue ceneri, ritrovando anche se a fatica, la tranquillità perduta. Le sue giornate, incentrate totalmente sul lavoro e sulla crescita della figlia, non lasciano spazio all’amore, a un uomo e a sentimenti con i quali sembra aver chiuso per sempre, barricandosi in un dolore che il tempo ha lenito, ma non ha cancellato. Fino a quando…
Beh lo sappiamo, al destino piacciono i colpi di scena. Galeotto fu l’albergo di famiglia, sua oasi di pace, ma anche culla silenziosa di grandi novità. Con l’arrivo di un nuovo membro dello staff, David Alexander Hamilton, per Luisa sarà tempo di cambiamenti e di pulsioni dimenticate.
Così come le stagioni si accavallano, quando la pioggia lascia spazio al sole che tutto rinnova, anche per Luisa inizierà un percorso di rinascita, in cui l’amore farà capolino prima, per sfociare poi in una passione incontenibile. Ma le ombre del passato, non solo quelle di Luisa, non saranno facili da arginare: David Hamilton nasconde un passato turbolento e un drammatico segreto.
Così come un temporale impazzito, la tempesta minaccerà i conquistati equilibri, minerà le ritrovate certezze e metterà ancora una volta tutto in discussione. Ma se a bussare alla porta è l’amore, quello vero, potrà la ragione farsi da parte e il passato essere cancellato?
Pagina Facebook dell’autrice: https://www.facebook.com/martasavarinoautrice

Tutta colpa degli occhi azzurri

Jessica e’ una trentenne in carriera che vive a Londra e sta per sposare l’uomo piu’ ricco del paese. Fredda e razionale, crede piuttosto in un ricco conto in banca che nelle favole d’amore. Ma il suo futuro brillante viene seriamente minacciato e la sua carriera sta per finire bruscamente. Quando incontra Jamie, il ragazzo dagli occhi piu’ belli che abbia mai visto, strani ricordi si risvegliano in lei, provocandole una fortissima sensazione di deja-vu. Chi e’ questo misterioso Occhi-Azzurri, e come mai e’ apparso nella sua vita proprio quando piu’ ne aveva bisogno? Per scoprirlo, per vendicarsi del suo ricco e prepotente fidanzato e per salvare la propria immagine nella high-society di Londra, Jessica architetta un piano molto inedito: un viaggio esotico e pieno di avventure in Grecia a Santorini, destinato a cambiarle la vita per sempre. Un romanzo da leggere col fiato sospeso, ricco, divertente e passionale che vi fara’ sognare e innamorare. IL SEQUEL DI QUESTO LIBRO : “Innamorarsi a Santorini – Basta la magia di un’isola per trovare il vero amore?”

Tutt’e Tre

Tutt’e tre L’ombra del rimorso Il bottone della palandrana Marsina stretta Il marito di mia moglie La maestrina Boccarme Acqua e li Come gemelle Filo d’aria Un matrimonio ideale Ritorno Tu ridi Un po’ di vino La liberazione del re I due compari

Turisti in giallo

Il delitto ama viaggiare. Anzi, da Arthur Conan Doyle e Agatha Christie in poi, il crimine quando si mescola con lo sradicamento del viaggiatore offre pagine gialle di accresciuto mistero, frutta più elaborate costruzioni di intreccio. Le piste sbiadiscono, i moventi diventano più confusi, più ingarbugliati gli enigmi quando vengono da lontano con i turisti.
Una vetta valdostana ha inghiottito per sempre uno scalatore: Rocco Schiavone, il poliziotto romano creato da Antonio Manzini con un cuore tenero sotto strati di scuro, deve salire dove mai vorrebbe per vedere la montagna assassina. Petra Delicado, barcellonese e femminista ispettrice inventata da Alicia Giménez-Bartlett, scopre da dove viene il corpo della prostituta abbandonata in un fosso. L’eroe dello scrittore Gaetano Savatteri si chiama Lamanna ed è un giornalista disoccupato; costretto a fare da guida turistica gli capita una strana coppia, un attempato signore con la sua giovanissima compagna straniera. Francesco Recami, con la sua penna, manda il pensionato della serie Casa di ringhiera a Firenze: caldo e confusione per un ricorrente thriller degli equivoci. Al tempo in cui ancora si coniavano le lire, Santo Piazzese trova un nuovo inghippo per il suo professor La Marca; sono venuti due scienziati americani per un seminario di biologia, ma di che molecole si occupano per davvero?
Massimo, il barrista del BarLume, è in montagna con la fidanzata poliziotta; Marco Malvaldi, il suo autore, gli mette tra gli scarponi un rompicapo.
Gli autori di Turisti in giallo sono tra gli scrittori che più hanno rinnovato il poliziesco in questi anni. Un successo letterario che trova le sue basi nella personalità umana che resta impressa dei loro investigatori e nell’ambientazione insolita, quasi eccentrica, in cui si muovono. E nel racconto giallo, genere delicato e prezioso da costruire di cui Sellerio ha con questa antologia completato la nona raccolta a tema, questi caratteri risaltano nella loro pienezza.

Il delitto ama viaggiare. Anzi, da Arthur Conan Doyle e Agatha Christie in poi, il crimine quando si mescola con lo sradicamento del viaggiatore offre pagine gialle di accresciuto mistero, frutta più elaborate costruzioni di intreccio. Le piste sbiadiscono, i moventi diventano più confusi, più ingarbugliati gli enigmi quando vengono da lontano con i turisti. Gli autori di ‘Turisti in giallo’ sono tra gli scrittori che più hanno rinnovato il poliziesco in questi anni. Un successo letterario che trova le sue basi nella personalità umana che resta impressa dei loro investigatori e nell’ambientazione insolita, quasi eccentrica, in cui si muovono. E nel racconto giallo, genere delicato e prezioso da costruire di cui Sellerio ha con questa antologia completato la nona raccolta a tema, questi caratteri risaltano nella loro pienezza.

**

Sinossi

Il delitto ama viaggiare. Anzi, da Arthur Conan Doyle e Agatha Christie in poi, il crimine quando si mescola con lo sradicamento del viaggiatore offre pagine gialle di accresciuto mistero, frutta più elaborate costruzioni di intreccio. Le piste sbiadiscono, i moventi diventano più confusi, più ingarbugliati gli enigmi quando vengono da lontano con i turisti. Gli autori di ‘Turisti in giallo’ sono tra gli scrittori che più hanno rinnovato il poliziesco in questi anni. Un successo letterario che trova le sue basi nella personalità umana che resta impressa dei loro investigatori e nell’ambientazione insolita, quasi eccentrica, in cui si muovono. E nel racconto giallo, genere delicato e prezioso da costruire di cui Sellerio ha con questa antologia completato la nona raccolta a tema, questi caratteri risaltano nella loro pienezza. 

Il Turista

«Tutti fingono, la menzogna è l’unica moneta di scambio che abbia valore. Solo che noi dobbiamo essere più bravi.»
Il Turista è un serial killer perfetto, diverso da ogni altro. Tanto per cominciare, non “firma” i suoi omicidi e non lancia sfide ai detective, perché farsi catturare è l’ultimo dei suoi desideri. È un mago del camuffamento, non uccide secondo uno schema fisso e mai due volte nella stessa città o nello stesso Paese: per questo lo chiamano il Turista. In più, non prova empatia né rimorso o paura, esercita un controllo totale sulla propria psicopatia. In altre parole, è imprendibile, l’incubo delle polizie di tutta Europa. Anche il più glaciale degli assassini, però, prima o poi commette un passo falso che lo fa finire in gabbia. Succede a Venezia – il territorio di caccia ideale per qualunque assassino – e la gabbia non è un carcere: è una trappola ben più pericolosa, tesa da qualcuno che in lui ha scorto la più letale delle opportunità.
Anche Pietro Sambo ha fatto un errore, uno solo ma pagato carissimo. Adesso, ex capo della Omicidi, vive ai margini, con il cuore a pezzi. Poi arriva l’occasione giusta, quella per riconquistare onore e dignità. Ma per prendere il Turista dovrà violare di nuovo le regole, tutte, rischiando molto più della propria reputazione.
Maestro riconosciuto del noir europeo, Massimo Carlotto ci ha abituato a spingere i confini dei generi dove nessuno è mai arrivato. Per scrivere il suo primo thriller ha fatto saltare ogni paradigma, costruendo una macchina narrativa che non offre certezze se non quella dell’adrenalina che mette in circolo.
**
### Sinossi
«Tutti fingono, la menzogna è l’unica moneta di scambio che abbia valore. Solo che noi dobbiamo essere più bravi.»
Il Turista è un serial killer perfetto, diverso da ogni altro. Tanto per cominciare, non “firma” i suoi omicidi e non lancia sfide ai detective, perché farsi catturare è l’ultimo dei suoi desideri. È un mago del camuffamento, non uccide secondo uno schema fisso e mai due volte nella stessa città o nello stesso Paese: per questo lo chiamano il Turista. In più, non prova empatia né rimorso o paura, esercita un controllo totale sulla propria psicopatia. In altre parole, è imprendibile, l’incubo delle polizie di tutta Europa. Anche il più glaciale degli assassini, però, prima o poi commette un passo falso che lo fa finire in gabbia. Succede a Venezia – il territorio di caccia ideale per qualunque assassino – e la gabbia non è un carcere: è una trappola ben più pericolosa, tesa da qualcuno che in lui ha scorto la più letale delle opportunità.
Anche Pietro Sambo ha fatto un errore, uno solo ma pagato carissimo. Adesso, ex capo della Omicidi, vive ai margini, con il cuore a pezzi. Poi arriva l’occasione giusta, quella per riconquistare onore e dignità. Ma per prendere il Turista dovrà violare di nuovo le regole, tutte, rischiando molto più della propria reputazione.
Maestro riconosciuto del noir europeo, Massimo Carlotto ci ha abituato a spingere i confini dei generi dove nessuno è mai arrivato. Per scrivere il suo primo thriller ha fatto saltare ogni paradigma, costruendo una macchina narrativa che non offre certezze se non quella dell’adrenalina che mette in circolo.

Turista per caso

La vita di Macon Leary è organizzata con la precisione di un meccanismo a orologeria. Giorno dopo giorno, la sua esistenza si svolge, secondo regole accuratamente prestabilite, tra la stesura di guide turistiche per uomini d’affari, le passeggiate con Edward, simpatico cagnetto vagamente nevrotico, e il continuo perfezionamento delle proprie abitudini. Persino il dolore, quello per la tragica morte del figlio e per il successivo abbandono da parte della moglie, sembra non scalfire il mondo ordinato di Macon. Ma il destino ha in serbo per lui un colpo a sorpresa. Si chiama Muriel Pritchett, ha una massa ribelle di riccioli, un bambino bisognoso di cure ed è un turbine di incontrollabile disordine. Più a nulla varranno le resistenze, la pazienza, il metodo, la fuga; è arrivata la vita e Macon non può più nascondersi.

Turchese come i tuoi occhi

Le sorprese arrivano sempre nel momento in cui meno te lo aspetti… Un quadro rotto, una busta ingiallita e un documento segreto. In un attimo la vita di Zoe Lambert imbocca una strada inaspettata. Sembra infatti che sua madre fosse la proprietaria di una villa nell’isola greca di Thania. Zoe parte immediatamente e scopre che Villa Danae non è una casa diroccata e abbandonata ma una splendida dimora circondata da un giardino curato in modo davvero impeccabile. Va alla ricerca di informazioni che possano sol¬levare il velo che oscura quella parte della vita della madre e conosce Andreas e Stephanos Dragos, che la turbano profondamente. Il primo la seduce con il suo sguardo dal fascino misterioso. Il secondo, Stephanos, le fa una rivelazione sconvolgente.

I Tuoi Occhi

Evie e Ian frequentano la stessa scuola; l’attrazione fisica tra i due è evidente. Evie però ha il ragazzo, Bred, che da quando frequenta l’università non la considera minimamente. Questa situazione porterà Evie a vivere una fase di incertezza in cui lo sguardo di Ian sarà il faro che la condurrà verso l’amore tanto desiderato. Questo romanzo inaugura la collana “XYA” Eroxè Young Adult romanzi adolescenziali con un pizzico di erotismo e molto romanticismo… Questo romanzo partecipa all’Eroxè Context 2014 per il miglior romanzo erotico

Il tuo cuore blindato: Volume 2

Dopo “Perché proprio a me” ritornano i Cardiffs Rugby. Lawrence Hall è un giovane atleta, spensierato, solare, un tipo che piace alle donne. Eccome! Secondo suo fratello Kian, però, Law è anche una gran zoccola. Pazienza, lui se ne è fatto una ragione, fino a quando Viktoria McLeod non incrocia la sua strada. Lei è l’antitesi del suo modello femminile. Di più, lei non è assolutamente interessata a un qualsiasi legame amoroso, men che meno con un rugbyman. Per qualcuno sarà estremamente facile redimersi, qualcun altro dovrà fare i conti con se stesso e scegliere. Una strana coppia, eppure…
**