37233–37248 di 65579 risultati

I prodigi del pensiero positivo

“Il pensiero è il mezzo più potente di cui l’uomo dispone. Esso ha la capacità di agire direttamente sugli uomini, sugli avvenimenti, sulle cose, senza strumenti intermediari. È questo il più importante aspetto della sua potenza. La dimensione dell’uomo non è limitata al corpo fisico: vi è in lui la Scintilla Divina, di cui il pensiero è un’alta manifestazione. Il pensiero può agire più e meglio di qualunque altro mezzo di cui l’uomo si serve per le sue opere. Questo accresce immensamente il suo raggio d’azione, che non conosce barriere e distanze. Il bene che può produrre in tal modo è incalcolabile, e può farlo senza che nessuno lo sappia. Lo scopo di queste pagine è dunque quello di aiutare gli altri con la straordinaria forza del pensiero; suggerire fede e fiducia, sorreggere chi è debole, sollevare chi è depresso, stimolare gli incerti, i dubbiosi, i pavidi, cooperare al bene comune. La condizione primaria e indispensabile perché si possa effettivamente agire con il pensiero, al fine di aiutare validamente gli altri, è quella di raggiungere la padronanza della mente. Disciplinata e potenziata, essa può compiere quelli che sono comunemente definiti prodigi.”
**

Il procuratore

**’Secondo me, Vitali sorpassa con la sua levità Guareschi.’**
**’Il suo è puro gioco narrativo con momenti di alto virtuosismo.’**
Antonio D’Orrico, ‘La lettura – Corriere della Sera’
**’Un grande narratore che, come Piero Chiara e Mario Soldati, sa raccontare la profondità della superficie.’**
Bruno Quaranta, ‘Tuttolibri’
**’La forza delle storie di Andrea Vitali nasce da una innata capacità di ascolto delle vicende della gente comune che egli trasforma in prodigiosa azione romanzesca.’**
Fulvio Panzeri, ‘Avvenire’
Il procuratore è il romanzo d’esordio di Andrea Vitali ed è già l’opera di un autore maturo, che sa creare e raccontare un mondo facendocelo sentire vivo e presente, di uno scrittore che conquista l’attenzione del lettore con un fuoco d’artificio di invenzioni e una scrittura di rara efficacia.
Partendo da un episodio che gli aveva raccontato suo padre, reinventandolo e arricchendolo con maestria, Vitali ha imbastito una storia di piccoli misteri e di erotismi di provincia. Protagonista della vicenda, insieme drammatica e grottesca, è un giovanotto che svolge ‘una deplorevole attività’: perché Marco Perini procura a pensioncine e postriboli ragazze disponibili.
Ci sono nel Procuratore, che nel 1990 vinse il Premio Montblanc per il romanzo giovane, **tutte le qualità che fanno apprezzare i romanzi di Andrea Vitali: una trama scoppiettante, un piacere del racconto che spesso ci travolge con il suo umorismo; gli intrighi degli uomini e i capricci del caso, che questa volta ruotano intorno a un’eredità contesa; personaggi disegnati con precisa efficacia: notai trafficoni, ragazze che fanno innamorare, bottegai inquieti e – immancabili – il prete e i carabinieri**. Ma soprattutto sorprende la sua capacità di ricreare la vita di paese nei suoi risvolti più veri e vivi, insieme inserendola nel suo sfondo storico: in questo caso, il periodo che ha fatto da sfondo ad alcuni dei suoi libri di maggior successo, l’Italia tra i due conflitti mondiali, ma anche risalendo all’indietro fino alla guerra di Libia.
(source: Bol.com)

Il processo: Un thriller con Le Donne del Club Omicidi

Bookshots: Una serie innovativa di romanzi originali ideata e realizzata dall’autore di thriller più venduto nel mondoVeloci. Avvincenti. Nuovi. Da leggere tutti d’un fiato.«Non sono solo io sotto processo. Tutta la città dovrà comparire in tribunale.» È uno dei più feroci boss dei cartelli della droga, Lindsay Boxer è riuscita finalmente a catturarlo e sta per portarlo in un’aula di giustizia. Ma, terrorizzando chiunque sia coinvolto nel suo caso, il boss ha paralizzato l’intera città. Saranno Lindsay e le sue amiche delle Donne del Club Omicidi a dover affrontare una situazione sempre più pericolosa…

Il processo

“Il processo” appare nel 1925, un anno dopo la morte di Franz Kafka: ed è proprio con questo testo che Max Brod, suo esecutore testamentario, diede inizio alla pubblicazione postuma di scritti dell’amico, trasgredendo così alla volontà dell’autore, che lo aveva incaricato di distruggere, alla sua morte, tutte le sue carte. Kafka si era dedicato a questa narrazione, che, a voce, era solito chiamare “Il processo”, durante la seconda metà del 1914, nei mesi che seguirono un avvenimento decisivo per la sua vita, la rottura del fidanzamento con Felice Bauer; nel gennaio del 1915 egli, a quanto risulta, abbandonava definitivamente l’opera. La versione del “Processo” che qui si presenta, opera di Giorgio Zampa, ha avuto il Premio Montecchio 1976 per la migliore traduzione dalla lingua tedesca apparsa negli anni 1973-1975. L’autore di essa si è proposto di restituire il carattere del testo che è quello di un «romanzo in frammenti», non sottoposto alla scrupolosa elaborazione e revisione che Kafka dedicò ai pochi scritti da lui pubblicati. In questo modo il lettore italiano potrà avvicinare “Il processo” come esso è: nella sua disadorna, immediata, terribile verità.

Il processo di Tolosa

Tolosa, 1939. Un giovane professore universitario di storia, Louis Dagobert Plantard de Lorraine, è accusato di aver ucciso il franco-argentino Serge Enriquez, in possesso di informazioni compromettenti sul passato di sua moglie Irene. Nel processo, tutto indiziario, il giovane è condannato, ma durante il trasferimento in carcere viene salvato dai membri di un’associazione segreta, i Priori di Sion, che si credeva estinta nel Medioevo. I superstiti della setta vedono in Louis, che ha riportato alla luce un testo dello scrittore eretico Alain de Albi, un eletto, destinato a sedere sul trono dell’Europa unita che forse nascerà dall’imminente Seconda guerra mondiale. Tutti i personaggi di questo vasto, complesso romanzo di Sgorlon, pubblicato per la prima volta nel 1998, si muovono così alla ricerca di un messaggio, oscuro e rivoluzionario, che cambi le loro vite. E sarà davvero un’incredibile rivelazione a illuminarli, nell’epilogo di una vicenda fino all’ultimo enigmatica e appassionante: una scoperta che ha le sue radici non in un testo, ma nella scienza e nella stessa natura.

I problemi del lavoro

Produttività, efficienza, gestione del tempo e sicurezza sul luogo di lavoro sono alcuni degli argomenti trattati in questo libro. Come afferma L. Ron Hubbard – proprio in questo volume – la vita è composta per sette decimi da lavoro, per un decimo dalla famiglia, per un decimo da politica e per un decimo da relax. In questo caso, perciò, Scientology viene applicata a quei sette decimi dell’esistenza, incluse le risposte all’esaurimento e il segreto dell’efficienza. Qui si trova anche l’analisi della vita stessa come gioco, composto da regole precise. Conoscerle porta al successo. Problemi del Lavoro contiene tecnologia indispensabile per vivere, che può essere immediatamente messa in pratica – da chiunque – nel mondo del lavoro quotidiano.
**

Il problema dei tre corpi

Nella Cina della Rivoluzione culturale, un progetto militare segreto invia segnali nello spazio cercando di contattare intelligenze aliene. E ci riesce: il messaggio viene captato però dal pianeta sbagliato, Trisolaris, l’unico superstite di un sistema orbitante attorno a tre soli, dominato da forze gravitazionali caotiche e imprevedibili, che hanno già arso undici mondi. È quello che i fisici chiamano “problema dei tre corpi”, e i trisolariani sanno che anche il loro destino, prima o poi, sarà di sprofondare nella superficie rovente di uno dei soli. A meno di non trovare una nuova casa. Un pianeta abitabile, proprio come il nostro. Trisolaris pianifica quindi un’invasione della Terra.Sul Pianeta azzurro, nel frattempo, l’umanità si divide: come accogliere i visitatori dallo spazio? Combattere gli invasori o aiutarli a far piazza pulita di un mondo irrimediabilmente corrotto?

Principessa Laurentina (Le storie di Bianca Pitzorno)

Il secondo matrimonio di sua madre ha costretto Barbara a trasferirsi a Milano. I suoi rapporti con la madre diventano sempre più difficili e il disastro è completo quando arriva una sorellina ossia una rivale, amata e coccolata. Ma una imprevista tragedia obbliga Barbara ad affrontare la realtà invece di subirla. ** ### Sinossi Il secondo matrimonio di sua madre ha costretto Barbara a trasferirsi a Milano. I suoi rapporti con la madre diventano sempre più difficili e il disastro è completo quando arriva una sorellina ossia una rivale, amata e coccolata. Ma una imprevista tragedia obbliga Barbara ad affrontare la realtà invece di subirla.

La principessa geomante. Vampire Empire

Mentre le armate dei vampiri si apprestano a scatenare l’offensiva finale, l’amore tra la principessa Adele e Greyfriar, spadaccino mascherato, compromette l’alleanza di Equatoria con la Repubblica americana: scatena infatti le ire del vendicativo senatore Clark, al quale la giovane sovrana si è promessa in sposa. Ma Adele ha ormai preso la sua decisione: affronterà i nemici da sola, sfruttando l’antica arte della geomanzia e piegando al proprio volere le forze più arcane della terra. Affiancata dal vecchio saggio Mamoru, che l’ha introdotta nella sua potente setta segreta, e dall’indomito eroe mascherato, al quale si sente irresistibilmente avvinta, Adele risalirà il corso del Nilo e si avventurerà sulle misteriose Montagne della Luna. Qui la principessa guerriera è attesa da nuove sfide, dovrà sfuggire alle trappole del perfido Cesare e alle mogli combattenti dello spietato re Jaga, alleato con i più temibili clan dei vampiri.
**

Principessa di sangue

Un’automobile avanza lenta tra le dune sabbiose di una spiaggia. A bordo, tre uomini dal fare circospetto e una bambina di sette anni, avvolta in un sacco a pelo, stordita da un’iniezione di morfina. Il gruppo raggiunge una casa isolata, si unisce al resto dei rapitori. Ma scoppia uno scontro a fuoco e i malviventi si uccidono tra loro. Uno solo si salva, si carica in spalla la bambina rimasta ferita e si allontana a piedi tra i bagliori di un’esplosione. È il 1950. 1956. Ivory Pearl, una fotoreporter d’assalto che ha seguito a rischio della vita i vari conflitti e guerriglie del dopoguerra, decide di prendersi una pausa da quell’esistenza di dolore e morte e si ritira a Cuba, nel cuore della Sierra Maestra. Immersa in una natura selvaggia e mozzafiato, si ritroverà suo malgrado al centro di un intrigo internazionale condotto dai Servizi segreti. Con lei, un uomo inquietante e una ragazzina rozza e misteriosa, di cui sarà costretta a incrociare il destino. Un romanzo in cui si mescolano piccola e grande Storia, personaggi straordinari e traffici di tutti i generi, e che traccia sapientemente il grande caos del secolo appena trascorso.

Il Principe

Il Principe è un breve trattato politico scritto da Machiavelli nel 1513. Gli argomenti esaminati sono i vari tipi di principato, come i principati si acquistino o si perdano, le milizie proprie e mercenarie, la figura del principe con le caratteristiche che deve avere e i comportamenti che deve adottare per il mantenimento dello stato. La parte finale si concentra sulla situazione dell’Italia del tempo e conclude con l’esortazione ad un principe italiano a creare un nuovo forte Stato che possa liberare l’Italia dal dominio degli stranieri. Machiavelli concentra l’attenzione sulla realtà effettiva della politica e della lotta per il potere, analizzandole così come sono, e non come si vorrebbe che fossero; individua come comportamenti virtuosi, da parte del principe, solo quelli che risultano più utili al mantenimento dello Stato. L’agire del principe deve essere guidato solo da considerazioni di ordine politico; ogni altra preoccupazione, di carattere morale o religioso, è accantonata; il bene supremo è quello che garantisce il benessere dello Stato. Machiavelli separa nettamente la sfera politica e la sfera morale, e questa posizione ha contribuito a rendere la sua opera tanto discussa.Dall’incipit del libro: Sogliono, el più delle volte, coloro che desiderano acquistare grazia appresso uno Principe, farseli incontro con quelle cose che infra le loro abbino più care, o delle quali vegghino lui più delettarsi; donde si vede molte volte essere loro presentati cavalli, arme, drappi d’oro, prete preziose e simili ornamenti, degni della grandezza di quelli.Nota: gli e-book editi da E-text in collaborazione con Liber Liber sono tutti privi di DRM; si possono quindi leggere su qualsiasi lettore di e-book, si possono copiare su più dispositivi e, volendo, si possono anche modificare.Questo e-book aiuta il sito di Liber Liber, una mediateca che rende disponibili gratuitamente migliaia di capolavori della letteratura e della musica.

IL PRINCIPE VICHINGO

Serie I Vichinghi
A una principessa il destino non concede la libertà di scegliersi l’uomo da amare. Ma è il destino stesso che, per un bizzarro capriccio, arriva talvolta a imporle un uomo che lei imparerà ad amare con tutte le sue forze.
Accade a Rhiannon, splendida e indomita principessa alla corte inglese di re Alfred: è innamorata di Rowan, un giovane cavaliere del re. Ma il suo temperamento selvaggio non è tagliato per tiepide gioie domestiche, la fiammante cascata dei suoi capelli non è fatta per tenere carezze, tutto in lei rievoca un’energia primordiale che richiama un dominio, una sfida ancora avvolti nel mistero…
Eric è l’uomo del destino. Il vichingo, figlio di Olaf il Bianco, irrompe nella sua vita nel clangore di una battaglia.
Arrivato in soccorso di re Alfred, il cui trono è minacciato da congiure di palazzo, Eric è attaccato e ferito dalla stessa Rhiannon, che lo crede un invasore venuto a conquistare la sue terre.
Occorre riparare al torto, cancellare ogni ombra di offesa nei confronti del potente principe irlandese: per questo re Alfred decide che la bella cugina andrà in sposa al vichingo…
NB: questo romanzo è stato pubblicato anche con il titolo di “La Donna del Vichingo”.

Il principe vampiro. Magia nera

Savannah Dubrinsky è la regina dei sortilegi, una maga famosa in tutto il mondo, capace di incantare chiunque con la sua abilità e il suo fascino magnetico. Giovane, fiera e indipendente, non ha paura di nulla, e nessuno è mai riuscito a domarla. Ma ora Gregori, uno fra i più antichi e potenti carpaziani, è venuto a reclamarla dopo secoli di vuoto e solitudine, e, grazie alla magia nera che lui solo conosce, ha preso a sussurrare alla sua mente che il fato vuole vederli uniti e che lei è nata per salvare la sua anima immortale. E per Savannah sarà difficile resistergli, perché solo lei può illuminare il buio in cui l’oscura anima di Gregori si trova… Un capitolo ancora più dark della saga di Christine Feehan, pieno di disperazione, amore, rituali antichi come il tempo e ineluttabili come il destino.

Il principe vampiro. L’oro nero

Alexandria Houton sacrificherebbe tutto, anche la sua stessa vita, per proteggere suo fratello. I loro genitori non ci sono più e lei è l’unica che può prendersi cura di lui. Ma quando nelle nebbie di San Francisco il male violento e ineffabile si è materializzato per reclamare le loro anime, le forze le sono mancate e non ha potuto far altro che urlare per la disperazione e chiedere aiuto. Da quella nebbia oscura è apparso Aidan Savage, una creatura d’oro, più potente e meravigliosa di qualunque altro essere della notte. Aidan ha salvato lei e suo fratello, strappandoli a un orribile destino. Ma adesso pretende qualcosa in cambio: il suo amore. Alexandria vorrebbe cedere a questa bruciante passione, ma è assalita da mille dubbi. Aidan salverà davvero suo fratello, come ha promesso? O la farà precipitare nel temibile baratro oscuro da cui non c’è ritorno?

Il principe vampiro. Desiderio

In fuga sulle remote montagne dei Carpazi, la dottoressa Shea O’Halloran si imbatte in una grotta segreta. All’interno giace un uomo ferito, consumato dalla rabbia e dalla disperazione. La sua anima trema: Shea ha già visto in sogno quest’uomo, torturato e bruciato vivo. E in sogno le parlava di un tormento infinito, di una fame insaziabile, di oscuri desideri. Decide di prendersi cura di lui e a poco a poco, negli occhi brucianti di passione di quell’uomo dal cuore gelido, riconosce l’amato che ha fatto parte della sua vita. Ma è successo tanto tempo fa. Sono passati anni, secoli, forse millenni. Chi è quest’uomo misterioso? Lei è la sua guaritrice o la sua preda? La sua compagna o la sua vittima? Il suo fascino la porterà alla pazzia o alla scoperta dell’unico, vero amore?

Il principe vampiro. Attrazione fatale

Mikhail Dubrinsky è un principe carpaziano e ha vissuto a lungo nelle tenebre, desideroso di sangue. Per riuscire a domare l’istinto che lo trasformerebbe in un crudele vampiro, deve trovare la sua metà, una compagna che illumini il buio in cui vive e lo aiuti a perpetuare la sua specie. Raven Whitney è la donna che aspetta: dolce, forte, incredibilmente sexy e sensitiva. Quando si incontrano, Mikhail capisce che deve possederla e trasformarla in una carpaziana, per vivere felici in eterno. Ma intanto un gruppo di fanatici cacciatori di vampiri vuole far strage di tutte le creature non umane e un vampiro traditore, che uccide i mortali e minaccia i suoi simili, è tornato all’attacco. Mikhail deve difendere i suoi sudditi e proteggere la sua anima gemella da oscure forze di cui lei non sospetta neanche lontanamente l’esistenza…