37185–37200 di 68366 risultati

Come nessun altro

Un terribile scandalo ha costretto Cynthia Brightly a lasciare frettolosamente Londra e a tornare a Pennyroyal Green. Ora deve approfittare del ricevimento dei Redmond per trovare un marito prima che le voci della sua disgrazia si diffondano per tutta l’Inghilterra. Ma, per sua sfortuna, Miles Redmond ne è già al corrente. Tempo prima Cynthia lo aveva respinto e ora lui ha intenzione di prendersi una piccola rivincita. Così le propone un patto: manterrà il segreto e la aiuterà a trovare un marito fra i suoi ospiti, se in cambio lei gli darà un bacio. Che male può fare un bacio? Cynthia accetta, senza rendersi conto che anche una scintilla può bastare a far divampare di nuovo la passione…

Come mi batte forte il tuo cuore

«Hanno ucciso papà. Ma queste cose succedono nei film, non può essere vero. I compagni dell’asilo non mi credono. Allora insisto: “Hanno ammazzato papà, gli hanno sparato, bum! bum!, con la pistola” e mimo con le dita la forma dell’arma. Una P38». Walter Tobagi è stato ucciso a Milano il 28 maggio 1980. Gli hanno sparato sotto casa alcuni membri di una semisconosciuta formazione terroristica di sinistra, la «Brigata XXVIII marzo». Tobagi era un giornalista del «Corriere della Sera», era uno storico e il presidente del sindacato dei giornalisti lombardi. Quando è morto aveva trentatre anni, il figlio Luca sette, Benedetta tre. Si può dire che Benedetta non ha conosciuto il padre, di lui conserva solo alcuni fotogrammi di ricordo, qualche sguardo ritrovato e una grande incolmabile mancanza. Una volta cresciuta, ha deciso di andare alla scoperta di questo padre immensamente amato, e ne ha raccolto ogni traccia. Per ricostruirne la figura pubblica e privata, Benedetta ha scavato fra le carte professionali come fra quelle intime. Ha riletto i suoi libri, gli articoli di giornale, le pagine di diario, gli appunti in cui il Tobagi storico riflette sulla situazione politica e le lettere sentimentali dove, giovane studente, cerca di affascinare una ragazza misteriosa. Ha ascoltato i ricordi di chi lo ha conosciuto: i famigliari, gli amici, i politici, i colleghi del «Corriere», la gente che lo ha incontrato solo di passaggio e i molti personaggi, a volte ambigui o restii, che hanno incrociato la sua storia. Ha letto e studiato gli atti processuali, con rabbia, amarezza e tanta voglia di capire un periodo complesso come gli anni Settanta; ancor più difficile da comprendere per chi in quegli anni nasceva. E lo ha analizzato con rigore, cercando il distacco dello storico. Ne nasce un libro tenero e terribile, in cui si muovono figure e personaggi, buoni e cattivi, potenti e innocenti; in cui riecheggiano voci forti e silenzi senza fondo, gioie famigliari perdute e ferite mai rimarginate. E dove si intrecciano analisi storiche lucide e dettagliate e, per questo, spesso desolanti. Il racconto possiede una forza narrativa che fa parlare i vuoti, una voce solida e vibrante che scandaglia i confini tra zone di luce e zone d’ombra, alla ricerca di una verità che sembra sempre sfuggire dalle mani.

Come lui nessuno mai

Tutte noi ne abbiamo uno. È il Grande Se della nostra vita: l’amore che avrebbe potuto essere e non è stato. Per Sarina Mahler – architetto trentenne di Austin, Texas – si chiama Eamon Roy, occhi penetranti e fisico da urlo scolpito da anni di allenamenti come nuotatore olimpionico. Praticamente perfetto. E imperdonabile, per il modo in cui la lasciò senza preavviso né spiegazioni. Adesso, dopo anni di assenza, Eamon è tornato in città, e pretende che sia proprio Sarina a seguire la ristrutturazione della sua nuova casa. L’occasione professionale è troppo ghiotta perché lei possa permettersi di rinunciare. Tanto più che, fidanzata con l’impeccabile Noah, non ha nulla da temere da Eamon, dal suo famigerato sorriso e dai suoi modi premurosi e attenti, così lontani dal ragazzo brusco e taciturno che ricordava. E allora come spiegare il brivido di pura emozione che le percorre la schiena ogni volta che i loro sguardi si incrociano?
Sexy, sincero, appassionante, Come lui nessuno mai mette in scena il più classico dei triangoli in una commedia piena di humor, di sorprese e di saggezza.
“Fresco e delizioso come un sorbetto nella calura d’agosto” – Emily Giffin
**
### Sinossi
Tutte noi ne abbiamo uno. È il Grande Se della nostra vita: l’amore che avrebbe potuto essere e non è stato. Per Sarina Mahler – architetto trentenne di Austin, Texas – si chiama Eamon Roy, occhi penetranti e fisico da urlo scolpito da anni di allenamenti come nuotatore olimpionico. Praticamente perfetto. E imperdonabile, per il modo in cui la lasciò senza preavviso né spiegazioni. Adesso, dopo anni di assenza, Eamon è tornato in città, e pretende che sia proprio Sarina a seguire la ristrutturazione della sua nuova casa. L’occasione professionale è troppo ghiotta perché lei possa permettersi di rinunciare. Tanto più che, fidanzata con l’impeccabile Noah, non ha nulla da temere da Eamon, dal suo famigerato sorriso e dai suoi modi premurosi e attenti, così lontani dal ragazzo brusco e taciturno che ricordava. E allora come spiegare il brivido di pura emozione che le percorre la schiena ogni volta che i loro sguardi si incrociano?
Sexy, sincero, appassionante, Come lui nessuno mai mette in scena il più classico dei triangoli in una commedia piena di humor, di sorprese e di saggezza.
“Fresco e delizioso come un sorbetto nella calura d’agosto” – Emily Giffin

Come lei, nessun’altra mai

Versione redatta di Come te,nessun’altra mai.
Lei è Lawreen Gruber e questa è la sua storia.
Ha 25 anni,suona il pianoforte,fuma troppe sigarette e adora Tchaikovsky.
Nella vita non sa scegliere le parole giuste,ha preso strade sbagliate e ferito persone che avrebbero fatto tutto per lei.
Ora che è ritornata a New York,è disposta a fare tutto per farsi perdonare e riprendere quello che aveva lasciato indietro.
Ma Holner non è più quel ragazzo che Lawreen conosceva.
29 anni,ricco,arrogante e con il viso indurito, è un uomo molto diverso,un uomo che si sta preparando per un passo importante della vita.
Cos’è il passato?
Un tempo? Un perdono? Una cicatrice che sanguina ancora?
Lawreen e Holner,si raccontano a noi,raccontando di Noi…

Come la Madonna arrivò sulla luna

Transmontania. 5 novembre 1957. Il mondo sta con il naso all’insù, la cagnetta Laika è il primo essere vivente a sfidare la legge di gravità e i russi celebrano la loro temporanea vittoria nella gara per la conquista dello spazio. Ma a Baia Luna, nel cuore dei Carpazi, altri, inquietanti fatti accendono gli animi, turbando gli equilibri del piccolo e colorito villaggio. Una catena di eventi inspiegabili, che ha inizio con la misteriosa scomparsa della maestra del paese, continua con il brutale assassinio del parroco e culmina con il furto della statua della Madonna, spinge il giovane Pavel, nipote del rispettato bottegaio e taverniere del paese, a indagare su vicende più grandi di lui. A quindici anni, Pavel si ritrova proiettato in uno scenario di intrighi politici, di ricatti, festini e foto a luci rosse, che segneranno per sempre la sua esistenza e quella del paese, dagli anni della guerra fredda al fatale 1989. Bauerdick, giornalista, esperto di cultura rom, racconta una storia complessa, portando il lettore in un mondo bizzarro e multietnico, fatto di zingari veggenti e zingarelle impertinenti, sassoni baldanzosi e algidi funzionari di partito, miti di paese e tragedie nazionali. Nell’intreccio delle vicende, i protagonisti evolvono, si trasformano, si rincorrono e si reincrociano in combinazioni solo apparentemente casuali. Romanzo di formazione, noir, giallo, si fondono in una narrazione che passa dal grottesco al tragico, dal comico al patetico.

Come io vedo il mondo-La teoria della relatività. Ediz. integrale

Il volume raccoglie insieme due opere tra le più note del grande scienziato: l’eccezionale scoperta che apriva alla scienza nuovi orizzonti di ricerca e sperimentazione verso rivoluzionarie creazioni e i dubbi, gli interrogativi, i pensieri dell’uomo che ha dato nuove leggi fisiche all’universo, non solo sul modo di concepire lo spazio e il tempo, ma sull’alternativa tra progresso e autodistruzione che oggi si pone ai popoli della terra. Due opere per conoscere Einstein: lo scienziato che ha rivoluzionato la nostra idea del tempo e dello spazio, l’uomo dal grande impegno civile, preoccupato per le sorti dell’umanità.

Come in un film (Youfeel): Ciak, azione, in scena la più grande storia d’amore!

Ciak, azione, in scena la più grande storia d’amore!
Lexie e Stephen appartengono a due mondi completamente diversi. Lei è una pittrice di talento, in cerca di qualcuno che appezzi la sua arte. Lui è l’attore più famoso del momento, vanesio ed egocentrico, abituato ad avere tutti ai suoi piedi. Eppure, quando questi due mondi si incontrano, l’uno è attratto inevitabilmente dall’altro, come fossero due calamite che, senza sapere il perché, devono toccarsi, anche se c’è il rischio di farsi male. Tutto accade come in un film. Una strana proposta, una somma da capogiro in palio e il mondo del cinema che unisce e divide. Ma quando i riflettori si spengono, la realtà può diventare la vera magia? Una favola dei nostri giorni, un amore da Oscar.
Mood: Romantico – Youfeel è un universo di romanzi digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.
**
### Sinossi
Ciak, azione, in scena la più grande storia d’amore!
Lexie e Stephen appartengono a due mondi completamente diversi. Lei è una pittrice di talento, in cerca di qualcuno che appezzi la sua arte. Lui è l’attore più famoso del momento, vanesio ed egocentrico, abituato ad avere tutti ai suoi piedi. Eppure, quando questi due mondi si incontrano, l’uno è attratto inevitabilmente dall’altro, come fossero due calamite che, senza sapere il perché, devono toccarsi, anche se c’è il rischio di farsi male. Tutto accade come in un film. Una strana proposta, una somma da capogiro in palio e il mondo del cinema che unisce e divide. Ma quando i riflettori si spengono, la realtà può diventare la vera magia? Una favola dei nostri giorni, un amore da Oscar.
Mood: Romantico – Youfeel è un universo di romanzi digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.

Come il vento per una girandola (YouFeel): È proprio quando credi che sia tutto finito, che tutto comincia.

È proprio quando credi che sia tutto finito, che tutto comincia.
Chiara e Alessio. Da due anni le loro strade si sono divise, lasciando una profonda ferita nel cuore di entrambi. Lontano l’uno dall’altra, hanno cercato di andare avanti con le loro vite e lasciarsi il passato alle spalle. Quando però Alessio torna a vivere a Milano e le chiede di tornare nella sua vita, Chiara si troverà ad affrontare una scelta più difficile di quanto lei stessa potesse immaginare.
Fidarsi ancora una volta di Alessio e rimettere in gioco i propri sentimenti o chiudere definitivamente col passato e guardare avanti?
Mood: Romantico – YouFeel RELOADED dà nuova vita ai migliori romanzi del self publishing italiano. Un universo di storie digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.
**
### Sinossi
È proprio quando credi che sia tutto finito, che tutto comincia.
Chiara e Alessio. Da due anni le loro strade si sono divise, lasciando una profonda ferita nel cuore di entrambi. Lontano l’uno dall’altra, hanno cercato di andare avanti con le loro vite e lasciarsi il passato alle spalle. Quando però Alessio torna a vivere a Milano e le chiede di tornare nella sua vita, Chiara si troverà ad affrontare una scelta più difficile di quanto lei stessa potesse immaginare.
Fidarsi ancora una volta di Alessio e rimettere in gioco i propri sentimenti o chiudere definitivamente col passato e guardare avanti?
Mood: Romantico – YouFeel RELOADED dà nuova vita ai migliori romanzi del self publishing italiano. Un universo di storie digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.

Come il mare in tempesta (Youfeel): Quando la vita è una barca in balìa delle onde, serve un abile nocchiero per riprendere la rotta.

Quando la vita è una barca in balìa delle onde, serve un abile nocchiero per riprendere la rotta.
Talitha si risveglia ferita su un’isola nel bel mezzo del Mare del Nord. Non ricorda nulla del suo passato né cosa l’abbia portata fino a lì. Lucas, un biologo marino e unico abitante dell’isola, le ha salvato la vita soccorrendola nella tempesta più spaventosa degli ultimi anni. Senza collegamenti con la terraferma per colpa del maltempo, sono costretti alla convivenza. E tra imbarazzi, vecchie ferite che tornano a galla, ed emozionanti corse all’aperto sotto la pioggia sferzante, le loro difese cadranno, portandoli a innamorarsi. Ma il passato della donna è torbido e bussa alla loro porta con violenza, più minaccioso della tempesta, mettendo nuovamente in pericolo la vita di Talitha.
Un romanzo che mescola abilmente il giallo al rosa, un intrigo che vi terrà col fiato sospeso, una storia d’amore che vi commuoverà.
Mood: Emozionante – YouFeel è un universo di romanzi digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.
**
### Sinossi
Quando la vita è una barca in balìa delle onde, serve un abile nocchiero per riprendere la rotta.
Talitha si risveglia ferita su un’isola nel bel mezzo del Mare del Nord. Non ricorda nulla del suo passato né cosa l’abbia portata fino a lì. Lucas, un biologo marino e unico abitante dell’isola, le ha salvato la vita soccorrendola nella tempesta più spaventosa degli ultimi anni. Senza collegamenti con la terraferma per colpa del maltempo, sono costretti alla convivenza. E tra imbarazzi, vecchie ferite che tornano a galla, ed emozionanti corse all’aperto sotto la pioggia sferzante, le loro difese cadranno, portandoli a innamorarsi. Ma il passato della donna è torbido e bussa alla loro porta con violenza, più minaccioso della tempesta, mettendo nuovamente in pericolo la vita di Talitha.
Un romanzo che mescola abilmente il giallo al rosa, un intrigo che vi terrà col fiato sospeso, una storia d’amore che vi commuoverà.
Mood: Emozionante – YouFeel è un universo di romanzi digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.

Come il mare

Nick Berg è stato spodestato. Era presidente e azionista di una grande compagnia di navigazione, tutti lo chiamavano «il Principe d’Oro». Ora Duncan Alexander gli ha portato via tutto: le navi, la moglie, il figlio. Gli rimane solo un rimorchiatore oceanico: il Warlock. Quando ne assume il comando, nel porto di Città del Capo, sa di avere di fronte a sé una sfida per la vita. E con lui lo sanno gli uomini della sua nave. Poi, dalle distese gelide dell’Antartide arriva l’invocazione di soccorso della Golden Adventurer, gioiello della flotta che Duncan gli ha sottratto: è alla deriva con seicento persone a bordo. Nick sa che è la grande occasione per rimontare la china. Vale qualsiasi rischio. L’eroico salvataggio in una tremenda burrasca tra i ghiacci gli restituisce tutto il suo potere, gli regala l’amore di Samantha, dà inizio all’ultima battaglia con Duncan, che può concludersi solo con la distruzione di uno dei due avversari. Così, nel mondo di ghiaccio dell’Antartide, nel tuonare delle maree sudafricane, nella tremenda tensione di una corte di giustizia inglese, nell’imperversare di un uragano al largo della Florida, si svolge la lotta senza quartiere di Nick contro le forze della natura, contro il destino, contro gli intrighi dei potenti, contro la minaccia di una catastrofe ecologica, contro chi gli ha sottratto il figlio. Al suo fìanco c’è Samantha, la giovane donna che ha ridato un senso alla sua vita.

Come i tulipani gialli

Il suicidio esprime una volontà senza appello e senza ritorno, ma conserva segreti che nessun biglietto d’addio rivela completamente. Rimangono comunque il mistero e il silenzio sugli ultimi pensieri e sull’estrema, sconfinata solitudine.
Alla dottoressa Spinola non bastano le risposte mediche, quella vita interrotta continua ad inquietarla e così si mette a indagare da sola. È estate ad Albenga, un’estate pallida e piovigginosa, ma i villeggianti ci sono lo stesso e la gente resta a spasso fino a tardi la sera. Però nessuno assiste a un delitto atroce che si consuma tra gli scogli e nemmeno alle violente percosse subite da una ragazzina triste e ribelle.
Rebaudengo con determinazione sabauda combatte la sua battaglia per recuperare Ardelia e intanto riporta ordine nel caos, mentre lei, seguendo minuscoli indizi e piccoli sospetti, compie un viaggio all’indietro nel tempo che la lascia davanti ai cancelli di Auschwitz. Ah, dimenticavo: naturalmente anche in questa storia ci sono gatti!

Come hai detto che ti chiami?

Giulia fin da piccola ha dovuto fare i conti con qualcosa di scomodo: il suo nome che non è semplicemente Giulia, ma Giulia Agrippina Augusta. Appassionata conoscitrice del significato dei nomi, figlia di un insegnante di storia e di una istruttrice di pilates vegetariana fissata con la forma fisica, vive in un appartamento della nonna insieme al fratello gemello.
La comparsa di Erika, nuova fidanzata del fratello, e l’arrivo di Valerio, il nuovo coinquilino, scombineranno le carte e l’equilibrio già precario della sua vita.
Tra scontri per lo spazio della casa, gelosie, tradimenti e prese di coscienza, Giulia riuscirà nella difficile impresa di collocare al posto giusto tutti i pezzetti dell’intricato puzzle famigliare e a ricredersi sull’idea dell’amore.
Situazioni comiche, scene grottesche e personaggi bizzarri fanno da cornice a una commedia romantica, ironica e frizzante dove la famiglia ne esce protagonista in ogni sua sfaccettatura.
L’autrice:
Simona Fruzzetti vive in provincia di Pisa dove, oltre alla scrittura, si dedica al suo blog acasadisimo.blogspot.it. Ha vinto numerosi premi letterari e ha curato una rubrica di salute e benessere su un portale tutto al femminile. Dopo aver esordito in selfpublishing con “Il male minore” (2013) e “Chiudi gli occhi” (2014), è approdata alla casa editrice Piemme per la quale ha pubblicato nel 2015 “Mi piaci, ti sposo” e “Parigi mon amour” per la collana digitale In love.
“Come hai detto che ti chiami?” è il suo quinto romanzo.
Dal romanzo:
«Come si chiama il micio?» mi chiede Valerio guardandosi intorno.
«Gatto.»
«Gatto?» domanda incredulo.
«Gatto,» ripeto. «Perché non si può?»
«Certo, ma è come chiamare un cane Cane o un pappagallo Pappagallo. Ti pare normale?»
«Per me sì!» Ma ha da ridire anche sul nome che ho dato alla mia bestiola?
«Perché non ha un nome decente, santiddio?»
«Gatto è decente!» mi difendo. «Non mi sono sentita di dargli un nome qualsiasi, un nome che piacesse a me più che altro, senza tenere conto della sua personalità. E quando l’ho preso era talmente piccolo che ancora non era chiara la sua inclinazione caratteriale e quindi, siccome indiscutibilmente è un gatto, l’ho chiamato Gatto. Semplice!»
Valerio mi sta guardando strano. Non mi sorprenderei se adesso prendesse il telefonino e chiamasse il reparto di psichiatria per un ricovero coatto.
«Bene,» mi fa dopo aver pensato un attimo. «Seguendo il tuo filo logico da oggi dovrei chiamarti Donna. Tuo fratello mi aveva avvertito che eri fissata coi nomi ma non pensavo fino a questo punto.»
«I nomi sono importanti,» dico convinta. «È una cosa che ti porti dietro tutta la vita, è il tuo biglietto da visita, la prima cosa che dici quando ti presenti, l’ultima che verrà affissa sulla tua tomba. E rimarrà sempre lì, magari a far ridere i ragazzini il giorno di Ognissanti quando le madri se li portano dietro perché non sanno a chi lasciarli.»
Mille volte mi sono immaginata essere derisa davanti alla mia lapide Qui giace Giulia Agrippina Augusta Randazzo. E giù grasse risate. Una tristezza sciocca mi pervade al pensiero che non mi libererò mai da questo nome ridicolo e non avranno rispetto di me nemmeno quando sarò defunta.
«Io ho un amico che si chiama Francesco La Morte.» Valerio ora è serio.
Okay, c’è chi sta peggio di me.
**
### Sinossi
Giulia fin da piccola ha dovuto fare i conti con qualcosa di scomodo: il suo nome che non è semplicemente Giulia, ma Giulia Agrippina Augusta. Appassionata conoscitrice del significato dei nomi, figlia di un insegnante di storia e di una istruttrice di pilates vegetariana fissata con la forma fisica, vive in un appartamento della nonna insieme al fratello gemello.
La comparsa di Erika, nuova fidanzata del fratello, e l’arrivo di Valerio, il nuovo coinquilino, scombineranno le carte e l’equilibrio già precario della sua vita.
Tra scontri per lo spazio della casa, gelosie, tradimenti e prese di coscienza, Giulia riuscirà nella difficile impresa di collocare al posto giusto tutti i pezzetti dell’intricato puzzle famigliare e a ricredersi sull’idea dell’amore.
Situazioni comiche, scene grottesche e personaggi bizzarri fanno da cornice a una commedia romantica, ironica e frizzante dove la famiglia ne esce protagonista in ogni sua sfaccettatura.
L’autrice:
Simona Fruzzetti vive in provincia di Pisa dove, oltre alla scrittura, si dedica al suo blog acasadisimo.blogspot.it. Ha vinto numerosi premi letterari e ha curato una rubrica di salute e benessere su un portale tutto al femminile. Dopo aver esordito in selfpublishing con “Il male minore” (2013) e “Chiudi gli occhi” (2014), è approdata alla casa editrice Piemme per la quale ha pubblicato nel 2015 “Mi piaci, ti sposo” e “Parigi mon amour” per la collana digitale In love.
“Come hai detto che ti chiami?” è il suo quinto romanzo.
Dal romanzo:
«Come si chiama il micio?» mi chiede Valerio guardandosi intorno.
«Gatto.»
«Gatto?» domanda incredulo.
«Gatto,» ripeto. «Perché non si può?»
«Certo, ma è come chiamare un cane Cane o un pappagallo Pappagallo. Ti pare normale?»
«Per me sì!» Ma ha da ridire anche sul nome che ho dato alla mia bestiola?
«Perché non ha un nome decente, santiddio?»
«Gatto è decente!» mi difendo. «Non mi sono sentita di dargli un nome qualsiasi, un nome che piacesse a me più che altro, senza tenere conto della sua personalità. E quando l’ho preso era talmente piccolo che ancora non era chiara la sua inclinazione caratteriale e quindi, siccome indiscutibilmente è un gatto, l’ho chiamato Gatto. Semplice!»
Valerio mi sta guardando strano. Non mi sorprenderei se adesso prendesse il telefonino e chiamasse il reparto di psichiatria per un ricovero coatto.
«Bene,» mi fa dopo aver pensato un attimo. «Seguendo il tuo filo logico da oggi dovrei chiamarti Donna. Tuo fratello mi aveva avvertito che eri fissata coi nomi ma non pensavo fino a questo punto.»
«I nomi sono importanti,» dico convinta. «È una cosa che ti porti dietro tutta la vita, è il tuo biglietto da visita, la prima cosa che dici quando ti presenti, l’ultima che verrà affissa sulla tua tomba. E rimarrà sempre lì, magari a far ridere i ragazzini il giorno di Ognissanti quando le madri se li portano dietro perché non sanno a chi lasciarli.»
Mille volte mi sono immaginata essere derisa davanti alla mia lapide Qui giace Giulia Agrippina Augusta Randazzo. E giù grasse risate. Una tristezza sciocca mi pervade al pensiero che non mi libererò mai da questo nome ridicolo e non avranno rispetto di me nemmeno quando sarò defunta.
«Io ho un amico che si chiama Francesco La Morte.» Valerio ora è serio.
Okay, c’è chi sta peggio di me.

Come Giuda

Fin dai primi decenni dell’era cristiana l’aspetto più inquietante della figura di Giuda è, al di là del suo tradimento, l’inadeguatezza della sua scelta economica: che tipo d’uomo poteva essere colui che aveva scambiato l’infinito valore del Cristo per la misera somma di trenta denari? Giuda diventa così il prototipo negativo di chi non sa riconoscere il vero valore delle cose, e, in particolare, di chi non riesce a comprendere le regole del mercato e dell’economia così come si sono venute assestando tra medioevo ed età moderna. Di contro, la figura della Maddalena, che “sperpera” i suoi beni per onorare il Signore, diventa emblematica dell’agire economico lungimirante e istituzionalmente corretto. Le conseguenze di questa contrapposizione si riflettono – come illustra il libro – nel codice di esclusione sociale che caratterizza la modernizzazione economica europea e alimenta lo stigma della gente comune di cui Giuda rappresenta la maschera.

Come funzionano i servizi segreti

Nessun libro come questo fornisce un’introduzione completa, appassionante, progressiva e persino, sotto molti aspetti, pratica a tutti gli aspetti della moderna attività d’intelligence. Attingendo a molteplici esempi tratti dalle attività dei servizi italiani, statunitensi, israeliani, inglesi, francesi, tedeschi, cinesi, vaticani ecc., Aldo Giannuli, fra i nostri maggiori esperti, conduce il lettore in una strabiliante rassegna delle «missioni»: dall’ABC della manipolazione informativa e delle veline ai giornali, passando per l’omicidio e il rapimento, fino ai ben più complessi e inquietanti scenari della lotta al terrorismo, dei progetti eversivi, della guerra finanziaria, psicologica, culturale e delle altre guerre non convenzionali. Ma Giannuli fa anche di più, ci fa scoprire i tanti modi in cui i servizi già oggi praticano «guerre a bassa intensità »: guerre invisibili e distruttive in cui nessun governo può fare a meno di investire risorse crescenti. Dunque nel cuore di ogni Stato, per democratico che sia, esiste chi non agisce in base alle leggi, ma gode di una licenza al «tutto per tutto», spesso servendo gli interessi di fazioni politiche, grandi imprese, poteri forti. Fatto sta che, come dimostra Giannuli, i servizi «sono ormai un gorgo che risucchia sempre nuovi ambiti: la cultura, la comunicazione, la scienza, l’economia, la finanza, il commercio, l’immigrazione, la dimensione cognitiva». Siamo già al Grande Fratello? Ed esiste un antidoto a questo stato di cose? Ha collaborato con quotidiani (il manifesto, Liberazione, Quotidiano dei lavoratori) e settimanali (Avvenimenti, Rinascita). Collabora con L’Unità ed è redattore di Libertaria. Fra le sue ultime pubblicazioni ricordiamo: 2012: la grande crisi (Ponte alle Grazie, 2010), Come funzionano i servizi segreti (Ponte alle Grazie, 2009), L’abuso pubblico della storia (Guanda, 2009), Bombe a inchiostro. Storia della controinformazione, 1969-1979 (BUR, 2008), Dalla Russia a Mussolini, 1939-1943 (Editori Riuniti, 2006), Storia dell’Ufficio affari riservati (2 voll., allegato all’Unità, 2005), Le internazionali anticomuniste (2 voll., allegato all’Unità, 2005).