3697–3712 di 62912 risultati

L’angelo delle tenebre

In *The Angel of Darkness* , Caleb Carr brings back the vivid world of his bestselling *The Alienist* but with a twist: this story is told by the former street urchin Stevie Taggert, whose rough life has given him wisdom beyond his years. Thus New York City, and the groundbreaking alienist Dr. Kreizler himself, are seen anew. It is June 1897. A year has passed since Dr. Laszlo Kreizler, a pioneer in forensic psychiatry, tracked down the brutal serial killer John Beecham with the help of a team of trusted companions and a revolutionary application of the principles of his discipline. Kreizler and his friends — high-living crime reporter John Schuyler Moore; indomitable, derringer-toting Sara Howard; the brilliant (and bixkering) detective brother Marcus and Lucius Isaacson; powerful and compassionate Cyrus Montrose; and Stevie Taggert, the boy Kreizler saved from a life of street crime — have returned to their former pursuits and tried to forget the horror of the Beecham case. But when the distraught wife of a Spanish diplomat begs Sara’s aid, the team reunites to help her kidnapped infant daughter. It is a case fraught with danger, since Spain and the United States are on the verge of war. Their investigation leads the team to a shocking suspect: a woman who appears to the world to be a heroic nurse and a loving mother, but who may in reality be a ruthless murderer of childre. Once again, Caleb Carr proves his brilliant ability to re-create the past, both high life and low. As the horror unfolds, Delmonico’s still serves up wowndrous meals, and a summer trip to the elegant gambling parlors of Saratoga provides precious keys to the murderer’s past. At the same time, we go on revealing journeys into Stevie’s New York, a place where poor and neglected children — then as now — turn to crime and drugs at shockingly early ages. Peppered throughout are characters taken from real life and rendered with historical vigor, including suffragist Elizabeth Cady Stanton; painter Albert Pinkham Pyder; and Clarence Darrow, who thunders for the defense in a tense courtroom drama during which the sanctity of American motherhood itself is put on trial. Fast-paced and chilling, *The Angel of Darkness* is a tour de force, a novel of modern evil in old New York. **Caleb Carr** was born in Manhattan and grew up on the Lower East Side, where he still lives. He attended Kenyon College and New York University, earning a degree in history. In addition to fiction, Mr. Carr writes frequently on military and political affairs and is contributing editor of *MHQ: The Quarterly Journal of Military History*. His previous books include *The Alienist* and *The Devil Soldier*. He has also worked in television, film, and the theater.

Un altro giorno

Per Rhiannon ogni giorno è uguale agli altri. Accetta la vita come viene e si è rassegnata al temperamento lunatico e freddo di Justin, il suo ragazzo. Justin arriva perf ino a dirle come deve comportarsi: non chiedere troppo, non farlo infuriare, non sperare mai. Ma una mattina tutto cambia. Sembra finalmente che lui la veda, che voglia stare davvero con lei: vanno al mare, loro due soli, e la giornata si rivela perfetta. Poi il loro rapporto torna quello di prima, e Rhiannon non può fare a meno di interrogarsi. Finché un estraneo le racconta che il Justin di quella giornata al mare, attento e premuroso… non era affatto Justin. In questo avvincente romanzo che fa il paio con Ogni giorno, David Levithan racconta la storia vista da Rhiannon, che vuole capire cosa sia davvero l’amore e scopre quanto può cambiarci.

Alla fine andrà tutto bene

Sei settimane di silenzio forzato. Un incubo, per chi come Carla Diaz non sa tacere un secondo. Di indole fortemente comunicativa, Carla vive di parole, non solo per il bisogno di condividere i propri stati d’animo con chi le è vicino, ma anche per lavoro, essendo una presentatrice radiofonica. Quando un’operazione alle corde vocali la costringe a rimanere in silenzio per ben sei settimane, per giunta proprio in un momento di crisi personale e professionale, per Carla – pessimista di natura – è la fine del mondo. Costretta a non parlare, ma incapace di restare in silenzio, come potrà esternare pensieri ed emozioni e mantenere i rapporti con gli altri? Aiutata da whatsapp, email e bigliettini e armata di una buona dose di inventiva e di autoironia, Carla scoprirà di saper comunicare come non aveva mai fatto prima. Fino a trovare, mettendosi veramente in ascolto, la propria vera voce. **

All’ombra di Tycho

Sulla Luna c’è un cratere maledetto, in cui molti si sono avventurati e da cui nessuno è mai tornato. È Tycho, e ancora una volta qualcuno proverà a sfidarlo non perché particolarmente temerario, ma per sopravvivere su un mondo sempre più dominato dallo sfruttamento e dagli affari. Così, Chris Jackson e Amelia Thompson si avviano verso la loro missione: una ragazza che vuole finire il lavoro cominciato da suo fratello, ma che non sembra avere molto successo, e un giovane all’ultima occasione per sfondare. “Urania” festeggia il ritorno di Simak sulle sue pagine con un avvincente romanzo di esplorazione e un contorno di racconti tra cui spiccano “Onorevole avversario”, “Copia a carbone” e “Padre fondatore”, tutti concepiti in un’aurea stagione della science fiction americana. **
### Sinossi
Sulla Luna c’è un cratere maledetto, in cui molti si sono avventurati e da cui nessuno è mai tornato. È Tycho, e ancora una volta qualcuno proverà a sfidarlo non perché particolarmente temerario, ma per sopravvivere su un mondo sempre più dominato dallo sfruttamento e dagli affari. Così, Chris Jackson e Amelia Thompson si avviano verso la loro missione: una ragazza che vuole finire il lavoro cominciato da suo fratello, ma che non sembra avere molto successo, e un giovane all’ultima occasione per sfondare. “Urania” festeggia il ritorno di Simak sulle sue pagine con un avvincente romanzo di esplorazione e un contorno di racconti tra cui spiccano “Onorevole avversario”, “Copia a carbone” e “Padre fondatore”, tutti concepiti in un’aurea stagione della science fiction americana.

A Venezia… un dicembre rosso shocking

“A Venezia… un dicembre rosso shocking” riunisce cinque racconti lunghi all’insegna dello straordinario e del fantastico nascosti fra le pieghe della vita quotidiana, cinque capolavori nella “piccola forma” di una narratrice ad alta tensione d’intrattenimento: Daphne du Maurier. La raccolta prende il titolo dal primo di questi cinque pezzi di bravura, “A Venezia… un dicembre rosso shocking” da cui è stato tratto l’omonimo film, generalmente considerato un classico del thrill e dell’incubo. Lo seguono “Non dopo mezzanotte”: storia di un inglese tranquillo che, alla fine di una vacanza a Creta, ha uno sguardo in cui sembrano specchiarsi tutta la conoscenza e tutta la disperazione del mondo. “Un caso limite” dove Shelagh giunge alla conclusione che solo odiando ci si può purificare dall’amore. “La Via Crucis” che narra di un pellegrinaggio a Gerusalemme e di un bambino di nove anni, Robin, convinto di poter vedere la Resurrezione. “La scoperta”: per brevi ore alcune persone hanno nelle mani la prova che può dare risposta al significato della morte…

44 Scotland Street

Quando spinge il portone del 44 di Scotland Street, nel centro di Edimburgo, Pat non vede l’ora
di cominciare tutto daccapo. È al suo secondo anno sabbatico e una casa e un lavoro nuovi
sono quello che ci vuole per ripartire. Da lì in poi dividerà l’appartamento con l’insopportabile Bruce, agente immobiliare bello e vanitoso; troverà lavoro nella galleria d’arte di Matthew, un giovane delicato ma inconcludente che di arte non capisce nulla; trascorrerà piacevoli serate
con l’eccentrica vicina di casa Domenica, un’anziana antropologa dispensatrice di storie
esotiche e saggi consigli sugli uomini. Intanto al piano di sotto Bertie, inquieto bambino
prodigio, cerca di far capire alla madre, Irene, che preferirebbe rugby e trenini elettrici ai corsi di yoga, sassofono e italiano. A unire tutti un misterioso tentativo di furto e la caccia a un quadro che potrebbe essere una crosta o valere una fortuna…
Con il tocco leggero e divertito che lo contraddistingue, Alexander McCall Smith ci invita a
perderci con lui per le strade della sua amata Edimburgo, a mescolarci ai suoi concittadini tra negozi, ristoranti, giardini, musei, fino alle gallerie abbandonate nei sotterranei della città, a studiare con affetto abitudini, vezzi, manie di una schiera di personaggi splendidamente
assortiti. E ancora una volta seguirlo è un vero piacere.
Alexander McCall Smith, nato e cresciuto in Africa, è professore di diritto presso l’Università di Edimburgo ed è stato vicepresidente della commissione per la genetica della Gran Bretagna.
Prima di dedicarsi alla narrativa, ha scritto molti libri di altro genere. Guanda ha pubblicato, della serie di Precious Ramotswe e della sua Ladies’ Detective Agency N.1: Le lacrime della
giraffa, Morale e belle ragazze, Un peana per le Zebre, Il té è sempre una soluzione, Un gruppo di allegre signore, Scarpe azzurre e felicità e Il buon marito; della serie della detective per caso Isabel Dalhousie: Il Club dei filosofi dilettanti, Amici, amanti, cioccolato, Il piacere sottile della pioggia e L’uso sapiente delle buone maniere. Sempre per Guanda è uscita la raccolta di
racconti su Edimburgo Storie di una città, dove McCall Smith compare come autore insieme a
Irvine Welsh e Ian Rankin.

Zwart e la dodicesima colonna

Un piccolo, intraprendente protagonista coinvolto in una ricerca leggendaria. Un viaggio di scoperta e di crescita che lo porterà a contatto con personaggi magici e luoghi incantevoli.
Zwart è un bambino emarginato, diverso fisicamente dalla comunità Baardese in cui è cresciuto. È figlio della prostituta Darlig che, per sfuggire alla miseria, lo vende a due pericolosi mercanti di schiavi. Questi lo portano alle miniere di Groen per fargli estrarre delle gemme preziose dalle proprietà magiche. Zwart viene affidato a Kilnus, un giovane schiavo che gli offre la sua protezione.
La vita alla miniera è faticosa ma Zwart riesce a crearsi una cerchia di amicizie da cui riceve la solidarietà e l’affetto che non ha mai conosciuto prima.
Fino a quando comincia a notare un misterioso gruppo di sacerdoti e si imbatte in un evento soprannaturale probabilmente legato a una spada incantata, nascosta nelle miniere, appartenuta a una divinità malvagia. La vita del piccolo Zwart viene messa a repentaglio mentre scopre dettagli sempre più inquietanti e pericolosi sulle persone con cui ha condiviso il suo tempo al villaggio. Intanto i nemici aumentano giorno dopo giorno…
Zwart si ritroverà così a lottare per proteggere i suoi amici oltre che la sua vita stessa, a fuggire, a viaggiare, a sventare complotti e a incrociare il suo cammino con altri personaggi, sempre più misteriosi.
Dove lo condurrà questo processo di scoperta e di crescita? Chi è veramente il piccolo Zwart?
“Lui era abituato a essere deriso. Più basso rispetto agli altri bambini, aveva la pelle scura e i capelli color fuliggine. I suoi occhi non erano azzurri, bensì neri come la pece. Nessuno al villaggio era come lui e per questo era additato come figlio di Nessuno o, peggio, figlio di Demone.” **
### Sinossi
Un piccolo, intraprendente protagonista coinvolto in una ricerca leggendaria. Un viaggio di scoperta e di crescita che lo porterà a contatto con personaggi magici e luoghi incantevoli.
Zwart è un bambino emarginato, diverso fisicamente dalla comunità Baardese in cui è cresciuto. È figlio della prostituta Darlig che, per sfuggire alla miseria, lo vende a due pericolosi mercanti di schiavi. Questi lo portano alle miniere di Groen per fargli estrarre delle gemme preziose dalle proprietà magiche. Zwart viene affidato a Kilnus, un giovane schiavo che gli offre la sua protezione.
La vita alla miniera è faticosa ma Zwart riesce a crearsi una cerchia di amicizie da cui riceve la solidarietà e l’affetto che non ha mai conosciuto prima.
Fino a quando comincia a notare un misterioso gruppo di sacerdoti e si imbatte in un evento soprannaturale probabilmente legato a una spada incantata, nascosta nelle miniere, appartenuta a una divinità malvagia. La vita del piccolo Zwart viene messa a repentaglio mentre scopre dettagli sempre più inquietanti e pericolosi sulle persone con cui ha condiviso il suo tempo al villaggio. Intanto i nemici aumentano giorno dopo giorno…
Zwart si ritroverà così a lottare per proteggere i suoi amici oltre che la sua vita stessa, a fuggire, a viaggiare, a sventare complotti e a incrociare il suo cammino con altri personaggi, sempre più misteriosi.
Dove lo condurrà questo processo di scoperta e di crescita? Chi è veramente il piccolo Zwart?
“Lui era abituato a essere deriso. Più basso rispetto agli altri bambini, aveva la pelle scura e i capelli color fuliggine. I suoi occhi non erano azzurri, bensì neri come la pece. Nessuno al villaggio era come lui e per questo era additato come figlio di Nessuno o, peggio, figlio di Demone.”

Zodiac

12 racconti, uno per ogni mese, uno per ogni segno, tutti per ogni giorno dell’anno.12 storie, 12 ritratti in cui ognuno di noi individuerà qualcuno che gli somiglia. **

Youtube Business: Marketing Ed Editoria Con I Video Online

Lo scopo di questo libro e’ mostrarti i modi in cui si puo’ fare business con i video online e, in particolare, come e quanto puoi guadagnare grazie a YouTube. Non e’ un manuale approfondito, bensi’ un concentrato di idee sull’editoria e il marketing su YouTube. **

Volpe

Mi gira la testa mentre ripenso a poco fa. Io e Markus Anderson ci siamo baciati. Ma in quale universo è realizzabile una cosa del genere? Non nel mio. Non nel suo. Lei ha sedici anni, è un’anima schiva e solitaria e ha i capelli rosso fuoco: per questo, a scuola, tutti la chiamano Volpe. Lui è Markus, il più bello e carismatico della classe, quello che eccelle negli sport, pieno di ragazze, sempre al centro dell’attenzione. Lei vive in una fattoria, lui in una villa degna di un vip. Lei ama la musica country pop di Taylor Swift, lui il rock. Volpe e Markus sembrano davvero il giorno e la notte. Eppure, all’improvviso tutto cambia: a scuola arrivano Abby e il professor Johnson e per Volpe inizia una vita nuova; per la prima volta sarà costretta a mettersi in gioco e a fare i conti con la sua passione segreta per la musica, mentre il suo universo e quello di Markus entreranno in rotta di collisione. Faranno scintille? Tra amicizie complici, feste musicali, rivalità e rimescolii del cuore, Volpe scoprirà l’importanza di essere se stessa e di far parlare la voce dell’anima, a qualunque costo. E finalmente nascondersi non sarà più necessario.

Volevo solo camminare

Le gambe fremono, il cuore scalpita, la mente ha bisogno di nuovi orizzonti. È il momento di partire, di assaporare il viaggio, di mettere un piede davanti all’altro e arrivare alla meta.
Questo è il racconto della preparazione, atletica e sentimentale, al **Cammino di Santiago** , e dei **360 chilometri** che ne sono seguiti. Protagonista: **Daniela Collu** , atea patentata, natura-resistente e camminatrice poco convinta. Daniela ha percorso la distanza che separa **León** da **Santiago de Compostela** in **dodici giorni** , con uno zaino di sette chili sulle spalle, nessun compagno di avventure tranne un grandissimo “perché no?” e il tempo, strappato dopo tanti anni a un lavoro che andava troppo veloce…
Sul cammino si recupera il ritmo, il senso della distanza, il passo giusto, e si respira a pieni polmoni, fino a sentire un vento nuovo dentro. E soprattutto si incontrano persone e storie che diventano importanti come la freccia che ti accompagna al traguardo.
***Volevo solo camminare*** è una guida al pellegrinaggio più famoso del mondo e insieme un diario di bordo fatto di ricordi ormai indelebili.
**E se dovesse venirvi voglia di mollare tutto e partire, niente paura: è la scelta giusta!**

Volevo essere una vedova

Che fine ha fatto Chiara, l’aspirante ma mancata gatta morta? L’abbiamo lasciata a trent’anni, senza uno straccio di fidanzato, e la ritroviamo a quarantacinque, ancora single. Com’è potuto accadere? Com’è arrivata a questa età senza sposarsi, fare figli, adeguarsi alla vita che sua madre e le zie, anche quelle degli altri, prevedevano per lei? Per capirlo Chiara si racconta, ai lettori e all’analista, ripercorrendo gli ultimi dieci anni: il trasferimento a Milano, dove sperava di accasarsi e invece ha trovato sciami di gay, il lavoro in una città che per certi versi le è ostile, i disastri sentimentali e il fatto che tutti, ma proprio tutti, persino il dentista o l’ortopedico, continuino a chiederle perché sia sola. Cosí, pur di non essere sottoposta al solito strazio, all’ennesima visita medica decide di spacciarsi per vedova, guadagnandosi uno status finalmente accolto dalla società. Se è vedova, allora qualcuno se l’era presa, anche se poi è morto!
Chiara Moscardelli torna a farci morire dal ridere, mentre descrive un mondo che sulla felicità delle donne ha ancora molto da imparare. **
### Sinossi
Che fine ha fatto Chiara, l’aspirante ma mancata gatta morta? L’abbiamo lasciata a trent’anni, senza uno straccio di fidanzato, e la ritroviamo a quarantacinque, ancora single. Com’è potuto accadere? Com’è arrivata a questa età senza sposarsi, fare figli, adeguarsi alla vita che sua madre e le zie, anche quelle degli altri, prevedevano per lei? Per capirlo Chiara si racconta, ai lettori e all’analista, ripercorrendo gli ultimi dieci anni: il trasferimento a Milano, dove sperava di accasarsi e invece ha trovato sciami di gay, il lavoro in una città che per certi versi le è ostile, i disastri sentimentali e il fatto che tutti, ma proprio tutti, persino il dentista o l’ortopedico, continuino a chiederle perché sia sola. Cosí, pur di non essere sottoposta al solito strazio, all’ennesima visita medica decide di spacciarsi per vedova, guadagnandosi uno status finalmente accolto dalla società. Se è vedova, allora qualcuno se l’era presa, anche se poi è morto!
Chiara Moscardelli torna a farci morire dal ridere, mentre descrive un mondo che sulla felicità delle donne ha ancora molto da imparare.

Voglia di cucinare pane, pizze, focacce e torte salate. Anche senza glutine

Un volume davvero utile per chi desidera cimentarsi nella preparazione di tante ricette salate e riscoprire il piacere di fare il pane con le proprie mani e di cucinare senza alcuna difficoltà ottime pizze, saporite focacce e squisite torte salate. Piatti facili da preparare e ideali per una cena informale, un aperitivo sfizioso, un rinfresco o una merenda sana e appetitosa. Il manuale contempla una vasta gamma di ricette: dai pani più tradizionali ai prodotti da forno più originali, dalle pizze classiche della gastronomia italiana alle preparazioni salate più fantasiose, arricchite con tanti e nuovi ingredienti e in grado di solleticare anche i palati più esigenti. **

Viva Israele

Dopo le minacce ricevute da Hamas per aver denunciato i kamikaze palestinesi, “la mia vita”, sostiene Allam, “è diventata strettamente collegata alla sorte di Israele, per una mia scelta interiore di fede nella sacralità della vita e per una bizzarria del destino che ha voluto che fosse un musulmano laico a battersi in prima linea, anche a rischio di morire, per difendere il diritto all’esistenza dello Stato ebraico”. In quel clima, anche un ragazzo di grande sensibilità e educato in una scuola religiosa italiana come lui non era rimasto del tutto immune al pregiudizio anti-israeliano, che venne però spazzato via dalle esperienze successive: “In queste pagine ho voluto raccontarvi il mio lento e sofferto percorso esistenziale dall’ideologia della menzogna, della dittatura, dell’odio, della violenza e della morte alla civiltà della verità, della libertà, dell’amore, della pace e della vita. Fino a maturare il pieno convincimento che, oggi più che mai, la difesa del valore della sacralità della vita coincida con la difesa del diritto di Israele all’esistenza”. Ecco perché questo libro autobiografico parla alle coscienze di tutti: dietro l’intransigenza con cui si tutela il diritto di Israele all’esistenza e alla pace c’è la fermezza con cui si protegge la nostra società dai pericoli di infiltrazione e legittimazione dell’ideologia della morte.