36993–37008 di 75864 risultati

Serpenti e piercing

Trasformarsi in serpenti è possibile? Niente di più facile, basta inserirsi un piercing nella lingua, sostituirlo di volta in volta con uno di dimensioni sempre maggiori e, quando sulla punta non sarà rimasto che un filino di carne, intervenire con un taglio chirurgico (o casalingo) e il gioco è bell’e fatto. Una lingua biforcuta con le due estremità perfettamente mobili e indipendenti da sbattere in faccia al mondo che ci circonda. Romanzo d’esordio della appena ventenne Kanehara, il libro ha creato un terremoto nel panorama letterario del Sol Levante.
**

Serpenti a sonagli

‘Irvine Welsh è la cosa più bella che sia capitata alla nostra narrativa negli ultimi dieci anni.’
**The Sunday Times**
‘C’è uno scrittore più distruttivo, nichilista, spietato e al contempo più innamorato della vita di Irvine Welsh? Difficile… quasi impossibile.’
**Corriere della Sera**
‘Lo scrittore simbolo della narrativa inglese.’
**La Repubblica**
Il deserto del Nevada, strani riti sciamanici, tre amici di ritorno dal festival del Burning Man e una fellatio sotto il tiro di una pistola. E poi ancora un uomo in fuga dalla moglie e dal matrimonio che cerca di rifarsi una vita aprendo un pub alle Canarie, senza rinunciare al campionato di calcio inglese, alla birra e alle scopate facili. Un gruppo di amiche di Chicago, la cui unica preoccupazione sono la linea, i cosmetici e i ragazzi. Uno scapestrato film-maker e attorucolo californiano in cerca di successo che incontra la vedova del suo idolo, un’inquietante Miss Arizona d’altri tempi appassionata di imbalsamazione. Ci sono tutti, e sono allo stesso tempo nuovi e sorprendenti, i temi cari a Irvine Welsh in questa raccolta di racconti: pagine percorse da una solitudine bruciante, fatta di umiliazione, delusione, perfino orrore, che Welsh stempera con la consueta maestria ibridando i registri del grottesco, del ridicolo, dell’osceno, del fumettistico. Una furiosa, rocambolesca discesa agli inferi delle meschinità e delle debolezze umane unita a un linguaggio corrosivo e politicamente scorretto, eppure del tutto sincero e liberatorio. Come se l’eccesso non fosse solo un modo per raccontare, ma anche un antidoto alle frustrazioni da cui non riusciamo a sfuggire.
‘Per lettori che hanno lo stomaco forte, ma il cuore tenero.’
**The Telegraph**
‘Un talento prodigioso per il dialogo e una scrittura affilata come un diamante.’
**Publishers Weekly**
‘Un’energia stupefacente, un’emozione viscerale, una scrittura che colpisce allo stomaco e al cuore.’
**The Independent**
(source: Bol.com)

Il serpente

Un uomo – il narratore – gelosissimo della sua amante la uccide, ne divora il cadavere e si autodenuncia. Ma presto si scopre che il narratore mente. E in un gioco continuo di realtà e finzione, nulla appare certo se non l’incerto.

Il serpente di pietra

E se il Santo Graal, l’antica reliquia, fosse custodito nei labirinti di pietra, nelle cisterne bizantine sotto i palazzi di Istanbul? Il sultano Mahmut II sta morendo. Yashim, più che mai solo, deve combattere contro un incubo che sembra risvegliarsi da un passato antichissimo. 1839, anni dopo la lotta per l’indipendenza dei greci dell’impero ottomano, Lefèvre, archeologo francese, arriva a Istanbul per cercare un tesoro bizantino che ha a che fare con le reliquie più antiche della città, e forse della cristianità. Yashim, l’eunuco di corte che ama le donne, riceve la richiesta di investigare su Lefèvre. Ma quando il cadavere sfigurato dell’archeologo viene trovato davanti all’ambasciata francese, tutto porta a sospettare dello stesso Yashim… C’è qualcuno che lo sta usando per coprire un complotto, o la realtà è ancora più sorprendente?
**

La serie infernale

Poirot riceve una lettera in cui un anonimo, che si firma A.B.C., gli comunica che ad Andover avverrà un assassinio, cosa che accade realmente. Fa seguito una seconda lettera che avverte di un crimine a Bexhill, quindi una terza che anticipa un omicidio a Churston. La serie di delitti sembra intenzionata a continuare. E Poirot, per indagare, organizza una squadra di investigatori con i parenti delle vittime. (1890-1976) è la più famosa giallista al mondo e una delle più prolifiche autrici di ogni tempo: ha al suo attivo circa ottanta opere tradotte in più di cento lingue, e oltre due miliardi di copie vendute.
**
### Sinossi
Poirot riceve una lettera in cui un anonimo, che si firma A.B.C., gli comunica che ad Andover avverrà un assassinio, cosa che accade realmente. Fa seguito una seconda lettera che avverte di un crimine a Bexhill, quindi una terza che anticipa un omicidio a Churston. La serie di delitti sembra intenzionata a continuare. E Poirot, per indagare, organizza una squadra di investigatori con i parenti delle vittime. (1890-1976) è la più famosa giallista al mondo e una delle più prolifiche autrici di ogni tempo: ha al suo attivo circa ottanta opere tradotte in più di cento lingue, e oltre due miliardi di copie vendute.

Le serie di Oxford

Oxford, anni Novanta. Un’anziana signora assassinata e un biglietto di morte con un dettaglio curioso: un piccolo cerchio, tracciato minuziosamente. Un cerchio perfetto di colore nero, forse il primo simbolo di una serie logica… La scoperta del cadavere fa incontrare, nella stessa stanza, un giovane studente argentino di grande talento matematico e uno dei massimi esperti di logica del secolo, Arthur Seldom, agli occhi del ragazzo una vera e propria leggenda. Nel giro di poche ore quello che doveva essere il piacevole inizio di un anno di studio all’estero si tramuta per il ventenne sudamericano in una accanita lotta contro il tempo e contro il meccanismo di morte che l’assassino, con macabro perfezionismo, ha escogitato.
**

Sequenze di memoria

Dopo molti anni Ricotta torna al suo paese d’origine: Gianni, un suo amico d’infanzia, si è suicidato. Nessuno sembra capire le ragioni del gesto e neanche il biglietto lasciato svela il mistero. Ricotta però vuole vederci chiaro. L’indagine, sempre più pericolosa, porta a investigare su un’industria chimica della zona. Ma non è solo il presente a celare complicità e crimini: dal passato riaffiora una ragnatela di passioni segrete che si estende indietro nel tempo e intrappola gli abitanti del paese, figure smarrite in un quadro in cui nulla è ciò che sembra.

La sequenza mirabile

Sono una strana coppia di personaggi, Ermete Cimbro, a metà strada tra il genio e il puro pazzo sconclusionato, e sua figlia Amaranta, dal fascino enigmatico, sensuale ed eterea insieme. Si presentano un giorno alla porta di uno scrittore di gialli con il loro curioso segreto… Negli anni Venti un diabolico quanto misconosciuto genio matematico, Gerolamo Martini, avrebbe messo a punto nientemeno che un sistema per sbancare la roulette e vincere così somme favolose giocando nei casinò: la Sequenza Mirabile. Sfacciatamente decisi a trarne cospicui guadagni, i due chiedono il suo aiuto per rintracciare la formula perduta. Nonostante lo scetticismo iniziale, l’uomo si lascia intrigare dall’intera faccenda, finendo così invischiato in una frenetica caccia al tesoro attraverso i decenni che, tra finti nani acrobati e misteriosi frati, cospiratori, alchimisti e assassini, arriva fino a d’Annunzio e all’impresa di Fiume. Non immaginano gli incauti che non è il numero, ma il Male a governare il ritmo della Sequenza Mirabile…
**

Sepolta nel buio

È una tiepida mattina autunnale nella tranquilla cittadina di The Hollows e l’ex detective Jones Cooper, tormentato dal ricordo di un evento spaventoso che lo ha segnato per sempre, riceve una visita inaspettata: Eloise Montgomery, la medium del paese, vede qualcosa di inquietante nel suo futuro, l’immagine di una ragazzina che rischia di annegare nel fiume. A The Hollows è tornato anche il quarantenne Michael Holt: vuole far luce sulla misteriosa scomparsa della madre, svanita nel nulla anni prima. Ma cosa si nasconde nella storia di Michael e nel suo morboso legame con la donna? E perché Willow, l’inquieta adolescente appena arrivata da Manhattan, lo sorprende mentre scava una buca nel folto dei boschi che circondano la cittadina? Qual è il mistero che lega queste vite? L’autrice bestseller di Devi tacere per sempre torna a The Hollows per raccontarci una storia ad altissima tensione sulle zone d’ombra del passato e i fantasmi che riemergono in ognuno di noi.

(source: Bol.com)

Il sepolcro

La diffidenza della donna con cui Jack ha una relazione, si trasforma in terrore quando scopre l’arsenale che egli tiene in casa. Intanto Jack deve risolvere ben altri problemi: recuperare una misteriosa collana che reca una maledizione contro la famiglia Westphalen che, a causa di un crimine compiuto da un antenato, è condannata a morire in un bagno di sangue. Lo stesso destino attende chi ostacoli questa vendetta, come presto si accorgono Jack, Gia e la piccola Vicky, prigionieri di un potere al di là del tempo, un potere incarnato in creature che paiono uscite da un incubo, eppure ben reali, come dimostra l’enorme mano pronta a ghermire le proprie vittime, che può appartenere solo ad una creatura demoniaca, assetata di sangue e di vendetta.

Senza via di fuga (Timecrime Narrativa)

Kira Miller, un brillante ingegnere genetico, mette a punto un metodo che permette alle aree cerebrali della creatività e del pensiero di raggiungere temporaneamente capacità straordinarie. È una scoperta sensazionale, che apre scenari inimmaginabili, ma cosa succederebbe se un tale livello di intelligenza sfociasse in una spietata megalomania?
David Desh ha lasciato i corpi speciali dopo aver perso i suoi uomini in un’azione in Iran. Ma i suoi superiori hanno deciso che è il momento di richiamarlo per un’ultima missione: trovare Kira Miller, l’enigmatico genio che ha ordito un complotto bioterroristico che minaccia la vita di milioni di persone. Quando Desh si accorge che quella è solo la punta di un iceberg, è troppo tardi per rimanere fuori dal gioco. Ormai è diventato, suo malgrado, una pedina fondamentale e deve a fare le mosse giuste prima che quelle degli avversari abbiano un drammatico impatto sul futuro dell’intera umanità.
**
### Sinossi
Kira Miller, un brillante ingegnere genetico, mette a punto un metodo che permette alle aree cerebrali della creatività e del pensiero di raggiungere temporaneamente capacità straordinarie. È una scoperta sensazionale, che apre scenari inimmaginabili, ma cosa succederebbe se un tale livello di intelligenza sfociasse in una spietata megalomania?
David Desh ha lasciato i corpi speciali dopo aver perso i suoi uomini in un’azione in Iran. Ma i suoi superiori hanno deciso che è il momento di richiamarlo per un’ultima missione: trovare Kira Miller, l’enigmatico genio che ha ordito un complotto bioterroristico che minaccia la vita di milioni di persone. Quando Desh si accorge che quella è solo la punta di un iceberg, è troppo tardi per rimanere fuori dal gioco. Ormai è diventato, suo malgrado, una pedina fondamentale e deve a fare le mosse giuste prima che quelle degli avversari abbiano un drammatico impatto sul futuro dell’intera umanità.

Senza veli

Questa volta, Palahniuk ci porta a fare un bel giretto nella Hollywood dei Tempi d’Oro (quelli di Bette Davis e Joan Crawford, per intenderci) e ci racconta – a modo suo, naturalmente – la fiaba sulfurea e decadente di Katherine Kenton, una stella del palcoscenico, ma anche una famosa sceneggiatrice alle prese con la peggiore e più inevitabile delle disgrazie possibili: l’invecchiamento. A raccontare questa fiaba c’è una sorta di dama di compagnia, domestica, confidente di Katherine a nome Hazie Coogan, che l’ha accompagnata per tutta la sua carriera attraverso svariati matrimoni, altrettanti divorzi e parecchi interventi di chirurgia estetica. A complicare la situazione contribuisce l’apparizione del giovane (troppo giovane!!!) Webster Carlton Westward III, che riesce a intrufolarsi nel cuore (e tra le lenzuola) di Katherine. Ma Hazie scopre che Webster ha già scritto una biografia senza veli che prevede la morte di Katherine in una scena degna di un barocchissimo musical…. Come sempre, Chuck mescola sapientemente satira, sovversione, sorprese per raccontarci una storia senza tempo e senza speranza sul nostro mondo sempre più assetato di star e di personaggi pubblici pieni di glamour e sempre più desideroso di distruggerli.

Senza passato

Marty Hagen era il classico giovane newyorkese degli anni Settanta. Bello, intelligente, furbo: il miglior falsario di carte di credito sulla piazza. Non era italiano, ma lavorava comunque coi “ragazzi” di John Cotti, con la mafia. All’improvviso scomparve nel nulla, lasciando gli amici, la donna che amava, la sua città. È l’autunno del 1980. Mancano pochi giorni alle elezioni del presidente degli Stati Uniti. Carter o Reagan? Repubblicani o democratici? A Spokane, nello stato di Washington, vicino a Seattle, Vince Camden riceve il certificato elettorale, come tutti i cittadini americani. Ma Vince non è un cittadino come gli altri. Aveva un altro nome, un tempo. Era un altro uomo. Ma il passato è tornato a cercarlo.
**