36913–36928 di 74503 risultati

La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo

Quando Henry incontra Clare, lui ha ventott’anni e lei venti. Lui non ha mai visto lei, lei conosce lui da quando ha sei anni… Potrebbe iniziare così questo libro, raccontato da due voci che si alternano e si confrontano. Si costruisce così sotto gli occhi del lettore la vita di una coppia e poi di una famiglia, cosparsa di gioie e di tragedie, sempre sotto la minaccia di qualcosa che nessuno dei due può prevenire o controllare. Un’intensa storia d’amore, un inizio misterioso, subito spiegato dal fatto che Henry, il protagonista, è il primo uomo affetto da cronoalterazione: il suo orologio genetico ogni tanto si risistema e lui viaggia nel tempo…

La moglie dell’astronauta

Spencer Armacost è uno dei due astronauti usciti dallo space shuttle per riparare un satellite in avaria. Ordinaria amministrazione, fino al momento dell’esplosione. Poi c’è il ritorno a Terra: ordinario shock, fino al momento di rivedere sua moglie. Armacost sente di essere turbato, ansioso, ma niente più di questo. Per lei, invece, Spencer è diventato un altro uomo. Uno sconosciuto, o peggio… Ordinaria amministrazione? Solo fino a quando la moglie dell’astronauta scopre di essere incinta di una cosa.

La moglie del duca

Charlotte Wareham farebbe qualunque cosa pur di salvaguardare il proprio lavoro e aiutare le sue sorelle, anche se questo significa accettare un incarico in Italia, alle dipendenze dell’arrogante duca Raffaele Degli Strozzi. Per lei non c’è altra soluzione che rimboccarsi le maniche e cercare di convincerlo della sua professionalità. Cosa tutt’altro che facile, visto lo scetticismo con il quale Raffaele la accoglie.
Come può una donna così trasandata cogliere l’essenza della bellezza, fondamentale nel compito che li attende? Questo si chiede Raffaele non appena conosce Charlotte. Ma quando per la prima volta i suoi occhi riescono ad andare oltre le apparenze, Raffaele resta sconvolto dalla sensualità della donna che ha di fronte, e capisce che per lei nulla è impossibile.
**
### Sinossi
Charlotte Wareham farebbe qualunque cosa pur di salvaguardare il proprio lavoro e aiutare le sue sorelle, anche se questo significa accettare un incarico in Italia, alle dipendenze dell’arrogante duca Raffaele Degli Strozzi. Per lei non c’è altra soluzione che rimboccarsi le maniche e cercare di convincerlo della sua professionalità. Cosa tutt’altro che facile, visto lo scetticismo con il quale Raffaele la accoglie.
Come può una donna così trasandata cogliere l’essenza della bellezza, fondamentale nel compito che li attende? Questo si chiede Raffaele non appena conosce Charlotte. Ma quando per la prima volta i suoi occhi riescono ad andare oltre le apparenze, Raffaele resta sconvolto dalla sensualità della donna che ha di fronte, e capisce che per lei nulla è impossibile.

La moglie del diavolo

Era stato un matrimonio d’interesse, ma chi ne aveva tratto vantaggio?
Jude Langston aveva praticamente rapito Bess, ma non era certo stato spinto da una passione sfrenata.
Bess, dal canto suo, aveva sempre considerato Jude un tipo poco raccomandabile: bello, arrogante e diabolico.

Mogli infedeli

Dall’autrice del bestseller La rivincita delle mogli Una storia glamour fatta di lusso, champagne e dolcissime vendetteL’affascinante Tom Black, giocatore d’azzardo e donnaiolo impenitente, nella sua lunga carriera ha accumulato molti debiti, molte donne e molti nemici. Ora che ha perso tutto al gioco, compresa l’arroganza e la spensieratezza di un tempo, sembra essere rimasto solo al mondo e le eleganti feste a base di champagne e splendide donne sono solo un ricordo lontano. Tuttavia alcune delle sue vecchie fiamme non si sono affatto dimenticate di lui, e saranno proprio loro a cambiare radicalmente la situazione: la bellissima ballerina Ellie Scott capirà di non averlo mai dimenticato, e la spregiudicata arrampicatrice sociale Loretta Fiorentino gli offrirà benessere e ricchezza in cambio di una stravagante storia d’amore. Presto a loro si aggiungerà anche la scrittrice di successo Victoria Mayfield, alla ricerca di qualcosa di proibito. Tutte e tre cadranno vittime del fascino irresistibile di Tom Black, conosceranno i brividi della passione e i sensi di colpa del tradimento. Ma alla fine tutte e tre si ritroveranno con parecchi motivi per odiarlo ed escogiteranno perciò una vendetta molto, molto speciale…Sexy, romantico e divertenteNe sarete affascinati dalla prima paginaA volte è stupendo essere perfide…Hanno scritto di La rivincita delle mogli:«Sexy e divertentissimo.»Cosmopolitan«Come Desperate Housewives, ma ambientato a Chelsea, l’esclusivo quartiere di Londra. Un romanzo delizioso in cui tre mogli decidono finalmente di ribellarsi ai loro mariti.»Glamour«Una storia divertente e spassosa che ha come protagoniste le amiche perfette.»GraziaAnna-Lou WeatherleyÈ nata a Southampton ed è cresciuta a Londra, dove vive tuttora. Giornalista, ha diretto riviste per ragazzi e ha collaborato con «Glamour», «Marie Claire», «Grazia» e «New Woman». La Newton Compton ha già pubblicato La rivincita delle mogli.
(source: Bol.com)

La modista

‘*Secondo me, Vitali sorpassa con la sua levità Guareschi.*’
La Lettura – Corriere della Sera – Antonio D’Orrico

‘*Un grande narratore che, come Piero Chiara e Mario Soldati, sa raccontare la profondità della superficie.*’
Tuttolibri – Bruno Quaranta

Nella notte hanno tentato un furto in comune, ma la guardia Firmato Bicicli non ha visto nulla. Invece, quando al gruppetto dei curiosi accorsi davanti al municipio s’avvicina Anna Montani, il maresciallo Accadi la vede, eccome: un vestito di cotonina leggera e lì sotto pienezze e avvallamenti da far venire l’acquolina in bocca. Da quel giorno Bicicli avrà un solo pensiero: acciuffare i ladri che l’hanno messo in ridicolo e che continuano a colpire indisturbati. Anche il maresciallo Accadi, da poco comandante della locale stazione dei carabinieri, da quel momento ha un’idea fissa. Ma intorno alla bella modista e al suo segreto ronzano altri mosconi: per primo Romeo Gargassa, che ha fatto i soldi con il mercato nero durante la guerra e ora continua i suoi loschi traffici; e anche il giovane Eugenio Pochezza, erede della benestante signora Eutrice nonché corrispondente locale della ‘Provincia’.

Il nuovo romanzo di Andrea Vitali è centrato su una protagonista femminile vitale, ambi-ziosa e sensuale, un po’ furba e un po’ ingenua. Intorno al suo frequentatissimo atelier, tra cognac doppi e partite a scala quaranta, si muove e si agita tutto il paese: dal sindaco Balbiani con il segretario comunale Bianchi, giù giù fino al trio di giovinastri composto dal Fès, dal Ciliegia e dal Picchio, passando per l’appuntato Marinara, che deve rimediare alle distrazioni del superiore, e poi le misteriose titolari della farmacia Gerbera e Austera Petracchi, la cuoca di casa Pochezza e sua figlia Ersilia, lo spazzino Oreste e il messo Milico.
Nei suoi romanzi – divertenti, intelligenti, godibilissimi – Andrea Vitali ha reinventato magistralmente la commedia all’italiana: riesce così a restituire l’immagine più vera e profonda del nostro paese, in un’incessante girandola di caratteri e di sorprese.
(source: Bol.com)

La modella e il milionario

Dalla Grecia agli Stati Uniti, dall’Italia all’Inghilterra, innamorarsi di un milionario non è poi così difficile. Ma riuscire a rapirne il cuore non è un’impresa da tutti. Per la prima volta nella sua vita, Amber Taylor si è sentita speciale. E il merito di questo miracolo è tutto di Miguel Menendez: il suo sguardo penetrante, il suo accento castigliano e il suo fascino mediterraneo hanno avuto su di lei un effetto dirompente. Per entrambi l’idea è di vivere intensamente i pochi giorni che hanno a disposizione, ma in breve tempo le cose iniziano a cambiare.
**
### Sinossi
Dalla Grecia agli Stati Uniti, dall’Italia all’Inghilterra, innamorarsi di un milionario non è poi così difficile. Ma riuscire a rapirne il cuore non è un’impresa da tutti. Per la prima volta nella sua vita, Amber Taylor si è sentita speciale. E il merito di questo miracolo è tutto di Miguel Menendez: il suo sguardo penetrante, il suo accento castigliano e il suo fascino mediterraneo hanno avuto su di lei un effetto dirompente. Per entrambi l’idea è di vivere intensamente i pochi giorni che hanno a disposizione, ma in breve tempo le cose iniziano a cambiare.

La misura del mondo

Nel 1828, Gauss, matematico, fisico, astronomo, al momento direttore dell’osservatorio di Gottinga, dove vive con la seconda moglie Minna e i figli, viene invitato da Alexander von Humboldt, esploratore, geografo e scienziato, a Berlino, dove si svolge un congresso di scienziati tedeschi. Gauss non ha nessuna voglia di parteciparvi, non ama viaggiare, la gente non gli interessa, è un tipo solitario, pedante e scorbutico, ma Humboldt è più testardo e riesce a convincerlo. L’incontro fra due delle menti più geniali della Germania illuminista fornisce all’autore l’occasione di narrare le incomparabili vite dei due personaggi, dall’infanzia al 1828 passando per il viaggio e il trattato che hanno fondato la geografia e la matematica moderne. Kehlmann descrive l’ambiente politico e accademico della Prussia, della Francia, della Spagna, delle Americhe e della Russia. Racconta di rapporti familiari, affetti e amori, di scienziati alle prese con i più svariati e originali campi di studio, riferisce di guerre e colonialismo, di schiavi e rivoluzioni, di bustarelle e sedute spiritiche, scende nella mente dei due protagonisti svelandone sogni e ideali, idiosincrasie e intuizioni, creando un mozzafiato romanzo d’avventura costruito su una fulgida ironia. Prende per mano il lettore che si ritrova a viaggiare con Humboldt su traballanti canoe, a salire le più alte montagne, a scendere nei crateri e a viaggiare su navi che non si sa bene come raggiungono le loro mete, a seguire con chiarezza le scoperte di Gauss, a sorridere delle sue manie, ad appassionarsi alle sue idee, al suo modo di vedere il mondo e la vita, di guardare al futuro. Un romanzo intelligente, brillante, divertente, ricco di humour; il ritratto irridente ma appassionato e devoto dell’epoca di massimo splendore della cultura tedesca: i mostri sacri, da Goethe a Kant, scendono dal piedistallo e diventano esilaranti personaggi di una commedia fondata su un’assoluta accuratezza storica.

La mistica della croce. Scritti spirituali sul senso della vita

“In fondo, ciò che devo dire è sempre una piccola, semplice verità: come imparare a vivere mano nella mano del Signore” . Diario, lettere, scritti vari, preghiere e poesie rivelano, accanto ad una Edith Stein filosofa rigorosa e fenomenologa di altissimo livello, una donna di grande profondità spirituale che però non rinnega la ricerca intellettuale, ma anzi se ne arricchisce, senza per questo perdere in semplicità. l’appartenenza al popolo ebraico e la persecuzione, fino ad Auschwitz, non fanno che ribadire in Edith Stein la sua personale scelta della croce, intesa sempre come testimonianza e come segno di solidarietà.
**

Mistero napoletano

“Forse questo è soltanto un giallo esistenziale, perché indaga su un suicidio apparentemente senza ragione” Con le armi del grande narratore, Ermanno Rea conduce un’indagine in forma di diario sulle ragioni del suicidio di Francesca Spada, giornalista culturale de “l’Unità” e critico musicale. A ospitare la vicenda è una Napoli lacerata dalla guerra fredda. L’inchiesta è resa difficile dalla distanza temporale da eventi avvenuti oltre trent’anni prima, in un momento in cui le coscienze si confrontavano in modo ossessivo con la politica. Una stagione per certi versi drammatica in cui si intersecano le ragioni esistenziali dei protagonisti, il destino di una città come Napoli (il cui porto era controllato di fatto dagli americani), le incertezze di una generazione appena uscita dalla guerra, alle prese per di più con un Partito comunista ancora fortemente ancorato all’identità stalinista. A poco a poco, con un andamento concentrico, si fa luce sulla complessità dei fatti che spinge la giovane giornalista al suo atto estremo. Da storia privata quindi l’indagine si fa storia collettiva di un’intera classe politica, di una generazione, delle sue speranze e dei suoi valori. Il romanzo-inchiesta di Ermanno Rea, premio Viareggio 1996: forse il suo capolavoro.

Mistero doppio

Nell’afosa estate dell’anno del Signore 1141 due monaci giungono all’abbazia di Shrewsbury. Hanno nomi singolari e un passato sul quale preferiscono tacere: fratello Humilis, eroico ex crociato che ha abbandonato la promessa sposa poco prima delle nozze per votarsi al Signore, e fratello Fidelis, giovane novizio muto, schivo ed enigmatico. Ma qual è la loro vera identità? Quale indissolubile legame li unisce e quali segreti si nascondono nelle loro storie? E che fine ha fatto la ragzza abbandonata da Humilis e misteriosamente scomparsa? Toccherà come sempre a fratello Cadfael indagare, nei ricordi, nelle azioni e nei cuori dei protagonisti di quello che sta per trasformarsi in uno scandalo funesto per l’intero Ordine benedettino.

Il mistero di Tunguska. 1908: la devastante esplosione che sconvolse la Siberia

Alle sette di mattino del 30 giugno 1908, un’enorme palla di fuoco esplose nel cielo siberiano. L’intensità fu di mille volte superiore a quella della bomba di Hiroshima, l’onda d’urto si avvertì fino a San Pietroburgo e il “fungo” raggiunse quasi lo spazio. Di cosa si trattava? Dopo un secolo è ancora impossibile dirlo con certezza. Una cometa? Buchi neri? Extraterrestri? Surendra Verma racconta l’incredibile storia del mistero di Tunguska, senza dimenticare i tanti scienziati e i moltissimi ciarlatani che l’hanno alimentata. E alla fine avanza la sua personale risposta a questo enigma.
**

Il mistero di Edwin Drood

L’8 giugno 1870 Charles Dickens, morendo, lasciò incompiuto il suo ultimo romanzo, “Il mistero di Edwin Drood”, e già all’indomani della sua prima edizione esso fu definito “la più misteriosa storia che sia mai stata scritta”. Al fascino della vicenda di suspense costruita dalla fantasia creativa del grande scrittore inglese s’aggiunse la curiosità per il mistero non risolto, l’emozione della ricerca di una soluzione, di un finale, che Dickens non aveva rivelato né affidato a nessuno dei suoi appunti. Ci provarono in tanti a dare una risposta ai molti interrogativi della trama. La risposta più convincente venne da Leon Garfield, lo studioso inglese che più di tutti riuscì a penetrare nel mondo dickensiano.

Il mistero della morte di Bradmoor

Protagonista di questa sequenza di racconti è il grande investigatore Sir Henry Marquis, che si trova a risolvere casi ambientati tra America e Inghilterra, giardini in Asia e deserti libici. I suggestivi scenari, gli avvenimenti avvolti da circostanze misteriose, lasciano il lettore in una suspense continua, nel dubbio che non tutto possa essere spiegato dalla ragione, e che non sempre il controllo degli eventi sia esclusivamente dei vivi…Melville D. PostMelville Davisson Post (1871-1930), avvocato e scrittore americano, scrisse molti racconti polizieschi poi divenuti dei classici e raccolti in volume. Oltre al celebre personaggio di Uncle Abner, Post creò il personaggio di Sir Henry Marquis, protagonista della raccolta Il mistero della morte di Bradmoor.
(source: Bol.com)

Il mistero della camera gialla

Joseph Joséphin, detto Rouletabille, è un giovanissimo reporter nella Parigi vitale e caotica della Belle Époque. “Il mistero della camera gialla”, pubblicato nel 1907, è un’originale variazione sul classico “enigma della camera chiusa” e fu uno straordinario successo popolare. Gaston Leroux, che avrebbe creato tre anni dopo “Il fantasma dell’Opera”, esalta la logica fiduciosamente positivista del suo eroe, ma la immerge in una nebbia misteriosa e quasi onirica che ha permesso alle avventure di Rouletabille di travalicare i confini del genere. Se la perfezione del congegno narrativo ha reso questo romanzo uno dei capolavori imprescindibili del giallo, è stata la bizzarra aura poetica che avvolge ambienti e personaggi a sedurre Jean Cocteau e a farne un oggetto di culto per i surrealisti.