36801–36816 di 66978 risultati

Al sicuro dietro le sbarre. The walking dead. Vol. 3

Rick Grimes e i suoi compagni, ormai allo stremo, giungono alle porte della loro nuova casa. In un mondo in cui i morti camminano fra i vivi, l’idea di cercare la sicurezza perduta dietro le pareti di un penitenziario non è poi così assurda. Certo, prima bisognerà occuparsi dei “vecchi inquilini”… Con Al sicuro dietro le sbarre prosegue la più famosa zombie-saga del fumetto statunitense: Robert Kirkman, Charlie Adlard e Cliff Rathburn gettano i loro protagonisti – e noi lettori – in una terra desolata in cui la società ritorna al grado zero e l’umano, per non soccombere, deve tornare ad aggrapparsi alla propria capacità di adattamento. E se a crollare non sono più solo le barriere di ferro e pietra, ma le ben più fragili costruzioni dell’animo umano, il nemico all’esterno rischia di diventare l’ultima delle preoccupazioni.

Al servizio del re

Inghilterra, 1238 – Blaidd Morgan, cavaliere al servizio di Enrico III Plantageneto, è stato incaricato dal sovrano di indagare sul conto di lord Trockton, sospettato di alto tradimento, e poiché la sua missione deve rimanere segreta decide di presentarsi al castello del barone in veste di corteggiatore della sua splendida figlia Laelia. La giovane è davvero molto avvenente, ma quasi subito Blaidd comincia a trovarla noiosa e superficiale. Al contrario la sorella di lei, Rebecca, è un turbine inarrestabile di vitalità al quale lui, pur sapendo di non potersi permettere distrazioni nel corso di quella delicata missione, non sa resistere. Il sentimento che li unisce è molto più di un idillio passeggero, ne sono convinti entrambi, fino a quando Rebecca non scopre il vero motivo per cui Blaidd si trova lì.

Al primo sguardo

“Non sono stata baciata dalla Dea Bendata in nessun campo. Ma arrendermi non fa parte di me. Ho deciso di combattere, di affrontare ogni ostacolo con la giusta dose di autostima. Amo New York, sono libera e lavoro nel locale di mia cugina, dove ho trovato una grande famiglia. Be’ ho trovato anche altro. Un uomo presuntuoso, antipatico, irritante e selvaggio. Un collega che mi attira e mi fa sentire “diversa”. Un uomo che ha sicurezza, fascino e sensualità. Jason, il mio personale orgasmo; uno che ha tanto da mostrare. Per capirlo ci vorrebbe un dizionario o forse mi basterebbero le istruzioni per l’uso. Meglio quindi che io, Annie, decida di non pensare a quello che mi nasconde e viva. Sì, questa è la scelta giusta. Anche se, paranoica come sono, avrò perennemente paura di sbagliare.”

Al primo morso

Lissianna ha passato secoli a desiderare il suo uomo ideale, non un semplice spuntino veloce, e quest’uomo sexy nel suo letto sembrerebbe poter essere un candidato. Ma c’è un’altra, più importante questione: la sua tendenza a svenire alla vista del sangue… un cavillo particolarmente seccante per un vampiro. Naturalmente non guasta che quest’uomo abbia un collo delizioso. Quale femmina vampiro a sangue freddo potrebbe trattenersi dal morderlo?Il dottor Gregory Hewitt si riprende dallo shock di svegliarsi nel letto di uno sconosciuto… ma lo fa velocemente appena vede una bellissima donna sul punto di offrirgli una notte di selvaggia passione. Ma è possibile trovare il vero amore con una femmina di vampiro, o sarà solo un buon pasto? Questa è una domanda in cui Greg potrebbe voler affondare i denti…Lynsay Sands ha una laurea in psicologia, ama leggere sia romanzi horror che romance. È l’autrice del celebre ciclo di romanzi dedicati ai vampiri Argeneau, famosi per il loro tocco di umorismo, di cui la Delos Books ha già pubblicato Bianco, celibe e vampiro. Tutti i romanzi di questo ciclo al loro apparire sono stati ai primi posti nelle classifiche di vendita dei bestseller Usa. Ha scritto inoltre una quindicina di altri libri, tra romanzi di ambientazione storica e antologie. Lynsay Sands vive in Inghilterra.

Al posto tuo: Due ragazze. Un’identità

Erica Silverman fu rapita all’età di quattro anni. Da allora nessuno l’ha più vista.
Sono passati tredici anni, ma i suoi genitori multimilionari non hanno mai smesso di cercarla, e non hanno badato a spese per farlo.
Poi, il miracolo accade.
Erica ricompare.
Ha diciassette anni ora. Anni interi della sua vita sono stati cancellati. È molto provata e arrabbiata. E deve imparare di nuovo chi è e da dove viene.
Ma c’è un particolare, di cui quasi nessuno è a conoscenza: lei non è Erica Silverman.
Violet è la figlia adottiva del più grande truffatore di Las Vegas. Ha passato la sua intera esistenza a prepararsi a vestire i panni di una ragazza che non ha mai conosciuto. Ha lo stesso gruppo sanguigno di Erica, e, grazie alla chirurgia plastica e all’inganno, anche la sua stessa faccia, il suo stesso corpo e il suo stesso DNA. E poi conosce ogni dettaglio della vita dei Silverman, così come è perfettamente in grado di simulare i sintomi del disturbo post traumatico da stress che le servirà per ingannarli. Perché il piano agghiacciante di suo padre ha uno scopo ben preciso: farla rimanere abbastanza a lungo a casa Silverman per rubare un quadro leggendario di loro proprietà.
Ma una volta entrata a far parte, per la prima volta nella sua vita, di una vera famiglia, qualcosa in Violet inizia a incrinarsi. Quando la tua vita è stata plasmata sulla manipolazione e l’inganno, il rischio inevitabile è di perderti nelle tue stesse bugie.
**
### Sinossi
Erica Silverman fu rapita all’età di quattro anni. Da allora nessuno l’ha più vista.
Sono passati tredici anni, ma i suoi genitori multimilionari non hanno mai smesso di cercarla, e non hanno badato a spese per farlo.
Poi, il miracolo accade.
Erica ricompare.
Ha diciassette anni ora. Anni interi della sua vita sono stati cancellati. È molto provata e arrabbiata. E deve imparare di nuovo chi è e da dove viene.
Ma c’è un particolare, di cui quasi nessuno è a conoscenza: lei non è Erica Silverman.
Violet è la figlia adottiva del più grande truffatore di Las Vegas. Ha passato la sua intera esistenza a prepararsi a vestire i panni di una ragazza che non ha mai conosciuto. Ha lo stesso gruppo sanguigno di Erica, e, grazie alla chirurgia plastica e all’inganno, anche la sua stessa faccia, il suo stesso corpo e il suo stesso DNA. E poi conosce ogni dettaglio della vita dei Silverman, così come è perfettamente in grado di simulare i sintomi del disturbo post traumatico da stress che le servirà per ingannarli. Perché il piano agghiacciante di suo padre ha uno scopo ben preciso: farla rimanere abbastanza a lungo a casa Silverman per rubare un quadro leggendario di loro proprietà.
Ma una volta entrata a far parte, per la prima volta nella sua vita, di una vera famiglia, qualcosa in Violet inizia a incrinarsi. Quando la tua vita è stata plasmata sulla manipolazione e l’inganno, il rischio inevitabile è di perderti nelle tue stesse bugie.
### Dalla seconda/terza di copertina
Michelle Painchaud ha ventiquattro anni, è nata a Seattle ma è cresciuta alle Hawaii. Ama gli anime, i gatti e le storie travolgenti di adolescenti. Vive in California, a San Diego. Questo è il suo primo romanzo.

Al posto di un altro

Minneapolis. Il detective Alexander Rupert sta vivendo il periodo più duro della sua vita: declassato dalla Narcotici all’unità Antifrode dopo essere stato ingiustamente accusato di aver sottratto beni e denaro durante alcuni arresti, si muove come un paria tra i corridoi del dipartimento, evitato dai colleghi e oberato da pratiche inutili o noiose. Davanti a sé ha ora la prospettiva di un doloroso doppio confronto: con il Gran Giurì – correndo il rischio di venire comunque condannato e sospeso dal servizio – e con sua moglie, della quale ha da poco scoperto una relazione clandestina. In preda allo sconforto, quando si trova davanti alle domande di uno squallido avvocato per un caso di un incidente stradale mortale dalla dinamica bizzarra, è rassegnato all’ennesima ordinaria amministrazione. Se non fosse che la vittima, James Putnam, risulta morta da quindici anni… Per Alexander quest’indagine potrebbe rappresentare l’inizio della riscossa. Una riscossa pericolosa, poiché il teatro degli eventi si allarga dalle Twin Cities a New York e all’Iowa, e il supposto furto di identità assume contorni sempre più foschi. L’ex militare jugoslavo Drago Basta sta infatti a sua volta seguendo a ritroso le tracce di Putnam per recuperare una scottante registrazione, e non ha intenzione di fermarsi di fronte a niente e nessuno…
**

Al Mio Giudice

«Vuole sapere come l’ho ucciso …? No, certo, non il freddo resoconto dei fatti di quella sera … ma come ho fatto a prendere la decisione di ucciderlo … come al solito … sono le occasioni a fare gli assassini.» Comincia così la confessione di Luca Barberis, in una serie di e-mail indirizzate a Giulia Ambrosini, il giudice incaricato della sua cattura.
Nelle lettere Luca si racconta e ricostruisce l’invisibile rete di potere fondata sull’inafferrabilità dei sistemi bancari informatici e la spregiudicatezza della finanza on-line.
Figlio della Torino operaia, Luca si è lasciato stritolare da un mondo di potere che non gli appartiene. Una volta accortosi di essere una semplice pedina, l’istinto di vendetta lo ha inevitabilmente condotto sulla strada senza ritorno del crimine.
Oltre ad essere un giallo avvincente, questo libro è anche un feroce attacco al lato oscuro della new economy, un monito duro e disincantato contro il miraggio della ricchezza facile ad ogni costo.

Al limite della notte

New York, oggi. Peter, quarantenne, mercante d’arte a Manhattan, ha tutto quello che un uomo potrebbe desiderare. Un lavoro che sta per dargli nuove opportunità, un bell’appartamento, una moglie affascinante, una figlia che è andata al college. Tutto. O forse no. Forse questo non può essere tutto. Forse alla vita di Peter manca qualcosa, il senso di un movimento, un’aspirazione, una tensione. Un pericolo. E quando nell’appartamento che Peter divide con Rebecca arriva Ethan, il fratello minore di sua moglie, un’attrazione misteriosa e inquietante sembra mettere a rischio qualsiasi parvenza di stabilità. L’autore Premio Pulitzer di Le ore ritorna con un romanzo seducente e sensuale, dalla scrittura densa e coinvolgente, che conduce il lettore sulle tracce di una Bellezza che tutto può salvare e tutto può distruggere.

Al giardino ancora non l’ho detto

«L’eleganza della scrittura e del mondo di Pia Pera mi hanno sempre affascinato, ma questo libro è unico e pieno di grazia. Un grande, coraggioso regalo». Daria Bignardi«Pia Pera ritaglia dai bordi della malattia – sua, ma anche dell’essere umano in quanto tale – una terra di luce e di libertà».Chiara Gamberale«Un libro dolente e luminoso». Michele Serra, la Repubblica«Questo libro di Pia Pera è splendido.» Nicola Gardini, Sole 24 orePer molti versi, avrei preferito non dover pubblicare questo libro, che non esisterebbe se una delle mie scrittrici preferite – non posso nemmeno incominciare a spiegare l’importanza che ha avuto nella mia vita, professionale ma soprattutto personale, il suo Orto di un perdigiorno – non si trovasse in condizioni di salute che non lasciano campo alla speranza. Eppure. L’orto di un perdigiorno si chiudeva con una frase che mi è sempre sembrata un modello di vita, un obiettivo da raggiungere: «Ho la dispensa piena». Oggi questa dispensa, forse proprio grazie alla sua malattia, Pia ha trovato modo di aprircela, anzi di spalancarcela. E la scopriamo davvero piena di bellezza, di serenità, di quelle che James Herriot ha chiamato cose sagge e meravigliose, di un’altra speranza. È davvero un dono meraviglioso quello che in primo luogo Pia Pera ha fatto a se stessa e che poi, per nostra fortuna, dopo lunga riflessione ha deciso di condividere con i suoi lettori. Non posso aggiungere molto, se non raccomandare con tutto il mio cuore la lettura di un libro che, come pochi altri, ci aiuta a comprendere la straordinaria avventura di stare al mondo.Luigi Spagnol«Bellissimo e struggente».Serena Dandini

Al dio sconosciuto

AL DIO SCONOSCIUTO Romanzo “profetico” che prende il titolo dal discorso tenuto da san Paolo nell’Areopago di Atene, Al Dio sconosciuto fu pubblicato nel 1933 e tradotto da Eugenio Montale nel 1946. Racconta la storia di un contadino, Joseph Wayne, che lascia la vecchia fattoria del Vermont per traversare l’America e stabilirsi insieme ai fratelli in una fertile vallata della California. Le vicende, talora cruente, che si susseguono nella “terra promessa” raggiunta da questo indecifrabile sacerdote-colono, danno luogo a un quadro di sapore pagano – primitivistico – che Steinbeck ammanta di una luce sacrale.

Al di là del bene e del male

Introduzione di Ferruccio Masini
Traduzione di Silvia Bortoli Cappelletto
Edizione Integrale
«Ogni filosofia nasconde anche una filosofia: ogni opinione è anche un nascondiglio, ogni parola è anche una maschera». Andare «al di là» vuol dire scoprire «un mondo più vasto, più strano, più ricco al di sopra di ogni superficie, un abisso sotto ogni fondo, ogni “fondazione”». In questa osservazione di Nietzsche è racchiuso il tema dell’opera, fra le più celebri e importanti del filosofo tedesco.
Al di là del bene e del male, che riprende e amplia alcuni dei concetti già presenti in Così parlò Zarathustra, è considerato da molti il testo in cui Nietzsche raggiunge il suo stile migliore, accentuando, sul piano ideologico, la funzione positiva occulta e possente delle forze del male nella vita dell’uomo.
«La volontà di verità, che ci sedurrà ancora a molte imprese arrischiate, quella famosa veridicità di cui fino ad oggi tutti i filosofi hanno parlato con venerazione: quali domande ci ha già proposto, questa volontà di verità!»
Friedrich Wilhelm Nietzsche
nacque a Röcken, in Germania, nel 1844, e morì a Weimar nel 1900. Appassionato di musica, compì i suoi primi studi nel campo della filologia classica, pubblicando nel 1872 La nascita della tragedia dallo spirito della musica. Le sue opere esercitano ancora oggi una profonda influenza sul pensiero filosofico occidentale. La Newton Compton ha pubblicato L’Anticristo – Crepuscolo degli idoli – Ecce homo, Al di là del bene e del male e Così parlò Zarathustra nella collana GTE, i due volumi Opere 1870/81 e Opere 1882/95 e inoltre Aurora, La gaia scienza, Umano troppo umano, Verità e menzogna e Volontà di potenza.

Al crepuscolo

Al crepuscolo le cose prendono forme innaturali, l’immaginazione insegue le ombre nel buio ed è così facile spaventarsi. È l’ora giusta per farsi catturare da questi tredici superbi racconti da brivido dove Stephen King propone tutti i temi in cui è maestro incontrastato: horror, thriller, storie di fantasmi e soprannaturale. Una raccolta avvincente, un concentrato di suspense ed emozioni, che incatena il lettore alla pagina. Ancora una volta, King supera se stesso, regalando il piacere di una lettura di classe e confermandosi tra i giganti della narrativa contemporanea.
**
### Sinossi
Al crepuscolo le cose prendono forme innaturali, l’immaginazione insegue le ombre nel buio ed è così facile spaventarsi. È l’ora giusta per farsi catturare da questi tredici superbi racconti da brivido dove Stephen King propone tutti i temi in cui è maestro incontrastato: horror, thriller, storie di fantasmi e soprannaturale. Una raccolta avvincente, un concentrato di suspense ed emozioni, che incatena il lettore alla pagina. Ancora una volta, King supera se stesso, regalando il piacere di una lettura di classe e confermandosi tra i giganti della narrativa contemporanea.

Al cospetto della regina (eLit)

The Tudor Rose Trilogy – Vol. 3. Audace e intelligente, Philippa si guadagna da vivere facendo il saltimbanco davanti alla cattedrale di St. Paul, a Londra. Di sé non conosce né il nome né il passato, eppure non ha mai abbandonato la speranza di poter trovare un giorno la propria famiglia. Quando però il destino le fa incontrare Aidan O’Donoghue, inizia a credere che quel sogno possa realizzarsi. Il cupo e potente capoclan irlandese, giunto nella capitale per negoziare la pace con la potente sovrana inglese, potrebbe infatti introdurla a corte, e aiutarla a risolvere l’enigma che circonda la sua nascita. A poco a poco tra i due nasce un profondo sentimento basato sulla complicità e sulla reciproca stima, ma proprio quando sta per trasformarsi in qualcosa di più, ecco che inspiegabilmente tutto si complica. The Tudor Rose Trilogy: 1)Per ordine del re 2)In nome dell’amore 3)Al cospetto della regina

(source: Bol.com)

Al cospetto della regina

Inghilterra, 1583
Audace e intelligente, Philippa si guadagna da vivere facendo il saltimbanco davanti alla cattedrale di St. Paul, a Londra. Di sé non conosce né il nome né il passato, eppure non ha mai abbandonato la speranza di poter trovare un giorno la propria famiglia. Quando però il destino le fa incontrare Aidan O’Donoghue, inizia a credere che quel sogno possa realizzarsi. Il cupo e potente capoclan irlandese, giunto nella capitale per negoziare la pace con la potente sovrana inglese, potrebbe infatti introdurla a corte, e aiutarla a risolvere l’enigma che circonda la sua nascita. A poco a poco tra i due nasce un profondo sentimento basato sulla complicità e sulla reciproca stima, ma proprio quando sta per trasformarsi in qualcosa di più, ecco che inspiegabilmente tutto si complica.
Personaggi indimenticabili, e una trama ben costruita in cui avventura e storia si intrecciano senza mai annoiare.

Al calar della sera (I Romanzi Passione)

A Londra per la sua terza Stagione, Poppy Hathaway aspetta trepidante che il giovane Michael, di cui è innamorata, trovi il coraggio di dire al proprio padre che la vuole sposare. Senonché, il destino la porta a fare la conoscenza di Harry Rutledge, enigmatico proprietario dell’albergo in cui alloggia. Harry è un uomo che non si ferma davanti a niente pur di ottenere ciò che vuole, e ora, affascinato dalla sua bellezza e dal suo spirito, desidera Poppy. Dopo essere riuscito a mandare a monte i piani dei due innamorati, mettendo loro contro il padre di Michael, chiede infine la mano della ragazza e la ottiene. Ma poco prima del matrimonio Poppy scopre le sue macchinazioni…