35889–35904 di 65579 risultati

La vendetta del bandito

Bretagna, 1742
“Ora è mia.”
Un biglietto infilzato nel letto con un pugnale, unica traccia di un rapimento.
L’Ankou, il famigerato contrabbandiere, ha catturato l’ingenua Elspet e ha in serbo per lei un’opera di seduzione lenta e inesorabile, un gioco eccitante, pericoloso e irresistibile.
Ma cosa può aver spinto un criminale simile a catturare una fanciulla dolce e sognatrice?
Fergus non riesce a smettere di domandarselo, mentre insegue la sorella conscio di avere a disposizione solo una manciata di ore per salvarla.
Tra antichi segreti e nuovi inganni, castelli in rovina e scogliere battute dal vento, una corsa contro il tempo la cui posta in gioco sono i cuori dei protagonisti.
Due storie d’amore ricche di passione, un’avventura costellata di tradimenti, vendetta e redenzione.
(romanzo autoconclusivo)
**
### Sinossi
Bretagna, 1742
“Ora è mia.”
Un biglietto infilzato nel letto con un pugnale, unica traccia di un rapimento.
L’Ankou, il famigerato contrabbandiere, ha catturato l’ingenua Elspet e ha in serbo per lei un’opera di seduzione lenta e inesorabile, un gioco eccitante, pericoloso e irresistibile.
Ma cosa può aver spinto un criminale simile a catturare una fanciulla dolce e sognatrice?
Fergus non riesce a smettere di domandarselo, mentre insegue la sorella conscio di avere a disposizione solo una manciata di ore per salvarla.
Tra antichi segreti e nuovi inganni, castelli in rovina e scogliere battute dal vento, una corsa contro il tempo la cui posta in gioco sono i cuori dei protagonisti.
Due storie d’amore ricche di passione, un’avventura costellata di tradimenti, vendetta e redenzione.
(romanzo autoconclusivo)

Vendetta d’amore

Tra splendori e ombre della Londra vittoriana, un amore che sfida ogni convenzione.Londra, XIX secolo. La contessina Elizabeth Clarendon ha preso la sua decisione: rinuncerà agli agi del suo rango per fuggire insieme all’uomo che ama, Kenneth, anche se è solo un umile stalliere. Non ha fatto però i conti con il padre, uomo egoista e meschino, che minaccia di far uccidere l’innamorato. Per salvarlo, Elizabeth è costretta ad allontanarlo da sé con l’inganno, a costo di spezzargli il cuore. Un anno dopo, Kenneth è diventato il nono duca di Wellesley e ha un solo pensiero: vendicarsi dell’umiliazione subita. Ma è davvero ciò che vuole? E allora perché l’unica cosa cui riesce a pensare sono quegli occhi di zaffiro capaci di accendergli il sangue nelle vene? Ed Elizabeth, ora che il suo amore è tornato, si ritrova nuovamente attanagliata tra sentimenti e obblighi, in una stretta che le imporrà una nuova scelta.Ambientato tra gli splendori e le ombre della Londra vittoriana, un romance storico che terrà le lettrici con il fiato sospeso fino alla fine.

(source: Bol.com)

Vendere Handmade

Se molti pensano che tu stia facendo i lavoretti, il nuovo manuale ”Vendere handmade. Una guida completa per trasformare la tua passione in professione” di Francesca Baldassarri fa per te.
Sì perché avere un’attività creativa – per esempio ricamare, realizzare borse, abiti, fare l’artigiano o il designer di gioielli – non è come assemblare collanine di perline in kit venduti tramite corrispondenza (beati anni ’90!).
No, sono passioni piene di idee e creatività che puoi trasformare in una vera e propria professione.
Francesca Baldassarri, capo della community italiana di Etsy (uno dei marketplace più grandi e importanti del mondo per la vendita dell’handmade) ti darà tutte le dritte per passare ”da zero a daje”.
Questo manuale parte dal branding e dalla scelta del nome migliore per farsi notare, per poi spiegare come calcolare il prezzo giusto delle tue creazioni, quali sono i posti migliori (online e offline) dove vendere e come fare il miglior customer care di tutti i tempi per fidelizzare i tuoi clienti.
Non mancano suggerimenti sul regime fiscale più adatto, sulla tanto amata-odiata SEO, sui mille e 1 segreti di Etsy, sulla spedizione dei prodotti senza sorprese (e senza l’abominevole uomo delle Poste, molto peloso).
Un artigiano 2.0 non può prescindere da un’infarinatura di storytelling, per raccontarsi al meglio su sito, materiali promozionali e social e non mancano importanti dritte su come creare e gestire una buona campagna di crowdfunding a sostegno del proprio progetto.
”Vendere handmade”, realizzato in collaborazione con le amiche di C+B, è un manuale ricchissimo, denso, utile, scritto in modo onesto e sincero da Francesca che, si sente in ogni pagina, ci ha messo tutta se stessa, tutte le sue competenze maturate sul campo e tutta la sua passione di crafter (produce stupendi fiori di stoffa).
Insieme ti becchi pure un workbook di 60 pagine zeppo di esercizi.
Un manuale non è completo senza qualche compito da fare, no? Qua facciamo molto di più, esageriamo! 60 pagine di workbook, accessibili a chi acquista l’ebook, per allenarsi sui concetti spiegati da Francesca e mettersi subito all’opera.
Per crafter e designer ambiziosi e per chiunque abbia un’attività handmade e la voglia portare avanti nel modo migliore e più professionale possibile.
(source: Bol.com)

Il velo della paura

La storia in prima persona di una donna che da sola è riuscita a spezzare le catene che la imprigionavano e raccontare al mondo la sua storia di violenza e abusi. Samia nasce a Parigi, da genitori algerini benestanti. A 7 anni la famiglia decide di tornare alle proprie radici, in quella Algeri sedotta dall’ideologia islamista. Samia, colpevole di essere nata femmina, cresce fra violenze fisiche e psicologiche, perpetrate tanto dal padre quanto dalla madre. A 16 anni è costretta a sposare un uomo più vecchio di lei, violento e crudele, da cui subisce abusi sessuali, minacce di morte, angherie di ogni tipo. Samia è una donna, e come tale non ha scelta: deve obbedire e sottomettersi. Il suo inferno durerà molti anni, fino a quando riuscirà a fuggire alla volta del Canada, insieme ai suoi figli. Verso una vita nuova.
**

Il vello d’oro

Per riavere il trono che gli è stato usurpato, Giasone raccoglie una sfida a tutta prima impossibile: raggiungere la Colchide per recuperare il Vello d’Oro. A far vela con lui a bordo della nave Argo sono i grandi eroi dell’antica Grecia, tra i quali Ercole, Orfeo, i gemelli Castore e Polluce, l’indovino Linceo e la vergine Atalanta. Protetti dalla Dea Bianca, ma costantemente in lotta contro una natura avversa, mostri, dei ostili e le ancora più insidiose trappole di seducenti eroine, gli Argonauti affrontano un’impresa che rischia a ogni passo di tramutarsi in tragedia. Una spedizione leggendaria che Robert Graves ha il pregio di narrare come un’avventura estrema, appassionante e audace, nella quale i protagonisti emergono nella loro più autentica umanità, calati in un immaginario che prende vita tra le pagine e che, oggi più che mai, si rivela incredibilmente attuale.
**

Il veleno dell’oleandro

“Sappiate tutti che, se doveste rimanere a Pedrara, lo fareste a vostro rischio.”
Pedrara. La Sicilia dei Monti Iblei. Una villa perduta sotto alte pareti di roccia tra l’occhieggiare di antiche tombe e il vorticare di corsi d’acqua carezzati dall’opulenza degli oleandri. È qui che la famiglia Carpinteri si raduna intorno al capezzale di zia Anna, scivolata in una svagata ma presaga demenza senile. Esistono davvero le pietre di cui la donna vaneggia nel suo letto? Dove sono nascoste? Ma soprattutto, qual è il nodo che lega la zia al bellissimo Bede, vero custode della proprietà e ambiguo factotum? Come acqua nel morbido calcare, i Carpinteri scavano nel passato, cercano negli armadi, rivelano segreti – vogliono, all’unisono, verità mai dette e ricchezze mai avute. Tra le ombre del giorno e i chiarori della notte, emergono influenze di notabili locali, traffici con i poteri occulti, e soprattutto passioni ingovernabili. Le voci di Mara, nipote prediletta di Anna, e di Bede ci guidano dentro questo sinuoso labirinto di relazioni, rimozioni, memorie, fino a scavalcare il confine della stessa morte. Simonetta Agnello Hornby mette a fuoco un micromondo che pare allargarsi, con un brivido, a rappresentare i guasti, le ambizioni e le ansie di liberazione dell’universo familiare, tutto intero.
**
### Sinossi
“Sappiate tutti che, se doveste rimanere a Pedrara, lo fareste a vostro rischio.”
Pedrara. La Sicilia dei Monti Iblei. Una villa perduta sotto alte pareti di roccia tra l’occhieggiare di antiche tombe e il vorticare di corsi d’acqua carezzati dall’opulenza degli oleandri. È qui che la famiglia Carpinteri si raduna intorno al capezzale di zia Anna, scivolata in una svagata ma presaga demenza senile. Esistono davvero le pietre di cui la donna vaneggia nel suo letto? Dove sono nascoste? Ma soprattutto, qual è il nodo che lega la zia al bellissimo Bede, vero custode della proprietà e ambiguo factotum? Come acqua nel morbido calcare, i Carpinteri scavano nel passato, cercano negli armadi, rivelano segreti – vogliono, all’unisono, verità mai dette e ricchezze mai avute. Tra le ombre del giorno e i chiarori della notte, emergono influenze di notabili locali, traffici con i poteri occulti, e soprattutto passioni ingovernabili. Le voci di Mara, nipote prediletta di Anna, e di Bede ci guidano dentro questo sinuoso labirinto di relazioni, rimozioni, memorie, fino a scavalcare il confine della stessa morte. Simonetta Agnello Hornby mette a fuoco un micromondo che pare allargarsi, con un brivido, a rappresentare i guasti, le ambizioni e le ansie di liberazione dell’universo familiare, tutto intero.

Veleni Ed Avvelenamenti

Il testo qui presentato come ristampa anastatica sull’originale pubblicato nel 1897 per la serie dei manuali Hoepli è il famoso manuale sui veleni e gli avvelenamenti del dott. Ferraris, che rappresenta una eccellente opera di sintesi sui principali veleni divisi per tipologia di effetti sull’organismo, un libro chiaro ed essenziale, che non può certamente mancare nella biblioteca dell’appassionato. (20 illustrazioni nel testo)

I veggenti neri

Sulla cima di una montagna inaccessibile vivono i Veggenti Neri, padroni di antiche Arti che si perdono nella magia di secoli quando il sole della Terra era ancora giovane. Qui giunge Conan, per cercare di sottrarre al Capo dei Veggenti una donna che è caduta nelle sue grinfie. Sfuggito a tutta una serie di artifizi magici che fanno comunque strage degli uomini che lo accompagnano, Conan arriva finalmente a tu per tu col diabolico Signore del tempio sulla montagna e… Robert E. Howardnacque nel 1906 in Texas e concluse la sua brevissima vita a Cross Plains, nel 1936. Dotato di una vena creativa inesauribile, scrisse non solo racconti fantasy, ma anche commedie, gialli, racconti storici e d’avventura. Accanto al ciclo di Conan, della sua vasta produzione va ricordato almeno quello di Solomon Kane (già pubblicato dalla Newton Compton).

La vegetariana

«Ho fatto un sogno» dice Yeong-hye, e da quel sogno di sangue e di boschi scuri nasce il suo rifiuto radicale di mangiare, cucinare e servire carne, che la famiglia accoglie dapprima con costernazione e poi con fastidio e rabbia crescenti. È il primo stadio di un distacco in tre atti, un percorso di trascendenza distruttiva che infetta anche coloro che sono vicini alla protagonista, e dalle convenzioni si allarga al desiderio, per abbracciare infine l’ideale di un’estatica dissoluzione nell’indifferenza vegetale. La scrittura cristallina di Han Kang esplora la conturbante bellezza delle forme di rinuncia più estreme, accompagnando il lettore fra i crepacci che si aprono nell’ordinario quando si inceppa il principio di realtà – proprio come avviene nei sogni più pericolosi.
(source: Bol.com)

Vedova per un anno

“Non piangere tesoro. Siamo soltanto Eddie ed io.” Marion non riesce a trovare altra risposta allo sguardo della figlia Ruth, quattro anni, quando questa la sorprende in intima compagnia del giovane Eddie. È l’estate del 1958, la prima tappa della vita di Ruth, segnata dall’impossibile relazione con la madre, in perpetuo lutto per la morte prematura dei due figli maggiori in un tragico incidente stradale. Ruth diventa adulta, si realizza professionalmente, ma è sola, in continua competizione con il padre. Passano più di trent’anni da quell’estate del ’58. Ruth si sposa, rimane vedova, si innamora ancora, proprio di Eddie, ormai cinquantenne, celebre autore di romanzi. Una saga contemporanea romantica ed erotica, umoristica e drammatica.

La vedova nera

Gabriel Allon, leggendaria spia e capace restauratore, sta per diventare il nuovo capo dell’intelligence israeliana, ma proprio alla vigilia della promozione un sanguinoso attentato dell’Isis nel cuore di Parigi richiede la sua presenza sul campo un’ultima volta: il governo francese è in difficoltà e ha chiesto il suo aiuto per eliminare il responsabile della strage prima che colpisca di nuovo. Si tratta di un terrorista noto come il Saladino, così sfuggente che di lui non si conosce nemmeno la nazionalità. La sua rete di contatti è protetta da un sofisticato sistema di crittografia che gli permette di comunicare in assoluta segretezza, talmente così impenetrabile da non lasciare ad Allon altra scelta che infiltrare un agente in quella che è senza dubbio l’organizzazione più pericolosa che il mondo abbia mai conosciuto. Natalie Mizrahi, medico brillante e donna bellissima, dovrà fingere di essere una cellula dormiente dell’Isis, una bomba a orologeria pronta a esplodere… una vedova nera assetata di sangue. La missione da portare a termine è delicata e pericolosissima, e la porterà dalle irrequiete banlieu parigine all’isola di Santorini e al mondo brutale del nuovo califfato, fino ad arrivare a Washington D.C., dove il Saladino sta organizzando un’apocalittica notte di terrore destinata a cambiare il corso della storia. Thriller incalzante e di grande attualità, La vedova nera è un viaggio nel cuore della nuova oscurità che minaccia i nostri giorni. “Daniel Silva con Gabriel Allon ha saputo anticipare i fin troppo reali attentati islamici di Parigi e Molenbeeck, regalandoci una nuova cavalcata a perdifiato nelle pieghe oscure dei conflitti umani.” La Stampa

(source: Bol.com)

Vedi di non morire

Grazie a Peter Brown, ex killer entrato in un programma di protezione governativo, la mafia fa il suo ingresso tra le corsie di un famigerato ospedale di Manhattan. Quando Peter va come ogni mattina al lavoro in ospedale, non sa che la Grande Mietitrice lo aspetta, sotto le vesti di un paziente moribondo che è un suo vecchio conoscente di mafia. Se il paziente muore, il passato di Peter tornerà a galla. E questo non può accadere. Perché Peter è anche Pietro Brwna detto Orso, ex affiliato (ma per bontà d’animo) alla famiglia Locano. In questi anni in ospedale Peter è diventato il medico-eroe che abbiamo sempre sognato: cinico iconoclasta dal cuore d’oro che infrange ogni regola pur di salvare una vita… La sua lotta all’ultimo sangue con la Grande Mietitrice sta per cominciare, e diventa tutt’uno col desiderio irresistibile di saldare una volta per tutte i conti con la famiglia Locano.

Vedi alla voce: amore

Come parlare dell’Olocausto alle nuove generazioni, a chi è troppo giovane per aver vissuto l’orrore? A questa domanda – una necessità ineludibile – posta dallo scrittore Elie Wiesel, David Grossman ha risposto con questo romanzo. Protagonista e narratore è il piccolo Momik che, figlio di deportati, sente parlare in modo oscuro e allusivo dell’Olocausto, si interroga sul mistero dei numeri tatuati sulla pelle dei genitori, crede che la “belva nazista” sia realmente un animale feroce, sconosciuto e terribile. Ma per capire davvero dovrà crescere, diventare scrittore e seguire le tracce del nonno in Polonia; poi compiere un viaggio impossibile per mare, lasciarsi trasportare da personaggi immaginari e approdare all’ultima fantastica invenzione del libro: un’enciclopedia dove si raccolgono i fili innumerevoli del romanzo, e della vita. Così, con questa grande creazione etica, con questo libro insieme folle e scientifico, ingenuo e poetico, drammatico e grottesco, Grossman realizza il tentativo di interpretare e inventare una realtà segnata indelebilmente dal dolore.

Il vecchio e il gatto. Una storia d’amore

Questo libro descrive come nasce una vera e propria storia d’amore, con emozioni e sentimenti non dissimili da una storia fra esseri umani: lei chi è? Le piaccio? Adesso cosa pensa? Perchè si comporta così? Domande a cui l’autore, professore universitario in pensione, risponde facendo appello alla letteratura, alla filosofia, all’etologia. E a cui risponde con fantasia, umorismo e tanta delicatezza.
**

I vecchi e i giovani

Il romanzo è ambientato in Sicilia, nell’epoca della costituzione dei Fasci, delle rivolte sociali e delle lotte contadine. Più che casi individuali, i personaggi del romanzo interpretano i diversi aspetti della complessa situazione storica che stanno vivendo. Come il principe don Ippolito di Colimbetra, fedele suddito borbonico; don Flaminio Salvo, esponente della nuova borghesia capitalista; Roberto Auriti, glorioso garibaldino che si spegne in un’esistenza amorfa; il giovane principe Gerlando di Colimbetra, sostenitore delle nuove idee e per questo costretto all’esilio. I personaggi rappresentano un contrasto di concezioni e di ideali che si risolve nel contrasto tra due generazioni: quella che ha fatto l’Unità e che vede perduta l’eredità del Risorgimento, e quella più giovane, che nel gretto conservatorismo dei padri scorge solo la difesa di interessi reazionari.

I vecchi e i giovani

Dopo lo scandalo della Banca Romana e la repressione nel sangue dei Fasci siciliani, Pirandello scrive il suo unico romanzo storico, doloroso omaggio alla “sicilianitudine”, ma soprattutto congedo dall’epopea di Garibaldi, dal Risorgimento e dai sogni della sua giovinezza. Ad animare le vicende del romanzo, che rappresenta l’opera più vasta e complessa di Pirandello, sono aristocratici ancora borbonici, nuovi borghesi arrivisti, plebi inquiete: tutti finiranno trascinati nella polvere. Una scrittura senza un vuoto né un momento di sollievo, che ha il ritmo di una durissima e attuale requisitoria. Introduzione di Andrea Camilleri.
**