35841–35856 di 74503 risultati

Salvare il Mondo e Altri Sport Estremi

Dopo “L’esperimento Angel” e “La scuola è finita”, proseguono le avventure di Max, Nudge, Angel, Gasman, Fang e Iggy, il risultato di un misterioso esperimento genetico: i ragazzi sono al novantotto per cento umani e al due per cento uccelli. Questo significa che possono volare… Max e i suoi compagni sono increduli: dopo la loro fuga dalla Itex, la multinazionale che sta preparando un attentato di proporzioni catastrofiche, nessuno li insegue. Anzi la Voce informa Max che i Camici Bianchi stanno sopprimendo tutti gli Eliminatori… È l’occasione che i ragazzi stavano aspettando: Max e Fang si separano dal resto del gruppo e vanno alla ricerca di un nascondiglio sicuro, dove poter finalmente vivere una vita “normale”. Tuttavia i pericoli sono dietro l’angolo: uno stormo immenso di Eliminatori accerchia Iggy, Nudge, Angel e Gasman, e, dopo una cruenta battaglia, li rapisce. Quando Max e Fang tornano indietro, intuiscono cos’è successo e si lanciano all’inseguimento degli Eliminatori. Ma è una trappola: Max viene catturata, perde i sensi e si risveglia nella Scuola, dove i Camici Bianchi le dicono che non si è mai mossa da lì, che le sue avventure erano soltanto un sogno…
**

Salto nel buio: Avventure di Dirk Pitt

Maggio 1914: due diplomatici che viaggiano in incognito perdono la vita in due diversi disastri, uno navale nelle gelide acque del San Lorenzo, in Canada, l’altro ferroviario su un ponte che attraversa il fiume Hudson, non lontano da New York. Ciascuno di loro portava con sé la copia di un trattato segreto stipulato fra Stati Uniti e Gran Bretagna, di vitale importanza per il destino di entrambi i Paesi. Immediatamente, a Washington e a Londra, scatta un ordine perentorio: è vietato a chiunque fare il benché minimo cenno al trattato. Anzi, la parola d’ordine è: cancellarlo… per sempre. Settantacinque anni dopo: nel bel mezzo di una crisi internazionale, Heidi Milligan, americana, bellissima e brillante capitano di corvetta scopre per caso un oscuro riferimento a quel vecchio documento. Il presidente degli Stati Uniti intuisce che le clausole in esso contenute rappresentano l’unica via di salvezza per il suo Paese. È indispensabile trovare quelle carte. E un solo uomo è in grado di portare a termine una simile impresa: Dirk Pitt. Ma gli inglesi hanno predisposto un audace piano per impedire che il prezioso documento sia riportato alla luce, e calano il loro asso: Brian Shaw, un autentico maestro di spionaggio che ha spesso lavorato con gli agenti americani e ne conosce ogni segreto. Ma ora dovrà confrontarsi con Dirk Pitt in un duello serrato, avvincente, senza esclusione di colpi, che diventerà ben presto una sfida estrema, oltre l’impossibile, un vero e proprio salto nel buio…

Il sale rosa dell’Himalaya

Duro, incalzante, corrosivo: Il sale rosa dell’Himalaya racconta la disavventura di Giada Carrara, una trentenne milanese. Tutto ha inizio il 13 febbraio, in una sera di pioggia, mentre la ragazza aspetta un ospite molto importante, anzi, decisivo. La cena è pronta, ma, poco prima che l’uomo arrivi, mossa dall’assurda necessità di aggiungere una nota esotica ai sapori della serata, Giada esce di casa per comprare del sale rosa dell’Himalaya. I tacchi, il telefono, i capelli lisci, la fretta, l’attesa di un uomo che potrebbe cambiare il corso delle cose… All’improvviso entrano in scena due sconosciuti che stravolgeranno i suoi programmi, cambiandole la vita in modo ben diverso dalle aspettative. Giada vuole farsi strada. É furba, ma purtroppo scopre di esserlo molto meno della somma delle furbizie altrui. La sua lotta per affermarsi nel lavoro diventa, dopo quella sera di pioggia, la lotta della “biondina di via Massena” contro il mondo. Un conflitto non solo contro i cattivi conclamati, i mostri espliciti: anche contro i nemici sottotraccia che sono ovunque, dove meno te li aspetti, impliciti. Il sale rosa dell’Himalaya racconta l’avventura di Giada a partire dal momento in cui nulla potrà più essere come prima. Un romanzo sul tradimento e la sopraffazione, descritti con il tono distaccato e beffardo di Camilla Baresani, in un continuo contrappunto tra il dentro e il fuori di Giada, fatto di un’incandescente tensione narrativa.

Il saio nero

Scozia, 1297. Arroccati nel castello che domina Edimburgo, gli invasori inglesi vigilano saldamente sulla città. Gli abitanti rimasti, scampati all’assedio iniziale e alle periodiche rappresaglie, vivono nel terrore e non osano dar voce al malcontento, se non al sicuro delle loro abitazioni o tra il fumo e il frastuono della taverna di Murdoch Kerr, l’unica ancora aperta. È lì che la giovane Margaret, nipote dell’oste, tende l’orecchio per carpire notizie utili alla causa dei ribelli. Sono passati mesi da quando, ingenua e ignara del pericolo, è giunta nella capitale dal nord della Scozia per cercare il marito scomparso, e ora ha deciso di diventare una spia in nome della libertà del suo paese. Quando il vecchio Will, avventore abituale della taverna, muore dopo una delle sue proverbiali sbornie, sono in pochi a dar peso alla vicenda; dopotutto, era solo un povero ubriacone. Ma Margaret è insospettita dal colpo violento che l’uomo ha subito alla testa e dalle parole sibilline pronunciate prima di spirare, a proposito di una porta aperta in cui avrebbe cercato riparo. Forse non è un caso che, quella stessa notte, qualcuno si sia introdotto nel sotterraneo della taverna e abbia frugato tra i documenti lì nascosti. E che, a distanza di chilometri, la stessa intrusione sia avvenuta nella casa del padre di Margaret, in quella del marito, e nella cella del convento dove si è ritirata in preghiera la madre della ragazza.
**

Sahara: romanzo

1865: scompare misteriosamente la corazzata Texas; 1931: improvvisa sparizione dell’aviatrice Kitty Mannock; 1996: una devastante marea rossa sta per sommergere il mondo e tutti i suoi abitanti. Un insolito e pericoloso tavolo da gioco: il deserto del Sahara. I giocatori sono tanti e pronti a uccidere pur di vincere: Zateb Kazim, spietato e avido di potere; Yves Massade, imprenditore senza scrupoli, assetato di ricchezza; Eva Rojas, affascinante e determinata a salvare il mondo. Ma c’è un solo uomo in grado di comporre le tre tessere del puzzle e a cambiare il corso della storia: Dirk Pitt.

La saggezza del dubbio. Messaggio per l’età dell’angoscia

In this fascinating book, Alan Watts explores man’s quest for psychological security, examining our efforts to find spiritual and intellectual certainty in the realms of religion and philosophy. The Wisdom of Insecurity underlines the importance of our search for stability in an age where human life seems particularly vulnerable and uncertain. Watts argues our insecurity is the consequence of trying to be secure and that, ironically, salvation and sanity lie in the recognition that we have no way of saving ourselves.

La saga di Titus Crow

Detective sensitivo creato da Brian Lumley per un ciclo di romanzi e racconti che prendono come scenario i miti e gli ambienti creati da Howard Philip Lovecraft.
Come molte delle storie di Lovccraft, anche i romanzi di Titus Crow sono narrati sotto forma di diario e raccontano le incredibili vicende vissute dal detective e dal suo aiutante, Henri de Marigny (voce narrante del diario), alle prese con le più diverse (e tremende) creature del’universo lovecraftiano, dal mostruoso ltltaqua, Colui che Cammina nel Vento, affrontato nel primo romanzo e fuggito attraverso una macchina del tempo simile a una pendolo a muro), al misterioso Yog-Sothoth e alle sue gigantesche prigioni inter-dimensionali.
Altrnando il puro orrore alla fantascienza (il corpo di Crow devastato da un terribile incidente viene ricostruito da un’entità robotica su di un lontano pianeta alieno) questi pastiche lovecraftiani dimostrano una vigoria di inventiva insuperata fra gli imitatori dello scrittore di Providence e meritano un posto tutto particolare nella weird fantasy contemporanea.

La saga del Dominio – 1. Le lame di Myra

Dopo l’apocalisse dei Cento Giorni d’Ombra, il Dominio è stato quasi interamente ricoperto di ghiacci e nevi. Solo le terre più a Sud rimangono temperate e rigogliose, mentre a Nord si muovono popoli in costante lotta per la sopravvivenza, spesso in guerra tra loro. La grande federazione di clan agli ordini di Acrab ha però un sogno molto più grande che la conquista di un pezzo di terra. Lui non vuole solo trovarsi uno spazio all’interno del Dominio, ma vuole rovesciarlo, distruggendo il potere dei maghi detti Camminanti. La loro magia, infatti, sfrutta la sofferenza degli Elementali, che i Camminanti hanno ridotto in schiavitù, mentre Acrab immagina un regno dove umani ed Elementali convivano.La strada per arrivarvi, però, passa attraverso la conquista dei numerosi regni che compongono il Dominio, una cruenta battaglia dopo l’altra.In prima fila nell’esercito di Acrab vi è Myra, che il comandante ha salvato dall’arena degli schiavi e cresciuto come una figlia. La sua abilità con i walud, le spade a forma di mezzaluna, ha assicurato all’esercito di Acrab la vittoria in più di un’occasione.Ora, però, Myra ha un’altra e più personale battaglia da combattere. A differenza di quanto ha sempre creduto, ha scoperto infatti che la sua famiglia non è stata uccisa per una disputa sulla terra, ma per un segreto che porta alla morte chiunque ne venga a conoscenza.Myra parte così alla ricerca della verità, in un lungo viaggio attraverso il Dominio con il solo appoggio di Icenwharth, un drago rinnegato dal suo popolo per aver stretto amicizia con un umano. Battaglia dopo battaglia, incontro dopo incontro attraverso lande desolate e città meravigliose, Myra scoprirà così i contorni di una macchinazione destinata a cambiare il destino del suo mondo e, forse, anche a distruggerlo.Con questo romanzo, la regina del fantasy europeo Licia Troisi dà vita non solo a una nuova saga, ma a un vero e proprio universo dove si mescolano avventura e orrore, magia e sangue, con un’eroina che rimarrà per sempre nel cuore di ogni lettore.

La saga dei Lensmen

Il conflitto fra le superciviltà di Eddore e Arisia per il dominio dell’universo, che risale ai giorni in cui la Prima e la Seconda Galassia si fusero, preparando per milioni di pianeti l’evoluzione della vita su larga scala, è ormai giunto al culmine. E il terreno scelto per qusto confronto è un pianeta in un remoto angolo dell’universo… la Terra. Tutti i più grandi eventi della storia dell’umanità, dalla caduta di Roma alle guerre che hanno insanguinato il mondo, non sno quindi imputabili alla “natura umana”, ma ciascuno rappresenta una delle tante mosse compiute in una titanica battaglia. Ma finamente un uomo ha scoperto la verità, affrontando il suo destino per cercare la risposta definitiva. Infatti nessun essere umano era mai atterrato sul misterioso pianeta Arisia: una barriera sconosciuta aveva sempre respinto chiunque osasse avvicinarsi, ma Virgil Samms, eroe e fondatore della Pattuglia Galattica, è finalmente riuscito a suprare quel leggendario ostacolo ed a riportare con sé la Lente, lo strano e misterioso cristallo che dona poteri che nessuno ha mai conosciuto prima d’ora…
Celebrata da sempre come modello insuperato di space opera, qusta grandiosa saga di E.E. ‘Doc’ Smith ripercorre l’intera storia della civiltà, proiettandola su sconfinati orizzonti di spazio e di tempo.

La saga dei Borgia

Una insolita storia della famiglia Borgia scritta a ritroso, a partire dalla figura pressoché sconosciuta del santo gesuita Francesco de Borja, bisnipote di Alessandro VI, fino ai potenti predecessori: dal terribile duca Valentino alla enigmatica Lucrezia. In una serie di ritratti tragici e potenti il noto biografo fa rivivere i protagonisti di una parte significativa della storia italiana.
(source: Bol.com)

Il sacrificio

Un grande thriller di una scrittrice svedese che ha venduto più di 1 milione di copieIn una fredda giornata d’inverno, l’ispettore Hartman e l’agente Maria Wern vengono convocati per risolvere il caso più efferato e inquietante che abbiano mai visto: nelle campagne vicino a Kronköping è stato ritrovato un cadavere appeso a un albero e trafitto da una lancia. Accanto all’uomo ci sono anche i corpi senza vita di alcuni animali. Un crimine davvero singolare, che fa pensare a un sacrificio rituale, collegato alla mitologia nordica. Un omicidio inspiegabile, che ricorda un delitto simile avvenuto a Uppsala ben nove anni prima. Come sono collegati tra loro i due casi? Per scoprirlo, Maria si lancerà nelle indagini, ma verrà risucchiata in una spirale fatta di strani indizi che rischiano di compromettere la sua carriera e interferire con la sua vita privata. La talentuosa Anna Jansson – autrice che ha venduto più di un milione di copie – unisce, a un ritmo incalzante e una trama originalissima, una straordinaria capacità di analisi dell’animo umano, mettendone in luce le paure più recondite e le intime contraddizioni.Dopo Finlandia, Danimarca, Olanda, Francia, Germania e Polonia, finalmente anche in Italia le inchieste di Maria Wern Anna Janssonè nata nel 1958 a Visby, sull’isola di Gotland (Svezia). Finora ha scritto undici romanzi incentrati sul personaggio dell’agente investigativo Maria Wern, che hanno riscosso un grande successo, vendendo più di un milione di copie: sono stati tradotti in diversi Paesi e hanno ispirato anche una serie di telefilm. Per maggiori informazioni, visitate il sito dell’autrice: www.thriller.nu

Le sabbie di Marte (Urania)

Le osservazioni condotte da *Mars Express*, *Mars Exploration Rover* e dalla sonda *Phoenix* hanno confermato la presenza di acqua sul pianeta, concentrata maggiormente attorno ai poli. E il protagonista di questo celebre romanzo di Clarke, che ha avuto l’onore di inaugurare i “Romanzi di Urania” e che oggi festeggia con un’edizione speciale il 150° volume della “Collezione”, non può certo dirsi stupito. Quando Martin Gibson sbarca sul pianeta rosso, infatti, lo trova già parzialmente colonizzato dagli uomini: ma i coloni non hanno mai visto l’ombra di un marziano. Se dunque, malgrado tutto, i marziani ci sono, vuol dire che sono ben nascosti. E c’è poco da meravigliarsi che le immagini delle sonde, pur scattate dal suolo, non ne abbiano ancora rivelato l’esistenza.
**
### Sinossi
Le osservazioni condotte da *Mars Express*, *Mars Exploration Rover* e dalla sonda *Phoenix* hanno confermato la presenza di acqua sul pianeta, concentrata maggiormente attorno ai poli. E il protagonista di questo celebre romanzo di Clarke, che ha avuto l’onore di inaugurare i “Romanzi di Urania” e che oggi festeggia con un’edizione speciale il 150° volume della “Collezione”, non può certo dirsi stupito. Quando Martin Gibson sbarca sul pianeta rosso, infatti, lo trova già parzialmente colonizzato dagli uomini: ma i coloni non hanno mai visto l’ombra di un marziano. Se dunque, malgrado tutto, i marziani ci sono, vuol dire che sono ben nascosti. E c’è poco da meravigliarsi che le immagini delle sonde, pur scattate dal suolo, non ne abbiano ancora rivelato l’esistenza.

La sabbia non ricorda

Siamo in estate, sulle spiagge dell’Adriatico. Un uomo giace sulla sabbia con la gola squarciata. Comincia così l’incalzante “giallo italiano” di Scerbanenco. Ma chi ha ucciso il povero Giannuzzo, un ometto dall’apparenza innocua che in realtà terrorizzava tanta gente? Anche gli innocenti mentono, o tacciono. E così, inevitabilmente, al primo segue un secondo omicidio. Protetto da questa rete di omertà, l’assassino attende con pazienza che passi la tempesta. Ma non sa che il suo nome è stato scritto sulla sabbia.