35745–35760 di 74503 risultati

La scorciatoia get shorty

“Il miglior scrittore vivente di thriller” questa volta supera se stesso. Vuole dimostrarci, e ci riesce, che un poco di buono intelligente può farcela perfino in quel mondo cinico e attento che è Hollywood. La scorciatoia è la storia di Chili Palmer, strozzino e appassionato di cinema, criminale e allo stesso tempo rigoroso vendicatore di torti, che sbarca a Hollywood del tutto casualmente, mentre dà la caccia a un debitore indietro con i pagamenti. È qui che, sempre casualmente, incontra Harry Zimm, produttore di film horror. Harry si è giocato 200 mila dollari destinati alla sua prossima pellicola e l’ha fatto con la speranza di vederli crescere tanto da aver quattrini abbastanza da scritturare la superstar Michael Weir per un film di alto livello del cui successo Harry è più che convinto. Ma ora i suoi finanziatori vogliono sapere dov’è finito il denaro e uno di questi, Bo Catlett, è disposto a uccidere per proteggere i propri interessi. Intanto, Chili produce un grande soggetto per un film, si incontra con i dirigenti dell’industria cinematografica e conosce Karen Flores, ex attricetta di film horror, che di Hollywood ne sa più di chiunque altro. Sembra lanciato verso le stelle, Chili Palmer… se solo un certo Ray Bones, memore del fatto che tempo prima Chili gli ha sparato contro, non volesse cancellarlo dalla faccia della terra. La Hollywood di Elmore Leonard è straordinaria e agghiacciante, e supera i sia pur esemplari ritratti che lo scrittore ci ha offerto in passato su città come Detroit, Miami, Atlantic City e New Orleans. Se a questo si aggiunge il suo infallibile orecchio per il dialogo e il suo grande intuito per la psicologia dei piccoli e grandi criminali — più la sua esperienza diretta nel mondo del cinema — sarà facile capire che La scorciatoia è un romanzo impeccabile.

La scopa del sistema

Un romanzo fluviale, comico e insieme profondo: un atto di fede nella forza delle storie, e nella loro capacità di prendere per il collo e raccontare il mondo.
Le avventure di Lenore, che si mette alla ricerca della bisnonna, antica studiosa di Wittgenstein, fuggita dalla sua casa di riposo insieme a venticinque tra coetanei e infermieri; del fratello LaVache, piccolo genio con una passione smodata per la marijuana; del pappagallo di famiglia, Vlad l’Impalatore, che recita sermoni cristiani su una Tv via cavo; di Norman Bombardini, re dell’ingegneria genetica, che si ingozza di cibo e sogna di ingurgitare il mondo intero; di Rick Vigorous, il capo e l’amante di Lenore, negazione vivente del suo stesso cognome. Una galleria di personaggi uno piú esilarante e paradossale dell’altro, sullo sfondo di un’America impazzita, grottesca, piú vera del vero.

‘La scopa del sistema è una grandissima sorpresa, che emerge direttamente dalla tradizione dell’eccesso praticata da Thomas Pynchon in V o da John Irving ne Il mondo secondo Garp. La principale qualità di Wallace è la sua esuberanza – personaggi che sembrano cartoni animati, storie a incastro, coincidenze impossibili, un amore sincero per la cultura pop e soprattutto quello spirito giocoso e quell’umorismo che sembravano scomparsi dalla maggior parte della narrativa piú recente’.

The New York Times Book Review

‘È probabilmente per questo che la notizia del suo suicidio ha percosso i suoi lettori con la forza di uno staffilante dolore personale, diretto: cosa avesse in testa quell’uomo non era piú una questione letteraria, era diventata una questione esistenziale senza vie di scampo, del genere tertium non datur. E in tanti ci si è chiesti quando sarà possibile tornare a leggere le sue opere senza pensarci, senza dare troppo peso ai presagi di cui ora sembrano pullulare’.

Dall’Introduzione di Stefano Bartezzaghi

(source: Bol.com)

Scontro Finale

Mentre l’oscurità avanza inesorabile, quei pochi rimasti ancora liberi dal potere del male che incombe su di loro non sono in grado di fermare l’ascesa di un nuovo, spietato mondo. Richard Rahl deve affrontare la consapevolezza di non avere altra scelta se non lasciare che la catastrofe avvenga. Nel tentativo di liberare sua moglie Kahlan, vittima dell’incantesimo della Catena di Fuoco attivato dalle Sorelle dell’Oscurità e incapace di ricordare il passato, il suo ruolo di Madre Depositaria e perfino il suo stesso marito, viene portato come prigioniero nell’accampamento dell’Ordine Imperiale all’insaputa dello stesso imperatore Jagang, suo mortale nemico. Le Sorelle hanno fatto ricorso alla loro carta più pericolosa, mettendo in campo le scatole dell’Orden: si avvicina la battaglia finale, nella quale posta in gioco sarà l’esistenza stessa del mondo intero. Chi potrà controllare il potere dell’Orden?

Scontro finale

Nel trentatreesimo secolo parole come guerra, fame e malattia sono state messe al bando insieme ai mali che rappresentavano. In quest’epoca illuminata l’uomo ha un solo nemico – irriferibile – il cui ricordo fa ancora accapponare la pelle, ma che sembra essersi ritirato per sempre. Eppure un giorno, ai confini del sistema solare, viene intercettata una Presenza devastatrice che può avere un solo marchio, una Forza di distruzione che può appartenere a un solo avversario. Ma stavolta l’umanità è pronta ad affrontare l’antico spauracchio, a restituire il colpo con la massima durezza possibile. Un’astronave parte per intercettare il nemico, anche se nessuno (nemmeno l’agente segreto Kytasty) sa esattamente a che cosa si troverà di fronte. L’unica cosa certa è che nel passato il nemico aveva un nome, e quel nome era Dio l’Onnipotente…
Copertina di Vicente Segrelles

Sconsacrato

EDIZIONE SPECIALE: CONTIENE UN ESTRATTO DI PROFANATO Un bestseller internazionale Oltre 60.000 copie in Italia Carnivia Trilogy A Venezia è la notte della Befana. Sui gradini della chiesa di Santa Maria della Salute regna un silenzio di tomba. Un cadavere è affiorato dal Canal Grande: una donna, con indosso le vesti di un sacerdote. Una tremenda profanazione, un abominio. È la prima volta che il capitano dei carabinieri di Venezia, la giovane e ambiziosa Caterina Taddei, affronta un caso di omicidio. L’indagine la condurrà tra i vicoli e i labirinti di Venezia, fino a un ospedale psichiatrico abbandonato sull’isola deserta di Poveglia e infine alla scoperta di un misterioso sito web criptato: Carnivia. com, che racchiude e diffonde i più oscuri segreti della città. Lungo la strada Caterina si imbatterà in due strani ma fondamentali personaggi, il sottotenente Holly Boland, una giovane donna soldato dell’esercito degli Stati Uniti cresciuta in Italia, e Daniele Barbo, un hacker di nobili origini intelligente e schivo, creatore proprio di Carnivia.com. All’improvviso però le tracce si perdono nel passato: nessuna prova certa, solo qualche indizio, che fa pensare a un’antica cospirazione in cui sono coinvolti la Chiesa, la cia e il crimine organizzato. Ma Caterina sa bene che i vecchi crimini devono essere puniti tanto quanto quelli nuovi. Altrimenti, inevitabilmente, sono destinati a ripetersi… Carnivia Trilogy Milioni di copie vendute nel mondo Tradotto in 16 lingue «Un grande thriller che ha tutti gli ingredienti del successo: trama mozzafiato, suspence, scrittura ad alta tensione, mistero.» Il Giornale «Un romanzo graffiante, che pizzica le coscienze e che fa riflettere. A fronte di una ben oliata successione di avvenimenti che, pur attingendo alla fantasia, per la maggior parte affondano le radici in fatti reali.» Mauro Castelli «Jonathan Holt ha partorito una trilogia benedetta subito come fenomeno editoriale.» La Gazzetta dello Sport Quale segreto scorre nei sotterranei di Venezia?Jonathan HoltDocente di letteratura inglese a Oxford, è ora il direttore creativo di un’agenzia di pubblicità. Il suo romanzo d’esordio, Sconsacrato, è stato pubblicato dalla Newton Compton ed è stato al primo posto della classifica italiana per settimane.

Lo sconosciuto

Jack Ryan ha fatto mille mestieri e combattuto una lunga guerra contro l’alcol. Finalmente, a quasi quarant’anni, sembra aver trovato la sistemazione ideale, l’ufficiale giudiziario. Ma accettando un incarico apparentemente banale, Jack si trova immerso in una storia piú grande di lui. Un certo Mr Perez, che si occupa di individuare società per azioni con utili da capogiro, incarica Ryan di rintracciare Robert Leary jr, sparito senza lasciare tracce e senza mai riscuotere i ricchi dividendi che gli spettavano.
A Jack bastano poche ricerche per intravedere il ginepraio nel quale si sta cacciando: Leary è un delinquente psicopatico, e c’è qualcun altro che lo cerca, per saldare vecchi conti ancora aperti.
Sarebbe meglio tirarsi indietro e tornare alla vita di sempre, se non fosse per Lee, la moglie di Leary: una bionda alcolizzata che chiede aiuto a Ryan, offrendogli l’occasione per riscattare il suo passato.

La scomparsa di Majorana

Dal 26 marzo 1938 si perdono le tracce, fra la partenza e l’arrivo in un viaggio per mare da Palermo a Napoli, del trentunenne fisico siciliano Ettore Majorana, che Fermi non esiterà a definire un genio, della statura di Galileo e di Newton. Suicidio, come gli inquirenti dell’epoca vogliono credere e lasciar credere, o volontaria fuga dal mondo e dai terribili destini che una tale mente può aver letto nel futuro – e nel futuro vicino – della scienza? Su questo interrogativo Sciascia costruisce uno dei suoi libri più belli, di un’intensità di analisi e quasi di immedesimazione nelle motivazioni non dette, nella logica e nell’etica segreta del personaggio, che sfiora l’incandescenza della verità.
(source: Bol.com)

La scomparsa delle api. Indagine sullo stato di salute del pianeta Terra

Esiste una celebre profezia attribuita al grande scienziato Albert Einstein secondo la quale all’umanità, nel momento in cui dovessero estinguersi le api, non resterebbero che pochi anni di vita. Si è sempre pensato che questo scenario catastrofico fosse degno, forse, di un mediocre film di fantascienza e nessuno avrebbe potuto immaginare che entro breve tempo avrebbe assunto i contorni definiti di una minaccia concreta. Da alcuni anni infatti negli Stati Uniti e in molte aree d’Europa, la popolazione totale delle api risulta dimezzata. I primi ad accorgersene sono stati gli apicultori, ma il fenomeno ha suscitato l’allarme della comunità scientifica non appena ha assunto proporzioni tali da mettere in crisi molte produzioni agricole. Che cosa sta uccidendo le api? Alcuni ipotizzano che si tratti di una delle conseguenze del riscaldamento globale. Secondo altri sarebbero le onde elettromagnetiche attivate dalla telefonia cellulare ad essere responsabili delle difficoltà che le api incontrano nel ritornare al proprio alveare. Sylvie Coyaud, con la sua tipica capacità di rendere chiari, interessanti e spesso divertenti i più complessi temi scientifici, conduce una vera e propria inchiesta su questo strano e inquietante fenomeno che sembra riassumere in sé molti sintomi della crisi ambientale che attraversa in questo momento il nostro pianeta.
**

La scomparsa dell’Erebus

Il 19 maggio 1845, l’Erebus e la Terror, due velieri agli ordini di Sir John Franklin e di Francis Crozier, salpano dall’Inghilterra alla ricerca del leggendario Passaggio a Nordovest; verranno ritrovati anni dopo intrappolati nel ghiaccio artico. Sulla base di un documentato episodio storico, Simmons racconta, con la consueta forza immaginativa, un’allucinante avventura. Gli equipaggi delle due navi, bloccati nella morsa del freddo e sprofondati nel silenzio spezzato solo dagli scricchiolii del ghiaccio e dalle tempeste di fulmini, si ritrovano a lottare contro gli elementi, ma anche contro la disperazione e la follia, sempre pronta a insinuarsi nelle menti dei marinai dispersi. Quando, alla morte di Franklin, prende il comando della spedizione Crozier, capitano della Terror, il terzo inverno sulla banchisa è vicino e i superstiti si preparano ad affrontarlo nella speranza di resistere fino al disgelo. La situazione è prossima al disastro: le provviste scarseggiano e lo scorbuto comincia a mietere vittime. Tra ammutinamenti, crisi ed episodi di cannibalismo, l’isolamento non sembra però la minaccia peggiore. Mentre una giovane esquimese muta, soprannominata Lady Silence, si muove indisturbata sulla Terror e sparisce per giorni, insensibile a freddo e fame, sembra fare la sua apparizione una creatura sconosciuta, intelligente e malevola, che si aggira tra i ghiacci e dà la caccia agli uomini dell’equipaggio, uccidendoli a uno a uno…

La scomparsa dell’alfabeto

Una donna a cui è stata diagnosticata una malattia degenerativa del cervello, decide di raccontare la passione che le ha rovinato la vita al suo ex psicoanalista, ormai amico, perché ne conservi il ricordo quando la sua memoria si cancellerà. È la storia d’amore con la psicoanalista a cui il dottore l’ha affidata prima di partire per l’America. Una relazione trasgressiva sotto molti aspetti, che prima la travolge e poi la lascia con un terribile senso di abbandono. Lo stesso senso di abbandono in cui si dibatte il dottore che non è mai riuscito a ricostruirsi una vita dopo che la moglie lo ha lasciato. Un mercoledì dopo l’altro, ascoltandola raccontare, il dottore entra nel cuore di Nona, mentre cresce in lui il rancore verso la collega, contravvenuta alle regole del rapporto psicanalitico, e ormai emblema di chi infligge il terribile dolore della perdita.
**
### Sinossi
Una donna a cui è stata diagnosticata una malattia degenerativa del cervello, decide di raccontare la passione che le ha rovinato la vita al suo ex psicoanalista, ormai amico, perché ne conservi il ricordo quando la sua memoria si cancellerà. È la storia d’amore con la psicoanalista a cui il dottore l’ha affidata prima di partire per l’America. Una relazione trasgressiva sotto molti aspetti, che prima la travolge e poi la lascia con un terribile senso di abbandono. Lo stesso senso di abbandono in cui si dibatte il dottore che non è mai riuscito a ricostruirsi una vita dopo che la moglie lo ha lasciato. Un mercoledì dopo l’altro, ascoltandola raccontare, il dottore entra nel cuore di Nona, mentre cresce in lui il rancore verso la collega, contravvenuta alle regole del rapporto psicanalitico, e ormai emblema di chi infligge il terribile dolore della perdita.

Scommettiamo che sarà per sempre?. Private Club Series 3.5

Gli scapoli più ambiti d’America stanno per capitolare… chi vincerà la scommessa da un milione di dollari? Ci siamo. È il giorno delle nozze per Gage e Marina, ma quello che dovrebbe essere il momento più bello della loro vita rischia di trasformarsi in un disastro quando Ivy, la damigella d’onore, entra in travaglio. E, come se non bastasse, Bryn è in collera con Matt e ha deciso di non rivolgergli più la parola… Toccherà a Gage, Archer e Matt far sì che la giornata non si trasformi in un incubo da dimenticare; purtroppo, oltre a spose da domare e bambini da far nascere, c’è anche la non trascurabile questione della scommessa da un milione di dollari: chi ha vinto? E chi deve pagare? L’amore sembra aver premiato tutti, ma qualcuno rischia di uscirne con il cuore spezzato… Monica MurphyCaliforniana, è autrice di diversi romanzi, bestseller del «New York Times» e «USA Today». Oltre all’acclamata serie One Week Girlfriend (Non dirmi un’altra bugia, Dammi un’altra possibilità, Promettimi che mi amerai, Resta per sempre con me, disponibili anche nel volume unico Segrete Bugie), la Newton Compton ha già pubblicato con successo Non posso fare a meno di te, Ti odierò fino ad amarti e La risposta è amore, primi tre capitoli della Private Club Series.

La Scommessa Di Brandt

Testo corretto e revisionato. Giugno 2012. Formattato per una migliore visione sui dispositivi: Kindle , Android, etc
Il libro prende spunto da una storia vera attraverso la quale viene tracciato il profilo di un’epoca in cui per volere del destino o per semplice cupidigia umana, persone normali come Karl Brandt medico di Hitler e Albert Speer l’architetto del Reich potevano all’improvviso trasformarsi in spietati assassini.
Michele decide di aiutare due giovani disertori delle SS uno dei quali per convincerlo che non tutti i tedeschi credevano negli ideali nazisti,gli rivela un segreto.
Uno scienziato che analizza crani e organi degli ebrei, un giorno si ritrova davanti Karl Brandt, il dottore del Fuhrer. Gli é infatti stato concesso l’onore di portare avanti degli esperimenti sui corpi di dieci neonati partoriti da donne ebree prime di essere mandate alla camera a gas.
Il suo compito: dimostrare che i giudei sono inferiori sin dalla nascita.
Il dottore immaginando di dover sopprimere quei piccini e non di limitarsi ad analizzare ossa e parti già estratte da corpi senza vita, per sottrarre quei poveri innocenti dal bisturi e dalla formalina racconta che secondo lui esiste un metodo migliore per dimostrare l’inferiorità degli ebrei. Spiega che prendendo quei dieci bambini giudei e altri 10 ariani e facendoli crescere assieme, mangiando lo stesso cibo, studiando le stesse materie e ricevendo le stesse cure, avrebbero potuto capire chi era ebreo e chi no anche senza saperlo.
Ha così inizio la Scommessa di Brandt. Agli occhi del mondo il Castello sarebbe stato una scuola per creare la razza perfetta.
La Scommessa di Brandt é una storia vera romanzata su un segreto che riguarda Adolf Hitler mai svelato prima d’ora. Ma soprattutto lo scopo del libro é quello di lanciare un messaggio universale di perdono, senza però dimenticare gli orribili crimini compiuti durante la seconda guerra mondiale nei confronti degli ebrei e non solo. Perdono o comprensione? Al lettore la scelta. Quello che é certo é che non tutti i tedeschi erano nati carnefici alcuni si erano ritrovati ad essere belve per caso.

Scolpire il Cielo

A metà del XXIV secolo l’umanità si è diffusa per tutto il sistema solare, dando vita a culture barbariche e tecnologiche, generando religioni bizzarre e misteriosi culti esoterici. Nell’imminenza di una guerra interplanetaria, un oggetto di valore inestimabile è finito nelle mani di Anton Lindgren: si tratta di una squisita opera d’arte, che è già costata la vita di due persone e ora minaccia la sopravvivenza di milioni di esseri umani. Per questo Lindgren si prepara ad affrontare una terribile odissea che trasformerà profondamente il futuro dell’umanità.

Lo scisma: Cattolici senza papa

Ormai lo ammette perfino il papa: la Chiesa è divisa. Il referendum sulla fecondazione assistita, i drammi di Welby e di Eluana e la battaglia sul testamento biologico,, i Dico e le unioni gay, la ricerca sulle staminali embrionali, la pillola abortiva RU486: su questi e altri temi si sono aperte lacerazioni profonde non soltanto tra laici e credenti, ma nel corpo stesso del mondo cattolico. Prima Wojtyla e ora Ratzinger hanno scelto di contrastare la sfida del relativismo e della scienza con una ferrea restaurazione teologica e dottrinale che chiude la porta a ogni innovazione e discussione anche su questioni come il ruolo delle donne e il celibato dei preti, deludendo le aspettative di molti religiosi e accentuando il distacco dalla gerarchia di larga parte dei fedeli.
Riccardo Chiaberge prosegue il suo viaggio ai confini tra religione e modernità, esplorando il continente sommerso dei cattolici “disobbedienti” che testimoniano la loro fede nella vita quotidiana ma stentano a riconoscersi nella linea ufficiale della Chiesa: eremiti cistercensi, suore missionarie, preti di periferia, teologi eterodossi, parroci sposati. Ma anche imprenditori in tonaca, medici pellegrini a Lourdes, ricercatrici sulle frontiere della bioetica, storici, filosofi, intellettuali. E semplici fedeli, uomini e donne, delusi da un clero che si mostra inflessibile con in peccatori senza potere ma non altrettanto con i peccati dei potenti.