35329–35344 di 70064 risultati

Vento & Flipper

Un giorno, a ventinove anni, Murakami Haruki era allo stadio a guardare una partita di baseball quando, osservando la traiettoria della palla finire nel guantone di un giocatore, ha come un’illuminazione: lui, un giorno, diventerà uno scrittore. Tornato a casa, lo racconta lui stesso nell’introduzione inedita di questo volume, sul tavolo della cucina inizia a scrivere un romanzo e poi un altro ancora, nei ritagli di tempo mentre gestisce il suo jazz bar a Tokyo (il famoso «Peter the cat»). I romanzi sono Ascolta la canzone del vento (uscito in Giappone nel 1979) e Flipper, 1973 (arrivato in libreria un anno dopo). Fino a oggi Murakami si era sempre rifiutato di farli uscire dal Giappone, tanto da costringere gli appassionati a versioni non autorizzate in inglese dalla circolazione semiclandestina. Eppure l’universo di Murakami è tutto già presente qui, concentrato in due storie delicate, misteriose, incredibilmente moderne (ai tempi, in patria, furono accolte come romanzi dirompenti, che rivoluzionavano la lingua e l’immaginario della narrativa tradizionale giapponese). Ascolta la canzone del vento è la storia di uno studente che ammazza il tempo al Jay’s Bar – un locale tenuto da un cinese di mezza età – in compagnia del Sorcio, un ragazzo ricco ma profondamente solo e disilluso. I pomeriggi e le serate passano così, bevendo e fumando troppo, ascoltando jazz, confidandosi col vecchio Jay, che fa quasi da fratello maggiore per questi giovani malinconici, già delusi dalla vita. Finché un giorno, nei bagni del locale, il narratore non incontra una ragazza misteriosa. La riporta a casa, scopre che lavora nel vicino negozio di dischi, inizia a frequentarla: ma quando, senza dare spiegazioni, la ragazza cambierà lavoro e sparirà dalla sua vita, il protagonista capirà che fino ad allora era stato lui a confessarsi, a parlare delle sue ferite, di una ex che si è suicidata, senza mai penetrare il mistero di quell’affascinante fanciulla. Flipper, 1973 si svolge qualche anno dopo: il narratore è lo stesso, non è piú uno studente ma lavora in una piccola agenzia di traduzioni e convive con due gemelle arrivate nella sua vita da chissà dove. Ha perso i contatti col Sorcio, che invece passa ancora le sue serate al Jay’s Bar. Insomma, tutto sembra scorrere pacificamente, almeno fino all’arrivo di un misterioso flipper e alla partenza del Sorcio… «Un inedito distillato del maestro giapponese che vi scalderà il cuore. Questi libri vecchi e nuovi allo stesso tempo sono brevi ma non per questo esili». «The Economist» «La scrittura e, soprattutto, l’immaginazione di Murakami restano miracolosamente freschi dopo trentotto anni». «London Evening Standard» «Pubblicare questi due romanzi in un unico volume funziona perfettamente: sembrano i due lati di una stessa musicassetta. E quando un lato giunge al termine, l’altro è pronto per cominciare». «The Huffington Post»

VENTI DI EARTHSEA

La moglie di Alder il guaritore è morta, ma ogni notte invoca il marito dalle terre oltre il muro e tenta di attraversarne la soglia proibita. Nonostante il suo dolore, Alder comincia a temere che i trapassati cercheranno di entrare in massa in Earthsea, e per scongiurare il pericolo cerca l’aiuto di tre straordinari personaggi: Tehanu la donna bruciata, Tenar la sacerdotessa e il giovane Lebannen, apprendista re nel regno di Havnor. Insieme al drago Irian, capace di trasformarsi in donna, questo piccolo gruppo di eroi affronterà la rischiosa missione che ha come meta il Bosco Immanente di Roke, il luogo più sacro dell’arcipelago…
*Supplemento al n. 1484*

Venite venite B-52

Ennio Miraglia è un eroe dai sogni spezzati. Ha amato la musica fino a quando le canzoni dei Beatles non hanno fatto naufragare la sua carriera di sassofonista. Ha cercato il riscatto in televisione, ha fatto il venditore, il padre e il ribelle, ha creduto nel comunismo finché non è crollato con le sue speranze. Ora è un latitante in fuga dai suoi errori e dai suoi doveri, frequenta night club e sezioni di partito con le stesse cattive compagnie, cercando le ombre del miracolo italiano in cui aveva investito tutto se stesso. Un romanzo divertente e implacabile, che attraversa vent’anni di storia del nostro paese come una corsa a perdifiato all’inseguimento dei nostri sogni. Ennio Miraglia, in fondo, è uno di noi.

(source: Bol.com)

Venezia è un pesce

Non è vero che tutto è già stato scritto. Prendete Venezia: che cos’altro dire di originale su una città descritta da centinaia di poeti, romanzieri e viaggiatori di tutto il mondo? Eppure l’autore di questa guida molto sui generis, molto documentata, molto innamorata, sembra esserci davvero riuscito. Facendoci strada nella sua Venezia, Tiziano Scarpa trascura il solito elenco di itinerari e monumenti. Accompagnatore corporeo, cicerone spirituale, racconta le esperienze fisiche e emotive che si possono fare soltanto nella città lagunare, in nove capitoli che danno ascolto agli organi del corpo e dell’anima: i piedi, le gambe, il cuore, le mani, il volto, le orecchie la bocca, il naso, gli occhi. Leggendole proverete le peripezie sensitive e sentimentali che si vivono solo qui: perché Venezia, prima ancora che un’anomalia urbanistica, è un modo inedito di stare al mondo, è l’esistenza reinventata da cima a fondo, è un laborioso e complicato capriccio dell’Essere. La Venezia di Scarpa ha anche una coda affascinante: un’appendice in cui si propone il meglio della letteratura sulla Serenissima e una piccola antologia di testi veneziani, fra cui un reportage tradotto per la prima volta in italiano di Guy de Maupassant, e un ritratti della città firmato dallo scrittore brasiliano Diogo Mainardi.
(source: Bol.com)

Venere sulla conchiglia

“Con questa scandalosa e genialissima Venere di un autore americano di dubbia identità, si apre forse imprevedutamente l’Era della Fantascienza Underground.” Così scrivevano Fruttero & Lucentini all’epoca della prima edizione italiana del romanzo. Oggi sappiamo che: 1) lo pseudonimo con cui il romanzo uscì nel ’74 (Kilgore Trout) nascondeva in realtà Philip José Farmer; 2) tutto nasceva da una fantasia di Kurt Vonnegut; 3) più che fantascienza underground, il libro era una pregevolissima neo-space opera. (Tutti i segreti svelati all’interno del volume.)

Venere sulla conchiglia

Da un capo all’altro della galassia in compagnia dell’Astronauta pazzo di Farmer: *Venere sulla conchiglia* è la più originale space opera della fantascienza, un romanzo di avventure il cui obbiettivo è Trovare la Verità in fondo all’universo. Costi quel che costi.
“Urania” ve lo presenta in edizione aggiornata, con nuove rivelazioni sul caso Farmer-Vonnegut.
Copertina di Franco Brambilla

Venere piu’ x

Al suo risveglio da un lungo sonno di cui ignora la causa, Charlie Johns scopre di trovarsi…dove? Nel futuro? In un angolo remoto e inaccessibile della Terra? Comunque, in un mondo completamente diverso, quello dei Ledom, la strana razza di individui bisessuati che da anni segue l’evoluzione parallela del genere umano. Charlie è stato portato fin lì per osservare, imparare e soprattutto criticare una civiltà che a prima vista possiede tutti i requisiti dell’utopia. E’ l’inizio di un lungo viaggio fra le meraviglie di un mondo nuovo: ma, per Charlie, le sorprese non saranno tutte piacevoli…
IL GIUDIZIO: ” *Venere più X* si avvicina coraggiosamente al modello dell’utopia tradizionale: in ogni caso, più di qualsiasi altro romanzo americano di fantascienza pubblicato prima dei libri di Mack Reynolds” (John Clute). 

Venere lesa

Lo sguardo narrativo di Paolo Maurensig si appunta sul gioco sottile e indecifrabile del conflitto amoroso. Ecco sulla scena il maturo professor Deravines e la sua giovane e inquieta moglie Angèle; ecco Giulio Colombi, uomo brillante e fragile, troppo amato dalle donne, e la sua fascinosa e trascurata fidanzata Flora. Due coppie e un narratore in fuga dal fallimento del proprio matrimonio, profondamente coinvolto nelle dinamiche sentimentali instaurate dalle affinità, dalle debolezze, dalla volontà e dal caso fra i personaggi che osserva. Un quintetto che incarna la danza intricata dell’amore. Fino a un estremo punto di svolta… Perchè l’amore, che si nutre del possesso come della sottrazione, trova il suo simbolo in una figura dell’astrologia: quella di Venere ‘lesa’, cioè incrinata, ferita, che allude a un’ansia immedicabile, a un gioco straziante che di eterno ha solo le regole che lo governano

Vendute!

A sedici anni è partita felice per lo Yemen, il paese di suo padre, sognando il sole, le palme e altre esotiche meraviglie. Per Zana Muhsen avrebbe dovuto essere una magnifica vacanza. Invece è stato un lunghissimo incubo. Perché Zana è stata comperata per diventare la moglie di un ragazzo yemenita, per vivere quasi come una schiava nel più sperduto dei villaggi. Un orribile destino che Zana condivide con sua sorella Nadia. La cronaca allucinante di otto anni di sofferenze, di odio, di disperazione. La storia della ribellione di Zana e della rassegnazione di Nadia. Una testimonianza sconvolgente che commuove e fa riflettere.

I vendicatori

È un pomeriggio estivo a Wentworth, nell’Ohio, e in Poplar Street la vita scorre normale quando, all’improvviso, un’esplosione di malvagità e di inaudita violenza si abbatte sulla comunità. I suoi abitanti – perlomeno i sopravvissuti – si accorgono con orrore che il loro mondo si è fatto alieno, che tutto appare sovvertito. Solo una casa sembra indenne dalla furia che devasta ogni cosa, una casa particolare, dove una donna e suo nipote lottano ormai allo stremo contro una forza che si sta impossessando di loro. script type=”text/javascript”FB.init(“fdb900b0157d7c55e5241a13a8be8a48”);

Vendetta strisciante

**”I VERMI SI STANNO VENDICANDO SUL SERIO, STAVOLTA”**
E poi non ebbe più tempo per pensare, perché il mostruoso verme lo stringeva sempre più forte, lasciandolo senza respiro. Stritolandolo. Trascinandolo con sé giù nel fango, nel buco cavernoso da cui era uscito.

Vendetta sotto le stelle

Un’afosa notte di luglio New York piomba nell’oscurità più totale a causa di un black out. Regan Reilly e il marito Jack, di ritorno da un weekend fuori città, scoprono che qualcuno si è introdotto nel loro nuovo appartamento e ha tentato di aprire una cassaforte nascosta, di cui ignoravano l’esistenza. Ma i due investigatori non hanno neppure il tempo di riaversi dalla sorpresa perché devono entrare in azione: da una galleria di SoHo sono state trafugate preziose sculture. Ma per la città si aggira anche una donna bella e pericolosa, che seduce uomini, immancabilmente biondi, per un folle piano di vendetta. Una nuova appassionante avventura ricca di suspense e colpi di scena.

Vendetta Harkonnen

Sul pianeta Ix, i tleilaxu sono sul punto di realizzare il piano segreto dell’imperatore Shaddam e produrre il melange sintetico che gli darebbe un notevole vantaggio sulla Gilda spaziale e sulla CHOAM. Intanto, su Dune, il conte Vernius, deposto e costretto all’esilio dai tleilaxu, si prepara a vendicarsi di Shaddam, che con le sue truppe scelte Sardaukar ha favorito l’invasione Ix; nella base segreta, situata nella regione antartica del pianeta, conosce il giovane Liet, figlio del planetologo Pardot Kynes impegnato a modificare l’ecologia desertica di Dune, e chiede il suo aiuto a mimetizzare meglio la base, sfruttando le tecniche dei fremen.

Vendetta eterna

Frisia Orientale, 324 a.C. Un uomo si sottopone al rito del sacrificio: non ha paura, perché ciò che lo attende è una gloriosa resurrezione… Amburgo, 2005. Due efferati omicidi hanno luogo a poche ore uno dall’altro secondo un identico rituale: l’assassino scotenna i corpi per poi tingere lo scalpo di rosso ed esporlo sulla scena del crimine. Le vittime, un politico ambientalista e un genetista noto per le sue ricerche sulla memoria, sono uomini pubblici e i media – con le elezioni che si avvicinano – si avventano sulla notizia cominciando a parlare di un serial killer, al quale attribuiscono anche un soprannome: “Il parrucchiere di Amburgo”. Il capo della polizia criminale Jan Fabel e la sua squadra si lanciano in una frenetica caccia al predatore di scalpi basandosi su un unico indizio: un capello rosso, che l’assassino lascia come firma accanto ai cadaveri. Le indagini sono costellate da strane scoperte e coincidenze, che portano gli investigatori indietro nel tempo, agli anni Settanta e Ottanta infiammati dal terrorismo; all’epoca della seconda guerra mondiale, a cui riconduce il ritrovamento di un corpo mummificato e perfettamente conservato di un ragazzo; addirittura al 324 a.C., alla ben piÙ antica mummia di Franz il Rosso, sacrificato e scotennato secondo un rito degli Sciti. Solo incrociando queste piste apparentemente slegate Fabel e i suoi potranno fermare quella macabra scia di morte…
**

La vendetta di un Lord

Di nuovo a Hadley Green dopo quindici anni, il giovane Tobin Scott, ora Lord Eberlin, ha un solo obiettivo in mente: vendicare la morte del padre Joseph, accusato ingiustamente di aver rubato i favolosi gioielli degli Ashwood. Ma quando si trova di fronte all’incantevole oggetto del suo risentimento, il piano pazientemente preparato prende una piega inaspettata. Lily Boudine, Contessa di Ashwood, non è più la bambina che ricordava, è una splendida donna che sta facendo il possibile per restituire alla tenuta di famiglia l’antico splendore. Convinta ormai dell’innocenza di Joseph Scott, propone a Tobin di unire le forze per trovare i famigerati monili e ristabilire l’onore del padre. Presto, tuttavia, la passione tra i due divampa, e un nuovo, sconvolgente segreto viene lentamente a galla… Nel 1793 un uomo ha pagato con la vita per un crimine che forse non ha commesso. Anni dopo il mistero di Hadley Green è ancora senza soluzione.