35185–35200 di 72034 risultati

Insidia: /

La visione di Kylaah sta per avverarsi. Uno dei kurann, nell’ombra, tesse malefiche trame per rovesciare il potere e ridisegnare i vertici dell’Antica Stirpe. Mentre i fili della sorte burattinaia si muovono fino a intrecciarsi, Cris ha un unico obiettivo: trovare e uccidere l’assassino del padre. Ma i suoi piani non possono prevedere una madre che ritorna dopo molti anni per sconvolgergli la vita; tanto meno prevedono Lory, la ragazza arrivata con lei da Edimburgo che farà vacillare ogni sua certezza. Per Cris la vendetta ora è lo scopo della vita, il resto solo un intralcio da eliminare. Neppure a Lory, giovane donna dalla sensualità dirompente, sarà concesso di distogliere un guerriero come lui dall’obiettivo primario. Impareranno presto che non c’è nulla di più incerto delle certezze. Quando l’amore è una variabile del destino, tutte le regole vanno riscritte per spezzare l’anello debole nelle infide catene dell’insidia. Nel ritratto più subdolo del tradimento si nasconde la chiave di un paranormal fantasy in cui l’intrigo, la passione e i colpi di scena si avvicendano a ritmo serrato fino all’ultima pagina.

Inseguendo Amanda

Lonnie Blake perde la moglie in un brutale assassinio e da allora rinuncia a suonare compromettendo una brillante carriera da sassofonista. Ma una sera incontra Carol, una prostituta che gli chiede aiuto. Lonnie Blake decide di aiutare Carol, ma altri danno la caccia sia a lei che alla sua figlioletta Amanda. Lonnie si trova così coinvolto in una corsa contro la morte. Ma chi sono quei killer che inseguono Carol e Amanda? E perché?

Insciallah

Nel 1990 Oriana Fallaci torna al grande romanzo con Insciallah, un’opera corale che prende spunto dalla missione occidentale di pace a Beirut dopo i sanguinosi eventi del 1982. Una “piccola Iliade” che la stessa Fallaci racconta dando voce a uno dei protagonisti, il Professore, un militare appassionato di letteratura: “Posso anticiparti che la storia si svolge nell’arco di tre mesi, novanta giorni che vanno da una domenica di fine ottobre a una domenica di fine gennaio, che s’apre coi cani di Beirut, allegoria ai bordi della cronaca, che prende l’avvio dalla duplice strage, che segue il filo conduttore d’una equazione matematica, cioè dell’S=K ln W di Boltzmann, e che per svilupparne la trama mi servo dell’amletico scudiero di Ulisse. Quello che cerca la formula della Vita. “…Uno spicchio del campionario umano che il libro offrirà:ilcalabresepoveroebrutto, ilsardotaciturno e orgoglioso, il siciliano invadente e vivace, il veneziano ricco e deluso, il toscano becero e arguto, il romagnolo ingenuo e impaurito, il torinese educato e ottimista… Ci ho messo anche la splendida e misteriosa libanese che chiamo Ninette, anzi le ho attribuito un ruolo decisivo, e i simboli della triste città. Ci ho messo i bambini che la guerra uccide, i lenoni che la guerra favorisce, i banditi che la guerra protegge, molte donne tra cui un surrogato di donna detto lady Godiva, nonché cinque monache che mi seducono e che intendo coinvolgere nella tragedia. Fra protagonisti e comparse una sessantina di personaggi. Ma di giorno in giorno il cast si arricchisce, il palcoscenico si affolla, e presto ne arriveranno di nuovi…”. Insciallah, come Dio vuole, è “un atto d’amore per la Vita” che rifiuta la ferocia di qualsiasi guerra e mette l’Uomo al centro del proprio destino. Un opus formidabile, che intravede le battaglie del futuro mentre analizza e descrive lo spirito degli italiani, con una saggezza, un’ironia e un distacco che saprei trovare solo ne La tregua di Levi, ne Il partigiano Johnny di Fenoglio e in Tomasi di Lampedusa. — Dalla Prefazione di Gianni Riotta

INSATIABLE

Meena abita a Park Avenue e scrive per la seconda serie tv più famosa d’America, ma non tutto è rose e fiori. Il suo appartamento è un buco, la promozione tanto attesa non è arrivata e, infine, i produttori vogliono farle introdurre nella fiction uno stupido vampiro. Quando riceve l’invito a un party in onore di un principe rumeno in visita in città, Meena accetta perché ha bisogno di distrarsi. Neanche a dirlo, tra lei e il principe bello e tenebroso è passione immediata. Peccato che lui sia un vampiro, che sia a New York per regolare i conti con un gruppo di suoi simili malvagi e che abbia alle costole un pericoloso cacciatore di vampiri a soldo del Vaticano. Meena, ovviamente, finirà proprio nel mezzo di questa guerra: scordatevi però la bella indifesa in balia degli eventi; la nostra eroina dispone di risorse insospettabili che lasceranno a bocca aperta perfino il Principe delle Tenebre.
**

L’inquisizione nella Serenissima Repubblica forma, leggi e uso

Le materie oggetto di Inquisizione e quelle di spettanza dell’autorità secolare; la maniera di trattare i vari casi (stregoneria, malie, herbarie); manuale pratico ad uso dell’Inquisitore. L’autore, (1552-1623) veneziano, entrato in età precoce nell’ordine dei Serviti, ricoprì incarichi di prestigio in ambito teologico presso varie corti, tra cui quella dei Gonzaga a Mantova. Sostenitore della separazione tra il potere temporale e quello spirituale, venne per questo scomunicato nel 1607, mentre era teologo della Serenissima Repubblica di Venezia, sua città natale, subendo nello stesso anno e per lo stesso motivo un attentato che per poco non lo uccise.
**

L’inquisizione in Sicilia. Gli ultimi roghi

L’ultimo auto-da-fe eseguito in Sicilia descritto da un sacerdote presente, a cui era stato chiesto dalle stesse autorità ecclesiastiche di redigerne lo svolgimento. Sentenze di vari condannati arricchiscono questo già ricco resoconto.
**

Inquisizione

Il vasto e tormentato mondo di Aquasilva sta ormai per soccombere al giogo teocratico dei sacerdoti del Dominio. Il destino di chi si oppone è segnato: una condanna per eresia e la detenzione nelle prigioni della famigerata Inquisizione, da cui – si dice – nessuno è mai uscito vivo. Eppure forse una speranza ancora c’è… Il giovane Cathan, erede al trono di Lepidor, dopo essere riuscito a salvare la sua regione dalle mire dispotiche del Dominio, è ora pronto a riprendere il largo con i suoi amici, alla ricerca di nuovi alleati e soprattutto di risposte alle troppe domande irrisolte. Si reca così nel lontano Arcipelago, con lo scopo di organizzare un commercio di armi, in vista della crociata che i sacerdoti stanno preparando contro i ribelli.
**

L’inquisitore e i portatori di luce

Nel 1341, nei Pirenei ha luogo un massacro di eretici catari. Il giovane domenicano Eymerich vi assiste. Resta impressionato dall’uccisione di una bambina e dalla bambola di questa, che brucia nell’erba. Il suo maestro, l’inquisitore , Dalmau, lo esorta all’impassibilità; Ventun anni dopò, nel 1362 Eymerich ha rinunciato alle proprie funzioni e si è ritirato nel convento domenicano di Gerona. Viene richiamato in servizio da un messaggio del papa. Deve indagare sull.assassinio; di alcuni inquisitori avvenuto a Cahots, nelle regioni della Francia occupate dagli inglesi. Dovrà fronteggiare la più pericolosa di tutte le eresie, scontando le scelte dolorose del proprio passato. Contenuti extra scaricatili dal sito di Inaudita: le musiche originali composte dal gruppo degli Aghasi Insane e le illustrazioni originali di Francesco Mattioli.

L’inquilino del terzo piano

Subentrato nell’appartamento di un’inquilina apparentemente suicida, Trelkovsky si trova piano piano coinvolto in una misteriosa macchinazione ordita dai vicini. Una storia che strega il lettore riga per riga, creando un’insopportabile tensione psicologica generata da elementi che nulla hanno a che vedere con l’horror tradizionale ma che comunque di orrorifico hanno molto: le giornate “normali” di un condominio urbano. Da questo libro è stato tratto il film omonimo di e con Roman Polanski del 1976

L’innominabile

«Si tratta di ripetere ad arte e replicare infine alla seconda potenza l’ingresso di ciascuno di noi da straniero nel linguaggio, ma solo per esserne espulsi, secondo la parabola già tracciata col suo tedesco da Kafka, che non a caso chiamò i suoi personaggi romanzeschi solo K., così come Beckett, finita la stagione dei Murphy, Molloy e altri Malone, anzi M-alone, li avrebbe volentieri chiamati solo M (con o senza punto). Come tocca difatti per ben sette pagine nel manoscritto dell'”Innommable” a colui che diverrà infine Mahood. La questione è seria perché, esaurita la girandola di nomi con cui la borghesia si è dissolta nel presunto sistema a classe unica della guerra e dei totalitarismi, a voler trovare ancora un senso al sistema uno-a-uno su cui si basa la narrazione letteraria, a fronte della ricezione collettiva con cui s’impose quella audiovisiva, si tratta di stanare dal personaggio il lettore, e viceversa, e non d’intrappolarlo in qualcosa che lo estranei per l’ennesima volta alla sua stessa estraneità. E se per davvero occorre mettere l’uno sull’altro, o l’uno contro l’altro, Joyce, Proust e Kafka per poter comprendere la svolta epocale compiuta da Beckett non con Molloy e Malone muore, ma proprio con l’opera che avete fra le mani, siate però sicuri che per poter essere l'”innominabile”, così come a ciascuno di noi viene richiesto, non occorre nient’altro che la disponibilità a rimanere una volta per tutte quello che siamo nell’atto stesso di leggere questo libro. Nessun’opera, siatene certi, vi chiederà di meno per darvi di più.» (dalla prefazione di Gabriele Frasca)
**

L’innocenza di Emily

Sinonimo di stile, fascino e ora anche scandalo, le sorelle Balfour, ultime eredi dell’antica dinastia, adesso hanno una bella lezione da imparare…
Lasciatasi alle spalle lusso, ricchezza, e un padre bugiardo e traditore, Emily Balfour conduce ora un’esistenza assai più modesta, orgogliosa però di non dover ricorrere al proprio nome per sopravvivere. Lei, che ha sempre sognato di diventare una ballerina, ora insegna danza ai bambini e lavora in un malfamato locale notturno per sbarcare il lunario. Ma qualcosa sta per succedere… Quando il principe Luis Cordoba la vede, infatti, la riconosce all’istante e, stupito da quel cambiamento, fa di tutto per incontrarla. Luis non ha dimenticato il loro primo incontro, così come il fatto che la giovane Balfour è l’unica donna ad averlo respinto in tutta la sua vita.
**
### Sinossi
Sinonimo di stile, fascino e ora anche scandalo, le sorelle Balfour, ultime eredi dell’antica dinastia, adesso hanno una bella lezione da imparare…
Lasciatasi alle spalle lusso, ricchezza, e un padre bugiardo e traditore, Emily Balfour conduce ora un’esistenza assai più modesta, orgogliosa però di non dover ricorrere al proprio nome per sopravvivere. Lei, che ha sempre sognato di diventare una ballerina, ora insegna danza ai bambini e lavora in un malfamato locale notturno per sbarcare il lunario. Ma qualcosa sta per succedere… Quando il principe Luis Cordoba la vede, infatti, la riconosce all’istante e, stupito da quel cambiamento, fa di tutto per incontrarla. Luis non ha dimenticato il loro primo incontro, così come il fatto che la giovane Balfour è l’unica donna ad averlo respinto in tutta la sua vita.

Innocenti bugie

Dall’autrice dei bestseller Baciata da un angelo e SekretsLauren torna a Wisteria, Maryland, sette anni dopo la morte della povera madre, affogata misteriosamente nel fiume. Allora si gridò all’omicidio e il caso finì sui giornali, ma poi la faccenda fu messa a tacere e si stabilì che si era trattato di un semplice incidente. Ora Lauren è venuta a trovare zia Jule, che in quel momento di dolore la accolse con calore nella sua famiglia. Dopo un primo momento di incontri allegri e affettuosi, Lauren è colpita dalla pesante atmosfera che si respira in famiglia e dal comportamento della zia, che sembra molto nervosa, come se volesse nasconderle qualcosa… Nora, sua cugina, è ormai una povera malata di mente, o almeno così dicono, e continua a fissarla in silenzio con uno sguardo spettrale; anche Nick, un tempo il suo ragazzo, si comporta in modo ambiguo. Lauren è coinvolta in strani incidenti, sembra che presenze indefinibili si aggirino tra i prati e le acque che la videro felice con sua madre fino al giorno fatale. Ma quello che la tormenta di più è non riuscire a capire perché qualcuno, ostinatamente, la voglia morta…Un paesino sperduto. Un misterioso annegamento. Un segreto che lentamente riaffiora… Elizabeth Chandlerè lo pseudonimo di Mary Claire Helldorfer, autrice di storie per bambini e ragazzi che vive a Baltimora. La Newton Compton ha pubblicato la trilogia Baciata da un angelo (che è stato un grande successo internazionale), Sekrets. Le visioni di Megan e Innocenti bugie.

L’Innocente (Classic Reprint)

Excerpt from L’Innocente

C’erano stati pochissimi dialoghi tra noi, e brevi, in proposito; nei quali io non avevo mai mentito, credendo con la mia sincerita dimi nuire la mia colpa agli occhi di quella dolce e nobile donna che io sapevo intellettuale.

About the Publisher

Forgotten Books publishes hundreds of thousands of rare and classic books. Find more at www.forgottenbooks.com

This book is a reproduction of an important historical work. Forgotten Books uses state-of-the-art technology to digitally reconstruct the work, preserving the original format whilst repairing imperfections present in the aged copy. In rare cases, an imperfection in the original, such as a blemish or missing page, may be replicated in our edition. We do, however, repair the vast majority of imperfections successfully; any imperfections that remain are intentionally left to preserve the state of such historical works.

Innesto mortale

Per la giovane e ambiziosa dottoressa Gina Panzella, Duncan Lathram non è solo l’abile chirurgo plastico di cui è assistente, è anche l’uomo che, quando era piccola, l’ha salvata da morte sicura. Di qui l’incondizionata gratitudine e stima che nutre nei suoi confronti. Quando due membri della Commissione congiunta per l’etica medica muoiono poco tempo dopo un intervento praticato da Lathram, in Gina nasce un’inquietudine che si tinge di sospetto e di paura. Chi è veramente il dottor Lathram? Lacerata dal dubbio, Gina non esita a gettarsi in una pericolosa avventura, sulle tracce di un insospettabile, diabolico strumento di morte… Miglio.
**