35105–35120 di 62411 risultati

I luoghi più lontani

Una donna ricorda la sua giovinezza nel gelo di un villaggio battuto dal vento all’estremità settentrionale della Danimarca, dove d’inverno il mare si copre di una lastra di ghiaccio e la gente di città sbarca solo per raggiungere le terme qualche chilometro più in là, e dove insieme a suo fratello Jesper sogna di partire per terre lontane, lei per la Siberia, lui per il Marocco. Jesper è più grande di qualche anno, è bello e solare, ribelle e protettivo. Studia da rivoluzionario nella sua capanna sulla spiaggia; la ragazza lo segue, lo osserva, lo aspetta. I due fratelli sfidano l’atmosfera opprimente della famiglia, il padre, falegname indebitato, affettuoso ma chiuso e severo, la madre devota che passa le giornate a intonare inni religiosi al pianoforte e di sera racconta compiaciuta storie di morti annegati, il nonno rabbioso, alcolizzato e suicida. Saranno la guerra e l’invasione nazista a separarli, a spingerli lontano da quel paese, lei a scoprire un’esistenza dura ma finalmente libera, lui a inseguire il suo sogno esotico in Nordafrica. Misteri, drammi silenziosi, pulsioni represse si lasciano intuire sotto la superficie tersa della prosa ritmica ed evocativa di Per Petterson, in una successione di istantanee che illuminano l’universo interiore di una donna attraverso i ricordi del suo passato, la nostalgia di un rapporto unico che riscalda un’intera vita. **

Il lungo racconto dell’origine: i grandi miti e le teorie con cui l’umanità ha spiegato l’universo

La cosmologia moderna è oggi una “grande scienza”, supportata da fisica, matematica e tecnologie costosissime, che sembra schiuderci i segreti dell’Infinito. Ma le domande e le spiegazioni sull’origine e la natura dell’universo sono vecchie quanto l’uomo. Dai babilonesi ai cinesi e i maya, caste di sacerdoti-astronomi usavano le sorprendenti conoscenze sui movimenti degli astri per sostenere il loro potere, ricorrendo spesso a miti fantasiosi. Furono greci i primi astronomi-filosofi con metodi di calcolo rigorosi. Con il Cristianesimo, per secoli gli astri sono stati espressione di Dio. E solo da Galileo ad oggi, la scienza ha faticosamente affrancato l’indagine sul cosmo dai diktat della religione. In ogni caso, dai miti più ingenui alle teorie scientifiche più ardite, quello dell’universo resta il “racconto” più affascinante che ha accompagnato l’evoluzione culturale dell’uomo. Questo libro ripercorre le cosmologie delle grandi civiltà. Una grande avventura della ragione, dal mito alla scienza, attraverso cui è cresciuta la nostra conoscenza dei misteri della vita.

Lungo cammino verso la libertà

Dall’infanzia nelle campagne del Transkei alle township di Johannesburg, dalla prima militanza nell’Anc, attraverso ventisette anni di carcere, al Premio Nobel per la pace e alla presidenza del suo paese. Il lungo cammino verso la libertà di Nelson Mandela è il lungo cammino verso la libertà politica e la conquista di un valore irriducibile: la dignità dell’essere umano.

La lunga strada di sabbia

Estate 1959. Per la rivista Successo, Pier Paolo Pisolini percorre la costa italiana al volante di un Fiat Millecento per realizzare “La lunga strada di sabbia” un ampio reportage sull’Italia tra cambiamento e tradizione, vacanza borghese e residui di un dopoguerra difficile. A quarant’anni di distanza, il fotografo Philippe Séclier ha ripercorso quello stesso itinerario, ritrovando tracce, immagini e memoria del grande scrittore e del suo memorabile ritratto dell’Italia. Questo libro presenta il testo “La lunga strada di sabbia” nella versione integrale scritta da Pasolini con numerosi passaggi inediti, accompagnato dal manoscritto originale oltre a documenti, manoscritti, lettere e fotografie di Sèclier.

La lunga morte del colonnello Porter

John Paton, l’autore di Viaggio al centro della Galassia ritorna con una storia di orrore e di violenza che dai confini dell’universo esplorato ci riporta sul nostro pianeta. Protagonista del nuovo romanzo è il colonnello Porter (o meglio, ciò che resta del colonnello Porter, dopo la sua semidistruzione in un’orrenda e remota caverna). Antagonista di Porter è il generale McShane, il quale ovviamente comincia con l’invocare la disciplina e i regolamenti. Ma con uno come Porter è subito chiaro che la partita tra i due si svolgerà senza esclusione di colpi fino alla sua tragica conclusione.
Copertina di Karel Thole

La lunga marcia

Dai confini con il Canada sino a Boston a piedi, senza soste. Una sfida mortale, con un regolamento implacabile, per cento volontari: un passo falso, una caduta, un malore, e si viene abbattuti. Ma chi riesce a tagliare il traguardo otterrà il Premio. Tra i partecipanti, fra cui spicca il sedicenne Garraty, si creano rapporti di sfida, di solidarietà e di lucida follia, lungo il terribile percorso scandito dagli incitamenti della folla assiepata ai margini della strada. Un incubo on the road che solo King poteva concepire.

Lunedì o martedì. Tutti i racconti

Per la prima volta la raccolta completa dei racconti di Virginia Woolf, tradotti da un solo autore. Scritti fra il 1906 e i primi del “41, a poche settimane dal suicidio dell’autrice, testimoniano l’inesorabile messa a fuoco di uno dei maggiori talenti letterari del XX secolo.

Dall’introduzione di Mario Fortunato:
“Una sera di molti anni fa Heiner Müller, un drammaturgo tedesco che non avrebbe potuto essere più lontano dalla scrittura e direi dall’ispirazione di Virginia Woolf, mi disse che per lui lavorare con le parole voleva dire scendere in cantina per dissotterrare i propri morti: e non una ma infinite volte, ogni giorno, senza sosta e inevitabilmente – per tutto il tempo che la stesura di un testo richiedeva. […] Non c’è una pagina, in queste quarantacinque storie lungo le quali si sperimentano e bruciano esperienze narrative diverse, talvolta incredibilmente diverse fra loro, e durante le quali la Woolf cerca, trova, decostruisce e ricostruisce instancabilmente la propria voce, attraversando i registri del realismo e della sua dissoluzione, del flusso di coscienza e della favola, del comico e del tragico, non c’è una pagina, dicevo, in cui Virginia Woolf non scenda nella cantina di cui sopra. E la sua discesa quotidiana, anno dopo anno, per oltre un trentennio, è tanto più stupefacente, coraggiosa e piena di generosità perché la cantina in cui lei approda non solo è molto più vasta del suo stesso io ma è invasa dall’acqua, allagata, sommersa, e i corpi dei suoi morti non possono essere dissotterrati per il semplice motivo che non giacciono da nessuna parte, ma vagano inquieti e irriconoscibili nella corrente.”

(source: Bol.com)

Luna, maledetta luna!

J. G. Ballard e Bob Shaw – come riconosce M. Amis sull’Observer – sono oggi indiscutibilmente i due massimi rappresentanti della fs inglese. Di Shaw, URANIA ha pubblicato finora dodici opere, tra romanzi e antologie di racconti. Ecco ora l’opera n. 13: un romanzo perfetto, un capolavoro nato come sempre sotto un’ottima stella, ma anche sotto una pessima, minacciosissima Luna.
Copertina di Karel Thole

Luna nera: Un’avventura di Anita Blake

**Un’avventura di Anita Blake Vol. 4**
La relazione con Richard è la piacevole novità che attraversa la vita di Anita Blake, anche se conciliare il lavoro di risvegliante, la paura di legarsi a una persona e il fatto che quella persona è un licantropo non è poi così semplice? D’altra parte, la Sterminatrice di vampiri è abituata alle situazioni estreme e, per lei, le insidie sono sempre in agguato, anche a Natale: in un bosco poco fuori St. Louis, infatti, viene scoperto il cadavere di un uomo orrendamente mutilato. Convinta che si tratti soltanto dell’aggressione di un orso, la polizia locale vorrebbe archiviare il caso, ma per Anita è subito chiaro che l’assassino è un lupo mannaro e che quella morte è collegata alla serie di sparizioni che sta sconvolgendo la comunità di licantropi di St. Louis. Non a caso, quella stessa notte, Anita viene convocata dal capobranco, Marcus – che è anche l’avversario più determinato di Richard -, il quale le ordina di scoprire il responsabile dei rapimenti. Anita, suo malgrado, viene così coinvolta in un’indagine pericolosa e sfuggente, in cui si muovono personaggi inquietanti e con troppi segreti da nascondere: i licantropi, lo stesso Richard, che deve fare i conti con la sua natura bestiale e con le leggi del branco, senza dimenticare l’onnipresente Jean-Claude, l’affascinante Master dei vampiri, che non vuole rinunciare ad Anita ed è pronto a tutto pur di conquistarla?
**
### Sinossi
**Un’avventura di Anita Blake Vol. 4**
La relazione con Richard è la piacevole novità che attraversa la vita di Anita Blake, anche se conciliare il lavoro di risvegliante, la paura di legarsi a una persona e il fatto che quella persona è un licantropo non è poi così semplice? D’altra parte, la Sterminatrice di vampiri è abituata alle situazioni estreme e, per lei, le insidie sono sempre in agguato, anche a Natale: in un bosco poco fuori St. Louis, infatti, viene scoperto il cadavere di un uomo orrendamente mutilato. Convinta che si tratti soltanto dell’aggressione di un orso, la polizia locale vorrebbe archiviare il caso, ma per Anita è subito chiaro che l’assassino è un lupo mannaro e che quella morte è collegata alla serie di sparizioni che sta sconvolgendo la comunità di licantropi di St. Louis. Non a caso, quella stessa notte, Anita viene convocata dal capobranco, Marcus – che è anche l’avversario più determinato di Richard -, il quale le ordina di scoprire il responsabile dei rapimenti. Anita, suo malgrado, viene così coinvolta in un’indagine pericolosa e sfuggente, in cui si muovono personaggi inquietanti e con troppi segreti da nascondere: i licantropi, lo stesso Richard, che deve fare i conti con la sua natura bestiale e con le leggi del branco, senza dimenticare l’onnipresente Jean-Claude, l’affascinante Master dei vampiri, che non vuole rinunciare ad Anita ed è pronto a tutto pur di conquistarla?

La luna e il mare

Il più temuto dei pirati e la bella moglie di un vicegovernatore.
Amici, amanti, anime gemelle divorate da una passione che avrà conseguenze alle quali non potranno sfuggire.
L’amore li unisce, il destino si fa beffa di loro.
Una storia intrecciata al mistero di oscure premonizioni e alle note cristalline di un clavicembalo. Nei Caraibi del XVII secolo, tra battaglie e antichi rancori che sconvolgono il presente in una spirale di vendette all’ultimo sangue.
Serie Romantic Pirates:
# 1 Sono solo un marinaio
# 2 La luna e il mare
[www.patriziainesroggero.it](http://www.patriziainesroggero.it)

Luna chiama Terra…

Con il felice decollo dell’Alpha, il Progetto Luna ha avuto un brillante inizio. Adesso, sulla Terra, al Quartier Generale del Ministero dell’Astronautica, viene seguito col radar il viaggio del veicolo spaziale, in attesa che subito dopo l’atterraggio il Comandante Caird stabilisca il collegamento radio tra l’Alpha e il Ministero. Ma l’ora fissata trascorre senza che dal pianeta arrivi nessun segnale. E mentre al Quartier Generale si aspetta che l’equipaggio dell’Alpha dia notizie di sé, sulla Luna è già cominciata l’odissea di quattro esseri umani costretti, per sopravvivere, a una lotta che di umano non ha più nulla. Un pilota, un ufficiale elettronico, un medico, un ingegnere astronautico. Quattro uomini, quattro caratteri, quattro mentalità, un solo destino. Caird, Patterson, Kerry, Vaughan. Quattro nomi che rimarranno impressi nelle rocce e nella polvere della Luna. E vicino a loro vive e lotta Janet Ross, la più tragica figura femminile che mai scrittore di fantascienza abbia avuto il coraggio di affrontare prima di Charles Eric Maine. Un personaggio sconcertante, le cui azioni ed emozioni, l’autore dipinge a tratti essenziali, senza indulgere a inutili sentimentalismi che ne traviserebbero la personalità. Una storia drammatica, una autentica pietra miliare nella letteratura fantascientifica.
Copertina di Carlo Jacono

La luna che uccide

Nella antica città di Gujaareh, la pace è l’unica legge. Sui suoi tetti e tra le ombre delle sue strade acciottolate vegliano i Raccoglitori, sacerdoti della Dea dei sogni. Hanno il compito di raccogliere la magia dalla mente dei sognatori perché venga usata per guarire le sofferenze del corpo e dell’anima. E possono uccidere chiunque giudichino corrotto.
Ma una cospirazione è stata ordita proprio nel grande tempio di Gujaareh, ed Ehiru – il più famoso Raccoglitore della città – dovrà mettere in discussione tutte le sue certezze se vuole custodire la pace che gli è stata affidata. Qualcuno, o qualcosa, uccide i dormienti in nome della Dea, e bracca le sue prede sia nei vicoli di Gujaareh che nel regno dei sogni. Ehiru ora deve proteggere la donna che era stato mandato a uccidere o vedrà la sua città divorata dalla guerra.
Un fantasy dall’ambientazione originale e affascinante, in cui i rapporti tra magia e potere, fede e corruzione, disegnano un mondo in cui ogni scelta mette in pericolo il destino di molti, nell’oscurità dei sogni.

Lumen

Cracovia, ottobre 1939. Maria Kazimierza, madre superiora del monastero di Nostra Signora delle Sette Pene, viene trovata uccisa da un colpo di pistola nel chiostro del convento. La badessa è in odore di santità, le mani sono segnate dalle stimmate e le vengono attribuiti dei miracoli. Un’indagine spinosa attraverso cui conosciamo Martin von Bora, il giovane e aristocratico capitano diviso tra l’obbedienza a Hitler e il senso personale di giustizia coltivato da un’educazione umanistica. Una ingegnosa combinazione tra romanzo poliziesco e romanzo storico.

Luke

Luke Donovan è l’avvocato più in vista di Baltimora. È soprannominato lo Squalo per la sua abnegazione e la sua dedizione nel perseguire la giustizia a ogni costo. Ma questa è solo la facciata che l’uomo presenta al mondo: pochi sanno che Luke ha un passato dolorosissimo alle spalle, di cui porta addosso ancora le cicatrici.
Irina è un’anima perduta, una sopravvissuta. Venduta dalla sua stessa madre alla mafia ceca quando era appena adolescente, nella sua giovane vita ha conosciuto solo violenze e soprusi. Quando Luke e Irina si incontrano al Fallen Angels, un club per soli uomini, per volere di un destino capriccioso, entrambi sanno che non saranno più gli stessi da quel momento in poi, perché sono attratti l’uno dall’altro come due calamite. Luke dovrà combattere la sua battaglia più importante stavolta, e non avverrà nell’aula di un tribunale, perché si ritroverà di fronte nemici più subdoli e decisamente più pericolosi.
Una storia d’amore e riscatto che vi catturerà dalla prima all’ultima pagina… perché vale sempre la pena combattere per amore.
ROMANZO BREVE
**
### Sinossi
Luke Donovan è l’avvocato più in vista di Baltimora. È soprannominato lo Squalo per la sua abnegazione e la sua dedizione nel perseguire la giustizia a ogni costo. Ma questa è solo la facciata che l’uomo presenta al mondo: pochi sanno che Luke ha un passato dolorosissimo alle spalle, di cui porta addosso ancora le cicatrici.
Irina è un’anima perduta, una sopravvissuta. Venduta dalla sua stessa madre alla mafia ceca quando era appena adolescente, nella sua giovane vita ha conosciuto solo violenze e soprusi. Quando Luke e Irina si incontrano al Fallen Angels, un club per soli uomini, per volere di un destino capriccioso, entrambi sanno che non saranno più gli stessi da quel momento in poi, perché sono attratti l’uno dall’altro come due calamite. Luke dovrà combattere la sua battaglia più importante stavolta, e non avverrà nell’aula di un tribunale, perché si ritroverà di fronte nemici più subdoli e decisamente più pericolosi.
Una storia d’amore e riscatto che vi catturerà dalla prima all’ultima pagina… perché vale sempre la pena combattere per amore.
ROMANZO BREVE