34897–34912 di 66541 risultati

Dimmi che mi ami (Youfeel): Solo tu possiedi le chiavi della mia anima.

Eva è tornata alla Villa. Ferita nell’animo e furiosa con se stessa ha deciso che sarà il destino stavolta a scegliere per lei. Ma una volta entrata nella sala comune, si rende conto che Mr X è l’unico uomo che ha il diritto di toccarla.
Sarà una rivelazione inquietante a cambiare le carte in tavola. Ma Leon troverà il modo di farla arrendere.
Il capitolo conclusivo della conturbante trilogia Madness che ha fatto sognare migliaia di lettrici.
Mood: Erotico – YouFeel RELOADED dà nuova vita ai migliori romanzi delle autrici del self publishing italiano. Un universo di storie digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.
**
### Sinossi
Eva è tornata alla Villa. Ferita nell’animo e furiosa con se stessa ha deciso che sarà il destino stavolta a scegliere per lei. Ma una volta entrata nella sala comune, si rende conto che Mr X è l’unico uomo che ha il diritto di toccarla.
Sarà una rivelazione inquietante a cambiare le carte in tavola. Ma Leon troverà il modo di farla arrendere.
Il capitolo conclusivo della conturbante trilogia Madness che ha fatto sognare migliaia di lettrici.
Mood: Erotico – YouFeel RELOADED dà nuova vita ai migliori romanzi delle autrici del self publishing italiano. Un universo di storie digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.

Diluvio di fuoco

Questo romanzo ci porta nel 2052, fra un’umanità che, pur avendo capito i pericoli corsi nell’era atomica, e avendo sostituito alle forze della disintegrazione dell’atomo quelle dell’energia elettrica in migliaia di nuove applicazioni, s’è allontanata dalla natura, dalla terra, dalla fatica, fino a non ricordarsi più che cosa sia un animale da macello o un covone di grano.È la storia apocalittica di un nuovo Diluvio. Un diluvio di fuoco. L’elettricità ha subito una mutazione, e da tutte le macchine costruite dall’uomo scocca l’incendio. Favorite da una anormale ondata di calore e di siccità, le fiamme dilagano ovunque, creando il deserto dove passano. In questo caos, un gruppo di amici con le loro donne cerca uno scampo verso il sud della Francia, dove piccole comunità di contadini, che non hanno voluto cedere al progresso, continuano a coltivare i campi con gli antichi sistemi. L’autore ci fa seguire questo gruppo attraverso mille pericoli, terribili avventure, sofferenze e disastri d’ogni genere.Il lettore rimarrà colpìto da questa terribile epopea, da questa visione raccapricciante, e che sembra profetica di un purtroppo probabile futuro.

Dike

La parola *díkē*, comunemente tradotta con «giustizia», nasce in un contesto religioso e poi giuridico, ma ha in realtà un significato più profondo, che compare per la prima volta nella più antica testimonianza del pensiero filosofico: il frammento di Anassimandro. Si può dire che l’avvento della filosofia coincida con l’avvento di tale significato – quello che Aristotele chiama «il principio più stabile». *Díkē* designa l’incondizionata *stabilità* del sapere. E richiede la stabilità incondizionata dell’essere. Riguarda tutto ciò che l’uomo può pensare e può fare. In rapporto con essa si svolge l’intera storia dell’Occidente. Se nel *Giogo* Severino aveva puntato l’attenzione sulla conseguenza decisiva per l’uomo della tradizione occidentale, resa esplicita da Eschilo, ovvero che l’incondizionata stabilità del sapere e dell’essere è il «vero» rimedio contro il dolore e la morte, e sul rapporto tra Eschilo e Anassimandro, in questa sua nuova opera si volge invece verso le radici di quel significato. Soprattutto perché *díkē* e l’Occidente, che ne è dominato, *sfigurano* il volto della stabilità autentica: il volto del *destino* della verità. Affrontando il rapporto tra il puro volto del destino e il suo volto sfigurato da *díkē*, questo libro compie alcuni passi avanti rispetto agli scritti precedenti, da cui pure trae origine. Se comune e già più volte evidenziato è il punto di partenza – la sconvolgente rivelazione della struttura originaria del destino e il suo implicare *l’eternità di ogni* essente e la necessità del farsi innanzi della terra –, *Dike* rappresenta un’altra via accanto a quella indicata fin dall’inizio dal filosofo per raggiungere il medesimo risultato: l’eternità degli essenti.

Un difficile enigma – Serie Nancy Drew

Un antico piatto scavato nel legno reca impressa la figura di una scimmia, circondata da segni strani, che non lasciano trasparire il proprio significato. Il piatto è di proprietà di una giovane peruviana, che decide di mostrarlo a Nancy Drew come oggetto caratteristico dell’artigianato del proprio paese. Ed ecco che l’occhio acuto della giovane detective comincia ad intravedere dei segni e delle iscrizioni che pare siano di importanza estrema, perché dovrebbero indicare la posizione esatta dove sta sepolto un favoloso tesoro. E la prova che Nancy ha visto giusto si ha qualche tempo dopo, quando un individuo dal grugno poco rassicurante si presenta a casa Drew e, spacciandosi per un agente di polizia, tenta di farsi consegnare il prezioso piatto. Il tentativo viene sventato, ma però ha inizio una acerrima gara tra la giovane detective e una banda organizzatissima di delinquenti, gara che ha per posta il possesso del tesoro e la vita stessa di Nancy Drew.

I difetti fondamentali

“Gli scrittori lavorano nelle tenebre, e come ciechi soppesano l’oscurità” ha detto José Saramago. Ma è davvero possibile raccontare una figura sfaccettata, mutevole e imprevedibile come quella di chi per mestiere inventa mondi? Come rintracciare la sua natura autentica negli abissi dell’immaginazione in cui lavora? Forse bisognerebbe partire dalle cose concrete, dalle pulsioni più animali, dai difetti. Questa è la risposta di Luca Ricci, in un ritratto composto da quattordici istantanee – fulminanti, indiscrete, perfette – che sono anche quattordici racconti d’amore: perché è l’amore, a ben vedere, il difetto più evidente, e necessario, di ogni essere umano.C’è lo scrittore che trascorre una vacanza in una spiaggia nudista, salvo poi incapricciarsi dell’unica ragazza che, chissà perché, resta vestita; c’è quello che per sbarcare il lunario apre un bed & breakfast e una sera, con la complicità di un volo cancellato, ha l’occasione di affittare una camera al più potente agente letterario del mondo; c’è quello che ogni lunedì, con una puntualità inflessibile, chiama una casa editrice pur sapendo che il suo dattiloscritto non verrà mai letto…Sebbene il risultato rimandi alla perentorietà di un classico, Ricci spinge l’arte del racconto al di là delle forme note e dei generi consolidati, chiedendo alla letteratura di assolvere ancora una volta al compito più arduo, quello di indagare l’impasto misterioso di cui è fatta ogni esistenza.

Dietro i suoi occhi

Dall’editore de La ragazza del treno il thriller dell’estate 2017 I segreti sono così. Se li mantieni, ne sei prigioniera. Se te ne liberi, ti perseguiteranno. Louise vorrebbe dire ad Adele tutta la verità, anche se si sono appena conosciute. Anche se Adele le sembra una donna così fragile, tormentata com’è dall’insonnia e dalla solitudine. Louise vorrebbe dirle che quella sera, al bar, quando è entrato quell’uomo, lei ha provato qualcosa che, nella sua vita di madre single, non provava da tempo. Vorrebbe dire ad Adele che le dispiace di averlo baciato. E che non poteva sapere che quell’uomo era suo marito. Anche Adele ha i suoi segreti. Non fa parola della nuova amica con David. E nasconde a Louise ciò che accade quando, nella loro splendida casa nel cuore di Londra, lei e il marito sono finalmente soli dietro porte chiuse. Così come ogni giorno, da anni, Adele nasconde a tutti quello che accade nella sua mente. Là dove nessuno può spiarla. Perché tante bugie, si chiede Louise? Divisa tra il suo fascinoso amante e la nuova, bellissima amica, soffocata dal castello di menzogne che lei stessa ha costruito, Louise dovrà trovare il coraggio di guardare dentro il matrimonio di Adele e David. Sapendo che le verità più spaventose si annidano nella mente, dietro quegli occhi che Adele, insonne, non chiude mai. Dagli stessi agenti di Paula Hawkins, arriva in Italia il nuovo fenomeno del thriller, una travolgente storia di amore e ossessione, con un finale impossibile da indovinare. Mantenete il segreto. E preparatevi a non dormire la notte.

I dieci geni che hanno cambiato la fisica e il mondo intero

Ognuna di queste dieci figure ha dato un contributo enorme alla fisica. Alcuni sono nomi familiari, altri sono meno noti, ma attraverso le loro scoperte abbiamo potuto comprendere meglio il mondo e le sue regole. Vite insolite e interessanti come quella di Marie Curie, dedicata interamente all’isolamento e alla concentrazione del radio e del polonio, o quelle di Bohr ed Einstein, impegnati in un dibattito intenso, soprattutto quando Einstein tentò di mettere in dubbio la teoria quantistica. Questo libro rende la scienza più accessibile, cercando di mettere in evidenza il legame tra la fisica e le domande più profonde che riguardano la nostra vita. L’ordine cronologico consente al lettore di seguire lo sviluppo delle conoscenze scientifiche nel corso di 400 anni, mostrando come questi grandi personaggi abbiano radicalmente modificato la comprensione dell’universo al quale apparteniamo.

Dieci e lode

Passiamo tanto tempo a inseguire sogni che ci sfuggono di mano, una felicità che non si lascia catturare. E poi capita che il meglio della vita si sveli in un attimo, magari nella magia di un incontro inatteso. Come quello tra Lorenzo e Fiamma, sorpresi da un amore che nemmeno loro, forse, credevano più possibile. Lorenzo Perego, uomo di grande fascino e cultura, insegna geografia economica in una scuola professionale di Milano. Avrebbe potuto scegliere un istituto più prestigioso, ma l’insegnamento è la sua passione e aiutare i ragazzi di talento in una realtà difficile e spesso desolante è una sfida che lo entusiasma e lo arricchisce. Non ha una famiglia tutta sua, ma, come ama ripetere, i suoi studenti sono come figli. Fiamma Morino ha poco più di quarant’anni, è madre di due bambine che adora, frutto di un matrimonio sbagliato, e direttore editoriale di una piccola e florida casa editrice che lei stessa ha fondato insieme al suo più grande amico, purtroppo venuto a mancare. Ora che la casa editrice sta per subire un drastico cambiamento di gestione, che Fiamma non condivide, è disposta a tutto pur di difenderla e di continuare a garantire la cura e l’amore con cui da sempre si dedica ai suoi autori. Lorenzo e Fiamma: il professore e la donna dei libri. Attraverso la loro esperienza, vediamo uno spaccato dell’Italia di oggi, quella della crisi della scuola e dell’economia, ma anche quella fatta di persone intraprendenti, pronte a rimboccarsi le maniche e decise a non arrendersi. Ripercorrendo le vite di entrambi, che il destino intreccerà servendosi proprio di un libro, scopriamo un amore capace di ripagarli di tante esperienze difficili e guarire le loro ferite. Finché anche Lorenzo e Fiamma potranno sfiorare con dita leggere la felicità che meritano.
**
### Sinossi
Passiamo tanto tempo a inseguire sogni che ci sfuggono di mano, una felicità che non si lascia catturare. E poi capita che il meglio della vita si sveli in un attimo, magari nella magia di un incontro inatteso. Come quello tra Lorenzo e Fiamma, sorpresi da un amore che nemmeno loro, forse, credevano più possibile. Lorenzo Perego, uomo di grande fascino e cultura, insegna geografia economica in una scuola professionale di Milano. Avrebbe potuto scegliere un istituto più prestigioso, ma l’insegnamento è la sua passione e aiutare i ragazzi di talento in una realtà difficile e spesso desolante è una sfida che lo entusiasma e lo arricchisce. Non ha una famiglia tutta sua, ma, come ama ripetere, i suoi studenti sono come figli. Fiamma Morino ha poco più di quarant’anni, è madre di due bambine che adora, frutto di un matrimonio sbagliato, e direttore editoriale di una piccola e florida casa editrice che lei stessa ha fondato insieme al suo più grande amico, purtroppo venuto a mancare. Ora che la casa editrice sta per subire un drastico cambiamento di gestione, che Fiamma non condivide, è disposta a tutto pur di difenderla e di continuare a garantire la cura e l’amore con cui da sempre si dedica ai suoi autori. Lorenzo e Fiamma: il professore e la donna dei libri. Attraverso la loro esperienza, vediamo uno spaccato dell’Italia di oggi, quella della crisi della scuola e dell’economia, ma anche quella fatta di persone intraprendenti, pronte a rimboccarsi le maniche e decise a non arrendersi. Ripercorrendo le vite di entrambi, che il destino intreccerà servendosi proprio di un libro, scopriamo un amore capace di ripagarli di tante esperienze difficili e guarire le loro ferite. Finché anche Lorenzo e Fiamma potranno sfiorare con dita leggere la felicità che meritano.

Dictator

C’era stato un tempo in cui Cicerone teneva in pugno Giulio Cesare. Ma ora è quest’ultimo ad avere il comando e Cicerone, il più grande oratore dell’Impero romano, è un uomo distrutto.
Destituito da ogni potere, privato di tutti i suoi beni, separato dalla moglie e dai figli, si trova in esilio con il fidato segretario Tirone, tormentato dalla consapevolezza di aver sacrificato il potere per salvaguardare i suoi principi.
Ma quando tutto sembra perduto, Cicerone decide coraggiosamente di far ritorno a Roma e per un breve e glorioso periodo riconquista il Senato, tornando a essere la figura politica dominante. Ma nessun uomo di Stato, per quanto abile e scaltro, può proteggersi dall’ambizione e dalla corruzione degli altri.
Impetuoso e coinvolgente, *Dictator* è il terzo e ultimo romanzo della trilogia dedicata da Robert Harris alla figura di Cicerone, dopo *Imperium* e *Conspirata*, e abbraccia alcuni degli eventi più epici della storia dell’umanità, dalla caduta di Roma all’assassinio di Pompeo e di Giulio Cesare.
Con quest’opera formidabile l’autore ci regala anche il ritratto intimo di un uomo acuto e geniale, un eroe moderno, così come di grande attualità è l’interrogativo che egli ci pone: come si può salvaguardare la libertà politica dal pericolo dell’ambizione personale, degli interessi finanziari di pochi e dalla corruzione?
**
### Sinossi
C’era stato un tempo in cui Cicerone teneva in pugno Giulio Cesare. Ma ora è quest’ultimo ad avere il comando e Cicerone, il più grande oratore dell’Impero romano, è un uomo distrutto.
Destituito da ogni potere, privato di tutti i suoi beni, separato dalla moglie e dai figli, si trova in esilio con il fidato segretario Tirone, tormentato dalla consapevolezza di aver sacrificato il potere per salvaguardare i suoi principi.
Ma quando tutto sembra perduto, Cicerone decide coraggiosamente di far ritorno a Roma e per un breve e glorioso periodo riconquista il Senato, tornando a essere la figura politica dominante. Ma nessun uomo di Stato, per quanto abile e scaltro, può proteggersi dall’ambizione e dalla corruzione degli altri.
Impetuoso e coinvolgente, *Dictator* è il terzo e ultimo romanzo della trilogia dedicata da Robert Harris alla figura di Cicerone, dopo *Imperium* e *Conspirata*, e abbraccia alcuni degli eventi più epici della storia dell’umanità, dalla caduta di Roma all’assassinio di Pompeo e di Giulio Cesare.
Con quest’opera formidabile l’autore ci regala anche il ritratto intimo di un uomo acuto e geniale, un eroe moderno, così come di grande attualità è l’interrogativo che egli ci pone: come si può salvaguardare la libertà politica dal pericolo dell’ambizione personale, degli interessi finanziari di pochi e dalla corruzione?
### Dalla quarta di copertina
Impetuoso e coinvolgente, Dictator è il terzo e ultimo romanzo della trilogia dedicata da Robert Harris alla figura di Cicerone, dopo Imperium e Conspirata, e abbraccia alcuni degli eventi più epici della storia dell’umanità, dalla caduta di Roma all’assassinio di Pompeo e di Giulio Cesare. Con quest’opera formidabile l’autore ci regala anche il ritratto intimo di un uomo acuto e geniale, un eroe moderno, così come di grande attualità è l’interrogativo che egli ci pone: come si può salvaguardare la libertà politica dal pericolo dell’ambizione personale, degli interessi finanziari di pochi e dalla corruzione?

Dicembre è un mese crudele

In uno sperduto villaggio del Lancashire muore avvelenato, dopo una cena in casa di una conoscente, il parroco Robin Sage. Di lì a poco arrivano in paese, per una vacanza fuori stagione, il patologo Simon St. James e la moglie Deborah, che aveva casualmente conosciuto il sacerdote a Londra. La scoperta della disgrazia li trascina tra le ombre più cupe di quei luoghi, sui quali aleggiano ancora antiche storie di stregoneria. L’inchiesta del coroner si è già conclusa con il verdetto di morte accidentale, ma Simon non ne è convinto, e decide di convocare il suo amico, l’ispettore Lynley, presto raggiunto dal sergente Barbara Havers. I quattro vengono così sommersi da una realtà in cui tutto è continuamente messo in dubbio. Com’è possibile che un’esperta erborista abbia inconsapevolmente offerto della cicuta al parroco? Nei panni di una mite perpetua si nasconde davvero una devota seguace dei culti pagani della Dea? È possibile leggere il destino di un uomo nel palmo della sua mano? In un clima di sospetti e pettegolezzi che rendono indecifrabili i volti del crimine, l’ispettore Lynley è costretto ad affondare sempre di più la lama delle indagini per riuscire a portare alla luce la verità. Una verità dal sapore amaro e crudele.
**

Il Diavolo

Uno dei più noti saggi divulgativi sulla figura del Diavolo. Rappresenta un punto di riferimento nella demonologia ottocentesca.
Arturo Graf (Atene, 19 gennaio 1848 – Torino, 30/31 maggio 1913) è stato un poeta, aforista e critico letterario italiano.
**
### Sinossi
Uno dei più noti saggi divulgativi sulla figura del Diavolo. Rappresenta un punto di riferimento nella demonologia ottocentesca.
Arturo Graf (Atene, 19 gennaio 1848 – Torino, 30/31 maggio 1913) è stato un poeta, aforista e critico letterario italiano. 

Il diavolo custode (Quasi amici)

Rampollo di nobile famiglia, ricco, colto, affascinante e amante delle cose belle e raffinate, Philippe è paralizzato dal collo in giù a seguito di un incidente di parapendio. Non è la prima tremenda prova a cui la vita lo ha sottoposto: ha perso da poco la sua splendida e amatissima moglie, affetta da una rara forma tumorale. Philippe combatte coraggiosamente e ostinatamente con il proprio corpo, con il ricordo straziante di lei e con l’idea di essere un uomo inutile, finito, e per farlo usa tutti gli strumenti possibili, dall’impegno sociale all’attaccamento ai piaceri della vita. In questa sua battaglia ha un’arma speciale: il suo badante, un immigrato algerino appena uscito di galera, che entra un giorno nella sua vita «ingessata» con l’energia di un tornado e diventa immediatamente il suo «diavolo custode». Il loro rapporto di dipendenza reciproca e lo scontro ravvicinatissimo e spesso spericolato tra le loro culture si trasforma presto in un legame solido e nello stesso tempo turbolento, punteggiato da episodi irresistibilmente comici e autenticamente commoventi. Regalando a entrambi, e a chi legge questo libro, una dimensione nuova della gioia, della speranza e dell’amicizia. Questa storia vera è diventata un film, Quasi amici, campione di incassi e fenomeno internazionale di cui la stampa francese ha scritto: «Fa ridere fino alle lacrime e piangere di gioia».

Il diario segreto di Lucrezia Borgia

Nel 1519 Lucrezia si guarda indietro e fa un bilancio dei suoi 39 anni di vita. Due i fili narrativi. Da una parte la storia personale, i drammi e le gioie di una giovane donna data tre volte in sposa secondo il variare del disegno politico di un padre d’eccezione, papa Alessandro VI: nel 1492 a Giovanni Sforza di Pesaro, nel 1498 ad Alfonso d’Aragona, nel 1502 ad Alfonso d’Este. Dall’altra parte, gli eventi politici: l’avvicendarsi dei papi, la guerra contro i Francesi di Carlo VIII; l’ascesa al trono di Luigi XII; l’affermazione e poi la caduta del Valentino… Bouflet, storico, immagina il diario scritto da Lucrezia Borgia poco prima di morire.

Il diario segreto del Conte di Montecristo

Vincitore del Premio PulitzerChi era davvero Edmond Dantès?La storia vera e incredibile dell’uomo che ispirò il capolavoro di Alexandre DumasEsiste una storia reale dietro il capolavoro di Alexandre Dumas, perché il celeberrimo Conte di Montecristo non è un’invenzione. Non del tutto almeno.Un uomo in carne e ossa ispirò allo scrittore francese la figura di Edmond Dantès, e anche quella dei moschettieri, tutti e tre. Il suo nome era Alex Dumas, un imponente e valoroso cavaliere mulatto, nonché padre di Alexandre, il romanziere. Nato nella colonia francese di Saint Domingue nel 1762, figlio di uno spregiudicato aristocratico, il marchese de la Pailleterie, e di una schiava nera, Cessette Dumas, Alex è appena un ragazzino quando il padre lo vende per pagarsi il viaggio di ritorno in patria. Nel giro di sei mesi però il marchese lo riscatta dalla schiavitù e lo porta con sé in Francia: qui, all’epoca del crollo della monarchia e dei trionfi della rivoluzione francese, cominceranno le avventure del giovane e impavido Alex, valoroso combattente che la Storia ha dimenticato.Premio Pulitzer 2013Gloria, rivoluzione, tradimenti: l’appassionante storia del vero Conte di Montecristo«Il protagonista del più famoso romanzo d’appendice dell’800 altri non era che il papà dello scrittore, unico generale nero dell’esercito di Napoleone, poi caduto in disgrazia. Ora un giornalista americano racconta la scomoda verità.» il Venerdì di Repubblica«Una ricostruzione storica minuziosa nelle vesti di un’opera d’intrattenimento… Affascinante.» Wall Street Journal«Una raffinata e intima ricostruzione della torbida epoca rivoluzionaria.»Kirkus«Un’opera che unisce il fascino dell’avventura all’accuratezza delle fonti.» New York Times Book Review«Tom Reiss ha condotto le sue ricerche nelle campagne francesi ed è riuscito ad accedere a preziosi documenti inediti custoditi da una bibliotecaria che è morta senza rivelare a nessuno la combinazione della sua cassaforte. Più un investigatore privato che un convenzionale biografo.»The GuardianTom Reissnato nel 1964, si è laureato a Harvard. Suoi articoli sono stati pubblicati da «The New Yorker», «The Wall Street Journal» e «The New York Times». È autore del bestseller internazionale L’orientalista, pubblicato in 18 Paesi. Vive con la moglie e le figlie a New York. Con Il diario segreto del Conte di Montecristo ha vinto il premio Pulitzer per la miglior biografia.
(source: Bol.com)

Diario notturno

Nessun libro come il “Diario notturno” (1956) riesce a contenere in sé – finemente distillata nella sostanza e nella forma – l’intera opera di Ennio Flaiano. Vi ritroviamo infatti tutti i costituenti primari del suo modo di essere, psicologico e letterario: il pessimismo lucido e dolente; la coscienza del nulla vissuta attraverso la quotidiana consunzione dei volti, dei luoghi, dei ricordi; la percettività del moralista di scuola francese, perso in un Paese che si preoccupa di tutt’altro. E vi ritroviamo tutte le forme che Flaiano prediligeva: il racconto ingegnoso e fulminante, l’apologo ora amaro ora grottesco, il taccuino di viaggio che intaglia immagini icastiche, il dialogo corrosivo e sarcastico, l’aforisma che non si lascia dimenticare.

Diario di una sottomessa

Sophie Morgan è una trentenne indipendente e di successo. È una giornalista, intelligente, brillante e sarcastica. Potrebbe essere la ragazza della porta accanto. Ma Sophie è anche una sottomessa: in camera da letto le piace lasciare la sua libertà e il suo potere nelle mani di un uomo che la domini per il puro piacere di entrambi. Dopo lo scalpore di Cinquanta sfumature di Grigio, questo memoir racconta dalla viva voce della sua protagonista cosa significhi essere una sottomessa. Dalla prima sculacciata alla consapevolezza che anche le punizioni più severe le provocano piacere, la protagonista ci guida in maniera diretta e senza veli lungo la via che sta seguendo. Ma è solo dopo il suo incontro con James che inizia a spingere sempre un po’ più lontano i propri limiti. Man mano che la loro relazione si fa più coinvolgente, più audace, Sophie inizia a chiedersi dove tutto questo la porterà, se sarà possibile coniugare le sua sessualità con la vita di tutti i giorni e soprattutto se davvero l’uomo perfetto può essere animato anche da una crudeltà perfetta. Avvincente, controverso, ma sempre brillante e profondamente onesto, questo libro permette di osservare da vicino un lato dell’apparenza paradossale della natura umana che nessuno, uomo o donna che sia, riuscirà a smettere di leggerlo.
(source: Bol.com)