34545–34560 di 72802 risultati

La porta chiusa

A soli quattro mesi dal giuramento, Helen Lardhal Bentley, primo presidente donna degli Stati Uniti, ha deciso che la sua prima visita di Stato sarà in Norvegia, suo paese d’origine. Ma appena giunta a Oslo, Madam President sparisce dal suo albergo nel cuore della notte senza lasciare traccia. A indagare sul suo probabile rapimento, le menti migliori della polizia norvegese e dell’Fbi americano. Arriva cosí anche Warren Scifford, il responsabile dell’Unità di scienze comportamentali, col quale Johanne Vik ha avuto una contrastata storia d’amore. La sua presenza rischia di compromettere l’equilibrio di coppia di Vik e Stubø ma la posta in gioco è troppo alta per tirarsi indietro. E ben presto emerge, dal passato di Madam President, una immensa zona d’ombra capace forse di spiegare il motivo della sua scomparsa.

‘Finalmente Helen Lardhal Bentley era sola. L’emicrania le faceva pulsare la nuca, come sempre dopo giornate come quella. Cautamente, si mise a sedere su una poltrona color crema. Il dolore era una vecchia conoscenza. Le faceva visita con estrema regolarità. Le medicine non le erano di alcun aiuto, probabilmente perché non aveva svelato il suo problema a nessun medico e per questo non usava che farmaci da banco. L’emicrania arrivava di notte, quando tutto era finito e lei avrebbe finalmente potuto togliersi le scarpe e tenere le gambe sollevate. Leggere un libro, magari chiudere gli occhi e non pensare assolutamente a nulla prima di andare a dormire. Ma non funzionava. Le toccava rimanere seduta immobile, appoggiata allo schienale, le braccia lontane dal corpo e i piedi sul pavimento… Normalmente si trattava di un quarto d’ora. Alle volte fissava terrorizzata l’orologio da polso senza riuscire a capacitarsi dell’ora. Altre volte, di rado, si trattava soltanto di pochi secondi. Come stavolta, realizzò guardando la sveglia sul comodino’.

(source: Bol.com)

Porpora. La confraternita del pugnale nero

Bella appartiene alla glymera, l’aristocrazia dei vampiri. È stata catturata dai nemici mortali della sua razza, i lesser: rinchiusa in un centro di tortura, rischia di impazzire e di morire, ma la Confraternita del pugnale nero riesce a liberarla appena in tempo. A guidare la spedizione dei vampiri guerrieri è Zsadist, che ha il volto e il cuore segnato da spaventose cicatrici, e crede di non avere posto per i sentimenti. Invece, davanti alla sofferenza e all’inspiegabile amore di Bella, Zsadist scopre una tenerezza che non sapeva di poter provare. Ma sarà Bella a capire che, per squarciare la corazza che avvolge il cuore del feroce guerriero, è necessario portare alla luce il terribile passato che l’ha segnato per sempre, ed esorcizzarlo. Per affrontare, uniti, i pericoli che li minacciano. “Porpora” è il terzo romanzo della serie “La confraternita del pugnale nero”

Porci con le ali

In questo libro, emblema della generazione del Sessantotto, due ragazzi della Sinistra studentesca scoprono la vita, il suo sapore, e raccontano in presa diretta le loro emozioni. L’iniziazione al sesso, al piacere, la ricerca dell’amore, il dolore, la solitudine, la fantasia: tutto si intreccia nelle loro riflessioni, tessute con la naturalezza e la forza della sincerità. Sullo sfondo di una stagione disordinata e vivace questi ragazzi finiscono per assomigliare davvero a bizzarre creature dotate di invisibili ali col difficile compito di librarli in aria. Ma è la loro fame di vita, la loro autentica passione a riscattarli immancabilmente.

Il popolo dell’orlo

Nello stato di Deseret, in quello che era una volta il cuore dell’America, bisogna costruire tutto dalle ceneri: sono bastate poche bombe nucleari a distruggere la civiltà, e un’altra deve necessariamente prendere il suo posto. I sopravvissuti di Deseret sono coloro che cercheranno di continuare, nonostante tutto, il cammino della razza umana. Ma il clima è cambiato, la natura è morta, il compito di creare un’oasi in questa terra bruciata è un’impresa disperata. La storia di questa lotta all’ultimo palmo di terra rientra nella tradizione dei grandi “romanzi catastrofici” e conferma Orson Scott Card come uno dei migliori autori di questi anni.
**INDICE**

**I MAGHI DELLA FANTASCIENZA – La scienza è sempre stata, a buon diritto, una delle componenti della sf: ma quanto di vero c’è in essa? – Documenti**
|
DELIO ZINONI
**GRABOW, COLLICKER E IO**
Grabow and Collicker and I (1992) |
ALGIS BUDRYS

Il popolo dell’autunno

Green Town, anonimo centro dell’Illinois. Manca una settimana alla festa di Halloween, quando la sonnacchiosa cittadina viene sconvolta da un “carnevale nero” scatenato da un circo misterioso che sembra promettere l’avverarsi di tutti i desideri e l’eterna giovinezza. Saranno due amici tredicenni, James Nightshade e William Halloway, a sconfiggere le forze del Male e a riscattare le anime dell’intera comunità. Ma impareranno fin troppo presto a fare i conti con i propri incubi. Capolavoro della moderna letteratura gotica, Il popolo dell’autunno rivela al lettore, attraverso lo sguardo libero e curioso dei bambini, tutta la maturità di uno dei massimi scrittori contemporanei di fantascienza.

Il popolo d’argento

Il ragazzo cacciato dalla sua tribù e costretto a vagare nella steppa è diventato il grande Gengis,colui che ha saputo unire i molteplici clan della Mongolia e forgiare un’unica nazione, il Popolo d’Argento. Sotto il suo comando carismatico ma inflessibile, i Mongoli hanno sconfitto i nemici di sempre, i Chin: primo passo verso la creazione di un enorme impero.
Ma ora il pericolo giunge da un’altra direzione: l’Ovest. Quando Gengis cerca di aprire rotte commerciali in quelle terre, infatti, le sue ambasciate vengono respinte, i suoi emissari torturati e uccisi. A fare ritorno sono solo le teste mozzate di questi ultimi, come un macabro omaggio. È un affronto che il Khan non può tollerare. E così, affidato il comando delle varie armate ai suoi figli, tra i quali intende scegliere l’erede più degno, si appresta a sferrare un attacco inesorabile contro lo scià che ha osato sfidarlo. Per il Popolo d’Argento è l’inizio del viaggio più lungo, che lo condurrà fino alla Persia, a contatto con civiltà tanto antiche quanto potenti. È l’inizio di una cruenta campagna militare, una scia di sangue e di fuoco, di città distrutte e genti sterminate.
La strada intrapresa da Gengis non ammette battute d’arresto, perché solo un esito è contemplato: la vittoria.

(source: Bol.com)

Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop

Vero e proprio caso editoriale, Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop è un piccolo capolavoro che molti lettori hanno scoperto e amato anche grazie all’omonimo fortunato film dei primi anni Novanta. Coniugando uno humour irresistibile alla rievocazione struggente di un mondo che non c’è più, Fannie Flagg racconta la storia del caffè aperto in un’isolata località dell’Alabama dalla singolare coppia formata da Ruth, dolce e riservata, e Idgie, temeraria e intraprendente. Un locale, il loro, che è punto di incontro per i tipi umani più diversi e improbabili: stravaganti sognatori, poetici banditi, vittime della Grande Depressione. La movimentata vicenda che coinvolge Ruth e Idgie, implicate loro malgrado in un omicidio, e la tenacia che dimostrano nello sconfiggere le avversità, donano a chiunque segua le loro avventure la fiducia e la forza necessarie per affrontare le difficoltà dell’esistenza.

La polvere

Un mattino, il mondo si risveglia sotto una morbida coltre di polvere: solo le nuvole possono lavarla via con la pioggia, ma qualcuno deve sfidare dubbi e luoghi comuni per arrivare fino in cima alla torre e parlare con loro. Saranno un ragazzino di sette anni ed il suo papà a mettersi in cammino per far tornare i colori a splendere, imbarcandosi in un percorso spirituale ricco di sorprese.
“La polvere” è una metafora piena di magia, che disegna a matita, ma con maestria invidiabile, un’epoca di passaggio e di evoluzione. Un viaggio di crescita, riscoperta e rinascita narrato con la delicatezza di una fiaba e la leggerezza di un gioco.
Questo è un libro che si fa ricordare a lungo.
**
### Sinossi
Un mattino, il mondo si risveglia sotto una morbida coltre di polvere: solo le nuvole possono lavarla via con la pioggia, ma qualcuno deve sfidare dubbi e luoghi comuni per arrivare fino in cima alla torre e parlare con loro. Saranno un ragazzino di sette anni ed il suo papà a mettersi in cammino per far tornare i colori a splendere, imbarcandosi in un percorso spirituale ricco di sorprese.
“La polvere” è una metafora piena di magia, che disegna a matita, ma con maestria invidiabile, un’epoca di passaggio e di evoluzione. Un viaggio di crescita, riscoperta e rinascita narrato con la delicatezza di una fiaba e la leggerezza di un gioco.
Questo è un libro che si fa ricordare a lungo.

La polvere nera di maestro Hu

Nel XVII secolo una piccola provincia costiera del Vietnam è amministrata con onestà dal Mandarino Tan, che si trova coinvolto in una misteriosa vicenda. Nella baia di Halong, una giunca dell’armatore Phung è stata assalita dai pirati, che hanno rubato il carico di metalli e spezie. I marinai sopravvissuti raccontano di essere stati aggrediti da cadaveri decomposti. Ma un altro delitto si profila all’orizzonte: il vecchio conte Diem, famoso per i suoi facili costumi, viene ritrovato con la gola tagliata sul balcone di casa sua, la porta chiusa dall’interno. Secondo la vedova sono sparite dal suo collo due collane di grande valore. Come se non bastasse, giunge la notizia di furti di pietre tombali dal cimitero.

Polvere alla polvere: Un’avventura di Anita Blake

**Un’avventura di Anita Blake Vol. 5**
Che Anita Blake sia la migliore Risvegliante in circolazione non ci sono dubbi. Ma sarà in grado di resuscitare in una sola notte, senza sacrifici umani, un numero piuttosto elevato di cadaveri sepolti da oltre duecento anni? Intrigata dalla sfida – e dal compenso favoloso promesso alla sua agenzia, la Animators Inc. – Anita accetta l’incarico e si ritrova quindi a Branson, nel Missouri, in un vecchio cimitero, la cui proprietà è contesa tra due famiglie e sul quale un gruppo di investitori ha messo gli occhi come sede ideale per costruire una stazione turistica di lusso. Tuttavia, proprio mentre si accinge a mettersi al lavoro per risolvere la disputa terriera, Anita riceve una telefonata dalla polizia, che le chiede di recarsi a esaminare la scena di un crimine: tre ragazzini sono stati infatti trovati in un bosco nei dintorni, orrendamente massacrati, e una ragazza è stata rinvenuta nel suo letto, completamente prosciugata del suo sangue. Tutti gli indizi suggeriscono che l’autore degli omicidi sia da ricercarsi tra le creature della notte, e un vampiro psicotico, che va sempre in giro con una spada affilatissima, sembra l’indiziato numero uno. Così, per poter meglio controllare la comunità locale di vampiri e contrastare le minacce di Serephina – la spietata Master di Branson -, Anita è costretta a chiedere l’aiuto di Jean-Claude, l’ambiguo e affascinante Master di St. Louis. Eppure non è detto che l’intervento di Jean-Claude faciliti la cose, anche perché questa volta, oltre ai vampiri, Anita dovrà confrontarsi anche con misteriose creature che sembrano uscite direttamente da un incubo per perseguitarla?
**
### Sinossi
**Un’avventura di Anita Blake Vol. 5**
Che Anita Blake sia la migliore Risvegliante in circolazione non ci sono dubbi. Ma sarà in grado di resuscitare in una sola notte, senza sacrifici umani, un numero piuttosto elevato di cadaveri sepolti da oltre duecento anni? Intrigata dalla sfida – e dal compenso favoloso promesso alla sua agenzia, la Animators Inc. – Anita accetta l’incarico e si ritrova quindi a Branson, nel Missouri, in un vecchio cimitero, la cui proprietà è contesa tra due famiglie e sul quale un gruppo di investitori ha messo gli occhi come sede ideale per costruire una stazione turistica di lusso. Tuttavia, proprio mentre si accinge a mettersi al lavoro per risolvere la disputa terriera, Anita riceve una telefonata dalla polizia, che le chiede di recarsi a esaminare la scena di un crimine: tre ragazzini sono stati infatti trovati in un bosco nei dintorni, orrendamente massacrati, e una ragazza è stata rinvenuta nel suo letto, completamente prosciugata del suo sangue. Tutti gli indizi suggeriscono che l’autore degli omicidi sia da ricercarsi tra le creature della notte, e un vampiro psicotico, che va sempre in giro con una spada affilatissima, sembra l’indiziato numero uno. Così, per poter meglio controllare la comunità locale di vampiri e contrastare le minacce di Serephina – la spietata Master di Branson -, Anita è costretta a chiedere l’aiuto di Jean-Claude, l’ambiguo e affascinante Master di St. Louis. Eppure non è detto che l’intervento di Jean-Claude faciliti la cose, anche perché questa volta, oltre ai vampiri, Anita dovrà confrontarsi anche con misteriose creature che sembrano uscite direttamente da un incubo per perseguitarla?

Polvere alla polvere

Anita Blake è la migliore Risvegliante in circolazione, non ci sono dubbi. Ma sarà in grado di resuscitare in una sola notte un numero piuttosto elevato di cadaveri sepolti da oltre duecento anni? Intrigata dalla sfida – e dal compenso promesso – Anita accetta l’incarico e si ritrova in un vecchio cimitero al centro di una controversia legale. Tuttavia, proprio mentre si accinge a mettersi al lavoro, riceve una telefonata dalla polizia che le chiede di recarsi a esaminare la scena di un crimine… Una storia tra il giallo e l’horror.
**

Politika. Giochi di potere

Dopo la morte di Eltsin la situazione russa, già critica, si fa disperata quando bande di terroristi danno fuoco alle magre riserve di grano per spingere la popolazione alla rivolta contro il nuovo governo e i suoi alleati americani. Gordon, presidente di una società di telecomunicazioni americana, è in allarme perché tutto ciò mette in pericolo i suoi interessi nell’ex URSS. Dopo che i terroristi hanno fatto esplodere una serie di bombe a Manhattan provocando una strage, scende in campo lo stesso Gordian con “Sword”, una squadra speciale di commandos pronti a tutto, mentre i terroristi preparano una nuova mossa di incredibile audacia.

Poirot sul Nilo

Il destino ha riunito un eterogeneo gruppo di viaggiatori sul lussuoso battello da crociera Karnak, in navigazione sul Nilo. Tra di essi la personalità dominante è senz’altro rappresentata dall’affascinante Linnet Ridgeway, la ragazza più ricca d’Inghilterra, abituata a essere sempre al centro dell’attenzione. Attorno a lei gravitano un fidanzato respinto e diversi accaniti ammiratori che se ne contendono i favori. Ciascuno dei personaggi ha però una sua storia e un suo segreto da custodire, accuratamente nascosto sotto un’inappuntabile facciata di rispettabilità e di perbenismo. Fra i turisti c’è anche Hercule Poirot, una volta tanto in vacanza, ma anche in questa occasione il suo ozio è destinato a durare poco. Nel giro di poche ore, infatti, a bordo del Karnak si consumano ben due delitti, e la tranquilla crociera si trasforma in una disperata caccia ad un assassino diabolicamente astuto.

Poirot non sbaglia

Nella sala d’aspetto del dentista si trovano diversi personaggi, tra di essi c’è anche un “timoroso” Poirot. Ma la paura del dolore non toglie a Poirot l’innato istinto di notare i particolari. Così quando viene a sapere che il dottor Morley è stato trovato cadavere, non crede all’ipotesi di suicidio formulata dalla polizia. Un altro omicidio e misteriose sperizioni convinceranno Scotland Yard che Poirot non si era sbagliato.