34481–34496 di 62912 risultati

Quando meno te lo aspetti

Penelope Stregatti, barese, con una nonna cartomante, ha trentasei anni, una laurea, due master in giornalismo e parla cinque lingue. Dei sogni che aveva però non ne ha realizzato neanche uno. Lavora come addetta stampa in una multinazionale di pannolini, la Pimpax Spa, e nel tempo libero scrive test e oroscopi sessuali per «Girl Power», un settimanale femminile. Trova il tuo punto G, sei una vaginale o una clitoridea?
Sogna il grande amore, quello con la A maiuscola, ma incrocia solo uomini in cerca di sesso con la esse minuscola. Con i suoi amici Federico, lo sceneggiatore, Letizia, l’avvocato, e Bianca, l’antiquaria, trascorre le giornate sperando che prima o poi qualcosa di speciale possa accadere. E quando investe con la bicicletta Alberto Ristori, rompendogli una gamba, capisce subito che questo qualcosa è arrivato. Un mese dopo alla Pimpax Spa si presenta un consulente incaricato della ristrutturazione: Riccardo Galanti. Ma Penelope lo riconosce, è Alberto Ristori. Perché si fa chiamare in un altro modo? Perché dice di non averla mai incontrata prima? Chi è veramente quest’uomo così carismatico? Penelope ha paura di lui ma ne è attratta, e quando arriva il momento di decidere se buttarsi o no, lei non si tira indietro, perché la vita è un’avventura e tutto può succedere, quando meno te lo aspetti.
**
### Sinossi
Penelope Stregatti, barese, con una nonna cartomante, ha trentasei anni, una laurea, due master in giornalismo e parla cinque lingue. Dei sogni che aveva però non ne ha realizzato neanche uno. Lavora come addetta stampa in una multinazionale di pannolini, la Pimpax Spa, e nel tempo libero scrive test e oroscopi sessuali per «Girl Power», un settimanale femminile. Trova il tuo punto G, sei una vaginale o una clitoridea?
Sogna il grande amore, quello con la A maiuscola, ma incrocia solo uomini in cerca di sesso con la esse minuscola. Con i suoi amici Federico, lo sceneggiatore, Letizia, l’avvocato, e Bianca, l’antiquaria, trascorre le giornate sperando che prima o poi qualcosa di speciale possa accadere. E quando investe con la bicicletta Alberto Ristori, rompendogli una gamba, capisce subito che questo qualcosa è arrivato. Un mese dopo alla Pimpax Spa si presenta un consulente incaricato della ristrutturazione: Riccardo Galanti. Ma Penelope lo riconosce, è Alberto Ristori. Perché si fa chiamare in un altro modo? Perché dice di non averla mai incontrata prima? Chi è veramente quest’uomo così carismatico? Penelope ha paura di lui ma ne è attratta, e quando arriva il momento di decidere se buttarsi o no, lei non si tira indietro, perché la vita è un’avventura e tutto può succedere, quando meno te lo aspetti.
### L’autore
Chiara Moscardelli vit à Milan, où elle dirige le service de presse des éditions Garzanti. * Quand on s’y attend le moins *est son troisième ouvrage publié en Italie, le premier à paraître en France.

Quando leggerai questa lettera

«Un medico di campagna», così si definiva Víctor Monteoscuro, prima di perdere la donna che amava. E lui, che non è riuscito a diagnosticare in tempo il male che l’ha condannata, ha deciso di prendersi un anno di congedo, lontano da tutti, sperando di ritrovare un po’ di pace. Mentre è in Nord Africa, seguendo orme di antichi viaggiatori, Víctor assiste a una strana scoperta: in un cantiere viene alla luce una fossa colma di ossa. Come scoprirà presto, sono i resti dei soldati caduti nella disfatta di Annual del 1921, nella quale la Spagna perse una guerra feroce nel tentativo di mantenere l’ultimo protettorato in Marocco. Tra quei resti, Víctor trova qualcosa che cambierà per sempre la sua vita. Qualcosa che parla d’amore. È una bottiglia che contiene una lettera, un messaggio d’addio che solo ora il deserto restituisce ai posteri. Sono le ultime parole di un capitano spagnolo rivolte alla donna che amava, una certa Noelia. Víctor non ne sa di più, non apre la busta e non legge la lettera, ma sente che deve consegnare a qualunque costo quel messaggio riemerso dal passato. Comincia così una ricerca appassionante nella quale coinvolge amici, parenti e soprattutto una preziosa compagna di avventure, Claudia Navarro, ufficiale dell’esercito spagnolo di stanza a Melilla, che insieme a lui rincorrerà tracce di vite sconosciute tra archivi polverosi, villaggi diroccati e scomodi segreti di famiglia, in un viaggio che costringerà Víctor ad affrontare anche i propri fantasmi…
(source: Bol.com)

Quando la Sicilia fece guerra all’Italia

Per quanto non dichiarata, la guerra che si combatté in Sicilia tra lo sbarco anglo-americano nel 1943 e l’uccisione di Salvatore Giuliano nel 1950 fu ad altissima intensità. Cambiarono i pupi e gli scenari, ma il puparo rimase sempre il Partito unico siciliano (massoni, imprenditori, boss di Cosa Nostra, politici d’ogni colore, giudici). E suoi alla fine furono i guadagni. Sette anni di anarchia e terrore, con lo Stato ospite indesiderato. Cominciarono i grandi proprietari terrieri e i nobili per difendere anche i centimetri dei latifondi. Proseguirono gli agitatori fascisti per sabotare la leva obbligatoria. Poi avvennero le rivolte contro la politica dell’ammasso, la guerriglia per il pane, la ribellione di cento comuni, dove l’esercito per ristabilire l’ordine usò mitragliatrici, cannoni, blindati. In un misterioso agguato venne ucciso il personaggio più singolare, Antonio Canepa, professore universitario: nella sua breve vita preparò un attentato a Mussolini, guidò lo spionaggio britannico nell’isola, infiammò con un libello i cuori indipendentisti, si iscrisse clandestinamente al Pci. A intorbidare le acque provvidero la congiura per instaurare i Savoia a Palermo e l’arruolamento nell’Esercito dei volontari per l’indipendenza siciliana. Ne sarebbero discese le stragi di Portella della Ginestra e degli otto carabinieri di Feudo Nobile, sulle quali tuttora proseguono misteri e depistaggi. Nell’ombra la mafia aveva individuato in Giuliano lo strumento perfetto dei propri disegni, lo fece diventare il pericolo pubblico numero uno per contrattare con le Istituzioni il prezzo più alto possibile per la consegna. Mai Giuliano sarebbe potuto arrivare vivo in un’aula di tribunale.
**
### Sinossi
Per quanto non dichiarata, la guerra che si combatté in Sicilia tra lo sbarco anglo-americano nel 1943 e l’uccisione di Salvatore Giuliano nel 1950 fu ad altissima intensità. Cambiarono i pupi e gli scenari, ma il puparo rimase sempre il Partito unico siciliano (massoni, imprenditori, boss di Cosa Nostra, politici d’ogni colore, giudici). E suoi alla fine furono i guadagni. Sette anni di anarchia e terrore, con lo Stato ospite indesiderato. Cominciarono i grandi proprietari terrieri e i nobili per difendere anche i centimetri dei latifondi. Proseguirono gli agitatori fascisti per sabotare la leva obbligatoria. Poi avvennero le rivolte contro la politica dell’ammasso, la guerriglia per il pane, la ribellione di cento comuni, dove l’esercito per ristabilire l’ordine usò mitragliatrici, cannoni, blindati. In un misterioso agguato venne ucciso il personaggio più singolare, Antonio Canepa, professore universitario: nella sua breve vita preparò un attentato a Mussolini, guidò lo spionaggio britannico nell’isola, infiammò con un libello i cuori indipendentisti, si iscrisse clandestinamente al Pci. A intorbidare le acque provvidero la congiura per instaurare i Savoia a Palermo e l’arruolamento nell’Esercito dei volontari per l’indipendenza siciliana. Ne sarebbero discese le stragi di Portella della Ginestra e degli otto carabinieri di Feudo Nobile, sulle quali tuttora proseguono misteri e depistaggi. Nell’ombra la mafia aveva individuato in Giuliano lo strumento perfetto dei propri disegni, lo fece diventare il pericolo pubblico numero uno per contrattare con le Istituzioni il prezzo più alto possibile per la consegna. Mai Giuliano sarebbe potuto arrivare vivo in un’aula di tribunale.

Quando l’amore non finisce

Baviera, 1619: guerra dei Trent’anni. La più lunga guerra di religione della storia europea, che vede contrapposti sovrani cattolici e protestanti al prezzo della distruzione di paesi interi. Margaretha von Ragnitz è una giovane aristocratica cresciuta nella cattolica Baviera a cui poco interessa la ragion di stato e che, per amore di un nobile protestante, Richard, fugge dal convento in cui studiava per trasferirsi a Praga. Ma la politica e la guerra sono destinate a travolgere i destini di ciascuno e Richard non avrà il coraggio di unirsi a una cattolica. Ripudiata dalla famiglia di origine, sola in una capitale straniera, Margaretha troverà l’appoggio di un ufficiale, Maurice, che non ama, ma che sposerà. Seguono anni difficili, segnati dalla guerra. Margaretha, che ancora non ha conosciuto la passione, abbandona Praga e il marito per tornare in Baviera, nel convento dove aveva vissuto da ragazzina alla ricerca della sua famiglia e, forse, della passione che non ha mai conosciuto. Ma qui, di fronte a situazioni nuove e inaspettate, avrà modo di riflettere sulla sua vita e sul suo futuro…
**
### Sinossi
Baviera, 1619: guerra dei Trent’anni. La più lunga guerra di religione della storia europea, che vede contrapposti sovrani cattolici e protestanti al prezzo della distruzione di paesi interi. Margaretha von Ragnitz è una giovane aristocratica cresciuta nella cattolica Baviera a cui poco interessa la ragion di stato e che, per amore di un nobile protestante, Richard, fugge dal convento in cui studiava per trasferirsi a Praga. Ma la politica e la guerra sono destinate a travolgere i destini di ciascuno e Richard non avrà il coraggio di unirsi a una cattolica. Ripudiata dalla famiglia di origine, sola in una capitale straniera, Margaretha troverà l’appoggio di un ufficiale, Maurice, che non ama, ma che sposerà. Seguono anni difficili, segnati dalla guerra. Margaretha, che ancora non ha conosciuto la passione, abbandona Praga e il marito per tornare in Baviera, nel convento dove aveva vissuto da ragazzina alla ricerca della sua famiglia e, forse, della passione che non ha mai conosciuto. Ma qui, di fronte a situazioni nuove e inaspettate, avrà modo di riflettere sulla sua vita e sul suo futuro…

Quando il mio gatto era piccolo

Ecco a voi l’infanzia del gatto di Gilles Bachelet, narrata in un secondo albo illustrato dallo stesso autore. Raccontata in maniera surreale ed esilarante, la storia ricostruisce il passato di questo piccolo ospite, un poco ingombrante, che i piccoli lettori hanno avuto occasione di conoscere nel precedente albo. Si tratta di un elefante domestico che agli occhi del suo padrone tanto innamorato, altro non è che un dolcissimo e tenero… gatto! Età di lettura: da 5 anni.
**

QUANDO I TECHNOL CI CHIAMERANNO

“Da quanto tempo siete sulla Terra?” “Da più di mille anni e cinquecento anni.” “Che fine hanno fatto gli uomini?” ” Non c’erano uomini quando siamo arrivati noi.” “Ai nostri tempi eravamo circa tre miliardi. Che cosa è successo?” “La risposta è semplice…”
La risposta è effettivamente semplicissima, e qualsiasi lettore di fantascienza sarà in grado di darla su due piedi. La difficoltà sta piuttosto nel risolvere il singolare problema che si pone adesso. Ci riusciremo? La cosa è molto dubbia anche se possiamo contare sull’aiuto dei Technol e soprattutto di un autore come W. J. Burley, che ha lasciato appositamente la letteratura poliziesca per venire a darci una mano.

Quando i sogni si avverano

Diana Foster è una giovane donna che, grazie ai suoi natali e alla sua determinazione, è riuscita a conquistarsi un ruolo di primissimo piano alla guida di una prestigiosa testata americana. Bella e affascinante, Diana ha però alcuni problemi di cuore. La notizia che il fidanzato sta per sposarsi segretamente con un’altra è finita in pasto ad alcuni giornalisti senza scrupoli. E, inoltre, un uomo che lei ha sempre amato, finora non ricambiata, si riaffaccia nella sua vita. E’ Cole Harrison, un ricco uomo d’affari in attesa di ricevere una cospicua eredità a condizione che si sposi presto.
**

Quando i neutri emergono dalla Terra – Cronomoto

Lavorando silenziosamente, lontano dalle grancasse pubblicitarie dei congressi e dei premi, Bob Shaw ha contribuito forse più di ogni altro, negli ultimi anni, a mantenere la letteratura fantascientifica su alti e rigorosi livelli d’invenzione. «Cronomoto» nel 1971, «Uomo al piano zero» nel 1972, «Altri giorni altri occhi» nel 1973: a ciascuno di questi corrisponde una trovata memorabile, sviluppata secondo il filo di una logica perfetta e nello stesso tempo di un’estrema ricchezza figurativa. Quanto poi al suo ultimo romanzo, si badi che non a caso lo pubblichiamo in questo numero doppio, insieme al suo primo, per celebrare il 25° Anniversario di Urania. Quei lettori, vecchi e nuovi, che cadono a volte nel luogo comune di esaltare la fantascienza di un tempo contro quella di oggi, lo leggano. E poi ci sappiano dire.
Indice:
Quando i neutri emergono dalla Terra (A Wreath of Stars, 1976)
Cronomoto (The two timers, 1968)
Copertina di Karel Thole

Quando Hitler rubò il coniglio rosa

Si può esseri felici lontani da casa? Anna e la sua famiglia, braccate dai nazisti, hanno dovuto lasciare Berlino e cambiare città più volte. Adattarsi non è facile, ma la cosa più importante è restare insieme.

Quando ero contadina

Questo libro è la realizzazione di un sogno. Quello di una piccola figlia di contadini, poi divenuta operaia, che ha sempre considerato i libri «la sua finestra aperta sul mondo», di raccontare, sul filo della memoria personale e collettiva, la vita quotidiana dei contadini di una volta per rievocare e non far dimenticare una civiltà pressoché scomparsa.
Questo racconto è infatti un ritratto fedele dell'universo rurale di un piccolo borgo toscano del secondo dopoguerra, dal quale emerge, accanto alla vicenda personale dell'autrice, la storia «umana» di Balconevisi dagli anni tragici della guerra a quelli della ricostruzione e della successiva rivoluzione industriale. Un ritratto duro e lieve, come la vita stessa dei suoi laboriosi protagonisti, scritto con una semplicità e un candore, non disgiunti da spunti lirici di un certo interesse, che colpiscono per la loro incisività e immediatezza.

Quando eravamo orfani

Per Christopher Banks tutto sembra essersi fermato quando, da bambino, gli sono stati misteriosamente rapiti i genitori. Fino a dieci anni è cresciuto come un orfano nella ricca Shanghai dell’oppio, per poi essere affidato alle cure di una zia nell’austera Inghilterra. Londra anni Trenta: Christopher è ormai un famoso detective privato, ma dietro ad ogni caso brillantemente risolto grava l’enigma di quel rapimento. Poco importa se in quegli anni proprio a Shanghai si sta innescando la scintilla che porterà il mondo alla rovina. Banks, infatti, ritiene che anche il massacro insensato della guerra sia un caso risolvibile per un buon investigatore, magari con l’aiuto del suo strumento feticcio, la lente di ingrandimento. Annotation Supplied by Informazioni Editoriali

Quando è troppo è troppo! Contro Wall Street, per cambiare l’America

Un socialista alla Casa Bianca? Bernard “Bernie” Sanders sta sconvolgendo l’America e il mondo. Primo candidato nella storia Usa a rifiutare i finanziamenti dei grandi donatori, delle lobby e di Wall Street, Sanders ha presentato un programma di cambiamento radicale, una vera e propria “rivoluzione politica”, come lui la definisce, dalla parte dei giovani, dei disoccupati, dei lavoratori, della classe media impoverita dalla crisi. Nel libro, attraverso una selezione dei suoi maggiori discorsi, si ritrova, con chiarezza e completezza, il suo dirompente pensiero politico.

Quando

Giovanni si risveglia dal coma nel luglio del 2017. Aveva vent’anni quando la sua vita si interruppe. L’ultimo ricordo, prima dell’incidente, è in piazza San Giovanni, il 13 giugno 1984. Insieme al padre e alla fidanzata sta partecipando al dolore collettivo per la morte di Enrico Berlinguer. Dopo oltre trent’anni la vita ricomincia. Giovanni rinasce, adulto. Tutto è cambiato. Si trova in un nuovo secolo, in un nuovo millennio. Non c’è più il mondo che ha lasciato: i partiti, gli stati, i personaggi. Il modo di vivere, di sapere, di comunicare è stravolto, per lui un universo ignoto. Giovanni è come un bambino cinquantenne. Deve imparare una vita inedita e conoscere, accettandolo, il destino di chi ha amato quando ne aveva venti. Ad aiutarlo a rinascere ci sono Giulia, la suora tormentata che l’ha accudito per buona parte della degenza, Daniela, la psicologa dalla malinconia sottile, e suo figlio Enrico, ragazzino saggio e disilluso. Quando non celebra solo la memoria collettiva di un’epoca lontana ma radicata nelle coscienze. È il racconto del presente, meraviglioso e terribile, riconosciuto con la nitidezza di occhi che lo incontrano per la prima volta. È il romanzo per ognuno di noi: per chi ha vissuto, senza mai sentirsi solo, la forza di un ideale oppure lo ha mancato per ragioni anagrafiche e ne avverte la potenza o il rimpianto. Quando è la storia di una vita rammendata, è un romanzo di politica e d’amore, scritto con leggerezza e passione.

Quale Energia Per il Futuro?

Quale sarà il futuro energetico della Terra? La soluzione ai problemi energetici dell’uomo potrebbe davvero arrivare dallo spazio? L’umanità è di fronte a una svolta: non più di 100 anni ci separano dall’esaurimento delle riserve di combustibili fossili. Rimangono dunque pochi decenni per costruire un’alternativa valida, e che vedrà probabilmente un notevole contributo delle fonti rinnovabili, rivelatesi già concorrenziali con il petrolio e che in Paesi come l’Austria coprono il 60% del fabbisogno di elettricità. Resta più incerto il contributo che potrà arrivare dall’energia nucleare, combattuta da molti per le ben note questioni legate alla sicurezza e allo stoccaggio delle scorie, questioni almeno in parte superabili con la realizzazione di impianti di nuova generazione e con il riciclaggio delle scorie. Tuttavia, rimarrebbero sul tappeto problemi non meno importanti quali il rischio di proliferazione degli ordigni bellici e l’esorbitante costo dello smantellamento degli impianti al termine del ciclo di operatività. Una prospettiva affascinante, anche se non praticabile sul breve periodo, è quella della fusione nucleare, inesauribile e “pulita”, per la quale sono stati avviati gli esperimenti europei ITER e JET, e che potrebbe avere un risvolto fantascientifico: lo sfruttamento dei giacimenti di elio-3 (un combustibile possibile per la fusione) scoperti sulla Luna.

Qualcuno morirà

Lindsay Boxer è tornata in servizio, dopo una pausa forzata dovuta a un’inchiesta sul suo operato durante una difficile indagine. In una San Francisco ricca di fascino ha ritrovato le sue amiche, le Donne del Club Omicidi, nel quale è entrata di recente anche la giovane e brillante avvocatessa Yuki Castellano. E proprio Yuki è al centro dei nuovo mistero: sua madre, dopo un intervento chirurgico apparentemente banale, muore in uno dei più importanti ospedali della città. C’è qualcosa di sospetto e di sinistro nella mancanza di collaborazione da parte del personale ospedaliero che Lindsay e Yuki devono affrontare quando vogliono far luce sull’accaduto. Presto emergono altre morti avvenute in circostanze poco chiare, ma la direzione dell’ospedale è disposta a tutto pur di salvaguardare il nome dell’istituto e nessuno vuole accettare l’agghiacciante ipotesi che per le corsie si aggiri un ‘Angelo della Morte’ che si sente investito da un’autorità divina… o diabolica. Ma questo non è l’unico caso che le quattro amiche devono affrontare: per le vie di San Francisco, infatti, un serial killer ha iniziato a uccidere giovani donne, seviziandole e lasciandole come macabri trofei all’interno di auto di lusso. E così, tra drammi personali e un doppio intrigo mozzafiato, il Club rafforza il suo legame e rilancia la sfida contro il crimine… (source: Bol.com)