34481–34496 di 65579 risultati

Codice Botticelli

Bestseller in Francia Un grande thriller storico Quale segreto si cela nel Voynich, il libro più misterioso del mondo? Firenze, 7 febbraio 1497. Il grande predicatore Girolamo Savonarola sguinzaglia per le strade della città bande di bambini per confiscare al popolo quegli oggetti che richiamano il lusso e il piacere. Nell’esaltazione religiosa del pentimento, tutto ciò che non è santo deve essere distrutto perché considerato peccaminoso. È ciò che passerà alla storia come il più famoso “falò delle vanità”. Sandro Botticelli contempla le ceneri del rogo quando Leonardo Da Vinci, suo grande amico, di ritorno da un lungo viaggio, lo informa della morte della madre Caterina. La donna gli ha lasciato in eredità una lettera segreta, indirizzata a entrambi. I due artisti, curiosi di decifrare il messaggio contenuto nello scritto e desiderosi di fuggire dal caos che regna in città, lasciano Firenze. È l’inizio di un’avventura che li porterà sulla strada del famoso Voynich, il libro più misterioso del mondo… Un thriller intrigante ambientato nel Rinascimento Botticelli e Leonardo sono i protagonisti di un’avventura straordinaria Riusciranno a svelare il mistero del libro più famoso della storia? «Una città magica, Firenze, fa da sfondo a un romanzo pieno di suspense.» «Un viaggio tra i tanti personaggi del Rinascimento. Emozionante fino alla fine.» «Lo consiglio a tutti gli amanti di thriller storici.» Agnès MichauxÈ una scrittrice e traduttrice francese molto nota nel suo Paese. Per dieci anni è stata giornalista di Canal+, lavorando tra le tante trasmissioni a uno show settimanale sul cinema d’autore. In seguito ha realizzato due documentari su Stanley Kubrick e Terrence Malick. Codice Botticelli ha riscosso un notevole successo in Francia.

Codice Beta

Deserto dello Utah. La sagoma scura di un treno blindato attraversa la notte. All’improvviso, un’esplosione scuote il silenzio del deserto. Il treno si ferma, un gruppo di uomini armati circonda i portelloni avvolti dal fumo. I gesti sono rapidi e precisi. Il loro obiettivo anche: sottrarre due grosse bombole d’acciaio, una gialla, l’altra nera. Al loro interno, accuratamente separati, gli agenti binari di un potentissimo gas nervino destinato al dipartimento della Difesa. È un’arma chimica letale dal potenziale devastante, capace di mettere in ginocchio – se si verificasse il temutissimo scenario chiamato in codice «Beta» – la più potente democrazia del mondo occidentale. San Diego, qualche giorno dopo. Mancano poche ore all’arrivo del presidente degli Stati Uniti, quando i servizi segreti collegano il furto nello Utah al sorvegliato speciale John Wright, rampollo di una famiglia di industriali e matematico talentuoso, divorato dal risentimento verso una società che considera sbagliata e che vuole sovvertire. A tenergli testa è un agente che lo conosce molto bene, John Graves: solo il suo intuito ha una possibilità di svelare l’indecifrabile piano di Wright per diffondere il gas binario. I due si fronteggiano in una sfida psicologica al cardiopalma, un conto alla rovescia per mettere in salvo la vita non solo del presidente degli Stati Uniti, ma di tutta la popolazione della costa occidentale. Codice Beta ha una storia editoriale unica: è uno dei progetti a cui Michael Crichton teneva di più, che lo hanno sempre accompagnato dagli inizi della sua carriera ai suoi ultimi desideri. L’autore lo scrisse sotto pseudonimo mentre studiava medicina all’università di Harvard. Anni dopo, poco prima della sua morte, decise di ridargli vita e di ripubblicarlo, con enorme successo. Dopo aver venduto oltre duecento milioni di copie nel mondo ed essere stato tradotto in trentotto lingue, Michael Crichton torna con un libro evento, il romanzo segreto di una leggenda della narrativa contemporanea, il più importante dai tempi di Jurassic Park.

Il codice Atlantide

Egitto. Una campana di ceramica decorata con iscrizioni non riconducibili a nessuna lingua conosciuta: è questo il reperto che incuriosisce maggiormente Thomas Lourds, linguista di fama mondiale, giunto ad Alessandria per girare un documentario su alcune recenti scoperte archeologiche. All’improvviso, però, un gruppo di uomini armati irrompe negli studi televisivi e ruba il manufatto… Russia. Julija Hapaeva è consapevole di avere tra le mani un oggetto straordinario: un cembalo antichissimo che presenta iscrizioni apparentemente indecifrabili. Ma, poco dopo aver mandato un messaggio al suo amico e collega Thomas Lourds, la donna viene uccisa e il suo ufficio messo a soqquadro. Sconvolto dalla morte di Julija, Lourds decide quindi di partire per la Russia, convinto che i due furti siano collegati… Città del Vaticano. Il cardinale Stefano Murani è ossessionato dalla decadenza della Chiesa contemporanea. Tuttavia anni di studi lo hanno portato a credere che cinque strumenti musicali siano la chiave per svelare un segreto di enorme potere. E, quando una spedizione archeologica finanziata dal Vaticano individua una città sommersa nei pressi di Cadice, in Spagna, Murani è sicuro che quello sia il luogo dov’è nascosto il più grande dono che Dio ha fatto agli uomini…
**

Cocaine nights

Da una parte c’è Bobby Crawford, un tennista che è il vero animatore di un club nautico, in una località spagnola sulla Costa del Sol frequentata soprattutto da inglesi benestanti di mezza età: un luogo apparentemente tranquillo dove però le giornate, tra partite di tennis, spettacoli teatrali, festini, consumo di droghe, film porno e atti vandalici, non paiono scorrere troppo monotone. Dall’altra ci sono Frank Prentice – un uomo che seppur chiaramente innocente ha confessato di essere l’artefice di un incendio doloso che ha provocato la morte di cinque persone – e suo fratello Charles, che lo raggiunge a Estrella de Mar dove è incarcerato per farlo scagionare e si improvvisa detective per indagare sui possibili sospetti, tra i quali c’è anche Bobby. Sotto l’aspetto di un paradiso di ricchezza e benessere si nasconde una società che si nutre di crimine. In una realtà dove la sete di possesso e di beni materiali ha soppiantato ogni capacità di autentica relazione con il prossimo, sorgono inquietanti domande: a che cosa serve cercare di isolarsi dalla delinquenza per mezzo di sistemi di sicurezza? Vale forse la pena vivere nella noia della solitudine? Non sarebbe preferibile una certa quantità di violenza per creare senso di comunità e consolidare l’equilibrio sociale? Del resto, creatività e crimine non sono forse andati sempre di pari passo?

Il club mefistofele

Ho peccato. Il messaggio in latino è tracciato, insieme a strani disegni, sulle pareti di una casa in cui una giovane donna è stata brutalmente assassinata. Lo scenario è da messa satanica. Un ritrovamento che turba l'atmosfera natalizia della città di Boston. Unico indizio concreto una telefonata partita dalla scena del crimine diretta a Joyce O'Donnell, la psicoioga nemica giurata di Jane Rizzoli, che segue le indagini affiancata come sempre dall'amica e anatomopatologa Maura Isles. Una telefonata a cui Joyce non ha mai risposto, almeno a sentir lei: la sera del delitto, infatti, partecipava a una riunione di un circolo molto particolare, il club Mefistofele, i cui soci si dedicano allo studio del male nelle sue varie manifestazioni, convinti che Satana esista e viva sulla Terra… Jane è assolutamente scettica e li ritiene solo dei ciarlatani; Maura però finisce per lasciarsi suggestionare dal clima di occultismo e soprattutto dall'affascinante e misterioso presidente del club. Gli omicidi si susseguono in una catena che non sembra destinata a interrompersi, e presto appare chiaro che qualcuno – qualcosa? – sta portando avanti un disegno di morte che colpisce per primi gli stessi affiliati al club. In uno dei casi più sconcertanti mai affrontati, Maura e Jane devono compiere un viaggio nel cuore stesso del male, contro un nemico ben più pericoloso di quelli incontrati finora. Un nemico la cui opera è solo agli inizi.

Il club Mefistofele

“Ho peccato.” Il messaggio in latino è tracciato, insieme a strani disegni, sulle pareti di una casa in cui una giovane donna è stata brutalmente assassinata. Lo scenario è da messa satanica. Un ritrovamento che turba l’atmosfera natalizia della città di Boston. Unico indizio concreto una telefonata partita dalla scena del crimine diretta a Joyce O’Donnell, la psicoioga nemica giurata di Jane Rizzoli, che segue le indagini affiancata come sempre dall’amica e anatomopatologa Maura Isles. Una telefonata a cui Joyce non ha mai risposto, almeno a sentir lei: la sera del delitto, infatti, partecipava a una riunione di un circolo molto particolare, il club Mefistofele, i cui soci si dedicano allo studio del male nelle sue varie manifestazioni, convinti che Satana esista e viva sulla Terra… Jane è assolutamente scettica e li ritiene solo dei ciarlatani; Maura però finisce per lasciarsi suggestionare dal clima di occultismo e soprattutto dall’affascinante e misterioso presidente del club. Gli omicidi si susseguono in una catena che non sembra destinata a interrompersi, e presto appare chiaro che qualcuno – qualcosa? – sta portando avanti un disegno di morte che colpisce per primi gli stessi affiliati al club. In uno dei casi più sconcertanti mai affrontati, Maura e Jane devono compiere un viaggio nel cuore stesso del male, contro un nemico ben più pericoloso di quelli incontrati finora. Un nemico la cui opera è solo agli inizi.

Il club delle seconde occasioni

Cosa c’è di peggio che essere scaricati di punto in bianco dalla ragazza che si ama
disperatamente? Niente, River Dean ne è convinto al cento per cento. Perché è proprio quello che gli è capitato in un inaspettato pomeriggio di fine primavera: Penny l’ha mollato, senza una parola, una spiegazione. E senza nemmeno un passaggio a casa. Se n’è andata, lasciandolo da solo, a piedi, dall’altra parte di Los Angeles. River si mette quindi in cammino, deciso ad autocommiserarsi per il resto dei propri giorni. Finché un’insegna richiama la sua attenzione. Un’insegna che promette una Seconda Occasione a chiunque abbia il coraggio di mettersi in gioco. L’insegna di un gruppo di supporto per ragazzi problematici. Senza pensarci due volte, River si unisce al club. È pronto a tutto pur di guadagnarsi la sua seconda occasione. Anche a mentire spudoratamente e a innamorarsi, di nuovo.
Pieno di equivoci esilaranti e personaggi irresistibili, Il Club delle Seconde Occasioni è un vero e proprio caso editoriale: acclamato dalla critica ancor prima della pubblicazione negli Stati Uniti, diventerà un film per Paramount Pictures. Un romanzo che vi farà piangere, ridere e riflettere. Ma soprattutto che vi rimarrà nel cuore per molto, molto tempo.
“Leggere questo libro è come incontrare un nuovo amico.” – Markus Zusak, autore del bestseller Storia di una ladra di libri
“Un romanzo indimenticabile che celebra l’amicizia sull’amore e la verità sulla passione” – Matthew Quick, autore del pluripremiato Il lato positivo
“River Dean è un bugiardo cronico, un amico sleale e anche un pessimo ballerino, ma non potrete fare a meno di innamorarvi di lui” – Emily Lockhart, autrice bestseller internazionale di L’estate dei segreti perduti
‘Uno dei testi più divertenti e freschi scritti negli ultimi anni’ – Stefano Piedimonte
**
### Sinossi
Cosa c’è di peggio che essere scaricati di punto in bianco dalla ragazza che si ama
disperatamente? Niente, River Dean ne è convinto al cento per cento. Perché è proprio quello che gli è capitato in un inaspettato pomeriggio di fine primavera: Penny l’ha mollato, senza una parola, una spiegazione. E senza nemmeno un passaggio a casa. Se n’è andata, lasciandolo da solo, a piedi, dall’altra parte di Los Angeles. River si mette quindi in cammino, deciso ad autocommiserarsi per il resto dei propri giorni. Finché un’insegna richiama la sua attenzione. Un’insegna che promette una Seconda Occasione a chiunque abbia il coraggio di mettersi in gioco. L’insegna di un gruppo di supporto per ragazzi problematici. Senza pensarci due volte, River si unisce al club. È pronto a tutto pur di guadagnarsi la sua seconda occasione. Anche a mentire spudoratamente e a innamorarsi, di nuovo.
Pieno di equivoci esilaranti e personaggi irresistibili, Il Club delle Seconde Occasioni è un vero e proprio caso editoriale: acclamato dalla critica ancor prima della pubblicazione negli Stati Uniti, diventerà un film per Paramount Pictures. Un romanzo che vi farà piangere, ridere e riflettere. Ma soprattutto che vi rimarrà nel cuore per molto, molto tempo.
“Leggere questo libro è come incontrare un nuovo amico.” – Markus Zusak, autore del bestseller Storia di una ladra di libri
“Un romanzo indimenticabile che celebra l’amicizia sull’amore e la verità sulla passione” – Matthew Quick, autore del pluripremiato Il lato positivo
“River Dean è un bugiardo cronico, un amico sleale e anche un pessimo ballerino, ma non potrete fare a meno di innamorarvi di lui” – Emily Lockhart, autrice bestseller internazionale di L’estate dei segreti perduti
‘Uno dei testi più divertenti e freschi scritti negli ultimi anni’ – Stefano Piedimonte

Il club del vizio

Un classico dell’hard-boiled anni Sessanta anticipa uno dei temi più sconvolgenti di questi ultimi anni. Mike Hammer è incaricato di indagare sulla scomparsa di un’aspirante modella e imbocca un percorso molto complicato, uno strano labirinto che parte da grandi atelier della moda per finire nelle difesissime dimore di ambigui personaggi mediorientali piuttosto in vista all’ONU. Ma l’atroce verità, quella che scatena la pietà umana e il furore di giustizia di Mike è la scoperta del club del Vizio: quel vizio che non ha appagamento se non nella morte.

Il club dei suicidi (Fogli volanti)

In una Londra cupa e piovigginosa può capitare di incontrare un innocente giovane che vi porge gustosissime paste alla crema prima di concedervi il lusso di un suicidio al tavolo da gioco, dove ogni carta ha un valore ugualmente letale. Oppure perdervi terrorizzati fra le peripezie di un giovane, sprovveduto americano e un cadavere troppo ingombrante che non vuole saperne di sparire per sempre. E può anche accadere che una stanza sontuosamente arredata sparisca davanti ai vostri occhi in una sorta di incubo senza spazio e senza tempo.
In questo capolavoro di Robert Louis Stevenson tutti gli ingredienti del giallo classico si mischiano alle atmosfere allucinate e terrorizzanti del famoso autore de Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde e L’isola del tesoro.
**
### Sinossi
In una Londra cupa e piovigginosa può capitare di incontrare un innocente giovane che vi porge gustosissime paste alla crema prima di concedervi il lusso di un suicidio al tavolo da gioco, dove ogni carta ha un valore ugualmente letale. Oppure perdervi terrorizzati fra le peripezie di un giovane, sprovveduto americano e un cadavere troppo ingombrante che non vuole saperne di sparire per sempre. E può anche accadere che una stanza sontuosamente arredata sparisca davanti ai vostri occhi in una sorta di incubo senza spazio e senza tempo.
In questo capolavoro di Robert Louis Stevenson tutti gli ingredienti del giallo classico si mischiano alle atmosfere allucinate e terrorizzanti del famoso autore de Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde e L’isola del tesoro.

Un clown vi seppellirà

Rinnovamento o restaurazione? L’Italia è un Paese di funamboli in bilico tra queste due scelte. Vogliamo novità: ed ecco lo tsunami grillino. Ma vogliamo anche stabilità: voilà il governissimo. Intanto succede di tutto: presidenti uscenti che rientrano, elezioni «non perse» ma neanche vinte, ex premier dati per spacciati che risorgono, candidati che cadono crivellati dai colpi dei franchi tiratori. Scene dal declino di un impero? O fotogrammi di un nuovo Sessantotto? Dario Fo veste i panni del saggio giullare per raccontare la corte senza più miracoli della politica allo sbando. Spiega, dall’ottica privilegiata del collega clown, chi è e dove va Beppe Grillo, il castigamatti sbucato dalla Rete per travolgere un intero sistema di potere. Indaga le radici dell’autolesionismo in fase terminale che ha annientato in poche settimane gli eredi dell’onorato Pci. E ricordando altre rivoluzioni e altre piazze, ricostruisce in pochi tratti scanzonati e veri il filo di una narrazione del nostro passato e del nostro presente. Restituendoci, con rabbia e speranza, il senso del futuro.

I clienti di Avrenos

Una città, Istanbul, ancora avvolta, all’ini­zio degli anni Trenta, da un’aura di eccitante depravazione. Una giovane donna, Nouchi, candidamente perversa, serafica­mente crudele, e capace di sedurre chiunque senza mai concedersi a nessuno. Un uomo non più giovanissimo, distinto ma squattrinato, che si è lasciato irretire, una sera, nel night-club dove Nouchi lavorava come entraîneuse, e che lei manovra a suo piacimento. Un gruppo di sfaccendati – artisti, giornalisti, uomini d’af­fari, nobili decaduti, viveur di mezza tacca –, che si ritrovano nel ristorante di Avrenos e passano le notti a bere raki e a fumare hashish, e che di Nouchi sono tutti più o meno innamorati. Se Emmanuel Carrère (che ne ha tratto una sceneggiatura televisiva) ha potuto dichiarare: «”I clienti di Avrenos” è un capolavoro», è soprattutto perché di personaggi femminili sconcertanti come Nouchi non se ne incontrano molti nei romanzi di Simenon – e non solo. Non ha ancora diciott’anni, non è particolarmente bella, ha una faccia irregolare e «due occhi penetranti come punte di spillo»; ed è ben decisa a non conoscere mai più la miseria e la fame che hanno segnato la sua infanzia viennese. A questo scopo giocherà tutte le sue carte – anche le più rischiose. Di I­stanbul, dove bisogna soltanto «accettare la vita come viene», abbandonandosi ai suoi perfidi incantesimi, Simenon fa la cornice perfetta per le trame ambiziose e svagate della sua incantevole, implacabile protagonista.
(source: Bol.com)

Clic!: Grillo, Casaleggio e la demagogia elettronica

Con l’ascesa e il successo di Beppe Grillo alle elezioni del 23 e 24 febbraio 2013 è avvenuto qualcosa di inaudito (e non solo in Italia): il prepotente ingresso della rete nella scena politica. Naturalmente, la rete era già una dimensione politica ampiamente sfruttata da anni (si pensi solo alla vittoria elettorale di Obama nel 2008). Ma con Grillo si assiste all’invenzione e al successo di un partito-sito, che considera il movimento un’emanazione del blog www.beppegrillo.it. Il saggio ricostruisce il fenomeno Grillo a partire dalle sue idee, dalla struttura del suo movimento e dalla sua azione concreta nelle istituzioni.

La clessidra di Aldibah. La ragazza drago: 3

Non c’è tregua per Sofia, giovane erede dell’ultimo dei draghi e unica speranza contro Nidhoggr, la feroce viverna nata per distruggere l’equilibrio del mondo. La battaglia per la conquista del Frutto di Eltaninn si è appena conclusa, ma il nemico è sempre in agguato: qualcosa di terribile è accaduto in una città lontana, un evento così infausto da offuscare il potere della Gemma dell’Albero del Mondo, custodita nelle segrete della casa di Sofia. Sofia e i suoi compagni di viaggio dovranno partire per Monaco di Baviera, la città in cui si annida la minaccia e al tempo stesso si cela la chiave per annientarla, combattendo una lotta contro il tempo per evitare il trionfo definitivo di Nidhoggr. Sulla loro strada incontreranno nuovi e vecchi alleati, e dovranno far ricorso a un manufatto antichissimo, che già in passato è stato utilizzato con esiti tragici. Il potere in esso racchiuso è immenso e pericoloso, ma è l’unico in grado di salvare il mondo. Età di lettura: a 12 anni.
**