34321–34336 di 62912 risultati

Il regno dei due cognati: Storia tragicomica di Napoli francese

Il viaggio di andata e ritorno del Re delle due Sicilie, due volte sfrattato dai francesi, le scenate di Maria Carolina, “l’Opera buffa con impiccati” della Repubblica Partenopea, le ruberie di Giuseppe Bonaparte e le smargiassate di Gioacchino Murat (i due cognati). Rivive l’avventura fosca e grottesca di Masaniello, come se fosse descritta da un cronista presente ai fatti.

I regni di Darkover

La Saga dei Darkover racconta le vicende del quarto pianeta della stella di Cottman, un tempo popolato da un razza non-umana. Qui, in seguito a un naufragio, si stabilisce un gruppo di coloni terrestri, dando vita, nel corso di secoli e secoli, a una civiltà non tecnologica, di stampo feudale e basata in larga misura sulla magia. Mille e più anni di avventure, guerre, storie d’amore e di rivalità, duelli magici, misteri e scoperte sul pianeta illuminato da un grande e fioco sole rosso…

La regina scalza

**DOPO IL BESTSELLER LA CATTEDRALE DEL MARE
UN SUCCESSO INTERNAZIONALE DA 7 MILIONI DI LETTORI**

Da Siviglia a Madrid, l’avventura di due donne che lottano per l’amicizia, l’amore e la libertà.

Siviglia, gennaio 1748. Una giovane donna con la pelle nera come l’ebano cammina lungo le strade della città andalusa. Il suo nome è Caridad; si è lasciata alle spalle un passato di schiavitù nella lontana colonia di Cuba, ma il paese sconosciuto in cui si ritrova inaspettatamente libera le appare persino più spaventoso delle catene. Il suo destino sembra ormai segnato quando incrocia i passi di Melchor, un gitano rude ma affascinante. Accolta nel borgo di Triana, dove il ritmo dei martelli nelle fucine dei fabbri fa da sottofondo al cante flamenco e alle sensuali movenze delle danze gitane, Caridad conosce Milagros, la bella nipote di Melchor, e tra le due donne nasce un’amicizia profonda. E mentre la gitana, nelle cui vene scorre il sangue della ribellione, confessa il proprio amore per l’arrogante Pedro García, dal quale la separano le antiche faide tra la famiglia del ragazzo e la sua, Caridad lotta per nascondere il sentimento che, ogni giorno più forte, la lega a Melchor. Ma una tempesta ben più devastante sta per abbattersi sui loro tormenti: nel luglio 1749 i gitani vengono deportati in massa e condannati ai lavori forzati e alla reclusione, in quella che passerà alla storia come la grande retata. La vita di Milagros, sfuggita alla cattura, imbocca una drammatica svolta, e poco dopo un’altra, più intima tragedia la obbliga a separarsi da Caridad. Le loro strade si allontanano, ma il destino porterà entrambe a Madrid, cuore pulsante di una Spagna in cui soffia il vento del cambiamento… Una storia capace di commuovere e di indignare, ma soprattutto di emozionare; un impetuoso affresco popolato di personaggi indimenticabili che vivono, amano e lottano per la libertà, tratteggiato con la maestria di cui Ildefonso Falcones ha dato ampiamente prova con La cattedrale del mare, narrando la Storia dalla parte degli oppressi e creando personaggi memorabili.
(source: Bol.com)

La regina delle tenebre

“La regina delle tenebre” è il titolo di questa raccolta composta da sei racconti di vario genere ed ambientazione che permettono di conoscere in maniera dettagliata lo stile narrativo della scrittrice nuorese, apprezzata dal pubblico, non solo come autrice di romanzi, ma anche come novellista e scrittrice di racconti brevi.
La prima novella che dà il titolo alla raccolta, narra della geniale e solitaria Magda, ragazza moderna che vive il dramma di molti giovani pieni di creatività ma in perenne conflitto col mondo che li circonda. È la storia di una trasformazione, di una vera e propria iniziazione all’arte che coinvolge lo spirito della giovane, durante una notte sublime e magica, a diretto contatto con la Natura.
Anche la seconda novella, “Il bambino smarrito”, tratta di crisi esistenziale, ma in maniera completamente diversa dalla prima. Protagonista è Matteo, uomo afflitto dal dolore di non riuscire più a godere della vita, che decide di suicidarsi in un boschetto vicino alla città durante una splendida sera d’autunno. Ma adagiato su una panchina trova un bambino solo, fuggito da casa. Comica e tragica, la storia è incentrata sulla rinascita del protagonista.
La natia Sardegna fa da sfondo alla terza storia, intitolata “Le due giustizie”, che racconta le vicende di Ziu Chircu, che, accusato ingiustamente di omicidio, diviene vittima della giustizia degli uomini ma avrà la fortuna di conoscere anche quella di Dio.
“La giumenta nera” è invece il titolo della quarta novella: un racconto lungo che riesce a rendere in pieno le doti artistiche e la genialità della Deledda. In un ambiente dove la povertà morale dell’uomo la fa da padrone, tra commerci e smerci, truffe e imbrogli, il giovane Giame, colto e sensibile, cerca di opporsi a un mondo che lo circonda e lo soffoca. Intrigante e suggestiva, la novella connette una storia intricata e frammentata, ricca di spunti letterari e di richiami alle leggende e alle tradizioni popolari sarde.
Il quinto racconto si intitola “Sarra” e narra la storia di Alessandra (Sarra in lingua sarda) una ragazza umiliata e bistrattata, costretta a sposarsi contro il suo volere. Una denuncia di un mondo retrogrado e maschilista che si contrappone alle gioiose immagini di una tipica festa sarda, quella di San Costantino.
La raccolta si chiude con “Primi baci”, novella ambientata in Sardegna, che permette al lettore di apprezzare quel talento di narrare, semplice e istintivo, che Grazia Deledda seppe trasformare in un vero e proprio stile letterario; e che le permise di entrare di diritto nella storia della letteratura mondiale.
L’autrice
Grazia Deledda nacque a Nuoro nel 1871. Fu una scrittrice autodidatta. Cominciò la sua carriera narrativa collaborando con numerose riviste di costume e cultura.
Verso la fine dell’Ottocento, durante un breve soggiorno a Cagliari, incontrò Palmiro Madesani che divenne suo marito e col quale si trasferì a Roma. Nel 1926, unica donna in Italia, fu insignita del Premio Nobel per la Letteratura, per il suo senso artistico e le sue originali capacità creative. Visse nella capitale italiana sino al 1936, anno della sua morte.
La Deledda è autrice di numerosi romanzi, novelle, saggi e articoli di vario genere. Tra le sue opere più famose: Fiabe e leggende sarde, Elias Portolu, Racconti sardi, Canne al vento, La madre e Cosima.
L’eBook
La presente edizione digitale, dotata di un sommario interattivo e di una nota introduttiva, è stata progettata per i dispositivi e le applicazioni Kindle. Il testo è stato regolarizzato secondo le norme grafiche attualmente in uso, in modo da agevolarne la lettura e la fruizione.
**
### Sinossi
“La regina delle tenebre” è il titolo di questa raccolta composta da sei racconti di vario genere ed ambientazione che permettono di conoscere in maniera dettagliata lo stile narrativo della scrittrice nuorese, apprezzata dal pubblico, non solo come autrice di romanzi, ma anche come novellista e scrittrice di racconti brevi.
La prima novella che dà il titolo alla raccolta, narra della geniale e solitaria Magda, ragazza moderna che vive il dramma di molti giovani pieni di creatività ma in perenne conflitto col mondo che li circonda. È la storia di una trasformazione, di una vera e propria iniziazione all’arte che coinvolge lo spirito della giovane, durante una notte sublime e magica, a diretto contatto con la Natura.
Anche la seconda novella, “Il bambino smarrito”, tratta di crisi esistenziale, ma in maniera completamente diversa dalla prima. Protagonista è Matteo, uomo afflitto dal dolore di non riuscire più a godere della vita, che decide di suicidarsi in un boschetto vicino alla città durante una splendida sera d’autunno. Ma adagiato su una panchina trova un bambino solo, fuggito da casa. Comica e tragica, la storia è incentrata sulla rinascita del protagonista.
La natia Sardegna fa da sfondo alla terza storia, intitolata “Le due giustizie”, che racconta le vicende di Ziu Chircu, che, accusato ingiustamente di omicidio, diviene vittima della giustizia degli uomini ma avrà la fortuna di conoscere anche quella di Dio.
“La giumenta nera” è invece il titolo della quarta novella: un racconto lungo che riesce a rendere in pieno le doti artistiche e la genialità della Deledda. In un ambiente dove la povertà morale dell’uomo la fa da padrone, tra commerci e smerci, truffe e imbrogli, il giovane Giame, colto e sensibile, cerca di opporsi a un mondo che lo circonda e lo soffoca. Intrigante e suggestiva, la novella connette una storia intricata e frammentata, ricca di spunti letterari e di richiami alle leggende e alle tradizioni popolari sarde.
Il quinto racconto si intitola “Sarra” e narra la storia di Alessandra (Sarra in lingua sarda) una ragazza umiliata e bistrattata, costretta a sposarsi contro il suo volere. Una denuncia di un mondo retrogrado e maschilista che si contrappone alle gioiose immagini di una tipica festa sarda, quella di San Costantino.
La raccolta si chiude con “Primi baci”, novella ambientata in Sardegna, che permette al lettore di apprezzare quel talento di narrare, semplice e istintivo, che Grazia Deledda seppe trasformare in un vero e proprio stile letterario; e che le permise di entrare di diritto nella storia della letteratura mondiale.
L’autrice
Grazia Deledda nacque a Nuoro nel 1871. Fu una scrittrice autodidatta. Cominciò la sua carriera narrativa collaborando con numerose riviste di costume e cultura.
Verso la fine dell’Ottocento, durante un breve soggiorno a Cagliari, incontrò Palmiro Madesani che divenne suo marito e col quale si trasferì a Roma. Nel 1926, unica donna in Italia, fu insignita del Premio Nobel per la Letteratura, per il suo senso artistico e le sue originali capacità creative. Visse nella capitale italiana sino al 1936, anno della sua morte.
La Deledda è autrice di numerosi romanzi, novelle, saggi e articoli di vario genere. Tra le sue opere più famose: Fiabe e leggende sarde, Elias Portolu, Racconti sardi, Canne al vento, La madre e Cosima.
L’eBook
La presente edizione digitale, dotata di un sommario interattivo e di una nota introduttiva, è stata progettata per i dispositivi e le applicazioni Kindle. Il testo è stato regolarizzato secondo le norme grafiche attualmente in uso, in modo da agevolarne la lettura e la fruizione.

La regina delle nevi

Tiamat, il pianeta dai soli gemelli, è un mondo più ricco di acque che di terraferma, ed è proprio dalla vita marina che si estrae la sua principale fonte di ricchezza in un impero che si estende su un’intera galassia: la droga della longevità. Ma ora tempi nuovi si preparano per Tiamat. La Porta Stellare che collega il pianeta all’impero sta per chiudersi, ed il lungo ciclo dell’inverno sta per concludersi insieme al regno dell’antica ed ancora bellissima Arienrhod, la Regina delle Nevi di Tiamat. La scienza del popolo dell’inverno non può nulla contro il cataclismico mutamento che porterà al potere il più primitivo popolo dell’Estate, ma Arienrhod non è disposta a subire passivamente quello che sembra il suo ineluttabile destino. Se la scienza del suo popolo non può cambiare un mondo, può tuttavia concederle la donazione di una erede che dovrà essere allevata in segreto fra il popolo dell’Estate in attesa di prendere il suo posto alla guida di Tiamat. E così la piccola Moon crescerà all’oscuro della propria origine, ma ben presto si ritroverà sospinta verso l’antica città dove Arienrhod occupa ancora il trono, e dovrà lottare contro la Regina per un uomo che entrambe amano, senza conoscere il suo segreto.

La regina della rosa rossa (Pandora)

Erede del nobile casato dei Lancaster, Margaret Beaufort è una donna ambiziosa, fermamente convinta che la Rosa Rossa, simbolo della sua famiglia, sia destinata a regnare sull’Inghilterra. Ma i suoi sogni si infrangono il giorno in cui Enrico VI, amato cugino e sovrano, rifiuta di sposarla.. Delusa e amareggiata, si lascia convincere dalla madre a un matrimonio senza amore. Si ritrova così, ancora giovanissima, legata a un uomo che ha il doppio dei suoi anni e ben presto incinta di un figlio che non ha mai voluto. Margaret, però, non si arrende. Sola, tormentata da desideri irrealizzabili, decide di trasformare i suoi fallimenti in un trionfo: se lei non è riuscita a ottenere la corona, farà di tutto perché l’ottenga il figlio. Senza lasciarsi intimidire dal crescente potere della dinastia degli York, che si contrappone ai Lancaster ogni giorno di più, Margaret chiama il bambino Enrico. Come il re. E si prepara a marciare verso il trono, tra ambigue alleanze, complotti segreti e falsi giuramenti, pronta a tutto pur di raggiungere il proprio obiettivo. Anche a costo di rinunciare per sempre all’amore.
**
### Sinossi
Erede del nobile casato dei Lancaster, Margaret Beaufort è una donna ambiziosa, fermamente convinta che la Rosa Rossa, simbolo della sua famiglia, sia destinata a regnare sull’Inghilterra. Ma i suoi sogni si infrangono il giorno in cui Enrico VI, amato cugino e sovrano, rifiuta di sposarla.. Delusa e amareggiata, si lascia convincere dalla madre a un matrimonio senza amore. Si ritrova così, ancora giovanissima, legata a un uomo che ha il doppio dei suoi anni e ben presto incinta di un figlio che non ha mai voluto. Margaret, però, non si arrende. Sola, tormentata da desideri irrealizzabili, decide di trasformare i suoi fallimenti in un trionfo: se lei non è riuscita a ottenere la corona, farà di tutto perché l’ottenga il figlio. Senza lasciarsi intimidire dal crescente potere della dinastia degli York, che si contrappone ai Lancaster ogni giorno di più, Margaret chiama il bambino Enrico. Come il re. E si prepara a marciare verso il trono, tra ambigue alleanze, complotti segreti e falsi giuramenti, pronta a tutto pur di raggiungere il proprio obiettivo. Anche a costo di rinunciare per sempre all’amore.

La regina della rosa bianca (Pandora)

1464: Elisabetta Woodville è l’affascinante figlia di un nobile inglese, sostenitore del reale casato dei Lancaster. Ancora giovane, ha perso il marito che combatteva a fianco del re Enrico VI e ora, dopo l’ascesa al trono degli York, si ritrova spogliata dei suoi possedimenti e sola con due figli maschi in tenera età. Decisa a rivendicare il proprio patrimonio per poter condurre una vita onesta e indipendente, incontra il nuovo sovrano e gli espone a testa alta la propria causa. La sua bellezza sfolgorante e il suo atteggiamento indomito conquistano all’istante il ventiduenne Edoardo IV che, incapace di resisterle, la sposa in segreto. Da questo momento la vita di questa donna coraggiosa imbocca un vorticoso destino, mentre i suoi due figli, rinchiusi nella famigerata torre di Londra e poi misteriosamente scomparsi nel nulla, diventano il fulcro di un enigma che per secoli ha sconcertato generazioni di studiosi. Intrecciando dati storici e suggestive leggende, l’autrice costruisce un’opera intensa e avvincente, dipingendo con maestria il divampare di una complessa e trascinante passione.
**
### Sinossi
1464: Elisabetta Woodville è l’affascinante figlia di un nobile inglese, sostenitore del reale casato dei Lancaster. Ancora giovane, ha perso il marito che combatteva a fianco del re Enrico VI e ora, dopo l’ascesa al trono degli York, si ritrova spogliata dei suoi possedimenti e sola con due figli maschi in tenera età. Decisa a rivendicare il proprio patrimonio per poter condurre una vita onesta e indipendente, incontra il nuovo sovrano e gli espone a testa alta la propria causa. La sua bellezza sfolgorante e il suo atteggiamento indomito conquistano all’istante il ventiduenne Edoardo IV che, incapace di resisterle, la sposa in segreto. Da questo momento la vita di questa donna coraggiosa imbocca un vorticoso destino, mentre i suoi due figli, rinchiusi nella famigerata torre di Londra e poi misteriosamente scomparsi nel nulla, diventano il fulcro di un enigma che per secoli ha sconcertato generazioni di studiosi. Intrecciando dati storici e suggestive leggende, l’autrice costruisce un’opera intensa e avvincente, dipingendo con maestria il divampare di una complessa e trascinante passione.

La regina della casa

A ventinove anni Samantha Sweeting è la star di un noto studio legale di Londra. Ma proprio mentre aspetta con ansia di essere nominata socio si accorge di aver commesso un errore che le costerà il posto. Sconvolta, fugge dall’ufficio e si ritrova in aperta campagna con il cuore in tumulto. Chiede informazioni in una splendida casa e per un malinteso viene scambiata dai proprietari per una delle candidate al posto di governante. E la assumono, senza sapere che Samantha è una ragazza dal quoziente intellettivo stratosferico che non ha la più pallida idea di cosa significhi tenere in ordine una casa…

La Regina Dell’Abisso

La Regina dell’Abisso è un romanzo rosa/fantasy che segue la storia narrata ne Il Dono dell’Abisso.
Robert e Madeleine vivono una vita da sogno, fino a quando dei tremendi dubbi cambieranno il destino luminoso di entrambi, lasciando il posto alla paura invece che al cuore.
Caleb e Shailaja saranno messi a dura prova da qualcuno che trama nell’ombra.
Darwin e il suo procione sono uniti più che mai e danno un tocco leggero alla storia, mentre tutti gli altri personaggi contribuiranno a rendere il romanzo più intricato, passionale e ricco di avvenimenti intriganti.
Avverranno degli accadimenti oscuri che minacceranno la vita e l’amore di tutti i protagonisti, i quali dovranno lottare contro nemici potenti e occulti per riavere ciò che di più prezioso hanno perduto.
Essendoci diversi colpi di scena non è possibile rivelare di più per non rovinare la lettura.

La regina del Nilo. L’amante dell’imperatore

Regina d’Egitto o schiava d’amore?
La storia di Cleopatra come non l’avete mai letta
Lontano dal regno d’Egitto, si decidono le sorti del più grande impero del Mediterraneo, quello di Roma. Pompeo e Giulio Cesare si sfidano a Farsalo, in Grecia, per il potere supremo nell’Urbe. Proprio grazie alle sue straordinarie doti di condottiero, in questo scontro epocale Cesare riesce ad avere la meglio sul suo nemico. Eppure la loro guerra non è ancora finita…
Sulla sponda opposta del mare, intanto, anche Cleopatra è costretta a combattere, per mettersi in salvo dalle torbide brame del fratello: non solo Tolomeo ha cercato di violentarla, adesso minaccia di cacciarla dall’Egitto e di governare da solo. Cosa può fare la giovane regina, una donna costretta a comandare in un mondo di uomini? Terrà fede alla promessa che la nonna le ha strappato in punto di morte o si concederà a chi saprà aiutarla nella sua lotta dinastica? E Giulio Cesare che ruolo avrà nella sua vita?
In questo secondo libro della trilogia La Regina del Nilo, Javier Negrete, con grande abilità e dovizia di particolari, continua a tratteggiare la vita di una delle figure più affascinanti e misteriose della storia.
Una donna sola in un mondo di uomini
Mai nessuna prima di lei aveva sfidato la storia
Arguta, sensuale, dolce, crudele
Regina d’Egitto o schiava d’amore?
Finalmente tradotta in italiano una saga che vi aprirà le porte dell’antichità
La trilogia bestseller su uno dei momenti più appassionanti e infuocati della storia
Javier Negrete
Nato a Madrid nel 1964, laureato in filologia classica, insegna greco in una scuola superiore di Plasencia, nella regione dell’Extremadura. È autore di vari romanzi storici e fantasy e libri per ragazzi, tra cui ricordiamo Señores del Olimpo (vincitore nel 2006 del premio Minotauro) e Salamina (premio Espartaco nel 2009 come miglior romanzo storico). La serie de La Regina del Nilo è la sua prima opera tradotta in italiano.
**
### Sinossi
Regina d’Egitto o schiava d’amore?
La storia di Cleopatra come non l’avete mai letta
Lontano dal regno d’Egitto, si decidono le sorti del più grande impero del Mediterraneo, quello di Roma. Pompeo e Giulio Cesare si sfidano a Farsalo, in Grecia, per il potere supremo nell’Urbe. Proprio grazie alle sue straordinarie doti di condottiero, in questo scontro epocale Cesare riesce ad avere la meglio sul suo nemico. Eppure la loro guerra non è ancora finita…
Sulla sponda opposta del mare, intanto, anche Cleopatra è costretta a combattere, per mettersi in salvo dalle torbide brame del fratello: non solo Tolomeo ha cercato di violentarla, adesso minaccia di cacciarla dall’Egitto e di governare da solo. Cosa può fare la giovane regina, una donna costretta a comandare in un mondo di uomini? Terrà fede alla promessa che la nonna le ha strappato in punto di morte o si concederà a chi saprà aiutarla nella sua lotta dinastica? E Giulio Cesare che ruolo avrà nella sua vita?
In questo secondo libro della trilogia La Regina del Nilo, Javier Negrete, con grande abilità e dovizia di particolari, continua a tratteggiare la vita di una delle figure più affascinanti e misteriose della storia.
Una donna sola in un mondo di uomini
Mai nessuna prima di lei aveva sfidato la storia
Arguta, sensuale, dolce, crudele
Regina d’Egitto o schiava d’amore?
Finalmente tradotta in italiano una saga che vi aprirà le porte dell’antichità
La trilogia bestseller su uno dei momenti più appassionanti e infuocati della storia
Javier Negrete
Nato a Madrid nel 1964, laureato in filologia classica, insegna greco in una scuola superiore di Plasencia, nella regione dell’Extremadura. È autore di vari romanzi storici e fantasy e libri per ragazzi, tra cui ricordiamo Señores del Olimpo (vincitore nel 2006 del premio Minotauro) e Salamina (premio Espartaco nel 2009 come miglior romanzo storico). La serie de La Regina del Nilo è la sua prima opera tradotta in italiano.

La regina del Nilo. Il trono d’Egitto

Regina d’Egitto o schiava d’amore?
La storia di Cleopatra come non l’avete mai letta
La giovane Cleopatra è l’erede della dinastia dei Tolomei, discendenti di Alessandro Magno. Sa di poter ambire al regno d’Egitto, ma è molto diversa dagli altri pretendenti al trono, in particolare dallo spietato fratello minore Tolomeo: è ambiziosa, intelligente e ha una mentalità aperta e progredita. Ecco perché, quando sua nonna Neferptah sta per morire, riesce a strapparle senza troppe difficoltà un giuramento solenne: per nessuna ragione al mondo Cleopatra mescolerà il suo sangue a quello dei fratelli, come hanno sempre fatto i faraoni nei tempi passati, e si concederà solo al più potente degli uomini. Ma Tolomeo, arrogante e sanguinario, non vede l’ora di prendere il potere: non vuole rinunciare al trono e tanto meno alla sorella, anche se dovrà usare la forza per ottenere ciò che vuole. Intanto, dall’altra parte del mare, si profila ben altro scontro: quello tra Pompeo e Cesare per la supremazia su Roma e sul Mediterraneo. Un conflitto destinato a risolversi in maniera sanguinaria.
Nella trilogia La Regina del Nilo, Javier Negrete – autore spagnolo noto in patria per i suoi romanzi storici di grande successo – ci offre un affresco unico della corte egiziana e della sua straordinaria regina Cleopatra.
La sua bellezza è leggenda
Il suo regno è storia
Ha illuminato un’era
Il suo nome è Cleopatra
Abile, raffinata, perfida, spietata
Regina d’Egitto o schiava d’amore?
Finalmente tradotta in italiano una saga che vi aprirà le porte dell’antichità
La trilogia bestseller su uno dei momenti più appassionanti e infuocati della storia
Javier Negrete
Nato a Madrid nel 1964, laureato in filologia classica, insegna greco in una scuola superiore di Plasencia, nella regione dell’Extremadura. È autore di vari romanzi storici e fantasy e libri per ragazzi, tra cui ricordiamo Señores del Olimpo (vincitore nel 2006 del premio Minotauro) e Salamina (premio Espartaco nel 2009 come miglior romanzo storico). La serie de La Regina del Nilo è la sua prima opera tradotta in italiano.
**
### Sinossi
Regina d’Egitto o schiava d’amore?
La storia di Cleopatra come non l’avete mai letta
La giovane Cleopatra è l’erede della dinastia dei Tolomei, discendenti di Alessandro Magno. Sa di poter ambire al regno d’Egitto, ma è molto diversa dagli altri pretendenti al trono, in particolare dallo spietato fratello minore Tolomeo: è ambiziosa, intelligente e ha una mentalità aperta e progredita. Ecco perché, quando sua nonna Neferptah sta per morire, riesce a strapparle senza troppe difficoltà un giuramento solenne: per nessuna ragione al mondo Cleopatra mescolerà il suo sangue a quello dei fratelli, come hanno sempre fatto i faraoni nei tempi passati, e si concederà solo al più potente degli uomini. Ma Tolomeo, arrogante e sanguinario, non vede l’ora di prendere il potere: non vuole rinunciare al trono e tanto meno alla sorella, anche se dovrà usare la forza per ottenere ciò che vuole. Intanto, dall’altra parte del mare, si profila ben altro scontro: quello tra Pompeo e Cesare per la supremazia su Roma e sul Mediterraneo. Un conflitto destinato a risolversi in maniera sanguinaria.
Nella trilogia La Regina del Nilo, Javier Negrete – autore spagnolo noto in patria per i suoi romanzi storici di grande successo – ci offre un affresco unico della corte egiziana e della sua straordinaria regina Cleopatra.
La sua bellezza è leggenda
Il suo regno è storia
Ha illuminato un’era
Il suo nome è Cleopatra
Abile, raffinata, perfida, spietata
Regina d’Egitto o schiava d’amore?
Finalmente tradotta in italiano una saga che vi aprirà le porte dell’antichità
La trilogia bestseller su uno dei momenti più appassionanti e infuocati della storia
Javier Negrete
Nato a Madrid nel 1964, laureato in filologia classica, insegna greco in una scuola superiore di Plasencia, nella regione dell’Extremadura. È autore di vari romanzi storici e fantasy e libri per ragazzi, tra cui ricordiamo Señores del Olimpo (vincitore nel 2006 del premio Minotauro) e Salamina (premio Espartaco nel 2009 come miglior romanzo storico). La serie de La Regina del Nilo è la sua prima opera tradotta in italiano.

La regina del Nilo. Il rogo delle piramidi

Regina d’Egitto o schiava d’amore?
La storia di Cleopatra come non l’avete mai letta
Pompeo è morto. Tolomeo – il suo presunto alleato sul trono d’Egitto – lo ha tradito, sperando così di entrare nelle grazie di Cesare. Ma il generale romano non ha alcuna intenzione di favorirlo nella lotta per il regno. Anzi, preferisce arbitrare come un giudice imparziale lo scontro tra Tolomeo e la sorella Cleopatra. Eppure il suo cuore non è del tutto sincero. Da quando ha conosciuto la regina, infatti, Cesare non può fare a meno di pensare a lei… Il giovane faraone, però, non può assistere inerme alla nascita del loro amore e decide di portare di nascosto le sue truppe ad Alessandria, pronto a sferrare un attacco. È la fine del regno d’Egitto? Cesare reagirà all’affronto di Tolomeo? Cleopatra sarà finalmente al sicuro al fianco del grande condottiero romano? Nel capitolo conclusivo della trilogia La Regina del Nilo, Javier Negrete ci racconta la fulminante passione tra Cesare e Cleopatra, una delle storie d’amore più famose di tutti i tempi.
Cesare e Cleopatra: un’attrazione erotica e fatale che ha cambiato le sorti del mondo
Scaltra, seducente, bellissima, potente
Regina d’Egitto o schiava d’amore?
Finalmente tradotta in italiano una saga che vi aprirà le porte dell’antichità
La trilogia bestseller su uno dei momenti più appassionanti e infuocati della storia
Javier Negrete
Nato a Madrid nel 1964, laureato in filologia classica, insegna greco in una scuola superiore di Plasencia, nella regione dell’Extremadura. È autore di vari romanzi storici e fantasy e libri per ragazzi, tra cui ricordiamo Señores del Olimpo (vincitore nel 2006 del premio Minotauro) e Salamina (premio Espartaco nel 2009 come miglior romanzo storico). La serie de La Regina del Nilo è la sua prima opera tradotta in italiano.
**
### Sinossi
Regina d’Egitto o schiava d’amore?
La storia di Cleopatra come non l’avete mai letta
Pompeo è morto. Tolomeo – il suo presunto alleato sul trono d’Egitto – lo ha tradito, sperando così di entrare nelle grazie di Cesare. Ma il generale romano non ha alcuna intenzione di favorirlo nella lotta per il regno. Anzi, preferisce arbitrare come un giudice imparziale lo scontro tra Tolomeo e la sorella Cleopatra. Eppure il suo cuore non è del tutto sincero. Da quando ha conosciuto la regina, infatti, Cesare non può fare a meno di pensare a lei… Il giovane faraone, però, non può assistere inerme alla nascita del loro amore e decide di portare di nascosto le sue truppe ad Alessandria, pronto a sferrare un attacco. È la fine del regno d’Egitto? Cesare reagirà all’affronto di Tolomeo? Cleopatra sarà finalmente al sicuro al fianco del grande condottiero romano? Nel capitolo conclusivo della trilogia La Regina del Nilo, Javier Negrete ci racconta la fulminante passione tra Cesare e Cleopatra, una delle storie d’amore più famose di tutti i tempi.
Cesare e Cleopatra: un’attrazione erotica e fatale che ha cambiato le sorti del mondo
Scaltra, seducente, bellissima, potente
Regina d’Egitto o schiava d’amore?
Finalmente tradotta in italiano una saga che vi aprirà le porte dell’antichità
La trilogia bestseller su uno dei momenti più appassionanti e infuocati della storia
Javier Negrete
Nato a Madrid nel 1964, laureato in filologia classica, insegna greco in una scuola superiore di Plasencia, nella regione dell’Extremadura. È autore di vari romanzi storici e fantasy e libri per ragazzi, tra cui ricordiamo Señores del Olimpo (vincitore nel 2006 del premio Minotauro) e Salamina (premio Espartaco nel 2009 come miglior romanzo storico). La serie de La Regina del Nilo è la sua prima opera tradotta in italiano.

La regina dei dannati

###
La rockstar nota come vampiro Lestat, il simbolo del male, si prepara per il concerto di San Francisco. Tra il pubblico dei suoi ammiratori, pellegrini in cieca adorazione estatica, ci sono centinaia di vampiri, creature che vedono Lestat come “un demone assetato di successo, disposto a rischiare il segreto della sua stirpe per farsi amare e ammirare dai mortali”, demoni essi stessi che odiano il potere di Lestat e sono determinati a distruggerlo.
Il sonno di alcuni uomini – vampiri e mortali dispersi nel mondo – è perseguitato da un vivido e misterioso sogno: gemelle dai capelli rosso fuoco e penetranti occhi verdi che vivono un’indicibile tragedia. È un incubo il cui significato lentamente si disvela ai sognatori che si avvicinano l’uno all’altro per essere distrutti durante il viaggio o per affrontare un destino ancora più terrificante.
Akasha – regina dei dannati, madre di tutti i vampiri – dopo esser stata svegliata da Lestat dal suo sonno di 6000 anni, mette in atto un atroce piano per “salvare” il genere umano e rendere “tutti i miti del mondo reali”, elevando se stessa e il suo prescelto, figlio-amante, al livello degli dei: “Io sono l’effetto e, da questo momento in poi, la causa”.
Questi fili narrativi s’intrecciano attraverso un vasto e dettagliato arazzo del mondo violento e sessuale del vampirismo che ci riporta indietro fino ai suoi albori. Ci rivela le storie della prima generazione dei bevitori di sangue, ci trasporta attraverso i secoli dall’Egitto al Sudamerica, dall’Himalaya a tutti gli angoli del globo dove i vampiri hanno lasciato un segno. E infine ci fa tornare nel ventesimo secolo quando, in una stupefacente climax, si deciderà del destino dei morti viventi e forse dei viventi tutti.

La regina degli scacchi

A otto anni, Beth Harmon sembra destinata a un’esistenza squallida come l’orfanotrofio in cui è rinchiusa: sola, timida, bruttina, terrorizzata da un mondo che non capisce e che non fa nulla per capirla. Finché un giorno si trova davanti una scacchiera. Gli scacchi diventano per lei non soltanto un sollievo, ma anche una speranza: schemi di gioco come la Difesa Siciliana e il Gambetto di Donna (The Queen’s Gambit è proprio il titolo originale di questo romanzo) sono le armi con cui comincia a farsi strada nei tornei e nella vita. Ma se da una parte la sua precoce ascesa all’olimpo scacchistico la porta ad affrontare, a soli diciassette anni, il campione mondiale, la maestria di giocatrice non basta a liberarla dalla paura, dalla solitudine e dalle tendenze autodistruttive. Un indimenticabile ritratto femminile, una storia che vibra di suspense, un atto d’amore verso il gioco più nobile e spietato: La regina degli scacchi è l’ultimo capolavoro di uno scrittore che è riuscito a narrare come pochi altri l’alienazione, la speranza e il riscatto.

I reggimenti della notte

Gli archeologi frugano tra le rovine della superficie, ma escludono che la leggenda dell’Armata Nera abbia un qualsiasi fondamento di verità. I turisti pensano che si tratti di una semplice trovata pubblicitaria per reclamizzare un pianeta sconvolto e semidistrutto. I robot credono solo a ciò che vedono e nessuno di loro ha mai visto un’Armata del genere. Ma se ammettiamo per un momento che la leggenda sia vera, dovremo anche porci certe domande. E’ possibile che sotto la frantumata crosta terrestre l’Armata Nera sia ancora in attesa? Dopo mille anni dalla grande disfatta è possibile che nella sua ignota fortezza sotterranea l’Armata Nera si stia addestrando per preparare la sua sanguinosa rivincita?