34177–34192 di 63547 risultati

Il Testamento Di Nobel: La Sesta Inchiesta Di Annika Bengtzon

Mancano poche settimane a Natale e al municipio di Stoccolma si festeggiano i premi Nobel. Inviata della Stampa della Sera, anche Annika Bengtzon partecipa al ricevimento, e mentre segue gli ospiti nelle danze, da cronista a caccia di notizie diventa testimone chiave di omicidio: la musica è interrotta da due spari, e il premio per la medicina cade a terra seguito dalla donna che balla con lui, colpita al cuore. Costretta al silenzio stampa, Annika non si lascia intimidire e decide di seguire comunque le indagini e scavare nel mondo della ricerca scientifica, dominato da logiche dettate da gelosia, avidità e sete di potere. La sua inchiesta la porta sulle tracce di un misterioso testamento lasciato da Alfred Nobel, l’uomo che desiderava promuovere la pace e il progresso, e che, per ironia della sorte, con il suo lascito sembra continuare a suscitare rivalità, violenza e morte. Sempre attenta alle dinamiche sociali, Liza Marklund è tra gli autori di genere scandinavi più affermati e di successo, la sua eroina Annika Bengtzon una vera protagonista dei nostri giorni. Professionista ambiziosa che non cede a compromessi, Annika è anche una madre e una donna, che come tutti diventa insicura quando si muove nel territorio confuso dell’amore e dell’amicizia e mostra i suoi lati più teneri e umani nella sua lotta alla ricerca di un equilibrio tra lavoro e famiglia.

La testa degli italiani

Per alcuni stranieri, l’Italia è solo una grande, poetica, immutabile “”Toscana mentale””. Una terra di luce e profumi, aperitivi al tramonto, mattoni a vista e indigeni cordiali. Ma nella testa degli italiani — purtroppo o per fortuna — c’è ben altro. Percorrendo la Penisola in compagnia di amici venuti dall’estero, Beppe Severgnini diventa cicerone ironico e implacabile. Da Milano a Firenze, da Roma a Napoli, dalla Sardegna fi no alla sua città (Crema): l’insolita guida “traduce” le strade, le case, le piazze, i negozi, le chiese, gli stadi, gli ipermercati, le spiagge. Un viaggio metaforico, autocritico e divertente attraverso il nostro modo di vivere oggi. Dieci giorni, trenta luoghi. Dall’alimentazione alla politica, dalla morale alla TV, dal sesso (inevitabile) alla generosità (indiscutibile). Grazie allo sguardo e alla penna di uno dei nostri autori più amati, il ritratto di un Paese che “ci manda in bestia e in estasi nel raggio di cento metri e nel giro di dieci minuti”.

**
### Sinossi
Per alcuni stranieri, l’Italia è solo una grande, poetica, immutabile “”Toscana mentale””. Una terra di luce e profumi, aperitivi al tramonto, mattoni a vista e indigeni cordiali. Ma nella testa degli italiani — purtroppo o per fortuna — c’è ben altro. Percorrendo la Penisola in compagnia di amici venuti dall’estero, Beppe Severgnini diventa cicerone ironico e implacabile. Da Milano a Firenze, da Roma a Napoli, dalla Sardegna fi no alla sua città (Crema): l’insolita guida “traduce” le strade, le case, le piazze, i negozi, le chiese, gli stadi, gli ipermercati, le spiagge. Un viaggio metaforico, autocritico e divertente attraverso il nostro modo di vivere oggi. Dieci giorni, trenta luoghi. Dall’alimentazione alla politica, dalla morale alla TV, dal sesso (inevitabile) alla generosità (indiscutibile). Grazie allo sguardo e alla penna di uno dei nostri autori più amati, il ritratto di un Paese che “ci manda in bestia e in estasi nel raggio di cento metri e nel giro di dieci minuti”.

Il tesoro perduto dei templari. L’isola fantasma

**Il quinto e ultimo episodio del romanzo a puntate di G. L. Barone
Le indagini del professor Manuel Cassini**
Quando per Al Husayn tutto sembra perduto, l’inaspettato ritorno di Cassini rinnova la sua speranza di decifrare la mappa per l’Eden. Con l’aiuto del professore, i tecnici del Burj Khalifa riescono così a individuare le coordinate nascoste nei versi danteschi. Con una squadra di archeologi, geologi e storici dell’isola, Cassini e Julia partono alla volta dell’Islanda. Ma non sono i soli: il Toro, pericoloso killer al soldo dei Cavalieri di Malta, viene inviato a Reykjavík con il compito di impossessarsi del forziere, nel caso la spedizione dello sceicco abbia successo. Anche Tanaka, nell’intento di recuperare il dispositivo di “brain control”, si precipita sull’isola, appena viene avvisato dal principe Ibrahim. Ma dietro di sé ha lasciato troppi indizi…
Nel frattempo la spedizione di Cassini raggiunge la cascata di Gýgjarfoss, ai piedi del ghiacciaio Langjökull, dove lo studioso è convinto di trovare il tesoro celato nei versi di Dante. Ma lo scavo darà esiti assolutamente imprevedibili.
**G. L. Barone**
Nel 2012 ha ottenuto uno straordinario successo di pubblico con *La cospirazione degli Illuminati*, rimasto nella top ten degli ebook per oltre 6 mesi. Pubblicato in versione cartacea dalla Newton Compton nel 2013, ha continuato ad avere un grande successo di pubblico.
**
### Sinossi
**Il quinto e ultimo episodio del romanzo a puntate di G. L. Barone
Le indagini del professor Manuel Cassini**
Quando per Al Husayn tutto sembra perduto, l’inaspettato ritorno di Cassini rinnova la sua speranza di decifrare la mappa per l’Eden. Con l’aiuto del professore, i tecnici del Burj Khalifa riescono così a individuare le coordinate nascoste nei versi danteschi. Con una squadra di archeologi, geologi e storici dell’isola, Cassini e Julia partono alla volta dell’Islanda. Ma non sono i soli: il Toro, pericoloso killer al soldo dei Cavalieri di Malta, viene inviato a Reykjavík con il compito di impossessarsi del forziere, nel caso la spedizione dello sceicco abbia successo. Anche Tanaka, nell’intento di recuperare il dispositivo di “brain control”, si precipita sull’isola, appena viene avvisato dal principe Ibrahim. Ma dietro di sé ha lasciato troppi indizi…
Nel frattempo la spedizione di Cassini raggiunge la cascata di Gýgjarfoss, ai piedi del ghiacciaio Langjökull, dove lo studioso è convinto di trovare il tesoro celato nei versi di Dante. Ma lo scavo darà esiti assolutamente imprevedibili.
**G. L. Barone**
Nel 2012 ha ottenuto uno straordinario successo di pubblico con *La cospirazione degli Illuminati*, rimasto nella top ten degli ebook per oltre 6 mesi. Pubblicato in versione cartacea dalla Newton Compton nel 2013, ha continuato ad avere un grande successo di pubblico.

Il tesoro dell’imperatore: Un’avventura di Cotton Malone

È solo un incubo, ma sta diventando un’ossessione: Cotton Malone continua a rivivere in sogno l’attentato di Città del Messico in cui è rimasto ucciso Cai Thorvaldsen, un giovane e brillante diplomatico danese. Un attentato che lui non è riuscito a sventare e che gli ha cambiato la vita: dopo le dimissioni da agente operativo del dipartimento di Giustizia americano, Malone si è infatti trasferito a Copenhagen dove, grazie all’aiuto del padre della vittima, il miliardario Henrik Thorvaldsen, ha aperto una libreria antiquaria. Henrik però non ha mai smesso d’indagare sulla morte dell’amato figlio e adesso ha finalmente il nome del colpevole: Lord Graham Ashby, un losco trafficante d’opere d’arte, di recente reclutato dal Club di Parigi – una lobby di avidi speculatori europei – per scoprire dov’è stato nascosto il leggendario tesoro di Napoleone. Animato da un bruciante desiderio di vendetta, Henrik chiede allora a Cotton di ricostruire la storia del tesoro, di localizzarlo prima di Ashby e di sventare così i piani del Club di Parigi. E l’unico modo per riuscirci è rintracciare un enigmatico volume, citato da Napoleone nel proprio testamento e affidato al suo maggiordomo pochi giorni prima di morire. Ben presto, però, Malone viene a sapere che pure il governo degli Stati Uniti è interessato alla cattura di Ashby, perciò è costretto a fare una scelta: onorare il debito di riconoscenza nei confronti dell’amico o rimanere fedele al suo Paese…Steve Barry è autore della serie “Le avventure di Cotton Malone”:1 – L’ultima cospirazione2 – Le ceneri di Alessandria3 – L’ombra del leone4 – La tomba di ghiaccio5 – Il tesoro dell’Imperatore6 – L’esercito fantasma7 – Il sigillo dei traditori8 – Le chiavi del potere9 – La congiura del silenzio10 – Il patto dei giusti

Il tesoro dell’abate Saunière

Nel 1885 a Rennes-Le-Chateau, sperduto villaggio nel Sud della Francia, si insedia un nuovo parroco: il giovane e aitante abate Bérenger Saunière. Subito nella piccola comunità locale si spargono voci malevole sul suo conto, perché ha un’amante. Ma Saunière nasconde un segreto ben più scottante dei peccati della carne: è stato “scelto” dalla potente confraternita del Priorato di Sion per ritrovare un misterioso tesoro scomparso da secoli, che comprenderebbe non solo oro e pietre preziose, ma persino la biblica Arca dell’Alleanza. Perseguitato da nemici senza scrupoli intenzionati a ucciderlo pur di fermarlo, l’audace sacerdote si butta anima e corpo nella ricerca, che si trasforma ben presto in una martellante ossessione… Ispirato a un personaggio realmente esistito e basato su approfondite ricerche, “II tesoro dell’abate Saunière” è un romanzo che mescola verità storica e azione, suspense ed esoterismo, e ci conduce nel cuore del mistero di Rennes-le-Chàteau, mettendo insieme tutti i tasselli di un puzzle fino a oggi incompleto.

Tesoro

Nient’altro che una moneta d’oro recuperata tra i ghiacci della Groenlandia. Da qui ha inizio una forsennata caccia al tesoro che in breve si estende ai quattro angoli della terra, coinvolgendo non solo archeologi ma ben presto anche uomini politici, grandi industriali, spie, avventurieri. Quel ritrovamento, infatti, è la prova inequivocabile che la Biblioteca d’Alessandria, data per distrutta nel 391 d.C. su ordine dell’imperatore Teodosio, esiste ancora, da qualche parte nel mondo. Quello scrigno di inestimabili tesori e segreti che possono sconvolgere gli equilibri economici e politici del pianeta non è quindi scomparso tra le fiamme. Gli scienziati si devono far da parte, la posta è troppo alta, la partita la giocheranno uomini d’azione, agenti segreti, mercenari…
**

I tesori del tempo

Siamo negli anni Settanta e i giovani Osborne, Eddie, Lara e Connie sono decisi ad afferrare a piene mani ciò che la vita può loro offrire. Nel corso del tempo i tre fratelli sembrano aver raggiunto la felicità, ma l’ombra della tragedia si allunga sulle loro esistenze dorate.

Il teschio sacro: Un’avventura della Sigma Force

«I libri della Sigma Force sono il massimo della letteratura di intrattenimento.»The New York Times«I protagonisti della Sigma Force sono grandiosi come i romanzi di questa serie imperdibile.»Publisher WeeklyUn’avventura della Sigma Force Vol. 8Utah, 18 maggio. Centinaia di cadaveri mummificati raccolti intorno a un teschio rivestito d’oro: a prima vista, sembra il macabro epilogo di un antico rituale suicida; ma, per l’antropologa Margaret Grantham, c’è qualcosa che non quadra. Anzitutto, sebbene risalgano al XII secolo, i resti trovati in quella caverna nel cuore delle Montagne Rocciose non sono riconducibili a nessuna popolazione indigena; inoltre l’arma usata è un pugnale forgiato in una particolarissima lega d’acciaio, impossibile da realizzare anche con le tecniche più all’avanguardia.Washington, 30 maggio. Painter Crowe, direttore della Sigma Force, è sconcertato: sua nipote Kai, un’attivista per i diritti dei nativi americani, è stata accusata di aver fatto esplodere la bomba che ha distrutto una grotta nello Utah, causando la morte della professoressa Grantham. Convinto che la ragazza sia innocente, Painter si lancia nelle indagini e, insieme con l’amico e collega Grayson Pierce, scopre che quella misteriosa necropoli e quell’enigmatico teschio sacro sono soltanto il primo tassello di un complotto che risale all’epoca coloniale e che rischia di minare le fondamenta stesse degli Stati Uniti. Perché la Dichiarazione d’Indipendenza e la storia della nascita della nazione americana forse sono soltanto una menzogna, una menzogna ideata per occultare una sconvolgente verità.

Il terzo tempo

Costanza non è vecchia però presto lo sarà. Convinta che il terzo tempo sia da vivere pienamente, senza mai smettere di cercare la felicità, ne scrive con spirito battagliero in una rubrica. “Insegno malinconia positiva. Soffrire da vecchi è la regola. Soltanto i vecchi speciali ce la fanno. E i vecchi speciali sono quelli che stanno bene.” Quando eredita dal padre un austero ex convento a Civita di Bagnoregio si lascia prendere da un progetto vagamente sconsiderato: radunare in quella casa bella e nuda, incastonata in un luogo simbolico che si sfalda lentamente, i compagni con cui giovanissima ha condiviso a Milano la vita e l’impegno politico, per ricreare una comune, una famiglia larga in cui spartire gli affanni e discutere del futuro perché un futuro c’è sempre, fino alla fine dei giochi. È un tentativo di tornare all’età delle illusioni, “la leggenda d’aver ragione che ha nutrito la nostra seconda infanzia”? Energica, accentratrice, un po’ egoista, Costanza è il magnete da cui tutti finiscono per essere catturati: gli amici di un tempo, con i loro dolori, le rivalse, i fallimenti; il compagno di una vita, Dom, che lei ha scelto di allontanare ma che la sorveglia con la tenacia di un’affettuosa sentinella; il figlio Matteo, che cova da grande distanza un suo carico di pena. Mentre tutti convergono su di lei, Costanza si sente soffocata dall’enormità del suo disegno. Riuscirà a portarlo a compimento? È proprio sicura di volerlo? E che cosa succederà?

Il terzo spazio

Dobbiamo recuperare l’ambizione di mostrare la via verso un futuro di cui essere fieri e in cui la felicità di tutti sia un diritto. Ci troviamo a vivere un momento eccezionale. Un momento in cui le certezzevengono meno. Un momento carico di contraddizioni e di rischi. Non è il tempo della malinconia e dell’abbandono. È il tempo del coraggio e dell’impegno.
Perché quando i nostri nipoti ci chiederanno dove eravamo, noi, in un momento come questo, dobbiamo essere in grado di poter rispondere: dal lato giusto, a fare la nostra parte.
L’Europa è ormai un campo di battaglia diviso fra un establishment in bancarotta e nuovi nazionalismi reazionari. Da un lato, la politica tradizionale arroccata a difesa del fortino dello status quo, impegnata in un vano tentativo di proteggere un estremo centro che non può e non deve più reggere: il centro di una certa globalizzazione neoliberale, dell’austerità, quello che ha assunto come simboli le grandi coalizioni e la Troika. Dall’altro, l’emergere prepotente di nuove forze regressive che sfruttano un sentimento reale e dilagante di insicurezza sociale per promuovere una politica identitaria, reazionaria e autoritaria. È più urgente che mai creare un terzo spazio con una visione forte e ambiziosa. Uno spazio che tenga insieme quanti già lavorano per un’alternativa, costruendo un’alleanza popolare vincente in grado di rappresentare un punto di riferimento nel disordine europeo e di radunare quanti rifiutano di essere meri spettatori della disintegrazione del nostro continente. Uno spazio capace di mettere in campo un’alternativa concreta a un sistema economico fallito e a una democrazia corrotta, che finalmente superi la falsa opposizione fra Europa e Stato nazionale.
(source: Bol.com)

Il terzo relitto

Isabella De Clio è una giovane archeologa siciliana. Bella e preparatissima, nasconde un segreto: è cleptomane e sente continuamente il bisogno di rubare oggetti che rappresentano per lei ricordi.Decisa a rimettere ordine nella sua vita, a guarire dal suo disturbo, a creare un rapporto d’amore duraturo con l’affascinante Ottavio, durante una ricerca trova un documento inedito. È la copia di un manoscritto perduto, proveniente da El Zahra, in Tunisia, scritto nel terzo secolo avanti Cristo. Nel testo l’anonimo autore racconta una nuova versione della battaglia delle Lipari, combattuta da Cornelio Scipione nel 260 a.C., nel corso della Prima guerra punica, e descrive tre relitti affondati misteriosamente nelle acque delle Eolie per difendere un prezioso carico.Isabella, incuriosita, cerca cosa sia stato già riportato in luce e trova che due delle imbarcazioni romane sono state ritrovate, anni prima, da un noto ricercatore, esperto in immersioni, Paul Anderson, e dal suo collega Luca Tridente. Ma nulla si sa del carico delle navi. Che il manoscritto non sia affidabile? Che il tempo e il mare abbiano distrutto tutto? Mentre la giovane è intenta a ricostruire le dinamiche storiche, un’altra verità torna a galla: durante la campagna di recupero dei relitti, una sub esperta, Carla Sollini, ha perso la vita in circostanze misteriose. Ed ecco che quella che è iniziata come una ricerca da tavolino, si trasforma per lei in una vera avventura, piena di insidie e pericoli, che la metterà a contatto con uomini privi di scrupoli e la porterà nel mare delle Eolie alla ricerca del terzo relitto e dell’assassino di Carla. Dopo la Ladra di ricordi, Barbara Bellomo torna con un mix tra presente e storia antica in un romanzo carico di suspense, adrenalina e di travolgenti suggestioni marine.

Il terzo libro di Murphy

Non è solo il mondo ad andare comunque “avanti” sulla base di vecchie e nuove pessime ragioni: la cosa accade anche ai Libri di Murphy. Il motivo non sfugge a nessuno. Il signor Arthur Bloch, per esempio, è lieto di aver raggiunto una fama planetaria e di incassare sempre più cospicui diritti d’autore. I suoi editori sono altrettanto lieti: con poca spesa e nessuno sforzo hanno conquistato un mercato che si conquista da solo. Ma i più lieti di tutti sono i suoi lettori: gli imprevedibili ma comunque riconoscibili acquirenti dell’estensibile Opera di Murphy; un clan, una setta, una mafia che non conosce frontiere e si muove sotto l’unico segno dell’intelligenza. Ne volete una dimostrazione? Quando provate istintiva simpatia per qualcuno, quando per varie ragioni vi sembra la persona “giusta “, capace di entusiasmi e di realismi, che sapientemente alterna fortune e sfortune, parlategli de “La legge di Murphy” e vi risponderà: “La conosco”. Forse il murfista non conosce il secondo libro di Murphy: regalateglielo e vi sarete conquistati un amico. Poi, dal momento che già impugnerete questo terzo libro (altrimenti come fareste a seguire il consiglio?), inducetelo ad affrettarsi in libreria. La diffusione di Murphy procede così, con un potenziale sterminato, di pari passo con l’altrettanto sterminato sapere di Murphy.
**

La terza torre: libertà, sicurezza, diritti civili e terrorismo dopo l’11 settembre

La battaglia contro il terrorismo, secondo l’amministrazione statunitense, impone una limitazione delle libertà fondamentali del cittadino in nome di una maggiore sicurezza. L’istituzione di tribunali speciali per processare presunti terroristi di cittadinanza non americana e il controllo capillare dei mezzi di informazione testimoniano di una situazione in preoccupante sviluppo. Giulia Fossà ha chiesto ad Alberto Abruzzese, Fausto Bertinotti, Marco Bertotto, Luigi Bobba, Rocco Buttiglione, Domenico De Masi, Giuliano Ferrara, Domenico Fisichella, Fulco Lanchester, Sebastiano Maffettone, Dacia Maraini, Sergio Romano, Adriano Sofri, Marcello Veneziani e Sandro Veronesi il loro parere sulle evoluzioni in atto negli Stati Uniti.

I Terroristi del Big Bang

Tornano Jake e Hildy Pace, gli imbattibili detectives del XXI secolo che in Urania 926 sventarono le trame del Dr. Adolph Hibbler, lo scienziato nazista fuggito nel 1945 da Berlino in fiamme. Ma stavolta il mistero da risolvere supera ogni comprensione umana: come possono i “Terroristi del Big Bang” provocare micidiali esplosioni senza che resti la minima traccia dell’esplosivo utilizzato? La prima vittima è il Gen. Francisco Feminino, presidente del Nuovo Brasile. Poi saltano in aria il primo ministro dell’Irlanda Libera e Mjomba Bata Mzinga, dittatore di Africa Nera 22. Ed ora la minaccia pesa su Ike e Mike Zaboly, i fratelli siamesi che rivestono la carica di Presidente degli Stati Uniti…

Terrore e modernità

Sminare il terrorismo, decostruirne la storia, è il percorso seguito da questo libro che affronta le questioni sollevate dal terrore planetario. Lo sguardo si concentra sulla scena dell’attentato, quel tentativo di forzare il ritmo della storia che sfida la sovranità, non per mostrare l’abisso, ma per soppiantarla. Perciò terrore e rivoluzione, spesso confusi, vanno separati. Piuttosto il terrorismo è lo spettro della sovranità moderna, sempre tentata di invocarlo. Di qui l’esigenza di ridescrivere la figura del terrorista che non è un nichilista, ma mira a un progetto politico o teologico-politico. Mentre affiora l’itinerario verso il terrore dei «cavalieri postmoderni dell’apocalisse», vengono considerati gli effetti di una violenza che colpisce la vittima nella sua nuda vulnerabilità. Questo terrorismo non può essere imputato alla religione. Sullo sfondo di un confronto fra sinistra e jihad si erge il terrore del capitalismo globale, emerge quell’insonnia poliziesca che sostenta la nuova fobocrazia.

Terrore

Uno dei più famosi romanzi di Edgar Wallace; dopo aver affascinato le platee teatrali di Londra fu trasformato in uno dei primi film sonori della storia. Soapy Marks è un uomo di genio e di grande cultura, che ama troppo i soldi e la bella vita per attenersi alle regole. Questo suo amore per il denaro un giorno lo porta ad accettare di compiere un’audace rapina in cui la posta in gioco sono tre tonnellate d’oro. Il colpo riesce… ma sulle sue tracce vengono sguinzagliati due abili investigatori di Scotland Yard.Edgar Wallacenacque nel 1875 a Greenwich (Londra). Cominciò a lavorare giovanissimo; a diciott’anni si arruolò nell’esercito ma nel 1899 riuscì a farsi congedare. Fu corrispondente di guerra per diversi giornali. Ottenne il suo primo successo come scrittore con I quattro giusti, nel 1905. Da allora scrisse, in ventisette anni, circa 150 opere narrative e teatrali di successo, nonché la sceneggiatura del celeberrimo King Kong. Definito “il re del giallo”, è morto nel 1932.