3377–3392 di 65579 risultati

Sherlock, Lupin & Io – 9. Caccia alla volpe con delitto

Londra, 1872. Irene è preoccupata per suo padre: durante i mesi invernali lo stato d’animo di Leopoldo Adler si è fatto sempre più cupo. Per distoglierlo dai foschi pensieri, un amico lo invita a trascorrere con Irene qualche giorno in campagna, in una splendida tenuta con un grande giardino, dove la ragazza potrà dedicarsi alla lettura e all’equitazione, mentre il padre parteciperà a una battuta di caccia alla volpe. Ma in quella cornice di calma apparente, un uomo sparisce, e nessuno lo cerca. Irene capisce che qualcosa non torna e manda a Sherlock e Lupin una lettera con una richiesta di aiuto. E così, mentre la notizia di uno spietato omicidio sconvolge il villaggio, i tre amici, ancora una volta insieme, si troveranno a indagare su un nuovo caso, che affonda le sue radici in un’oscura vicenda del passato. **
### Sinossi
Londra, 1872. Irene è preoccupata per suo padre: durante i mesi invernali lo stato d’animo di Leopoldo Adler si è fatto sempre più cupo. Per distoglierlo dai foschi pensieri, un amico lo invita a trascorrere con Irene qualche giorno in campagna, in una splendida tenuta con un grande giardino, dove la ragazza potrà dedicarsi alla lettura e all’equitazione, mentre il padre parteciperà a una battuta di caccia alla volpe. Ma in quella cornice di calma apparente, un uomo sparisce, e nessuno lo cerca. Irene capisce che qualcosa non torna e manda a Sherlock e Lupin una lettera con una richiesta di aiuto. E così, mentre la notizia di uno spietato omicidio sconvolge il villaggio, i tre amici, ancora una volta insieme, si troveranno a indagare su un nuovo caso, che affonda le sue radici in un’oscura vicenda del passato.

Sherlock, Lupin & Io – 3. Il mistero della Rosa Scarlatta

Riuniti tutti e tre a Londra, Irene, Sherlock e Lupin trovano sul Times uno strano problema scacchistico firmato “Il Frate Nero”. È scritto in un codice sconosciuto e un leggero brillio si accende negli occhi di Sherlock… Il giorno successivo la città è scossa dalla notizia dell’assassinio di un ricco mercante. Sulla sua scrivania è stata ritrovata una rosa scarlatta: lo stesso fiore che venti anni prima era stata la “firma” di un audace gruppo di criminali. Che la Banda della Rosa Scarlatta sia tornata? **
### Sinossi
Riuniti tutti e tre a Londra, Irene, Sherlock e Lupin trovano sul Times uno strano problema scacchistico firmato “Il Frate Nero”. È scritto in un codice sconosciuto e un leggero brillio si accende negli occhi di Sherlock… Il giorno successivo la città è scossa dalla notizia dell’assassinio di un ricco mercante. Sulla sua scrivania è stata ritrovata una rosa scarlatta: lo stesso fiore che venti anni prima era stata la “firma” di un audace gruppo di criminali. Che la Banda della Rosa Scarlatta sia tornata?

Sherlock, Lupin & Io – 18. Trappola mortale per Mr. Holmes

Mancano pochi giorni a capodanno e Mila riceve un invito da uno sconosciuto per un incontro a Hyde Park. Ma è una trappola, e lei diventa una pedina di un grande piano architettato per far capitolare l’invincibile Sherlock Holmes. Ne farà le spese anche Gutsby, cosa che costringerà Mila a risolvere la partita senza i suoi preziosi alleati. Mentre Arsène indaga a Londra, lei viaggerà alla volta di Edimburgo insieme a Irene per dipanare la losca trama che ha messo a repentaglio la libertà dei suoi amici.

Il senso e il nulla. Rispondere al nichilismo

La nostra epoca è posta di fronte ad un ineludibile problema: è ancora possibile parlare di un senso nell’età del nichilismo e del post-moderno? La presente opera intende rispondere affermativamente al quesito, ma a condizione di svincolare la sua prospettiva dalle ipoteche del soggetto idealistico e dalle richieste dell’ontologia. Il progetto mira a rilevare come l’offerta del senso sia insieme posta e trovata. Questa duplicità è affidata ad un’interpretazione della filosofia come teoria generale delle relazioni, in cui si compendia la sfida dei nuovi tempi per uscire dalla stretta del nichilismo. Questo saggio vuole essere un contributo a quest’apertura che vale insieme da promessa e da speranza per un’innovativa ricerca filosofica. A tale fine, la prima parte del libro segue un profilo teorico, in cui la rilettura di Nietzsche occupa un posto centrale; la seconda, più propriamente storica, ruota intorno alla figura di Whitehead, la cui filosofia è stata ripresa, in una prospettiva rigorosamente relazionistica, sul solco delle proposte speculative di Enzo Paci che qui si riprendono, inserendole però in un quadro progettualmente innovativo. Prefazione di Girolamo Cotroneo.

Il segreto dei costruttori di Ringworld

Ne “I Burattinai” Niven aveva introdotto una creazione: un gigantesco anello che orbita attorno a una stella lontana, con un’area di tre milioni di volte quella della Terra e pieno di meraviglie inattese. Ora sono trascorsi vent’anni da quando il singolare Louis Wu scoprì Ringworld. Insieme allo kzinti Speaker-agli-Animali è di ritorno verso il Mondo ad Anello, prigioniero di uno dei leader deposti della razza dei Burattinai. Con l’aiuto di Louis, egli medita infatti di riguadagnare l’autorità perduta riportando indietro tesori e meraviglie di una civiltà sconosciuta per impressionare i suoi simi- li. Ma all’arrivo della spedizione, Louis scopre che Ringworld è un mondo “instabile”… anzi è destinato all’autodistruzione nel giro di pochi mesi.

La Scienza Della Meditazione

**Perché la mindfulness è così importante** La «meditazione consapevole» è una pratica affermata e in costante diffusione di cui Jon Kabat-Zinn è stato precursore, maestro indiscusso e autore di libri fondamentali e illuminanti. Fra questi l’ormai classico *Riprendere i sensi* che l’autore ha deciso di riproporre in una versione ampliata e rinnovata in quattro libri indipendenti, ognuno relativo a un aspetto della mindfulness.
Nel primo di questi libri, *La scienza della meditazione* , Jon Kabat-Zinn sgombra il campo da ogni equivoco sulla mindfulness, che non è una tecnica per rilassarsi raggiungendo una sorta di oblio e rimuovendo il proprio presente con il suo carico di preoccupazioni. È, invece, un atto di grande consapevolezza, che tutti possono raggiungere attraverso la meditazione, e che ci aiuta a concentrarci sul momento presente per viverlo con intensità, imparando a vedere la pienezza dell’esperienza in tutti i suoi aspetti positivi e negativi e riuscendo anche a interpretare i momenti negativi come possibili passaggi di crescita. La mindfulness non è una filosofia, è una pratica che va seguita con costanza, ma che può inserirsi con facilità nella routine quotidiana di ognuno di noi. E questo piccolo libro è il miglior punto di partenza.

Il sangue del nemico

**Il secondo episodio della nuova serie* I conquistatori* , pubblicata solo in ebook.
Dall’autore bestseller del Sunday Times Simon Scarrow**
La Britannia è un incubo per i coraggiosi soldati della Seconda Legione. Il centurione Orazio Figulo è stato premiato per il suo coraggio e la sua abilità contro le forze ribelli dell’isola con una missione che potrebbe portargli prestigio e posizione, ma a rischio della sua stessa vita. Lui e i suoi compagni più fidati devono assicurare il trono a un re alleato in un’area ostile. In caso di successo, avranno costruito una fondamentale roccaforte romana. Se falliscono, non solo loro, ma tutti gli insediamenti romani sull’isola saranno in pericolo.
Sotto l’attacco costante dei razziatori, tormentati da druidi senza scrupoli e alle prese con i Britanni ostili, Figulo e i suoi uomini avranno bisogno di tutto il loro coraggio e ingegno per portare a termine la missione.
**Simon Scarrow**
Vive in Inghilterra. È un grande esperto di storia romana. Il centurione, il primo dei suoi romanzi storici pubblicati in Italia, è stato per mesi ai primi posti nelle classifiche inglesi e internazionali. Macrone e Catone sono i protagonisti di: *La profezia dell’aquila* , *Sotto l ’aquila di Roma* , *Il gladiatore* , *Roma alla conquista del mondo* , *La spada di Roma* , *La legione* , *Roma o morte* , *Il pretoriano* , *La battaglia finale* , *L’aquila dell’impero* e *Il sangue dell’impero* , tutti pubblicati dalla Newton Compton. In ebook sono disponibili i volumi della serie “ *Roma Arena Saga* ”: *La conquista* , *La sfida* , *La spada del gladiatore* , *La rivincita* e *Il campione*.

La rosa profonda

Nell’ottobre del 1973, per esprimere il suo dissenso nei confronti di Perón appena tornato al potere, Borges abbandona l’incarico di direttore della Biblioteca Nazionale di Buenos Aires; contemporaneamente le condizioni di salute di sua madre, Leonor, cominciano a declinare in maniera inesorabile: morirà nel 1975, dopo una lunga agonia. A questo arco temporale (1972-1975, tranne uno risalente al 1970) appartengono i trentasei testi poetici radunati in *La rosa profonda* , sui quali, non a caso, il senso della fatalità e di un destino «di brevi gioie e lunghe sofferenze» – strumento di un Altro imperscrutabile – sembra gettare un’ombra lunga: «Le pedine d’avorio sono estranee / all’astratta scacchiera, come la mano / che le muove». I sogni appaiono ormai incubi giunti da «un passato di mito e di caligine», gli specchi sono malefici che osano accrescere la somma delle cose che siamo – né offre scampo la cecità –, e l’oblio minaccia di trasformare il passato in una soffitta stipata di arnesi inutili. L’unica possibile memoria, memoria ubiqua, è la poesia, capace di restituire alle parole comuni la «magia che ebbero / quando Thor era nume e strepito, / tuono e preghiera», di serbare intatte le antiche battaglie di Gram, Durendal, Joyeuse, Excalibur, di creare la realtà, di dire meglio di noi stessi ciò che siamo. Durano nel tempo, del resto, «solo le cose / che non furono del tempo».

Roquenval: Cronaca di un castello

Roquenval è un luogo incantato e fuori dal tempo, dove il giovane Boris viene invitato a trascorrere l’estate da un amico. Qui, Boris, emigrato in Francia con i suoi genitori dalla Russia, ritrova il ricordo remoto della casa del nonno e inizia un’ansiosa ricerca delle proprie origini. La parabola struggente di Roquenval e dei suoi abitanti sembra indicare un’assorta riflessione sul ciclo inesorabile del tempo, che nemmeno il potere fantasmatico dell’immaginazione può sperare di interrompere. Breve parentesi nella vita di un giovane, l’estate a Roquenval è una sorta di prova generale dell’esistenza, che autorizza Boris, quando il momento è giunto, a tirare il sipario sulla scena del vecchio castello, per pensare al proprio futuro. Un sottile e amabile intrigo estivo cui l’arte allusiva e insinuante della Berberova ha conferito i tratti di un piccolo capolavoro.

Il Ritorno Delle Furie

Da tempo immemorabile, **Harlan’s World** – un pianeta ricoperto dagli oceani e con soltanto il cinque per cento di terra abitabile – è dominato da un’unica famiglia: gli Harlan, appunto. È questo il luogo in cui è nato **Takeshi Kovacs** e in cui l’ex mercenario è tornato. Ma New Hokkaido, la fredda, insensibile e labirintica capitale, è un posto molto pericoloso, soprattutto per Takeshi, che prima di diventare un soldato era un elemento di spicco nelle gang locali. Così, in un ambiente in cui si aggirano criminali e cacciatori di teste, predicatori religiosi e politici senza scrupoli, Takeshi affonderà in un vortice di intrighi e violenza, e dovrà confrontarsi con un nemico inaspettato: in una società che ha sconfitto la morte – la coscienza può essere digitalizzata e trasferita in un altro corpo –, Takeshi dovrà affrontare una versione di se stesso molto più giovane, forte e determinata. Una cosa soltanto è sicura: uno dei due Takeshi Kovacs deve morire…
**
### Sinossi
Da tempo immemorabile, **Harlan’s World** – un pianeta ricoperto dagli oceani e con soltanto il cinque per cento di terra abitabile – è dominato da un’unica famiglia: gli Harlan, appunto. È questo il luogo in cui è nato **Takeshi Kovacs** e in cui l’ex mercenario è tornato. Ma New Hokkaido, la fredda, insensibile e labirintica capitale, è un posto molto pericoloso, soprattutto per Takeshi, che prima di diventare un soldato era un elemento di spicco nelle gang locali. Così, in un ambiente in cui si aggirano criminali e cacciatori di teste, predicatori religiosi e politici senza scrupoli, Takeshi affonderà in un vortice di intrighi e violenza, e dovrà confrontarsi con un nemico inaspettato: in una società che ha sconfitto la morte – la coscienza può essere digitalizzata e trasferita in un altro corpo –, Takeshi dovrà affrontare una versione di se stesso molto più giovane, forte e determinata. Una cosa soltanto è sicura: uno dei due Takeshi Kovacs deve morire…

Renzusconi

Entrambi desiderosi di successo, caricaturali. Entrambi circondati da una “classe dirigente” senza arte né parte. Entrambi compiaciuti e conclamati. Entrambi populisti come nessuno, anche se poi i “populisti” son sempre gli altri. Entrambi megalomani, con la fregola delle opere megagalattiche. Entrambi allergici alle correnti interne. Al dissenso. Alla Rai libera. Entrambi circondati da una corte di fedelissimi con cui spartirsi il potere. Il cerchio magico. Il giglio magico. Entrambi garantisti, ma solo quando conviene. Entrambi complottisti, ma solo se il complotto l’hanno ordito loro. Renzi e Berlusconi si somigliano così tanto da diventare una cosa sola: Renzusconi. Con il suo consueto stile ironico e tagliente, Andrea Scanzi firma un esilarante – e inquietante – ritratto di Matteo Renzi: un politico sopravvalutato e vendicativo. Simile, anzitutto nei difetti, a chi per vent’anni ha inguaiato questo Paese. E di cui il segretario PD, con il beneplacito di molti “intellettuali”, intende portare a termine il lavoro. Magari con un nuovo inciucio, stavolta definitivo, tra allievo e maestro.

Le regole del gioco

Dustin Walker non si aspetta certo che scappare dalla Donna Della Sua Vita possa condurlo fra le braccia (e nel letto) dell’Uomo Del Bar Accanto. La madre lo tormenta perché si risposi e smetta di fare la pecora nera – e divorziata – della famiglia; Dustin però preferisce passare il tempo libero nel bar del quartiere, specialmente fra i tavoli del biliardo, dove finisce per incontrare una persona che è l’esatto opposto della sua ex-moglie: divertente, sensibile, fedele… e maschio. Ma cosa significa questa relazione? Che Brandon Stewart – questo il nome dell’uomo – sia solo un sistema per superare il divorzio? Dustin ci tiene veramente a lui o lo frequenta solo perché è l’esatto opposto della sua ex-moglie? Fra confessare tutto alla sua omofoba famiglia o piantare l’uomo di cui sta cercando disperatamente di non innamorarsi, Dustin sa che presto dovrà compiere una scelta…

Re Senza Dio

Nono secolo dopo Cristo. Dopo la morte di re Alfredo il Grande, lo scettro è passato al figlio Edoardo, e nella Terra degli Angli sembra regnare la pace: a nord dominano i danesi, a sud i sassoni. Ma una così lunga quiete, che troppo spesso consente ai più timorosi e irresoluti di comandare, mette a dura prova l’animo dei veri guerrieri. Tra loro c’è Uhtred, uno dei più famosi uomini d’arme del defunto sovrano, soldato sassone cresciuto tra i vichinghi. Malvisto dai consiglieri del nuovo re e ormai caduto in disgrazia, viene bandito dal regno in occasione di uno sconsiderato scoppio di rabbia. Respinto tanto dai cristiani quanto dai pagani, Uhtred parte per il nord con i pochi uomini che gli sono rimasti fedeli, per compiere una temeraria impresa: riconquistare Bebbanburg, la più inespugnabile fortezza della Terra degli Angli, che da generazioni apparteneva alla sua famiglia. Intanto quella pace, che in realtà è solo apparente, comincia a incrinarsi. Cnut Spadone, il più temuto e crudele dei signori danesi, vuole vendicare il rapimento della moglie e del suo erede: tutti i regni della Terra degli Angli vengono così coinvolti in una sanguinosa guerra che dovrà decidere le sorti dell’isola. E toccherà a Uhtred, e al suo minuscolo esercito di reietti, fare in modo che la battaglia finale avvenga nel luogo e nel momento da lui scelti…

Quelle bugie tra di noi: Harmony Passion

Quarry Road 1 Tutti sapevano che il matrimonio di Alicia Harrison con Ilya Stern non sarebbe durato. Erano cresciuti nella remota cittadina di Quarrytown, Pennsylvania, nella stessa via: due case vicine, due coppie di fratelli e un groviglio di tradimenti, desideri e sofferenza. La tragedia aveva avvicinato Allie e Ilya come due strade che si incrociano per puro caso e forse per questo il divorzio tra loro, qualche anno dopo, è apparso una scelta semplice e naturale. Poi il fratello di Ilya, Nikolai, decide di tornare a casa. Lui, che trovava sempre il modo di stuzzicare Allie, la faceva infuriare e poi fuggiva lontano senza salutare, ora ha ripreso a farlo anche se in maniera molto diversa da un tempo. Per Allie, Nikolai incarna un desiderio puro che lei sta cercando di schiacciare senza successo. Dopo tutto quello che è accaduto tra le loro famiglie, una relazione rimane una pessima idea. Ma le bugie che ci raccontiamo non possono competere con le verità che i nostri cuori rifiutano di lasciar andare.

Post punk: 1978-1984

Il post punk non è un «genere» come tanti, non è la diligente coda del punk, a cavallo tra due decenni, quando la rivoluzione è finita e i giochi sono fatti; è, al contrario, la musica e il tempo in cui tutto diventa possibile. I confini cadono, i divieti sono ignorati, le regole vengono sovvertite in una sperimentazione continua, selvaggia e colta insieme. Il post punk non è retromaniaco – per usare la categoria critica che lo stesso Simon Reynolds ha creato e che si è imposta come definizione della nostra epoca – ma è il «suono» del presente e delle sue possibilità infinite. Per questo motivo, a distanza di quarant’anni, ancora appassiona e influenza. La musica degli inglesi Joy Division, P.I.L., Gang of Four e Slits, degli americani Pere Ubu, Devo, Talking Heads e di altri gruppi noti e meno noti continua a essere fonte d’ispirazione per migliaia di artisti in tutto il mondo. Con Post punk Simon Reynolds scrive il suo libro più personale e coinvolgente, mostrando l’erudizione enciclopedica, la raffinatezza d’analisi e l’abilità divulgativa che ne fanno il critico musicale più importante della nostra epoca. I suoni e le emozioni, le speranze e l’euforia escono fuori da ogni pagina e ci invitano all’ascolto amorevole di una musica e di un tempo che non può essere ripetuto ma solo reinventato.