33889–33904 di 65579 risultati

Dolores Claiborne

Dolores Claiborne è un’anziana rompiscatole yankee che adesso si trova a doversi discolpare, davanti alla polizia, per la fine misteriosa di Vera Donovan, la ricca invalida di cui era la governante. Ma a Little Tall Island molti si chiedono ancora cosa sia realmente successo in quel giorno spettrale di trent’anni prima -che coincise con un’eclissi totale- in cui morì suo marito. Per difendersi, Dolores si lancia in un racconto trascinante, un avvincente monologo in cui ripercorrere la sua tormentata e terribile esistenza.

Il dolore, le ombre, la magia

L’amico Kaede ha lasciato il Giappone per l’Italia e Yoshie si ritrova di nuovo da sola. Stavolta, però, la vita in città sembra farle meno paura. Il quartiere le è amico, e le giornate scorrono nella continua scoperta di piccoli motivi di felicità. La giovane impara a leggere nel cuore delle persone, a scorgerne l’anima fragile oltre la maschera di durezza che indossano nella loro quotidianità troppo indaffarata. Riuscirà a lasciare anche qui una traccia lieve, a trovare le parole giuste per portare conforto agli abitanti soli e affaticati della città? E che ne sarà della sua storia con Shin’ichiro? Saprà resistere alla nostalgia di Kaede e della nonna? La storia di Yoshie continua, alla ricerca di una città diversa, in cui vivere ogni giorno l’incantesimo dell’amicizia e dell’amore.
**

Il dolore perfetto

Alla fine dell’Ottocento un uomo parte da una città del Sud, una Sapri ancora fresca delle utopie e delle ferite del Risorgimento, per raggiungere Colle, un paesino toscano. È il Maestro, giovane anarchico che, in questo luogo insieme reale e fiabesco, decide di unire la propria vita a quella della vedova Bartoli. Dal loro amore nascono Ideale, Mikhail, Libertà e Cafiero: figli dai nomi carichi di speranza che dal padre, costretto all’esilio, erediteranno i sogni e la fede nell’utopia. A Colle vivono anche i Bertorelli, ricchi commercianti di maiali che da generazioni si chiamano come gli eroi omerici: Ulisse, Achille, Euridice, Elena. Due famiglie che si uniscono quando la dolce e saggia Annina si innamora di Cafiero… Dagli ultimi anni dell’Ottocento alla fine del secondo conflitto mondiale, le vite dei protagonisti, i loro amori, le nascite, i sogni, i tradimenti e le riconciliazioni si intrecciano alle trasformazioni imposte dal progresso, dalle guerre, dalle lotte sociali. Un romanzo – premiato con lo Strega – che ha il profumo dei racconti ascoltati attorno al fuoco nelle sere d’inverno, il profumo di un tempo che fu e di cui noi siamo i figli.

Dolore

Iris – 45 anni, sposata, con due figli – pensa di aver lasciato i due grandi traumi della sua vita dietro di sé. L’abbandono del primo amore, Eitan, che l’ha portata giovanissima a desiderare la morte, e poi, anni dopo, l’attentato, il terrorista che si è fatto esplodere sull’autobus e che l’ha portata al confine tra la vita e la morte. A distanza di dieci anni dall’attentato Iris non si aspetta il riaffiorare del dolore fisico, dei ricordi terribili, né si aspetta di rincontrare per caso Eitan sulla sua strada. Se a questo si aggiungono il sospetto che il marito Micki abbia un’amante e la preoccupazione di una madre per la figlia, che le sembra vittima di un uomo molto più grande di lei, la vita di Iris sembra andare di nuovo in frantumi e la situazione diventa deflagrante e ingestibile. Solo una grande scrittrice come Zeruya Shalev, con la sua bellissima scrittura sensuale e il suo stile fluente, riesce a dar voce alla magnifica complessità della vita e delle relazioni, a tirare con pazienza tutti fili della storia fino a comporre una trama impeccabile e a portarci in uno stupefacente viaggio catartico attraverso il dolore e il suo contrario.

Dolci passioni (Youfeel): La vie en rose!

La vie en rose!
Si dice spesso che gli opposti si attraggono. Ma se invece due persone si incontrano e capiscono di avere la stessa passione, cosa potrà mai accadere?
Grayson, un giovane imprenditore da poco a capo di un importante biscottificio a Parigi, è finalmente riuscito a realizzare il proprio sogno. Anche Evelin ha appena realizzato il proprio sogno, grazie a un regalo del tutto inaspettato: ha aperto una piccola pasticceria, guardacaso proprio a Parigi.
Galeotta sarà rue Violet: una stradina popolata da abitanti bizzarri ma gentili, che sarà teatro di momenti romantici, commoventi e divertenti.
Un romanzo delizioso e profumato come un biscotto appena sfornato, da leggere e assaporare con cura.
Mood: Romantico – YouFeel RELOADED dà nuova vita ai migliori romanzi delle autrici del self publishing italiano. Un universo di storie digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.
**
### Sinossi
La vie en rose!
Si dice spesso che gli opposti si attraggono. Ma se invece due persone si incontrano e capiscono di avere la stessa passione, cosa potrà mai accadere?
Grayson, un giovane imprenditore da poco a capo di un importante biscottificio a Parigi, è finalmente riuscito a realizzare il proprio sogno. Anche Evelin ha appena realizzato il proprio sogno, grazie a un regalo del tutto inaspettato: ha aperto una piccola pasticceria, guardacaso proprio a Parigi.
Galeotta sarà rue Violet: una stradina popolata da abitanti bizzarri ma gentili, che sarà teatro di momenti romantici, commoventi e divertenti.
Un romanzo delizioso e profumato come un biscotto appena sfornato, da leggere e assaporare con cura.
Mood: Romantico – YouFeel RELOADED dà nuova vita ai migliori romanzi delle autrici del self publishing italiano. Un universo di storie digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.

Dolci malintesi (eLit)

Forse la ghigliottina sarebbe stata meno dolorosa, ma Olympia Monoulis non vede altre strade per uscire dal groviglio di problemi in cui si trova imprigionata involontariamente. Non ha un lavoro, i conti della famiglia sono quasi in rosso e sua madre avrà presto bisogno di assistenza medica. La vecchia proposta di matrimonio di Nikos Cozakis le sembra, quindi, l’unica ancora di salvezza. Lui è fin troppo contento, e non esita a confessarle che, in realtà, vuole vendicarsi per…
**
### Sinossi
Forse la ghigliottina sarebbe stata meno dolorosa, ma Olympia Monoulis non vede altre strade per uscire dal groviglio di problemi in cui si trova imprigionata involontariamente. Non ha un lavoro, i conti della famiglia sono quasi in rosso e sua madre avrà presto bisogno di assistenza medica. La vecchia proposta di matrimonio di Nikos Cozakis le sembra, quindi, l’unica ancora di salvezza. Lui è fin troppo contento, e non esita a confessarle che, in realtà, vuole vendicarsi per…

Dolci colline di sangue

Sabato 10 settembre 1983. È una calda notte estiva senza luna. Mentre si inerpica con la sua auto sulle colline attorno a Firenze, Cinzia Th. Torrini vede all’improvviso una civetta levarsi in volo. Da sempre un cattivo presagio nelle campagne toscane. La regista sta andando a cena da Mario Spezi, il giornalista che da anni segue i delitti del Mostro: vuole intervistarlo per raccogliere materiale per uno sceneggiato televisivo. Cinzia e Mario vanno avanti fino a tardi a ricostruire i fatti che da lungo tempo insanguinano gli idillici dintorni, sconvolgendo l’opinione pubblica che freme per avere un colpevole. Poche ore prima il Mostro ha colpito per la quinta volta: a Giogoli, vicino a una pieve romanica, due turisti tedeschi sono stati massacrati nel loro furgone. A notte fonda, mentre stanno ancora parlando, la regista e il giornalista vengono raggiunti dalla notizia. Subito si precipitano sulla scena, dove vedono con i loro occhi i due corpi rannicchiati come feti nel terrore, con i capelli biondi incrostati di sangue ormai nero. A completare il quadro spaventoso, c’è la colonna sonora di Blade Runner ripetuta ossessivamente da un nastro che ha fatto da sottofondo alla morte e continua a riavvolgersi senza che nessuno lo fermi. E poi c’è lo sgomento sui volti, innanzi tutto su quelli degli inquirenti: da tredici mesi un uomo è rinchiuso in carcere, accusato di essere il Mostro… Così si apre questo resoconto romanzato di una delle vicende più oscure e sconvolgenti della recente storia italiana. Mario Spezi e l’amico americano Douglas Preston – autore di thriller di successo, inviato a Firenze da “The New Yorker” per seguire il caso – ne ripercorrono ogni fase, esaminando fatti, protagonisti, comparse e mettendo in connessione indizi, perizie e un inquietante profilo dell’FBI che non è mai stato usato ufficialmente nell’inchiesta. Si inoltrano così in un labirinto di piste e sollevano una serie di complessi interrogativi: quali sono i legami tra i delitti del Mostro e un dupliceassassinio commesso con la stessa arma nel 1968? Pietro Pacciani, pregiudicato per omicidio e abominevoli reati sessuali, era veramente l’astuto e temibile Mostro di Firenze, o fu solo un ignaro capro espiatorio? E se il Mostro fosse invece qualcun altro, che pur restando dietro le quinte è sempre stato vicino ai luoghi e all’arma del delitto? Agghiacciante thriller-verità, caratterizzato da una narrazione coinvolgente, umana ed emozionante, *Dolci colline di sangue* offre una visione completa del più celebre caso di serial killer verificatosi nel nostro Paese e potrebbe aprire nuovi, sconcertanti scenari. Perché nulla è più angosciante della realtà…

Dolci Carezze D’Inverno

L’autunno ha ceduto il passo a un gelido inverno, i cui venti impietosi sferzano la costa del piccolo paesino sul mare in cui vivono Daniel e Sabrina. Lei è una giovane studentessa universitaria e una campionessa di atletica leggera, lui è un ragazzo di origine inglese, da poco laureato, che ha appena trovato il suo primo impiego. I due sono amici da molti anni, ma adesso nella vita della ragazza sta per entrare Thomas, un uomo dalla cattiva reputazione di cui lei si è innamorata. Sabrina passerà dei momenti terribili a causa del carattere arrogante e dei modi violenti di lui. Starà a Daniel cercare di soccorrerla e assisterla quando lei ne avrà maggior bisogno, dimostrando di esserle veramente amico, o forse qualcosa di più…
**

Dolce & selvaggio

Per Mia Holland la laurea rappresenta il traguardo di una vita, il passaggio definitivo all’età adulta. Ma la strada che la attende non è quella che desidera e il futuro che vede davanti a sé non è altro che un’imposizione. Per questo, prima di affrontare a muso duro il proprio destino, decide di concedersi un week-end con le amiche a Las Vegas, all’insegna del puro divertimento. È qui che conosce Ansel Guillaume, un affascinante francese che le fa perdere letteralmente la testa, facendole prendere la decisione più folle della sua vita: seguirlo in Francia per l’estate. Il programma è semplice: divertirsi e vivere una dolce, selvaggia avventura, senza complicazioni sentimentali. Ma presto il gioco di ruoli che i due hanno intrapreso inizia a cedere sotto i colpi dell’attrazione e della passione, e il copione che si ostinano a recitare si trasforma nella vita vera, una vita molto diversa da quella che Mia si è lasciata alle spalle. Ora si trova a un bivio: tornare nel mondo reale o continuare a vivere un sogno che le sembra lontano anni luce da tutto quello che ha sempre conosciuto?
**

I dodici

Sono dodici. Hanno gli stessi nomi degli apostoli. Vengono da una terra selvaggia, la Valacchia, ai confini dell’Europa cristiana. Sono mercenari, si fanno chiamare Opricniki, come la guardia personale di Ivan il Terribile, combattono solo di notte, e la loro ferocia senza limiti gela il sangue ai nemici e agli alleati. Ma il capitano Aleksej Ivanovic Danilov e i suoi commilitoni non hanno alternative: è l’autunno del 1812, la Grande Armée ha invaso la Russia, e ogni mezzo è lecito pur di rallentare l’avanzata di Napoleone verso Mosca. Quando osserva gli Opricniki all’opera contro i francesi, Aleksej ripensa alle creature leggendarie che hanno terrorizzato generazioni di bambini russi: i vurdalak che torturano le loro vittime prima di dissanguarle. Forse non si trattava di leggende. E forse i nemici più pericolosi da affrontare non sono di questo mondo.

Dodici racconti raminghi

Il sogno, il destino, il desiderio, l’amore e la morte… i temi eterni e universali della letteratura reinterpretati dalla prosa potente e visionaria di García Márquez. Dodici racconti sul filo misterioso della memoria nei quali l’autore colombiano rivive e reinventa le tappe avventurose del suo girovagare in Europa e nel mondo, i suoi soggiorni a Roma, Barcellona, Parigi, L’Avana, Napoli, Vienna, Ginevra e altre ancora. In ognuno di questi racconti l’autore di Cent’anni di solitudine riannoda i suoi ricordi personali con le vicende di personaggi reali o verosimili, ricostruendo le atmosfere e gli ambienti più caratteristici di ciascuno dei luoghi visitati. Una raccolta insolita, una serie di storie bizzarre e affascinanti nelle quali la cultura del vecchio mondo si mescola all’inarrestabile vivacità tropicale della fantasia del Caribe.

Doctor Faustus

La tragica storia del musicista Adrian Leverkühn, che, come Faust, ottiene dal demonio anni di meravigliosa attività intellettuale in cambio della dannazione eterna. Pubblicato nel 1947, il romanzo esprime l’atmosfera disperata della catastrofe nazista.
**

Dizionario della stupidità

“Due cose sono infinite, l’universo e la stupidità umana, ma sul primo ho ancora dubbi” disse Einstein. Visto che la stupidità è così pervasiva, è bene cercare di capire cosa sia. Nel suo nuovo libro Odifreddi analizza e smaschera molte manifestazioni di stupidità. Si va da esempi scientifici ad altri di vita quotidiana (perché, con aria condizionata e riscaldamento, in estate e inverno cerchiamo di ottenere la temperatura della stagione opposta?), dalla Legge di Peter, secondo cui si fa carriera fino al proprio livello di incompetenza, a quella di Murphy. Applicando il rigore logico-matematico alla realtà, Odifreddi ci offre una chiave per smontare luoghi comuni e leggere il mondo.

Dizionario dei telefilm

I telefilm che hanno segnato un’epoca, come Happy Days, Miami Vice, M.A.S.H. o I segreti di Twin Peaks. Quelli che hanno scatenato vere e proprie manie collettive e imposto nuovi divi, come Dallas, E.R. e Friends. Gli infallibili Derrick, Baretta, Starsky e Hutch, Colombo… I «cult» ai confini della realtà televisiva come Star Trek, Agente Speciale, Il prigioniero e X-Files o quelli «a quattro zampe» come Rin Tin Tin, Lassie, Flipper e Furia. Le sit-com dalla risata facile come I Jefferson, I Robinson o Tre cuori in affitto. Senza trascurare le serie «made in Italy», dallo Sheridan di Ubaldo Lay al Maigret di Gino Cervi fino a Un medico in famiglia. E poi le serie dimenticate, quelle interrotte dopo le prime puntate, quelle che hanno magari trovato pochi ma accanitissimi fan. L’elenco potrebbe continuare a lungo, suscitando una raffica di ricordi e di domande, perché i telefilm e i loro eroi hanno accompagnato i nostri anni, con vicende ora comiche ora drammatiche. Hanno proposto personaggi indimenticabili e imposto modelli di comportamento, hanno costruito trame appassionanti e situazioni coinvolgenti, e al tempo stesso sono stati specchio dei cambiamenti del costume e della società. In questo informatissimo dizionario, Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria offrono un catalogo completo di tutti i telefilm trasmessi dalle reti televisive italiane pubbliche e private. Di ogni serie sono riportati i dati essenziali, a cominciare dal cast, e una scheda con le caratteristiche tecniche principali, il riassunto, le indiscrezioni dietro le quinte e le curiosità, i premi, le guest-star, i produttori, le colonne sonore, le eventuali traduzioni cinematografiche. Insomma, tutto quello che c’è da sapere sui telefilm che hanno reso il nostro piccolo schermo un po’ più grande. Corredato da numerose illustrazioni, è un libro da sfogliare tra curiosità, divertimento e nostalgia: perché raccoglie le infinite storie che ci stanno accompagnando, anno dopo anno, e ci fannoridere, piangere e sognare. Questa edizione aggiornata è stata arricchita con oltre 300 nuove schede.

Un divorzio tardivo

Nella settimana che precede la Pasqua, torna in Israele Kaminka, padre di tre figli ormai sposati, e marito di una donna chiusa da anni in manicomio. Abita negli Stati Uniti, ha una nuova compagna e aspetta un figlio. Sono dunque le pratiche del divorzio che Kaminka deve avviare, ma il rientro in patria e in famiglia non avviene senza traumi. Davanti a un avvenimento così grave, vengono a galla i nodi irrisolti, le vecchie ferite, scatenando una crisi progressiva che esplode proprio il giorno di Pasqua. Il dramma della famiglia sconvolta dalla divisione “tardiva” dei genitori si arricchisce di una miriade di particolari che ne fanno un forte affresco di vita contemporanea, non soltanto israeliana.
**