33809–33824 di 62912 risultati

Speak. Le parole non dette

Melinda Sordino ha tredici anni e un segreto. L’estate prima di entrare al liceo, durante una festa, viene violentata da uno dei ragazzi più popolari della scuola. Ancora sconvolta, Melinda chiama la polizia, e nel fuggi fuggi generale non riesce a confessare la violenza subita. Quando pochi giorni dopo le amiche di Melinda scoprono che è stata lei a chiamare la polizia e a rovinare il party, non pensano a chiederle spiegazioni, ma la maltrattano e smettono addirittura di salutarla. Melinda si isola e comincia ad avere difficoltà a parlare sia a scuola che a casa. Fino a che… Vincitore di numerosi riconoscimenti letterari, “Speak” è stato tradotto in venti paesi con grande successo di critica e vendite. **

Spazio Privato

Quasi tre mesi. Un “diario” realistico e intenso che pizzica corde d’erotismo in uno spaccato moderno e riconoscibile. Tra amicizia, amore, e il fluire quotidiano delle piccole e grandi sconfitte, dei piccoli e grandi “tradimenti”, nostri e della vita.

Uno sparo nel buio

Billy Stabbat, titolare di un’agenzia di investigazioni, è un animo romantico, sensibile al fascino femminile. Niente di strano quindi che sia rimasto stregato dagli occhi della bella Mary, sospettata di furto ai danni della banca dello zio, al punto da autoaccusarsi di omicidio e finire nella prigione di Dartmoor. Dopo di che non resta che un piccolo problema… scoprire il vero assassino.Edgar Wallacenacque nel 1875 a Greenwich (Londra). Cominciò a lavorare giovanissimo; a diciott’anni si arruolò nell’esercito ma nel 1899 riuscì a farsi congedare. Fu corrispondente di guerra per diversi giornali. Ottenne il suo primo successo come scrittore con I quattro giusti, nel 1905. Da allora scrisse, in ventisette anni, circa 150 opere narrative e teatrali di successo, nonché la sceneggiatura del celeberrimo King Kong. Definito “il re del giallo”, è morto nel 1932.
(source: Bol.com)

Spanky

La vita di Martyn Ross è un disastro: nessuno lo rispetta sul lavoro, con le donne è una frana, la sua vita sociale una catena di fallimenti. Ma un giorno incontra Spanky, un personaggio misterioso e affascinante che riesce d’incanto a cambiare la vita di chi gli sta intorno, trasformando ogni fallimento in successo: amici, donne, lavoro. Spanky rappresenta per Martyn l’occasione di diventare tutto ciò che non è, ma che vorrebbe essere. Ma perché mai qualcuno dovrebbe aiutare un perdente nato come lui? Non può trattarsi di un gesto disinteressato, anche se Martyn compie l’errore di pensarlo. Senz’altro ci sarà un prezzo da pagare… ma non ha nulla a che vedere con l’anima, come assai presto Martyn scoprirà con orrore. Anzi, esattamente il contrario!

La spada e il gelsomino

È un’Inghilterra selvaggia e avventurosa a far da sfondo alla strenua lotta per il potere tra re Riccardo Cuor di Leone e il perfido principe Giovanni Senzaterra e a costituire il palcoscenico ideale per le irriverenti gesta di Robin Hood e i suoi banditi.
Tra le sue verdi lande segnate da feroci combattimenti e permeate dagli antichi riti magici celti, un uomo si distingue per audacia ed eroismo: Falcon de Burgh.
Il valore in battaglia, la fiera sagacia e lo spirito indomito, accompagnati a una prestanza fisica irresistibile per ogni donna, hanno consentito a questo cavaliere dai natali non nobili di guadagnarsi la stima incondizionata dei più valorosi baroni e di essere prescelto quale sposo di una delle due adorabili figlie del fratellastro del re.
Ma quando ormai la sua ascesa sociale sembra compiuta, con grande soddisfazione di tutti, un avvenimento improvviso cambia il corso degli eventi: la comparsa di Jasmine, la bellissima figlia illegittima del futuro suocero.
Per Falcon vederla e innamorarsene è tutt’uno, al punto di rinunciare a tutto pur di avere in sposa l’incantevole fanciulla, probabilmente l’unica del regno a disdegnare un tal marito.
Ribelle e determinata, Jasmine preferisce di gran lunga al matrimonio – e soprattutto a questo matrimonio – la pratica delle arti magiche apprese dalla nonna e i complotti in favore della cugina Mary Ann, amata dal fuorilegge Robin Hood.
Tuttavia non avrà scelta e costretta a un’unione che non sopporta, tra moti d’orgoglio e incomprensioni, la giovane e candida sposa rifugge il maschio erotismo del marito, costringendo Falcon ad affrontare la più difficile delle battaglie: la conquista dell’amore di sua moglie.

Il sovrano delle ombre

‘Un racconto impavido e commovente… una scrittura mossa, armoniosa, che irretisce’
**El Pais**

Nessuna famiglia sfugge al proprio passato
Il nuovo romanzo dell’autore di Soldati di Salamina

Dopo il successo dell’Impostore, Javier Cercas ritorna con un romanzo denso, coinvolgente, dolorosamente necessario.
Al centro, la breve vita di un ragazzo che nel 1936, all’inizio della guerra civile, si arruolò con l’esercito di Franco e due anni dopo fu ucciso nella battaglia dell’Ebro. Quel ragazzo, che aveva combattuto per una causa ingiusta ed era morto dal lato sbagliato della Storia, era il prozio materno di Javier Cercas, che oggi sente il dovere di capire il senso delle sue scelte per separare la verità dalla menzogna. Il risultato è un libro dal passo ipnotico, pieno di azione, emozione e ironia, che ci riporta ai temi fondamentali della narrativa di Cercas: la natura poliedrica e misteriosa dell’eroe, l’inevitabile ambiguità di ogni ricostruzione storica, la difficoltà di farsi carico del proprio passato, soprattutto se scomodo.
Indagine personale e collettiva, romanzo sulla guerra profondamente contrario alla guerra, Il sovrano delle ombre risponde in modo inaspettato e illuminante alle domande sollevate dall’autore oltre quindici anni fa con Soldati di Salamina.

(source: Bol.com)

Sottomessa al piacere

L’agente speciale Shane Dominic non ha mai dimenticato la conturbante Laura Vasquez, nonostante lei lo abbia lasciato senza una spiegazione per sposare un altro uomo. Ora, dopo dodici anni, le loro strade tornano a incontrarsi e lo fanno nel peggiore dei modi: il marito di Laura, sospettato di essere a capo di una banda internazionale di ladri, viene trovato ucciso e Shane capisce di avere un’ultima chance di scoprire tutti i pericolosi segreti che Laura custodisce. Ma per indurla a confessare dovrà prima conquistarsi la sua fiducia e lui conosce un solo modo per farlo, procurandole il piacere più squisito tramite la sottile arte della sottomissione. Tre giorni in un cottage isolato, lontano da tutti, saranno sufficienti per far capire a entrambi di appartenere l’uno all’altra nel senso più intimo e sconvolgente del termine.

Sotto un cielo cremisi

Quando Hap e Leonard vengono contattati dal loro vecchio amico Marvin Hanson, che vorrebbe liberare sua nipote da alcuni trafficanti di droga, i due non hanno problemi a svolgere il lavoro. L’unico problema è che quegli spacciatori lavorano per persone molto più malvagie e feroci di loro. Nasce così una vera e propria guerra senza limiti e restrizioni, durante la quale Hap e Leonard conosceranno un misterioso e leggendario assassino, chiamato Vanilla Ride; e dopo quell’incontro, le cose si metteranno davvero male per loro.

Sotto la pelle

Un’estate londinese torrida e calda, Zoe, Jennifer e Nadia, tre donne che non si conoscono e non hanno nulla in comune – salvo il fatto d’essere bionde e minute – ricevono agghiaccianti messaggi da uno sconosciuto che fruga nella loro vita privata, mette a nudo le loro debolezze e paure e minaccia di uccidere.
**

Sotto la città: Un’indagine per l’agente Erlendur Sveinsson

«L’Islanda ha trovato il suo Mankell… Assolutamente nordico, un narratore che rappresenta un marchio di grande qualità. Erlendur è un personaggio meraviglioso.»Die Welt«Misteri ricchi di pathos… Uno scrittore che merita davvero di essere letto.»The Daily Telegraph«L’agente Erlendur, un antieroe in versione islandese… un personaggio interessante, sintomatico del marcio e del non detto della società contemporanea.»L’ExpressC’è un biglietto dal significato misterioso accanto al corpo del vecchio Holberg, trovato col cranio sfondato nel suo appartamento di Reykjavík. All’agente Erlendur, solitario cinquantenne divorziato, a cui vengono affidate le indagini, sembra un caso banale, ma non appena comincia a scavare nella vicenda emergono sul conto dell’uomo dettagli inquietanti che conducono a un passato torbido, fatto di stupri e di perversioni. Ma non solo. Indizio dopo indizio, Erlendur scoprirà una città sconosciuta e segreta, una Reykjavík che cela un mondo sotterraneo, macabro e sconosciuto: la «Città dei barattoli», la sezione della facoltà di Medicina in cui un tempo venivano conservati organi umani a scopi scientifici e didattici…«Indriðason è il miglior scrittore di gialli dei paesi nordici.»The Times«Indriðason riempie il vuoto lasciato da Stieg Larsson.»Usa Today«Se amate i gialli di classe, allora questo autore fa per voi.»The Irish Time

Sotto il sole giaguaro

“Un libro che sto scrivendo parla dei cinque sensi, per dimostrare che l’uomo contemporaneo na ha perso l’uso. Il mio problema scrivendo questo libro &egrave che il mio olfatto non &egrave molto sviluppato, manco d’attenzione auditiva, non sono un buongustaio, la mia sensibilit&agrave tattile &egrave approssimativa, e sono miope”. (Italo Calvino)

Sotto gli occhi dell’Occidente

Narra la vicenda di una provocazione montata dalla polizia zarista con il fine di compromettere un gruppo di rivoluzionari che agisce dall’estero. Al centro dell’ingranaggio campeggia la tormentata figura di Ramuzov, strumento e insieme vittima della trama imbastita dai servizi segreti.

Sotto controllo

Siamo nell’84 e mentre il sottoscritto aveva appena un anno e più che mangiare e cagare non faceva, in America già si facevano i conti con le innovazioni scientifiche nel campo medico, biomedico e comportamentale. È nel lontano 1974 che per la prima volta si intravede negli Stati Uniti una regolamentazione che controlli le sperimentazioni sui bambini, i ritardati e i feti ma dieci anni dopo c’erano ancora case farmaceutiche pronte a scavalcare qualsiasi tipo di etica per brevettare nuove cure. È in questo contesto che troviamo Adam, studente di medicina, alle prese con la Arolen, una multinazionale con degli strani interessi verso la ginecologia e le donne incinta. Già in una condizione economica poco invidiabile, scopre che la moglie aspetta un bambino e, proprio per salvarlo, dovrà combattere una guerra contro il colosso farmaceutico, superando prove impossibili per evitare che il male gli rubi un figlio non ancora nato. Robin Cook ha il pregio di riuscire a scrivere di argomenti insidiosi come la scienza biomedica con una facilità estrema, inserendoli in narrazioni alle quali tutti possono avvicinarsi.
**
### Sinossi
Siamo nell’84 e mentre il sottoscritto aveva appena un anno e più che mangiare e cagare non faceva, in America già si facevano i conti con le innovazioni scientifiche nel campo medico, biomedico e comportamentale. È nel lontano 1974 che per la prima volta si intravede negli Stati Uniti una regolamentazione che controlli le sperimentazioni sui bambini, i ritardati e i feti ma dieci anni dopo c’erano ancora case farmaceutiche pronte a scavalcare qualsiasi tipo di etica per brevettare nuove cure. È in questo contesto che troviamo Adam, studente di medicina, alle prese con la Arolen, una multinazionale con degli strani interessi verso la ginecologia e le donne incinta. Già in una condizione economica poco invidiabile, scopre che la moglie aspetta un bambino e, proprio per salvarlo, dovrà combattere una guerra contro il colosso farmaceutico, superando prove impossibili per evitare che il male gli rubi un figlio non ancora nato. Robin Cook ha il pregio di riuscire a scrivere di argomenti insidiosi come la scienza biomedica con una facilità estrema, inserendoli in narrazioni alle quali tutti possono avvicinarsi.

La sottile linea scura

Nell’afosa estate texana del 1958, il tredicenne Stanley Mitchell lavora nel drive-in del padre, e mette il naso in un segreto che doveva rimanere celato. E la “perdita dell’innocenza” di Stanley, in quell’estate in cui il mondo per lui cambia per sempre, coincide con il miracolo di una resurrezione davvero magica. In perfetta naturalezza, Lansdale ricrea le voci, il sapore, la vita, di un tempo scomparso del tutto, come non fosse mai esistito. La “sottile linea scura”, che segna per Stanley la scoperta del male del dolore e della morte insieme con l’esplosione del sesso e la consapevolezza del conflitto razziale, diventa la parete trasparente da varcare per immergerci in quegli anni Cinquanta lontani ormai come la preistoria.
**