33569–33584 di 65579 risultati

Fondente come il cioccolato

Mi è capitato, di tanto in tanto, di essermi lasciata sedurre, giusto perché è piacevole desiderare ed essere desiderata, nonostante sia consapevole che è tutta una finzione e che alla fine gli uomini mi deludono sempre. Lui no! Non sono neanche arrivata a provare delusione perché non ha neppure tentato un approccio. Non ha voluto neppure sapere il mio nome.L’ho incontrato in un negozio di dolciumi e lui ha fatto una battuta sul mio sacchetto di praline al cioccolato. Da allora non faccio altro che pensare a lui, sta diventando un’ossessione. Forse la causa è la mia scarsa vita sociale, dunque ho preso la decisione di uscire più spesso e ho accettato l’invito della mia amica Marcy a passare una serata insieme.Peccato che alla fine della serata la mia ossessione si sia tramutata in un’irrefrenabile voglia di possessione!

Fondazione Paradiso: La quarta inchiesta di Annika Bengtzon

Al porto di Stoccolma, tra le macerie rimaste sulle banchine dopo che un violento uragano si è abbattuto sulla Svezia, vengono ritrovati i corpi di due uomini assassinati con un colpo di pistola alla testa. Sembra trattarsi di una vera e propria esecuzione, e Annika Bengtzon fiuta lo scoop che potrebbe finalmente dare slancio alla sua carriera; è da tempo che alla redazione della Stampa della sera è relegata a correggere bozze durante il turno di notte, e il posto le va stretto. Le indagini parlano di contrabbando, in particolare sigarette, un traffico che punta all’Europa dell’Est e incrocia la strada di Aida Begovic, una giovane disperata e in fuga. Alla sua richiesta di aiuto, Annika le consiglia di rivolgersi alla Fondazione Paradiso, un’istituzione – su cui medita di scrivere un articolo – che promette di cancellare il passato delle persone minacciate offrendo loro una nuova identità. Quello che ci vuole per una donna che ha visto troppo ed è braccata da una brutale organizzazione criminale. Mentre una nuova serie di omicidi scuote un’inchiesta che si fa sempre più intricata, Annika, divisa tra l’amore per la sua professione e una vita privata che è ordinata e tranquilla solo nei suoi desideri, segue il suo istinto di giovane reporter e si avvicina alla verità, rendendosi conto che né Aida né la misteriosa Fondazione Paradiso sono davvero ciò che sembrano.

Follia tropicale

Carlie e Reilly non hanno nulla in comune: lei ha conosciuto solo la semplice vita della missione dell’America Centrale in cui è cresciuta dopo essere rimasta orfana; lui è un soldato americano che deve portare in salvo la figlia e il nipotino del leader del Paese, nascosti proprio nella missione di Carlie. Entrambi, però, si trovano in fuga attraverso la giungla tropicale con i ribelli alle calcagna. Riuscirà Carlie a resistere alla tentazione della carne? No, se questa assume irresistibili sembianze umane e si infila nel suo sacco a pelo!
**
### Sinossi
Carlie e Reilly non hanno nulla in comune: lei ha conosciuto solo la semplice vita della missione dell’America Centrale in cui è cresciuta dopo essere rimasta orfana; lui è un soldato americano che deve portare in salvo la figlia e il nipotino del leader del Paese, nascosti proprio nella missione di Carlie. Entrambi, però, si trovano in fuga attraverso la giungla tropicale con i ribelli alle calcagna. Riuscirà Carlie a resistere alla tentazione della carne? No, se questa assume irresistibili sembianze umane e si infila nel suo sacco a pelo!

Follia profonda

Un mazzo di bellissime rose rosse senza biglietto. Un inquietante disegno sotto il tergicristallo dell’auto? Lo psichiatra Jan Forstner è l’oggetto delle attenzioni insistenti di una sconosciuta. All’inizio pensa si tratti semplicemente dei sentimenti innocui di una paziente. Ma quando un amico giornalista, che stava per fargli delle rivelazioni sconvolgenti che lo riguardavano da vicino, viene trovato barbaramente ucciso, Forstner comincia a temere di essere il bersaglio finale di una pazza omicida. Una stalker che non si ferma davanti a nulla pur di ottenere ciò che vuole. E ciò che vuole è lui, Jan, per sempre?

Follemente tua

Ereditiera viziata e sognatrice, Sally MacArthur ha scoperto che il suo ex e la sua sorellastra sono fuggiti insieme dopo aver rubato un prezioso monile di famiglia. Decisa a sistemare le cose prima che il padre scopra tutto, decide dunque di chiedere aiuto all’aitante investigatore James Diamond pur sapendo che lui finirà per cacciarla in un mare di guai. Infatti, come se non bastassero i rischi che stanno correndo insieme, tra loro scocca la scintilla di un’attrazione fisica che minaccia di esplodere da un momento all’altro. E durante le indagini succede un fatto inquietante che potrebbe cambiare il presente e il futuro…
**
### Sinossi
Ereditiera viziata e sognatrice, Sally MacArthur ha scoperto che il suo ex e la sua sorellastra sono fuggiti insieme dopo aver rubato un prezioso monile di famiglia. Decisa a sistemare le cose prima che il padre scopra tutto, decide dunque di chiedere aiuto all’aitante investigatore James Diamond pur sapendo che lui finirà per cacciarla in un mare di guai. Infatti, come se non bastassero i rischi che stanno correndo insieme, tra loro scocca la scintilla di un’attrazione fisica che minaccia di esplodere da un momento all’altro. E durante le indagini succede un fatto inquietante che potrebbe cambiare il presente e il futuro…

Foglie d’erba

* * Foglie d’erba * , la raccolta di poesie che Whitman andò continuamente ampliando dal 1855 al 1892, é un fiume straripante che trascina con sé, nel suo inarrestabile scorrere, ogni palpito di vita. È respiro vitale, corporeità selvatica, sesso, erotismo, speranza, allegria, esaltazione insieme dell?individuo e della massa, del singolo e dell?uguaglianza. È puro presente, immanenza, istantaneità. Foglie d?erba é tutto questo, tutto questo é stato Walt Whitman: “Un cosmo, di Manhattan il figlio turbolento, carnale, sensuale, che mangia, che beve e procrea”, come il poeta amava parlare di sé. E tanta irruente baldanza Giuseppe Conte, curatore di questa edizione ed egli stesso poeta, é andato rintracciando nel suo personale attraversamento di Foglie d?erba, alla ricerca delle poesie più possenti, più trascinanti, più capaci di fondare una nuova mitologia poetica.
**

La Foglia di Ambra

Anita è una donna realizzata: ha una fantastica famiglia ed è la scrittrice italiana numero uno.
Tutto andrebbe benissimo, non fosse per il modo in cui Anita è attaccata alla sua vita di successo, così tanto da essersi dimenticata di tutto il resto, persino della figlia che ultimamente è davvero strana.
Con la mente ancorata al fantasma del passato, incredibilmente vivido e tanto amato della sorella–foglia che Anita ha perso in gioventù, la donna trascura tutti per via del senso di colpa che non l’abbandona mai; perde così il marito Sebastiano e rischia di vedere sgretolata la sua vita e la sua famiglia evitando le sue responsabilità coniugali e genitoriali e comportandosi da arrogante e spocchiosa Star.
Tutto finché il fantasma di Ambra non torna nella sua vita attraverso i disegni di Alice, sua figlia, che senza poter sapere dell’esistenza della sorellina di sua madre né del suo doloroso passato, ne conosce il nome e la disegna con precisi particolari e attenta cura, insieme alla casa d’infanzia delle due sorelle.
Ambra è una foglia ed è la sorellina che Anita ha visto cadere nel pozzo e ha vegliato e amato durante il lungo coma per gran parte della sua adolescenza straziata dal dolore; come mai sua figlia, a soli sei anni, sa esattamente ogni cosa di lei e del suo aspetto?
Sarà proprio insieme ad Alice che Anita compirà un viaggio di ritorno alle origini, dove sensazionali e drammatici eventi attendono una madre e una figlia, che forse alla fine si ritroveranno.
**
### Sinossi
Anita è una donna realizzata: ha una fantastica famiglia ed è la scrittrice italiana numero uno.
Tutto andrebbe benissimo, non fosse per il modo in cui Anita è attaccata alla sua vita di successo, così tanto da essersi dimenticata di tutto il resto, persino della figlia che ultimamente è davvero strana.
Con la mente ancorata al fantasma del passato, incredibilmente vivido e tanto amato della sorella–foglia che Anita ha perso in gioventù, la donna trascura tutti per via del senso di colpa che non l’abbandona mai; perde così il marito Sebastiano e rischia di vedere sgretolata la sua vita e la sua famiglia evitando le sue responsabilità coniugali e genitoriali e comportandosi da arrogante e spocchiosa Star.
Tutto finché il fantasma di Ambra non torna nella sua vita attraverso i disegni di Alice, sua figlia, che senza poter sapere dell’esistenza della sorellina di sua madre né del suo doloroso passato, ne conosce il nome e la disegna con precisi particolari e attenta cura, insieme alla casa d’infanzia delle due sorelle.
Ambra è una foglia ed è la sorellina che Anita ha visto cadere nel pozzo e ha vegliato e amato durante il lungo coma per gran parte della sua adolescenza straziata dal dolore; come mai sua figlia, a soli sei anni, sa esattamente ogni cosa di lei e del suo aspetto?
Sarà proprio insieme ad Alice che Anita compirà un viaggio di ritorno alle origini, dove sensazionali e drammatici eventi attendono una madre e una figlia, che forse alla fine si ritroveranno.
### L’autore
Deborah Fasola è nata a Vercelli nel 1978. Laureata in Scienze dell’Educazione ha operato nel sociale per molti anni per poi dedicarsi completamente al mondo dell’editoria. Prima lettrice accanita e poi autrice, scrive da quando è una ragazzina ed è anche editor freelance e articolista. Esordisce con il genere fantasy nel 2010 ma solo nel 2015, dopo parecchie prove lettararie, ottiene la svolta pubblicando per Rizzoli e venendo notata da un’altra grande realtà editoriale. La Foglia di Ambra è un romanzo che l’autrice ha nel cassetto da molti anni e che adesso sente di dover lasciar libero di camminare nel mondo.

Foe

Un’isola che non riesce piú a evocare il fascino della mitica isola di Robinson Crusoe. Una naufraga tratta in salvo, Susan Barton, che si ostina a cercare uno scrittore capace di raccontare la sua vera storia e quella dei suoi due compagni. L’enigmatico Crusoe, che in quell’isola finisce i suoi giorni, e il suo schiavo Venerdí, cui qualcuno ha mozzato la lingua costringendolo al silenzio. Uno scrittore, Foe, chiamato a dare vita a quel mondo perché non cada nell’oblío, condannato a muta insignificanza. Coetzee reinventa la vicenda di Robinson Crusoe puntando lo sguardo sulla narrazione, arte tirannica, mistificatoria, e però necessaria. L’unica salvezza nell’oscuro disegno della vita.

Il fiume delle nebbie

Protagonista di questo noir di ambientazione padana o, meglio, emiliana, è il commissario Soneri. Un po’ Montalbano e un po’ Maigret, amante della buona tavola e del vino della sua terra, è rimasto precocemente vedovo e oggi l’amore ha per lui i lineamenti irregolari e il temperamento infiammabile, ma in fondo affettuoso, di Angela, un’agguerrita avvocatessa poco incline a una relazione tranquilla e “pantofolaia”. Per questa indagine il commissario è costretto ad abbandonare il terreno familiare della sua Parma per spostarsi, in un freddo autunno, lungo le sponde del Po, il fiume “che dà e prende”, dove sopravvivono ancora attività antiche e, nella memoria dei vecchi, i ricordi sempre vividi della guerra e della Resistenza. L’inchiesta appare difficile sin dalle prime mosse, perché ruota intorno alle morti misteriose di due anziani fratelli, con un fosco passato di attivisti ai tempi del fascismo e di Salò. Il Po è in piena per delle piogge incessanti, e in questo fantasmatico paesaggio di acque, golene, nebbie fitte, case semisommerse e strade impraticabili, il commissario procede a tentoni, sulla base di labili indizi e di intuizioni nate dai continui confronti con gli anziani del luogo. Che tra mezze parole, eloquenti silenzi e reticenze, alla fine lo condurranno – loro malgrado – sulla pista giusta. Una pista che arriva da un remoto passato, e che si lega a una vendetta consumata come un piatto davvero freddo…

Il fiume della morte. Mary Lester e gli annegati dell’Odet

“Sapete quante persone muoiono ogni anno di morte violenta sull’Odet?”. La corrente del “più bel fiume francese”, se bisogna credere ai depliant turistici, non è soltanto popolata da salmoni e spigole. Talvolta passano, tra le acque e le maree, misteriosi cadaveri. Quante persone ogni anno muoiono di morte violenta sull’Odet? Mary Lester tenta di rispondere e le sue ricerche, fra Quimper e Benodet, fra annegati, incidentati e dispersi, conducono a sorprendenti scoperte.

Il fiume dell’oppio

È il settembre del 1838 quando una terribile burrasca si abbatte sulla Ibis, la goletta a due alberi in viaggio verso Mauritius con il suo carico di “coolie”, di “delinquenti”. Come un uccello mitologico in balia del vento, con il bompresso come un grande becco e le vele come due enormi ali spiegate, la Ibis resiste miracolosamente alla furia dell’uragano. Nel fracasso della tempesta, tuttavia, tra lampi, tuoni e marosi, una scialuppa si allontana lestamente dalla goletta. È una barca di fuggitivi e a bordo reca due lascari, i leggendari marinai che parlano una lingua tutta loro, e tre coolie che dovrebbero scontare la loro pena a Mauritius: Kalua l’ex lottatore strappato ai campi di papaveri indiani, Ah Fatt, il figlio di un ricco mercante di Bombay e di una donna cinese, Neel, il raja di Raskhali che ha sperperato la sua ricchezza, indebitandosi con i mercanti inglesi e finendo galeotto nella stiva della nave inglese. Qualche giorno dopo attracca a Mauritius un brigantino anch’esso male in arnese dopo una traversata segnata da disgrazie e tragedia: il Redruth di Fitcher Penrose, il cacciatore di piante. A Port Louis, però, Fitcher ha di che rallegrarsi. Nel porto di Mauritius fa, infatti, bella mostra di sé uno dei più venerati orti botanici del mondo in cui hanno prestato la loro opera lo scopritore della buganvillea e quello del pepe nero. Secondo volume della trilogia della Ibis.
**

La firma del puparo

A volte le tracce del passato affiorano come sugheri nel mare. Ecco allora che Nino Calabro, l’amico d’infanzia che Liguori ha arrestato per droga, annuncia di voler collaborare con la legge. Ad aprirsi è un vaso di Pandora, che porta l’ufficiale a indagare sulla scomparsa di un cronista palermitano. Di colpo il tempo non gli basta più: deve svelare il mistero, contrastare una guerra di mafia, decifrare i messaggi del puparo che muove i fili di tutto, proteggere i familiari del pentito minacciati dai sicari di Cosa Nostra e della ‘ndrangheta.
**

Firenze: Weekend a…

Se volete visitare Firenze in un weekend lungo o per un breve soggiorno, questo volume fa proprio al caso vostro. Una guida agile, dove è possibile trovare tutto il meglio per organizzare una vacanza ”alla grande” nel tempo a disposizione. Quattro itinerari selezionati guidano alla scoperta dei luoghi da non perdere. Il centro della città offre poi molti spunti a chi, tra un museo e l’altro, vuole darsi alle spese. Per i buongustai non manca una scelta di ristoranti, trattorie ed enoteche dove gustare crostini di fegato, ribollita e trippa, oltre all’imperdibile bistecca alla fiorentina. Se avete bisogno di un alloggio ce n’è per tutte le esigenze: dai piccoli alberghi a una stella in pieno centro storico ai favolosi hotel di lusso. La guida è completata da un dettagliato apparato di cartine, per aiutare il lettore a raggiungere agevolmente tutti i principali punti di interesse.
**
### Sinossi
Se volete visitare Firenze in un weekend lungo o per un breve soggiorno, questo volume fa proprio al caso vostro. Una guida agile, dove è possibile trovare tutto il meglio per organizzare una vacanza ”alla grande” nel tempo a disposizione. Quattro itinerari selezionati guidano alla scoperta dei luoghi da non perdere. Il centro della città offre poi molti spunti a chi, tra un museo e l’altro, vuole darsi alle spese. Per i buongustai non manca una scelta di ristoranti, trattorie ed enoteche dove gustare crostini di fegato, ribollita e trippa, oltre all’imperdibile bistecca alla fiorentina. Se avete bisogno di un alloggio ce n’è per tutte le esigenze: dai piccoli alberghi a una stella in pieno centro storico ai favolosi hotel di lusso. La guida è completata da un dettagliato apparato di cartine, per aiutare il lettore a raggiungere agevolmente tutti i principali punti di interesse. 

Fiori, Romanzi e grandi promesse

«Piacere, sono Forster Smith e sono venuto per sposare Kate.» A pronunciare questa frase non è un giovanotto, ma un arzillo signore di settant’anni con un mazzo di rose gialle, deciso a chiedere la mano di Kate Salomon e a mettere a soqquadro la sua esistenza tranquilla. In effetti Kate, nel giorno del suo settantunesimo compleanno, tutto si sarebbe aspettata tranne che di ricevere una proposta di matrimonio. Soprattutto, mai avrebbe immaginato che a farla fosse Forster Smith, l’uomo che ha già rifiutato per ben tre volte nonostante lo amasse perdutamente. Trasferitasi da Londra a Ribanova, in Spagna, quindici anni prima, poco dopo aver guadagnato una piccola fortuna dalla pubblicazione postuma dei romanzi di suo zio Albert, Kate condivide ora una grande casa con due amiche spumeggianti, Anna Livia e Shirley, ed è proprietaria di una libreria storica. Vedova da diverso tempo, Kate è contenta della sua vita, anche se in cuor suo ha sempre rimpianto di non aver sposato quel ragazzo brillante conosciuto al college mezzo secolo prima. Adesso, a più di trent’anni dal suo ultimo disastroso incontro con Forster, nulla impedisce a Kate di dirgli il fatidico sì e di coronare il sogno d’amore di tutta una vita. Mentre lei si lascia trascinare nel turbine dei preparativi per il matrimonio, la sua famiglia comincia a esprimere seri dubbi sulla buona fede dello sposo, soprattutto dopo il ritrovamento fortuito di un nuovo romanzo dello zio Albert che potrebbe fruttare a Kate un discreto gruzzolo. Tra una prova d’abito, un assaggio di torta e un’indagine ricca di colpi di scena su un manoscritto inedito, riuscirà Kate a convincere tutti che Forster è l’uomo giusto per lei e non è interessato solo al suo patrimonio? Un elogio all’amore senza età. Perché, per quanto tu possa sfuggirgli, il vero amore alla fine ti trova sempre.