33201–33216 di 66541 risultati

Per voce sola

“Questa voce distesa e atroce, questa scrittura onesta e pulita: questa capacità di incarnare la sofferenza dei deboli e degli indifesi, di raccontare personaggi terrificanti con umiltà, senza effetti.” (Federico Fellini). Con questo romanzo Susanna Tamaro ha vinto il Premio Pen Club 1991 e il Premio Rapallo 1992.
**

Per ultimo il cuore

«Impossibile non apprezzare quel magnifico arsenale che è l’opera di Margaret Atwood… in tutta la sua forza, grazia e ricchezza. Quando penso al suo talento e ai suoi successi di scrittrice, rimango senza fiato.» Alice Munro«La Atwood fa quello che le riesce meglio: sezionare teneramente il cuore umano. Una scrittrice meravigliosa.» The Daily Mail«Le apocalissi della Atwood sono diverse da tutte le altre perché a causarle siamo stati noi. Non le meteoriti o gli alieni distruggono il mondo, ma noi. Mi è piaciuto moltissimo.» The Times«La scrittrice più straordinaria della nostra epoca.» The Sunday TimesIn un Nord America messo in ginocchio da una disastrosa crisi economica e dal dilagare della criminalità, Stan e Charmaine, una giovane coppia innamorata, cedono alla falsa lusinga della normalità e della sicurezza promesse da un avvenente progetto, in cambio della rinuncia a qualche «piccola» libertà personale. Finiscono in una città troppo bella per essere vera, dove tutti hanno una casa e stanno bene, dove il prezzo è lavorare per un losco personaggio a capo della comunità, facendo cose orribili: per esempio praticare iniezioni letali ai condannati a morte o lavorare in una sorta di mercato del sesso. Si ritrovano così a fare il male per libera scelta ma contro la loro volontà. Questa situazione conflittuale li trascinerà in un surreale complotto che darà lo spunto per interrogarsi su cosa significhi amare – in un futuro dove non solo il sesso ma anche l’amore è mercificato – e scegliere. Una riflessione spumeggiante e graffiante, calata in una narrazione serratissima, dal ritmo travolgente, che usa con disinvoltura il paradosso e l’ironia per portare alla luce quelle gemme preziose nascoste nell’arte di Margaret Atwood: pensieri nuovi.

Per tutto l’oro del mondo (L’Alligatore)

Una delle tante rapine nelle ville delle campagne del Nordest finisce in tragedia con un duplice e brutale omicidio. Nonostante gli sforzi, le indagini non portano a nulla. Due anni dopo Marco Buratti viene contattato per indagare sul crimine e scoprire i responsabili. Il suo cliente è giovane, il più giovane che gli sia mai capitato, ha appena dodici anni ed è il figlio di una delle vittime che lo ingaggia offrendogli venti centesimi di anticipo. Fin dall’inizio la verità appare sconvolgente e contorta, per certi versi inaccettabile. L’Alligatore e i suoi soci, Beniamino Rossini e Max La Memoria si ritrovano ben presto invischiati in una vicenda di oro e di vendetta che li obbliga a scontrarsi con bande di rapinatori e criminali insospettabili. Nulla è facile in questa inchiesta che si trasforma presto in una trappola infernale. Nessuno vuole pagare per i propri crimini, tutti vogliono arricchirsi mentre l’Alligatore e i suoi amici devono tutelare gli interessi del loro cliente. Massimo Carlotto, con questo romanzo, affronta un tema scottante come quello delle rapine nelle ville, nervo scoperto di un intero territorio che spesso reagisce in maniera scomposta. Lo scrittore padovano propone un punto di vista inedito su dinamiche criminali e sociali che si intrecciano in spirali perverse.
**
### Recensione
**Venti centesimi per sapere chi ha ucciso la mamma cuoca**
*Niccolò Zancan* , Tuttolibri – La Stampa
Marco Buratti è un investigatore privato senza licenza e senza lavoro. Teme per il suo equilibrio mentale: «Ho bisogno di un caso. Uno rognoso, difficile, pericoloso. Altrimenti vado a pezzi. Sono al limite». L’incarico glielo offre un bambino di 8 anni, anche se non proprio di sua spontanea iniziativa. Buratti lo cerca: «Vogliamo scoprire chi ha fatto male alla tua mamma, ma per poter indagare abbiamo bisogno di un cliente che ci ingaggi. Come parente più prossimo tocca a te». La mamma faceva la cuoca in una villa di signori, si chiamava Luigina. Era una donna buona, lenta e invisibile. È stata uccisa durante una rapina, insieme ai padroni di casa. E insomma, il bambino tira fuori una moneta da 20 centesimi, tutto quello che ha in tasca, ingaggia Buratti e la danza può incominciare. È un nuovo caso per l’Alligatore, l’ultimo romanzo di Massimo Carlotto.
Rapine in villa. Musica blues. Bande rivali. Vendette. Bordelli. Casalinghe annoiate. Politici emergenti. L’oro dei gioielli fuso in lingotti perfetti. Chi ha ucciso Luigina? Con Marco Buratti, fiero della sua Škoda Felicia con un impianto stereo nuovo di zecca, indagano i sodali di sempre. Max la Memoria detto «il ciccione», che tenta inutilmente di dimagrire e di convertirsi a una vita quasi sana, nella speranza di normalizzarsi. E il vecchio gangster Rossini, che si è comprato una barca e l’ha chiamata Sylvie, come il suo grande amore morto suicida. Uno che beve «Sauvignon di marca» perché si è rotto del rito dello spritz: «Francamente non mi sembra così buono da perderci la testa». E tutti insieme si muovono di giorno, ma preferibilmente di notte, fra l’isola di Pellestrina, Padova, Vicenza, Pordenone, i piccoli paesi della provincia veneta.
Qui si narra di uomini «irregolari» tagliati fuori da tutto. Perché neanche la mala è più quella di un tempo. È un mondo in frantumi. L’Alligatore, il ciccione e il vecchio gangster si cacciano nei guai per cercare di aggiustarne almeno un pezzo. Qui si racconta il Nord Est di oggi: «A Padova l’amministrazione della città era perennemente in guerra con qualcuno. Una signora caritatevole, che aveva ospitato alcuni nigeriani fuggiti dalle zone controllate dai jihadisti di Boko Haram e sopravvissuti ai viaggi verso Lampedusa, era stata contestata duramente dal primo cittadino. Un’associazione di commercianti aveva organizzato una fiaccolata di protesta per scongiurare il pericolo di un’epidemia di solidarietà».
Certo, bisognerà scoprire chi ha ammazzato Kevin Fecchio, che sembrava più di un sospettato. Bisognerà capire, alla fine, chi riuscirà a salvare la pelle. Cosa si arriva a fare «per tutto l’oro del mondo». Ma mentre l’indagine procede, fra verità ufficiali e verità vere, nasce la storia d’amore fra l’Alligatore e Cora, la «donna di jazz». È un’infermiera del reparto grandi ustionati. Vive immersa nel dolore. Di notte, due giorni alla settimana, cambia vita e diventa cantante al Pico’s Club. Lo fa per sopravvivere. Lo fa per passione. Lei: «Non ho mai tradito mio marito e ora sono pronta a farlo. Non so se è giusto o sbagliato ma voglio che accada. Il nostro matrimonio non è crisi e io lo amo come un tempo, ma sono irresistibilmente attratta da te perché mi hai corteggiata. Mi hai fatto sentire importante». Buratti: «Di me non vuoi sapere nulla?». Lei: «No. Mi è stato detto che in fondo sei affidabile, ma temo che approfondire sarebbe un errore».
Viene in mente quel verso di una canzone di Ivano Fossati: «I motivi di un uomo non sono belli da verificare». I motivi dell’Alligatore sono inconfessabili, segreti pesanti ma ben riposti. Per esempio, che si è innamorato di Cora proprio indagando per conto del marito. Temeva che ci fosse un altro uomo. E adesso, effettivamente, c’è. La donna di jazz domanda: «Sai baciare?». Marco Buratti risponde: «Bacio benissimo. Ovunque». E si capisce perfettamente che quei baci, soltanto quei baci, saranno l’unico riparo dal mondo.
Rimpianti per una vita regolare? L’Alligatore non ne ha.
### Sinossi
Una delle tante rapine nelle ville delle campagne del Nordest finisce in tragedia con un duplice e brutale omicidio. Nonostante gli sforzi, le indagini non portano a nulla. Due anni dopo Marco Buratti viene contattato per indagare sul crimine e scoprire i responsabili. Il suo cliente è giovane, il più giovane che gli sia mai capitato, ha appena dodici anni ed è il figlio di una delle vittime che lo ingaggia offrendogli venti centesimi di anticipo. Fin dall’inizio la verità appare sconvolgente e contorta, per certi versi inaccettabile. L’Alligatore e i suoi soci, Beniamino Rossini e Max La Memoria si ritrovano ben presto invischiati in una vicenda di oro e di vendetta che li obbliga a scontrarsi con bande di rapinatori e criminali insospettabili. Nulla è facile in questa inchiesta che si trasforma presto in una trappola infernale. Nessuno vuole pagare per i propri crimini, tutti vogliono arricchirsi mentre l’Alligatore e i suoi amici devono tutelare gli interessi del loro cliente. Massimo Carlotto, con questo romanzo, affronta un tema scottante come quello delle rapine nelle ville, nervo scoperto di un intero territorio che spesso reagisce in maniera scomposta. Lo scrittore padovano propone un punto di vista inedito su dinamiche criminali e sociali che si intrecciano in spirali perverse. 

Per sempre nel tuo letto

Questa piccante antologia di racconti offre una carrellata di ritratti di sposi in varie situazioni, tutte ugualmente stuzzicanti. La celeberrima Alison Tyler, regina della letteratura erotica, ha affidato a noti autori un tema tradizionale perché lo rivisitassero in chiave sensuale e proponessero alle lettrici storie di coppie che raggiungono in vari modi la felicità coniugale. I maestri dell’erotismo che firmano queste pagine mostrano che una fervida immaginazione e il desiderio di sperimentare inedite fantasie di seduzione sono i segreti per ravvivare il talamo nuziale, iniziare bene una nuova unione o risolvere i problemi di un legame in crisi. La luna di miele non è il momento più romantico di un matrimonio, ma è solo l’inizio di una lunga avventura…
Tra anniversari, divorzi, tradimenti, incontri inaspettati, crisi del settimo anno, tradizioni, riti, feste e colpi di scena, tutti i protagonisti hanno un unico comune denominatore: un erotismo intenso, una passione travolgente che vi coinvolgerà e vi farà venire voglia di… dire Sì!
**
### Sinossi
Questa piccante antologia di racconti offre una carrellata di ritratti di sposi in varie situazioni, tutte ugualmente stuzzicanti. La celeberrima Alison Tyler, regina della letteratura erotica, ha affidato a noti autori un tema tradizionale perché lo rivisitassero in chiave sensuale e proponessero alle lettrici storie di coppie che raggiungono in vari modi la felicità coniugale. I maestri dell’erotismo che firmano queste pagine mostrano che una fervida immaginazione e il desiderio di sperimentare inedite fantasie di seduzione sono i segreti per ravvivare il talamo nuziale, iniziare bene una nuova unione o risolvere i problemi di un legame in crisi. La luna di miele non è il momento più romantico di un matrimonio, ma è solo l’inizio di una lunga avventura…
Tra anniversari, divorzi, tradimenti, incontri inaspettati, crisi del settimo anno, tradizioni, riti, feste e colpi di scena, tutti i protagonisti hanno un unico comune denominatore: un erotismo intenso, una passione travolgente che vi coinvolgerà e vi farà venire voglia di… dire Sì!

Per sempre

###
Nora se ne è andata da quindici anni e Matteo, ogni giorno da allora, chiede a se stesso quale sia la strada da percorrere. Un viaggio intriso di amore e dolore, di ricordi che riaffiorano dal passato, di luoghi in cui la natura amplifica con la sua bellezza e la sua forza i pensieri e le domande del protagonista. Vivendo ormai da anni immerso nella natura che circonda la sua casa in mezzo ai boschi, Matteo si confronta con la propria coscienza sul filo dei ricordi di un passato che riaffiora e si alterna al presente delineando i protagonisti, passati e presenti, della sua vita. “Perché, quando succede qualcosa di irreparabile, non si fa che pensare a quello che si poteva evitare?”.
Cercando la risposta a infinite domande, Matteo racconta la sua storia forte e dolorosa, poetica e profonda: una storia d’amore così intensa da obbligare il lettore a confrontarsi con il racconto di una vita che, alla fine, non riguarderà più soltanto il protagonista ma tutti coloro che la leggeranno.
*Per sempre* è la storia di un amore. Che permane e resiste e che è, soprattutto, un amore impossibile. Con una scrittura nitida ed evocativa, a 17 anni di distanza dalla pubblicazione di *Va’ dove ti porta il cuore*, Susanna Tamaro torna con uno straordinario romanzo sulla profondità dell’animo umano, sulla fatica di crescere, sul coraggio e sull’amore come fondamento di ogni rapporto.

Per sempre

La paura è più forte dell’amore e l’ispettore Mazzeo l’ha vissuto sulla sua pelle. Per la prima volta il poliziotto è tentato di lasciarsi tutto alle spalle e ricominciare da zero con Nicky, la ragazzina che gli è stata affidata. I suoi nemici non sono dello stesso parere e lottare per la sopravvivenza sarà di nuovo l’unica opzione possibile. Mazzeo, combattuto tra il desiderio di essere un capo freddo e temuto come Ivankov, il mafioso ceceno da cui è ossessionato, e l’amore fraterno per i suoi uomini, dovrà decidere una volta per tutte chi essere e da che parte stare, e scegliere tra l’amore per la sua “famiglia” e il potere. In un finale che cambierà per sempre il suo destino, Mazzeo scoprirà che la vendetta non è un’arte ma una scienza.

Per scrivere un film

Sceneggiatore di film che appartengono ormai alla storia del cinema, Ugo Pirro introduce il lettore nel suo laboratorio e lo fa assistere e partecipare alla fasi principali della creazione cinematografica: come si scrive un soggetto, come si organizza il materiale fantastico intorno a un’idea, come si individua e si usa la trovata; con l’aiuto di innumerevoli esempi tratti sia dalla sua biografia sia dalla filmografia dei più celebrati autori. Scrive Pirro: “Questo libro è un rapporto sulle mie esperienze di scrittore di cinema; è insieme un tentativo di analizzare, dall’interno, il lavoro dello sceneggiatore, la sua funzione sconosciuta ai più, nonché di illustrare un possibile metodo di lavoro. Naturalmente esso non si rivolge ai professionisti, non intende, cioè, svelare a chi li conosce i segreti di un mestiere invidiato e oltraggiato, ma piuttosto agli spettatori. E fra gli spettatori io comprendo i critici cinematografici che, alla pari degli spettatori paganti, mostrano quotidianamente una consistente disinformazione circa i metodi di comporre un intreccio cinematografico e i problemi che esso comporta. Anche un bel film ha passi difficili, ma le difficoltà di lettura possono essere limitate se si riconosce allo spettatore il diritto di penetrare nella bottega del cinema, di utilizzare nel corso di una proiezione gli utensili che si usano più comunemente. Portarlo dietro lo “schermo”, addestrarlo a smascherare il prestigiatore, significa favorire la sua consapevolezza, difenderlo dai vecchi inganni”.

Per rivederti ancora

Sydney, 1946. Centinaia di mogli sono pronte a salpare verso l’Inghilterra per raggiungere i soldati che hanno sposato in tempo di guerra. Al posto della nave di lusso su cui credono di imbarcarsi trovano però la HMS* Victoria*, una portaerei piena di uomini. Inizia così il viaggio che fra dubbi, sospiri e ripensamenti, cambierà per sempre le loro vite…
**
### Sinossi
Sydney, 1946. Centinaia di mogli sono pronte a salpare verso l’Inghilterra per raggiungere i soldati che hanno sposato in tempo di guerra. Al posto della nave di lusso su cui credono di imbarcarsi trovano però la HMS* Victoria*, una portaerei piena di uomini. Inizia così il viaggio che fra dubbi, sospiri e ripensamenti, cambierà per sempre le loro vite…

Per puro caso

«La mia scrittrice preferita.» **Nick Hornby** «Un’autrice che rappresenta il meglio della letteratura americana di oggi, una squisita cronista della vita di tutti i giorni. I suoi personaggi fanno a un tempo rabbia e tenerezza, sono tradizionali eppure eccentrici.» **The Observer** «Anne Tyler dimostra una creatività instancabile: sembra non esserci fine alla quantità di storie che riesce a inventare.» **London Review of Books** «La Tyler si è fatta cronista attenta e affettuosa di un’America piccola piccola, e bisogna darle atto di una straordinaria bravura.» **La Stampa** Per puro caso è la storia di una quarantenne, Delia Grinstead, una donna sposata con tre figli ormai quasi grandi, che all’improvviso – semplicemente allontanandosi da una spiaggia, prendendo un passaggio in macchina, abbandonandosi al piacere di un piccolo viaggio imprevisto – si lascia alle spalle il matrimonio e la famiglia per costruirsi una nuova vita in una cittadina poco lontana da Baltimora, luogo centrale nella narrativa della scrittrice americana. Tutto avviene apparentemente per caso, eppure nulla è veramente casuale. Cosa ha spinto Delia a compiere questo gesto, in cui forse ogni donna può riconoscere un proprio desiderio, la tentazione di un momento? È la sensazione di essere diventata inutile? Il riaffiorare di antiche umiliazioni? O, semplicemente, il senso di insoddisfazione, di limitatezza che inevitabilmente un matrimonio trasmette? Delia, in ogni caso, non sfuggirà facilmente ai limiti, ai gravami, alle responsabilità di cui lei stessa si è caricata. Li ritroverà anzi intatti nella sua nuova esistenza. Poiché questo, che è un mirabile ritratto di matrimonio e forse il libro più intenso, più struggente e divertito insieme della Tyler, è anche la disamina del destino che ciascuno porta in sé, già scritto. Anche il matrimonio è un destino cui non ci si può sottrarre (e Delia avrà modo di rendersene conto). Ma più forte e più profonda è la soggezione che ciascuno ha verso i propri vincoli interiori, verso la propria vocazione. «Non esiste forse oggi uno scrittore americano migliore di Anne Tyler. Quando un autore è di questo livello, è impossibile trovare dei termini di paragone.» **Los Angeles Times** «Non è solo brava, è straordinariamente brava!» **John Updike** «Il piacere dei romanzi della Tyler: un miscuglio di pathos e ironia, di personaggi nevrotici o sbiaditi, di tragedie e di quotidianità.» **l’Espresso** «Semplici tragedie quotidiane. Stupidità del vivere, forse, ma scritta con una prosa che ci emoziona e ci incanta. Ogni volta.» **D di Repubblica** «Una voce innovativa nella scena letteraria americana.» **Corriere della Sera** (source: Bol.com)

Per ordine del re

Inghilterra, 1538
Stephen de Lacey, Barone di Wimberleigh, non ha mai fatto mistero di ciò che pensa della vita di corte e del suo sovrano. Eppure, quando Enrico VIII, indispettito dal suo atteggiamento sprezzante, gli impone di sposare la vagabonda che ha cercato di rubargli un cavallo, è costretto suo malgrado a obbedire. Convinto che il re si stancherà presto di quell’ennesimo giochetto e che sia solo questione di tempo prima che gli conceda l’annullamento, decide di stare ben lontano dalla novella sposa e di far finta che lei non esista. Eppure Juliana riesce a poco a poco a conquistare il suo cuore, a sciogliere i nodi più cupi della sua anima e a svelare i suoi più intimi segreti. Ma quando la felicità sembra ormai a portata di mano, ecco che il passato, minaccioso e mortale, torna ad affacciarsi dalle lontane pianure russe…

Per ogni giorno, per ogni notte (Youfeel)

Non ci sono leggi che possano frenare la passione
Erica ha un sogno: trasformare Villa Flora in un museo di abiti e gioielli che parlino dell’avventurosa vita della zia Orsola. Per farlo però deve vincere le resistenze dei Rocchi – gli eredi del marito della zia – che sulla villa hanno ben altre mire. E quando l’anziana donna finisce in ospedale, Erica si trova a combattere con Tiziano Mascari, avvocato della parte avversa. Affascinante e determinato, l’uomo è deciso a far prevalere i suoi clienti, ma anche a scalfire le resistenze di Erica per consumare l’attrazione innegabile che è sorta fra loro. E lei, improvvisamente consapevole di una parte di sé che ha sempre cercato di soffocare, non riesce a mettere a tacere i propri desideri. Ma Tiziano ha troppe cose da nasconderle, sia sul lavoro sia nella vita privata. Ed Erica deve decidere se fidarsi della propria ragione o lasciarsi del tutto andare agli istinti. A costo di farsi distruggere.
Una storia d’amore e desiderio intensa e appassionante, in cui l’eleganza si mescola alla sensualità.
Mood: Erotico – YouFeel è un universo di romanzi digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.
**
### Sinossi
Non ci sono leggi che possano frenare la passione
Erica ha un sogno: trasformare Villa Flora in un museo di abiti e gioielli che parlino dell’avventurosa vita della zia Orsola. Per farlo però deve vincere le resistenze dei Rocchi – gli eredi del marito della zia – che sulla villa hanno ben altre mire. E quando l’anziana donna finisce in ospedale, Erica si trova a combattere con Tiziano Mascari, avvocato della parte avversa. Affascinante e determinato, l’uomo è deciso a far prevalere i suoi clienti, ma anche a scalfire le resistenze di Erica per consumare l’attrazione innegabile che è sorta fra loro. E lei, improvvisamente consapevole di una parte di sé che ha sempre cercato di soffocare, non riesce a mettere a tacere i propri desideri. Ma Tiziano ha troppe cose da nasconderle, sia sul lavoro sia nella vita privata. Ed Erica deve decidere se fidarsi della propria ragione o lasciarsi del tutto andare agli istinti. A costo di farsi distruggere.
Una storia d’amore e desiderio intensa e appassionante, in cui l’eleganza si mescola alla sensualità.
Mood: Erotico – YouFeel è un universo di romanzi digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.

Per la gloria dell’impero (Macrone e Catone Vol. 14)

**N°1 in tutto il mondo
Nessuno come lui
Un grande romanzo storico
Se non conosci Scarrow, non conosci Roma**
**Britannia, 52 d.C. **Le tribù occidentali sono pronte a schierarsi. Ma saranno in grado di eguagliare la disciplina e il coraggio dei legionari? Macrone, ferito, è rimasto indietro a difesa dell’accampamento, mentre il prefetto Catone cerca di penetrare nelle colline. Il suo intento è consolidare il trionfo di Roma schiacciando definitivamente la roccaforte dei Druidi. Ma con l’inverno che avanza, il percorso è funestato dalle piogge fredde e dalle tempeste di neve. Quando le pattuglie di Macrone riferiscono che il presidio degli indigeni si sta assottigliando, un terribile sospetto prende forma nella mente del soldato. È possibile che il governatore Quintato abbia sottovalutato il nemico? Se c’è in atto un piano sofisticato e mortale, saranno Catone e i suoi uomini a pagarne il prezzo…
**5 milioni di copie nel mondo
Simon Scarrow è leggenda**
«Il miglior scrittore di romanzi storici? Simon Scarrow.»
**Corriere della Sera**
«Il nuovo capitolo della lunga serie di Scarrow sull’esercito romano è come sempre un grande piacere. Per gli appassionati di Catone e Macrone è rincuorante sapere che le loro avventure sono più che mai vive.»
**The Times**
«Un buon libro, facile da leggere ma travolgente.»
**Mail on Sunday**
**Simon Scarrow**
È nato in Nigeria. Dopo aver vissuto in molti Paesi si è stabilito in Inghilterra. Per anni si è diviso tra la scrittura, sua vera e irrinunciabile passione, e l’insegnamento. È un grande esperto di storia romana. *Il centurione*, il primo dei suoi romanzi storici pubblicato in Italia, è stato per mesi ai primi posti nelle classifiche inglesi. Scarrow è autore dei romanzi *Sotto l’aquila di Roma*,* Il gladiatore*, *Roma alla conquista del mondo*, *La spada di Roma*, *La legione*, *Roma o morte*, *Il pretoriano*, *La battaglia finale*,* Il sangue dell’impero*, *La profezia dell’aquila*, *L’aquila dell’impero*, *Sotto un unico impero*, *La spada e la scimitarra, Per la gloria dell’impero* e* I conquistatori* (con T.J. Andrews), tutti pubblicati dalla Newton Compton.
**
### Sinossi
**N°1 in tutto il mondo
Nessuno come lui
Un grande romanzo storico
Se non conosci Scarrow, non conosci Roma**
**Britannia, 52 d.C. **Le tribù occidentali sono pronte a schierarsi. Ma saranno in grado di eguagliare la disciplina e il coraggio dei legionari? Macrone, ferito, è rimasto indietro a difesa dell’accampamento, mentre il prefetto Catone cerca di penetrare nelle colline. Il suo intento è consolidare il trionfo di Roma schiacciando definitivamente la roccaforte dei Druidi. Ma con l’inverno che avanza, il percorso è funestato dalle piogge fredde e dalle tempeste di neve. Quando le pattuglie di Macrone riferiscono che il presidio degli indigeni si sta assottigliando, un terribile sospetto prende forma nella mente del soldato. È possibile che il governatore Quintato abbia sottovalutato il nemico? Se c’è in atto un piano sofisticato e mortale, saranno Catone e i suoi uomini a pagarne il prezzo…
**5 milioni di copie nel mondo
Simon Scarrow è leggenda**
«Il miglior scrittore di romanzi storici? Simon Scarrow.»
**Corriere della Sera**
«Il nuovo capitolo della lunga serie di Scarrow sull’esercito romano è come sempre un grande piacere. Per gli appassionati di Catone e Macrone è rincuorante sapere che le loro avventure sono più che mai vive.»
**The Times**
«Un buon libro, facile da leggere ma travolgente.»
**Mail on Sunday**
**Simon Scarrow**
È nato in Nigeria. Dopo aver vissuto in molti Paesi si è stabilito in Inghilterra. Per anni si è diviso tra la scrittura, sua vera e irrinunciabile passione, e l’insegnamento. È un grande esperto di storia romana. *Il centurione*, il primo dei suoi romanzi storici pubblicato in Italia, è stato per mesi ai primi posti nelle classifiche inglesi. Scarrow è autore dei romanzi *Sotto l’aquila di Roma*,* Il gladiatore*, *Roma alla conquista del mondo*, *La spada di Roma*, *La legione*, *Roma o morte*, *Il pretoriano*, *La battaglia finale*,* Il sangue dell’impero*, *La profezia dell’aquila*, *L’aquila dell’impero*, *Sotto un unico impero*, *La spada e la scimitarra, Per la gloria dell’impero* e* I conquistatori* (con T.J. Andrews), tutti pubblicati dalla Newton Compton.

Per grazia ricevuta

###
La fine del contrabbando di sigarette e l’esplosione del traffico di cocaina, la vitalità delle famiglie allargate e la solitudine dei nuovi single, la forza d’animo di adolescenti con i genitori in carcere e di madri costrette a farcela da sole: la difficoltà di vivere e di amare in una città, Napoli, in cui l’amore e la vita hanno i denti affilati e non concedono sconti.
*Per grazia ricevuta* ci regala quattro storie di donne e di uomini in un momento cruciale della loro vita, narrate con ironia ma anche con una passione a volte dolorosa. Le protagoniste di questi racconti diventano poli di attrazione per una fauna di personaggi indimenticabili: operai fascinosi e quindicenni effeminati, vecchi camorristi e nuovi notabili, tipografi clandestini e amici immaginati. Il tutto sostenuto dalla vitalità, dalla precisione, dalla sensualità di una scrittura che ha consacrato Valeria Parrella come una delle voci più belle delle nostre ultime stagioni letterarie.

Per chi suona la banana

Si parte dal marzo del 2007, quando ancora la rubrica di Marco Travaglio sull”Unità’ si chiamava Uliwood Party: governava, traballando, Romano Prodi. Si arriva al settembre del 2008: la rubrica si chiama Ora d’aria e sgoverna, anzi risgoverna Silvio Berlusconi, riesumato e rianimato dagli errori del centrosinistra. Per chi suona la banana racconta con graffiante puntiglio e feroce amore per la verità i dodici mesi finali dell’Unione Brancaleone e i primi sei del Berlusconi III. Con cadenza pressoché quotidiana, Travaglio registra fatti e dichiarazioni del teatrino politico-mediatico, richiama i suoi protagonisti alle loro dichiarazioni (dove troppo spesso latitano coerenza e logica), denuncia storture e stupidaggini. È la pratica di un giornalismo che ha come linee guida la libertà e l’indipendenza ��� e infatti gli strali colpiscono imparzialmente a destra e a sinistra. Si tratta in primo luogo di informare, dando spazio anche alle notizie che un’informazione addomesticata cerca di far sparire, riportando alla memoria il passato e creando nessi illuminanti tra fatti e frasi in apparenza distanti. Un giornalismo di questo genere assume così un compito di controllo e verifica nei confronti dei Palazzi, un ruolo fondamentale per il buon funzionamento di ogni democrazia. Per chi suona la banana, come gli altri libri di Marco Travaglio, finisce dunque per portare alla luce alcune delle dinamiche profonde – e a volte desolanti – della recente storia patria. Solo da qui, tuttavia, solo acquisendo consapevolezza di difetti e storture, è possibile iniziare a cambiare, immaginare un paese e una politica diversi. Chi preferisce il pessimismo all’utopia può invece provare a ipotizzare, partendo da queste pagine, la prossima tappa del degrado. Ma intanto questo paese e questa politica, così come li racconta Travaglio, sono spesso (purtroppo!) più divertenti delle gag di molti cabarettisti.
(source: Bol.com)

Per Addestrarti (Blood Bonds #4)

Credevo di sapere chi fossi. Cosa fossi.
Credevo di non avere più scampo, che la mia resistenza fosse ormai giunta al termine.
Poi ho sentito la sua voce pronunciare il mio nome.
Poi i suoi occhi hanno risposto al richiamo dei miei.
Non ha paura di me. Si avvicina. Mi parla. Mi tocca come se le appartenessi. È folle.
Lui è l’unica chance che ho per restare viva. Devo far sì che gli importi di me. Che sia lui ad avvicinarsi.
Ma non riesco a starle lontano.
Ma gli basta sfiorarmi perché perda di vista l’obiettivo.
L’arrivo della Regina è vicino.
Dovrò scegliere.
La sottomissione.
O la lama di André Lamaze.
Qualunque sia la sua decisione, finalmente dirò addio alla mia piccola rossa.
Dark Contemporary Romance
Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente e omicidi. Non adatto a persone suscettibili ai temi trattati. +18
**
### Sinossi
Credevo di sapere chi fossi. Cosa fossi.
Credevo di non avere più scampo, che la mia resistenza fosse ormai giunta al termine.
Poi ho sentito la sua voce pronunciare il mio nome.
Poi i suoi occhi hanno risposto al richiamo dei miei.
Non ha paura di me. Si avvicina. Mi parla. Mi tocca come se le appartenessi. È folle.
Lui è l’unica chance che ho per restare viva. Devo far sì che gli importi di me. Che sia lui ad avvicinarsi.
Ma non riesco a starle lontano.
Ma gli basta sfiorarmi perché perda di vista l’obiettivo.
L’arrivo della Regina è vicino.
Dovrò scegliere.
La sottomissione.
O la lama di André Lamaze.
Qualunque sia la sua decisione, finalmente dirò addio alla mia piccola rossa.
Dark Contemporary Romance
Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente e omicidi. Non adatto a persone suscettibili ai temi trattati. +18
### L’autore
Nata il 24 gennaio 1991, Chiara Cilli vive a Pescara. I generi di cui scrive spaziano dal Dark Fantasy e Dark contemporaneo all’Erotic Suspense. Ama le storie d’amore intense e tragiche, con personaggi oscuri, deviati e complicati.

Il pensiero politico del Novecento

Nel 2001 il Mulino ha pubblicato il “Manuale di storia del pensiero politico”, curato da Carlo Galli, un’utile strumento per lo studio della riflessione politica dall’antichità ai giorni nostri. Per venire incontro alle esigenze della didattica e dello studio universitario, viene ora riproposta in volume autonomo, a cura dello stesso Galli, la parte dedicata al pensiero politico del Novecento: dalla crisi dell’ordine politico moderno alla trasformazione delle principali ideologie (nazionalismo, socialismo, liberalismo), dalla tragedia dei totalitarismi alla “rinascita” della democrazia nel secondo dopoguerra, dalla crisi dello Stato sociale ai processi di decolonizzazione e al neo-liberalismo, fino alle questioni poste dai processi di globalizzazione.