33105–33120 di 65579 risultati

L’anitra selvatica

Un nuovo indirizzo appare con L’anitra selvatica (1884), che mette in scena dei marginali e dove anche il simbolo – l’anatra selvatica chiusa in un casolare – ha qualche cosa di spento. Ibsen è corroso dal dubbio: si chiede se vale la pena di esigere la verità a qualsiasi prezzo restando liberi.
**
### Sinossi
Un nuovo indirizzo appare con L’anitra selvatica (1884), che mette in scena dei marginali e dove anche il simbolo – l’anatra selvatica chiusa in un casolare – ha qualche cosa di spento. Ibsen è corroso dal dubbio: si chiede se vale la pena di esigere la verità a qualsiasi prezzo restando liberi.

L’angelo della finestra d’Occidente

Nell’”Angelo della finestra d’Occidente” Meyrink inscena la biografia di un alchimista realmente vissuto – quel John Dee che fu matematico e cultore di discipline ermetiche, magiche e astrologiche sotto il regno di Elisabetta I d’Inghilterra –, ma in modo da evocare gli stadi di un vero e proprio processo alchemico in cui morte e rinascita sono momenti progressivi per accedere all’autentica conoscenza. Così, quando John Dee si ridesta nell’ultimo discendente della sua stirpe, il barone Müller, intorno a costui riappaiono le forze e i personaggi che, già secoli prima, avevano aiutato o ostacolato l’antenato nella ricerca della Pietra filosofale. In un fatale gioco di sdoppiamenti il barone Müller rivive l’arresto di John Dee nella Torre di Londra, la liberazione ad opera di un’Elisabetta non ancora regina, gli esperimenti condotti insieme a Edward Kelley (emissario in terra dell’angelo della finestra d’Occidente), la fuga dall’Inghilterra e l’ospitalità dell’imperatore Rodolfo in Boemia. Ma la via alchemica può compiersi solo attraverso la conquista della «donna occulta», la Regina dei filosofi. Che non sarà Elisabetta, posseduta per violenza d’incantesimo da John Dee, né la principessa Assja Chotokalungin, dai gialli occhi di pantera, bramata fino all’odio dal barone Müller, ma un’ulteriore, ancor più misteriosa figura.

L.A. tattoo

Los Angeles: Elvis Cole riceve la telefonata che aspettava sin dell’infanzia. La polizia ha trovato in un vicolo un uomo ferito a morte e completamente tatuato che, prima di morire, è riuscito a pronunciare le sue ultime parole: “Sto cercando mio figlio, Elvis Cole”. Da sempre ossessionato dalla figura del padre, su cui sa poco o niente, Elvis si rivolge alle uniche persone che possono aiutarlo: l’enigmatico amico Joe Pike e la tagliente detective Carol Starkey. Insieme i tre si lanciano in un’indagine che arriverà a far luce sull’identità dell’uomo morto e sul suo terribile segreto. Ma ancora non sospettano di aver risvegliato un mostro che dormiva: un killer spietato, uno psicopatico convinto che Cole gli stia dando la caccia…

Kobane calling

Tre viaggi nel corso di un anno. Turchia, Iraq, Siria, per documentare la vita della resistenza curda in una delle zone calde meno spiegate dai media mainstream. Zerocalcare realizza un lungo racconto, a tratti intimo, a tratti corale, nel quale l’esistenza degli abitanti del Rojava (una regione il cui nome non si sente mai ai telegiornali) emerge come un baluardo di estrema speranza per tutta l’umanità.
**

Il Killer della Rosa (Un Mistero di Riley Paige — Libro #1)

I cadaveri di alcune donne, uccise in modi grotteschi, sono ritrovati nelle campagne della Virginia.Non sembrano esserci soluzioni e viene coinvolta l’FBI ma anche i federali sono disorientati. Un pericoloso serial killer è a piede libero e non si vuole fermare. Gli agenti sanno che uno solo, tra loro, è in grado di risolvere il caso: l’Agente Speciale Riley Paige.Riley è in convalescenza dopo l’incontro con il suo ultimo serial killer e, sapendola ancora debole, l’FBI è riluttante a ricorrere alla sua mente brillante. Nonostante tutto, Riley, bisognosa di combattere i suoi stessi demoni, torna in campo; si ritrova a frequentare l’inquietante ambiente dei collezionisti di bambole, entra nelle case di famiglie distrutte e finisce per penetrare nei meandri più oscuri della mente del killer.  A poco a poco, Riley capisce di avere di fronte un assassino più complicato di quanto avesse immaginato. In un’incalzante corsa contro il tempo, si ritrova spinta al limite: rischia di perdere il lavoro, la sua famiglia é in pericolo e i suoi nervi rischiano di crollare .Riley Paige ha accettato di seguire di nuovo un caso ed è determinata a risolverlo a qualsiasi costo. Ne è ossessionata, si ritrova ad esplorare gli angoli più oscuri della sua stessa mente, mentre il confine tra cacciatore e preda si assottiglia sempre di più. Con una serie di incredibili colpi di scena, il suo istinto la guidano ad una soluzione, che nemmeno Riley avrebbe mai immaginato. Giallo psicologico che lascia senza fiato, IL KILLER DELLA ROSA segna il debutto di una nuova affascinante serie — e di un nuovo amato personaggio — che vi terrà attaccati alle pagine fino a tardi.Il Libro #2  nella serie di Riley Paige sarà presto disponibile.

Killer

Victor è un sicario, un uomo senza passato e senza identità. Nessuno ne conosce le fattezze, nessuno sa dove viva. Trascorre la sua esistenza nascondendosi da tutto e da tutti, evitando di costruire legami, ed eseguendo i lavori più sporchi senza mai lasciare traccia. Pagato per uccidere un ex ufficiale della Lettonia, Victor porta a termine il compito con fredda e calcolata efficienza, ma qualcosa non va come previsto. Qualcuno gli tende un’imboscata nell’albergo dove alloggia, e da cacciatore, Victor si ritrova a essere un bersaglio, braccato da assassini spietati che lo vogliono morto. Nel tentativo di scoprire chi voglia sbarazzarsi di lui, il killer, ora preda ambita e temuta, decide di fare squadra con una donna bellissima, Rebecca, un’ex analista della CIA, divenuta anche lei bersaglio degli assassini. Ben presto Victor si ritrova costretto a fuggire attraverso quattro continenti, ricercato dai servizi segreti e dalla polizia di vari Paesi. Sarà difficile trovare la verità, nascosta in una rete di segreti intessuta da spie, membri dell’intelligence russi e americani, ex ufficiali della Marina e soldati delle forze speciali, ognuno spronato da torbide e infami motivazioni.Qual è il motivo per cui tutti li vogliono morti? Cosa nasconde di tanto minaccioso il loro passato? Ricco di suspense e azione, Killer è un thriller magistrale, una lettura obbligata per gli appassionati di Lee Child e Robert Ludlum.

(source: Bol.com)

Khomeini, De Sade e io

“Cosa c’è in me di così spaventoso da volerlo coprire? Che cos’ho che non va?” È il 1983, e Abnousse ha sei anni quando per la prima volta si ribella ai guardiani della Rivoluzione spogliandosi e correndo nuda per il cortile della sua scuola a Teheran. Per suo padre, un intellettuale liberale che ha scelto di crescerla incoraggiando la sua ostinazione, l’esilio è l’unica via d’uscita: “Non si può fare granché quando si è prigionieri. Bisogna liberarsi. è impossibile negoziare la propria libertà. La si sceglie e la si prende”. A Parigi, però, Abnousse scopre che la libertà è profondamente diversa da come se l’era sognata, e questa volta è con la letteratura che sceglie di combattere i “signori della morale”: è nei libri infatti che scopre un mondo unico, dove uomini e donne sono uguali, dove a forza di letture, dibattiti, dubbi ed esperienze, le eroine possono vivere la vita quale dev’essere, liberata da pregiudizi, paure e convenzioni. Può la semplice lettura di un romanzo diventare un atto politico? Sì, se come ha scritto Nabokov “la curiosità è insubordinazione allo stato puro”. Dalle parole trasformate in carne degli scrittori libertini ai Versi Satanici, da Colette a Victor Hugo, da Simone De Beauvoir a Madonna, questo è uno straordinario libro sui libri, una storia di resistenza contro l’oppressione, un’appassionata rivendicazione del diritto alla libertà. “La prima parola che pronunciò l’angelo Gabriele di fronte a Maometto che lo ascoltava era: Leggi. In nome del Signore, leggi. Limpido. Ho fatto come mi è stato detto, ma ho intenzionalmente sbagliato libro.”

Kay Scarpetta (Versione italiana)

Abbandonato il suo lavoro di patologa forense a Charleston, in South Carolina, Kay Scarpetta viene convocata dal dipartimento di polizia di New York per esaminare Oscar Bane, un paziente dell’ospedale psichiatrico di Bellevue accusato di omicidio. Costui ha espressamente fatto il suo nome e non intende parlare con nessun altro. Davanti a Kay sostiene di non essere l’autore del delitto e le racconta una storia incredibile, secondo la quale le ferite che ha sul corpo sarebbero state provocate durante l’uccisione di Terri Bridges, la sua ragazza, da qualcuno che lo ha spiato, seguito, studiato e che infine ha aggredito lui e Terri. Oscar potrebbe essere uno psicopatico e mentire, ma le torture e le mutilazioni che Terri ha subito non sono false. Così, assieme allo psicologo forense Benton, da poco suo marito, e alla nipote Lucy, Kay comincia un’indagine che attraversa le strade della città e gli angoli più oscuri di Internet, per scoprire che l’omicida potrebbe essere in realtà molto più vicino di quanto si creda…

Kay Scarpetta

Abbandonato il suo lavoro di patologa forense a Charleston, in South Carolina, Kay Scarpetta viene convocata dal dipartimento di polizia di New York per esaminare un paziente dell’ospedale psichiatrico di Bellevue accusato di omicidio, il quale ha espressamente fatto il suo nome e non intende parlare con nessun altro. Quando entra nella cella, Kay si trova di fronte a un uomo affetto da nanismo, ferito ma ritenuto ancora così pericoloso da trovarsi ammanettato e incatenato. Tuttavia, Oscar Bane sostiene di non essere lui l’autore del delitto e racconta a Kay una storia incredibile, secondo la quale le ferite che ha sul corpo sarebbero sì state provocate durante il delitto di Terri Bridges, la sua ragazza, ma che il responsabile sarebbe qualcun altro. Qualcuno che lo ha spiato, seguito, studiato e che infine ha aggredito lui e Terri. Sembra una storia poco credibile, e Oscar potrebbe facilmente essere uno psicopatico, ma le torture e le mutilazioni che Terri ha subito sono altrettanto al limite dell’incredibile. E poco dopo, un nuovo terribile omicidio viene commesso. Così, assieme allo psicologo forense Benton, da poco suo marito, e Lucy, la nipote anch’essa trasferitasi a New York, Kay comincia un’indagine che attraversa le strade della città e le pieghe più buie di Internet, per scoprire che l’omicida potrebbe essere in realtà molto più vicino di quanto creda. Patricia Cornwell ritorna con una nuova indagine che scava nelle più profonde oscurità umane.

Kay Scarpetta

Abbandonato il suo lavoro di patologa forense a Charleston, in South Carolina, Kay Scarpetta viene convocata dal dipartimento di polizia di New York per esaminare Oscar Bane, un paziente dell’ospedale psichiatrico di Bellevue accusato di omicidio. Costui ha espressamente fatto il suo nome e non intende parlare con nessun altro. Davanti a Kay sostiene di non essere l’autore del delitto e le racconta una storia incredibile, secondo la quale le ferite che ha sul corpo sarebbero state provocate durante l’uccisione di Terri Bridges, la sua ragazza, da qualcuno che lo ha spiato, seguito, studiato e che infine ha aggredito lui e Terri. Oscar potrebbe essere uno psicopatico e mentire, ma le torture e le mutilazioni che Terri ha subito non sono false. Così, assieme allo psicologo forense Benton, da poco suo marito, e alla nipote Lucy, Kay comincia un’indagine che attraversa le strade della città e gli angoli più oscuri di Internet, per scoprire che l’omicida potrebbe essere in realtà molto più vicino di quanto si creda…

Katrin In Missione

Dopo essere stata promossa ad agente di primo livello (vedi Katrin l’Inizio), Katrin viene impegnata, dall’Organizzazione, nelle sue due prime, pericolose, missioni.
Tra una missione e l’altra, però, conoscerà un ragazzo, Christian, che le farà provare, per la prima volta, il più bello dei sentimenti: l’amore…

CONTIENE SCENE ESPLICITE, CONSIGLIATO AD UN PUBBLICO ADULTO.
(source: Bol.com)

Katherine

Stati Uniti, seconda metà del XIX secolo

Katherine Wilson, la bella figlia di un medico di New York, si innamora perdutamente di un uomo che non può avere, un collega di suo padre, già sposato e per giunta, un rigido credente.
Abituata ad affrontare la realtà, la ragazza sposa Edward Madison, proprietario di una splendida tenuta e di una manifattura. I due formano una splendida coppia, almeno apparentemente: solo in pubblico, infatti, riescono a nascondere i profondi dissidi dai quali sono divisi e che rischiano di farsi insanabili.
Quando poi i loro disaccordi esplodono, in una sera di paurosa violenza, Katherine tornerà a New York, dove tenterà di riannodare i fili del suo passato.

Karl Marx: Storia & Biografia & Teoria

Karl Heinrich Marx è nato 5 maggio, 1818 a Treviri in Renania e morì 14 Mar 1883 a Londra , è uno storico , giornalista , filosofo, economista , sociologo e saggista , teorico della rivoluzione socialista e comunista tedesco . Egli è conosciuto per la sua concezione materialistica della storia , descrizione del funzionamento del capitalismo e la sua attività rivoluzionaria del movimento operaio . Ha partecipato al Workers Association. Tutti di pensiero ispirato dal lavoro di Marx è designato sotto il nome del marxismo . Ha avuto una grande influenza sul successivo sviluppo della sociologia . Il suo lavoro ha influenzato in modo significativo del XX secolo , durante il quale molti movimenti rivoluzionari hanno sostenuto il suo pensiero .
**
### Sinossi
Karl Heinrich Marx è nato 5 maggio, 1818 a Treviri in Renania e morì 14 Mar 1883 a Londra , è uno storico , giornalista , filosofo, economista , sociologo e saggista , teorico della rivoluzione socialista e comunista tedesco . Egli è conosciuto per la sua concezione materialistica della storia , descrizione del funzionamento del capitalismo e la sua attività rivoluzionaria del movimento operaio . Ha partecipato al Workers Association. Tutti di pensiero ispirato dal lavoro di Marx è designato sotto il nome del marxismo . Ha avuto una grande influenza sul successivo sviluppo della sociologia . Il suo lavoro ha influenzato in modo significativo del XX secolo , durante il quale molti movimenti rivoluzionari hanno sostenuto il suo pensiero .

Justice

In piedi davanti al cadavere di Julian Sinclair, esponente della Corte Suprema, il tenente Sam Holland è notevolmente turbata. Il fatto che lei sia stata una delle ultime persone a vederlo in vita la sera prima, alla festa per la nomina a senatore di Nick Cappuano, non gioca a suo favore. Sam non può non considerare che Julian è la seconda persona, dopo il senatore John O’Connor, legata a Nick a essere trovata brutalmente uccisa. Per questo deve relegare i sentimenti che prova per lui e non perdere l’obiettività e la freddezza necessari per portare avanti l’indagine. Se non fossero sufficienti le altalene emotive che Sam sta vivendo, le ombre di un caso irrisolto che coinvolgono suo padre si allungano su di lei mettendola in serio pericolo. Segreti sepolti e verità non dette rischiano di far naufragare tutto il suo mondo per la seconda volta. La giustizia può essere cieca, ma mischiare le emozioni con la politica è di sicuro una scelta fatale.
**
### Sinossi
In piedi davanti al cadavere di Julian Sinclair, esponente della Corte Suprema, il tenente Sam Holland è notevolmente turbata. Il fatto che lei sia stata una delle ultime persone a vederlo in vita la sera prima, alla festa per la nomina a senatore di Nick Cappuano, non gioca a suo favore. Sam non può non considerare che Julian è la seconda persona, dopo il senatore John O’Connor, legata a Nick a essere trovata brutalmente uccisa. Per questo deve relegare i sentimenti che prova per lui e non perdere l’obiettività e la freddezza necessari per portare avanti l’indagine. Se non fossero sufficienti le altalene emotive che Sam sta vivendo, le ombre di un caso irrisolto che coinvolgono suo padre si allungano su di lei mettendola in serio pericolo. Segreti sepolti e verità non dette rischiano di far naufragare tutto il suo mondo per la seconda volta. La giustizia può essere cieca, ma mischiare le emozioni con la politica è di sicuro una scelta fatale.

John Sladek

Come ogni robot del XXI secolo il protagonista di questa storia è programmato con i "circuiti asimov", che gli impediscono di uccidere, ferire, offendere o danneggiare in qualsiasi modo un essere umano. Ma per un caso raro quanto sfortunato i circuiti non funzionano e il robot incomincia a covare i peggiori propositi. Esteriormente tuttavia si dimostra benigno e servizievole, perchè il suo scopo non è l'aggressione immediata. Il suo scopo è di arrivare, prima di tutto, alla vice-presidenza degli Stati Uniti.

John Lennon

L’8 dicembre 1980 John Lennon viene ucciso da un colpo di pistola esploso da uno squilibrato di fronte al Dakota Building, la sua residenza newyorkese. Trent’anni dopo, il ricordo del Beatle più amato, complesso e controverso è più vivo che mai. Frutto di decine di interviste, la biografia di Larry Kane che strinse amicizia con Lennon durante i tour americani di cui i Fab Four furono protagonisti a metà degli anni Sessanta – costituisce un ritratto sincero e documentato dell’autore di molte delle canzoni più memorabili della storia della musica pop. Dal genio pieno di dubbi al marito affettuoso, dal generoso filantropo al “guerriero della pace”, le mille sfaccettature del Lennon uomo e personaggio pubblico vengono analizzate a fondo, restituendoci un’immagine mai così completa della sua leggenda, dagli esordi alla tragica fine. Proprio come sarebbe piaciuto a John, una stella che, racconta oggi Yoko Ono, “non voleva essere adorata dai fan: voleva che i fan sapessero di cosa era fatta”.