32769–32784 di 74503 risultati

Un teologo contro Hitler: sulle tracce di Dietrich Bonhoeffer

“Dietrich Bonhoeffer, pastore evangelico, uno fra i massimi teologi del Novecento, membro attivo della resistenza al nazismo, morì il 9 aprile 1945, a trentanove anni, impiccato per ordine di Adolf Hitler. Quando decisi di rievocarne le principali vicende, compresi che le opere di Bonhoeffer mi spingevano verso i luoghi in cui lui era vissuto. Ho cercato a Roma i riscontri del viaggio che Dietrich compì insieme al fratello Klaus. Sono stato nelle case aristocratiche che lo videro crescere. Ho voluto conoscere le chiese nere di Harlem, tappa decisiva per la sua formazione. Mi sono aggirato fra le dune sabbiose di Zingst sul Mar Baltico e i calcinacci di Finkenwalde, in Polonia. Ho visitato l’abbazia di Ettal, in Baviera. Ho raggiunto il patibolo di Flossenbürg. Questo libro è il racconto di quell’itinerario, fisico e spirituale, nel cristianesimo di Dietrich Bonhoeffer, un uomo che non ha esitato a misurarsi con le tragedie della storia e la cui vita rappresenta, ancora oggi, una ragione di speranza per molti in ogni parte del mondo.” (Eraldo Affinati)
**

Un Teologo Contro Hitler

Un teologo contro Hitler by Eraldo Affinati
«Dietrich Bonhoeffer, pastore evangelico, uno fra i massimi teologi del Novecento, membro attivo della resistenza al nazismo, morì il 9 aprile 1945, a trentanove anni, impiccato per ordine di Adolf Hitler. La sua vita rappresenta, ancora oggi, una ragione di speranza per molti uomini in ogni parte del mondo. Quando decisi di rievocarne le principali vicende, sulla base della grande biografia composta dall’amico e discepolo Eberhard Bethge, compresi che le opere di Bonhoeffer, da *Vita comune* a *Resistenza e resa*, mi spingevano verso luoghi in cui era vissuto e scoprivano, dentro di me, una serie di tracce che avrei dovuto percorrere.
Questo libro racconta un’avventura dello spirito nel cristianesimo di Dietrich Bonhoeffer che non esitò a misurarsi con le tragedie della storia.»
*Eraldo Affinati*

LA TENTAZIONE DI MAGGIE

La vita è stata avara con Maggie: giovane vedova, vive in una piccola fattoria in compagnia della sua bambina. Ma il destino bussa alla sua porta, e ha il volto di uno sconosciuto, ferito. inseguito dalla sventura.
Un uomo destinato a sconvolgere la sua esistenza, e a infiammare il suo cuore.

Tempo di seconda mano

NOBEL PER LA LETTERATURA 2015 “Per me non è tanto importante che tu scriva quello che ti ho raccontato, ma che andando via ti volti a guardare la mia casetta, e non una ma due volte”. Così si è rivolta a Svetlana Aleksievič, congedandosi da lei sulla soglia della sua chata, quella contadina bielorussa. La speranza di avere affidato il racconto della sua vita a qualcuno capace di vero ascolto non poteva essere meglio riposta. Far raccontare a donne e uomini, protagonisti e vittime e carnefici, un dramma corale, quello delle “piccole persone” coinvolte dalla Grande Utopia comunista, che ha squassato la storia dell’URSS-Russia per settant’anni e fino a oggi, è il cuore del lavoro letterario di Svetlana Aleksievič. Questo nuovo libro, sullo sfondo del grande dramma collettivo del crollo dell’Unione Sovietica e della tormentosa e problematica nascita di una “nuova Russia”, costituisce il coronamento ideale di un lavoro di trent’anni: qui sono decine i protagonisti-narratori che raccontano cos’è stata l’epocale svolta tuttora in atto: contadini, operai, studenti, intellettuali, dalla semplice militante al generale, all’alto funzionario del Cremlino, al volonteroso carnefice di ieri forse ormai consapevole dei troppi orrori dello spietato regime che serviva. Nonché misconosciuti eroi sovietici del tempo di pace e del tempo di guerra, i quali non sanno rassegnarsi al tramonto degli ideali e alle mediocri servitù di un’esistenza che, rispettando solo successo e denaro, esclude i deboli e gli ultimi. È uno spaccato della tramontata “civiltà sovietica”, quasi un’enciclopedia dei sogni dell’“uomo rosso”, fecondata dal dono che ha l’autrice di saper penetrare l’anima di coloro che hanno vissuto quell’epoca anche esaltante e stentano oggi ad adattarsi a un “tempo di seconda mano”.
(source: Bol.com)

Il tempo delle farfalle

La bellezza, la vivacità e l’indomabile fragilità delle quattro sorelle Mirabal – passate alla storia come le eroine della lotta di liberazione domenicana contro la terribile dittatura del generale Trujillo – avevano fatto conquistare loro il nome di battaglia di las mariposas, le farfalle. Nate in una famiglia benestante e colta, le quattro ragazze rimasero sempre legate da un affetto complesso e profondo, nonostante le notevoli diversità d’indole e di destino. Julia Alvarez, d’origine dominicana, autrice di romanzi, saggi e poesie oltre che insegnante universitaria di letteratura e scrittura creativa negli Stati Uniti, ha dedicato un romanzo alle quattro ”farfalle” perché la passione vitale e la sfida quotidiana e umanissima delle sorelle Mirabal siano liberate dalle incrostazioni del mito, attraverso l’invenzione narrativa.

Tempi difficili

*Tempi difficili* è il primo dei tre «quadri» che compongono *I sotterranei della libertà*: il grande e indimenticabile affresco creato da Amado per narrare la storia del «suo» Brasile durante i terribili momenti che precedono la seconda guerra mondiale.
Dopo aver raccontato il mondo dei lavoratori delle piantagioni, dei pescatori e della gente più umile, Amado – dall’esilio cecoslovacco in cui era costretto — decide di affrontare in modo diretto la storia politica del suo amatissimo Paese descrivendone il buio periodo della dittatura instaurata in Brasile nel 1937 da Getúlio Vargas, il cosiddetto *Estado Novo*. E nel fare ciò, come suo solito, utilizza al meglio le proprie capacità di narratore e di «cantastorie», mescolando vicende e personaggi, intrecciando storie vere e inventate, sapidi fondali tropicali e squallidi panorami metropolitani. Dando in questo modo maggior forza alla propria indomabile passione politica, alla denuncia della repressione e della violenza, al desiderio di giustizia e alla speranza in un’utopia che pareva a portata di mano.

Taxi brousse. Sulle strade d’Africa

Le immagini che di solito arrivano dall’Africa, ci raccontano di occhioni sgranati, pancioni gonfi su corpi scheletriti, mucchi di cadaveri, soldati impazziti, colonne di profughi. Racconti e romanzi usano spesso l’Africa solo come scenario magico per innescare le passioni dell’autore, per visitare i vari “immaginari collettivi”, per fotografare i tanti “luoghi dell’anima” personale. Partite le telecamere, partiti gli “esploratori di nessuno che non sia io o me”, l’Africa rimane là con i suoi bambini che si rincorrono impolverati, le feste, le danze.
**

Taxi brousse

Le immagini che di solito arrivano dall’Africa, ci raccontano di occhioni sgranati, pancioni gonfi su corpi scheletriti, mucchi di cadaveri, soldati impazziti, colonne di profughi. Racconti e romanzi usano spesso l’Africa solo come scenario magico per innescare le passioni dell’autore, per visitare i vari “immaginari collettivi”, per fotografare i tanti “luoghi dell’anima” personale. Partite le telecamere, partiti gli “esploratori di nessuno che non sia io o me”, l’Africa rimane là con i suoi bambini che si rincorrono impolverati, le feste, le danze.
**

Tatuaje. Un legame indelebile

Alex ha sedici anni ed è follemente innamorato di Jana. Ma lei, schiva e ribelle, non è una ragazza qualunque: appartiene, insieme a suo fratello David, a un’antica stirpe di maghi in grado di cambiare per sempre il destino degli amanti. Entrambi hanno sul loro corpo un tatuaggio che gli permette di entrare in un mondo sconosciuto, dove il potente Guardiano delle Parole ha intenzione di eliminarli e, così facendo, dominare l’umanità. È uno scontro dal quale non possono sottrarsi. Alex non ha esitazioni nel seguire Jana, nel farsi tatuare un disegno che li unirà per sempre… Ma non sarà solo l’amore a sconvolgere la sua vita: si ritroverà ad affrontare qualcosa che mette in discussione l’essenza stessa dei sentimenti, dei sogni e dei desideri. Combinazione di sensualità, magia e azione, una storia d’amore che supera i limiti di una passione terrena, è la prova che i sentimenti possono durare ovunque e per sempre. Con le sue atmosfere suggestive, “Tatuaje” è un romanzo che rimane impresso sulla pelle.
**

Tatuaje

Alex ha sedici anni ed è follemente innamorato di Jana. Ma lei, schiva e ribelle, non è una ragazza qualunque: appartiene, insieme a suo fratello David, a un’antica stirpe di maghi in grado di cambiare per sempre il destino degli amanti. Entrambi hanno sul loro corpo un tatuaggio che gli permette di entrare in un mondo sconosciuto, dove il potente Guardiano delle Parole ha intenzione di eliminarli e, così facendo, dominare l’umanità. È uno scontro dal quale non possono sottrarsi. Alex non ha esitazioni nel seguire Jana, nel farsi tatuare un disegno che li unirà per sempre… Ma non sarà solo l’amore a sconvolgere la sua vita: si ritroverà ad affrontare qualcosa che mette in discussione l’essenza stessa dei sentimenti, dei sogni e dei desideri.Combinazione perfetta di sensualità, magia e azione, Tatuaje è una storia d’amore che supera i limiti di una passione terrena, è la prova che i sentimenti possono durare ovunque e per sempre. Con le sue atmosfere suggestive, Tatuaje è un romanzo che vi rimarrà ndelebilmente impresso sulla pelle.

Taran il girovago

Il Ciclo di Prydain, di Lloyd Alexander, è composto da cinque volumi, scritti tra il 1964 e il 1968, uno all’anno. In Italia è stato pubblicato nella Fantacollana in due volumi, il primo, La Saga Di Prydain, comprendente i primi tre libri, il secondo, Taran Di Prydain, i restanti due. Portato sullo schermo in un film di animazione della Disney, Taron E La Pentola Magica, la cui sceneggiatura incorpora i primi due romanzi del ciclo. Hen Wen ha tutte le caratteristiche di una normalissima scrofa, e il giovane Taran, se è per questo, non si distingue in nulla da un qualsiasi altro guardiano di porci. Tuttavia quando Hen Wen scompare, rapita da emissari del Signore di Annuwin, l’oscuro padrone delle Tenebre, è evidente che qualcosa di straordinario sta per succedere. Taran vede così appagata la sua aspirazione di diventare un eroe, ed è costretto ad iniziare un viaggio attraverso la Terra di Prydain, che sazierà tutta la sua sete di avventure. Accompagnato da una schiera sempre più fitta ed eterogenea di straordinari compagni – dal nano Doli, che ha la capacità di rendersi invisibile, al bardo Fflam, alla principessa Eilonwy, fino a quella indescrivibile e indimenticabile creatura che è Gurgi Taran, affronta le più incredibili difficoltà e le più oscure negromanzie, nel tentativo di ritrovare Hen Wen. Dimostrando una straordinaria sensibilità ed una rara capacità letteraria, Lloyd Alexander ha saputo, in questo ciclo, rivisitare il ricco patrimonio simbolico e avventuroso della mitologia celtica e gallese, costruendo su di essa una vicenda fantastica gradevolissima e avvincente, senza mai consentire peraltro che l’esigenza narrativa o la tentazione dell’ironia prevaricassero il rigore della citazione mitica.

Taglia, cuci, ama

Una lettura perfetta per chi ama la moda, le storie d’amore che fanno sognare e un pizzico di ironia.Laura Lovegrove è una designer di moda e tessuti. Le sue creazioni appaiono sui vestiti e nelle case più glamour della città. Rendere unico ciò che è banale per lei è un’arte, uno stile di vita. Il marito architetto però accetta un nuovo lavoro e tutta la famiglia deve lasciare Londra e trasferirsi a Norfolk, in campagna. Persa la vivacità della city anche l’ispirazione di Laura sembra essere svanita e in più le donne del posto non sembrano interessate alle sue creazioni. Come se non bastasse suo marito lavora tutto il giorno ed è sempre più distante. Sola e con il morale a terra, Laura decide di uscire dal suo guscio e trova un impiego part-time come insegnante, mentre nel tempo che le resta si occupa delle figlie. La sua carriera di creativa è ormai un lontano ricordo. Immersa nella nuova routine, le sue giornate trascorrono monotone, fin quando un evento irrompe inatteso: un incendio distrugge la sua tanto amata collezione di vestiti vintage.E proprio allora l’incontro fortuito con Chris, il grande amore dei tempi dell’università, le fa capire che la vita che ha vissuto è completamente diversa da quella che sognava. Ma quando tutto sembra perduto, un’ancora di salvezza arriva inaspettatamente dal circolo del cucito di Norfolk…L’esordio di Amanda Addison unisce tutto il divertimento del romanzo a uno sguardo profondo sulla vita delle donne di tutte le età.Un’elettrizzante miscela di risate, calore, creatività e amore.Ricucire cuori infranti è possibileUn romanzo che ti sembrerà cucito addosso Amanda AddisonLaureata presso la Chelsea School of Art, ha insegnato arte e design per diversi anni. Ai suoi ricami sono ispirate le creazioni di Laura, la protagonista di Taglia, cuci, ama. L’autrice ha partecipato alla creazione della grafica della copertina di questa edizione, creando a mano il suo stesso logo. Segui su youtube le sue divertenti lezioni per creare la tua spilla vintage!
(source: Bol.com)

Superstizione

È più superstizioso credere nell’occulto o pensare di vivere in un universo logico e governato dalle ferree leggi della scienza? E se entrambe le opzioni fossero una risposta di fronte a ciò che più ci fa paura: il caso, le coincidenze nella loro apparente inspiegabilità? Sam e Joanna affrontano il problema da due versanti opposti: lei, giornalista di una rivista newyorkese, conduce inchieste-verità sulle truffe nell’industria dello spiritismo; lui, una sorta di “indagatore del paranormale” d’oltreoceano, è psicologo alla Manhattan University, dove svolge ricerche sulla connessione tra i fenomeni soprannaturali e la mente. Per provare le sue teorie, Sam decide di tentare un esperimento in cui coinvolge la scettica Joanna: dare vita a un fantasma.

Sudore

Nei centosedici locali dell’edificio abitano piú di seicento persone. Un mondo senza igiene né morale, popolato da operai, venditori ambulanti, ladri, prostitute, gente di tutti i colori e di tutte le nazionalità, il cui unico elemento comune è costituito dalla lunga scala che si inerpica all’interno del caseggiato come una liana cresciuta dentro il tronco di un albero. Di questo mondo di misere esistenze alle prese con la lotta quotidiana per la sopravvivenza, l’autore narra decine di storie, patetiche e buffe, di cui sono protagonisti gli abitanti che comunque e malgrado tutto, cantano, amano, litigano, ridono, intrecciando le loro esistenze lungo la scala. E tra loro c’è anche l’ebreo errante che ha portato notizie di mondi diversi e operai che leggono volantini e spendono l’intero salario per comperarsi dei libri. Saranno questi uomini, che pronunciano parole nuove come socialismo e lotta di classe, a costruire il secondo elemento che gli inquilini avranno in comune. Basterà un episodio all’apparenza insignificante perché quel mondo variegato si ribelli come un sol uomo e diventi un unico gigante assopito dalle mille braccia, pronto a risvegliarsi.

Sua Altezza, Mia Moglie

*I palpiti di un cuore innamorato contro i doveri di una principessa*
Una settimana di amore travolgente, e la principessa Tatiana sposa lord Matthew Weston, senza però rivelargli la propria identità. Costretta dagli eventi ad abbandonarlo, rimane lontana da lui per oltre un anno. Ma ora Matthew è l’unico in grado di aiutarla a risolvere un complicato intrigo dinastico. Tra diffidenze e pericoli, saprà Tatiana riconquistare il cuore dell’uomo che ama?