32657–32672 di 65579 risultati

Muchachas 3

Muchachas 3, ultimo volume della trilogia di Katherine Pancol, è centrato sulla vendetta di Stella e l’annientamento di Ray e della sua banda. Stella e Joséphine, che da poco hanno scoperto di essere sorellastre, si sono ritrovate. A New York, il cuore di Gary continua a essere combattuto tra Hortense e Calypso, ma Hortense non se ne rende conto, perché troppo impegnata nel lancio della sua linea di moda insieme alla ricchissima Elena. E anche la vecchia contessa ha una vendetta da compiere… Per alcune è l’ora della rivalsa, per altre della liberazione e della speranza, in ogni caso tutti i fili si riannodano. Non sappiamo cosa il destino abbia in serbo per loro, ma le protagonista di Muchachas non arretrano di fronte agli ostacoli, possono solo affrontare la vita a testa alta e dimostrare tutta la forza e il coraggio di cui dispongono.

Mucchio d’ossa

La morte improvvisa e tragica della moglie ha distrutto l’esistenza di Mike. Un tempo scrittore di successo, dopo la disgrazia ha perso l’ispirazione e certo non l’aiuta l’essersi rifugiato nell’antica casa del Maine, dove aveva trascorso vacanze felici. Ora quelle stanze sono teatro di richiami struggenti e insieme di fenomeni terrificanti: qualcosa non si rassegna a quella tremenda perdita e neanche il tenero legame con la dolce Mattie e l’affetto per la sua figlioletta riescono a fugare la maledizione che grava su di loro…

Mrs Dalloway

Introduzione di Armanda GuiducciPostfazione di Pietro MeneghelliTraduzione di Pier Francesco PaoliniEdizione integraleRomanzo tra i piu intensi e riusciti della grande scrittrice inglese, Mrs Dalloway inaugura un originale modo di narrare e costituisce la prima opera in cui Virginia Woolf attinge alla propria esperienza femminile. Vi si racconta la giornata di Clarissa Dalloway, cinquantenne, esponente dell’alta borghesia londinese, impegnata a organizzare per la serata un sontuoso ricevimento nella propria casa. La protagonista esce per comprare dei fiori e nel suo itinerario scopre o intravede le esistenze di tanti sconosciuti, tra i quali lo sfortunato Septimus Warren Smith. La serata si svolge con pieno successo, anche se nel corso del ricevimento si apprende del suicidio di Septimus. L’incrociarsi di destini paralleli, ritmato dai rintocchi del Big Ben, conferisce alla narrazione un andamento musicale; nota dopo nota, frase dopo frase, il contrappunto drammatico dalla storia di Septimus spinge Mrs Dalloway, proprio grazie alla consapevolezza della fugacita e dell'”incompletezza” della nostra esistenza, a trasformare la certezza della fine in esaltazione della vita.«La signora Dalloway disse che i fiori sarebbe andata a comprarli lei. Poiche Lucy aveva gia il suo bel da fare. Bisognava tirar giu le porte dai cardini: venivano gli operai di Rumpelmayer. Eppoi, penso Clarissa Dalloway, che mattinata!… limpida, come per farne dono ai bimbi sulla spiaggia.»Virginia Woolfnacque a Londra nel 1882. Figlia di un critico famoso, crebbe in un ambiente letterario certamente stimolante. Fu capo del gruppo di Bloomsbury, circolo culturale progressista che prendeva il nome dal quartiere londinese. Con il marito fondo nel 1917 la casa editrice Hogarth Press. Grande estimatrice dell’opera di Proust, divenne presto uno dei nomi piu rilevanti della narrativa inglese del primo Novecento. Mori suicida nel 1941. La Newton Compton ha pubblicato La crociera, Le onde, Gli anni, Notte e giorno, il volume unico Tutti i romanzi e, nella collana GTE, Gita al faro, Una stanza tutta per se, Mrs Dalloway e Orlando.

Mr. Jaguar (gay romance, erotico)

## – Un giorno mi starai facendo benzina –
La vita di Mike Miller è finita nella merda. Quello che una volta era il popolare quarterback del liceo, adesso lavora in una stazione di servizio nel mezzo del nulla. L’ultima cosa di cui ha bisogno è incontrare il tizio che aveva l’abitudine di bullizzare a scuola e vederlo in splendida forma. James adesso è l’orgoglioso proprietario di una fantastica Jaguar color argento, e un milionario che si è fatto da sé. Sembra che per Mike la giornata non potrebbe andare peggio di così, ma James “Lovelace” Austin potrebbe essere il suo biglietto d’oro per andarsene dal lavoro che odia.
Quando James Austin incontra Mike Miller, la sua cotta e il suo tormentone del liceo, tutto in una sola persona, che lavora a una vecchia e sporca stazione di servizio, pensa che le stelle si siano finalmente allineate in suo favore. Vuole prendersi la sua vendetta su di lui, finalmente, ma quando salta fuori che Mike è gay, il pomeriggio prende una piega surreale. Invece di limitarsi a umiliare Mike sul lavoro, James decide di assumerlo per un weekend e farsi accompagnare a un convegno a cui sta andando. Un ragazzo sexy al suo fianco è l’unico accessorio di cui ha bisogno per sbattere il suo successo in faccia ai suoi non-così-amici.
L’unico problema è che un Mike Miller gay potrebbe essere un tuffo nel passato più potente di quanto James si fosse aspettato. Se vuole tenere il suo cuore da nerd al sicuro da quel fusto sportivo, James ha bisogno di tenere Mike a distanza. La cosa potrebbe essere più semplice se Mike non ci stesse provando spudoratamente. O è solo a caccia dei soldi di James?
POSSIBILI SPOILERS:
**Temi:** cenerentolo, da nemici ad amanti, escort, bullismo, sportivo/nerd, meccanico, milionario, vecchia fiamma, cotta del liceo.
**Genere:** romance M/M contemporaneo
**Contenuto erotico:** scene di sesso M/M esplicite.
**Lunghezza:** 33000 parole.
La versione originale è stata scritta per il gruppo M/M Goodreads “Love’s Landscapes Events»
**
### Sinossi
## – Un giorno mi starai facendo benzina –
La vita di Mike Miller è finita nella merda. Quello che una volta era il popolare quarterback del liceo, adesso lavora in una stazione di servizio nel mezzo del nulla. L’ultima cosa di cui ha bisogno è incontrare il tizio che aveva l’abitudine di bullizzare a scuola e vederlo in splendida forma. James adesso è l’orgoglioso proprietario di una fantastica Jaguar color argento, e un milionario che si è fatto da sé. Sembra che per Mike la giornata non potrebbe andare peggio di così, ma James “Lovelace” Austin potrebbe essere il suo biglietto d’oro per andarsene dal lavoro che odia.
Quando James Austin incontra Mike Miller, la sua cotta e il suo tormentone del liceo, tutto in una sola persona, che lavora a una vecchia e sporca stazione di servizio, pensa che le stelle si siano finalmente allineate in suo favore. Vuole prendersi la sua vendetta su di lui, finalmente, ma quando salta fuori che Mike è gay, il pomeriggio prende una piega surreale. Invece di limitarsi a umiliare Mike sul lavoro, James decide di assumerlo per un weekend e farsi accompagnare a un convegno a cui sta andando. Un ragazzo sexy al suo fianco è l’unico accessorio di cui ha bisogno per sbattere il suo successo in faccia ai suoi non-così-amici.
L’unico problema è che un Mike Miller gay potrebbe essere un tuffo nel passato più potente di quanto James si fosse aspettato. Se vuole tenere il suo cuore da nerd al sicuro da quel fusto sportivo, James ha bisogno di tenere Mike a distanza. La cosa potrebbe essere più semplice se Mike non ci stesse provando spudoratamente. O è solo a caccia dei soldi di James?
POSSIBILI SPOILERS:
**Temi:** cenerentolo, da nemici ad amanti, escort, bullismo, sportivo/nerd, meccanico, milionario, vecchia fiamma, cotta del liceo.
**Genere:** romance M/M contemporaneo
**Contenuto erotico:** scene di sesso M/M esplicite.
**Lunghezza:** 33000 parole.
La versione originale è stata scritta per il gruppo M/M Goodreads “Love’s Landscapes Events»

Mr. Bellissimo

MR. BELLISSIMO (FRA LE NUVOLE #4)  JAMES Lei era il mio luogo di perdizione e il mio tempio: la adoravo contaminandola al tempo stesso, la glorificavo profanandola, la riverivo degradandola.   Sono rinato quattro volte nel corso della mia vita.  È una sensazione nitida, impossibile da confondere – positiva o negativa, dannosa o utile ma soprattutto inarrestabile – di venire disgregato e ricomposto in qualcosa, qualcuno di totalmente nuovo. Alla morte dei miei genitori, da un’infanzia felice mi ritrovai a navigare in acque torbide, sotto il peso di responsabilità infinite, circondato da nemici e disperatamente solo. Rinacqui nuovamente per mano di un vile predatore che mi rese collerico, più cinico e senza ombra di dubbio, mi trasformò nel perverso fottitore che sono oggi. La terza volta fu repentina: un giorno guardai un paio di occhi azzurro chiaro e vidi l’altra metà di me stesso. Scacco matto… Passai da un’esistenza completamente sotto controllo, una vita in cui prendevo ogni decisione in modo freddo e calcolato, a diventare schiavo di sentimenti ed emozioni a me sconosciute ma per questo meravigliose.  E poi, troppo in fretta, si scatenò un cataclisma: la quarta rinascita, nella quale mi ritrovai a implorare un Dio che non avevo mai preso in considerazione, di salvare la vita alla donna della quale non avrei mai più potuto fare a meno.  La serie Fra le Nuvole prosegue con il punto di vista di James, Stephan, Tristan, Frankie e Akira.

Mr Skeffington

«Elizabeth von Arnim, ironica e crudele, distrugge qui allegramente gli uomini… per non parlare delle signore, poverine anche loro, allora come adesso».Natalia Aspesi, «la Repubblica»All’approssimarsi del suo cinquantesimo compleanno Fanny, che ha da tempo divorziato da Mr Skeffington e ha vissuto molte altre storie senza pensare più a lui, è sorpresa dal riaffiorare dei ricordi che la riportano alla propria giovinezza, quando era bella e ricca di fascino. Per una serie di circostanze, ma anche per volontà deliberata, ritrova gli uomini che aveva conquistato un tempo: ma tutti si sono fatti una nuova vita e non intendono rimettersi in gioco. Attraverso una serie di incontri che mettono a nudo con la consueta fine sensibilità i vari aspetti del comportamento maschile, Fanny è costretta a rendersi conto del peso che ha avuto nella sua vita una bellezza ormai svanita. Se vuole sopravvivere deve confrontarsi con una diversa percezione di sé e riorganizzare la propria esistenza.Arguta e profonda come sempre, Elizabeth von Arnim ci regala una commedia tenera e ironica sulla bellezza e il suo sfiorire, i vecchi amori e la raggiunta maturità.

Il movente

«Uno scrittore di infinito talento.» Roberto BolañoDove si trova il confine tra realtà e letteratura? Esiste? Si lascia attraversare nei due sensi? Possono formularsi così le domande che Javier Cercas sembra porsi in questo giallo sui generis. Il protagonista, uno scrittore di nome Álvaro, è impegnato con tenacia e dedizione a costruire l’opera letteraria definitiva. Per raggiungere il suo scopo, e cogliere con precisione la complessità del reale, non c’è niente di più facile che ispirarsi ai suoi condòmini: una giovane coppia di sposi con gravi problemi economici, un vecchio reazionario che partecipò alla guerra civile e una portinaia dagli appetiti incontenibili, fonte preziosa di aneddoti e informazioni. Ma il perfetto meccanismo narrativo di Álvaro comincia a vacillare quando le persone in carne e ossa si rivelano sempre più simili ai personaggi del suo romanzo, la cui trama si snoda intorno al destino tragico di uno di essi. Sospeso tra il serio e il grottesco, Il movente non è soltanto un sofisticato gioco intellettuale, ma anche un’indagine sul senso della letteratura, sui problemi della scrittura e della perdita di contatto con il reale. Come in uno specchio che distorce l’immagine riflessa, il protagonista rimane in bilico tra la fantasia e la propria vita, chiedendosi se sia davvero possibile scegliere.

La mossa del diavolo

Dopo che il commesso della sua libreria sparisce in seguito a delle terrificanti minacce di morte, Adrien English è costretto a vedersela con un misterioso culto satanico, un affascinate professore universitario e la sua traballante relazione col detective Jake Riordan che, pur di non ammettere pubblicamente la propria omosessualità, rischia di compiere un passo senza ritorno.

La morte viaggia in autobus

La grande passione di Morrison Shape, solitario e benestante signore inglese, è l’enigmistica. Cruciverba, rompicapi, astrusi problemi scacchistici o matematici non hanno segreti per lui, tanto che fa man bassa dei premi messi in palio dai giornali per chi riesce a risolvere i loro complicati enigmi. Così, quando sull’autobus che come ogni martedì lo sta portando da Colborough a Netherton viene commesso un delitto, a Morrison non par vero di poter mettere le sue incredibili doti al servizio della polizia e provare a risolvere quello che da subito appare come un vero e proprio mistero. Se infatti è pacifico che Caleb Wainwright, uno dei passeggeri dell’autobus, è stato ucciso da un colpo di pistola, non è per nulla chiaro chi sia stato a sparare: nessuno della dozzina di persone che era a bordo ha visto qualcosa, l’arma non si trova e l’autobus, nel momento fatale, era in movimento. Oltre a tutto un guasto al motore causava continui ritorni di fiamma con conseguenti scoppi che hanno impedito di distinguere il rumore dello sparo. Insomma, un vero e proprio rebus per il sergente Matthews e il sovrintendente Maxley incaricati del caso. E quindi il terreno ideale per il nostro geniale enigmista.
(source: Bol.com)

Morte sospetta

Dopo la morte di sua moglie, portata via da un tumore improvviso, l’ex reporter David Raker cerca di rimettere insieme i pezzi della propria vita risolvendo su commissione i casi di persone scomparse. Il caso di Alex Towne è uno di questi. Ma Alex Towne non è semplicemente scomparso: Alex Towne è morto in un incidente d’auto, così brutalmente che gli inquirenti hanno dovuto identificare il suo cadavere dall’impronta dentale. Pur sapendo che si tratta di un caso disperato, David accetta l’incarico quando la madre di Alex gli confida di essere certa di aver visto il figlio in strada un anno dopo la sua morte. Durante la sua ricerca della verità ai margini del disagio esistenziale in un’Inghilterra contemporanea cupa e disperata, David si ritroverà invischiato in un labirinto di segreti e rivelazioni sconcertanti, scoprendo così di essersi cacciato in un’indagine dai risvolti ben più complicati e perversi del previsto. Sepolti nel passato di Alex giacciono i ricordi di una vita da dimenticare e l’ombra inquietante di un sospetto: a volte la morte può non essere solo un doloroso passaggio verso un’altra vita… Fa la sua apparizione in libreria David Raker, un personaggio che vi conquisterà e del quale non riuscirete a liberarvene tanto facilmente. Benvenuti nel mondo di Tim Weaver; fosco, pericoloso e decisamente criminale. Una lettura da non perdere.

(source: Bol.com)

La morte segue i magi

Che cosa è vero? Che cosa è falso? Domande che in questa nuova indagine il commissario Melis si ripete con insistenza. Dopo aver assistito casualmente alla conversazione di una coppia di mezza età, si è ritrovato di fronte all’uomo, cadavere, in obitorio. Omicidio? E, se sì, che c’era di falso nell’ordinata vita di Walter Cenzatti, restauratore, per causare una morte così violenta? E ancora: è vero che Leone Maggi era un falsario, ma è proprio vero che è stato ucciso per questo? E, passando dal pubblico al privato, è vero che la sua compagna, Fiorenza, sta attraversando un brutto momento sul lavoro, ma non sarà che anche il loro rapporto è un po’ stanco? E non è affatto falso, invece, dire che quella giovane restauratrice conosciuta durante l’inchiesta… Hans Tuzzi ci regala una nuova inchiesta del commissario Melis, un romanzo corale che va oltre l’etichetta del genere, dove le vicende pubbliche e private dei numerosi personaggi si intrecciano restituendo uno spaccato della Milano della metà degli anni ottanta.
(source: Bol.com)

Morte malinconica del bambino ostrica

Tim Burton è l’ormai celebre regista di tanti film famosi e originali, come “The Nightmare Before Christmas”. Il suo lavoro è segnato da una cifra particolare e inequivocabile di orrore, comicità e insieme malinconia, che apparenta le sue figure di esseri sconfitti, dolenti, o almeno colpiti da un’assoluta solitudine, alle invenzioni della grande letteratura e arte. Il libro è una raccolta di racconti i cui protagonisti sono bambini, specchio della nostra mostruosità di adulti e della nostra incapacità di ridurre tutto a cose. C’è il Ragazzo-Ostrica che giace sepolto in riva al mare, e il suo ricordo dura lo spazio di una marea che cancella tutto. Ci sono il Bimbo-Formaggio e la Bambina-Spazzatura e il Bimbo con i Chiodi negli Occhi…
**

Morte innaturale

Kay Scarpetta è alle prese con un’indagine ad alto rischio. Dopo aver ricevuto un¿e-mail minacciosa scopre di essere al centro di un pauroso progetto di morte. Un folle “untore” sta cercando di contagiare l’umanità con un virus peggiore del vaiolo…

Morte innaturale

… ti credi tanto furba Kay Scarpetta e invero berrete nella coppa dalla quale bevo io”
“Kay Scarpetta non è una teologa, ma la prima immagine che la sua mente ha elaborato di fronte alla minaccia apparsa improvvisamente sul computer, nel suo e-mail, è stata quella della “crocifissione di Cristo”. “Qualcuno è stato crocifisso e adesso vuole crocifiggere me” ha pensato. Chi vuole ucciderla, lentamente, con dolore, si chiama Deadoc, il Dottor Morte. La violenza dei suoi messaggi è disumana…”

Morte in mare aperto e altre indagini del giovane Montalbano

*La stanza numero 2*, *Doppia indagine*, *Morte in mare aperto*, *Il biglietto rubato*, *La transazione*, *Come voleva la prassi*, *Un’albicocca*, *Il ladro onesto*: 8 indagini di un Montalbano giovane e senza paura, irruente, audace, pistola in mano, carica, e carico di risorse investigative, con largo uso di «sfunnapedi» e «trainelli». Il suo amore con Livia vive la stagione più bella, quella della passione e dell’urgenza di stare sempre insieme; il commissariato di Vigàta è abitato dai personaggi che i lettori di Camilleri conoscono bene, sono i rapporti di Montalbano con i sottoposti che sono diversi: con Fazio il legame è ancora gerarchico, Augello è l’impenitente dongiovanni della prima ora, la sua insopprimibile brama di conquiste mette addirittura in pericolo, nel corso di una indagine, la vita di Montalbano; lucido, veloce è però il migliore compagno di strada del commissario; uno sbatacchiare di porte infine, segna l’entrata sulla scena di Catarella. A Montelusa il questore è Burlando, paterno, di larghe vedute: in fondo quel commissario intemperante gli piace e gli copre ben volentieri le spalle in qualche occasione. I racconti sono situati negli anni Ottanta, un’Italia in cui si muovono fatti e personaggi di quella stagione, dall’affare Sindona all’attentato a Giovanni Paolo II. Montalbano si trova alle prese con indagini di tutti i tipi, dalla speculazione edilizia, ai contrasti familiari, il rumore di fondo però è quello della mafia.