32545–32560 di 72034 risultati

Gli ultimi filibustieri

Gli ultimi filibustieri è un romanzo di Emilio Salgari pubblicato in prima edizione nel 1908.
È il quinto ed ultimo libro del ciclo de I corsari delle Antille e segue il romanzo Il figlio del Corsaro Rosso.
La contessina Ines di Ventimiglia è a Panama per ritirare l’eredità di Gran Cacico del Dairen, ma il Marchese di Montelimar la vuole in sposa e la rapisce. Mendoza e Buttafuoco domandano aiuto a don Barrejo e lo invitano ad unirsi a loro. Dopo aver scoperto che la contessina verrà imbarcata su una nave che la porterà nel Dairen, Mendoza, Buttafuoco e don Barrejo ingaggiano un peschereccio. Superati vari imprevisti arrivano alle isole Antille e ritrovano Raveneau de Lussan, il capo dei filibustieri, al quale spiegano la situazione. Decidono di lasciare le isole accompagnati da duecento uomini. Dopo due giorni di navigazione avvistano, abbordano e conquistano la nave. Liberano la contessina Ines e sbarcano sulla costa. Continuano a piedi il loro viaggio verso il Dairen…
**
### Sinossi
Gli ultimi filibustieri è un romanzo di Emilio Salgari pubblicato in prima edizione nel 1908.
È il quinto ed ultimo libro del ciclo de I corsari delle Antille e segue il romanzo Il figlio del Corsaro Rosso.
La contessina Ines di Ventimiglia è a Panama per ritirare l’eredità di Gran Cacico del Dairen, ma il Marchese di Montelimar la vuole in sposa e la rapisce. Mendoza e Buttafuoco domandano aiuto a don Barrejo e lo invitano ad unirsi a loro. Dopo aver scoperto che la contessina verrà imbarcata su una nave che la porterà nel Dairen, Mendoza, Buttafuoco e don Barrejo ingaggiano un peschereccio. Superati vari imprevisti arrivano alle isole Antille e ritrovano Raveneau de Lussan, il capo dei filibustieri, al quale spiegano la situazione. Decidono di lasciare le isole accompagnati da duecento uomini. Dopo due giorni di navigazione avvistano, abbordano e conquistano la nave. Liberano la contessina Ines e sbarcano sulla costa. Continuano a piedi il loro viaggio verso il Dairen…
### L’autore
Emilio Salgari (Verona, 21 agosto 1862 – Torino, 25 aprile 1911) è stato uno scrittore italiano di romanzi d’avventura molto popolari.

Ultime della notte

La prima indagine del commissario Kostas Charitos. Kostas Charitos legge solo dizionari. Lotta quotidianamente contro i bancomat. È sposato, la figlia se ne è andata di casa, e per la moglie la televisione è l’unica consolazione. Odia i giornalisti, soprattutto la bella Ghianna Karaghiorghi, che si fa beffe di lui a ogni conferenza stampa. E vive ad Atene, una metropoli sospesa tra Oriente e Occidente, passato e presente, così simile e così diversa da una grande città italiana. Una metropoli che è teatro di una serie di delitti sanguinosi, in cui si incrociano immigrati clandestini ed ex spie dell’Europa dell’Est, trafficanti d’organi e cronisti troppo curiosi. E Charitos deve dire addio alla sua pigra routine. Ultime della notte, pubblicato con grande successo in Grecia, Francia e Germania, segna la nascita di un personaggio indimenticabile, un poliziotto cinico e umano, scontroso e disarmato, alla ricerca di una verità nascosta in un mondo sempre più inafferrabile.

Le ultime 5 ore

Se la vita che definiamo normale cambia all’improvviso – il petrolio schizza alle stelle, l’elettricità si esaurisce, gli aerei smettono di decollare, i cellulari non hanno segnale, la tv non trasmette più, le cose iniziano a esplodere e rilasciare gas tossici – quale miglior posto del cocktail bar di un aeroporto per assistere all’Apocalisse? Al suo interno, asserragliati, ci sono Karen, una madre single che deve incontrare un uomo conosciuto in chat; Rick, barista ex alcolizzato che sta per dare tutti i suoi soldi a un guru del self-help; Luke, il pastore di una piccola città scappato con i soldi destinati alla ristrutturazione della chiesa; Rachel, una ragazza bellissima ma incapace di ogni contatto umano, in cerca di un uomo che la faccia diventare madre. E infine c’è un quinto personaggio nascosto, la voce misteriosa che sembra condurre il gioco. “Le ultime 5 ore” ci interroga su ciò che siamo diventati e su ciò che saremo, quando il tempo in cui viviamo finirà: molto presto.
**

L’ultima volta che l’ho vista

Galles, 2009. Una calda e bellissima giornata di agosto. Boschi e colline solitarie da una parte, la potenza del mare dall’altra. Vanessa e Matthew Hard, in viaggiò da Holyhead a Swansea, si fermano in un parcheggio isolato. L’uomo si allontana per pochi minuti, e al suo ritorno scopre che la moglie è scomparsa senza lasciare traccia. Matthew non sa che è stata rapita: il suo sequestratore, Ryan Lee, la rinchiude in una grotta nella “valle della volpe”, un luogo isolato che lui solo è in grado di raggiungere, ma viene arrestato e incarcerato per un crimine precedente. Di Vanessa non si sa più nulla, e il marito sprofonda nell’incubo dell’incertezza. Nessun indizio, nessuna pista concreta. Tre anni dopo, Ryan viene rimesso in libertà. ma qualcuno pare abbia ordito una trama spaventosa, un’orribile vendetta per gli errori commessi nel suo passato: sua madre e la sua ex fidanzata vengono inspiegabilmente aggredite, e un’altra donna viene rapita “replicando” nei minimi dettagli la scomparsa di Vanessa Willard.

Ultima venne la morte

Una notte senza luna, nel misterioso nord della Grecia. La magia di un pesco in fiore. E un pianto femminile. Sarà così che Dafkos conoscerà Zina, il Moscondoro. Da un delicato abbraccio amoroso nascerà Serkas, e con lui prenderà avvio una saga memorabile.

L’ultima vendetta

Una telefonata a tarda sera nella Dublino soffocante dell’estate del 1995. Una madre in ansia chiama la polizia per denunciare la scomparsa della figlia Mary di vent’anni. Per Margaret Mitchell, psichiatra di successo, comincia così il peggiore incubo della sua vita. E prosegue con una serie di telefonate sempre più inquietanti. Lo sa per esperienza professionale e per istinto: all’altro capo del filo c’è un folle, qualcuno che ha deciso di colpirla in ciò che lei ha di più caro. Ma perché? Quali errori ha commesso nella sua vita? Quali segreti le ha nascosto la figlia? Domande pressanti, dubbi pieni di angoscia.

L’Ultima Traversa

In un piccolo paese vicino a Bolzano si è insediato da poco un parroco giovane e volenteroso. Aloiz Bauer ha ventinove anni, molta fede e un vizio: gli scacchi. Sopita, nascosta e combattuta durante gli ultimi anni di studi, la passione per il gioco torna prepotentemente nella mente del giovane Aloiz dopo aver sfidato Daniel Harrwitz, un anziano signore (l’unico di tutto il paese in grado di giocare) all’osteria, davanti a una folla di curiosi. Harrwitz è un tipo solitario, ambiguo, taciturno e incredibilmente abile davanti a una scacchiera. Forse troppo per essere un semplice dilettante. Settimana dopo settimana, le sfide tra i due diventano un avvenimento nel paese. Sempre più ossessionato dal gioco padre Bauer si butta a capofitto nei manuali di scacchi e ben presto la sua fede vacilla sotto i colpi degli impulsi umani, tra la competizione con il signor Harrwitz e le velate avances di una fedele che, nel segreto del confessionale, si dichiara innamorata di lui. Il contrasto tra la fede, gli scacchi e l’amore si fa quasi insostenibile fino a quando Bauer non viene convocato al capezzale del vecchio scacchista che sta per morire. Dopo aver ascoltato il racconto-confessione dell’uomo, al parroco non resterà che gettare nel fuoco la scacchiera e la tonaca.
**

L’ultima traccia: la storia vera di una donna preda e cacciatrice, alla ricerca di se stessa

L’autrice racconta in prima persona la sua storia di donna tormentata e maltrattata da un marito psicopatico. Trova finalmente il coraggio di scappare portandosi dietro i due figli, che qualche mese dopo però vengono scovati e rapiti dal padre. Sola, disperata, Hannah giunge in uno degli immensi parchi nazionali americani e riscopre in sé i potenti istinti del cacciatore imparati dal nonno: il sapersi orientare sempre, il riconoscere le tracce e i segni lasciati da animali o persone sul terreno. Doti che Hannah trasforma in un lavoro – rintraccia le persone, solitamente anziani e bambini – ma soprattutto in una potente filosofia spirituale in cui la ricerca dell’altro diventa ricerca interiore delle proprie radici e di sé.

L’ultima traccia

La vita della ventitreenne Elaine Dawson sembra un susseguirsi di delusioni e fallimenti. Per questo non resta troppo sorpresa quando, in una fredda giornata di gennaio del 2003, i suoi progetti vanno nuovamente in fumo: è in partenza per partecipare al matrimonio di un’amica a Gibilterra, ma tutti i voli da Heathrow vengono cancellati a causa della nebbia. Ma forse questa volta succederà qualcosa di inaspettato che darà una svolta alla sua vita: un affascinante sconosciuto le offre di andare a pernottare a casa sua, vicino all’aeroporto, invece di accamparsi nella squallida sala d’attesa fino al giorno dopo. Elaine accetta. Da quel momento nessuno la rivedrà più. Cinque anni dopo, l’amica e giornalista Rosanna Hamilton si occupa del suo caso nell’ambito di una serie di articoli su persone scomparse senza lasciare traccia. Al suo fianco l’avvocato Marc Reeve: l’uomo che all’epoca ospitò Elaine. Sebbene gli inquirenti non avessero mai pronunciato accuse nei suoi confronti, il sospetto era stato sufficiente a rovinargli carriera e vita privata. Improvvisamente spuntano degli indizi che Elaine sia ancora viva. A Rosanna e Marc non resta che seguire questa traccia, ignari dei pericoli che li attendono…

L’ultima spada del potere

L’anima di Uther Pendragon è prigioniera nelle fiamme dell’inferno e la spada del potere è smarrita nel caos. Pare inevitabile l’invasione delle orde barbariche guidata dal Signore dei Non-morti e la Britannia romana è alla vigilia di un’epoca di terrore. Solo l’avvento di un uomo il cui nome è Rivelazione può mutare il corso degli eventi, un uomo in cerca di un fanciullo generato da un demone, il leggendario Signore della Lancia.
**

L’ultima scelta

Il colonnello Arcieri e l’inverno della Guerra fredda

Roma, gennaio 1970. Il colonnello Arcieri, ormai in pensione, viene convocato in gran segretezza da un alto dirigente dei Servizi, che gli prospetta un’ultima operazione: una fonte americana vuole vendergli informazioni utili a far saltare i cosiddetti ‘Servizi deviati’, ma intende trattare solo con Arcieri. L’anziano colonnello accetta e viene condotto in una villa toscana, dove una sua vecchia conoscenza gestisce un singolare pensionato per studentesse straniere, e dove vengono organizzati gli incontri con la fonte, l’agente Zero. Per poter manovrare con maggior facilità Arcieri, la spia americana gli svela subito di essere appoggiato anche da altri Servizi stranieri, tramite Elena Contini, il grande amore mai dimenticato del colonnello, e fa leva sul loro passato per metterlo in crisi. Arcieri vorrebbe tirarsi indietro, colto da mille sospetti e tentennamenti, ma alla fine si lascia coinvolgere in una vicenda dove tutti conducono un doppio gioco, e dove è sempre più difficile fidarsi davvero di qualcuno.
Un romanzo ‘invernale’, cupo e gelido, in cui Leonardo Gori ci mostra un Bruno Arcieri invecchiato, in preda a dubbi esistenziali che potrebbero alterare i delicati equilibri tanto faticosamente conquistati; un uomo stanco che si trova di fronte a un bivio cruciale, davanti al quale dovrà fare una scelta, l’ultima, forse la definitiva…

(source: Bol.com)

L’ultima rivelazione

Pella, in Giordania, ai giorni nostri. Una spedizione archeologica ritrova un antico papiro, risalente al 70 d.C., anno della fuga della prima comunità cristiana durante le persecuzioni romane. Si tratta del testamento di Maria, raccolto dall’evangelista Luca negli ultimi giorni della sua vita. In esso si racconta la vera storia di Maria Maddalena, i suoi rapporti con Gesù e la questione del “sangue reale”. Inoltre, questo testo contiene una profezia sul drammatico futuro che attende l’umanità nell’era dell’Anticristo. Una serie di incidenti e morti misteriose porterà però alla sparizione dell’antico documento. Intanto il giornalista John Costa svolge segretamente, per conto del Vaticano, una inchiesta sugli scandali legati alla pedofilia del clero negli Stati Uniti e scopre che dietro a tutto questo c’è una campagna mediatica diretta da una segreta setta satanica, diffusa a tutti i massimi livelli nei governi mondiali, determinata a distruggere la Chiesa cattolica. È coinvolto anche un arcivescovo del Vaticano, che viene misteriosamente rapito.

L’ultima porta del cielo

La vita in una roulotte è dura. Eppure la bella e sfortunata Micky Bellsong sente che la sua travagliata esistenza è a una svolta: ha la netta sensazione che le stia per accadere “qualcosa di molto potente”. E l’occasione non tarda ad arrivare: è una bambina di nove anni, si chiama Leilani, abita da pochi giorni nella roulotte vicina e sembra possedere parecchie risposte ai misteri della vita e del dolore. A dispetto del tutore ortopedico alla gamba e i gravi problemi di articolazione che affliggono il suo braccio sinistro, Leilani è apparentemente molto più serena di Micky e assai matura per la sua età. Ma improvvisamente la roulotte di Leilani sparisce nel nulla e Micky fa una terrificante scoperta.
**

Ultima ora nel deserto

Una spedizione segreta, finanziata da un miliardario ebreo americano, si inoltra nel deserto della Giordania. Simile a molte altre carovane che percorrono ogni anno il paese, sembrerebbe distinguersi per l’oggetto delle proprie ricerche. L’anziano archeologo che la guida, Cecyl Forrester, è infatti convinto di aver individuato il luogo in cui è sepolta l’Arca dell’Alleanza. Un mistero millenario svelato grazie a un nuovo frammento dei rotoli di Qumran, tramandato per secoli da una famiglia ebrea e scomparso durante le persecuzioni naziste. Nella spedizione, l’archeologo Forrester sarà accompagnato da padre Fowler, agente dei servizi segreti del Vaticano; da Andrea Otero, una giornalista spagnola in cerca dello scoop che rilancerà la sua carriera; e dall’affascinante dottoressa israeliana Harel. Ma nessuno di loro sa che, pur di far fallire l’impresa, c’è chi è disposto a tutto. Anche a uccidere. Dall’autore definito dalla stampa “il Ken Follett spagnolo”, un romanzo di avventura scandito da un ritmo serrato, che sa fondere fatti storici, trame spionistiche e cronaca attuale, andando alle radici profonde di antichi rancori e rivalità.

Ultima mossa: Un caso di Alex Cross

Sono giovani, belli, palpitanti di vita. Ma una forza malvagia, inarrestabile si abbatte su di loro. Il ritrovamento dei corpi di due fidanzati, sorpresi su una pista da jogging da un misterioso assassino che beve il sangue delle sue vittime – e lascia inquietanti lacerazioni simili ai graffi di una tigre –, scatena l’allarme nell’FBI. Le voci corrono e, in seguito ad altri delitti simili, si diffonde una leggenda metropolitana su una setta di «vampiri» assetati di sangue. Alex Cross, detective e psichiatra, crede nei fatti concreti… eppure nella catena di omicidi irrisolti, che da San Francisco si allunga sino al profondo Sud della Louisiana, c’è qualcosa di nuovo e spaventoso. Anche in un detective come lui, abituato a conoscere il male in ogni sua manifestazione, s’insinua il dubbio. Le circostanze macabre e apparentemente inspiegabili che accompagnano la ritualità degli omicidi spingono Cross a inoltrarsi in un universo insondabile, a volte apparentemente assurdo, di riti magici, di club legati all’occultismo e di perversi giochi di ruolo. È una lotta contro il tempo che, delitto dopo delitto, Cross affronta con una nuova coraggiosa collega, Jamilla. Ma per tutto il corso dell’indagine avverte incombente la mano di un supremo manipolatore, forse ancor più temibile degli assassini cui sta dando la caccia. E ha ragione. Il Mastermind, il suo nemico di sempre, il nome senza volto che gioca con la sua vita come il gatto fa col topo, detta le regole di un gioco mortale. Mai Alex Cross ha dovuto lottare così ferocemente per la sopravvivenza, mai ha affrontato tanti nemici uniti da un sottile filo di malvagità, mai è stato così vicino a scoprire la vera, insospettabile identità del Mastermind.James Patterson è autore della serie “Alex Cross”1 – Ricorda Maggie Rose2 – Il collezionista 3 – Jack & Jill 4 – Gatto & topo5 – Il gioco della Donnola6 – Mastermind 7 – Ultima mossa8 – Il caso Bluelady9 – La tana del lupo10 – Ultimo avvertimento11 – Sulle tracce di Mary12 – La memoria del killer13 – Il regista degli inganni14 – L’istinto del predatore15 – Il segno del male16 – Il ritorno del killer17 – Uccidete Alex Cross18 – Buone feste, Alex Cross

L’ultima missione

Da ragazzina, Callie si era presa una terribile cotta per Micah che però, nonostante la forte attrazione, l’aveva rifiutata ritenendola troppo giovane. Poi le loro strade avevano preso direzioni diverse, e lui era diventato un mercenario. Ora, a quattro anni, di distanza, molte cose sono cambiate… ma non i sentimenti. E quando lei viene rapita da un pericoloso fuorilegge, Micah non esita a entrare in azione. Ma salvare Callie è senza dubbio meno difficile che resistere al desiderio.I mercenari di Jacobsville – Vol. 2/3