32209–32224 di 72034 risultati

Vortice: romanzo

Da qualche parte, in un’area sperduta del Pacifico battezzata “vortice dell’oceano”, spariscono misteriosamente decine di navi, senza lasciare traccia. Ma quando a scomparire è lo Starbuck, l’arma nucleare più potente mai realizzata dagli Stati Uniti, è il momento per Dirk Pitt di entrare in azione. Una sfida quasi impossibile contro il tempo, prima che l’ordigno nucleare esploda, una lotta impari contro forze sconosciute che sembrano provenire da un altro pianeta, una trappola mortale che trascina Dirk Pitt negli abissi oceanici, in un vortice di avventure mozzafiato.

Vortice

Da qualche parte, in un’area sperduta del Pacifico battezzata “vortice dell’oceano”, spariscono misteriosamente decine di navi, senza lasciare traccia. Ma quando a scomparire è lo Starbuck, l’arma nucleare più potente mai realizzata dagli Stati Uniti, è il momento per Dirk Pitt di entrare in azione. Una sfida quasi impossibile contro il tempo, prima che l’ordigno nucleare esploda, una lotta impari contro forze sconosciute che sembrano provenire da un altro pianeta, una trappola mortale che trascina Dirk Pitt negli abissi oceanici, in un vortice di avventure mozzafiato.
**

Il volto della paura

New York. C’è un maniaco scatenato nelle strade della metropoli. E’ il Macellaio. Il suo nemico più pericoloso non è la polizia, ma il sensitivo Graham Harris, che in una trasmissione televisiva ha incautamente rivelato di poter svelare l’identità del mostro. Ma non ha fatto i conti con la lucida determinazione del suo avversario: e così una sera il grattacielo di Manhattan dove il sensitivo e la fidanzata Connie sostano fino a tardi diventa una trappola mortale. Harris deve liberarsi entro l’alba, e c’è qualcosa del Macellaio che egli purtroppo ignora…
**

Il volto della morte

In una discarica alla periferia di Mosca viene trovato il cadavere di una ragazza morta strangolata, Mila Shirokova. La lista dei sospetti è piuttosto lunga perché lo stile di vita della donna era a dir poco disinibito e molti avevano motivo di odiarla: Strelnikov, l’amante ripetutamente tradito, la moglie di lui, che assieme al marito temeva di perdere l’agiatezza, Ljuba, l’amica ingannata. Ma ognuno di loro sembra avere un alibi di ferro. Con la morte di Ljuba, che si suicida proclamandosi innocente, la polizia perde il più probabile indiziato e deve ritornare al punto di partenza.
**

I volti della menzogna

Sapendo che cosa cercare nei volti, nella voce, nell’atteggiamento e nelle parole, noi possiamo scoprire gli indizi che rivelano la menzogna. In questo libro Paul Ekman, un’autorità riconosciuta per lo studio della psicologia delle emozioni e della comunicazione non verbale, rivela le più ingegnose tecniche di ricerca applicate all’esplorazione di alcuni degli impulsi più profondi del comportamento umano. Questa nuova edizione comprende quattro nuovi capitoli tra cui Microespressioni, mimiche sottili e segnali di pericolo e La menzogna nella vita pubblica. Quest’ultimo capitolo, ricco di considerazioni personali dell’autore, scandite da una riflessione sistematica sulla natura della menzogna, offre interessanti chiavi di lettura della società contemporanea. Alla figura e al lavoro di Paul Ekman, in particolare a questo suo libro, si è ispirata la celebre serie americana Lie to me, interpretata da Tim Roth. Titolo originale: “Telling lies. Clues to deceit in the marketplace, politics, and marriage” (1985, 2009).

La volpe e il sipario

Una raccolta di poesie densa ed esemplare, compatta e unitaria, che racchiude tutta la maturità umana e artistica di Alda Merini. Una parola di straordinaria vitalità che si rinnova continuamente nei dualismi che sono la spina dorsale della sua poetica: religiosità ed erotismo, biografia e invenzione poetica, paganesimo e misticismo. Nella sua poesia Merini si dispiega e si racconta in ritmi d’amore che aspirano costantemente a una felicità impossibile da “essere”, nel tentativo di imporre se stessa sopra l’angoscia e la sofferenza. Perché solo l’affermarsi imperativo del sé e della propria fame d’amore può vincere sull’intima identità di poeta, per cui è impossibile, e forse poco fecondo, abbracciare una calma serenità.
**
### Sinossi
Una raccolta di poesie densa ed esemplare, compatta e unitaria, che racchiude tutta la maturità umana e artistica di Alda Merini. Una parola di straordinaria vitalità che si rinnova continuamente nei dualismi che sono la spina dorsale della sua poetica: religiosità ed erotismo, biografia e invenzione poetica, paganesimo e misticismo. Nella sua poesia Merini si dispiega e si racconta in ritmi d’amore che aspirano costantemente a una felicità impossibile da “essere”, nel tentativo di imporre se stessa sopra l’angoscia e la sofferenza. Perché solo l’affermarsi imperativo del sé e della propria fame d’amore può vincere sull’intima identità di poeta, per cui è impossibile, e forse poco fecondo, abbracciare una calma serenità.

Il volo finale

Dopo “L’esperimento Angel”, “La scuola è finita” e “Salvare il mondo e altri sport estremi”, proseguono le avventure di Max, Nudge, Angel, Gasman, Fang e Iggy. Nati da un misterioso esperimento genetico, che li ha resi al novantotto per cento umani e al due per cento uccelli, i sei ragazzi sono dotati di poteri incredibili, ma si trovano anche a fronteggiare nemici disposti a tutto pur di catturarli… Dopo aver sconfitto Omega, terribile mutante creato dai Camici Bianchi – il gruppo di scienziati che li ha usati come cavie -, i ragazzi sono stati condotti a Washington dalla fidata dottoressa Martinez, che Max ormai chiama mamma. Nonostante la protezione della donna, però, lo stormo è costretto di nuovo a fuggire: il governo infatti vorrebbe servirsi di loro, offrendo in cambio una casa sicura e la possibilità di frequentare una scuola speciale. Max tuttavia fiuta la trappola e porta lo stormo in salvo in Antartide, dove si unisce a un gruppo di ricercatori che sta studiando gli effetti del riscaldamento globale. Ma neppure il continente più inospitale della Terra si rivela un nascondiglio adeguato: mentre il potere di ogni ragazzo si evolve ulteriormente, nuove, più potenti creature sono sulle loro tracce, con il preciso ordine di fermarli per sempre…

Il volo delle aquile

Max e Harry, gemelli nati negli Stati Uniti da madre tedesca e padre americano, vengono separati giovanissimi, ma nel corso degli anni cercano di mantener vivo il loro legame. Purtroppo, lo scoppio della seconda guerra mondiale li vede schierati su fronti nemici: Max è un impavido pilota della Luftwaffe, mentre Harry è un asso della RAF. Così, per un caso beffardo della sorte, i due fratelli vengono trascinati a un incontro dagli esiti imprevedibili, in cui saranno costretti a mettere in gioco quanto hanno di più caro e prezioso.

Il volo dell’angelo di pietra

A volte la violenza esplode quando e dove meno te l’aspetti. Come a Dayborn, graziosa cittadina sprofondata nella calda, languida Louisiana. È là che, diciassette anni fa, la dottoressa Cass Shelley è morta sotto i colpi di una folla inferocita. Da allora tutti a Dayborn hanno fatto del loro meglio per dimenticare. Tutti tranne Tom Jessop, lo sceriffo che da quasi vent’anni si interroga sul destino della piccola Kathy Shelley, scomparsa subito dopo l’omicidio della madre. Questa bambina oggi è una donna a tutti nota con il nome di Kathy Mallory, detective della Crimini Speciali di New York. Messo da parte il distintivo e la sua nuova vita, Kathy torna a Dayborn decisa a ottenere non semplice giustizia ma vendetta.
**

Il volo del drago

Il terzo pianeta di Rubkat era un luogo splendidamente adatto alla vita. Non appena l’uomo lo aveva scoperto si era affrettato a colonizzarlo. La prima spedizione che si era insediata sul pianeta Pern non aveva badato allo strano corpo celeste che descriveva un’orbita attorno ad esso. Ogni duecento anni quel mondo vagante riproponeva la sua minacciosa presenza e fu per questo che i coloni di Pern avevano creato una nuova specie: i Draghi. Essi erano in grado di fronteggiare la minaccia proveniente dallo spazio. Occorrevano però facoltà mentali superiori per allevare e addestrare un Drago, così si sviluppò l’ordine dei Dragonieri che finì per costituire una razza a sé e divenne protagonista di una serie di avventure che si trasformarono in leggenda.
**

Volevo uccidere Johnny Fry

Nella vita di Cordell Carmel non succede mai niente. Nero, di mezza età, traduttore mediocre di testi che non legge quasi nessuno, da otto anni è il compagno di una donna che non sa neppure se ama o no. Un giorno la scopre mentre fa sesso con un amico comune, Johnny Fry, e la sua vita cambia di colpo. Il corpo della sua donna nelle mani di un bianco è un’immagine brutale, uno schiaffo che porta in sé l’urgenza della vendetta, fino all’omicidio, allo strazio dell’altro. Ma la pistola tarda a sparare. Il protagonista s’inoltra cosí nelle viscere infernali di una New York popolata di puttane splendenti come specchi, guidato da una star del sadomaso, Sisypha, che riuscirà a distruggerlo. E a farlo rinascere. Perché non ci sono piú soglie che non possano essere violate, quando ogni desiderio di morte, sottomissione o dominio è un territorio che conduce al cuore buio delle cose, al sesso estremo, ai margini piú nascosti dell’identità. Resta l’imperativo di uccidere Johnny, l’uomo che ha dato inizio a tutto questo. Ma le cose non vanno mai come si vorrebbe. «Jo era seduta sullo schienale del divano. Aveva la camicetta nera sollevata fino alle ascelle, sopra il seno, e i pantaloni neri sfilati quasi del tutto, tranne per la gamba sinistra ancora appesa alla caviglia. John Fry portava solo una maglietta di seta grigia. Era in piedi tra le sue gambe e la stuzzicava con la sua erezione. Lei lo guardava fisso negli occhi, le mani bruno ramato strette sul bianco pallore del petto e della spalla sinistra. Lui sembrava come concentrato su qualcosa dentro di sé. Forse si stava trattenendo. Forse la stava tenendo sulla corda. Continuarono quel gioco per un po’. Notai che Johnny portava un preservativo, rosso. Chissà perché quel colore mi mandò in bestia».

Volevo solo vendere la pizza

Un giornalista prova a diventare imprenditore. Segue i corsi di primo soccorso, quello anti-incendio, quello sulla prevenzione degli infortuni. Frequenta commercialisti e avvocati. Informa le «lavoratrici gestanti» dei rischi che corrono – ma solo quelle «di età superiore ad anni 15». E poi c’è l’ASL con tutti i regolamenti sull’igiene e l’obbligo di installare e numerare le trappole per topi (non basta il topicida, vogliono fare una statistica?). C’è persino il decalogo che insegna quando bisogna lavarsi le mani. Compra centinaia di marche da bollo, compila (e paga) un’infinità di bollettini postali. Sei mesi dopo e con centomila euro di meno, apre finalmente l’attività: un piccolo negozio di pizza d’asporto. Ma a quel punto si trova a dover fare i conti con i cosiddetti «lavoratori» e con i sindacati. Dopo due anni infernali, chiuderà bottega: non è sfiga, è il sistema. Quello di Furini non è un trattato di economia del lavoro. È il resoconto di due anni impossibili, con tanti aneddoti spassosi. Eroica e sfortunata protagonista, una piccola società che «voleva solo vendere la pizza».

Volevo guidare il taxi

Toccante questa storia che ha come protagonista una ragazza non vedente, Elena. Il suo handicap non le impedisce di vivere con grande coraggio una sua normalità, piena di amore e affetti. Non vuole commiserazione da parte della gente, né cerca aiuto, indipendente e caparbia com’è. Ma una malattia molto grave la costringe a prendersi cura di se stessa, a mettersi in gioco, a dimostrare e dimostrarsi di che pasta è fatta, ad aprirsi agli altri e ad accettare il loro aiuto. Forte e debole allo stesso tempo; ottimista eppure profondamente scoraggiata nei momenti più duri della malattia, Elena dimostra di essere una ragazza capace di tutto. Con grinta e con l’appoggio e l’amore che la sua famiglia non le fa mancare, si lancia nella lotta più dura che la vita le abbia proposto, non rinunciando a quella felicità che tutti meritiamo.

Volare. La straordinaria vita degli uccelli

Noah Strycker, naturalista e fotografo, escursionista instancabile e scrittore scientifico, ha viaggiato per due anni attraverso decine di paesi e osservato oltre 2500 specie di uccelli. Da questa esperienza è nato “volare”, un libro in cui la passione dell’ornitologo si unisce a una capacità narrativa fuori dal comune. Ogni capitolo racconta le stupefacenti qualità intellettive degli uccelli. La gazza sa riconoscere la propria immagine riflessa in uno specchio. Le nocciolaie sono in grado di memorizzare centinaia di luoghi in cui hanno immagazzinato il cibo. I piccioni viaggiatori possiedono uno straordinario senso dell’orientamento, una bussola interna di una perfezione che ha dell’incredibile. “volare” è un inno d’amore alla meravigliosa ricchezza della natura. Una lettura per gli esperti di uccelli, e per tutti noi che ci limitiamo a guardarli con invidia mentre si librano nell’aria.
**

Voglio ritrovarti (I Romanzi Oro)

Bellissima e talentuosa, Jessica Wentworth è l’attrice più in vista del momento e l’intera Londra è ai suoi piedi. Le basta un cenno e può ottenere tutto ciò che desidera. Ma dietro un’aura eterea e perfetta si nasconde in realtà Julia Hargate, con il suo inconfessabile segreto: un marito misterioso, che non ha mai visto, del quale non può far parola con nessuno e, cosa ben più grave, che non può amare. Per anni Damon, marchese di Savage, ha cercato la sconosciuta fanciulla a cui il padre lo aveva sposato quando era solo un bambino. E ora è ben sorpreso di scoprire che sua moglie è l’incantevole attrice che tutto il mondo desidera e da cui si sente irresistibilmente attratto