31921–31936 di 74503 risultati

La morte invisibile

È notte. Su un’elegante nave da crociera un passeggero manca all’appello. È l’inizio di un piano ideato da Diabolik per mettere le mani su un ingente patrimonio, ma non tutto filerà per il suo verso. Persino Eva Kant si metterà contro il suo uomo…

Morte di un eroe!

Tornato a New York, Nomad, l’ex Capitan America, si ritrova ad affrontare due bizzarri criminali in costume, Gamecock e il suo scagnozzo, intenzionati a uccidere Falcon. Nel corso dello scontro un misterioso personaggio da un tetto adiacente spara un colpo di bazooka contro i combattenti. Mentre i criminali fuggono Nomad viene avvicinato da Leila che gli dice che Falcon e il ragazzo che indossa il costume di Capitan America sono spariti da alcuni giorni. Alla ricerca dell’amico scomparso, Nomad, dopo essersi imbattuto in un gruppo di manifestanti facinorosi, penetra negli uffici vuoti di Sam Wilson con la speranza di trovare qualche indizio. Dopo aver incontrato Peggy Carter in compagnia di Gabe Jones, Nomad raggiunge il quartier generale di Morgan, il boss della malavita di Harlem che ammette di aver assunto Gamecock per uccidere Falcon ma di non sapere dove si trovi l’eroe nero. A questo punto Nomad cerca di contattare prima l’eroe a pagamento Luke Cage e poi il mentore degli X-Men, Charles Xavier, ma entrambi risultano essere fuori città. Mentre in televisione viene riferito che numerose banche del paese sono state rapinate e i soldi rimpiazzati con delle banconote false, Redwing, il falco ammaestrato di Falcon, compare improvvisamente per portare il nostro eroe dinanzi al cadavere di Roscoe legato a una ciminiera nel suo costume di Capitan America. Poco distante,  Falcon, ferito e anch’egli legato, gli dice di essere stati aggrediti dal Teschio Rosso, il quale, deluso di trovarsi a un imitatore ha ucciso Roscoe brutalmente come monito per il vero Capitan America. A questo punto Steve capisce che Capitan America deve essere più vivo che mai, un simbolo di speranza da contrapporre alla mancanza di fede e ideali che il paese sta attraversando, decidendo così di tornare a rivestire i panni dell’eroe a stelle e strisce.

La morte di Ginko

Ginko muore in un incidente. Al suo posto arriva l’ispettore Renard, che subito osa sfidare Diabolik. Il criminale reagisce organizzando un colpo colossale al treno che trasporta il denaro della zecca. Non sarà facile, ma alla fine…

La morte di Eva

Hanno lavorato anni, i due fratelli Filden, per recuperare il più favoloso gioiello della tomba di Shira. E ora lo conservano con la massima cura, in una sala che ritengono inaccessibile a qualunque ladro. Diabolik non ci crede, naturalmente. Ma perfino lui va incontro a una brutta sorpresa…

Morte al varietà

La dea della mitologia giapponese Amaterasu è, in realtà, l’immortale custode di Yamato, una base sottomarina dell’antichissimo impero di Mu. Martin Mystère, Java e Mara Marata devono sconfiggere lei e l’androide Robinson per sventare i loro piani di guerra contro l’intero genere umano

MORBUS GRAVIS

Druuna è una giovane ragazza, dall’aspetto terribilmente affascinante, sana ma con dei segreti da nascondere. Suo marito, Schastar, è vittima del morbo e lei ha bisogno di molto siero per cercare di alleviargli il dolore. Così si trova costretta a prostituirsi per ottenere più siero di quanto le spetti. Nel corso del fumetto sarà inevitabilmente vittima di ripetute violenze ed abusi ma anche di numerosi amplessi consenzienti (ed in realtà, data la notevole componente erotica del fumetto, spesso non sembrerà nemmeno dispiacerle troppo prostituirsi o essere sfruttata). Sembra che il personaggio di Druuna sia ricalcato sulle fattezze dell’attrice Valérie Kaprisky. Il profilo che Serpieri preferisce rappresentare del personaggio è quello posteriore, soffermandosi spesso sul fondoschiena della ragazza, che non perderà occasione per esibire con disinvoltura. Un’eroina dai capelli corvini ed ondulati, una carnagione abbronzata ed un corpo non inutilmente magro ma carnoso e ben modellato. Sicuramente il personaggio ha costituito il punto di forza di un’avventura fantascientifica dalla smaccata connotazione erotica che cerca di bilanciare la componente narrativa con quella più apertamente voyeristica, con alterni risultati.

Il mistero della bara

Lo scienziato Edoardo Molnar ha scoperto un supervirus, un’arma batteriologica attorno alla quale si scatena una vera e propria guerra di spie. E Diabolik si trova coinvolto in questa lotta senza esclusione di colpi.

La miniera di diamanti

Sudafrica. Un ladro misterioso riesce a rubare e a portare clandestinamente fuori dal paese ingenti quantità di diamanti. Ginko viene inviato a indagare e Gustavo accorre a dare una mano all’amico. Ma nell’ombra c’è Diabolik, che ha ideato un piano infernale…

La minaccia della Fenice!

Un misterioso criminale chiamato Fenice riesce con l’inganno a stordire e catturare Capitan America. Al suo risveglio, l’eroe a stelle e striscie si ritrova in una fabbrica abbandonata legato e appeso sopra una grossa cisterna colma di uno strano liquido bollente. La Fenice rivela di essere Helmut Zemo, il figlio del barone Heinrich Zemo, mortale nemico di Capitan America ai tempi della Seconda Guerra Mondiale. Pieno di rancore per la morte del padre, che fin da ragazzo aveva idolatrato, la Fenice, dopo aver recuperato le invenzioni del genitore (tra queste l’Adesivo X e il pericoloso Raggio Mortale) si vuole vendicare di Capitan America ritenendolo colpevole di aver fatto impazzire il padre, facendolo cadere in una vasca piena di sostanze chimiche, e poi di averlo ucciso nel corso della sua ultima battaglia. Quando il giovane Zemo si prepara a gettare il nostro eroe nella cisterna, irrompe Falcon che lo attacca permettendo al suo compagno di avventure di liberarsi e sottrarsi alla mortale trappola. Nel successivo scontro la Fenice tenta di colpire Capitan America con il suo stesso scudo ma questo gli rimbalza addosso, facendolo precipitare nella vasca colma di Adesivo X. Sotto gli occhi di Cap e Falcon, Helmut Zemo affoga nel liquido chimico perdendo apparentemente la vita.