31537–31552 di 72034 risultati

L’operaio

L’operaio apparve in Germania nel 1932, un anno prima dell’avvento di Hitler, suscitando entusiasmo, furore e scandalo. Mentre i più tardi capolavori di Jünger filtrano nel lettore una cristallina magia che fa emergere spazi atemporali, L’operaio affonda il coltello dell’analisi negli olocausti incandescenti della Prima guerra mondiale e nella tregenda socio-economica del dopoguerra, assumendo le sembianze di un saggio politico. È un equivoco curiosamente simile a quello in cui incorsero i lettori di Machiavelli. L’operaio è cosí poco legato al momento storico in cui fu scritto, e tanto meno alle scelte politiche della Germania in quegli anni, da risultare per metà interamente smentito dal corso degli eventi, e per l’altra metà paurosamente profetico. La tecnica, che lo spirito liberal-borghese del XIX secolo credeva docile e dominabile, strumento di progresso e democrazia, è invece forza mortifera che trasforma e distrugge. L’individuo borghese e romantico ne è stato stritolato. Suo successore più degno sarà l’operaio, figura svincolata da ogni connotato di classe o di stato sociale, che dominerà la tecnica trasformandola in forza costruttiva. Qualità eccezionale del libro è la riduzione a zero di ogni ideologia. Per Jünger, l’operaio è l’unica figura che possa avere con il mondo un rapporto non utilitario o consolatorio, ma reale. A un mondo ancora dominato da forze informi, egli imporrà il dominio della forma. Anzi, l’operaio è la forma superiore. L’analisi di un rapporto reale impone a Jünger assoluta verità, e perciò crudeltà. Per questo, L’operaio è uno dei libri più crudeli del nostro secolo.

(source: Bol.com)

L’operaio : dominio e forma

Apparso in Germania nel 1932, “L’operaio” è uno dei testi più discussi e profetici di Junger. Un saggio politico di grande energia e straordinaria lucidità, in cui la figura dell’operaio assurge a dimensione mitica come intreprete supremo del mondo moderno e delle forze che esso sprigiona.

Op-Center

Tra le due Coree, per una serie di attentati, la tensione sale alle stelle; 30.000 soldati americani rischiano di essere spazzati via dalle truppe nordcoreane, ma la situazione sarà risolta da un organismo che ufficialmente non esiste: l’Op-Center.
**

L’Onore Della Sposa (Saga Della Sposa Vol. 2)

Pest, 1876.
Liselotte Nilsson raggiunge la cugina in Ungheria, ospite a casa di ricchi borghesi e, fuori dal suo ambiente, in palese difficoltà linguistica, cerca conforto nella scherma, passione coltivata fin dall’infanzia. Inaspettatamente, s’imbatte in un tenace e valido avversario…
Nel frattempo il mondo attorno all’idillio matrimoniale di Ann e Ivan continua a girare.
I personaggi noti evolvono e vengono osservati da occhi e prospettive differenti, mentre l’arazzo complessivo si amplia di nuove voci e nuove situazioni, in una sinfonia poliedrica e variegata, ricca di contrappunti, in cui l’Amore, nelle sua varie e diverse forme, non tutte positive, non tutte romantiche, ma tutte reali, è il vero protagonista.
L’Onore della Sposa è il secondo volume della Saga della Sposa, una serie di romanzi epistolari a narrazione corale che accompagnano i numerosi personaggi, nella loro evoluzione personale e familiare, per tutta la seconda metà del XIX secolo, fra i fasti dell’Impero Russo, la notte artica di Svezia, le danze sfrenate della Puszta, passando per la perfida Albione, fino al selvaggio West.
**
### Sinossi
Pest, 1876.
Liselotte Nilsson raggiunge la cugina in Ungheria, ospite a casa di ricchi borghesi e, fuori dal suo ambiente, in palese difficoltà linguistica, cerca conforto nella scherma, passione coltivata fin dall’infanzia. Inaspettatamente, s’imbatte in un tenace e valido avversario…
Nel frattempo il mondo attorno all’idillio matrimoniale di Ann e Ivan continua a girare.
I personaggi noti evolvono e vengono osservati da occhi e prospettive differenti, mentre l’arazzo complessivo si amplia di nuove voci e nuove situazioni, in una sinfonia poliedrica e variegata, ricca di contrappunti, in cui l’Amore, nelle sua varie e diverse forme, non tutte positive, non tutte romantiche, ma tutte reali, è il vero protagonista.
L’Onore della Sposa è il secondo volume della Saga della Sposa, una serie di romanzi epistolari a narrazione corale che accompagnano i numerosi personaggi, nella loro evoluzione personale e familiare, per tutta la seconda metà del XIX secolo, fra i fasti dell’Impero Russo, la notte artica di Svezia, le danze sfrenate della Puszta, passando per la perfida Albione, fino al selvaggio West.

Ondembrah (La Leggenda Del Libro Sacro #1)

A Sannoth, mondo incantato abitato da ben nove razze differenti, ogni abitante possiede una scintilla magica chiamata Shinpha. Gli Shannobrah cominciano a usarla solo dopo il compimento del decimo anno di età, nel giorno in cui si celebra il Phatiobrah, la festa che consacra questa iniziazione. Goshda e Fadfra sono gemelli e si accingono a rompere il Grongo, il “sigillo blocca magia’, nello stesso giorno. Eppure fatti inaspettati e terribili segneranno una giornata che sarebbe dovuta essere meravigliosa. L’apparizione di una piccola e candida piuma porterà scompiglio tra i presenti e farà sì che i due fratelli seguano destini diversi. Fadfra verrà rapita da Yonah, il sovrano degli Elfi custode di una verità inimmaginabile, mentre a Goshda spetteranno compiti ben più gravosi… Su chi ricadrà la sorte di essere il leggendario Ondembrah, il tanto atteso “nono dono’? Solo lui sarà in grado di affrontare la missione più importante: risvegliare i dormienti.Il primo capitolo di una potente saga fantasy, un mondo magico popolato da creature strabilianti e governato da forze indomabili.

(source: Bol.com)

Omicidio Sul Lago di Fuoco

A ventitré anni, e con un noto caso alle spalle, Emory Rome ha già ottenuto fama come agente speciale del Tennessee Bu­reau of Investigation. Sta facendo carriera rapidamente, ma il salto si interrompe quando gli viene assegnato un caso che avrebbe voluto evitare: un misterioso omicidio nella cittadina delle Smoky Mountains da cui si è allontanato. La bizzarra morte di una pattinatrice, un tempo destinata ai professionisti, è presto seguita da un apparente caso di auto combustione. Nella piccola cittadina, i segreti di Rome giacciono appena sotto la superficie. La fretta di trovare il col­pevole prima che colpisca di nuovo lo scaglia contro un abile investigatore privato, Jeff Woodard. L’investigatore privato è attraente, sveglio e seducente, e potrebbe essere l’assassino che Rome sta cercando.

L’AUTORE
Autore bestseller di thriller e fantascienza, Mikel J. Wilson attinge alle sue radici meridionali per la Mourning Dove My­steries, una serie di romanzi caratterizzata da omicidi bizzarri e ambientata nella regione delle Smoky Mountains, nel Tennessee. Basando­si sul successo del primo libro della serie, Wilson continua con la sua filosofia del niente pistole né coltelli per i delitti, allo stesso tempo approfondendo la vita dei personaggi e le loro di­namiche in evoluzione.

(source: Bol.com)

Oltre le bugie

Chi è che non mente? È nella natura umana farlo, a volte per proteggerci, a volte per non scoprirci troppo. Per Claire? Per Claire è una cosa normale. Quando si rende conto che la cosa sta degenerando, decide di fare qualcosa.
Non può andare avanti a ‘proteggere’ i suoi genitori, non può mostrarsi sempre la fredda e algida della situazione, non può continuare a mentire ai suoi amici. Non può continuare questa sottospecie di ‘relazione’ col fratello della sua migliore amica.
Sì, proprio con Matthew, il ragazzo che non ha mai sopportato, con cui ha passato anni a battibeccare e a parlarne male.
Eppure, non si sa come, quando hanno iniziato a parlare, ha scoperto nuove cose di lui e soprattutto è venuta a conoscenza che non è tutto come sembra, c’è sempre una doppia faccia della medaglia.
Tra risate, battibecchi e frasi al vetriolo, si verrà al nodo di tutto e si scoprirà che c’è sempre qualcosa dietro a ogni bugia. Forse anche i sentimenti e l’amore.
**
### Sinossi
Chi è che non mente? È nella natura umana farlo, a volte per proteggerci, a volte per non scoprirci troppo. Per Claire? Per Claire è una cosa normale. Quando si rende conto che la cosa sta degenerando, decide di fare qualcosa.
Non può andare avanti a ‘proteggere’ i suoi genitori, non può mostrarsi sempre la fredda e algida della situazione, non può continuare a mentire ai suoi amici. Non può continuare questa sottospecie di ‘relazione’ col fratello della sua migliore amica.
Sì, proprio con Matthew, il ragazzo che non ha mai sopportato, con cui ha passato anni a battibeccare e a parlarne male.
Eppure, non si sa come, quando hanno iniziato a parlare, ha scoperto nuove cose di lui e soprattutto è venuta a conoscenza che non è tutto come sembra, c’è sempre una doppia faccia della medaglia.
Tra risate, battibecchi e frasi al vetriolo, si verrà al nodo di tutto e si scoprirà che c’è sempre qualcosa dietro a ogni bugia. Forse anche i sentimenti e l’amore.

Oltre L’orizzonte

L’orizzonte attuale delle conoscenze della fisica è anche la linea di separazione tra chi ritiene che siamo ormai nelle condizioni di poter dedurre “tutto” e chi invece si aspetta che oltre quell’orizzonte incontreremo fenomeni naturali oggi inimmaginabili. È interessante notare che queste due attitudini corrispondono anche a due fasi del percorso intellettuale di Albert Einstein. Tra il 1905 e il 1917 produsse una serie impressionante di scoperte e teorie, attraverso unapproccio curioso e umile nei confronti della Natura, mentre negli anni successivi ne adottò uno più arrogante e non fece più nessuna scoperta significativa. Ma questo di Giovanni Amelino-Camelia non è l’ennesimo libro su Einstein, o comunque non solo. È un atto d’amore nei confronti del pensiero scientifico, alieno alle fantomatiche “teorie del tutto” che pretendono di esaurire la sete di conoscenza dell’uomo, e capace invece di alimentare lo stupore con cui l’uomo sfida l’orizzonte del proprio sapere.

Oltre l’orizzonte

L’orizzonte attuale delle conoscenze della fisica è anche la linea di separazione tra chi ritiene che siamo ormai nelle condizioni di poter dedurre “tutto” e chi invece si aspetta che oltre quell’orizzonte incontreremo fenomeni naturali oggi inimmaginabili. È interessante notare che queste due attitudini corrispondono anche a due fasi del percorso intellettuale di Albert Einstein. Tra il 1905 e il 1917 produsse una serie impressionante di scoperte e teorie, attraverso unapproccio curioso e umile nei confronti della Natura, mentre negli anni successivi ne adottò uno più arrogante e non fece più nessuna scoperta significativa. Ma questo di Giovanni Amelino-Camelia non è l’ennesimo libro su Einstein, o comunque non solo. È un atto d’amore nei confronti del pensiero scientifico, alieno alle fantomatiche “teorie del tutto” che pretendono di esaurire la sete di conoscenza dell’uomo, e capace invece di alimentare lo stupore con cui l’uomo sfida l’orizzonte del proprio sapere.

(source: Bol.com)

Oltre l’austerità

Un lavoro collettivo di un gruppo di autori che gode solida notorietà nella comunità internazionale degli economisti eterodossi: «Questo libro è in primo luogo una denuncia delle politiche folli che in Europa e in Italia porteranno inevitabilmente – e in proporzioni sconosciute da generazioni – ad alti livelli di disoccupazione, crollo degli standard di consumo e dei servizi sociali e degrado delle nostre comunità. Vogliamo smentire le sciocchezze in nome delle quali si chiedono sacrifici. In particolare, che spesa e debito pubblico siano causa ultima della crisi. E vogliamo mostrare come questi sacrifici a nulla porteranno tranne che a un avvitamento verso il basso della crisi. Non mettiamo sotto accusa il processo d`integrazione politica ed economica europeo. Bensì, quello di unificazione monetaria, interpretato da parte dei governi italiani come strumento di disciplina sindacale e sociale». Dedicato a tutti i giovani.

Oltre Il Buio I Tuoi Occhi

Paola è una brillante e attraente avvocata. Se desidera un uomo, lo conquista, ma nessuno è mai riuscito a rubarle il cuore.
Giovanni è un uomo affascinante, legato a Carla da un matrimonio difficile che si impone di rispettare per senso di responsabilità.
Un ballo e tra Giovanni e Paola è subito attrazione: immediata, inattesa, travolgente. Può l’amore esplodere con un solo sguardo, con un semplice tocco? Cosa sarà disposto a fare Giovanni quando la vendetta di Carla si abbatterà con ferocia su di loro? E Paola, riuscirà a fidarsi senza riserve di quell’amore che ha finalmente trovato negli occhi di Giovanni?
Per la presenza di alcune scene esplicite a contenuto erotico, la lettura è consigliata a un pubblico adulto.
Questo è il secondo volume della serie OLTRE IL BUIO. Il precedente è OLTRE IL BUIO IL TUO RESPIRO. Ogni romanzo è AUTO CONCLUSIVO, ma se ne consiglia la lettura secondo l’ordine di pubblicazione.
**
### Sinossi
Paola è una brillante e attraente avvocata. Se desidera un uomo, lo conquista, ma nessuno è mai riuscito a rubarle il cuore.
Giovanni è un uomo affascinante, legato a Carla da un matrimonio difficile che si impone di rispettare per senso di responsabilità.
Un ballo e tra Giovanni e Paola è subito attrazione: immediata, inattesa, travolgente. Può l’amore esplodere con un solo sguardo, con un semplice tocco? Cosa sarà disposto a fare Giovanni quando la vendetta di Carla si abbatterà con ferocia su di loro? E Paola, riuscirà a fidarsi senza riserve di quell’amore che ha finalmente trovato negli occhi di Giovanni?
Per la presenza di alcune scene esplicite a contenuto erotico, la lettura è consigliata a un pubblico adulto.
Questo è il secondo volume della serie OLTRE IL BUIO. Il precedente è OLTRE IL BUIO IL TUO RESPIRO. Ogni romanzo è AUTO CONCLUSIVO, ma se ne consiglia la lettura secondo l’ordine di pubblicazione.

Oltre i confini

**The Bridge Series

Numero 1 del New York Times

Dall’autrice della Hacker Series**

Olivia Bridge è sempre stata una brava ragazza: ottimi voti, buone frequentazioni e adesso ha anche un bel lavoro procuratole dai suoi facoltosi genitori. Una vita ordinata, perfetta, che però non fa per lei. Così Liv, nella speranza di trovare la sua strada, lascia tutto e segue i suoi fratelli a New York. Ma appena arrivata nella Grande Mela, due uomini incrociano il suo cammino. Will Donovan ha i soldi che servono per trasformare le ambizioni dei fratelli Bridge in realtà. E poi c’è Ian Savo, a cui la vita sembra troppo breve per giocare secondo le regole della società borghese. Quando Will, grazie al loro patto, gli dà finalmente la possibilità di stare con Liv, non si fa più scrupoli, e l’idea di rinunciare a conoscere meglio una bellissima donna solo perché è la sorella del suo collega non gli pare più un problema…

Un’autrice da 2 milioni di copie vendute
Tradotta in 22 lingue

‘La scrittrice più trasgressiva dell’estate.’
Diva e donna

Meredith Wild

è un’autrice bestseller del ‘New York Times’ e di ‘USA Today’, tradotta in molti Paesi. Ha esordito nel self-publishing prima di firmare un importante contratto con il gruppo editoriale Hachette. Nel 2015 ha fondato la Waterhouse Press, casa editrice indipendente. Torna a pubblicare con la Newton Compton, dopo il successo mondiale della Hacker Series (Senza difese, Senza colpa, Senza pentimento, Senza controllo e Senza rimpianto), portando in Italia la Bridge Series.

(source: Bol.com)

Oh, Serafina!

Ho scritto questo libro perché avevo bisogno di soldi. Mi capita spesso d’aver bisogno di soldi: non guadagno poi molto, sono imprevidente nelle spese, e lo Stato mi fa pagare troppe tasse. Di solito, risolvo questi problemi di denaro lavorando per il cinema. Anche questa volta volevo far così e in effetti *Oh, Serafina!* sarebbe dovuto essere soltanto un soggetto per film. Lo scrissi e lo feci leggere ad alcuni tra i più importanti produttori italiani, che non lo comprarono perché non ci vedevano nulla. Allora mi venne in mente di farne un libro, perché io ci vedevo qualcosa. Non sono affatto pentito d’averlo scritto, tant’è vero che lo pubblico. Non è sicuramente un libro a me estraneo. Vi ho messo il mio *humour,* che ho imparato con lunghe e dure sofferenze, vi ho messo la mia *pietas,* come direbbero i latini, cioè il mio allietarmi per ciò che mi sembra buono e il contristarmi per ciò che mi sembra cattivo, e questa è cosa che ho imparato, facilmente, a forza di sbagliare. Dei motivi che si trovano costanti nelle mie opere, qui manca solo, io credo, il senso della morte, ma questa è una favola, e i personaggi delle favole non hanno paura di morire perché, si sa, vivranno per sempre felici e contenti.
I protagonisti della storia non sono del tutto inventati. Augusto Secondo, appassionato d’uccelli, è ispirato da un commerciante di legnami che anni fa mi scrisse il suo dolore da un manicomio austriaco. E Serafina, col suo incredibile piffero, e il suo ancor più incredibile bagaglio di peccati e di purezza, la incontrai un giorno a Roma, dalle parti di Piazza Navona.

Ogni volta che si racconta una storia

Marco Baliani apre le porte della sua officina di narratore. Per cominciare questo percorso parte dalla frase più semplice: «quei due hanno una storia». La analizza, la smonta, la fa risuonare. Esiste una relazione tra due esseri umani: quindi una storia, quindi un racconto. Perché narrare significa formare all’istante un embrione di comunità, non appena nell’ascolto e nello scambio di storie si innesca una corrente di fiducia, di attenzione, di stupore.
Paolo Di Paolo, “Il Venerdì di Repubblica”
La nascita di una storia resta sempre un mistero, solo sappiamo che serviranno sempre gli stessi elementi a comporla, una voce, un corpo, orecchie e occhi attenti all’ascolto, lo stesso spazio e lo stesso tempo per viverla.
**
### Sinossi
Marco Baliani apre le porte della sua officina di narratore. Per cominciare questo percorso parte dalla frase più semplice: «quei due hanno una storia». La analizza, la smonta, la fa risuonare. Esiste una relazione tra due esseri umani: quindi una storia, quindi un racconto. Perché narrare significa formare all’istante un embrione di comunità, non appena nell’ascolto e nello scambio di storie si innesca una corrente di fiducia, di attenzione, di stupore.
Paolo Di Paolo, “Il Venerdì di Repubblica”
La nascita di una storia resta sempre un mistero, solo sappiamo che serviranno sempre gli stessi elementi a comporla, una voce, un corpo, orecchie e occhi attenti all’ascolto, lo stesso spazio e lo stesso tempo per viverla.

Oggi È Il Giorno Giusto Per Dare Una Svolta Alla Tua Vita

**DALL’AUTRICE DI *LA TUA SECONDA VITA COMINCIA QUANDO CAPISCI DI AVERNE UNA SOLA,* OLTRE 2 MILIONI DI COPIE VENDUTE IN FRANCIA**
«*Con una penna arguta e grande profondità psicologica, Raphaëlle Giordano insegna che basta poco per ricominciare da capo.*»
**Le Figaro**
«*I suoi libri sono tra i più venduti e amati nel mondo: Raphaëlle Giordano è uno dei più grandi fenomeni editoriali degli ultimi anni.*»
**Le Parisien**
«*Fidatevi di Raphaëlle Giordano: vi mostrerà il lato bello del mondo e riuscirà persino a rendervi migliori.*»
**L’Express**
**A volte l’amore è tutta una questione di prospettiva.**
Ci sono giorni capaci di cambiare rotta alla nostra vita. Per Meredith oggi è uno di quelli: di fronte al desiderio del compagno Antoine di dare una svolta al loro rapporto, non è più sicura della direzione da prendere e ha bisogno di fare chiarezza, ma non sa da dove cominciare. Finché la migliore amica Rose le regala un taccuino su cui annotare pensieri e riflessioni e le propone di portarlo con sé in un viaggio intorno al mondo. Sei mesi per ritrovare sé stessa e capire se sia possibile prepararsi al grande amore. All’inizio, Meredith non crede sia una buona idea, ma allontanarsi dalla quotidianità potrebbe rimettere ogni cosa nella giusta prospettiva. Così accetta la proposta di Rose: da Parigi a Londra e New York, riempie il suo taccuino di annotazioni che la aiutano a esprimere la propria inclinazione all’amore. E impara che bastano pochi semplici accorgimenti per vivere e amare pienamente: fare pace con sé stessi e mettere da parte i ricordi dolorosi, ascoltarsi e riconoscere il valore dei propri successi, non dare retta ai dubbi né alla voce della gelosia e, soprattutto, ricordarsi di tendere al punto giusto la corda del desiderio. Piccole regole d’oro da rispolverare quando si ha la sensazione di aver perso l’orientamento. Ora Meredith deve affrontare la sfida più grande: mettere in pratica ciò che ha imparato per capire se sia arrivato il momento di riabbracciare Antoine e riprendere la propria vita.
Raphaëlle Giordano ha venduto oltre un milione di copie in Francia. Dopo il successo mondiale del fenomeno *La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola* e di *La felicità arriva quando scegli di cambiare vita* che l’ha consacrata come una delle autrici più amate da pubblico e critica, ritorna con un romanzo che affronta il tema delicato delle relazioni e dei sentimenti. E ci invita a ricordare che non è mai troppo tardi per pensare positivo e provare a cambiare qualcosa nelle nostre abitudini: è il primo passo per rivoluzionare la nostra esistenza e trovare la vera felicità.

Gli oggetti che popolano il mondo. Ontologia delle relazioni

Il mondo è popolato di oggetti che non siamo in grado di afferrare con le mani, come batteri, microbi, particelle, montagne, stelle, pianeti, galassie. Abbiamo piuttosto a che fare con biscotti, giocattoli, piatti, pentole, monete, libri, quadri, rose, gatti, mani, gambe, bambini, adulti, anziani. Difficilmente, però, in un caso e nell’altro, ci sbagliamo nell’utilizzarli o nel relazionarci con essi. Li distinguiamo, ci affezioniamo, li ricordiamo, li immaginiamo, li desideriamo, li scegliamo, li distruggiamo, li doniamo. Il volume spiega come questo “miracolosamente” avvenga, con uno sguardo che partendo dagli oggetti descrive la nostra natura di esseri umani oltreché le conseguenze della continua creazione di nuovi manufatti.
**